Cronaca tutte le notizie in tempo reale! PAROLA D'ORDINE SEMPRE AGGIORNATE! LEGGILE E CONDIVIDILE!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 107 minuti

Ultimo aggiornamento 25 Luglio, 2021, 11:41:04 di Maurizio Barra

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:34 DI MARTEDÌ 20 LUGLIO 2021

ALLE 11:41 DI DOMENICA 25 LUGLIO 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Giustizia:Cartabia,Italia deve rinascere a partire da Napoli
“Sono venuta in città per guardare in faccia ai problemi”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
20 luglio 2021
12:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ma se l’Italia non rinasce da qui, se la giustizia non riparte da qui, non ce la farà da nessuna parte”. Lo ha detto, da Napoli, il ministro della Giustizia Marta Cartabia, che oggi ha incontrato nel Nuovo Palazzo di Giustizia i capi degli uffici giudiziaria della Corte di Appello partenopea.

“Quando ho visto i dati di Napoli, mi sono chiesta cosa deve fare il ministero ma anche cosa negli anni, non ora, è successo anche nelle comunicazioni tra Roma e Napoli, perché si arrivasse a una situazione così?”, ha aggiunto Cartabia.
“Dobbiamo metterci in moto – è l’invito del ministro – e sono qui a Napoli. Sapevo che non sarei venuta solo in città paradisiaca, non sono venuta solo per incontrare dei grandi giuristi, una scuola di giuristi così significativa che anche molti dei miei più stretti collaboratori vengono da Napoli, sono venuta perché sapevo che sarei andata a incontrare la realtà più complessa e più difficile, quella con maggiori problemi. Per questo sono venuta, non solo per ricevere complimenti che giustamente non sono arrivati, ma per guardare in faccia i problemi”.   POLITICA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ruffini: evasione fiscale per 79,8 miliardi nel 2018
Dati 2018; qualcosa si sta muovendo, erano 88 mld nel 2011
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
20 luglio 2021
12:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’evasione fiscale Irpef, Ires, Iva e Irap nel 2018 era di 79,8 miliardi, in calo di quasi 9 miliardi rispetto al 2011. Lo ha detto il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini in un webinar della Uil sull’evasione fiscale sottolineando che “qualcosa si sta muovendo”.
“E’ solo una tendenza che bisogna consolidare e tentare di migliorare. Il tema però – è come ridurre il tax gap e non quanti accertamenti debba fare l’Agenzia delle entrate.
L’Agenzia funziona se riesce a controllare tutti gli evasori ma funziona ancora di più il sistema Paese se riesce a far si che gli evasori non ci siano o vengano ridotti”.   ECONOMIA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Laura Pausini, dopo la notte degli Oscar, un film Amazon
Prima volta per la regina del pop italiano da sua idea originale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
20 luglio 2021
13:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la notte degli Oscar, Laura Pausini torna in pista, stavolta con un nuovo film Amazon Original italiano basato su una sua idea originale e di cui è protagonista. Il progetto non ha ancora un titolo ma le riprese sono già cominciate, ha anticipato “Variety” prima che arrivassero le conferme ufficiali degli studi legati al colosso fondato da Jeff Bezos.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il film è scritto da Ivan Cotroneo (“La kryptonite nella borsa”, “Un bacio”) e Monica Rametta (“Un bacio”, “Il volto di un’altra”), diretto dallo stesso Cotroneo, prodotto da Endemol Shine Italy, e sarà disponibile in esclusiva su Amazon Prime Video in 240 paesi e territori in tutto il mondo nel 2022. Pausini, che quest’anno è stata candidata agli Oscar con Diane Warren per la canzone “Io Sì” del film “La Vita davanti a sé” con Sophia Loren, ha vinto un Grammy per “Escucha” nella categoria miglior album pop Latino. La regina del pop italiano ha al suo attivo 13 album in studio venduti in oltre 70 milioni di copie in tutto il mondo, ma il film è il primo che la vede davanti alla macchina da presa. “Sarà un lungometraggio innovativo che inventa un nuovo genere e conferma l’amore di Laura per la settima arte svelando al pubblico la sua vera anima, attraverso scorci inediti della sua vita privata e professionale e dando a Laura stessa la grande opportunità di scoprire aspetti di sé e del suo mondo mai visti e immaginati che per la prima volta saranno svelati al pubblico”, preannuncia un comunicato di Amazon Studios.   ACQUISTA SU AMAZON   SPETTACOLI MUSICA E CULTURA   CINEMA   MONDO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Derivati: Procura C. Conti, contestazioni a 66, anche Pisapia
Su contratti ‘diseconomici’ della Città metropolitana di Milano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
20 luglio 2021
14:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 64 gli ex amministratori e dirigenti della Città metropolitana di Milano, incluso l’ex sindaco Giuliano Pisapia ma anche consiglieri e assessori della giunte Colli e Penati, e due gli intermediari finanziari (Bank of America e Dexa Prediop spa) a cui la Procura regionale della Corte dei conti per la Lombardia ha notificato un invito a dedurre sulla conclusione e gestione di alcuni contratti derivati (“swap”) manifestamente diseconomici per l’ente.
Una situazione che, secondo la Procura della Corte, ha creato un danno erariale “allo stato attuale” superiore ai 70 milioni di euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La contestazione preliminare di responsabilità risarcitoria amministrativo – contabile è stata fatta dopo una consulenza dei funzionari del Nucleo di Supporto all’Autorità Giudiziaria della Banca d’Italia e una attività istruttoria a cui ha collaborato il Nucleo di Polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza di Milano.
In una nota, la Procura della Corte dei Conti parla di “un doloso occultamento delle reali condizioni finanziarie sottese alle operazioni in derivati”.
Pisapia è chiamato in causa non per l’istruttoria e la stipula degli swap (che risalgono a ben prima) ma perché “disattendendo sia il parere fornito dall’Avvocatura che dai legali incaricati” ha deciso di “ignorare il claim notificatigli sia da Merrill Lynch che da Dexia” e quindi di non costituirsi nel giudizio poi azionato e vinto da Dexia dinanzi alla Corte ingleseò In questo modo avrebbe causato così all’ente un “grave pregiudizio in termine di costi processuali che di preclusione per la successiva azione di annullamento” dello strumento finanziario.
L’invito al contraddittorio, spiega il comunicato, servirà alla Procura per calibrare le responsabilità di ciascuno nel causare il danno e quindi la correttezza “del riparto soggettivo degli importi oggetto di indagine”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da Donatello a Michelangelo, la scultura e l’anima
Dal Louvre al Castello Sforzesco, il Rinascimento in 120 opere
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
20 luglio 2021
14:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un viaggio in oltre sessant’anni di scultura italiana del Rinascimento per indagare come gli artisti hanno plasmato i materiali, dal marmo, al bronzo, al legno, per raccontare i sentimenti umani, i moti dell’anima. Apre al pubblico domani, fino al 24 ottobre, al Castello Sforzesco di Milano ‘Il corpo e l’anima, da Donatello a Michelangelo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scultura italiana del Rinascimento’. La mostra ospitata fino al 21 giugno scorso nelle sale del Musée du Louvre a Parigi, è promossa dal Castello Sforzesco insieme al museo parigino ed ha come curatori Marc Bormand, conservatore al dipartimento di sculture del Louvre, Beatrice Paolozzi Strozzi, già direttrice del Museo del Bargello e Francesca Tasso, conservatrice responsabile delle Raccolte artistiche del Castello Sforzesco.
Il percorso della mostra, che è divisa in quattro sezioni (Guardando gli antichi – Il furore e la grazia, L’arte sacra: commuovere e convincere, Da Dioniso ad Apollo e Roma Caput Mundi) si conclude simbolicamente con la visione della Pietà Rondanini di Michelangelo, che è il suo testamento artistico e a cui il maestro lavorò praticamente fino alla morte nel 1564. In mostra ci sono 120 opere provenienti da musei di tutto il mondo di artisti come Leonardo, Michelangelo, Bramante, Donatello.
Questa esposizione “non è una semplice collaborazione ma un progetto di ricerca che è durato anni – ha spiegato Claudio Salsi, direttore del Castello Sforzesco, parlando della collaborazione con il Louvre – . Questa esperienza non è consueta nei musei. È una mostra che credo sia abbastanza irripetibile”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
assessore Lazio,paghiamo calo tensione per feste Europei
Più casi,spesso giovani non vaccinati ma no ricadute su ospedali
r
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
20 luglio 2021
16:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo pagando il cosiddetto ‘effetto Gravina’ ma senza complicazioni negli ospedali. I casi sono ancora destinati ad aumentare per l’effetto del calo di tensione in occasione dei festeggiamenti per gli Europei, che durerà ancora alcuni giorni”.
Lo ha dichiarato l’assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria del Lazio, Alessio D’Amato, a margine della consegna degli attestati di benemerenza per l’impegno profuso durante la pandemia agli operatori informatici di Laziocrea. “I positivi sono perlopiù giovani – aggiunge – ancora non vaccinati e questo significa, ancora una volta, quanto sia importante vaccinarsi e raggiungere l’immunità di gregge. La situazione è sotto controllo e nel Lazio i casi attualmente positivi complessivi sono la metà di altre grandi regioni, quindi nessun allarme e vaccinarsi. Ancora una volta ricadono sulle spalle del Ssr e dei suoi operatori, l’onere e gli effetti del calo di tensione” .
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Opera Roma: Ricca e innovativa, Fuortes firma l’ ultima stagione
Il nuovo ad Rai: “Lascio il teatro in ottime condizioni”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
20 luglio 2021
16:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ Opera di Roma guidata da Carlo Fuortes ha saputo mettere a frutto i successi conquistati osando e sperimentando strade nuove durante l’ esperienza terribile della pandemia per continuare a dare al suo pubblico l’ emozione della musica, del canto e della danza e ora rilancia proponendo per la prossima stagione 12 titoli d’ opera, 6 di balletto, la Bohème come film-opera, il ritorno nell’ estate 2022 alle Terme di Caracalla con Mass di Leonard Bernstein mai eseguita in Italia, e continuando a delocalizzare gli spettacoli come La Passione secondo Matteo di Bach che andrà in scena nella Nuvola di Fuksas. Il ricco cartellone, l’ ultimo firmato dal sovrintendente in uscita per l’ incarico di Ad Rai, è appunto la sintesi del mix di tradizione e innovazione che ha fatto dell’ istituzione musicale della capitale un modello di gestione per qualità artistica e ritorno economico in un momento tanto difficile.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un esempio? “La scorsa estate al Circo Massimo eravamo arrivati a un incasso di poco meno di un milione di euro. A oggi siamo già a un milione e 750 mila euro di biglietti, il 75 per cento in più”, fa notare con orgoglio Fuortes, che poi rimarca: “A chi viene dopo di me lascio un teatro in una situazione ottimale dal punto di vista dei programmi, economico, finanziario e organizzativo”. Aprire con la musica contemporanea al Teatro Costanzi è un altro segno della volontà di accettare sfide ambiziose. Così sarà il 20 novembre con la prima esecuzione assoluta dell’ opera Julius Caesar, commissionata al compositore romano Giulio Battistelli, su libretto di Ian Burton, per la regia di Robert Carsen, che vedrà sul podio il direttore musicale Daniele Gatti.
Poi sarà un susseguirsi di grandi titoli, con “i maggiori registi di teatro musicali presenti nel nostro cartellone”, direttori d’ orchestra e cantanti di spicco italiani e stranieri. L’Opera di Roma, sottolinea la sindaca Virginia Raggi, presidente della Fondazione, “ha dimostrato di saper reagire agli choc e ha vinto la sfida”. Grande attenzione anche per la struttura: il pubblico troverà le nuove poltrone, realizzate sul modello di quelle originali (costo 500 mila euro) dopo il rifacimento dei marmi e del parquet.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Zingaretti, chi ha responsabilità si vada a vaccinare
Basta chiacchiere, cultura no vax pericolosa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
20 luglio 2021
16:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Basta chiacchiere! Chi ha responsabilità si vada a vaccinare e inviti tutti a farlo. La cultura no vax nel corso di una pandemia è ancora più pericolosa.
È fatta di rifiuti espliciti ma anche di furbizie, omissioni, messaggi sbagliati e silenzi”. Lo scrive, su Facebook, Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio. “In questi momenti si vede davvero chi è in grado di guidare un grande e straordinario Paese come il nostro verso la libertà dal Covid”, conclude Zingaretti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: procura Lodi, archiviazione per 77 morti Rsa
Il procuratore, nessuna certezza su nessi causa-effetto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LODI
20 luglio 2021
17:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata notificata ai parenti delle persone offese individuate, dalla Procura di Lodi, la richiesta di archiviazione dell’inchiesta, per omicidio colposo e epidemia colposa, nata dall’esposto che era stato presentato nella primavera dello scorso anno da parenti di 77 anziani ricoverati nella Residenza sanitaria assistita Borromea di Mediglia, che avevano perso la vita contagiati da covid-19. Lo ha spiegato il Procuratore della Repubblica di Lodi Domenico Chiaro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Nelle nostre indagini – ha sottolineato Chiaro – abbiamo svolto anche un confronto con altre Rsa che hanno adottato misure più restrittive e siamo arrivati alla conclusione che non c’è ragionevole certezza che siano state proprio le condotte commissive o omissive di soggetti ricoprenti cariche apicali a cagionare l’evento, la morte di 77 pazienti ospiti della struttura”.
Secondo il Procuratore, “sicuramente non c’è stata attenzione per tutta una serie di presupposti, anche facendo il confronto con altre strutture come quella di Somaglia, nel Lodigiano, e di Dresano, nel Milanese, che sono stati assunti come modello. E, sotto questo profilo, sicuramente c’è stata una gestione che può essere oggetto di critica”. “Però – ha aggiunto – non è sufficiente, sotto il profilo del reato colposo, che vi sia un comportamento rischioso perché ci deve esser la certezza che questo comportamento sia, poi, da mettersi in ragione di causa con lo sviluppo della pandemia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: a Roma nuovi casi quintuplicati da finale Europei
Assessore, ci sono aumenti ma senza complicazioni negli ospedali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
20 luglio 2021
20:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I nuovi casi di Covid si sono quasi quintuplicati nella Capitale rispetto all’11 luglio scorso, giorno della finale degli Europei di calcio. Oggi Roma supera quota 500 (557 per l’esattezza i contagi registrati nelle ultime 24 ore) mentre l’11 luglio i nuovi contagiati erano 122.
Stesso andamento per i contagi registrati nella Regione Lazio che oggi sono 681 nuovi positivi (su quasi 33mila test) a fronte di 164 registrati l’11 luglio (su circa 20mila test). “Stiamo pagando il cosiddetto ‘effetto Gravina’ ma senza complicazioni negli ospedali – ha detto stamattina l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato -. I casi sono ancora destinati ad aumentare per l’effetto del calo di tensione in occasione dei festeggiamenti per gli Europei, che durerà ancora alcuni giorni”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: aumentano contagi, 3.558 positivi, 10 vittime
218.705 test, tasso positività scende all’1,6%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
20 luglio 2021
19:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Balzo dei positivi ai test per i Covid individuati nelle ultime 24 ore, sono 3.558 secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 2.072.
Sono invece 10 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 7.
Salgono le terapie intensive, oltre ai ricoveri nei reparti ordinari. Sono 165 i pazienti in rianimazione per il coronavirus in Italia. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 11 (ieri 16). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.194, quindi 6 in più rispetto a ieri.
Nelle ultime 24 ore sono 218.705 i tamponi molecolari e antigenici effettuati. Ieri erano stati 89.089. Il tasso di positività è dell’1,6%, in calo rispetto al 2,3% di ieri.
I casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.293.083, i morti 127.884. I dimessi ed i guariti sono invece 4.115.889, con un incremento di 1.760 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 49.310, in aumento di 1.785 unità nelle ultime 24 ore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Isabella Rossellini, alla mia età pochi ruoli principali
L’attrice girerà una serie sulla cuoca americana Julia Child
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
20 luglio 2021
19:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Adesso mi offrono sempre ruoli secondari, è difficile avere ruoli da protagonista per una donna di 70 anni, non è che non ci sono, ma sono pochi. Poi dico al mio agente che non ho voglia di andare 3-4 mesi in un albergo senza vedere la mia famiglia, l’ultima volta sono stata 6 mesi a Vancouver per una serie, Vancouver è una città bellissima, però sei mesi, senza potersi muovere, mai più”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ strano sentirlo dire da Isabella Rossellini, modella, attrice, regista, documentarista, scrittrice, una donna che ha girato mezzo mondo, e ora è, tra le altre cose, una ‘contadina’ orgogliosa nella sua fattoria ‘Mama Farm’, tenuta di 15 ettari a Long Island, New York.
In questi giorni la musa di Martin Scorsese e David Lynch si divide tra Milano e Bologna, e oggi nella città delle Due Torri ha presentato la versione restaurata dalla Cineteca di ‘Francesco Giullare di Dio’ (nell’ambito della rassegna il Cinema Ritrovato), diretto dal padre Roberto Rossellini nel 1950. “E’ un film bellissimo, anche perché è scritto da Fellini, quindi c’è tutto l’umorismo di Fellini e la ricerca etica di mio padre. E’ una collaborazione molto interessante tra due autori italiani davvero importanti”. A farla muovere, forse, è quella “curiosità” che le hanno insegnato suo padre e sua madre, Ingrid Bergman. I progetti, infatti, non mancano nella sua vita. “Io viaggio volentieri, ma adesso non più così tanto, è faticoso. Per fortuna sto girando una serie a Boston per Hbo, a sole tre ore da casa mia, e sul contratto c’è scritto che se non lavoro 3-4 giorni posso tornare a casa. E’ una serie sulla cuoca americana Julia Child, io faccio la sua amica francese, Simca Beck, che le ha insegnato a cucinare, cominciamo a girare il 10 agosto”. Durante la pandemia, le sue giornate cominciavano con un vecchio film, al mattino, e poi tanti altri, durante la giornata. “In questo anno e mezzo ho visto tantissimi film, di Fellini, Visconti e molti altri, la stessa cosa facevano i miei amici, poi la sera li commentavamo su Zoom. Certo, al cinema è un’altra cosa. Il Covid però ha fatto riflettere tanta gente, in America è tutto un lavoro, lavoro, lavoro, ma tanti amici hanno riscoperto la vita in famiglia. Poi i viaggi, molti dirigenti sono sempre in viaggio, ma alcune cose si possono risolvere anche via Zoom. A volte mi chiedono di andare una sera a San Francisco per una cena, ma è pesante”.
Il suo rapporto con i social media, però, non è dei migliori.
“Non sono una grande specialista, sono in quell’età dove non si capiscono bene i computer, a noi attori richiedono Instagram, mi hanno spiegato che è come una cartolina, allora io scrivo messaggi come una cartolina, tipo: ‘Sono a Bologna, ciao’. Ora è un po’ come una disciplina, come andare a fare ginnastica, quasi ogni giorno posto qualcosa perché tocca farlo. In America i produttori preferiscono gli attori che hanno molti follower, vedo attrici moderne che ne hanno 20-30 milioni, io ne ho 350mila, non ci arriverò mai, forse devo spogliarmi nuda per averli, ma ormai faccio parte di una generazione antica, come mio padre sembrava a me di una generazione antica”.
E adesso, che ha quasi 70 anni, la cosa che la infastidisce di più è aspettare. “Ora mi interessa più scrivere e fare monologhi, mi diverte molto di più, non è che non mi piace recitare, non mi piace aspettare e gli attori aspettano sempre, che le luci siano pronte, la scena sia pronta, giornate intere dentro gli alberghi, non mi va più, infatti lavoro molto meno”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Baudo e Di Bella, è passione lirica su Rai3
Raccontano Cavalleria Rusticana, Pagliacci e Aida in tre serate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
07:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– Il primo, Pippo Baudo, siciliano doc, 85 anni, è il “principe” indiscusso dei conduttori, l’altro Antonio Di Bella, giornalista di lungo corso, milanese 65, è cittadino del mondo, corrispondente di punta dagli Stati Uniti, già direttore di testate come Rai3 e Rainews, ma anche capo di una task force contro le fake news. Cosa li accomuna? “L’amore per la musica, leggera ma anche lirica, sin da giovanissimi”, confermano entrambi, un’ amicizia consolidata negli anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La grande opera protagonista dell’estate tv direttamente dall’Arena di Verona, raccontata dai due padroni di casa d’eccezione in un ciclo di appuntamenti speciali con alcuni dei titoli più amati e conosciuti del repertorio lirico italiano, Cavalleria rusticana, Pagliacci e Aida, per tre prime serate su Rai3, il martedì, dal 27 luglio, prodotte da Rai Cultura.
Si inizia con il capolavoro di Pietro Mascagni Cavalleria rusticana, il 27 luglio alle 21.20. Sul podio è impegnato Marco Armiliato. Nel cast Sonia Ganassi, Clarissa Leonardi, Murat Karahan. Le tradizioni popolari siciliane dell’opera sono restituite attraverso la proiezione di immagini del Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi, dai Musei Vaticani e dalla Biblioteca Apostolica Vaticana. Si prosegue il 3 agosto alla stessa ora con Pagliacci di Ruggero Leoncavallo, proposto in un allestimento che è un omaggio al grande cinema di Federico Fellini, realizzato in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema di Torino e il Fellini Museum di Rimini.
Sul podio ancora Marco Armiliato. Nel cast Marina Rebeka. In chiusura il capolavoro di Giuseppe Verdi: Aida, titolo iconico per l’Arena, in programma martedì 10 agosto. L’allestimento utilizza immagini del Museo Egizio di Torino per narrare l’antico Egitto. Sul podio è impegnato Diego Matheuz. Sul palco Simon Lim, Anita Rachvelishvili. Tutte e tre le serate saranno replicate su Rai5.
Le prime due opere sono state registrate il, 25 giugno, in occasione della prima all’Arena Opera Festival, mentre l’Aida sabato 26 giugno.
“Eravamo fra il pubblico -spiega Baudo – circa 7mila persone tutte contingentate, ma è stata una grande emozione. Quello che si vedrà da casa sarà spettacolare, ma questo è fare servizio pubblico”.
Un’operazione, insiste, “di grande coraggio dell’Arena nel tentare di riportare tutto com’era una volta. Se si vuole, se si ha la volontà di osare, si può fare”, ribadisce.
Il compito di Baudo e Di Bella è quello di introdurre le opere, con le loro trame e le loro curiosità, di raccontare i retroscena di ieri e di oggi e anche di portarci alla scoperta delle meraviglie dell’Arena: “Vista la sua perfetta forma ellittica, è ottima per ascoltare uno dei mille cantanti che passano da qua. – aggiunge Baudo – Non per nulla, gran parte delle stelle del firmamento musicale hanno suonato all’anfiteatro, a pensare a chi ha cantato qui vengono i brividi”. Baudo che nella sua carriera ha condotto 13 Festival di Sanremo, intervistato artisti internazionali, star di tutto il mondo, non nasconde l’emozione: “Ovviamente la lirica è la musica con l’A maiuscola, la musica è magia, ma l’opera è immortale. L’ho studiata, poi è vero sono stato ben indirizzato da Katia Ricciarelli”. In Italia, rileva, “dobbiamo soprattutto valorizzare quello che abbiamo, per questo ho accettato la proposta di Gianmarco Mazzi e del sindaco Federico Sboarina. Essere stato chiamato per questo evento è anche una risurrezione per me. Ti guardi allo specchio e ti dici beh allora riconoscono ancora un valore importante in te”. E quando gli si domanda cosa pensa della musica leggera oggi, non si sottrae: “Si parla di dischi di platino ogni tre settimane, per me sono di latta. Non rimane, passa e va. Dove sono i Modugno o i Lucio Battisti? E’ un gran peccato ma la qualità si è inevitabilmente abbassata”.
Con Antonio di Bella racconta di essersi trovato benissimo: “E’ un uomo colto, ironico preparato, un gran musicista poi lui come me che sono siciliano preferisce la Cavalleria Rusticana”.
Di Bella conferma e aggiunge: “lavorare con Baudo è un privilegio, quando siamo arrivati a Verona, prima dell’inizio degli spettacoli il pubblico è impazzito, è ancora amatissimo, e se lo merita”. Con la musica anche lui ha un grande rapporto, canta e suona è un appassionato di brasiliana e di Frank Sinatra: “Me la canto e me la suono – scherza – E’ una via di fuga, anti stress. Ma conosco a memoria tutta la Tosca, in verità, e non solo, anche altre arie. Anche io fin da ragazzino avevo i mei passatempi. Comunque devo anche ringraziare Silvia Calandrelli e Rai Cultura per avermi permesso – prima di condurre le tre serate evento dall’Anfiteatro che vedremo dal 27,  lo speciale Prima della Scala con Milly Carlucci. Poi, visto che vivo negli Stati Uniti, ricordo come tantissimi film americani usano arie d’opera, cito per tutti la sigla iniziale di Toro scatenato di Martin Scorsese, che usa proprio l’intermezzo di Cavalleria rusticana”. E ancora Di Bella ricorda come l’opera sia presente a Hollywood e a Broadway, dove hanno da poco riaperto i teatri”. Quindi, conclude Di Bella, “Sono contento di tornare su Rai3 con queste tre serate evento, rete che ho diretto con passione”. Il progetto artistico e televisivo nasce da un’idea di Gianmarco Mazzi per Arena di Verona Srl., con il supporto e la partecipazione della Fondazione Arena di Verona e del Comune di Verona. Così Rai 3, la rete generalista della cultura, a dare spazio a questa iniziativa, in cui per la prima volta, i telespettatori potranno vivere l’esperienza dell’opera come se fossero immersi nell’Arena di Verona.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Telefono Azzurro, con la Dad danni psichici agli studenti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
18:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sensibilizzare le nuove generazioni e stimolarne la partecipazione attiva alla società civile, formando cittadini digitali consapevoli. E’ questo l’obiettivo principale di “Cittadinanza Digitale: più consapevoli, più sicuri, più liberi”, il progetto formativo realizzato da Telefono Azzurro con il supporto di Google.org e parte delle iniziative di Repubblica Digitale, avviato lo scorso ottobre, le cui attività sono state presentate a Roma, a Palazzo Altieri, con l’evento “Sfide del digitale per le nuove generazioni” alla presenza tra gli altri di Ernesto Caffo, Presidente di Telefono Azzurro, di Antonio Parenti, Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, e di Martina Colasante, Senior Analyst – Government Affairs and Public Policy Greece & Italia Google.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con Cittadinanza Digitale, nelle scuole di ogni ordine e grado, e attraverso la nuova piattaforma formativa Azzurro Academy, durante tutto l’anno gli insegnanti hanno potuto seguire un percorso interattivo su tematiche come la comunicazione e il linguaggio online, la privacy e la digital reputation, il gaming e più in generale il benessere nella rete.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati oltre 10 mila gli insegnanti e gli educatori che hanno partecipato ai 22 webinar. “L’anno scolastico appena concluso si è svolto prevalentemente in Dad e gli studenti, abituati a trovare negli insegnanti figure di riferimento e di supporto alle proprie difficoltà, non hanno potuto coltivare le relazioni con i propri compagni, elemento fondamentale per la crescita personale e per lo sviluppo del proprio carattere, con gravi conseguenze anche sulla salute mentale” ha dichiarato Il Professor Ernesto Caffo, Presidente e Fondatore di Telefono Azzurro. “Cittadinanza Digitale nasce proprio per tutelare il benessere di ogni alunno e il suo diritto a crescere in un ambiente sicuro, a partire anche dal Web, nel quale il tempo trascorso dai ragazzi è cresciuto notevolmente, favorendo un dialogo con i professori volto ad aiutare gli studenti nella gestione della quotidianità e a proteggerli da pericoli online” ha concluso Caffo. Il programma formativo si è svolto su una piattaforma di e-learning, Azzurro Academy, ed è stato suddiviso in due momenti: il primo rivolto a formatori e insegnanti, il secondo caratterizzato da un’impostazione peer-to-peer, coinvolgendo ragazzi tra i 13 e i 18 anni che potranno a loro volta sensibilizzare i coetanei.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: secondo blitz in due giorni a Palermo, 8 arresti
Nuovo colpo al mandamento di Tommaso Natale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
21 luglio 2021
06:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I Carabinieri del Comando provinciale di Palermo hanno eseguito un’ordinanza cautelare in carcere (una ai domiciliari) emessa dal gip Lorenzo Jannelli nei confronti di otto indagati ritenuti componenti del mandamento mafioso di Tommaso Natale, accusati a vario titolo di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsioni aggravate e danneggiamento seguito da incendio. L’operazione antimafia ‘Bivio 2′, la seconda in due giorni a Palermo, è stata coordinata da un pool di magistrati della Dda guidati dal procuratore aggiunto Salvatore De Luca.
L’indagine ruota attorno alla figura del boss Giulio Caporrimo, già arrestato in passato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Antitrust, procedimento contro Autostrade su pedaggi
Non ha ridotto i prezzi nelle tratte con problemi viabilità
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
08:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ Autorità Antitrust ha avviato procedimento di inottemperanza nei confronti di Autostrade per l’Italia in quanto “la società concessionaria a marzo ha ricevuto una sanzione di 5 milioni e non ha ancora ridotto il costo del pedaggio nelle tratte con notevoli problemi di viabilità”. Lo annuncia l’Autorità in una nota.
La mancata riduzione dei pedaggi riguarda le tratte sulla A/16 Napoli/Canosa, A/14 Bologna/Taranto, A/26 Genova Voltri-Gravellona Toce e, per le parti di sua competenza, A/7 Milano-Serravalle-Genova, A/10 Genova-Savona-Ventimiglia e A/12 Genova-Rosignano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Festa in pub Taranto finisce in sparatoria, 10 feriti
Non sarebbero in gravi condizioni, nel locale 300 persone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TARANTO
21 luglio 2021
08:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dieci giovani sono rimasti feriti, nessuno sarebbe in gravi condizioni, in una sparatoria avvenuta la notte scorsa nel discopub Yachting club di San Vito, a Taranto: a quanto si apprende, nel locale era in corso una serata organizzata da studenti universitari, con la presenza di oltre 300 persone. Secondo una prima ricostruzione, al culmine di una rissa scaturita dal litigio tra due gruppi di giovani, uno di Grottaglie e l’altro del quartiere Tamburi, un ragazzo avrebbe impugnato una pistola calibro 9 cominciando a sparare e colpendo quattro ragazze e sei ragazzi tra i 20 e i 28 anni.

Tutti i feriti sono stati trasportati in ospedale con ambulanze del 118. Sul posto sono intervenute pattuglie della Squadra Mobile e della Squadra Volante. Una persona sarebbe stata fermata dalla Polizia.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ucciso in piazza, arrestato assessore
Colpo di pistola a straniero dopo una lite
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
21 luglio 2021
09:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato Massimo Adriatici, avvocato, assessore alla sicurezza del Comune di Voghera (Pavia), a sparare il colpo di pistola che ieri sera, poco dopo le 22, ha ucciso un uomo di 39 anni di nazionalità marocchina.
Il fatto è accaduto in piazza Meardi nella città oltrepadana.

Adriatici si trova ora agli arresti domiciliari. Sul posto sono subito intervenuti gli operatori del 118 che hanno trasportato in ambulanza il ferito al pronto soccorso del locale ospedale.
Inizialmente le condizioni dell’uomo non sembravano gravi, poi si sono aggravate sino al decesso. Sul fatto stanno indagando i carabinieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cartabia, indagine su tutte le carceri delle rivolte
‘A S.Maria Capua Vetere violenze a freddo’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
10:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Occorre un’indagine ampia perchè si conosca quello che è successo in tutte le carceri nell’ultimo anno dove la pandemia ha esaperato tutti”: lo ha detto la ministra della giustizia Marta Cartabia in Aula alla Camera e ha annunciato che una Commissione ispettiva del Dap visiterà tutti gli istituti pentienziari dove si sono verificati “i gravi eventi del marzo 2020”, per valutare la correttezza degli interventi legati alle rivolte nelle carceri. Infine a suo dire il sovraffollamento nelle carceri “sta peggiorando”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bunker scoperto dai carabinieri in un edificio nel Reggino
Realizzato sotto una camera, si accedeva tramite botola nascosta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TAURIANOVA
21 luglio 2021
10:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri della Compagnia di Taurianova, insieme a quelli dello Squadrone Eliportato “Cacciatori” di Vibo Valentia, hanno scoperto un vero e proprio bunker realizzato all’interno di una abitazione privata di un 46enne.
Il locale era stato realizzato sotto una camera da letto dell’edificio, a Taurianova, e vi si accede attraverso una botola a scomparsa, ben nascosta nel pavimento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La botola, delle dimensioni di circa 90x90cm, era rivestita da piastrelle uguali alla pavimentazione della camera e si azionava, in discesa e in salita, mediante un sofisticato meccanismo idraulico con comando elettrico, controllato da un pulsante. Il bunker era totalmente interrato e in cemento armato, delle dimensioni di circa 3 metri per 3 metri e alto 2 metri, con impianto di illuminazione elettrica e un sistema di areazione mediante fori, che consentivano la permanenza all’interno anche per un prolungato periodo. La botola a scomparsa si poteva azionare con tasti elettrici sia dall’interno che dall’esterno, creando una struttura automatizzata di difficile individuazione e particolarmente efficace, secondo gli investigatori, per nascondere armi, stupefacenti o anche latitanti.
Le indagini proseguono per accertare se il bunker possa essere stato utilizzato, in passato, anche da esponenti della ‘ndrangheta per sfuggire alla cattura. Il proprietario dell’abitazione è stato denunciato per abusivismo edilizio e il locale sequestrato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ottenevano illecitamente finanziamenti garantiti, un arresto
Sequestrati beni e soldi per 2,3 milioni di euro. 41 indagati
m
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
10:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ottenevano finanziamenti dalle banche, garantiti dallo Stato, a favore di società fantasma che poi venivano fatte fallire. La guardia di finanza di Genova insieme all’agenzia delle Dogane ha arrestato una persona e sequestrato beni mobili e immobili.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In particolare, i funzionari ed i militari operanti hanno sequestrato conti correnti e altri rapporti finanziari per un valore di oltre 2,3 milioni di euro. L’inchiesta nasce da una precedente attività che aveva scoperto una maxi frode fiscale nel settore della commercializzazione di veicoli di pregio con evasione dell’Iva.
Nel corso dell’indagine gli investigatori avevano scoperto che le società ‘cartiere’ utilizzate per l’acquisto dei veicoli, una volta esaurito il loro primario compito ‘truffaldino’, venivano utilizzate per acquisire anche finanziamenti bancari di notevole importo, perlopiù garantiti dallo Stato Italiano tramite il Fondo di garanzia del medio credito centrale. Sono state verificate oltre 100 mila operazioni bancarie. Sono 41 le persone indagate. Gli investigatori hanno scoperto che il sodalizio operava attraverso la preventiva costituzione o acquisizione del controllo – tramite soggetti ‘prestanome’ – di una vera e propria galassia di società di capitali (molte delle quali sull’orlo del fallimento e tutte rigorosamente inattive); i bilanci delle società, artatamente falsificati, venivano successivamente utilizzati al fine di attrarre ingenti finanziamenti erogati dal sistema bancario ed assistiti oltremodo dalla garanzia statale a favore delle medie imprese.
Nel complesso, la frode ha permesso di acquisire in modo del tutto illegittimo finanziamenti per complessivi 6,9 milioni di euro, dei quali 1,7 garantiti dallo Stato; denaro che, una volta preso dalle predette società ‘cartiere’, è stato distratto e anche reinvestito in ulteriori attività economiche inquinando il tessuto dell’economia legale. Le società ‘cartiere’ sono state fatte fallire con un danno per i creditori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Malta, oltre 500 gli studenti di inglese positivi
Ministero salute, da stranieri il 60% dei nuovi casi quotidiani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
21 luglio 2021
11:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono oltre 500 i giovani studenti di lingue risultati positivi a Malta, circa un quarto di tutti i casi attivi nell’arcipelago dove ai primi di luglio si sono accesi focolai in una dozzina di scuole d’inglese. Il dato è stato fornito dal ministero della salute al Times of Malta, mentre da lunedì scorso l’agenzia statale per il turismo (Mta) ha cominciato a rimpatriare con voli speciali gli studenti di Italia, Francia, Germania e Spagna negativi ai test ma messi in quarantena per essere stati a contatto con compagni positivi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Circa il 60% dei nuovi casi giornalieri viene da non residenti. Va anche notato che la maggioranza di questi è nella fascia degli under 19” ha affermato un portavoce del ministero.
Le oltre 40 scuole d’inglese presenti a Malta sono state chiuse mercoledì scorso dopo che erano state fortemente promosse dal ministero del turismo con una serie di incentivi, tra cui voucher del valore di 300 euro (da spendere ovunque sull’arcipelago per ristoranti e servizi) ad ogni studente che avesse prenotato una vacanza-studio.
Nonostante la chiusura delle scuole, è visibile sull’arcipelago la presenza di migliaia di studenti che hanno comunque deciso di concludere la vacanza a Malta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Separazione non è annotata da 6 anni, non possono divorziare
Caso a Milano. Avv. Marina Martini, Comune non risponde da mesi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
21 luglio 2021
11:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono separati da quasi sei anni ma l’Ufficio Anagrafe-Stato Civile del Comune di Milano si è dimenticato di annotarlo nell’Atto di Matrimonio. E così mancando la registrazione una coppia residente nel capoluogo lombardo non può divorziare con tutte le conseguenze del caso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha reso noto l’avvocato Marina Martini, del Foro di Milano, che ha prodotto la certificazione relativa.
Il legale ha anche spiegato di avere più volte chiesto al Comune, a partire da ottobre 2020 cioè nove mesi fa (sempre producendo le richieste in posta certificata), di provvedere all’annotazione per consentire finalmente lo scioglimento del matrimonio ma “senza ottenere nulla”. Una prima risposta è arrivata a marzo 2021, 5 mesi dopo, ma solo “per chiedere un nuovo inoltro della richiesta in un formato telematico diverso”.
Ma ancora una volta non è stata data risposta della eventuale registrazione.
“In una città la cui amministrazione si definisce efficiente e attenta ai bisogni dei cittadini e che viene spesso definita una metropoli europea – ha detto l’avvocato Marina Martini – è incredibile che dalla separazione, il cui verbale è stato trasmesso all’Ufficiale di Stato Civile del Comune il 17 settembre 2015, non sia stata fatta l’annotazione. Ancora più incredibile la mancata risposta e il mancato intervento negli ultimi nove mesi dell’amministrazione. E in più nemmeno le scuse. I danni per la coppia sono importanti e ogni sollecitazione è stata al momento inutile. Rimarco che siamo a quasi sei anni di distanza dalla separazione”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Malta, in settimana volo rimpatrio degli studenti positivi
157 italiani. Forse venerdì charter finanziato da ente turismo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
21 luglio 2021
11:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’agenzia governativa per il turismo maltese (Mta) ha deciso di organizzare voli di rientro in patria per gli studenti d’inglese risultati positivi e posti in quarantena. Complessivamente a Malta sono oltre 500, di cui 157 italiani secondo i dati delle autorità maltesi.
Il charter per i nostri connazionali dovrebbe partire entro la fine della settimana, probabilmente venerdì. La Mta, a quanto si apprende, stamani ha chiesto ai responsabili dei gruppi di studenti delle scuole d’inglese di compilare gli elenchi degli studenti posti in quarantena che vogliano anticipare il rientro raccogliendo anche il consenso delle famiglie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Anziana trovata uccisa in casa, corpo scoperto dal figlio
Indagano i carabinieri, cadavere presenta segni coltellate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
21 luglio 2021
12:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il cadavere di un’anziana, con ben visibili ferite da coltello, è stato trovato stamane in una abitazione a Bovolone (Verona). La vittima si chiamava Maria Spadini, 70 anni.
Sull’episodio stanno indagando i carabinieri.
La pista seguita è quella dell’omicidio. Il pm sta sentendo il figlio della donna, un 50enne, che stamane ha chiamato il 112 dicendo di aver scoperto in casa il corpo della madre.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SOGLIA DEL 20% DELLE TERAPIE INTENSIVE E DEL 30% DEI RICOVERI PER LE REGIONI IN GIALLO
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
13:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quattordicenne muore investita da treno in periferia di Roma
Forse stava attraversando i binari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
14:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una ragazzina di 14 anni è morta investita da un treno ieri sera alla periferia di Roma. E’ accaduto all’altezza della stazione ferroviaria di via di Salone, nei pressi del campo nomadi.
Sul posto la polizia ferroviaria che indaga per ricostruire la dinamica dell’accaduto. Inutili i soccorsi per la 14enne. L’ipotesi è che stesse attraversando i binari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in 150 a ballare in locale a Chatillon, multato gestore
Controlli polizia, ora rischia chiusura temporanea
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
21 luglio 2021
14:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La polizia ha sanzionato il gestore di un locale di Chatillon, dove lo scorso fine settimana era stata organizzata una serata danzante con la partecipazione di almeno 150 persone, fa sapere la questura di Aosta. Il titolare è quindi stato multato, oltre che per “l’abusiva attività da discoteca”, anche per le infrazioni alla normativa anti-Covid19.

Da inizio anno la questura di Aosta ha sanzionato 13 esercizi commerciali per violazioni alla normativa in vigore durante la pandemia. Le ultime due infrazioni sono a carico di un pub di Aosta e del locale della media Valle: in entrambi i casi è stata organizzata “attività da discoteca del tutto clandestina, a discapito di altre categorie, che anche nell’interesse della collettività, hanno rispettato la normativa vigente”.
La questura ha chiesto agli uffici di prefettura che i due locali vengano chiusi temporaneamente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sandrelli, mia Tosca inedita in difesa delle donne
Attrice debutta regia opera al Pucciniano: “Realizzo sogno”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
21 luglio 2021
14:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il tema della violenza sulle donne è uno dei messaggi che Stefania Sandrelli affida a un’inedita Tosca per il suo debutto nella regia lirica. Il 23 luglio l’opera portata in scena dall’attrice inaugurerà la 67esima edizione del festival Puccini di Torre del Lago, a Viareggio (Lucca), città natale di Sandrelli.
“Per me è un’emozione straboccante – commenta Sandrelli – mio nonno mi cantava tutte le arie pucciniane e questo debutto mi tocca moltissimo, è un sogno”.
Nella regia di Sandrelli, la Tosca ricorda quanto sia attuale il tema della violenza di genere. “La violenza sulle donne non è più tollerabile – aggiunge Sandrelli -. La Tosca è una donna coraggiosa, forte, che prova inquietudine per le cose che non le sembrano giuste, è un personaggio assolutamente contemporaneo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: scontri Roma; 12 indagati, anche leader Forza Nuova
Tra i nomi Giuliano Castellino e Roberto Fiore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
21 luglio 2021
14:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dodici persone sono state indagate in seguito agli scontri di fine ottobre a piazza del Popolo, a Roma, durante la manifestazione contro le misure restrittive anti-Covid. Tra gli indagati compaiono anche Giuliano Castellino e Roberto Fiore, leader di Forza Nuova, ma anche altri esponenti del movimento di estrema destra, come il figlio di Castellino, Fabio Corradetti.
I reati che vengono contestati, a seconda delle posizioni, sono istigazione a disobbedire alle leggi, adunata sediziosa e resistenza a pubblico ufficiale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aggressione gazebo Lega: sette denunciati a Cagliari
La Digos ha già identificato un primo gruppo di antagonisti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
21 luglio 2021
14:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I poliziotti della Digos di Cagliari hanno identificato gli autori del raid, con aggressione e danneggiamento, ai danni del gazebo che la Lega aveva allestito ieri sera nella centralissima piazza Garibaldi per la raccolta firme sulla riforma della giustizia.
Gli investigatori della Questura di Cagliari, coordinati dal dirigente Antonio Nicolli, hanno denunciato sette persone, sei uomini e una donna di età compresa tra i 20 e i 60 anni per danneggiamento, lesioni, violenza privata e attentato contro la libertà individuale della persona.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I sette, che sono solo i primi denunciati, facevano parte del gruppo, circa una ventina di persone, di anarchici e antagonisti che ieri sera intorno alle 20 ha circondato il gazebo della Lega. I 20 dopo aver urlato attraverso dei megafoni il loro dissenso verso la campagna della Lega, si sono scagliati contro il gazebo, aggredendo i militanti, uno di loro ha riportato lievi escoriazioni, e poi hanno distrutto il gazebo stesso.
Sul posto sono arrivati gli agenti della squadra volante e gli uomini della Digos. Gli specialisti della Sezione Antiterrorismo della Digos hanno avviato subito le indagini, acquisendo i diversi filmati amatoriali (girati dai numerosi cittadini testimoni del fatto) e quelli delle telecamere di sicurezza presenti nell’area. Le indagini proseguono per individuare tutte le altre persone coinvolte nel raid.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Pressioni su vittima abusi’: madre, traditi da Legionari Cristo
La testimonianza in aula: ‘Ci hanno offerto soldi per tacere’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
21 luglio 2021
15:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“In quel momento eravamo fragili e vulnerabili e abbiamo subito anche noi, in quanto genitori, un abuso di coscienza. Non abbiamo mai chiesto soldi a nessuno, sono stati loro a offrirceli per tacere, perché sapevano che c’erano delle difficoltà economiche nella nostra famiglia e che nostro figlio voleva andare a studiare all’estero.
Siamo stati traditi”. Lo ha detto stamane nella sua deposizione in aula la madre di una giovane vittima di abusi, nel processo a Milano a carico di cinque ex vertici dei Legionari di Cristo, accusati di tentata estorsione e favoreggiamento.
Stando all’indagine della pm Alessia Menegazzo, la donna, parte civile nel processo e assistita insieme al marito dall’avvocato Daniela Cultrera, avrebbe ricevuto pressioni per tacere sulle violenze sessuali subite dal figlio, all’epoca 12enne, nel seminario di Novara della congregazione religiosa dell’allora rettore Vladimir Resendiz Gutierrez, già condannato in via definitiva a 6 anni e mezzo di carcere e ridotto allo stato laicale.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Scuola, i presidi: ‘Oltre il green pass, serve l’obbligo del vaccino per i prof’
Primo incontro giovedì al ministero in vista della ripartenza a settembre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
17:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Bisogna andare oltre le ipotesi sul green pass a scuola. Per riaprire gli istituti in presenza e in totale sicurezza serve l’obbligo del vaccino per il personale scolastico.
In questo modo non bisognerebbe applicare il distanziamento, che necessita invece della disponibilità di spazi”. E’ quanto sostiene l’Anp, l’Associazione Nazionale Presidi, che giovedì avrà un primo incontro al ministero in vista della ripartenza delle scuole a settembre. “La prossima settimana vedremo il ministro Bianchi e riferiremo anche a lui le nostre posizioni sul vaccino ai prof”, ha anche fatto sapere l’Anp.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenze su detenuti a Torino, chiesto processo per 25
Fra indagati direttore carcere e comandante agenti dell’epoca
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
21 luglio 2021
15:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La procura di Torino ha chiesto 25 rinvii a giudizio in un procedimento che riguarda episodi di violenza commessi da agenti di polizia penitenziaria ai danni di detenuti nel carcere Torinese delle Vallette. Per alcuni casi è contestato il reato di tortura.
Fra gli indagati ci sono Domenico Minervini e Giovanni Battista Alberotanza, all’epoca dei fatti direttore del carcere e comandante degli agenti, ai quali sono stati contestati comportamenti riconducibili, secondo gli inquirenti, a nascondere o a minimizzare la portata degli episodi. I detenuti elencati come persone offese dalla procura sono undici.   PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Scuola, i presidi: ‘Oltre il green pass, serve l’obbligo del vaccino per i prof’
Primo incontro giovedì al ministero in vista della ripartenza a settembre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
17:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Bisogna andare oltre le ipotesi sul green pass a scuola. Per riaprire gli istituti in presenza e in totale sicurezza serve l’obbligo del vaccino per il personale scolastico.
In questo modo non bisognerebbe applicare il distanziamento, che necessita invece della disponibilità di spazi”. E’ quanto sostiene l’Anp, l’Associazione Nazionale Presidi, che giovedì avrà un primo incontro al ministero in vista della ripartenza delle scuole a settembre. “La prossima settimana vedremo il ministro Bianchi e riferiremo anche a lui le nostre posizioni sul vaccino ai prof”, ha anche fatto sapere l’Anp.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Violenze su detenuti a Torino, chiesto processo per 25
Fra indagati direttore carcere e comandante agenti dell’epoca
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
21 luglio 2021
15:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La procura di Torino ha chiesto 25 rinvii a giudizio in un procedimento che riguarda episodi di violenza commessi da agenti di polizia penitenziaria ai danni di detenuti nel carcere Torinese delle Vallette. Per alcuni casi è contestato il reato di tortura.
Fra gli indagati ci sono Domenico Minervini e Giovanni Battista Alberotanza, all’epoca dei fatti direttore del carcere e comandante degli agenti, ai quali sono stati contestati comportamenti riconducibili, secondo gli inquirenti, a nascondere o a minimizzare la portata degli episodi. I detenuti elencati come persone offese dalla procura sono undici.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone: Tadini non ha pace, cavo non doveva spezzarsi
Capo servizio impianto, finalmente accertamenti su rottura fune
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
15:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Quel cavo non si doveva spezzare, è inconcepibile. Non riesco a darmi pace”.
Sono le parole di Gabriele Tadini, capo servizio della funivia e l’unico ad essere ai domiciliari per la tragedia del Mottarone in cui lo scorso 23 maggio sono morte 14 persone e solo un bimbo è sopravvissuto.
Tadini, attraverso il suo difensore, Marcello Perillo, ha chiesto e ottenuto l’incidente probatorio che prenderà il via domani per accertare le cause della sciagura. “Finalmente – ha detto al suo legale – cominciamo a fare accertamenti sulla fune.
E’ una questione che non mi fa dormire: al di là dei forchettoni inseriti non si doveva rompere”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Anziana uccisa in casa, aveva due coltelli nella schiena
Figlio ha scoperto il corpo, sottoposto a lungo interrogatorio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VERONA
21 luglio 2021
16:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due coltelli da cucina conficcati nella schiena. Così è stata trovata oggi senza vita Maria Spadini, 70 anni, nella sua casa di Bovolone (Verona).
Dai primi accertamenti l’anziana avrebbe subito una feroce aggressione, come testimoniano le numerose ferite inferte dall’assassino in varie parti del corpo. Il cadavere era riverso a terra, tra la porta della cucina e quella del salotto. E così avrebbe detto di averlo trovato il figlio, un 52enne, disoccupato che da un po’ di tempo era tornato a vivere con la madre. L’uomo si trova ancora in caserma, sottoposto ad interrogatorio da parte della pm Maria Federica Ormanni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Congo una onlus italiana porterà a scuola i bimbi-minatori
Still I Rise, in autunno un centro educativo per minori
e
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
IL CAIRO
21 luglio 2021
16:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un’organizzazione non profit internazionale con sede in Italia, Still I Rise, sta per aprire un centro nella Repubblica democratica del Congo che punta a strappare i bambini-minatori dall’inferno dell’estrazione del cobalto e di altri minerali. Lo ha ribadito Nicolò Govoni, Direttore esecutivo della Onlus.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per salvare i piccoli dallo sfruttamento, saranno attivate strategie di sostegno alle famiglie già sperimentate in altri contesti di emergenza, come nel Nord-Ovest della Siria.
Il “centro di emergenza e riabilitazione” sorgerà “in autunno” nell’area di Kolwezi, nel sud del Paese, “dove si concentrano le più grandi miniere di cobalto del mondo, con lo scopo di togliere i bambini dal lavoro minorile e di riportarli a scuola”, ha previsto Govoni. “Ci proveremo attraverso attività di sensibilizzazione e distribuzioni di beni di prima necessità alle famiglie, come ad esempio pacchi alimentari, vestiti e kit igienici, in modo che i figli non siano più costretti a lavorare”, ha aggiunto.
La “violazione dei diritti dei bambini nelle regioni minerarie è allarmante”, aveva sottolineato Sarah Evans, Direttrice dei Programmi di Still I Rise, in un comunicato diffuso il mese scorso in occasione dell’ottenimento di tutte le autorizzazioni ministeriali per iniziare le operazioni.
Il lavoro minorile in Congo è una piaga ben nota, veniva ricordato nel testo. Sebbene, dopo una denuncia di Amnesty International, il Paese abbia annunciato di voler eliminare entro il 2025 l’impiego dei bambini nel settore minerario, attualmente questi continuano a essere sfruttati senza il minimo rispetto dei diritti umani. Una stima Unicef, ma risalente al 2014, parla di circa 40mila bambini impegnati nell’estrazione del cobalto. I turni di lavoro arrivano a 12 ore al giorno, durante le quali i minori scavano la roccia a mani nude trasportando sacchi di pietre spesso più pesanti di loro stessi. La retribuzione varia da 1 a 2 euro al giorno, a discrezione dei commercianti che pagano in base al peso e alla purezza dei minerali estratti.
“I siti di lavorazione mineraria sono un inferno sulla terra. I lavoratori spendono ore nell’acqua acida, a spaccare pietre, per poi lavarle e venderle a prezzi stracciati alle società minerarie. Una gran parte di questi lavoratori sono bambini di tutte le età. 7, 9, 13, 16 anni”, aveva riferito il mese scorso Giovanni Volpe, Nairobi Program Manager che assieme a Govoni ha visitato di recente la zona. “Ma non mancano i neonati, fasciati sulla schiena delle madri mentre queste scavano, estraggono, spaccano, lavano e ripetono” fra “suolo tossico”, e “acqua torbida”, ha aggiunto Volpe.
Il Congo, da solo, produce più del 3% del rame e del 50% del cobalto venduti al mondo, ricorda la Onlus. Anche diamanti, coltan, oro e petrolio sono presenti in abbondanza nel territorio del Paese, che però si classifica 175/o su 189 nazioni per indice di sviluppo umano e in cui il 72% delle persone vive in condizioni di estrema povertà, con meno di 1,50 euro al giorno, senza accesso ai servizi essenziali. La situazione dei bambini è catastrofica: il 43% soffre di malnutrizione e sono 3,5 milioni i minori in età primaria fuori dalla scuola.
Nella regione del Katanga, dove si concentra la maggior parte dell’estrazione mineraria congolese, si registra il tasso più alto di mortalità infantile del mondo: 1 bambino su 5 muore prima del compimento dei 5 anni, ha ricordato Still I Rise.
La Onlus è attiva anche in Kenya, dove ha avviato la prima Scuola Internazionale per minori profughi e vulnerabili del continente africano. L’istituto rilascerà diplomi IB (International Baccalaureate) e permetterà agli studenti di accedere alle migliori università del pianeta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Temussi (Ats), età media ricoverati Sardegna è 33,7 anni
“Situazione sotto controllo, aumentati posti osservazione breve”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
21 luglio 2021
16:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Ats Sardegna riorganizza i servizi e gli assetti per combattere la battaglia contro il Covid 19 alla luce dei nuovi dati che vedono una crescita dei casi, come nel resto d’Italia, ma una bassa ospedalizzazione dei positivi. Lo spiega il commissario straordinario Ares-Ats Massimo Temussi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La situazione nei reparti è sotto controlli e il numero dei ricoveri è più basso di quello reale per due motivi principali: il primo è che si è abbassata l’età media dei pazienti con sintomi che sono lievi, che è passata da 46 a 33,7 anni ed è in continua discesa. la seconda ragione – aggiunge – è che questi pazienti giovani restano in ospedale per un periodo breve e poi vengono rimandati a casa per seguire la terapia farmacologica. Per questo abbiamo aumentato i posti di osservazione breve che diventano 25 e sono stati dimessi 14 ricoverati”. Nel frattempo scade giovedì il termine ultimo e perentorio dato da Ats ai circa 300 operatori sanitari che ancora non si sono vaccinati: “se venerdì non ci saranno riscontri alle nostre richieste, partiranno i provvedimenti del caso”.
Temussi infine annuncia che nei prossimi giorni ci sarà un’ispezione di una delegazione della struttura commissariale che sarà nell’Isola per verificare gli investimenti fatti con il Dm 34 e per discutere della possibilità di farne altri nei presidi ospedalieri”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morta di overdose a 24 anni: madre ‘obbligata, aveva paura’
Iniziato a Brescia processo per la morte di Francesca Mandredi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRESCIA
21 luglio 2021
16:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si è celebrata davanti al gup di Brescia l’udienza preliminare per la morte di Francesca Manfredi, la 24enne morta di overdose lo scorso 24 agosto a Brescia. Sono complessivamente sette gli indagati; uno, latitante fino a ieri, si è costituito e si è presentato in aula.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cinque persone sono accusate di spaccio di droga. Uno di loro, Thomas Maroni, è stato ammesso al rito abbreviato così come Cristian Paloschi, trentenne che deve rispondere invece di omicidio preterintenzionale perché secondo gli inquirenti ha iniettato la dose letale di eroina alla giovane vittima.
Accusata invece di omissione di soccorso un’amica della ragazza che ho trascorso con lei e con il trentenne l’ultima notte in vita di Francesca Mandredi. Lei e cinque spacciatori sceglieranno il rito il 15 settembre, giorno in cui è stata aggiornata l’udienza.
La madre di Francesca Manfredi si è costituita parte civile.
“Gli avvocati degli indagati hanno cercato di attaccarmi con argomenti che non c’entrano nulla con il processo. Pensavo di farmi più male di quanto mi hanno fatto” ha detto Monia Migliorarati, rappresentata dall’avvocato Rosa Afrune. La vittima è morta al primo buco di eroina della sua vita.
“Condivido con la ricostruzione della Procura che è stato Paloschi a iniettarle l’eroina” spiega la madre. “A Francesca era morta un’amica per eroina e aveva paura. Mi ripeteva sempre che non capiva come si potesse morire per quella roba. Ora voglio che paghino per quanto fatto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terrorismo: Corte Milano conferma, prescritta pena Bergamin
Respinto ricorso pm dopo ordinanza su ‘estinzione’ ad aprile
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
21 luglio 2021
17:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte d’Assise di Milano, respingendo il ricorso della Procura, ha confermato l’ordinanza con cui a maggio ha dichiarato l'”estinzione” per prescrizione della pena di 16 anni e 11 mesi per l’ex terrorista Luigi Bergamin, difeso dal legale Giovanni Ceola e condannato per concorso morale negli omicidi commessi da Cesare Battisti del maresciallo Antonio Santoro e dell’agente Andrea Campagna (pena prescritta nel 2008), avvenuti nel 1978 e 1979.
L’ex militante dei Proletari armati per il comunismo si è costituito in Francia dopo l’ormai noto blitz della fine di aprile.

Contro il provvedimento in cui si ribadisce che la pena è prescritta l”8 aprile di quest’anno, il pm dell’esecuzione Adriana Blasco può ricorrere in Cassazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: condannato 6 anni l’ex senatore D’Alì
Parlamentare di Fi è stato anche sottosegretario all’Interno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
22 luglio 2021
08:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La corte d’appello di Palermo ha condannato a 6 anni l’ex senatore di Fi e sottosegretario all’Interno Antonio D’Ali’ imputato di concorso esterno in associazione mafiosa nel processo d’appello bis celebrato dopo che la Corte di Cassazione aveva annullato con rinvio la sentenza della Corte d’appello di Palermo che, a settembre del 2016, mando’ assolto l’ex politico per le contestazioni successive al 1994 e dichiarato prescritti i reati a lui contestati nel periodo antecedente a quella data.
D’Alì era accusato di avere “contribuito al sostegno e al rafforzamento di Cosa nostra, mettendo a disposizione dei boss le proprie risorse economiche, e, successivamente, il proprio ruolo istituzionale di senatore della Repubblica e di sottosegretario di Stato”. Per i pm, che avevano chiesto la condanna a 7 anni e 4 mesi, l’ex senatore trapanese avrebbe avuto rapporti con le cosche e con esponenti di spicco dell’organizzazione come il superlatitante Matteo Messina Denaro, Vincenzo Virga e Francesco Pace, fin dai primi anni ’90, e avrebbe cercato l’appoggio elettorale delle “famiglie”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il politico avrebbe poi svolto un ruolo fondamentale nella gestione degli appalti per importanti opere pubbliche, dal porto di Castellammare del Golfo agli interventi per l’America’s Cup.
Dei presunti collegamenti di D’Alì con le cosche hanno parlato vari pentiti tra cui Antonino Giuffrè, Antonio Sinacori, Francesco Campanella e da ultimo don Ninni Treppiedi e Antonino Birrittella. La corte d’appello ha anche condannato l’ex senatore a risarcire le associazioni antimafia costituite parti civili e lo ha dichiarato interdetto dai pubblici uffici per tre anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:4.259 positivi,21 vittime.Tasso positività sale a 1,8%
In calo le terapie intensive (meno 7), aumentano di 2 i ricoveri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
17:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora in aumento i casi Covid in Italia. Sono 4.259 i positivi ai test individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute.
Ieri erano stati 3.558. Sono invece 21 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 10. I tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia sono 235.097. Il tasso di positività è dell’1,8%, in lieve aumento rispetto all’1,6% di ieri. Sono 158 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, 7 in meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 9 (ieri 11). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.196, due in più rispetto a ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stadio Roma: Raggi,revoca Tor di Valle, ora nuovo progetto
Ok arrivato dall’assemblea capitolina. Approvati emendamenti Pd
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
21 luglio 2021
18:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi ok Assemblea capitolina a revoca Tor di Valle. Ora possibile nuovo progetto stadio della Roma.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si apre nuovo capitolo per rilancio città”. Così la sindaca di Roma Virginia Raggi in un tweet annuncia la revoca, decisa dall’aula, del progetto dello Stadio della Roma a Tor di Valle L’Assemblea capitolina, riunita oggi in seconda convocazione, ha approvato la delibera sulla revoca di pubblico interesse sul progetto dello Stadio della Roma nell’area di Tor Di Valle. L’Aula, con appello nominale richiesto dai consiglieri M5s presenti, ha approvato la delibera con 17 voti favorevoli, su 17 votanti.
“Ringrazio i consiglieri del M5S in Aula che oggi sono qui presenti e fino all’ultimo giorno si stanno prendendo la responsabilità di votare delibere importanti come queste. Gli emendamenti presentati dal Pd che abbiamo votato e sottoscritto non correggono la delibera ma la vanno ad attualizzare: il provvedimento era formalmente corretto ma successivamente ci sono stati eventi che hanno reso necessaria una modifica dello stesso”, ha detto Giuliano Pacetti, capogruppo M5s in Campidoglio. “Con questa votazione -spiega – voltiamo pagina e chiudiamo un capitolo che non poteva andare avanti perché mancava il presupposto fondamentale, ovvero che anche la squadra di calcio, così come prevede la legge, sia disposta a firmare gli atti e portare avanti la progettualità presentata dal proponente”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In crisi causa Covid, più romani chiedono buoni spesa
Rapporto Campidoglio, ‘stipendi ridotti e disoccupazione’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
21 luglio 2021
18:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stipendi fortemente ridotti (73,5%), perdita del lavoro (57,3%), fine dei risparmi (39,3%): sono queste le principali cause che hanno portato i cittadini romani, nell’anno Covid, a chiedere aiuti socio-assistenziali e buoni spesa. Lo rivela un rapporto di ricerca sulle nuove povertà nel territorio cittadino promosso e finanziato dall’Amministrazione Capitolina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Inoltre, sempre secondo lo studio, in tre casi su quattro (76,1%), si tratta di cittadini che hanno usufruito di questo tipo di aiuti per la prima volta e la stragrande maggioranza di loro (85,7%) non vede all’orizzonte un miglioramento della propria condizione. “Questo lavoro di ricerca è stato avviato durante il periodo della pandemia. Un lavoro nato da un’esigenza fondamentale: provare a governare la pandemia. Abbiamo lavorato giorno e notte per intensificare i servizi”, ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi, durante la conferenza stampa in Campidoglio. Lo studio, condotto dalla Fondazione Unicampus San Pellegrino per il tramite del suo SocioLab – Istituto di studi sociali, con la direzione scientifica del prof. Nicola Ferrigni, punta ad approfondire l’impatto dell’emergenza sanitaria da Covid-19 sul tessuto socio-economico capitolino, al fine di sondare l’impatto dei servizi e definire azioni amministrative sempre più capaci di rispondere ai bisogni dei cittadini.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Roma boom di contagi, nel Lazio variante Delta oltre il 60%
L’onda lunga dei festeggiamenti per gli Europei continua a pesare sui nuovi contagi nella Capitale. Nel Lazio zero decessi dopo tre giorni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
21 luglio 2021
18:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘onda lunga dei festeggiamenti per gli Europei continua a pesare sui nuovi contagi a Roma. Nelle ultime 24 ore la Capitale, che ieri ha visto quintuplicare i casi in una settimana, ha registrato 348 nuove positività, oltre la metà dei 616 casi di tutta la regione Lazio che torna a registrare zero decessi per la prima volta dopo tre giorni. A incidere sul bilancio giornaliero è soprattutto la variante Delta che rappresenta oltre il 60% del totale.
La fascia d’età più colpita è quella dei giovani, per i quali la Regione ritiene indispensabile il vaccino. Solo con l’immunizzazione degli under 30, è il sentimento comune, si potrà arrivare alla drastica riduzione dei contagi e, soprattutto, all’agognata immunità di gregge. “L’incidenza nel Lazio dei casi positivi ogni 100mila abitanti nella fascia di popolazione over 50 – spiega l’Unità di crisi – rappresenta meno del 5% ed è più bassa di almeno 10 volte l’incidenza complessiva.
Questo significa che il virus sta circolando soprattutto tra i giovani ed è indispensabile che si vaccinino, per due motivi: contribuire a ridurre la diffusione e raggiungere l’obiettivo dell’immunità di gregge che significa la messa in sicurezza dell’intera comunità”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cannes: Moretti, “con vittoria Titane sono invecchiato di colpo”
Il post ironico del regista su Instagram: “Succede”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
19:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La reazione di Nanni Moretti alla vittoria del film horror “Titane” di Julia Ducournau al Festival di Cannes 2021 è arrivata con un po’ di ritardo è affidata a Instagram con un post ironico. Sul suo profilo ufficiale, il regista in gara con “Tre piani” ha pubblicato un selfie a faccia stravolta occhi sbarrati camicia a quadri.
“Invecchiare di colpo. Succede. Soprattutto se un tuo film partecipa a un festival. E non vince. E invece vince un altro film, in cui la protagonista rimane incinta di una Cadillac. Invecchi di colpo. Sicuro”. Post inondato di commenti.   CINEMA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: positivi 2 animatori parrocchia, 80 ragazzi in quarantena
Domani test antigenici per tutti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CASTELLEONE DI SUASA
21 luglio 2021
20:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due animatori del campo estivo parrocchiale di Castelleone di Suasa (Ancona) sono risultati positivi al covid-19, ma altri giovani potrebbero essere stati infettati. Il primo è emerso domenica 18, l’altro oggi con allarme tra istituzioni e famiglie dei circa 70 ragazzi dai 6 ai 13 anni iscritti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il sindaco di Castelleone di Suasa, Carlo Manfredi, ha invitato tutti, un’ottantina di persone, a rimanere isolati in chiave preventiva, in attesa di ulteriori disposizioni dalle autorità sanitarie. “In considerazione dei casi di positività registrati tra gli animatori del Grest – scrive il primo cittadino sulla pagina social del Comune – dopo consulto sanitario, a tutti, animatori e bambini, è consigliato l’isolamento preventivo, dettato dal buon senso, in attesa delle disposizioni Asur”. Nel frattempo è stato organizzato un servizio di screening per tutte le persone coinvolte. Domani, 22 luglio, dalle 11 alle 13 verranno effettuati circa 80 tamponi antigenici presso la palestra comunale grazie all’équipe territoriale medici “Collina” e “Monte”, guidata dal dottor Stefano Ripanti. Il timore è che l’intero paese, circa 1.600 abitanti, stretto tra i fiumi Cesano e Nevola, posa entrare in una fascia di restrizioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo Firenze, JR sbarca anche a Roma
L’opera dell’artista francese a Piazza Farnese
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
21 luglio 2021
22:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un nuovo ‘squarcio visivo’, questa volta a Roma, per l’artista francese JR che si era ‘fatto vedere’ a marzo con un’altra spettacolare installazione a Palazzo Strozzi a Firenze. Questa volta l’opera è stata realizzata a Palazzo Farnese in Piazza Farnese a Roma.
Ed è nel suo tipico stile: un collage fotografico tridimensionale in bianco e nero costruito, anche in questo caso, come un gioco illusionistico grazie al quale sembra di poter guardare all’interno del palazzo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Trovato morto in cantiere: il padre, vogliamo la verità
Udienza davanti al gip di Cremona, per il pm fu suicidio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CREMA
21 luglio 2021
21:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Chiedo che si indaghi ancora e che si arrivi alla verità sulla morte di mio figlio, qualunque essa sia”. Lo ha chiesto oggi Franco Pamiro, il padre di Mauro, il 44enne professore di informatica al liceo Galilei e musicista trovato cadavere in un cantiere in via Don Primo Mazzolari, a Crema, il 29 giugno di un anno fa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha domandato con forza prima dell’udienza davanti al gip, in tribunale a Cremona, in cui gli avvocati Gian Luigi Tizzoni e Antonino Andronico si sono opposti alla richiesta di archiviazione firmata dal pm Davide Rocco.
Per il pubblico ministero, escluso l’omicidio, la morte di Pamiro è un suicidio: si sarebbe lanciato dal tetto dopo aver preso la rincorsa, come attesterebbe l’autopsia, che certifica lesioni “compatibili con una precipitazione dall’alto e con l’altezza dell’edificio in costruzione alla base del quale era stato rinvenuto il cadavere”.
Il pm ha escluso “l’opera di terzi” e ha chiesto al gip di archiviare la posizione di Debora Stella, la moglie indagata “come atto dovuto”. Il gip si è riservato. “Che cosa sia successo quella sera noi non lo sappiamo. Ma siamo sicuri che Mauro non si sia suicidato” hanno esposto la loro verità i legali della famiglia della vittima.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Operaio investito in Brianza da ubriaco
Lavorava in un cantiere stradale a Biassono (Monza e Brianza)
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 luglio 2021
10:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un grave incidente sul lavoro si è verificato la scorsa notte nel Milanese. Un operaio che stava lavorando in un cantiere stradale è stato travolto da un’auto e ora si trova ricoverato in gravi condizioni.

L’uomo, un 33enne di origine albanese, si trovava al lavoro sulla Sp 6 nel territorio del comune di Biassono (Milano).
Trasportato dal 118 in codice rosso all’ospedale San Gerardo a Monza, si trova in prognosi riservata.
L’operaio ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale di Monza, è stato travolto da un’auto mentre stava lavorando al rifacimento della segnaletica stradale. A guidare l’auto che lo ha investito era un quarantenne di Lissone (Monza e Brianza), risultato positivo all’alcol test e quindi denunciato per lesioni e guida in stato di ebbrezza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso piazza: sorella, dov’è giustizia?
“Non era pericoloso e aveva bisogno di essere aiutato”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 luglio 2021
10:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una persona non pericolosa, che aveva bisogno di essere aiutata, con due figli, uno di otto e una di cinque anni. E’ questo il modo in cui la sorella, appena rientrata dalla Francia, ha descritto Youns El Boussettaoui, l’uomo ucciso ieri a Voghera dall’assessore alla Sicurezza Massimo Adriatici che si trova ai domiciliari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E proprio del fatto che non sia in carcere, si è lamentata alla trasmissione Carta Bianca su Retequattro.
“Gli hanno sparato in piazza davanti a tantissime persone.
L’assassino si trova a casa sua, dorme bello riposato. Dove è la legge in questa Italia? “, “ma siamo in Italia o in una foresta?” ha detto in lacrime.
“Aveva un fucile, aveva una pistola in mano mio fratello? Rispondetemi! No, mio fratello non aveva nessuna arma in mano. È stato ammazzato – ha aggiunto – davanti alle persone e questa persona si trova a casa sua. Io voglio sapere se qua in Italia ammazzare o sparare è una cosa legale”.
Sapeva che Youns dormiva per strada. “Si sente più tranquillo a dormire sulle panchine. L’altro giorno l’ha visto mio marito, è venuto a prenderlo” ha raccontato. Comunque la famiglia ha cercato di aiutarlo: “Abbiamo chiamato i carabinieri a Livorno Ferraris (in provincia di Vercelli, ndr), possono testimoniare. L’abbiamo portato all’ospedale ma è scappato dall’ospedale. I carabinieri di Livorno Ferraris hanno chiamato i carabinieri di Voghera per poter prendere Youns, non perché fa male a qualcuno, è per lui, per difendere mio fratello”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Gimbe, raddoppiati i casi settimanali, +115%
Impennata che va di pari passo con l’incremento dei ricoveri del 5%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
10:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La settimana 14-20 luglio 2021, rispetto alla precedente, mostra un incremento del 115,7% di nuovi casi di infezione da Sars-Cov-2, ovvero 19.390 rispetto a 8.989. Questa “impennata di nuovi casi va di pari passo a un’inversione di tendenza sul fronte ospedaliero”: i ricoveri con sintomi sono stati 1.194 rispetto a 1.128, pari a +5,9, e le terapie intensive 165 rispetto a 157, pari a +5,1%.
È quanto emerge dal monitoraggio della Fondazione Gimbe che vede anche crescere, dopo mesi di decremento i casi attualmente positivi (49.310 rispetto a 40.649) mentre sono ancora in calo i decessi (76 rispetto a 104, pari a -26,9%).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Malta, domani volo per studenti positivi italiani
Oggi charter speciale per 128 francesi in isolamento
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
22 luglio 2021
10:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Domani potranno rientrare in Italia i 157 giovani studenti italiani in quarantena a Malta perché risultati positivi al Covid durante una vacanza-studio nelle scuole d’inglese dell’arcipelago. L’ente nazionale del turismo maltese (Mta) ha messo a disposizione un volo speciale per Roma.
Un altro charter è stato predisposto, sempre domani, per gli studenti spagnoli. Lo si apprende da fonti diplomatiche europee. Oggi un primo volo sanitario riporterà a Parigi 128 studenti francesi. I voli seguono quelli che lunedì e martedì scorso hanno evacuato i ‘negativi’ verso Italia, Germania, Francia e Spagna.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso in piazza: legale, andava curato
“Non siamo nemmeno stati avvisati dell’autopsia”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
22 luglio 2021
11:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Youns El Bossettaoui “andava curato, non ucciso, perché non faceva male a nessuno ed era malato”. Lo ha spiegato l’avvocato Debora Piazza che con il collega Marco Romagnoli difende i famigliari dell’immigrato ucciso in piazza a Voghera dall’assessore alla Sicurezza Massimo Adriatici.
“Non siamo nemmeno stati avvisati dell’autopsia – ha spiegato il legale – perché pensavano non avesse parenti che invece sono tutti italiani”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Minibus esce di strada a Capri, un morto e 28 feriti
Il pulmino sarebbe precipitato per 5-6 metri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 luglio 2021
15:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ di una vittima – l’autista del minibus precipitato, di cui non sono ancora state rese note le generalità – e di 28 feriti registrati al pronto soccorso dell’ospedale di Capri il bilancio dell’incidente verificatosi stamattina. Per la maggior parte si tratta di persone ferite in modo lieve, che non si trovavano sull’automezzo ma sono state investite da detriti provocati dalla caduta.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quelli in condizioni più gravi sono i passeggeri del minibus. Due dei feriti, tra cui un ragazzo, sono già stati trasferiti in elicottero a Napoli, rispettivamente nell’ospedale del Mare e al pediatrico Santobono. Altri due feriti sono attualmente assistiti in camera operatoria in attesa di trasferimento, altri stanno ricevendo cure e sono in fase di stabilizzazione emodinamica e assistenza respiratoria, sempre in attesa di trasferimento. Delle persone coinvolte nell’incidente quattro sono di nazionalità straniera, francese e libanese.
Sono in corso i rilievi da parte della polizia scientifica di Napoli sul luogo del disastro a Capri. Gli esperti, con l’ausilio dei vigili del fuoco, stanno cercando di ricostruire la traiettoria del minibus finito nel dirupo. Sulle cause del disastro, fanno sapere gli investigatori, al momento è prematuro formulare qualsiasi ipotesi. Il quadro potrebbe essere più chiaro solo quando il mezzo verrà recuperato e verranno evidenziati i punti di impatto.
Si chiamava Emanuele Melillo ed aveva 33 anni l’autista deceduto nel grave incidente avvenuto stamattina a Capri. Melillo era ausiliario della Croce Rossa Italiana e, precisamente, era iscritto nei ruoli dei sottufficiali, con il grado di milite, dal 2011. Secondo una prima ricostruzione dell’accaduto, la sterzata, improvvisa, che ha determinato il grave incidente, potrebbe essere riconducibile a un malore. Si tratta, al momento, di una mera ipotesi, sulla quale gli investigatori stanno indagando senza trascurare nessun’altra pista. La causa del decesso di Melillo dovrà essere accertata dall’esame autoptico. Il magistrato di turno della Procura di Napoli si è subito recato sul posto ed è al lavoro, insieme con la Polizia di Stato dell’isola, per ricostruire la dinamica del grave incidente.
Il pulmino sarebbe precipitato per 5-6 metri. Il bus di linea precipitato a Capri è caduto da un’altezza di alcuni metri, rompendo la barriera di protezione della strada: è accaduto nella zona della spiaggia libera di Marina Grande. Sul posto le ambulanze del 118 che stanno trasportando i feriti nell’ospedale dell’isola.
Sul posto anche i carabinieri dell’isola. Per il momento non si segnalano vittime. Il minibus, dell’azienda Atc, era impegnato nel servizio di trasporto pubblico sull’isola e pare che a bordo avesse una decina di passeggeri.
Il minibus è rimasto incastrato tra la scogliera e una struttura metallica, su un tratto di spiaggia libera, nei pressi del porto commerciale, non lontano da uno stabilimento balneare. Molta paura ma nessun ferito tra coloro che si trovavano sull’arenile, alcuni dei qual raccontano di essere intervenuti per confortare i feriti in attesa delle ambulanze.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un ragazzino di 15 anni viene messo sulla barella mentre piange a dirotto. Una mamma si fa largo tra la folla cercando disperata il proprio figlio temendo possa essere rimasto coinvolto nell’incidente. Le sirene spiegate delle ambulanze che si sovrappongono man mano che arrivano sul posto. Sono queste le scene davanti alle quali si sono trovati soccorritori e curiosi giunti stamattina, poco dopo le 11,30, a Marina Grande di Capri sul luogo dove un minibus del trasporto pubblico è precipitato finendo la propria corsa a ridosso di un lido. Un morto e numerosi feriti il bilancio. A raccontarle è Giuseppe, un ragazzo del posto, tra i primi ad accorrere sul luogo del disastro: “E’ qualcosa che difficilmente dimenticherò – racconta – specialmente la scena del ragazzino, avrà avuto 15/16 anni, che strillava dal dolore mentre lo fissavano sulla barella dopo averlo estratto dal pullmino. Un’immagine che, non lo nego, mi ha messo ko. Attorno tanta gente richiamata dalle urla e dal tonfo del sinistro”. “Una tragedia così – prosegue il giovane – da queste parti non me la ricordo. Il pullman è rotolato fino ad andare a impattare contro le cabine doccia dello stabilimento, in quella cunetta che fa da spartiacque tra la spiaggia libera e il vicino stabilimento privato. Ancora un metro è il bilancio sarebbe stato ancora più pesante. C’era tanta gente a farsi il bagno – ricorda – specie oggi con una giornata estremamente calda”.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ambiente: in Puglia il mare più pulito d’Italia
‘Eccellente’ il 99,9% delle acque, poi Sardegna e Toscana(98,5%)
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
22 luglio 2021
13:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il mare della Puglia è il più pulito d’Italia. Con il 99,9% delle acque balneabili giudicate di qualità “eccellente”, è prima tra le regioni costiere.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ellente” nel 98,5% dei casi. È quanto emerge dal monitoraggio del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente, che coordina in Italia le Agenzie regionali per l’ambiente, tra cui Arpa Puglia che ha presentato i dati.
Un risultato ottenuto “grazie allo sforzo corale di tutti”, commenta il governatore della Puglia, Michele Emiliano, “comprese le imprese che hanno adottato misure più innovative.
E’ un trionfo dell’intera comunità che ha capito che il mare è la sua risorsa più importante”. “Da anni siamo testa a testa con la Sardegna”, sottolinea precisando però che “c’è un abisso di condizioni ambientali tra noi e loro. Noi – precisa Emiliano – siamo una zona continentale nel mare Adriatico dove sfociano porti. Per raggiungere questo risultato occorre una grandissima fatica”.
Per l’assessora regionale all’Ambiente, Anna Grazia Maraschio, questo dato conferma la strada già seguita: “investimenti in infrastrutture, tutela dell’ecosistema marino che porta con sé una sterminata prateria di occasioni di crescita sostenibile”.
Lungo i mille km circa di costa pugliese la Regione ha individuato 676 “acque” (tratti) destinate alla balneazione, che corrispondono a circa 800 km (254 acque a Foggia, 46 nella Bat, 78 a Bari, 88 a Brindisi, 139 a Lecce e 71 a Taranto), sui quali sono stati effettuati più di 4mila campionamenti e 9mila analisi di laboratorio.
“Questo è anche il frutto – spiega il direttore generale di Arpa Puglia, Vito Bruno – del prezioso lavoro dei tecnici di Arpa Puglia, che hanno continuato a svolgere il loro ruolo di controllo nonostante l’emergenza pandemica, e della qualità di elaborazione scientifica del Centro regionale Mare”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ministero: scuola in presenza, vaccinazione doverosa
Il Capo Dipartimento scrive agli istituti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
14:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“In vista dell’avvio del prossimo anno scolastico, l’obiettivo prioritario è quello di realizzare le condizioni atte ad assicurare la didattica in presenza a scuola, nelle aule, nei laboratori, nelle mense, nelle palestre, negli spazi di servizio, nei cortili e nei giardini all’aperto, in ogni altro ambiente scolastico. Occorre riuscire a costruire (e a ricostruire) le condizioni relazionali e sociali che forniscono il substrato vitale per l’apprendimento, la crescita e lo sviluppo delle nuove generazioni”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo scrive in una circolare alle scuole il capo dipartimento del Ministero dell’Istruzione Stefano Versari il quale aggiunge che è “eticamente doverosa la vaccinazione” del personale scolastico.
“Siamo tutti consapevoli – è detto nella circolare – che l’emergenza pandemica non è conclusa, che la sua evoluzione è mutevole e che per il mondo della scuola resta fondamentale comprendere, condividere e declinare per ciascun singolo contesto territoriale e scolastico, le indicazioni tecniche che progressivamente pervengono dalle autorità sanitarie”. Nel documento il capo dipartimento del Ministero cita alcuni richiami all’ultimo parere sanitario del Cts del 12 luglio scorso.
“Nell’ottica di ‘fare bene e in sicurezza’ questo Ministero – prosegue la circolare – emanerà a breve il ‘Documento di pianificazione delle attività didattiche, educative e formative in tutte le istituzioni del Sistema nazionale di Istruzione (Piano scuola 2021/2022)” finalizzato per quanto possibile alla ripresa in presenza”. Nella circolare si aggiunge che “la mutevolezza (propria delle pandemie virali) costituisce elemento di incertezza. Ma questa non può consentire – afferma Versari – prevalgano attendismo o ‘timore di sbagliare’, sul dovere di ponderatamente agire per organizzare il nuovo anno scolastico.
Il dovere di ‘buon andamento’ non può essere frenato dall’attesa di una sempre nuova circolare, parere tecnico, indicazione guida che definisca, chiarisca, interpreti sempre più e meglio un realtà in divenire e per sua natura cangiante e differenziata. Gli strumenti normativi e le indicazioni tecniche disponibili consentono che in ogni istituzione scolastica continuino ad organizzarsi le modalità concrete di avvio del nuovo anno scolastico”. Il ministero dell’Istruzione ha anche inviato una nota alle scuole con riferimento all’avvio dell’anno scolastico 2021/22 con le indicazioni del Cts.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ecdc: Lazio, Veneto e Isole in giallo nella nuova mappa Covid
In rosso scuro aree dell’Olanda e della Spagna
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
22 luglio 2021
17:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lazio, Veneto, Sicilia e Sardegna in giallo, come buona parte della Francia e del Belgio. L’Ecdc ha pubblicato mappe aggiornate sull’incidenza del contagio da Covid, con i numeri di casi per abitante, che aumentano in tutta Europa.
Quelli più alti, in rosso scuro sulla mappa, sono in diverse regioni dell’Olanda e della Spagna, a Cipro e in alcune isole greche.
La Regione di Bruxelles è in rosso, come la Corsica, il Lussemburgo e l’Irlanda.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rai leader ascolti primo semestre, bene gli Over the top
Studio Frasi, +15,5% rispetto a un anno fa per le ‘Altre’ tv
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
13:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una Rai ancora leader negli ascolti, a fronte di un calo complessivo della platea e alla crescita degli altri operatori, in particolare gli over the top: è la fotografia scattata dall’Osservatorio dello Studio Frasi a consuntivo del primo semestre 2021, nei giorni in cui a Viale Mazzini si insedia il nuovo vertice.
Tra il 1 gennaio e il 30 giugno di quest’anno la Rai – in base ai dati Auditel elaborati dallo Studio Frasi – ha prodotto un ascolto medio di 4 milioni di persone (3 milioni 957 mila) ed uno share del 36,3%, con Mediaset a 3,5 milioni (3 milioni 467 mila) pari al 31,8); terzo editore è Discovery con 800mila spettatori medi e il 7,3% di share.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
l contesto generale registra un calo complessivo dell’ascolto di tv di 1,1 milioni di persone rispetto al primo semestre 2020 (periodo sul quale ha pesato il primo lockdown), ma un incremento rispetto allo stesso periodo di due anni fa. In particolare, tra il primo semestre del 2019 e quello del 2021 l’ascolto è cresciuto di mezzo milione di persone.
In una fase di assestamento dei consumi televisivi, tra gli editori soltanto il servizio pubblico vede crescere la propria quota sul totale tv (+1,7%). Emerge però con forza la crescita di quelle che Auditel classifica come ‘Altre’ tv, emittenti che non vogliono che i propri dati di ascolto vengano diffusi: una volta si trattava quasi esclusivamente di reti locali, oggi invece questa voce include anche parte delle connessioni agli over the top. Rispetto al 2020, le ‘Altre’ crescono del 15,5%: in valori assoluti il loro seguito medio è arrivato a superare di poco il milione di spettatori, pari a uno share del 9,6%. Nel primo semestre del 2019 gli ascolti furono si 758 mila individui con il 7,3%.
“Le Altre – riflette Francesco Siliato, responsabile dell’Osservatorio dello Studio Frasi – muovono bene il loro valore ed è da credere che la crescita sia dovuta in gran parte all’inclusione di chi segue le varie Amazon Prime, Netflix, TimVision ed altro. Da questi operatori ci si attende maggiore trasparenza ed un cenno di intervento da parte dell’Agcom, in vista della presentazione della Relazione annuale al Parlamento il 26 luglio”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Costa, se prof non vaccinati entro 20/8 valutare obbligo
Commissario per l’emergenza Covid, nessun elenco dei non vaccinati solo generica quantificazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
18:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Auspichiamo che entro il 20 agosto” tutto il personale scolastico, docente e non docente “risponda in maniera convinta all’invito a vaccinarsi, comprendendo il valore civico di questo gesto. Qualora, però, a quella data il problema dovesse persistere, credo opportuno valutare l’ipotesi dell’obbligo vaccinale per questa categoria”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Così, in una nota, il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, in merito alla lettera inviata dal Generale Figliuolo alle Regioni. La scuola, dice Costa “è priorità e bisogna fare di tutto per garantire la didattica in presenza”.
“Il ritorno a scuola in presenza – prosegue Costa – è stata sin da subito una priorità per il Governo Draghi. Non possiamo più pensare di far ripartire il prossimo anno scolastico senza i nostri studenti in classe. Per fare ciò il personale docente e non docente deve essere vaccinato. Così come i nostri giovani”.
La linea dell’Esecutivo, prosegue il sottosegretario alla Salute, “è chiara e condivisa ed è per questo che abbiamo chiesto alle Regioni di dare priorità alle somministrazioni nei confronti degli alunni dai 12 anni in su e di comunicare entro il prossimo 20 agosto le mancate adesioni da parte del personale scolastico alla campagna di vaccinazione”. “Davanti a noi – spiega Costa – abbiamo ancora un mese per convincere gli scettici dell’intera comunità scolastica a vaccinarsi e ci auguriamo di poterlo fare attraverso una forte e persuasiva opera di sensibilizzazione. Il vaccino salva vite umane, protegge noi e chi ci sta intorno e soprattutto ci permette di costruire il domani delle future generazioni. Al momento il personale scolastico indeciso è concentrato in alcune Regioni. Auspichiamo dunque che entro il 20 agosto tutta la categoria risponda in maniera convinta all’invito a vaccinarsi”.
Nessun “elenco” ma una generica “quantificazione” delle mancate adesioni a fini statistici, nel rispetto della privacy e delle scelte personali: è quanto precisa la struttura del Commissario per l’emergenza Covid a proposito di notizie relative alla presunta richiesta di “elenchi” di tutti coloro che non possono o non vogliono vaccinarsi relativamente al personale scolastico. A questo riguardo viene precisato che nella lettera della Struttura Commissariale non viene mai indicata, appunto, la parola “elenco”, trattandosi solo di una quantificazione delle mancate adesioni a fini statistici.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Buscemi a Giffoni, c’è più attenzione per la parità di genere
L’attrice, il mio prossimo ruolo sarà un medico
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
15:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ci sono sempre più serie televisive e film con protagoniste femminili, siamo sulla buona strada per raggiungere la parità di genere. La crescita dell’attenzione è accompagnata da un aumento di responsabilità da parte nostra.
Io so che le donne possono dare un punto di vista diverso al cinema, non necessariamente migliore, ma diverso”. Lo ha sottolineato l’attrice Giusy Buscemi (Don Matteo, Il paradiso delle signore, Smetto quando voglio), tra gli ospiti di punta della seconda giornata del Giffoni Film Festival, che ha definito “il Festival per eccellenza”.
In questi mesi al lavoro per una nuova serie Rai, nel suo prossimo ruolo interpreterà un medico, legando il suo destino al suo sogno di ragazza, quando si iscrisse a Medicina prima di diventare Miss Italia, nel 2012. Ma in realtà, ha svelato, “se la mia vita fosse un film vorrei che fosse Braveheart.” Intanto la aspetta l’incontro con i giurati della categoria Elements +10, ragazzi che spera le risveglino “il fuoco e lo spirito da fanciulla” che ancora sente dentro di sé.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola,il 22 giugno 2022 la prima prova scritta della maturità
Lo stabilisce una ordinanza ministeriale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
15:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si terrà il 22 giugno 2022 dalle ore 8,30 la prima prova scritta per gli esami di maturità. Lo stabilisce il calendario scolastico appena emanato dal ministero dell’Istruzione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone: ad agosto perizie su funivia e scatola nera
Perocchio, sono convinto di avere fatto tutto per il meglio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 luglio 2021
15:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il gip di Verbania, Elena Ceriotti, ha conferito l’incarico al Collegio peritale che dovrà accertare le cause dell’incidente della funivia del Mottarone, nel quale lo scorso 23 maggio sono morte 14 persone. Gli esperti nominati, cominceranno le operazioni il prossimo 3 agosto e dovranno ricostruire cosa è accaduto, come è accaduto e perché è accaduto.

E’ stato anche conferito l’incarico ai periti informatici, per esaminare la cosiddetta scatola nera della funivia. L’esame dei supporti e schede informatici che hanno registrato l’attività dell’impianto cominceranno il prossimo 30 agosto.
Mentre gli ingegneri nominati da giudice dovranno illustrare in aula gli esiti del loro lavoro il prossimo 16 dicembre. Nel frattempo Enrico Perocchio, direttore d’esercizio della funivia del Mottarone indagato per l’incidente ha ribadito la sua convinzione “di avere fatto tutto per il meglio, ma devo farmi forza, perché quello che è successo mi dispiace tantissimo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Evitata l’iscrizione di Venezia tra i siti Unesco in pericolo
Franceschini, attenzione resti alta per sviluppo sostenibile
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
15:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Scongiurata l’iscrizione di Venezia nella lista del patrimonio dell’umanità in pericolo. Grazie alle decisioni del Governo sul blocco del passaggio delle grandi navi davanti a San Marco e al canale della Giudecca si è raggiunto un primo, importante risultato.
Adesso, l’attenzione mondiale su Venezia deve rimanere alta ed è dovere di tutti lavorare per la protezione della laguna e individuare un percorso di sviluppo sostenibile per questa realtà unica, in cui la cultura e l’industria creativa sono chiamate a giocare un ruolo da protagoniste”. Così il ministro della cultura, Dario Franceschini, commenta la decisione del Comitato del Patrimonio Mondiale Unesco, presa in seno alla 44° sessione in corso in modalità remota a Fuzhou (Repubblica Popolare Cinese), di non iscrivere la città di Venezia e la sua laguna nella lista dei patrimoni dell’umanità in pericolo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone: ad agosto perizie su funivia e scatola nera
Perocchio, sono convinto di avere fatto tutto per il meglio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
18:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il gip di Verbania, Elena Ceriotti, ha conferito l’incarico al Collegio peritale che dovrà accertare le cause dell’incidente della funivia del Mottarone, nel quale lo scorso 23 maggio sono morte 14 persone. Gli esperti nominati, cominceranno le operazioni il prossimo 3 agosto e dovranno ricostruire cosa è accaduto, come è accaduto e perché è accaduto.
E’ stato anche conferito l’incarico ai periti informatici, per esaminare la cosiddetta scatola nera della funivia.
L’esame dei supporti e schede informatici che hanno registrato l’attività dell’impianto cominceranno il prossimo 30 agosto.
Mentre gli ingegneri nominati da giudice dovranno illustrare in aula gli esiti del loro lavoro il prossimo 16 dicembre. Nel frattempo Enrico Perocchio, direttore d’esercizio della funivia del Mottarone indagato per l’incidente ha ribadito la sua convinzione “di avere fatto tutto per il meglio, ma devo farmi forza, perché quello che è successo mi dispiace tantissimo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: tasso positività sale al 2,3%, 15 vittime
Infetti salgono a 5.057, ricoveri +38, stabili terapie intensive
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
17:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora in netto aumento i casi di Covid in Italia. Sono 5.057 i positivi ai test individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute.
Ieri erano stati 4.259. Sono invece 15 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 21.
Sono 219.778 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore. Ieri erano stati 235.097. Il tasso di positività è dell’ 2,3%, in sensibile aumento rispetto all’1,8% di ieri.
Restano 158 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 12 (ieri 9). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.234, 38 in più rispetto a ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, appello di Draghi agli italiani: ‘Vaccinatevi. Il Green pass serve a non chiudere non è un arbitrio’
‘L’ economia dell’Italia cresce ma la variante Delta è una minaccia’ dice il premier. Green pass al chiuso per i ristoranti dal 6 agosto. Le discoteche saranno risarcite, multe per le violazioni fino a 1000 euro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 luglio 2021
19:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al nuovo decreto legge Covid.  Il Cdm  ha dato anche l’autorizzazione della fiducia sulla riforma della giustizia
“L’economia va bene, si sta riprendendo e l’Italia cresce a un ritmo anche superiore a quello di altri Paesi europei. La variante Delta è anche più minacciosa di altre varianti”, ha detto il premier, Mario Draghi, in conferenza stampa.
La conferenza stampa:

“L’appello a non vaccinarsi è un appello a morire, sostanzialmente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non ti vaccini, ti ammali, muori. Oppure fai morire: non ti vaccini, ti ammali, contagi, qualcuno muore”. Sono raggelanti le parole del premier Mario Draghi. Una pietra tombale sulle timidezze di alcuni politici sulle vaccinazioni e soprattutto una bocciatura definitiva della posizione espressa da Matteo Salvini, che qualche giorno fa aveva detto che ai giovani vaccinarsi “non serve” e che dai 40 ai 59 si può decidere liberamente se farlo. Il leader della Lega risponde puntuto: “L’obiettivo di tutti, mio come di Draghi, è salvare vite, proteggere gli italiani. Comunità scientifiche e governi, come quelli di Germania e Gran Bretagna, che invitano alla prudenza sui vaccini per i minorenni, invitano forse a morire? Per fortuna no”, afferma, limitando le sue perplessità ai giovanissimi. Poi, dopo aver chiesto con i suoi ministri in Cdm di limitare il più possibile l’obbligo di Green pass, ripete più volte la parola “libertà”, come principio guida per gli italiani. Ma anche qui Draghi, nella conferenza stampa che segue il Consiglio dei ministri, ribatte alle perplessità leghiste con una posizione netta: “Senza vaccinazione si deve chiudere tutto di nuovo, il vaccino si sta diffondendo e con il vaccino abbiamo visto che le conseguenze, per quanto riguarda ricoverati e morti, sono molto meno serie”. Insomma, Green pass o chiusure. Il confronto nel governo proseguirà già dalla prossima settimana sui temi che per ora il nuovo decreto legge Covid non affronta: lavoro, trasporti e scuola.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I leghisti chiedono di non imporre il Green pass (e i vaccini) per salire sugli autobus, entrare in classe o al lavoro. Ma Draghi tiene questa opzione sul tavolo e, a partire dai trasporti, è probabile che da settembre l’obbligo del certificato verde venga ampliato. Non solo. Il premier apre alla possibilità anche di chiedere il Green pass per l’ingresso nei luoghi di lavoro. “Ci stiamo pensando, è una questione complessa ed è una questione da discutere anche con i sindacati”, si limita per ora a dire il premier. Un lavoro che il ministro Andrea Orlando avvierà nei prossimi giorni, convocando le parti sociali per discutere il tema. Il ministro ha detto no a “proposte unilaterali” come quella di Confindustria di imporre l’obbligo negli uffici e nelle fabbriche, ma ha rilanciato il metodo del “confronto costante”, come quello che ha portato alle vaccinazioni sui luoghi di lavoro, per vedere come “calare” negli uffici la nuova normativa sul Green pass. Quanto al possibile ritorno in presenza di tutti i lavoratori della P.a., Draghi rinvia al ministro Renato Brunetta. Le decisioni su lavoro, eventuale obbligo di vaccini a scuola e trasporti, che potrebbero essere prese a partire da una riunione della prossima settimana, saranno tra loro intersecate a partire da un principio cardine: tutto quello che si dovrà fare per assicurare l’obiettivo di tutti in presenza all’inizio della scuola sarà fatto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LE MISURE DEL DECRETO
Lo stato d’emergenza per il Covid dovrebbe essere prorogato fino al 31 dicembre 2021. E’ quanto emerge dalla cabina di regia a Palazzo Chigi, confermando le ipotesi della vigilia.
Il Green pass dal 6 agosto servirà per accedere ai tavoli al chiuso di bar e ristoranti.
Il certificato verde – spiegano fonti governative – non sarà invece necessario per consumare al bancone, anche se al chiuso.
Terapie intensive al 20% e al 30% per le aree mediche per diventare arancioni e rispettivamente al 30 e al 40% per entrare in zona rossa. Sono questi i parametri per il cambio di colore delle regioni messi a punto in Cabina di regia
Le discoteche resteranno chiuse. Lo ha deciso la cabina di regia che si è riunita a Palazzo Chigi. Nessun accesso, dunque, neanche per i possessori di Green pass. La Lega in cabina di regia avrebbe insistito per l’apertura, con nuove regole.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva anche l’obbligo di Green pass per cinema e teatri, ma aumenta il numero di spettatori ammessi ad assistervi, sia al chiuso che all’aperto. E’ quanto si apprende da fonti di governo sulle misure del nuovo decreto legge Covid. In zona gialla si entrerà a cinema e teatro con Green pass, mascherina e distanziamento, ma gli spettatori potranno salire all’aperto dagli attuali 1000 fino a un massimo di 2500 e al chiuso da 500 a 1000. Mentre in zona bianca, dove ora sono fissati limiti di capienza, viene fissato un tetto all’aperto di 5000 persone e al chiuso di 2500 persone.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Padre disperato tenta suicidio,parole dell’agente lo salvano
Trattativa sull’argine del fiume, alla fine l’uomo tende la mano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PADOVA
22 luglio 2021
18:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Capisco che i tuoi problemi sembrano insormontabili, hai la testa confusa…ma non si risolvono così, hai pure dei figli… Una soluzione ancora c’è, se tu ti fidi di me.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mi chiamo Michele, parlerò io con i servizi sociali…Dammi la mano, andiamo insieme”. Con queste parole, in un dialogo pieno di umanità e di comprensione, un poliziotto è riuscito a salvare un padre disperato che stava per suicidarsi, gettandosi in un fiume, a Padova. Alla fine l’uomo, un tunisino 39enne, padre di 3 figli, ha desistito: l’agente è riuscito ad afferrarlo per una mano, e assieme ad un collega di pattuglia l’ha portato sull’argine, al sicuro.
Era stato un conoscente ad avvisare il 113, dicendosi certo che l’amico voleva farla finita, sopraffatto dai problemi economici che gli impedivano di mantenere la famiglia. La centrale della Questura di Padova, pur non essendo in possesso del numero, è riuscita ad arrivare all’utenza telefonica del 39enne, l’ha contattato, tenendolo ‘attaccato’ alla chiamata finchè sul posto arrivava la pattuglia.
L’agente Michele ha puntato sulla responsabilità di padre del tunisino: “…non si dimostra di essere un papà solo lavorando…” e l’altro rispondeva: “io ho sempre lottato, ho sempre lavorato per loro…”; “Sì, ma quando un bambino cresce, viene a sapere che il papà ha fatto un gesto estremo, si trova in una situazione molto difficile”. “Ci sono situazioni in cui uno non deve mollare la presa. Viene qui…dammi la mano”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cingolani, il G20 Ambiente riconosce la visione dell’Italia
Momenti di tensione a Napoli durante le proteste delle reti sociali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
22 luglio 2021
23:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La prima giornata del G20 dei ministri dell’Ambiente a Napoli si è conclusa con un successo per la presidenza italiana. Il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani, dopo mesi di negoziati, e una notte e un giorno di frenetiche limature, riesce a far firmare ai Venti Grandi un documento sulla tutela della natura che riprende la visione del Pnrr italiano: tutela degli ecosistemi e della bidoversità, economia circolare, finanza green.
Il comunicato finale della prima giornata del G20 Ambiente di Napoli “è particolarmente ambizioso e individua 10 linee di intervento che riflettono la visione del Pnrr italiano: soluzioni naturali per il clima, lotta al degrado del suolo, sicurezza alimentare, uso sostenibile dell’acqua, tutela degli oceani, lotta alla plastica in mare, uso sostenibile e circolare delle risorse, città sostenibili, educazione, finanza verde – sottolinea il ministro – .
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ la prima volta che queste categorie vengono riconosciute dal G20 e diventano vincolanti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Film d’autore e di genere, ecco la Sic
In programma sette + due titoli, per Italia c’è Mondocane
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
20:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Presentata stamani a Roma la 36/ma Settimana Internazionale della Critica, sezione autonoma e parallela organizzata dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) nell’ambito della 78.a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (1 -11 settembre 2021). In programma sette + due titoli di varia provenienza, nove film “d’autore e di genere, lirici o furiosi, istintivi, intimi, distopici o carnali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ma soprattutto liberi. Autentici. Vivi”. Sono intervenuti Franco Montini (Presidente SNCCI), Beatrice Fiorentino (Delegato Generale SIC) e i selezionatori: Enrico Azzano, Paola Casella, Simone Emiliani e Roberto Manassero.
Per l’Italia ci sarà MONDOCANE | DOGWORLD di Alessandro Celli con Dennis Protopapa, Giuliano Soprano, Alessandro Borghi e Barbara Ronchi.
Questa la storia. In un futuro non lontano, Taranto è una città fantasma cinta dal filo spinato in cui nessuno, nemmeno la Polizia, si azzarda a entrare. Sono rimasti i più poveri che lottano per la sopravvivenza, mentre una gang criminale, le Formiche, capeggiate da Testacalda (Alessandro Borghi), si contende il territorio con un’altra gang. Due tredicenni sognano di entrare in quella banda.
Un pezzo d’Italia anche in MOTHER LODE di Matteo Tortone (Francia, Italia, Svizzera). Tra Lima e La Rinconada, città mineraria sulle Ande peruviane, una favola moderna, tragica, eterna e universale, ma anche un manifesto politico con innesti di realismo magico.
Sempre alla 36.a Settimana Internazionale della Critica troviamo poi : ELES TRANSPORTAN A MORTE | THEY CARRY DEATH di Helena Girón e Samuel M. Delgado (Spagna, Colombia); ELTÖRÖLNI FRANKOT | ERASING FRANK di Gábor Fabricius (Ungheria); OBKHODNIYE PUTI | DETOURS di Ekaterina Selenkina (Russia, Olanda): A SALAMANDRA| THE SALAMANDER di Alex Carvalho (Brasile, Francia, Germania) e ZALAVA di Arsalan Amiri (Iran).
Fuori concorso KARMALINK di Jake Wachtel. (Cambogia, USA) film sulla memoria, sulla coscienza collettiva e sull’avidità del pensiero occidentale e, infine, ancora Italia nel film di chiusura fuori concorso, LA DERNIÈRE SÉANCE | THE LAST CHAPTER di Gianluca Matarrese. Ovvero la conversazione a due tra il regista e il suo amante, un gioco di dominio e sottomissione che passa attraverso l’universo del bondage, i traumi dell’AIDS e anche la teoria delle immagini.
Dice, infine, Beatrice Fiorentino, la prima donna delegata generale della SIC: “È chiaro che quest’anno ci siamo posti il problema che il nostro sguardo era cambiato con la Pandemia. E in questo senso sono emersi, tra i 600 film che abbiamo valutato, quelli in cui c’era un’urgenza di senso, di significato”.
E ancora la Fiorentino: “È emerso poi anche un altro aspetto per quanto riguarda il cinema italiano, e non solo. C’è un idea non più solo nazionale del cinema, ma finalmente davvero globale. Un esempio su tutti: il film MOTHER LODE di Matteo Tortona, regista italiano che ha girato un film in Perù in una coproduzione internazionale e senza neppure una battuta in italiano”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Coppia trovata morta a Ostia, ipotesi omicidio-suicidio
Lei in casa, lui giù dalla finestra. Donna era molto malata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
22 luglio 2021
19:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aveva ferite da arma da taglio alla gola la 75enne trovata morta stamattina in casa a Ostia, mentre il marito 76enne era senza vita nel cortile interno del palazzo.
L’ipotesi più accreditata al momento è quella dell’omicidio-suicidio.
Sul posto indagano i carabinieri di Ostia. La donna era da tempo gravemente malata. A quanto ricostruito, il marito si sarebbe suicidato lanciandosi dalla finestra del bagno della loro casa al quinto piano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Consulenti pm, medici non sono responsabili della morte di Fadil
Depositata nelle nuove indagini decise da gip su dottori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 luglio 2021
19:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Non si ravvede alcuna responsabilità professionale da imputare sotto il profilo penalistico a carico dei sanitari intervenuti”. Lo scrive il pool di esperti, guidato dal medico legale Cristina Cattaneo e nominato dalla Procura di Milano, nella consulenza depositata nelle nuove indagini, ordinate dal gip nei mesi scorsi, sulla morte di Imane Fadil, modella marocchina e testimone ‘chiave’ nei processi sul caso Ruby, deceduta il primo marzo 2019 dopo oltre un mese di ricovero e una lunga agonia per una rara forma di aplasia midollare.
Indagati, come atto dovuto e a garanzia, per omicidio colposo 12 medici dell’Humanitas di Rozzano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: forti temporali con alluvioni in Alto Adige
Colpita soprattutto la zona dell’altopiano dello Sciliar
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
22 luglio 2021
21:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Forti temporali si sono abbattuti in serata sull’Alto Adige. E’ stata colpita soprattutto la zona dell’altopiano dello Sciliar, dove le masse d’acqua hanno invaso strade, campi, cantine e zone produttive.
I vigili del fuoco sono sul posto per arginare i danni.   VAI AL METEO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: Liguria, 163 tamponi positivi, 158 di non vaccinati
Il dato del direttore del dipartimento Igiene del San Martino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
22 luglio 2021
22:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dei 163 tamponi positivi al covid processati al laboratorio di Igiene del policlinico San Martino di Genova, 158 sono di persone non vaccinate. Dei cinque positivi vaccinati, tre avevano fatto due dosi e e due una.
Lo ha rivelato il professor Giancarlo Icardi, direttore del Dipartimento di Igiene del San Martino alla trasmissione “Più vaccinati, più liberi”, organizzata dalla Regione su Telenord per promuovere le vaccinazioni.
Icardi ha fornito questo dato rispondendo a chi chiedeva perché fosse giusto vaccinarsi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Protesta a Torino contro il green pass, folla in piazza
“La Digos ha contato 2000 persone e quindi siamo almeno il doppio” ha detto uno speaker da un furgone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
22 luglio 2021
23:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si è riempita di persone questa sera Piazza Castello a Torino per il No paura Day, manifestazione lanciata due giorni fa via internet per protestare contro il Green pass e l’obbligo vaccinale.
“La Digos ha contato 2000 persone e quindi siamo almeno il doppio” ha detto uno speaker da un furgone. “Facciamo vedere a tutti cosa vuol dire uomini liberi”, ha aggiunto mentre la gente scandiva Il grido “libertà”.
Durante l’iniziativa in Piazza Castello si sono levati cori di dissenso, da parte dei manifestanti che protestano contro il green pass e l’obbligo vaccinale, quando dal palco è stato fatto il nome del generale Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza.

Tra gli speaker c’è il professor Ugo Mattei, docente universitario e candidato a sindaco nel capoluogo piemontese per una lista civica.
Un avvocato, Maurizio Giordano, ha sostenuto che il green pass “è contro la normativa europea”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Open Arms, 50 in difficoltà a largo Lampedusa
Tra loro un neonato, alcuni bambini e due donne incinte
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 luglio 2021
01:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un barchino in difficoltà con “oltre 50 persone, tra cui due donne incinte, un bimbo di 10 mesi, uno di un anno e altri bambini” è stato individuato a 30 milia da Lampedusa. Lo annuncia il fondatore di Open Arms, Oscar Camps, sul proprio profilo Twitter.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Deve scontare 17 anni, Polizia lo scova in Inghilterra
Estradato, giunto ieri a Roma. Operazione Questura Pordenone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PORDENONE
23 luglio 2021
08:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nella tarda serata di ieri, proveniente da Londra, è giunto all’aeroporto di Roma-Fiumicino, un latitante di nazionalità albanese, condannato a 17 anni e 10 mesi di carcere per tentato omicidio. L’uomo è stato localizzato nel Regno Unito – dove si era rifugiato – dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Pordenone, seguendo e ricostruendo i contatti di alcuni congiunti con il ricercato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La notte tra il 9 ed il 10 dicembre 2006, ci fu un alterco fra due gruppi di albanesi nel parcheggio di una sala giochi del pordenonese, con scambio di insulti e spintoni. Il cittadino albanese, però, tornato a casa e armatosi di un grosso coltello, era tornato sul posto e, spalleggiato da due fratelli, inseguì, anche nel locale, e ferì con numerose coltellate i tre rivali.
I tre rimasero gravemente feriti, uno in particolare, colpito all’addome. L’aggressore, due settimane fa, aveva lasciato l’Italia per l’Albania da dove, temendo vendette, si era trasferito prima in Grecia, poi nel Regno Unito, utilizzando documenti falsi e interrompendo i contatti anche con i familiari in Italia. Intanto, imputato per tentato omicidio e rissa, era stato condannato in via definitiva a 17 anni, 10 mesi e 6 giorni; l’8 maggio 2017 fu emesso nei suoi confronti un ‘mandato di Arresto Europeo (M.A.E.)’ dalla Procura Generale presso la Corte d’Appello di Trieste. La Squadra Mobile della Questura di Pordenone, incaricata della cattura del latitante, aveva avviato investigazioni interessando le autorità inglesi che il 18 giugno 2019 a Edimburgo (Scozia), avevano localizzato e arrestato il cittadino albanese. Ieri sera si è concluso il processo di estradizione con il ricercato giunto all’aeroporto di Fiumicino e affidato agli investigatori italiani, che lo hanno condotto al carcere di Civitavecchia (Roma).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fedriga, su vaccini troppe tensioni, è scontro tra bande
‘Non mettere su graticola chi non vuole siero. Occorre spiegare’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
23 luglio 2021
09:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ importante accompagnare il Paese, vedo una tensione che mi preoccupa, uno scontro fra bande”. Lo ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni intervenendo a Radio anch’io.
Per Fedriga “non bisogna accusare nessuno e non bisogna mettere sulla graticola chi non vuole vaccinarsi, ma occorre spiegare”. Secondo Fedriga, comunque, “le notizie false stanno devastando il Paese”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rubano sabbia e conchiglie, 11 turisti multati a Cagliari
Intensificati i controlli dell’Agenzia delle Dogane in aeroporto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
23 luglio 2021
10:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nonostante le campagne di sensibilizzazione, i cartelloni informativi e gli spot, proseguono i furti di sabbia e conchiglie dalle spiagge della Sardegna. Undici i turisti multati nelle ultime settimane dai funzionari dell’Agenzia delle dogane di Cagliari impegnati nei controlli, insieme a Guardia di finanza e personale della Sogaer, all’aeroporto di Cagliari-Elmas.

Nei bagagli dei viaggiatori provenienti da Roma, Bari, Milano, Genova, Taranto e Arezzo, ma anche Berna, Madrid, Bucarest, sono stati trovasti complessivamente 2,2 chili di sabbia contenuta in bottiglie di plastica, 512 ciottoli di mare, 740 conchiglie e una roccia.
Tutto era stato rubato dagli arenili di Villasimius, Costa Rei, Perd’e Sali, Santa Margherita di Pula, Isola di San Pietro e dalla spiaggia del Poetto di Cagliari.
Per i turisti, che hanno dichiarato di non conoscere la normativa che vieta il prelievo di materiale dalle spiagge , sono scattate multe che possono raggiungere anche i 3mila euro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caldo: IL Meteo.it,week end rovente, da domenica temporali
Rischio maltempo estremo su alcune regioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 luglio 2021
12:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sarà un fine settimana non solo rovente quello che l’anticiclone africano regalerà all’Italia, ma anche a rischio maltempo estremo su alcune regioni. Il team del sito IlMeteo.it

si legge in una nota – informa che nei prossimi giorni l’anticiclone sub-tropicale perderà potenza al Settentrione dove l’infiltrazione di aria più fresca dall’oceano Atlantico, darà vita a sfuriate temporalesche che colpiranno gran parte delle regioni, anche nella prossima settimana.

Soltanto il Centro-Sud sarà protetto dal mostro africano e infatti qui le temperature cominceranno a salire raggiungendo picchi di 35-36°C su Toscana, Lazio, poi Puglia e coste lucane e anche di 42°C in Sardegna.
Sul fronte rovesci, da domenica grandinate talvolta eccezionali potranno raggiungere anche le zone pianeggianti di Piemonte e Lombardia, come Torino e Milano. Nei giorni successivi i fenomeni temporaleschi si estenderanno anche al resto delle regioni settentrionali.   VAI ALLE PREVISIONI METEO INTERATTIVE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Venezia, niente parità di genere per regatanti Storica
Comune non cambia regola compensi differenti maschi-femmine
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
23 luglio 2021
12:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scontro in Consiglio comunale a Venezia sulla parità dei compensi tra i vogatori, uomini e donne, nella Regata Storica. Il Pd con un emendamento aveva chiesto che si rispettasse la parità di genere sul fronte economico, ma dopo un acceso dibattito la maggioranza di centrodestra ha avuto la meglio lasciando le attuali cifre sui compensi, differenti tra campioni e campionesse dei gondolini.

All’ordine del giorno due variazioni del documento finanziario con le quali il Pd che aveva tentato di introdurre due emendamenti che proponevano la cifra di 7.300 euro da destinare alle regatanti, per alzarne il premio gara. Ma a compattare la maggioranza sul ‘no’ allo stanziamento è stato l’intervento di uno dei consiglieri, in quota Lega, con delega alle tradizioni ed esperto di voga veneta, il quale ha ricordato che è “l’assemblea dei regatanti l’organo deputato a stabilire la distribuzione dei premi. Il compito del Comune è creare il montepremi non deciderne la distribuzione”. Sui social è scoppiata la delusione delle regatanti che ancora una volta non hanno visto riconosciuta la parità nell’impegno agonistico non professionistico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: Zaia, per vaccinarsi assalto alla diligenza
Le forniture restano costanti impennarsi delle richieste
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
23 luglio 2021
14:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Per vaccinarsi, dalle telefonate ricevute dai call center, registriamo un assalto alla diligenza”. Lo ha detto Luca Zaia, governatore del Veneto su un possibile effetto vaccinazione rapportato con l’obbligo del Green pass.
“Le forniture restano costanti – ha aggiunto – ma il nostro ‘tran tran’ sul livello vaccinale ha visto un impennarsi delle richieste”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini, boom di prenotazioni in Lombardia per il green pass
Solo ieri sono state più di 48mila, 30mila in più di mercoledì
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 luglio 2021
15:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cresce, probabilmente complici le nuove norme sul green pass varate dal governo, l’adesione alla campagna vaccinale in Lombardia. Ieri, infatti, circa 49mila cittadini si sono prenotati per la vaccinazione sul portale di Poste Italiane e Regione.
Ben 30mila in più rispetto a mercoledì 21 luglio, quando le prenotazioni furono 28.368.
In realtà, dopo una prima parte del mese di luglio in cui le prenotazioni raramente avevano superato quota 15mila, da lunedì 19 – guarda caso proprio da quando si è fatta largo l’ipotesi del green pass – sono stabilmente sopra i 20mila.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incidente Capri: migliorano i feriti, nessuno è in pericolo di vita
Un bimbo di 12 anni sottoposto a un intervento dopo le fratture
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
24 luglio 2021
09:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nessuno dei 23 feriti coinvolti giovedì nell’incidente di Capri, costato la vita all’autista del minibus precipitato, è in pericolo di vita. Dei feriti, 13 sono ricoverati all’ospedale del Mare di Napoli, dove è stato creato per loro un reparto ad hoc: alcuni hanno riportato varie fratture e verranno sottoposti ad approfondimenti clinici, tutti stanno ricevendo supporto psicologico per superare il trauma dell’incidente. I due bambini rimasti feriti sono invece ricoverati nell’ospedale pediatrico Santobono: le condizioni del piccolo di quattro anni colpito da trauma cranico non destano alcuna preoccupazione, mentre il ragazzino di 12 anni vittima di più fratture agli arti inferiori è stato sottoposto a intervento chirurgico.
Appare particolarmente difficoltosa la rimozione del minibus precipitato. I vigili del fuoco sono al lavoro senza sosta: sull’isola sono stati fatti arrivare numerosi mezzi dei caschi rossi, tra i quali anche un elicottero, per cercare di trovare una soluzione alla rimozione del mezzo che dovrà essere sottoposto ad accertamenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’obiettivo principale è rimuoverlo e dissequestrare l’area, per restituirla ai cittadini, ma, al momento, questa soluzione presenta notevoli difficoltà operative. L’area della tragedia, quindi, rimane, sotto sequestro. I rilievi sul luogo dove è avvenuto l’incidente sono stati affidati alla Polizia Stradale, sotto il coordinamento della dirigente del locale commissariato. Ieri è stata la Centrale Operativa della Questura di Napoli, insieme con il 118, a coordinare i soccorsi e l’intervento degli elicotteri di varie forze di polizia che si sono occupati del trasferimento dei feriti, delle riserve di sangue per le trasfusioni e delle apparecchiature mediche.
La Procura di Napoli sta valutando l’eventualità di predisporre gli accertamenti irripetibili sul minibus direttamente sul luogo dell’incidente. L’incidente probatorio in ogni caso dovrebbe avvenire nel più breve tempo possibile in modo da dissequestrare l’area. Tra le ipotesi in merito alle cause dell’accaduto, oltre al malore che potrebbe avere colpito il conducente, c’è anche quella del guasto meccanico. Sarà l’autopsia a fare luce sulle cause del decesso di Emanuele Melillo, autista esperto di appena 33 anni, sposato, padre di un figlio e con un altro in arrivo. Altro particolare al vaglio degli investigatori è l’impiego in servizio a Capri, giovedì mattina, di alcuni bus dell’Atc, l’azienda di trasporto isolana, che sarebbero dovuti rimanere a deposito: una decisione determinata da un improvviso malfunzionamento della funicolare, per fronteggiare la richiesta di trasporto pubblico che, d’estate, è particolarmente esigente sull’isola azzurra. Le perizie sul minibus precipitato accerteranno se il mezzo fosse in idonee condizioni di funzionamento e di manutenzione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Fedriga, oggi già prenotate 2.782 somministrazioni
Assessore Sanità, forte crescita negli ultimi giorni
c
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
23 luglio 2021
15:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Negli ultimi giorni abbiamo assistito a una forte crescita dell’adesione alla campagna vaccinale, con un probabile picco nella giornata odierna, dato che alle 11 di questa mattina i sistemi regionali hanno già registrato 2.728 prenotazioni. Si tratta di un dato importante, che è sicuramente influenzato dall’introduzione da parte del Governo delle restrizioni per chi non ha il Green pass”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo hanno annunciato il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga e il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, evidenziando che “la seconda settimana di questo mese, ovvero quella dal 5 all’11 luglio, sono state registrate mediamente 1.492 prenotazioni di vaccino al giorno, quella successiva, dal 12 al 18 luglio, la media è salita a 2.005 e questa settimana è già di 3.562”.
Fedriga e Riccardi hanno sottolineato “che questi numeri evidenziano una forte presenza di persone indecise sulla vaccinazione, le quali hanno, con tutta probabilità, scelto di prenotare per non essere soggette a limitazioni o restrizioni nella propria vita quotidiana. L’auspicio è quindi che questo trend si confermi e che l’aumento del numero di vaccinati si rifletta anche sull’andamento dei contagi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Marò, Girone ascoltato per oltre tre ore in Procura a Roma
A quasi dieci anni dal primo atto istruttorio, il militare ha ricostruito le fasi della vicenda fornendo la sua versione dei fatti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
24 luglio 2021
09:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Occhiali da sole, giacca blu, nessuna divisa. Così Salvatore Girone, il marò accusato assieme al collega Massimiliano Latorre di omicidio volontario per la morte di due pescatori in India nel 2012, ha varcato l’ingresso della Procura di Roma per essere interrogato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un atto istruttorio che è arrivato a quasi dieci anni dal primo, svolto sempre a piazzale Clodio dopo il rientro in Italia dei due militari di Marina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Girone è stato ascoltato per oltre tre ore dal sostituto procuratore Erminio Amelio, titolare del procedimento. Davanti al magistrato il militare ha ricostruito le fasi della vicenda fornendo la sua versione dei fatti. Lasciando la cittadella giudiziaria di Roma il militare non ha voluto rilasciare dichiarazioni lasciando che a parlare fossero i suoi difensori che non hanno nascosto la soddisfazione per l’andamento del confronto con il magistrato. “Girone ha risposto alle domande del pm e ci auguriamo che presto arrivi l’archiviazione per chiudere una vicenda durata molti anni”, hanno affermato gli avvocati Fabio Federico e Michele Cinquepalmi. L’interrogatorio per l’altro militare coinvolto nella vicenda è stato fissato per il 27 luglio. L’indagine della procura ordinaria ha vissuto un’accelerazione nel luglio dello scorso anno dopo che il Tribunale internazionale dell’Aja ha deciso in favore dell’Italia la competenza giurisdizionale. Negli ultimi mesi il titolare del fascicolo ha proceduto alla lettura e analisi dell’incartamento, oltre cento pagine di atti, giunto dall’Olanda. Nel fascicolo del procedimento romano sono presenti i verbali del primo interrogatorio svolto.
“Abbiamo sparato 7-8 colpi in mare per scoraggiare l’avvicinamento di un’imbarcazione diversa da quella mostrata dalle autorità indiane”, raccontarono all’epoca i due militari. Un faccia a faccia che durò circa 5 ore e al quale i due militari si recarono per rendere dichiarazioni spontanee. Tra le carte del fascicolo anche l’audizione degli altri quattro fucilieri del Nucleo militare di protezione, che hanno detto di non essere stati testimoni diretti dell’accaduto. In pratica, di non aver visto niente. Sempre al 2013 risale la perizia che la Procura dispose sul computer e su una macchina fotografica che si trovavano a bordo della Enrica Lexie, la nave dove erano in servizio i due militari. Un lavoro che puntava a chiarire quanto avvenuto nel febbraio di otto anni quando furono uccisi Valentine Jelastine e Ajeesh Pink, due pescatori imbarcati su un peschereccio indiano, a largo di Kochi. Sul pc di bordo sono registrate le conversazioni tra il comandante dell’equipaggio e l’armatore, nonché le comunicazioni fatte dagli organismi italiani mentre la macchina fotografica sarebbero state memorizzate le immagini del presunto attacco di pirati. Sui due fucilieri anche la Procura Militare aveva avviato un procedimento per i reati di ”violata consegna aggravata” e ”dispersione di oggetti di armamento militare” per poi spogliarsi del caso, lasciando tutta l’inchiesta in mano alla magistratura ordinaria.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Studenti italiani positivi rientrati a Roma da Malta
A Fiumicino presi sottobordo poi tampone in Covid hotel
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LA VALLETTA
24 luglio 2021
08:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono rientrati questa sera a Roma da Malta gli studenti italiani finiti in quarantena perché risultati positivi al Covid durante una vacanza-studio. Per permettere il loro rimpatrio, l’ente nazionale del turismo maltese (Mta) ha organizzato un charter per Roma Fiumicino operato dalla Neos Air con un Boeing 787-9 Dremliner che è giunto nello scalo romano poco dopo le 20.
I giovani, non transiteranno nell’aerostazione ma verranno presi direttamente sottobordo da personale medico e Protezione Civile, saranno quindi suddivisi e trasferiti in Covid hotel.
I giovani saranno ora sottoposti a un tampone presso il covid hotel di destinazione. La quarantena potrà poi essere ultimata nelle proprie abitazioni a patto che venga garantito l’isolamento. Lunedì scorso, prima di loro, erano tornati a casa da Malta i primi 58 studenti che, seppur risultati negativi al test Covid, erano stati messi ugualmente in quarantena.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Legali Adriatici, è stato vittima di una violenza inattesa
‘Gli ha procurato stato di confusione, è affranto e distrutto’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VOGHERA (PAVIA)
23 luglio 2021
17:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’assessore alla Sicurezza del Comune di Voghera Massimo Adriatici, martedì sera quando ha ucciso con un colpo di pistola il trentottenne Yous El Boussettaoui è stato “vittima di una violenza inattesa che l’ha fatto cadere a terra procurandogli uno stato di confusione”. Lo hanno detto i legali dell’uomo politico secondo cui “sono insussistenti le ragioni di una custodia cautelare”.

Adriatici, hanno aggiunto i suoi avvocati Colette Gazzaniga e Gabriele Pipicelli, è “affranto e distrutto”, spiegando che l’assessore si era attivato perché l’immigrato ucciso “‘aveva avuto comportamenti violenti’ scagliando anche una bottiglia nella piazza”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: fermati presunti scafisti sbarco nel reggino
Due russi, avrebbero condotto barca a vela con circa 50 persone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ARDORE
23 luglio 2021
17:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I carabinieri hanno sottoposto a fermo due cittadini russi ritenuti responsabili di essere gli scafisti dello sbarco di una cinquantina di migranti avvenuto nel primo pomeriggio di ieri a Sant’Ilario dello Ionio. I migranti sono giunti sulla spiaggia nel pomeriggio, trasportati da una barca a vela.
Una volta a terra sono stati intercettati e soccorsi dai carabinieri che hanno provveduto ad accompagnarli nel centro di prima accoglienza. Dopo pochi minuti, i militari hanno intercettato i presunti scafisti all’estremità Nord del lungomare di Ardore, dove mescolandosi fra la gente, fingevano di essere turisti. Una volta identificati, i due, rispettivamente di 36 e 27 anni, sono stati poi fermati per ingresso illegale sul territorio nazionale e favoreggiamento dell’ immigrazione clandestina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Minorenne e giovane morti per overdose metadone
A Trieste, a distanza di poche ore. Indagini su terzo morto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
23 luglio 2021
18:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un ragazzo di 16 anni e un giovane di 26 sono morti in occasioni diverse e a poche ore di distanza per presunte overdose di metadone, a Trieste. Sui due casi sta indagando la Squadra mobile della Questura, così come su un terzo morto, un giovane di 28 anni, le cui cause del decesso non sono state ancora chiarite ma che potrebbe essere in qualche modo collegato all’assunzione di sostanze stupefacenti o simili.

Su tutte e tre le vicende, comunque, occorrerà fare accertamenti; il pm incaricato del caso dovrebbe infatti disporre l’autopsia sui corpi dei giovani.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: 5.143 POSITIVI, 17 VITTIME
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 luglio 2021
18:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Continuano a salire i casi Covid in Italia. Sono 5.143 i positivi ai test individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute.
Ieri erano stati 5.057 Sono invece 17 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 15.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Musica: hit parade, Maneskin ancora primi nella top ten
Seguono il rapper Rkomi e Sangiovanni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 luglio 2021
18:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono ancora i Maneskin con il loro Teatro d’Ira – Vol.I, a dominare la classifica degli album più venduti secondo i dati forniti da Fimi/Gfk relativi alla settimana che va dal 16 al 22 luglio. Il gruppo vincitore di Sanremo 2021 e dell’Eurovision Song Contest guadagna anche il settimo gradino della top ten dei singoli più scaricati con I wanna be your slave.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sul podio seguono il rapper Rkomi con il suo Taxi driver e Sangiovanni, finalista di Amici 2021, con l’album omonimo, che invertono le posizioni della precedente hit parade piazzandosi al secondo e terzo posto della top ten. Sale due gradini e si ferma al quarto Madame con l’album che porta il suo stesso nome. Resta saldo in quinta posizione il rapper Fred De Palma con il suo album “Unico”. Segue l’unica new entry della classifica, Faith, secondo album in studio del rapper statunitense Pop Smoke, pubblicato dopo la sua morte soltanto il 16 luglio 2021, da Victor Victor Worldwide e Republic Records.
Il disco presenta ospiti come Kanye West, Dua Lipa, Kid Cudi, Quavo, Pharrell Williams, Chris Brown, Pusha T, Lil Tjay e Future.
Primo tra i singoli più scaricati Blanco & Sfera Ebbasta con Mi fai impazzire che spinge via dalla vetta al secondo posto Mille del trio Fedez, Achille Lauro & Orietta Berti. Tre nuovi ingressi sul podio dei vinili più venduti: in testa Ligabue con 77 Singoli/LP 11, seguito da Eros Ramazzotti con Dove c’è musica e da Franco Battiato & Antony con Del suo veloce volo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: Regione Fvg, misure incidono, balzo prenotazioni
Vicegovernatore Riccardi, 7.059 alle 17.30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
23 luglio 2021
18:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Solo oggi si sono prenotate per la vaccinazione anti Covid-19 ben 7.059 persone. Un risultato importante che conferma quanto la decisione di introdurre alcune limitazioni nell’accesso a locali ed eventi pubblici per chi non è in possesso del Green pass a partire dal 6 agosto abbia già inciso su coloro che sono indecisi riguardo al vaccino”.
Lo ha detto il vicegovernatore del Fvg con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, commentando la rilevazione effettuata alle 17.30 sui dati odierni delle prenotazioni per la somministrazione del vaccino.
Riccardi ha precisato: “In questi giorni stiamo assistendo a un incremento dei contagi e il vaccino è l’unico strumento con il quale potremo sconfiggere definitivamente il coronavirus e ritornare alla normalità. Inoltre, vaccinarsi è, oltre a una forma di tutela per se stessi, un gesto di responsabilità nei confronti degli altri, in particolare di coloro che per motivi di salute non possono essere immunizzati”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 5.143 positivi, 17 vittime
237.635 tamponi effettuati, stabile tasso di positività al 2,2%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 luglio 2021
18:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Continuano a salire i casi Covid in Italia. Sono 5.143 i positivi ai test individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute.
Ieri erano stati 5.057 Sono invece 17 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 15.
I tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle ultime 24 ore sono stati 237.635, ieri erano 219.778. Il tasso di positività è del 2,2%, stabile rispetto al 2,3% di ieri. In pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 155, 3 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 10 (ieri 12). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.307, in aumento di 70 rispetto a ieri.
In totale i casi in Italia dall’inizio dell’epidemia sono 4.307.535, i morti 127.937. I dimessi ed i guariti sono invece 4.120.846, con un incremento di 1.239 rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 58.752, in aumento di 3.886 unità nelle ultime 24 ore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: non si arresta corsa virus in Sardegna
261 casi, Rt e incidenza per 100mila abitanti più alti d’Italia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
23 luglio 2021
19:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La corsa alla prenotazione per i vaccini in Sardegna non c’è stata neppure dopo l’annuncio delle nuove regole per il green passa da parte del Governo, mentre invece prosegue quella dei nuovi contagi. Nell’ultimo aggiornamento del bollettino nazionale del ministero della Salute sono stati riportati 261 nuovi casi – rispetto ai 246 di ieri – su 6.890 tamponi effettuati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non si registra nessun decesso (1.496 in totale nell’Isola) mentre scendono da 60 a 51 i ricoverati in area medica ma si registra l’ingresso di 2 persone in terapia intensiva (sei in totale).
Il tutto mentre schizza verso l’alto il valore dell’indice di trasmissibilità del contagio Rt che nell’Isola raggiunge il valore di 2.24 (il doppio rispetto a 1.12 della scorsa settimana), secondo il monitoraggio settimanale dell’Iss-Ministero della Salute sull’andamento dei contagi da Covid-19 esaminato della cabina di regia.. La Sardegna continua ad essere classificata a rischio moderato.
L’Isola rientra anche tra le quattro regioni che nel periodo tra il 16 e il 22 luglio hanno superato la soglia dei 50 casi per 100mila abitanti e che quindi, se non fosse stato previsto l’aggiornamento dei parametri nel nuovo decreto, sarebbero finite in zona gialla dalla prossima settimana. Nello specifico, la Sardegna, con 82,8 contagi su 100mila abitanti è in testa a tutte le altre. Seguono poi il Veneto (68,9), il Lazio (68,8) e la Sicilia (64,9).
all’interno del territorio regione, dopo l’impennata di casi che ha riguardato il sud dell’Isola, crescono anche i positivi al Covid a Sassari e Alghero. Nel capoluogo di provincia il numero di contagiati supera di nuovo quota cento con 19 nuovi positivi in un giorno per un totale di 102 persone che hanno contratto il virus e 11 in quarantena. Una settimana fa casi positivi erano solo 45. Ad Alghero le persone contagiate sono attualmente 69 e 72 quelle in quarantena per essere entrate in contatto con casi positivi. Complessivamente nel nord ovest dell’Isola sono tre i pazienti Covid ricoverati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Green Pass:protesta a Trieste, in centinaia senza mascherina
Assembrati in centro, contestano ‘vaccino sperimentale’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
23 luglio 2021
20:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alcune centinaia di persone, senza mascherine e vicine tra loro, stanno manifestando in piazza della Borsa a Trieste contro il Green pass e “il vaccino genetico sperimentale ‘per vivere'”. L’iniziativa è promossa da Alister (Associazione per la libertà di scelta delle terapie mediche) e da ‘Vivere o sopravvivere’.

Su un palco, allestito nel centro della piazza, si alternano interventi per ribadire il no alle misure introdotte dal governo. “Il Green pass non è giustificato da niente – afferma Walter Pansini, presidente di Alister Trieste – perché tutta l’architettura del Covid si poggia sull’analisi di un tampone che viene usato in modo non scientifico”.
“Vergogna”, “Assassini”, “Non si toccano i bambini” sono tra i cori che si levano tra la folla, alternati a fischi. Alcuni manifestanti indossano al collo cartelli con su scritto “Cittadina italiana discriminata’ o “Green pass uguale Apartheid”. Sono stati esposti striscioni con lo slogan “No Green Pass”, con la parola Green sostituita da Black.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caldo intenso nel week end, a Perugia bollino rosso
Altre 8 città in arancione. Da domenica anche forti temporali
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
23 luglio 2021
20:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fine settimana da ‘bollini’ rossi e arancioni per il caldo. Si attendono infatti temperature alte in alcune città italiane con possibili ricadute sulla salute E così tre giorni di bollino rosso per Perugia, che sta a indicare condizioni di emergenza con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive, e non solo sui sottogruppi a rischio. Già a partire da oggi e fino a domenica 25 luglio. Cinque invece le città con bollino arancione (livello 2, che indica il rischio caldo per la salute della popolazione più suscettibile) per sabato e domenica, che, però, proprio domenica saliranno a 8. Questo l’ultimo bollettino del ministero della Salute sulle ondate di calore per questo fine settimana, e che prende in esame la situazione in 27 centri urbani.
Intanto quello che sta iniziando viene indicato dai meteorologi un week end “rovente” ma che porterà anche intensi temporali e grandinate da domenica, secondo gli esperti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel dettaglio, rispetto ai rischi per la salute, il bollettino delle ondate di calore indica tre giorni di bollino rosso per Perugia. Due giorni, sabato e domenica, di bollino arancione per 5 città: Bologna, Firenze, Frosinone, Rieti e Roma. A cui vanno ad aggiungersi, per la sola giornata di domenica, sempre con livello arancione, Campobasso, Latina e Pescara.
Sul fronte più strettamente del meteo, fine settimana rovente ma non solo, indicano gli esperti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oltre al caldo, l’anticiclone africano regalerà all’Italia anche maltempo estremo su alcune regioni. Nei prossimi giorni l’anticiclone sub-tropicale perderà potenza al Settentrione dove l’infiltrazione di aria più fresca dall’oceano Atlantico, darà vita a sfuriate temporalesche che colpiranno gran parte delle regioni, anche nella prossima settimana. Soltanto il Centro-Sud sarà protetto dal mostro africano e infatti qui le temperature cominceranno a salire raggiungendo picchi di 35-36°C su Toscana, Lazio, poi Puglia e coste lucane e anche di 42°C in Sardegna. Sul fronte rovesci, da domenica grandinate talvolta eccezionali potranno raggiungere anche le zone pianeggianti di Piemonte e Lombardia, come Torino e Milano. Nei giorni successivi i fenomeni temporaleschi si estenderanno anche al resto delle regioni settentrionali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: in Lombardia oltre 62mila prenotazioni
Oltre 20mila di ragazzi in età scolare
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 luglio 2021
21:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono oltre 62mila le persone che oggi (fino alle 20) si sono prenotate per la vaccinazione anticovid in Lombardia, e di queste un terzo sono ragazzi in età scolare.
A quanto riferisce la Regione, le prenotazioni sono state 62.606.
Di queste 21.223 sono di studenti. Sette prenotazioni sono di operatori sanitari, 40 di disabili o di chi si prende cura di loro e 77 di persone estremamente vulnerabili.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fisica: morto Virasoro, studiò teoria delle stringhe
Amico di Parise e Mézard,diresse Ictp; insegnò a Sissa, Sapienza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
24 luglio 2021
00:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È morto all’età di 81 anni Miguel Virasoro, fisico argentino e direttore, dal 1995 al 2002, del Centro Internazionale di Fisica Teorica “Abdus Salam” – ICTP di Trieste. Virasoro, nato a Buenos Aires, era noto a livello internazionale per le sue ricerche in fisica teorica e fisica matematica.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Laureatosi all’Universidad de Buenos Aires nel 1962, lasciò il Sudamerica dopo la Noche de los Bastones Largos, lo sgombero violento da parte della polizia federale argentina, il 29 luglio 1966, di studenti e insegnanti che avevano occupato cinque facoltà accademiche dell’Università di Buenos Aires per rivendicarne l’autonomia dal governo militare del Generale Juan Carlos Onganía.
Il fisico argentino si trasferì in Italia nel 1977 dove, oltre all’ICTP, aveva collaborazioni e amicizie alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati – SISSA, sempre a Trieste, trascorse inoltre periodi di ricerca e insegnamento anche all’Università di Torino e di Roma “La Sapienza”, dove insegnò per 30 anni. Attualmente era professore emerito all’Instituto de Ciencias, Universidad Nacional de General Sarmiento, Argentina.
Virasoro era noto per gli studi sulla teoria delle stringhe e per lo sviluppo di algebre di Lie a dimensione infinita; con Giorgio Parisi, presidente dell’Accademia Nazionale dei Lincei, e Marc Mézard, direttore dell’École normale supérieure di Parigi, ha dato un grande contributo alla meccanica statistica, e allo studio dei “vetri di spin” in dimensioni infinite.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2020 fu insignito della Medaglia Dirac dell’ICTP, condividendo il premio con André Neveu dell’Università di Montpellier e Pierre Ramond della University of Florida, “per i loro contributi pionieristici all’inizio e alla formulazione della teoria delle stringhe che ha introdotto nuove simmetrie bosoniche e fermioniche in fisica”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccisa a Faenza: chiesto il giudizio immediato per due
Imputati l’ex marito Nanni come mandante e Barbieri, esecutore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RAVENNA
24 luglio 2021
08:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Procura di Ravenna ha chiuso l’indagine con una richiesta di giudizio immediato per l’omicidio di Ilenia Fabbri, la 46enne sgozzata nel suo appartamento di via Corbara a Faenza, nel Ravennate, il 6 febbraio scorso a cavallo delle 6. Gli imputati, come riportato dalla stampa locale, sono l’ex marito della donna, il meccanico faentino 54enne Claudio Nanni inquadrato dagli inquirenti quale mandante del delitto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E il 53enne Pierluigi Barbieri, alias ‘lo Zingaro’, originario di Cervia ma domiciliato nel Reggiano, esecutore materiale reo confesso.
La richiesta di immediato si basa sulle stesse contestazioni dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip Corrado Schiaretti che il 3 marzo aveva fatto finire in carcere i due sospettati sulla base degli elementi raccolti da squadra Mobile di Ravenna, Sco di Roma e locale Commissariato, arricchite da particolari sulle modalità del delitto riferiti dal Barbieri in due successive confessioni davanti allo stesso Gip prima e alla polizia e al Pm poi. A breve il Gip dovrebbe emettere il decreto con la data di avvio del processo davanti alla Corte di Assise di Ravenna notificandolo alle parti: oltre agli imputati, anche ai Pm titolari del fascicolo Daniele Barberini e Angela Scorza e alle persone offese, in primis la figlia Arianna della coppia che più di recente ha deciso che si costituirà parte civile pure contro il padre.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Green pass: raddoppiate prenotazioni prime dosi in Calabria
Ieri 4.500 iscritti negli elenchi delle persone da vaccinare
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
24 luglio 2021
10:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono raddoppiate le prenotazioni in Calabria per sottoporsi alla prima vaccinazione anti Covid.
Ieri ne sono state registrate 4.500, il 50% in più rispetto al giorno precedente.
Un incremento che è chiaro effetto dell’introduzione dell’obbligatorietà del Green pass per frequentare determinati luoghi annunciata dal premier Mario Draghi.
Complessivamente, due giorni fa sono state somministrate 18.177 dosi di vaccino. Ad oggi, con i dati dell’Agenzia italiana del farmaco aggiornati alle 6, in Calabria sono state somministrate 1.880.117 dosi a fronte dei 2.100.281 disponibili, pari all’89,5%.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pastasciutta antifascista a Casa Cervi e in tutta Italia
Il 25 luglio, a Gattatico 800 persone per via della pandemia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
24 luglio 2021
10:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Come ogni anno, domani, 25 luglio si terrà a Casa Cervi di Gattatico (Reggio Emilia) la storica Pastasciutta Antifascista. Visti i tempi di pandemia, si tratta, come l’anno scorso, di una edizione limitata: saranno circa 800 i presenti alla festa, con i posti disponibili esauriti pochi giorni dopo l’apertura delle prenotazioni.

La Pastasciutta ha origine il 25 luglio del 1943, quando la Famiglia Cervi organizzò una grande pastasciuttata nella piazza del vicino paese di Campegine, offerta a tutti i presenti, per festeggiare la destituzione e l’arresto di Benito Mussolini dopo la riunione del Gran Consiglio del Fascismo.
Giunta alla sua 27/a edizione, con gli anni è diventata una festa conosciuta e celebrata a livello nazionale come simbolo di libertà, pace e antifascismo. Sono oltre ottanta le Pastasciutte ufficiali che quest’anno si sono iscritte alla Rete delle Pastasciutte, oltre un centinaio se si considera il totale. Dal Friuli alla Calabria, dal Piemonte alla Puglia, e all’estero, grazie a due comunità italiane negli Stati Uniti e nella Repubblica Dominicana. Tutti uniti per festeggiare la storica celebrazione nata grazie ai Cervi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Caso Eni, pg Cassazione chiede trasferimento Storari da Milano
La richiesta alla Sezione disciplinare del Csm
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 luglio 2021
11:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Via dalla Procura di Milano il pm del caso Amara, Paolo Storari. A chiederlo alla sezione disciplinare del Consiglio superiore della magistratura- che ha convocato l’udienza per il 30 luglio- è il procuratore generale della Cassazione, Giovanni Salvi, che ha avviato l’ azione disciplinare nei confronti del magistrato.

La richiesta è quella di allontanare d’urgenza dalla Procura di Milano Storari, che nell’aprile del 2020 aveva consegnato i verbali segretati in formato word sulla presunta associazione segreta ‘Loggia Ungheria’ all’allora consigliere del Csm Piercamillo Davigo, e trasferirlo d’ufficio in via cautelare senza che possa più esercitare le funzioni di pm nemmeno nella nuova sede. Tra le gravi scorrettezze che Salvi contesta a Storari sul piano disciplinare c’è- a quanto scrive il Corriere della Sera- “l’informale e irrituale” consegna a Davigo di copie non firmate di verbali “su una supposta associazione segreta di cui avrebbero fatto parte anche due consiglieri Csm”: essendo stata fatta “a un singolo consigliere Csm” e “a insaputa del procuratore di Milano”, avrebbe violato le modalità formali ricavabili da due circolari Csm del 1994 e 1995.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incendi: ancora fiamme in Sardegna, oggi bollino rosso
Proseguono le bonifiche a San Basilio, ieri in fumo 200 ettari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
24 luglio 2021
11:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Roghi sin dal primo mattino in Sardegna, nella giornata da bollino rosso per rischio incendi, come da preallarme della Protezione Civile regionale. Il nuovo incendio è scoppiato a Calangianus (Sassari), dove sta intervenendo un elicottero della base di Tempio Pausania.

Intento proseguono con l’ausilio di un elicottero del Corpo forestale proveniente dalla base di Villasalto le operazioni di bonifica del rogo di ieri nelle campagne di San Basilio (Sud Sardegna), dove sono andati in fumo 200 ettari di bosco e seminato e dove sono dovuti intervenire anche tre Canadair, Bonifiche in corso anche a Bonarcado (Oristano), sempre le spegnere definitivamente le fiamme divampate ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cercava la madre per curare tumore, la donna partirà per gli Usa
L’infermiera di origini comasche partirà a fine estate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 luglio 2021
11:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Daniela Molinari, l’infermiera di origini comasche che cercava la madre biologica che l’aveva abbandonata alla nascita con l’obiettivo di tracciare il dna e consentirle di affrontare una cura sperimentale contro il cancro, partirà per Houston alla fine dell’estate. Negli Usa la donna, che ha trovato la mamma biologica e ha potuto tracciare il dna, come riporta la Provincia di Como, sarà finalmente sottoposta ad una terapia sperimentale che potrebbe salvarle la vita.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“L’incertezza sulla situazione sanitaria internazionale mi preoccupa, mi chiedo cosa succederà ai collegamenti aerei nei prossimi mesi. – ha spiegato Daniela al quotidiano – Mi spaventa la prospettiva di dover forse partire da sola, senza mio marito, e delle incognite che potrei dovermi trovare ad affrontare senza il suo sostegno”. Intanto prosegue la raccolta fondi per aiutare Daniela a sostenere le spese ingenti che dovrà affrontare per recarsi negli Usa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Recuperati 250 kg di sabbia e ciottoli rubati a Villasimius
Associazione, preferiscono tornare a casa con 1000 euro di multa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
24 luglio 2021
11:13
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non sono serviti gli appelli degli anni scorsi e neppure lo spot dell’Agenzia del Demanio e della Regione che quest’anno hanno messo in campo testimonial d’eccezione per fermare le ruberie di sabbia e pietre dalle spiagge della Sardegna. Dopo gli 11 turisti multati per avere sottratto nelle ultime settimane sabbia e sassi dai litorali, ora si scopre che nei giorni scorsi altri villeggianti cercavano di portare fuori dall’Isola 250 chili di materiale “rubato” dalle spiagge di Villasimius.
Sabbia e ciottoli che oggi tornano a casa, fa sapere l’associazione Sardegna Rubata e Depredata che su Facebook rilancia la notizia del ritrovamento. “Eppure è un concetto semplice da capire, dell’ecosistema spiaggia non si deve portare via niente – scrive l’associazione che da anni si occupa della tutela dei litorali – Per chi non ha le capacità di capirlo da solo non mancano le informazioni, gli avvisi, gli spot e la martellante campagna divulgativa…. Ma niente, questi preferiscono tornare a casa con una multa da 1000 euro. Gli instancabili amici del corpo delle Guardie Ambientali di Villasimius riporteranno ogni singolo granello nel luogo che gli compete”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso in piazza: il sindaco, Voghera è una città moderata
Garlaschelli, Adriatici assessore apprezzato per il suo lavoro
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 luglio 2021
11:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Massimo Adriatici, l’assessore alla sicurezza di Voghera agli arresti domiciliari per aver sparato in piazza a Youns El Boussetaoui, trentottenne marocchino conosciuto come Musta, è “persona stimata e rispettata in città di cui abbiamo apprezzato il lavoro di questi mesi”. Lo ha spiegato il sindaco Paola Garlaschelli in un messaggio agli abitanti della cittadina pavese parlando della “tragedia che si è consumata” e della “strumentalizzazione mediatica che hanno assunto fatti che la magistratura è stata chiamata a chiarire”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un messaggio con cui ha rotto il silenzio dopo giorni in cui ha preferito non intervenire.
“Voghera è una città oggi ferita come lo siamo noi tutti. Ho il dovere di difenderla e di descrivere la realtà, che è ben diversa da quella che sta emergendo. Voghera – ha sottolineato – è una città moderata e accogliente in cui un pilastro portante del vivere sociale è costituito da associazioni di volontariato e da una fitta rete di servizi sociali”. “Mi rivolgo a tutti – aggiunge in vista della manifestazione organizzata per il pomeriggio di oggi 24 luglio – richiamando i valori più veri in ognuno di noi, affinché la tragedia già avvenuta non inneschi una spirale di violenza” .”Spegniamo le ostilità – ha concluso – e uniamoci solidali, perché il modo migliore per rispettare la memoria di chi non c’è più è preferire il dialogo all’odio e alle barricate”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ginecologa scomparsa: fidanzato, Sara cambiò dopo episodio
“Costretta a rimanere in una stanzetta da sola senza far nulla”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRENTO
24 luglio 2021
12:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Costretta per un intero pomeriggio a rimanere in una stanzetta da sola senza far nulla e solo alle 21, terrorizzata dalla neve, è riuscita ad andarsene e prendere l’auto per tornare a casa”. E’ uno degli episodi che riguardano la giovane ginecologa scomparsa Sara Pedri che racconta il fidanzato Guglielmo Piro in una intervista al portale news ildolomiti.it.
“Dopo questo episodio – aggiunge Piro – ha smesso di raccontarmi quello che le succedeva. Ha iniziato a cambiare atteggiamento nei confronti dell’ambiente di lavoro. Aveva paura ed ha iniziato ad andare al lavoro controvoglia”.
“Io le dissi – racconta il fidanzato – di dimettersi perché quello era un ambiente malsano. Ma da quel momento non mi ha più raccontato quello che le accadeva al lavoro, mi diceva solo che aveva avuto un’altra ‘giornata nera’ o un’altra ‘giornata difficile’.” Sulle indagini spiega che “se c’è un colpevole pagherà ma non vado a puntare il dito contro nessuno. A me interessa solo di Sara e che torni da noi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Confermati gli arresti domiciliari per l’assessore Adriatici, sparò e uccise un uomo a Voghera
Proposta del Pd per maggiori controlli sulla detenzione delle armi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 luglio 2021
12:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il gip di Pavia ha convalidato l’arresto dell’assessore alla Sicurezza del Comune di Voghera Massimo Adriatici confermando, per l’uomo politico, gli arresti domiciliari. Adriatici è accusato di eccesso colposo di legittima difesa per l’uccisione di Youns El Boussetaoui, avvenuta martedì sera con un colpo di pistola in piazza.
Più controlli sulla detenzione di armi da fuoco e per il rilascio e il rinnovo della licenza di porto d’armi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ quanto prevede una proposta di legge depositata dal deputato Pd Walter Verini alla Camera, con firme di deputati Pd, M5s, Iv e Leu. Il testo, presentato prima dei fatti di Voghera, è di 4 articoli e prevede che sia una commissione medica a rilasciare un certificato di idoneità psicofisica alla richiesta e al rinnovo del porto d’armi, con revoca per “segni anche iniziali di disturbi psico-comportamentali”. Aumenta i controlli sulla vendita ed estende gli obblighi di comunicazione ai familiari.
Massimo Adriatici è “persona stimata e rispettata in città di cui abbiamo apprezzato il lavoro di questi mesi,”. Lo ha scritto il sindaco Paola Garlaschelli in una lettera agli abitanti della cittadina pavese parlando della “tragedia che si è consumata” e della “strumentalizzazione mediatica che hanno assunto fatti che la magistratura è stata chiamata a chiarire”. “Sono giorni difficili per la nostra comunità – scrive il sindaco nella lettera aperta -. Siamo increduli per la tragedia che si è consumata, scossi dal clamore che ha investito la nostra città e dalla strumentalizzazione mediatica che hanno assunto fatti che la magistratura è stata chiamata a chiarire. E’ successo qualcosa di molto grave che inevitabilmente ci induce a riflettere profondamente. E’ morta una persona in circostanze drammatiche e un assessore della mia giunta, persona stimata e rispettata in città, di cui abbiamo apprezzato il lavoro di questi mesi, è stato travolto da un fatto tragico. Non sta a noi giudicarne le responsabilità o le colpe. Insieme ai colleghi della giunta ed ai consiglieri di maggioranza ho ritenuto che un rispettoso silenzio fosse in questi giorni la scelta più saggia”.
“Indagare, ricostruire i fatti ed emettere sentenze non è compito di chi amministra la città, anzi – aggiunge Garlaschelli – rischierebbe solo di complicare il lavoro delle forze dell’ordine e della Magistratura, che stanno lavorando con grande impegno per accertare le responsabilità dell’accaduto. Voghera è una città oggi ferita come lo siamo noi tutti. Ho il dovere di difenderla e di descrivere la realtà, che è ben diversa da quella che sta emergendo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sos rifiuti Roma,discarica Albano rischia di non riaprire lunedì
Ecoambiente a Raggi, ‘mancano fidejussioni per il riavvio’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
24 luglio 2021
13:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A rischio l’apertura della discarica di Albano dove dovrebbero essere smaltiti parte dei rifiuti di Roma. Ecoambiente, società titolare dell’impianto, in una lettera inviata a Città Metropolitana di Roma Capitale, sindaca Virginia Raggi, al Ministero della Transazione Ecologica, al prefetto di Roma e alla Regione Lazio, informa che non sono mai arrivate le fidejussioni necessarie per la riapertura del sito.

E che per questo “non sarà garantito il servizio di conferimento previsto per lunedì 26”. Raggi aveva firmato il 15 luglio l’ordinanza per la riapertura della discarica di Albano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Regione Fvg, oggi rioccupate terapie intensive
Vicegovernatore Riccardi, due nuovi casi, a Udine
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MARTIGNACCO
24 luglio 2021
13:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi riapriamo la terapia intensiva di Udine con due pazienti”. Lo ha reso noto il vicegovernatore con delega alla Salute Riccardo Riccardi a margine del convegno “Come si organizza un evento inclusivo” ma ricordando che il giorno successivo alla decisione del governo di introdurre il greenpass le prenotazioni sono aumentate, superando le 7.000 richieste in una sola giornata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo adesioni oltre il 63 per cento della platea complessiva, il 71 per cento se teniamo conto della popolazione dai 20 anni in su. In una condizione di normalità, senza il rischio delle varianti, questa percentuale determinerebbe l’aver quasi raggiunto la soglia di immunità, ma purtroppo non è così.
Davanti alle mutazione del virus dobbiamo andare più avanti.
L’obiettivo di vaccinare almeno 900mila persone dunque – ha ribadito Riccardi – resta determinante”.
In merito al greenpass per Riccardi “chi può vaccinarsi e decide di non farlo, con questo andamento del contagio, potrebbe trovarsi in condizioni di agibilità diverse. Non sono limitazioni delle persone ma indispensabili misure di sicurezza per contenere un’epidemia dalla quale non siamo ancora usciti.
Ciò però deve distinguere chi non si è vaccinato per ragioni di salute”. Sugli indecisi: “Dopo tutto quello che è accaduto in questi mesi, dove professionisti e presunti esperti dicevano la loro, si è creata un’inevitabile situazione di incertezza che può essere sciolta solo analizzando e comunicando i dati: solo lo 0,01 per cento di chi si è vaccinato ha dovuto ricoverarsi in ospedale. È la fotografia della realtà che va affrontata ancora con decisione.”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morto 26enne accoltellato in strada a Roma
Ieri durante lite. Indaga polizia, si cercano i due aggressori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
24 luglio 2021
13:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto nella notte in ospedale il ragazzo accoltellato ieri in strada in zona Ostiense a Roma. Lo si apprende da fonti investigative.
Il 26enne albanese era stato soccorso in piazza del Gazometro e portato in codice rosso in ospedale, dov’è stato sottoposto a intervento. Sulla vicenda indaga la polizia. A quanto ricostruito finora, l’uomo sarebbe stato accoltellato in via dei Magazzini generali durante una lite con due persone che sono poi scappate. È stato colpito alle spalle e all’addome. Il 26enne, dopo essere stato ferito, si è trascinato fino a piazza del Gazometro dov’è stato soccorso.
Sono in corso indagini per risalire agli aggressori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sgominata ad Ostia banda spacciatori di crack e cocaina
In case popolari ‘vedette’ anche in monopattino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
24 luglio 2021
13:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sgominata ad Ostia una banda che spacciava crack e cocaina nelle case popolari. I carabinieri della Compagnia di Ostia hanno sottoposto agli arresti domiciliari quattro persone, tutte originarie della capitale, e collocato in comunità due minorenni, italiani, dando esecuzione a due ordinanze emesse dai Gip dei rispettivi Tribunali, per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un ulteriore indagato è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.
Le indagini hanno consentito di accertare un’intensa attività di spaccio di crack e cocaina (cosiddetta “cotta” e “cruda”) : come base operativa c’era un appartamento di proprietà dell’Ater-Comune di Roma, assegnato ad una componente del gruppo criminale, poi sequestrato. Grazie a numerosi servizi di appostamento ed all’utilizzo delle intercettazioni video ed ambientali, è stato documentato un frenetico “via-vai” di acquirenti che, attraverso dei messaggi convenzionali, richiedevano la sostanza stupefacente allo spacciatore di turno posizionato, a rotazione con gli altri indagati, dentro l’appartamento e questi, protetto da una fitta rete di “vedette”,(munite anche di monopattini)l, e da un sistema di videosorveglianza, cedeva lo stupefacente, a seconda della richiesta, in “decini”, “quindicini” e “ventini”, attraverso la grata di protezione della porta d’ingresso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: studenti rientrati da Malta, per tutti fatti tamponi
Ospiti in Covid Hotel, 11 negativi già andati via con famiglie
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
24 luglio 2021
13:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il Servizio Sanitario regionale del Lazio ha risposto alla chiamata della Protezione Civile Nazionale prendendo in carico i ragazzi provenienti da Malta, che sono stati tutti sottoposti a tampone. I tamponi effettuati sono stati 167 e in questo momento i ragazzi son ospiti in una struttura Covid hotel, con il supporto dell’Ares 118 e di un team di sei psicologi esperti in emergenza.
I giovani verranno, via via che si conoscerà l’esito dei test, riportati nelle rispettive regioni di provenienza. I primi ad andare via sono stati 11 ragazzi accompagnati dalle famiglie con un pullman messo a disposizione dalla Regione Piemonte. Desidero ringraziare tutti i nostri operatori per la preziosa collaborazione e per la professionalità che stanno dimostrando anche in questa circostanza, un ringraziamento particolare va al team dell’Ares 118”. Lo scrive in una nota l’assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cresce il successo per i videoessay e il VEFF li premia
I premi della seconda edizione del festival. Premiata categoria ‘classic’ per i 50 anni di Arancia Meccanica
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
24 luglio 2021
14:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue il successo dell’innovativa forma di critica sull’audiovisivo nota come videoessay e il Video Essay Film Festival, (VEFF) giunto alla sua seconda edizione, ne premia la diffusione.
Tante le proposte giunte alla manifestazione realizzata da Fondazione Cinema per Roma e MAXXI nell’ambito di Cinema al MAXXI, in collaborazione con il Dipartimento di Storia, Antropologia, Religioni, Arte, Spettacolo della Sapienza Università di Roma, ed è curato da Mario Sesti e Andrea Minuz.
Intanto, per i meno addictet ricordiamo che i videoessay (video-saggi) sono video brevi (in media 5 minuti), spesso didattici, ad alto potenziale virale, che mettono in luce uno o più aspetti del fare cinema.
Il premio per il miglior Videoessay per la forma è andato a ‘Corpi fuori di sé: il desiderio in Pedro Almodovar di Elisa Chiari. Ecco la motivazione: Per la scelta originale della tecnica, legata all’uso del desktop del computer, con la quale isola e scompone alcuni dei nodi più roventi e toccanti, emotivi e drammatici, del cinema del grande regista spagnolo, prolungandone il riverbero sentimentale.
Rivolto a tutti gli studenti universitari delle accademie e delle scuole di cinema nazionali e internazionali il Video Essay Film Festival ha assegnato anche il premio come miglior videoessay a ‘Orande you dead yet’ di Edoardo Spallazzi, “per la sua capacità di richiamare l’attenzione dello spettatore su una sottotraccia narrativa – si legge nella motivazione – apparentemente marginale per essere immediatamente riconosciuta, e saperla trasformare in un dispositivo di lettura critica e consapevole, e per la dimostrazione di come la critica, decifrando un dettaglio annidato in un contesto complesso, sappia regalare al nostro sguardo uno strumento di godimento in più”.
Il premio miglior Videoessay per il contenuto è andato a Broken souls di Giuseppe Indagati, “per l’efficacia, e la concentrazione, con la quale rilegge i tratti e le sfumature di un mood legato al melodramma e alla musica pop nella forma che esso acquista nella messa in scena, nella recitazione, nello storytelling di momenti cruciali di grandi film e personaggi ad essi legati”.
Menzione Speciale per Stairs di Adele Insardà, “per la scelta di affidarsi unicamente alle immagini, e alla musica, nel dimostrare l’universo di senso che il cinema disvela a partire da uno stesso oggetto e la declinazione illimitata dello sguardo.
Altra menzione Speciale a Il cinema nel cibo di Aldo Fabrizi di Francesco Capuano, “per l’evidenza con la quale, attraverso una ordinaria compilation di scene, mette in luce il talento inimitabile di un interprete nell’espressione più popolare dall’antichità fino agli ’60: quella della fame”.
In occasione dei cinquant’anni di Arancia meccanica di Stanley Kubrick, il VEFF ha deciso di invitare appassionati, studiosi, cinefili e allievi di scuole di cinema e di facoltà universitarie a esercitarsi con un video essay su uno dei maggiori capolavori del regista newyorkese e il premio per il miglior Videoessay Classic è andato a L’orrore e il diletto di Alberto Agnello, “per l’originalità con la quale viene raccontata l’antitesi senza tempo tra sublime e osceno che attraversa, mediante un percorso di rimandi e parallelismi, il linguaggio cinematografico e quello figurativo nel capolavoro di Stanley Kubrick”.
Infine BadTaste.it ha premiato Orange you dead yet di Edoardo Spallazzi: il sito pubblicherà online il video essay.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Costa, riflessione su criteri governo per piccole realtà
Apertura da sottosegretario Salute dopo richiesta Regione Vda
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
24 luglio 2021
14:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ci sono realtà con specificità diverse. Sono realtà piccole dove a volte anche percentuali e parametri possono mettere in difficoltà, o possono prefigurare scenari di criticità.
Su questo ovviamente dobbiamo aprire una riflessione e comprendere se possiamo dare risposte differenziate tenendo conto di quelle che sono specificità dei diversi territori del nostro paese”. Lo ha detto Andrea Costa, sottosegretario di Stato al Ministero della Salute, intervenendo durante la rassegna aCourma!, organizzata a Courmayeur. Lo spunto, ha riferito, è stato un colloquio con l’assessore alla Sanità della Valle d’Aosta, Roberto Barmasse.
Il presidente della Regione, Erik Lavevaz, nei giorni scorsi aveva dichiarato che con i nuovi criteri relativi alle percentuali di occupazione dei posti di terapia intensiva e dei posti di area medica la Valle d’Aosta “rischia di ‘chiudere’ per soli due o tre pazienti positivi ricoverati” nell’unico ospedale regionale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bernardo, ho portato l’arma in ospedale ma non in corsia
Il candidato sindaco del centrodestra a Milano,denuncerò Usuelli
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 luglio 2021
14:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La pistola non l’ho mai portata in corsia in mezzo ai bambini. Sono sicuro al 100%.
Se qualcuno mi ha visto vada in Procura con le fotografie. Io sono entrato con l’arma in ospedale, l’ho avuta addosso, se la notte rimango in ospedale. Visto che sono stato minacciato, mi è capitato di portarla, ma mai in corsia ne mai succederà”: il candidato sindaco del centrodestra a Milano, Luca Bernardo, che è primario di Pediatria all’ospedale Fatebenefratelli ha replicato così all’accusa del consigliere lombardo di +Europa, Michele Usuelli di essere entrato con un’arma in reparto. E spiega di aver dato “mandato al mio legale di denunciare penalmente per diffamazione”.
Nel frattempo si è infiammata la polemica politica fra il centrodestra e il centrosinistra.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Unesco: Montecatini Terme in lista patrimonio
Borgonzoni, è una giornata storica per l’Italia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
24 luglio 2021
15:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi è una giornata storica per l’Italia: Montecatini Terme è iscritto nella lista del patrimonio Unesco” così il sottosegretario alla Cultura Lucia Borgonzoni, che sta partecipando in collegamento da Roma alla sessione del 44/o Comitato del Patrimonio Mondiale riunito a Fuzhou, in Cina. “Montecatini Terme – dice Borgonzoni -, che rientra in una candidatura transanazionale “The Great Spas of Europe” assieme ad altri 7 Stati, è l’esempio di sistema termale italiano unico, da tutelare e valorizzare.
Il riconoscimento – conclude – è il risultato di un impegnativo percorso compiuto dal Ministero della Cultura e dal Comune”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La pittura del ‘300 a Padova è patrimonio Unesco
Scrovegni di Giotto e altre meraviglie di Urbs Picta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
24 luglio 2021
15:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tutto il ciclo pittorico di Padova del Trecento è patrimonio Unesco: è arrivato il via libera ad entrare nella World Heritage List da Fuzhou in Cina dove si è svolta la 44ma sessione del Comitato del Patrimonio mondiale Unesco. La Padova Urbs Picta comprende tutto il ciclo pittorico degli otto edifici e complessi monumentali nel centro storico della città, tra i quali la Cappella degli Scrovegni affrescata da Giotto, e gli affreschi del Palazzo della Ragione.
E’ il secondo sito Unesco della città, che è già nella lista con l’Orto Botanico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Csm: toghe Milano a Storari, sei ottimo pm e ti stimiamo
Messaggi di solidarietà, azione disciplinare ingiusta e viziata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 luglio 2021
15:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Sono senza parole. Ti conosco come un ottimo pm e la stima che tu hai fra di noi penso debba darti l’energia per superare tutto questo”.
E’ uno di una serie di messaggi inviati oggi dai magistrati di Milano al pubblico ministero Paolo Storari, nei cui confronti il pg della Cassazione ha chiesto al Csm il trasferimento d’urgenza per incompatibilità ambientale e il cambio di funzioni per il caso dei verbali di Amara. L’azione disciplinare è stata definita da un’altra toga “profondamente ingiusta e viziata” anche perché “sei tra i migliori pm” che lavorano al Palazzo di Giustizia milanese.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Antidiva Elizabeth Olsen, evito social e mondanità
L’attrice californiana al Filming Sardegna Festival
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SANTA MARGHERITA DI PULA
24 luglio 2021
16:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Molto bella e graziosa, ma poco sexy, la californiana Elizabeth Olsen, 32 anni, al Filming Sardegna Festival di Tiziana Rocca racconta un po’ di se da quando era bambina prodigio insieme alle due sorelle gemelle, fino alla Marvel (dove ha interpretato Wanda Maximoff, alias Scarlet) e poi la serie cult Disney di WandaVision.
Ma una cosa è certa la Olsen è sicuramente un’antidiva, una che non ama i social (ha cancellato il suo account Instagram nel 2020) e ha paura della mondanità, delle feste di Hollywood che se può evita.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un po’ come ci si aspetta dal suo personaggio di Wanda, l’attrice dice di sè: “Mi piace fare solo cose che mi sembrano autentiche e vere per me stessa. E molto spesso i social più che mettere in contatto le persone vengono usati per fare soldi, per vendere qualcosa”.
I film della Marvel spiega poi: “Sono molto difficili da fare, ma sono orgogliosa di aver fatto parte di queste produzioni in cui c’è tanta gente che ci lavora come anche del risultato”.
WandaVision? “Per me è un punto di arrivo nella mia carriera. È un film di genere, una comedy che ha tirato fuori una parte diversa di me e che mi ha fatto poi anche esplorare questa parte. Comunque una grande opportunità secondo molti punti di vista. Mi sono ritrovata come in un parco giochi a mostrare qualcosa di me che non sapevo di avere”.
E ancora su WandaVision? “Credo sia un genere di intrattenimento tipicamente americano, una di quelle sit-com a cui siamo abituati, una comfort-zone da seguire da un divano”.
La Pandemia? “Grazie alla pandemia ho imparato a vivere alla giornata ad ascoltare i momenti che vivo. In quel periodo siamo tutti vissuti come un criceto dentro la sua gabbia con tanto di ruota per giocare. Per la prima volta – aggiunge la Olsen – il mondo si è fermato e credo che anche grazie a questo si è creata un’empatia tra le persone che prima non c’era”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Disabilità: per i ciechi bastone che ‘dialoga’ con la città
Da Trieste progetto LETIsmart che Unci diffonderà in Italia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
24 luglio 2021
16:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si chiama LETIsmart ed è un dispositivo applicato al tradizionale bastone bianco per ciechi che permetterà ai disabili visivi di orientarsi e interagire con l’ambiente urbano muovendosi in autonomia. Un sistema collocabile in incroci, semafori, fermate dell’autobus, uffici, negozi ma anche siti turistici, ospedali, scuole, applicato per la prima volta a Trieste, dove il dispositivo è stato ideato e adottato e da cui parte l’implementazione nazionale per volontà dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti (Uici), che ha assunto LETIsmart come standard di riferimento nazionale sottoscrivendo oggi un Accordo per lo sviluppo con la triestina SCEN.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un microchip di 8 grammi consente di mettere in comunicazione il bastone bianco con mezzi pubblici e semafori, di orientarsi in negozi, scuole, uffici, lavori in corso. Il dispositivo si avvale di un altoparlante integrato ed è stato ideato da Marino Attini, esperto di elettronica ipovedente, e realizzato come progetto etico dalla SCEN, azienda leader nel mondo per la prototipizzazione snella con microcomponenti elettronici.
L’Uici, che rappresenta circa 2 milioni di ciechi e ipovedenti, ha supportato le fasi iniziali del progetto per poi validare la tecnologia come standard di riferimento nazionale. Presto LETIsmart sarà disponibile a Mantova e Como, il sito turistico di Paestum, e altri luoghi.
“Con questo sistema l’autonomia dei ciechi fa un passo avanti notevole – ha commentato il Presidente dell’UICI Mario Barbuto – La tecnologia è una delle chiavi più importanti per migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità visiva, da affiancare agli elementi tradizionali, che restano insostituibili”.
“Una città a misura per le persone diversamente abili è una città a misura per tutti”, ha affermato il Sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza.   ACCESSIBILITÀ

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Ucciso in piazza: presidio per Musta, ‘Adriatici assassino’
Protesta a Voghera: ‘Vogliamo giustizia’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VOGHERA (PAVIA)
24 luglio 2021
17:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono alcune centinaia, in gran parte di origini arabe, le persone che a Voghera stanno protestando per l’uccisione di Youns El Boussettaoui’ il marocchino ucciso martedì dall’assessore alla sicurezza Massimo Adriatici, conosciuto nella cittadina pavese come Musta.
Al presidio davanti al luogo in cui l’immigrato è stato colpito anche esponenti di varie realtà di sinistra.
“Vogliamo giustizia” scandiscono i manifestanti che accusano Adriatici di essere un “assassino”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Fvg, 68 contagi e 2 persone in terapia intensiva
Nessun decesso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PORDENONE
24 luglio 2021
17:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in Friuli Venezia Giulia su 3.343 tamponi molecolari sono stati rilevati 56 nuovi contagi con una percentuale di positività dell’1,67%. Sono inoltre 3.039 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 12 casi (0,39%).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nella giornata odierna non si registrano decessi; due persone sono ricoverate in terapia intensiva, mentre i pazienti in altri reparti sono 7. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.
I decessi complessivamente ammontano a 3.789, con la seguente suddivisione territoriale: 813 a Trieste, 2.012 a Udine, 671 a Pordenone e 293 a Gorizia. I totalmente guariti sono 103.313, i clinicamente guariti 26, mentre quelli in isolamento risultano essere 396.
Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 107.533 persone con la seguente suddivisione territoriale: 21.334 a Trieste, 50.497 a Udine, 21.191 a Pordenone, 13.105 a Gorizia e 1.406 da fuori regione.
Tra il personale del Sistema sanitario regionale si registra la positività di un infermiere di Asugi. Inoltre è stato rilevato un caso tra gli operatori delle strutture residenziali per anziani ed un positivo tra gli ospiti delle stesse strutture.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso in piazza: gip,assessore consapevole delle sue azioni
‘Ha estratto la pistola prima di essere colpito’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VOGHERA (PAVIA)
24 luglio 2021
17:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’ordinanza con cui conferma i domiciliari per l’assessore alla Sicurezza di Voghera Massimo Adriatici per l’uccisione di Youns El Bossettiaou il gip di Pavia scrive di “pericolosità dell’indagato” intesa come attitudine a “porre in essere reazioni sovradimensionate nel caso in cui si trovi in situazione di criticità”. “Ciò che si vuole evidenziare è che lo stesso Adriatici ha dichiarato di aver estratto la pistola dalla tasca in un momento in cui era ancora lucido e consapevole delle proprie azioni”, scrive il gip nell’Ordinanza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“E questo è avvenuto “prima che El Boussettaoui lo colpisse e prima dello stordimento”.
“Tale azione appare decisamente spropositata a fronte di un uomo che lo stava aggredendo disarmato, nei cui confronti si è posto in una fase decisamente anticipata in una posizione predominante – scrive il gip – ma in modo gravemente sproporzionato e creando le condizioni perché si addivenisse all’evento nefasto che poi purtroppo è effettivamente accaduto; e ciò si ritiene soprattutto in considerazione della consapevolezza qualificata che si deve richiedere a un uomo con la professionalità dell’indagato per anni nelle forze dell’ordine ed esperto penalista, istruttore delle forze dell’ordine, esperienza in base alla quale l’uomo avrebbe dovuto essere in grado di discernere il rischio effettivamente corso e i valori che era chiamato a bilanciare in tale situazione”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Måneskin martedì in Campidoglio per ricevere Lupa capitolina
Raggi consegnerà riconoscimento in Aula Giulio Cesare
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
24 luglio 2021
17:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I Måneskin saranno martedì prossimo in Campidoglio per ricevere la Lupa capitolina. A consegnare il simbolo di Roma alla band romana pluripremiata sarà la sindaca Virginia Raggi.
Poco prima della cerimonia di consegna, fissata per le 11 in Aula Giulio Cesare, i Måneskin si affacceranno dal balcone dello studio della sindaca, con vista sui Fori, come è tradizione per chi è ospite in Campidoglio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini:Regione Fvg, in due giorni quasi 12.500 prenotazioni
Riccardi, ieri sera erano 9.422 unità, alle 13 di oggi 3067
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PORDENONE
24 luglio 2021
17:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“In soli due giorni le prenotazioni per sottoporsi alla prima dose di vaccino hanno sfiorato quota 12.500 unità: a fine giornata di ieri le richieste si sono assestate a quota 9422, mentre alle 13 di oggi le prenotazioni sono state 3067”. A darne notizia è il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute Riccardo Riccardi.

“Rispetto ad una media giornaliera che fino a metà giugno si aggirava al disotto delle 2 mila richieste ogni 24 ore, nell’ultima settimana si è registrata una decisa crescita che è andata incrementandosi a livello esponenziale negli ultimi due giorni”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano in centinaia manifestano contro il green pass
In piazza senza mascherine, tensione con i giornalisti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 luglio 2021
17:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono diverse centinaia le persone che stanno manifestando a Milano in piazza Fontana, a due passi dal duomo di Milano, contro il green pass nell’ambito della mobilitazione che si svolge in molte città italiane.
I manifestanti sono tanti e la piccola piazza Fontana non li contiene tutti per questo stanno sfilando verso la più capiente piazza Duomo, scandendo slogan come “No Green pass”, “Libertà, libertà” e “Noi siamo popolo”.
I manifestanti sono praticamente tutti senza mascherine e non mantengono le distanze di sicurezza.
In piazza Fontana quando la manifestazione di protesta ha preso il via ci sono state delle tensioni tra manifestanti no green pass e i giornalisti. I manifestanti hanno urlato “venduti” alla stampa e hanno cercato di allontanarli anche con degli spintoni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“No al green pass”, in migliaia contro l’obbligo
Manifestazioni in tutta Italia, anche Casapound. Disordini a Roma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 luglio 2021
09:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In migliaia in piazza in tutta Italia per dire “No Green Pass”. Tremila persone a Roma, dove ci sono stati disordini, cinquemila a Torino, cinquecento ad Aosta, mille ad Alessandria e Bologna, duemila a Cagliari, duecento a Saluzzo, altre migliaia a Milano e poi ancora a Genova, Lecce, Cremona, Messina e in altre località da un capo all’altro della Penisola hanno aderito alla mobilitazione lanciata attraverso un tam-tam su social e canali Telegram contro quella che senza mezzi termini è stata definita “dittatura” con tanto di paragoni al nazismo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Foto di Mario Draghi con i baffetti à la Hitler esibite a Milano e Torino, dove l’urlo che ha raccolto i maggiori consensi è stato “Norimberga Norimberga” con evidente riferimento ai processi ai gerarchi dopo la fine della Seconda guerra mondiale. Poi stelle di David con la scritta “non vaccinati = ebrei” e cartelli con le svastiche. I dimostranti di Cagliari si sono esibiti in un funambolismo storico srotolando una striscione che paragonava il Green pass all’Ahnenpass, il passaporto ariano introdotto in Germania nel 1933. “Sentire pronunciare parole come ‘schiavitù’ e ‘truffa del Covid’ – interviene Licia Ronzulli, vicepresidente di Forza Italia al Senato – mi fa rabbrividire. Secondo questi irresponsabili, 130 mila morti forse li abbiamo solo sognati”. Francesco Boccia, deputato e responsabile Enti locali del Pd, esprime “amarezza” per “la mancanza di rispetto verso chi ha perso la vita, verso chi è stato in terapia intensiva, verso medici e infermieri che continuano a sacrificarsi per curare chi arriva in ospedale”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Raduni e cortei si sono inseriti nel solco di una mobilitazione internazionale, animata da collettivi chiamati World Wide Demonstration e World wide rally for freedom , che oggi ha visto scendere in piazza gente in diversi Paesi del mondo come la Francia, dove a Parigi ci sono stati scontri tra dimostranti e polizia, e l’Australia, anche qui teatro di disordini e arresti.

In tutta Italia tra la folla pensionati, artigiani, lavoratori dipendenti. Anche alcuni ristoratori preoccupati per le ricadute economiche per l’obbligo del green pass che scatterà il 6 agosto: “Non sono contro il vaccino, ma il green pass è un danno per l’economia. In molti rischiamo di fallire”, ha detto il proprietario di un locale che manifestava a Roma. Una galassia composita quella dei “no green pass” che incita alla disobbedienza e a “non scaricare il certificato verde”, che “si batte per la libertà, una galassia alla quale si sono mescolati militanti di CasaPound e Forza Nuova, il cui leader romano, Giuliano Castellino, ha sottolineato di essere sceso in piazza anche se in teoria non avrebbe dovuto, visto che si trova sotto sorveglianza speciale. “Ma dovevo esserci”, ha chiosato. E proprio a Roma si sono vissuti attimi di tensione sfociati in disordini a piazza del Popolo con le forze dell’ordine intervenute anche con i mezzi blindati per disperdere i manifestanti che volevano partire in corteo verso via del Corso. La tensione è rientrata ma un gruppo si è comunque staccato improvvisando un corteo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Torino sono stati notati degli attivisti dei centri sociali arrivati alla chetichella, e su Telegram qualcuno ha detto di avere notato una bandiera anarchica a Firenze. Non sono mancate le contestazioni ai giornalisti. La parola d’ordine era di ignorarli ma a Milano è volato qualche spintone. E a Pescara alcuni esponenti di Forza Italia che stavano raccogliendo firme per il referendum sulla giustizia sono stati aggrediti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Meteo: da domenica Italia spaccata in due
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
24 luglio 2021
19:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Flusso instabile proveniente dall’oceano Atlantico influenzerà le regioni del Nord. In risposta, al Centro-Sud diventerà sempre più forte l’anticiclone africano.
P
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Il team del sito IlMeteo.it  – si legge in una nota – avvisa che dalla giornata di domenica e per almeno 3 giorni le regioni settentrionali saranno sotto assedio di numerosi temporali che potranno risultare violenti, con grandinate e raffiche di vento improvvise. Dato lo scontro tra due masse d’aria completamente opposte (aria calda preesistente e fresca in arrivo) è lecito aspettarsi pure isolate trombe d’aria e alluvioni lampo”. Le cose saranno diverse per il Centro-Sud che sarà investito da un’ondata di caldo africano che farà schizzare le temperature fino 44°C in Sardegna, 41°C in Puglia, 40 in Calabria e 36-37°C su Marche, Lazio e Toscana (come a Macerata, Roma e Firenze).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel dettaglio: – Domenica 25. Al nord: temporali forti al Nordovest e sul Trentino Alto Adige, nubi sparse altrove. Al centro: a tratti coperto, qualche precipitazione sulla Toscana. Al sud: tanto sole e tanto caldo.
– Lunedì 26. Al nord: temporali violenti dal Nordovest verso il Triveneto. Al centro: soleggiato. Al sud: gran caldo, gran sole.
Martedì ancora temporalesco al Nord, poi tanto sole e caldo record al Sud.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

“Green pass come Ahnenpass del 1933”, un migliaio a Cagliari
Manifestazione, “nessuna discriminazione per chi non ha vaccino”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
24 luglio 2021
19:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo striscione più grande cita il passaporto ariano del 1933, l’Ahnenpass. Paragonandolo al Green pass che entrerà in vigore in Italia ad agosto.
È uno dei messaggi lanciati in piazza Garibaldi a Cagliari per protestare contro il “lasciapassare” Covid per ristoranti e locali al chiuso. Anche in Sardegna, come nel resto d’Italia, grande mobilitazione: nello slargo al centro di Cagliari c’erano circa duemila persone. Mentre nei prossimi giorni saranno a Cagliari, Oristano e Sassari i banchetti per firmare la petizione per fermare il Green pass. Dal palco molti interventi al microfono: “Non possono discriminare – questo il messaggio – che non si vuole fare il vaccino”.
Alcune decine di persone si sono staccate dalla piazza e hanno percorso via Garibaldi gridando” No Green pass-No Green pass”.
Urlati anche slogan in lingua sarda: “Is pipius non si tocant”, “i bambini non si toccano”. Il corteo si è poi fermato in piazza Costituzione, davanti al Bastione. “Perché c’erano tante persone per la festa degli Europei?- ha detto al microfono una manifestante- forse quel giorno il Covid non c’era?”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vasto rogo nell’Oristanese, evacuate case a Santu Lussurgiu
Incendio anche a Cabras, abitazioni lambite dal fuoco
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
24 luglio 2021
19:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nella giornata da bollino rosso per la Sardegna, il fronte dell’incendio scoppiato nel pomeriggio sul Montiferru, nell’Oristanese, si è avvicinato pericolosamente alle abitazioni di Santu Lussurgiu. Alcune case sono state già evacuate per precauzione, mentre altri cittadini le stanno lasciando autonomamente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La zona è coperta da una coltre di fumo irrespirabile.
Da diverse ore il Corpo forestale, la Protezione civile, i vigili del fuoco e i volontari con numerose squadre a terra stanno cercando di arginare il fuoco che si è sviluppato inizialmente tra le campagne tra Bonarcado e Santu Lussurgiu, per poi propagarsi velocemente spinto dal vento e dalle alte temperature. Attualmente stanno operando quattro elicotteri della flotta regionale, a cui si sono affiancati il Super Puma, il mezzo aereo dei vigili del fuoco e ben quattro Canadair che stanno lanciando bombe d’acqua sulla zona, cercando di evitare che il fuoco raggiunga le case.
Alcune abitazioni sono state evacuate anche a Cabras, sempre nell’Oristanese, anche in questo caso sono dovuti intervenire i mezzi aerei della flotta regionale. Alcune abitazioni sono state annerite dal fuoco. Incendio anche ad Arzana dove le fiamme stanno lambendo una pineta e le squadre a terra e un elicottero della flotta regionale stanno cercando di arginarle.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: Unhcr, da ieri 248 riportati in Libia
Intercettati dalla Guardia costiera
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TUNISI
25 luglio 2021
09:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Circa 147 persone sono state riportate a Tripoli dopo essere state soccorse/intercettate nella notte dalla Guardia costiera libica”. Lo scrive su Twitter l’Agenzia dell’Onu per i Rifugiati (Unhcr) in Libia aggiungendo che Unhcr e il partner International Rescue Commitee (Irc) sono sul campo per fornire gli aiuti umanitari e l’assistenza medica necessari.
L’Unhcr.
Sempre su Twitter, si dà conto di un’ analogo intervento della Guardia costiera libica avvenuto ieri nel quale sono stati riportati a Tripoli altri 101 migranti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Italiani pronti a partire per le vacanze il 54% viaggerà
Indagine Federalberghi, pesa la perdita fatturato 73,4% nei primi 6 mesi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
25 luglio 2021
11:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sarà ancora “un’estate al mare” quella degli italiani ma “lo stile balneare” dovrà fare inevitabilmente i conti con la pandemia. Ecco allora che pur non tradendo la preferenza per le località marine, si viaggia principalmente in Italia preferendo l’auto come mezzo di trasporto, oltre al relax ci si dedica a passeggiate ed escursioni, non si rinuncia a serate al ristorante o in casa di amici ma ci si tiene alla larga dalle notti in discoteca per paura dei contagi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Almeno secondo l’indagine di Federalberghi sull’estate 2021 secondo cui circa il 54,5% della popolazione, pari a 32,5 milioni di persone, tra maggiorenni (25,8 milioni) e minorenni (6,7 milioni), ha già fatto una vacanza nel mese di giugno o si appresta a farla nei mesi di luglio, agosto e di settembre.
Se è vero che, rispetto all’anno scorso, gli italiani sembrano aver ripreso confidenza con le vacanze estive, rispetto all’estate 2019, quando gli italiani in vacanza furono 34,6 milioni, mancano ancora all’appello 2,1 milioni di persone.
Il 93,3% degli italiani che ha effettuato o effettuerà una vacanza nel corso dell’estate rimarrà in Italia, per un totale di 30,1 milioni di persone. Il mare si conferma la meta preferita, seppur in leggera flessione rispetto allo scorso anno (75 contro il 77%), seguito dalla montagna (9,7%). La sensazione di ripresa non si avverte ancora nelle città d’arte e nelle altre località che costituiscono la meta tradizionale dei turisti stranieri. Basti considerare che nei primi mesi del 2021 a Venezia, Roma e Firenze il tasso di occupazione delle camere è crollato di oltre il 70% rispetto al 2019.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Che il movimento turistico degli italiani in questa estate 2021 stia riprendendo quota non può che essere una buona notizia – commenta Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi – e questo è un passaggio essenziale che ci dà la misura di quanto sia stata significativa la campagna vaccinale messa in atto dal nostro Governo in modo radicale. Con la percentuale sempre crescente di vaccinati, la paura di nuovi contagi sembra infatti diminuire rispetto allo scorso anno, malgrado il manifestarsi delle nuove varianti”.
“Le ultime norme sul green pass – continua Bocca – hanno tuttavia generato qualche incertezza che potrebbe ripercuotersi sull’andamento della stagione in corso. A fronte di queste impreviste restrizioni che prevederebbero il controllo della certificazione verde nei ristoranti interni all’hotel anche per gli alloggiati, si teme che vi possano essere cancellazioni.
Ricordiamo che gli albergatori hanno già posto in essere con la clientela contratti di mezze pensioni che nessuno vorrebbe assolutamente disattendere”. Nella valutazione di una possibile ripresa, è importante notare che la durata media della vacanza principale degli italiani si attesta sulle 10 notti rispetto alle 9 del 2020 e conseguentemente la spesa pro capite raggiunge gli 876 euro, contro i 673 euro dello scorso anno. “Gli italiani in sostanza – aggiunge Bocca – stanno tornando a ragionare per sé e per la propria famiglia in termini di vacanze più lunghe. La maggior parte di coloro che si negheranno una vacanza invece, lo farà principalmente per motivi economici. Questo è un dato che non avremmo mai voluto rilevare”.
Secondo l’indagine, ciò che verrà prodotto in termini di giro d’affari (includendo le spese di viaggio, vitto, alloggio e divertimenti) toccherà i 22,7 miliardi di euro contro i 14,3 miliardi di euro dello scorso anno (+58,7% circa). Di questi, però, solo il 21,4% è destinato ad essere speso per il pernottamento, quindi in sostanza arriveranno alle imprese ricettive meno di 5 miliardi. “In tempi normali canteremmo vittoria – conclude Bocca – ma sfortunatamente troppe ferite sono ancora aperte nel nostro comparto. Abbiamo pagato più di altri le conseguenze dovute al dramma della pandemia: non possiamo dimenticare che nei primi 6 mesi dell’anno nel settore ricettivo sono già andati persi 6,7 miliardi di euro in termini di fatturato”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Polizia arresta cartomante a Cosenza per estorsione
Preteso denaro per eliminare “negatività” in famiglia vittima
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COSENZA
24 luglio 2021
19:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Squadra mobile della Questura ha arrestato e posto ai domiciliari a Cosenza una donna di 55 anni, P.L., che svolge l’attività di cartomante, con l’accusa di estorsione aggravata.
Vittima del reato contestato a P.L.
sarebbe stata una donna che si era rivolta alla cartomante per chiederle di cancellare presunte negatività che riguardavano lei ed il suo nucleo familiare. La cartomante avrebbe preteso dalla donna una somma di denaro (500 euro) con la minaccia che, in caso di rifiuto, avrebbe subito gravi ripercussioni da parte della criminalità.
La vittima, quando la richiesta di denaro si é fatta più pressante, si é rivolta alla polizia denunciando i fatti. I poliziotti si sono così presentati all’appuntamento concordato tra la vittima dell’estorsione e la cartomante e sono intervenuti nel momento della consegna della somma di denaro, arrestando così P.L. in flagranza di reato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vasto rogo nell’Oristanese, 60 persone allontanate da casa
Sul posto 5 Canadair, il Super Puma e 5 elicotteri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
24 luglio 2021
20:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il vasto incendio d’interfaccia alle porte di Santu Lussurgiu, nell’Oristanese, sta lambendo il centro abitato e sono già 60 le persone che precauzionalmente sono state allontanate dalle proprie abitazioni. Sul posto stanno operando 5 Canadair dei Vigili del Fuoco, 3 da Olbia e due da Roma Ciampino, il drago 144 decollato dalla base di Alghero e cinque elicotteri della flotta regionale, tra i quali il Super Puma.

La sala operativa della Direzione Regionale dei Vigili del Fuoco per la Sardegna, ha disposto l’invio dei moduli di colonna mobile in versione Antincendio Boschivo dai Comandi di Cagliari e Sassari.
L’incendio era partito dalle campagne di Bonarcado, spinto dal forte vento di scirocco, poi si è diretto verso l’abitato di Santu Lussurgiu interessando anche il comune di Cuglieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fiamme hanno raggiunto centro abitato Cuglieri
Testimone, ‘stiamo andando verso i centri vicini’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CUGLIERI
25 luglio 2021
00:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Le fiamme sono arrivate sino alla piazza centrale del paese, di fronte al seminario e vicino alle poste”. A raccontarlo è uno dei residenti di Cuglieri (Oristano) che con la famiglia ha abbandonato la propria abitazione per spostarsi verso uno dei centri vicini.

“Ci hanno dirottato verso Sennariolo, ma pare che il fronte di fuoco si stia nuovamente spostando”. Sul posto stanno coordinando tutti gli interventi i vigili del fuoco. Chiusa anche la statale 292 Nord Occidentale Sarda.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rogo Oristanese: sfollate quasi 400 persone
Circa 120 persone a Cuglieri e circa 155 a Sennariolo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
25 luglio 2021
09:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quasi 400 persone evacuate per tutta la notte, abitazioni danneggiate, un centinaio di ettari di territorio divorati dal fuoco. Non sono ancora stati domati gli incendi che hanno messo in ginocchio l’area del Montiferru, nell’Oristanese.
Il gigantesco rogo divampato tra Bonarcado e Santu Lussurgiu, non è ancora stato domato. In nottata 200 cittadini di Cuglieri sono stati sfollati, con le fiamme che hanno raggiunto il paese. Solo questa mattina la situazione è lievemente migliorata e 120 persone circa hanno fatto rientro a casa. Paura anche a Sennariolo, che è stato completamente evacuato: 155 gli sfollati.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.