Cronaca tutte le notizie in tempo reale! PAROLA D'ORDINE SEMPRE AGGIORNATE! LEGGILE E CONDIVIDILE!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 119 minuti

Ultimo aggiornamento 16 Settembre, 2021, 20:31:12 di Maurizio Barra

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 07:21 DI LUNEDÌ 13 SETTEMBRE 2021

ALLE 20:31 DI GIOVEDÌ 16 SETTEMBRE 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Scuola: oggi suona la campanella per 4 mln di studenti
In nove regioni. Debutta il Green pass anche per il genitori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
07:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rientrano a scuola stamane 3.865.365 alunni delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Umbria, Veneto, oltre a quelli della Valle d’Aosta e della Provincia di Trento. Le lezioni sono già riprese il 6 settembre per gli studenti della Provincia di Bolzano, mentre inizieranno domani, 14 settembre, per 192.252 alunni della Sardegna, il 15 settembre per 1.706.814 bambini e ragazzi delle Regioni Campania, Liguria, Marche, Molise e Toscana, il 16 settembre per 829.028 studenti del Friuli Venezia Giulia e della Sicilia.
Gli ultimi a ritornare in classe saranno gli 813.853 alunni delle Regioni Calabria e Puglia, il 20 settembre. Sono stati assunti con contratto a tempo indeterminato 59.425 docenti (di cui 12.840 incarichi conferiti in base alle procedure del decreto sostegni bis) mentre da nominare ci saranno solo le supplenze brevi che vengono decise dai dirigenti scolastici.
Risultano assunti anche 10.729 ATA. Sono infine 87.209 i posti aggiuntivi in deroga già assegnati sul sostegno. Debutta stamane il Green pass che andrà controllato non solo al personale scolastico -i controlli sono avvenuti con una app già dai giorni scorsi, oggi entra in funzione una apposita piattaforma – ma anche ai genitori degli alunni che entrano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bianchi, gioia tutti in classe, scuola ci fa sentire paese
“Non ho abbandonato idea mascherine giù se tutti vaccinati”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
08:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo tornati in classe, è una gioia vedere le classi piene di ragazzi. Riparte una scuola che deve non solo riaprire – in molte regioni è stata aperta lo scorso anno – ma anche ripensarsi, deve tornare a essere il centro della nostra comunità ed essere conscia di se stessa.
Il compito della scuola quest’anno è farci sentire Paese”. Lo ha detto stamane il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi.
“Non ho abbandonato l’idea” di far togliere le mascherine laddove in classe siano tutti vaccinati: “è la nostra direzione di marcia, è una indicazione chiara del decreto del 6 agosto.
Stiamo lavorando da aprile ad una scuola nuova, più inclusiva affettuosa e stiamo lavorando anche su questo aspetto mascherine”, ha aggiunto il ministro.   POLITICA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Da Sorrentino a Placido, riaprire accesso alle sale al 100%
L’appello dello spettacolo dal vivo a Franceschini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
11:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Piena “fiducia nell’efficacia protettiva del green pass” e un appello: “poter contare sulla riapertura con accesso totale alle sale e cioè al 100% della loro capienza”. E’ la lettera aperta al ministro della Cultura, Dario Franceschini, dal mondo dello spettacolo dal vivo.
Tra i primi firmatari, Andrée Ruth Shammah del Teatro Franco Parenti di Milano, Filippo Fonsatti, direttore del Teatro Stabile di Torino e presidente di Federvivo-Agis, e ancora Paolo Sorrentino, Gabriele Lavia, Roberto Andò, Michele Placido.
“Il mondo dello spettacolo dal vivo – scrivono – è stato virtuoso fin dall’inizio della pandemia e ora, fiduciosi dell’efficacia protettiva del Green pass (aggiunto alla febbre misurata all’entrata e il mantenimento della mascherina in sala per tutta la durata dello spettacolo, speriamo di poter contare alla riapertura delle nostre stagioni su un accesso completo alle sale. Questa norma è indispensabile perché si possa costruire la stagione e contare su ricavi indispensabili all’ammortamento degli investimenti in produzione e spese di gestione. Superare l’attuale limitazione dovuta al distanziamento, come per altro con il Green pass succede in molti paesi con numeri di contagi molto superiori ai nostri, è condizione indispensabile per lo svolgimento delle nostre attività. Sarebbe importante poter avere l’indicazione di una data per misure meno restrittive sulla occupazione di sale e luoghi all’aperto, per poter programmare produzioni e circuitazione degli spettacoli che hanno subito nel corso delle ultime due stagioni cancellazioni e rinvii senza certezze. Il settore, come Lei ben conosce, concorre in percentuale importante al PIL della nostra nazione. Anche in considerazione di ciò, ci auguriamo che mantenga il forte impegno nella direzione indicata come dimostra la Sua recente lettera al presidente del Consiglo Mario Draghi, che nell’assumere l’importante incarico aveva citato con forza (e per la prima volta da parte di un premier) il ruolo strategico dello spettacolo dal vivo e della cultura nel suo complesso”.
Tra le adesioni, quelle di Alberto Barbera (Mostra del Cinema della Biennale di Venezia), Monique Veaute (Festival dei Due Mondi di Spoleto), Paolo del Broccò (Rai Cinema), Franco D’Ippolito (Teatro Metastasio di Prato), Pamela Villoresi (Teatro Biondo di Palermo), Walter Zambaldi (Teatro Stabile Bolzano), Ilaria Borletti Buitoni (Società del Quartetto), Marco Balsamo (Nuovo Teatro), Giovanna Melandri (Fondazione Maxxi), Fabrizio Grifasi (Fondazione Romaeuropa), Francescantonio Pollice (AIAM – Associazione Italiana Attività Musicali), Manuela Kustermann (Teatro Vascello di Roma), Rosanna Purchia, Nino Marino (Teatro Stabile dell’Umbria), Piero Maccarinelli (Artisti Riuniti), Giorgio Ferrara (Teatro Stabile del Veneto) E poi artisti del calibro di Paolo Sorrentino, Stefania Rocca, Umberto Orsini, Michele Placido, Roberto Andò, Gabriele Lavia, Giuliana De Sio, Federica Vincenti.   CINEMA   SPETTACOLI MUSICA E CULTURA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

L’apertura della scuola vista dai social
L’analisi Datamediahub
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
14:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’apertura delle Scuole Vista dai Social Oggi nella maggior parte delle regioni del nostro Paese suona la campanella di riapertura delle scuole. Rientrano a scuola oggi 3,8 milioni di alunni delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Umbria, Veneto, oltre a quelli della Valle d’Aosta e della Provincia di Trento.
Le lezioni sono già riprese il 6 settembre per gli studenti della Provincia di Bolzano, mentre inizieranno domani, 14 settembre, per oltre 192mila alunni della Sardegna, il 15 settembre per 1,7 milioni di bambini e ragazzi delle Regioni Campania, Liguria, Marche, Molise e Toscana, il 16 settembre per più di 829mila studenti del Friuli Venezia Giulia e della Sicilia.
Una riapertura particolarmente sentita con le polemiche su green pass e vaccinazioni a tenere banco e lo spettro della pandemia che continua ad aleggiare sull’anno scolastico.
Ecco che allora, per comprendere meglio quale sia il sentimento degli italiani al riguardo, DataMediaHub ha analizzato le conversazioni online (social + news online + blog e forum) nell’ultima settimana sul tema. Dalla mezzanotte del 6 settembre a quella di ieri 12 settembre si sono registrate oltre 129mila citazioni del termine scuola, da parte di quasi 25mila autori unici, i cui contenuti hanno coinvolto (like + reaction + commenti e condivisioni) poco meno di un milione di persone. Volume di conversazioni online che ha generato una portata potenziale (“opportunity to be seen”) di 492,5 miliardi di impression. Portata potenziale che stimiamo ragionevolmente essere pari a 24,7 miliardi di impression, di esposizioni a contenuti relativi alla scuola, al lordo delle duplicazioni. Emerge una netta prevalenza di sentiment negativo.
Di emozioni con una connotazione negativa correlate alle dichiarazioni spontanee effettuate online dalle persone sulla scuola. Come mostra la word cloud, la nuvola di parole dei 120 termini maggiormente utilizzati nell’ambito di tali conversazioni, le vaccinazioni, e più in generale la salute, tengono banco predominando sulla bontà, o meno, dell’istruzione impartita.
Tema che dopo due anni di didattica a distanza, e relative disfunzioni con conseguenze pesanti sull’apprendimento dei nostri figli, avrebbe invece meritato maggior attenzione senza ombra di dubbio.
Che la comunicazione sia, ancora una volta, polarizzata, emerge anche dai dati demografici relativi a chi ha partecipato, attivamente o meno, a tali conversazioni, con le persone di sesso femminile, seppur di pochissimo in minoranza, mentre sarebbe stato naturale attendersi una maggior quota di donne, tradizionalmente più coinvolte sul tema rispetto agli uomini.
Anche la prevalenza di persone di età compresa tra 25 e 34 anni è un ulteriore indicatore in tal senso.   TECNOLOGIA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Donna uccisa nel Bresciano dall’ex marito
Erano separati da un mese, accoltellata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRESCIA
13 settembre 2021
10:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una donna, madre di due figli già grandi, è stata uccisa dall’ex marito. È accaduto ad Agnosine, in Valsabbia, nel Bresciano, dove la vittima si era trasferita da un mese dopo la separazione dal marito.

Si tratta di una coppia italiana, cinquantenni. Questa mattina l’uomo ha raggiunto l’ex moglie a casa e l’ha colpita più volte con un coltello sulle scale della palazzina, poi si è costituito ai carabinieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: flashmob a Padova della rete Studenti medi Veneto
Manifesti e striscioni avanti a tre licei cittadini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PADOVA
13 settembre 2021
10:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un flashmob a Padova, davanti al Liceo Cornaro, al Liceo Fermi e al Tito Livio, è stato messo in atto stamani dalla Rete degli Studenti medi del Veneto, in occasione della riapertura delle scuole.
“In questi due anni – ha detto Irene Bresciani, della Rete padovana – non è stato profuso praticamente nessun impegno per costruire una scuola e soprattutto una società diversa.
Il mondo che ci è stato consegnato si sta distruggendo sotto ai nostri occhi, da una sanità debole a un’istruzione immobile, da un sistema di produzione che distrugge l’ambiente ad un mondo del lavoro precario e insicuro. Vogliamo quindi inaugurare l’inizio di questo nuovo anno chiarendo con fermezza quali sono le nostre aspettative e soprattutto le nostre rivendicazioni. Forse ci si aspetta che gli studenti vogliano ritornare alla normalità ante-pandemia, ma questi anni in didattica a distanza hanno aperto nuove discussioni su aspetti del nostro sistema scolastico che consideriamo retrogradi e ora più che mai da rivoluzionare”.
Tra gli slogan degli striscioni “Il futuro è nostro, ripartiamo da Zero!”; così altri manifesti appesi per le strade della città e tenuti in mano davanti alle entrate delle scuole: “Non sei stanco parlino sempre di giovani e mai con noi giovani?”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mannarino, punto alla libertà per resistere
Esce V, il nuovo disco “ancestrale” del cantautore romano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
10:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un disco “per non aver paura”, “per non lamentarsi più e andare alla ricerca di anticorpi”, un disco “politico” che abbandona la critica sociale ma racconta lo scontro tra popoli indigeni e neoliberalismo e cerca di tornare alle origini. Un disco “ancestrale”, tra Africa, Sudamerica e l’inconfondibile tratto di romanità.
Mannarino torna a quattro anni da Apriti Cielo (disco di platino) e lo fa con V (dal 17 settembre per Polydor/Universal Music Italia): V come il quinto disco del cantautore romano, ma anche come V di “Venere Voce Vita Ventre, Valore Volume Veleno, Violenza Villaggio Vertebre, Vagina Vulcano Vagabonda, Vento Vene Vegetazione, Vanità Verbo Verità”.
Un disco, anticipato dai singoli Africa e Cantarè, prodotto dallo stesso Mannarino e registrato tra New York, Los Angeles, Città del Messico, Rio de Janeiro, l’Amazzonia e l’Italia, che parla spagnolo, portoghese, romano, intriso di suoni di foresta e voci indigene registrate in Amazzonia. Alla ricerca dell’origine del mondo e dell’umanità contro la brutalità del disumano. “Però non è un disco di appropriazione culturale, ma di fuga dal colonialismo”, avverte. Un processo iniziato già con Apriti Cielo e portato ora a compimento. “Apriti cielo è stato un album di passaggio in cui ho messo le basi per questo lavoro, forse possiamo considerarla la versione beta di V, ma penso sia tutto un percorso – racconta Mannarino -. Hanno molte cose in comune sugli intenti da perseguire, ma in questo album non c’è più il monoteismo, non c’è più lo scontro diretto con il potere, piuttosto c’è la ricerca di anticorpi: che siano la fantasia, l’irrazionalità o la tribalità. O la libertà di affrontare un disco senza voler piacere a nessuno, senza voler seguire il mercato. Sviluppare la fantasia e uscire fuori dagli schemi ci offre la vitalità che poi serve a resistere”. E sono la natura, il patriarcato, l’animismo, la femminilità, il rapporto uomo-donna alcuni dei temi intorno ai quali ruota forse il disco più politico e visionario dell’artista. “Un disco politico? Penso proprio che lo sia. Lo scontro tra ‘indigenità’, in Cile, Colombia, Brasile, e neoliberismo c’è in tutto il mondo. Sembra quasi un atto programmato di genocidio per mettere a tacere questa parte ancora resistente e vitale dell’umanità, solo per aver mantenuto il rapporto con la natura e il rapporto di comunità”, aggiunge ancora spiegando che dopo quattro dischi di “scontro frontale e di critica sociale” era stanco e cercava “altro: non mi andava più di lamentarmi e puntare il dito contro le cose che non mi piacciono. Sono andato a cercare la forza e la ricchezza degli essere umani e l’ho trovata andando molto, molto indietro.
Andando alla radice del mondo, alla sua origine ancestrale, rilanciandola nel presente e nel futuro”. Il disco – “per il quale grazie al covid ho avuto tempo per pensare ogni parola e ogni suono, non c’è niente di lasciato al caso” – ruota intorno alla figura della donna, dai titoli dei brani quasi tutti declinati al femminile alla copertina, che propone una donna guerriera indigena, con un passamontagna colorato calato a metà sul volto. “Se lo sta abbassando significa che sta andando in guerra, perché non è stata riconosciuta, è diventata un mostro nella cancellazione della sua identità. Se invece lo sta alzando significa che è stata vista e ti mostra tutta la sua bellezza meravigliosa. Il disco è una risposta a questo dubbio”. Una donna che nella lettura di Mannarino diventa “natura, madre, rapporto, corpo, irrazionale”.
“Viviamo un momento storico importantissimo dove l’immagine della donna è potente e di rottura – ribadisce -: un’occasione di salvezza per l’umanità, dopo secoli e secoli di patriarcato, almeno in Occidente. Ma c’è anche un piano più personale: la mia ricerca sull’immagine femminile. Anche io devo fare i conti con la mentalità patriarcale che ci circonda. Nel disco c’è anche la crisi di un uomo di fronte a questa immagine”. Covid permettendo, Mannarino presenterà il disco tra febbraio e marzo in un tour di 9 date nei palazzetti. “Il live è un aspetto importante di questo disco, legato al corpo e alla coralità, allo stare insieme. Immagino il concerto quasi come un rituale sciamanico. Vorrei fare un tour normale, senza mascherine, senza restrizioni, perché il concerto è una festa, una celebrazione della vita, e si fa quando la vita si può celebrare”. C’è chi come Salmo ha forzato la mano sui concerti.
“Come faccio a protestare contro un virus? Quando finirà, finirà”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso in un agguato 19 anni fa a Livorno, 3 arrestati
In totale 11 le misure cautelari, scenario di usura e estorsioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LIVORNO
13 settembre 2021
10:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A 19 anni di distanza arrestati il presunto esecutore, un complice e l’uomo che averebbe fornito la pistola per l’omicidio di Alfredo Chimenti, 47 anni, livornese.
L’uomo fu ucciso il 30 giugno 2002 davanti alla sua abitazione di piazza Mazzini a Livorno.
Un agguato in cui per gli inquirenti il movente sarebbe individuabile nei contrasti, sorti all’epoca del fatto nel mondo delle bische e del gioco d’azzardo clandestino. I tre arresti sono avvenuti nell’ambito di un’operazione, denominata ‘La Garuffa’ dal nome del circolo di cui Chimenti faceva parte, condotta da carabinieri e guardia di finanza di Livorno e coordinata dalla procura della città toscana, che ha portato in totale a 11 misure cautelari eseguite tra Livorno e Pisa: i reati contestati, a vario titolo, sono omicidio premeditato, associazione per delinquere, usura aggravata, estorsione aggravata e porto abusivo di armi da sparo. La vittima, come riporta l’ordinanza del gip, era diventato un soggetto non gradito alla “batteria” per i suoi comportamenti “prepotenti ed ostativi” nei confronti del gruppo criminale, come ad esempio il no all’assunzione al circolo La Garuffa di una persona vicina alla stessa “batteria”. Non solo, secondo le risultanze investigative, con i suoi comportamenti dimostrava di non aver timore dei rivali finendo per eroderne il prestigio criminale. Da qui la decisione di “levarlo di mezzo”.
Le ulteriori indagini, che la Procura di Livorno ha riattivato proseguendo l’attività della Dda di Firenze, e condotte dai Carabinieri con il determinante contributo del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Pisa, hanno portato alla luce anche l’attività di un’associazione per delinquere, che operava da tempo nel capoluogo, finalizzata all’usura ai danni di persone in difficoltà economiche, e estorsioni nei confronti di esercenti attività commerciali. Definito “originale” dagli stessi inquirenti il sistema che avrebbero utilizzato per l’usura: il “contratto” prevedeva che le vittime acquistassero dall’usuraio oggetti in oro ad un prezzo notevolmente più alto dell’effettivo valore (circa il doppio e a volte anche il triplo), rivendendoli al loro prezzo corrente a compro-oro compiacenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Teatro Valle di Roma intitolato a Franca Valeri
Svelata targa. Presentato progetto di riqualificazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
13 settembre 2021
11:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Questa mattina è stata svelata la targa di intitolazione del Teatro Valle a Franca Valeri, in presenza della figlia dell’artista, Stefania Bonfadelli, dell’autore e conduttore tv Pino Strabioli e dell’attore Urbano Barberini. “L’intitolazione del teatro moderno più antico d’Europa a Franca Valeri è stata fortemente voluta da questa Amministrazione – spiega in una nota il Campidoglio -.
Un omaggio a questa grandissima artista scomparsa un anno fa, legata al Valle tanto da considerarlo “casa sua”: proprio qui Valeri ha debuttato, sia come attrice che come autrice”.
Sempre oggi è stato presentato il progetto di riqualificazione del Valle dai progettisti del gruppo coordinato dallo Studio Berlucchi di Brescia, vincitore del bando pubblico per il restauro del Teatro Valle, che hanno mostrato in anteprima come sarà il teatro finalmente restituito alla città una volta ultimati i lavori.
Il progetto prevede, in accordo con la Soprintendenza, “una riqualificazione integrale dell’intero complesso architettonico” che consentirà “un aumento dei posti disponibili nel pieno rispetto delle prescrizioni normative in termini di prevenzione incendi”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vasco Rossi, il 12 novembre il nuovo album “Siamo qui”
Oltre 60.000 biglietti acquistati nel week end per Trento
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
12:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un’anteprima “esclusiva mondiale abusiva”: è così che Vasco Rossi ha annunciato ai suoi follower l’uscita di “Siamo qui”, il nuovo attesissimo album il 12 novembre.
Della canzone “Siamo qui”, quella che ha dato l’avvio all’intero nuovo lavoro, è stato girato un video in Puglia (a Spinazzola nelle Murge) per la regia di Pepsy Romanoff.
Negli stessi giorni gli è stata conferita la cittadinanza onoraria di Castellaneta (Taranto) dove Vasco, non solo trascorre le sue vacanze da oltre dieci anni, ma prepara anche i concerti convocando tutta la produzione.
Già “Cittadino della Puglia creativa” con Nichi Vendola (2014), da Vasco è diventato anche castellanetano, “come Rodolfo Valentino”.
Intanto sono già oltre 60.000 biglietti già acquistati per la prima data live a Trento il 20 maggio 2022, un evento speciale al parco Trentino Music Arena. Per le altre date (inizialmente previste nel 2020 e riprogrammate per il Covid ) è già tutto “sold out”. I biglietti acquistati nel 2019 sono validi per le corrispettive date come segue: 24 maggio 2022 Milano – Ippodromo Milano Trenno, 28 maggio 2022 Imola – Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari, 3 giugno 2022 Firenze – Visarno Arena, 11 giugno 2022 Roma – Circo Massimo, 12 giugno 2022 Roma Circo Massimo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Domenica su Canale 5 Amici in day time, slitta Tatangelo
La rete, ‘Scene da un matrimonio’ partirà il 3 ottobre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
14:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Per realizzare al meglio e con la massima qualità produttiva ‘Scene da un matrimonio’, il nuovo programma pomeridiano di Canale 5 non esordirà domenica 19 settembre come previsto ma sarà posticipato a domenica 3 ottobre”. Lo annuncia una nota della rete, spiegando che al posto del programma con Anna Tatangelo, “nel quadro dell’evoluzione di una giornata editorialmente importante come la domenica, Mediaset ha chiesto al team produttivo di ‘Amici’ di andare in onda per due settimane non il sabato come di consueto ma la domenica.
La proposta è stata accolta e Mediaset ringrazia il team per la disponibilità”.
Sabato 18 settembre nel pomeriggio di Canale 5 non sarà quindi in onda ‘Amici’, ma un titolo delle soap-opera attualmente in palinsesto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Porta a porta torna con il ministro Bianchi e il ct Mancini
Vespa, al via con alcune novità, spazio a tutti ma senza urlare
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
14:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ripartiamo con uno studio rinnovato, abbiamo più sedie e un ritorno parziale di pubblico. La sigla dopo 27 anni sarà ridotta, sarà sempre Via col vento, ma portata a 28 secondi dai 57 precedenti.
Stiamo provando anche ad alleggerire i servizi rinnovando la grafica”. Sono alcune delle novità annunciate da Bruno Vespa per la 27/a edizione di Porta a porta, al via da martedì 14 settembre in seconda serata su Rai 1 e in onda ogni martedì, mercoledì e giovedì.
“Avremo spesso a confrontarsi con i politici una famiglia campione – rivela il conduttore -. Domani con il ministro Bianchi ci sarà una famiglia di Osimo, cattolica con tre figli, per parlare di smart working e dad. Ma avremo poi famiglie di diversa estrazione”. Tra gli altri ospiti di domani il ct Roberto Mancini e il presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli con le tre campionesse dei 100 metri a Tokyo Ambra Sabatini, Martina Caironi e Monica Graziana Contrafatto. A seguire Giorgio Palù, presidente Aifa e esperto di virologia, a confrontarsi col professor Valentino Di Carlo che – come ha spiegato Vespa – “ha dubbi sul vaccino ed è contrario al green pass”. “Noi abbiamo sempre fatto una campagna a favore del vaccino – ha spiegato Vespa – ma ospitiamo quella parte minoritaria che ha dubbi sul vaccino o non vuole il green pass per dare voce a tutti”.
“E’ evidente che abbiamo scelto di non litigare in maniera vistosa nel programma, da noi non si urla per rispetto nei confronti degli spettatori – ha aggiunto -. E’ vero che le urla spesso portano un 1% di share in più, ma noi preferiamo rinunciare”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cosa dice la Convenzione dell’Aja sui minori sottratti
In Italia è stata ratificata e resa esecutiva con la legge 15 gennaio 1994 n. 64
U
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
14:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Convenzione dell’Aja del 1980 è il documento che si occupa delle procedure relative agli aspetti civili della sottrazione internazionale dei minori. In Italia è stata ratificata e resa esecutiva con la legge 15 gennaio 1994 n.
64 ed è attualmente applicata nelle relazioni tra l’Italia ed una serie di stati tra cui lo stesso Israele. Ha come fine “assicurare l’immediato rientro dei minori illecitamente trasferiti o trattenuti in qualsiasi Stato contraente” e “assicurare che i diritti di affidamento e di visita previsti in uno Stato contraente siano effettivamente rispettati negli altri Stati contraenti”. In tema di applicazione delle procedure previste dall’atto, composto da 45 articoli, esistono alcune regole.
In primo luogo “lo Stato di residenza abituale prima della sottrazione e lo Stato in cui il minore è stato portato (Stato di rifugio)” devono avere “entrambi ratificato o aderito alla Convenzione e hanno reciprocamente accettato l’adesione dell’altro Stato”.
Per la Convenzione, il trasferimento o il mancato rientro di un minore é ritenuto illecito “quando avviene in violazione dei diritti di custodia assegnati ad una persona, istituzione o ogni altro ente, congiuntamente o individualmente, in base alla legislazione dello Stato nel quale il minore aveva la sua residenza abituale immediatamente prima del suo trasferimento o del suo mancato rientro”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il minore sottratto deve avere meno di sedici anni e al compimento del sedicesimo anno la procedura si interrompe, anche se è già in fase giudiziaria.

In tema di “ritorno del minore” l’articolo 8 stabilisce che “ogni persona, istituzione od ente, che adduca che un minore é stato trasferito o trattenuto in violazione di un diritto di affidamento, può rivolgersi sia all’autorità centrale della residenza abituale del minore, sia a quella di ogni altro Stato Contraente, al fine di ottenere assistenza per assicurare il ritorno del minore”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Le autorità centrali svolgono sostanzialmente una funzione di “raccordo” tra il soggetto che chiede il rientro del minore e le autorità dello Stato dove è stato trasferito. Le autorità giudiziarie o amministrative di ogni Stato Contraente devono procedere d’urgenza per quanto riguarda il ritorno del minore” e “qualora l’autorità giudiziaria o amministrativa richiesta non abbia deliberato entro un termine di sei settimane dalla data d’inizio del procedimento, il richiedente (o l’autorità centrale dello Stato richiesto), di sua iniziativa, o su richiesta dell’autorità centrale dello Stato richiedente, può domandare una dichiarazione in cui siano esposti i motivi del ritardo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La durata di sei settimane si riferisce al primo grado di giudizio. Anche se l’ordine di ritorno è stato emesso tempestivamente in primo grado, l’eventuale fase di appello può far durare di più l’intera procedura. Per emettere l’ordine di ritorno il giudice dello Stato rifugio deve verificare una serie di elementi tra cui se prima della sottrazione il minore aveva effettivamente la residenza abituale nello Stato in cui si chiede il ritorno, se il soggetto che presenta la domanda di ritorno è titolare della responsabilità genitoriale e se la sottrazione è stata fatta senza il consenso del soggetto titolare della responsabilità genitoriale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Disposto Daspo di 5 anni per leader romano di Forza Nuova
Divieto di accesso a manifestazioni sportive
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
14:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Notificato oggi il provvedimento Daspo “Fuori contesto”, misura di prevenzione adottata dal Questore di Roma, nei confronti di Giuliano Catellino, storico leader dell’estrema destra romana e di Forza Nuova. Disposto il divieto di accesso alle manifestazioni sportive per la durata di 5 anni con la prescrizione “di presentazione all’Ufficio di Polizia competente in occasione delle partite della Roma per due volte nel corso di ogni incontro”.

“Gli accertamenti svolti dagli agenti della Divisione Polizia Anticrimine – spiega una nota della polizia -, sulla base dell’attività d’indagine svolta dalla Digos capitolina, sono iniziati subito dopo le manifestazioni di protesta, in alcuni casi non autorizzate, organizzate per contestare i recenti provvedimenti governativi varati per contrastare la diffusione dei contagi da covid-19, con particolare riferimento all’introduzione dell’uso del Green pass”. Castellino, nonostante fosse sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, con la prescrizione di non partecipare alle manifestazioni pubbliche senza l’autorizzazione, ha preso parte alle manifestazioni organizzate a Roma, in piazza del Popolo, il 24 luglio, il 14 e 28 agosto. In particolare nel corso dell’iniziativa del 28 agosto il leader di Forza Nuova, “nel fronteggiare i reparti schierati in assetto antisommossa, posti a protezione di Via del Corso, con l’obiettivo di sfondare lo sbarramento e raggiungere le sedi del Parlamento e del Governo italiano, ha incitato con veemenza i manifestanti ed è venuto a contatto fisico con gli operatori di polizia, reiterando nei loro confronti le offese e le violenze, così come aveva fatto in precedenza”, si afferma in una nota. Per questa vicenda Castellino, unitamente ad altri soggetti, è stato denunciato dalla Polizia di Stato alla Procura di Roma.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Concerto per Dante, Muti e il nume tutelare di Ravenna
Da Mansurian a Liszt, culmine delle celebrazioni 700 anni morte
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RAVENNA
13 settembre 2021
14:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La porta della tomba di Dante a Ravenna è sempre aperta, giorno e notte, e lo è stata anche nei giorni più bui della pandemia, quasi che la sua poesia possa essere un rifugio e una protezione per la città. Un legame forte, consolidato da una necessaria ricerca di punti di riferimento artistici e spirituali che la figura di Dante ha accresciuto in questo anno di celebrazioni.
Dante insomma inteso come una summa di valori che travalica la parola scritta per diventare essenza dell’espressione umana come quella condensata non a caso nel “Concerto per Dante” diretto da Riccardo Muti a partire da Ravenna, città che gli rende omaggio in ogni angolo, il 12 settembre nei giardini pubblici davanti alla Loggetta Lombardesca, poi a Firenze il 13 settembre al Teatro del Maggio e infine a Verona il 15 settembre al Teatro filarmonico.
Un concerto che è un trittico di ispirazioni diverse, un ventaglio di sfumature e per questo imperdibile, mettendo insieme Verdi, Mansurian e Liszt nella loro passione per la Divina Commedia. Riccardo Muti con la sua consueta sensibilità ed energia dirige l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e il Coro del Maggio (maestro del coro Lorenzo Fratini).
Si parte con l’assoluta levità della preghiera di San Bernardo alla Madonna, in un quasi irriconoscibile Giuseppe Verdi (1813-1901), per passare poi al Purgatorio che il Ravenna Festival ha commissionato a Tigran Mansurian (1939), in prima italiana a Ravenna. Infine Franz Liszt (1811-1886) e la sua meravigliosa Dante-Symphonie, da Dante Alighieri, S 109.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mottarone: sollevano telo su cabina caduta, due denunciati
Area sequestrata per l’inchiesta sulla tragedia della funivia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
STRESA (VCO)
13 settembre 2021
15:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati sorpresi nell’area del Mottarone sequestrata per l’inchiesta sulla tragedia della funivia Stresa-Mottarone, mentre sollevavano il telo che protegge la carcassa della cabina precipitata. Per questa violazione due fratelli di Arona (Novara), di 21 e 19 anni, sono stati denunciati dai carabinieri, con le accuse di per violazione di sigilli e tentativo di rimozione di cose sottoposte a sequestro.

Erano in compagnia delle rispettive fidanzate, durante una scampagnata trai boschi del Mottarone, quando hanno avuto la idea di avvicinarsi e oltrepassare le barriere poste a delimitazione della zona sottoposta a sequestro. L’area è però controllata da un sistema anti-intrusione ed è sottoposta a vigilanza costante 24 ore su 24 da parte della Centrale operativa del Comando Provinciale di Verbania dei carabinieri.
E’ stato proprio il sistema d’allarme, entrato in funzione non appena i giovani hanno sollevato leggermente il telo che protegge la carcassa della cabina, a metterli in fuga. I giovani sono stati individuati poco dopo dalla pattuglia giunta sul posto e condotti in caserma per le operazioni di identificazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Acrobazie e bagliori, Moebius apre il RomaEuropa Festival
XXXVI ed. da 14/9 a 21/11, al via con il coreografo Ouramdane
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
15:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un'”intelligenza collettiva” di artisti acrobati a imitare il poetico volo degli stormi degli uccelli, in un palcoscenico che ambisce a diventare cielo. E poi bagliori improvvisi, traiettorie aeree e immagini visionarie dentro danze che celebrano e danno nuovo senso all’incontro dei corpi così a lungo negato.
Si apre il 14 settembre con le meraviglie di “Moebius”, lo spettacolo firmato dal coreografo Rachid Ouramdane e dalla Compagnie XY in scena nella Cavea dell’Auditorium Parco della Musica, la XXXVI edizione del RomaEuropa Festival, in programma nella Capitale per più due mesi, fino al 21 novembre. Nel rispetto della vocazione internazionale e della sperimentazione tra i linguaggi, il RomaEuropa Festival torna a proporre un palinsesto ricco, che spazia dal teatro alla musica, dal nuovo circo alle arti digitali, dalla danza alle creazioni per l’infanzia.
Negli oltre 80 appuntamenti di questa edizione c’è anche parte, circa 20 spettacoli, del programma del 2020 che non è stato possibile mettere in scena, in una sorta di “continuità con questi due anni difficili della nostra vita”, dice il direttore Fabrizio Grifasi, “perché siamo qui per riaffermare il senso di un progetto culturale che si costruisce con gli artisti”. Circa 40 mila i biglietti, 800 gli artisti coinvolti e tante location in un cartellone con nomi importanti, come Gus Van Sant, Max Richter, Israel Galvan, Alva Noto, Olivier Dubois.
Una festa delle arti, la cui apertura con “Moebius”, in scena per tre serate (fino al 16/9), sarà all’insegna della spettacolarità e della poesia: sul palco, evoluzioni acrobatiche e “torri” di corpi cercheranno di riprodurre per il pubblico il mistero della Natura, rievocando i movimenti degli stormi e dei banchi di pesci, grazie allo sguardo del coreografo Ouramdane, oggi alla guida del Théâtre National de Chaillot, e all’arte sorprendente dei 19 performer della Compagnie XY.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Zaki: Amnesty, domani la prima udienza del processo
‘Gli è contestato uno scritto del 2019 in difesa dei copti’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
13 settembre 2021
16:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Come si temeva, dopo un anno e sette mesi di detenzione preventiva, Patrick Zaki va a processo.
La prima udienza è prevista domani, 14 settembre.
Gli è contestato uno scritto del 2019 in difesa della minoranza copta”. Lo annuncia, su Twitter, il portavoce di Amnesty International in Italia Riccardo Noury.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Zaki sotto processo, rischia cinque anni di carcere
Cadute le accuse più gravi, è imputato per un articolo sui copti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
19:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dopo 19 mesi di custodia cautelare è arrivato il rinvio a giudizio per Patrick Zaki in un processo che inizia a sorpresa già nelle prossime ore e in cui lo studente egiziano dell’Università di Bologna ora rischia cinque anni di carcere.
Cadute le accuse più gravi di incitamento al “rovesciamento del regime” e al “crimine terroristico” che avrebbero comportato fino a 25 anni, come reso noto da dieci ong egiziane l’accusa ora è di “diffusione di notizie false dentro e fuori il Paese” sulla base di un articolo pubblicato due anni fa. Il ragazzo rischia una multa o una pena fino a cinque anni di carcere, ha previsto Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia, segnalando che non è chiaro al momento quante udienze siano previste.
Le sentenze del Tribunale per la sicurezza dello Stato davanti al quale comparirà il 30enne sono inappellabili, hanno precisato le ong, tra cui quella per cui Patrick lavorava come ricercatore, l’Iniziativa egiziana per i diritti personali (Eipr). La Corte è la numero 2 per i “reati minori” (detta anche “d’urgenza”) di Mansura, la città sul delta del Nilo, circa 130 km a nord del centro del Cairo, dove Patrick è nato e vissuto fino al momento di andare all’università nella capitale, dove ora risiede la famiglia. “Purtroppo era previsto che con l’approssimarsi della fine della detenzione preventiva dei 24 mesi, da quell’enorme castello di prove segrete mai messe a disposizione della difesa sarebbe stata presa una delle tante per mandarlo a processo. È uno scritto del 2019 in cui Patrick avrebbe preso le difese della minoranza copta perseguitata in Egitto”, ha riferito il portavoce di Amnesty. L’udienza dovrebbe svolgersi a metà mattinata, ha previsto la sua legale Hoda Nasrallah. Patrick era stato arrestato in circostanze controverse il 7 febbraio dell’anno scorso ed è stato detenuto per quasi tutto il tempo a Torah, il famigerato carcere alla periferia sud del Cairo. La custodia cautelare in Egitto può durare due anni e dopo una prima fase di cinque mesi di rinnovi quindicinali ritardati dall’emergenza Covid il caso è stato a lungo in quella dei prolungamenti di 45 giorni. Fino ad oggi le accuse a suo carico erano basate su dieci post di un account Facebook che i suoi legali considerano non gestiti da lui. Il suo caso, dopo quello della tortura a morte di Giulio Regeni, è quello che più ha creato attrito fra Italia ed Egitto ed è stato oggetto di una mobilitazione culminata con una richiesta del Parlamento al governo di concedergli la cittadinanza italiana. “L’accusa di aver pubblicato un articolo in cui racconta i fatti della sua vita di cristiano egiziano” non fa altro che “confermare che l’unico motivo per privarlo della sua libertà è il suo legittimo esercizio della libertà di espressione per difendere i suoi diritti e quelli di tutti gli egiziani, in particolare i copti, all’uguaglianza e alla piena cittadinanza”, hanno sottolineato le ong egiziane.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incidenti lavoro: operaio travolto e ucciso in A1
A Parma stava segnalando un cantiere su una corsa d’emergenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ARMA
13 settembre 2021
17:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un operaio che stava lavorando su un autocarro in un cantiere lungo l’Autosole è rimasto ucciso dopo che il suo mezzo è stato travolto da un camion. L’incidente sul lavoro è avvenuto attorno alle 15 all’innesto fra l’A1 e l’A15 nei pressi di Parma.
L’operaio, dipendente di una società che lavora per Autostrade per l’Italia, stava segnalando un cantiere lungo la corsia di emergenza quando un camion diretto verso Milano ha sbandato mentre era in prima corsia ed ha colpito in pieno il furgone di servizio uccidendo sul colpo l’operaio. La circolazione in direzione nord è attualmente chiusa, fra Parma e il bivio per l’A15.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 2.800 positivi e 36 le vittime nelle ultime 24 ore
Sale tasso positività, 563 i pazienti in terapia intensiva
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 settembre 2021
17:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 2.800 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 4.664.
Sono invece 36 le vittime in un giorno, ieri erano state 34. I tamponi effettuati sono stati 120.045. Ieri erano stati 267.358. Il tasso di positività è al 2,3%, in crescita rispetto all’1,7% di ieri. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 563, 4 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.200, in aumento di 87.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Femminicidio in Calabria, donna uccisa dal marito
A Fagnano Castello. Omicida bloccato dai carabinieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FAGNANO CASTELLO
13 settembre 2021
17:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Femminicidio in Calabria.
Una donna di 43 anni, Sonia Lattari, é stata uccisa al culmine di una lite con alcune coltellate dal marito, Giuseppe Servidio, di 52, che é stato bloccato dai carabinieri.
L’uxoricidio é avvenuto nell’abitazione della coppia a Fagnano Castello, nel cosentino.
Giuseppe Servidio é stato individuato dai carabinieri nei pressi dell’abitazione in cui é avvenuto l’uxoricidio. Secondo quanto é emerso dalle prime indagini, i rapporti tra Sonia Lattari ed il marito erano tesi da tempo per motivi che sono in corso d’accertamento. La coppia, secondo quanto si é appreso, aveva due figli che non erano in casa nel momento in cui tra Giuseppe Servidio e la moglie é scoppiata la lite culminata con l’uccisione della donna.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due euro l’ora per 14 ore al giorno, arresti a Prato
Operaio si ribella, denuncia a sportello fa scattare inchiesta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PRATO
13 settembre 2021
17:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Facevano lavorare gli operai fino a 14 ore al giorno per una paga oraria di 2 euro: tre cinesi che impiegavano nove lavoratori – cinque africani e quattro cinesi – sono stati arrestati a Prato per sfruttamento della manodopera.
Questa mattina il procuratore Giuseppe Nicolosi ha illustrato i risultati di un’indagine condotta dalla Guardia di finanza e della polizia municipale.
Ai domiciliari sono finite due donne di 40 e 50 anni e il marito di una di loro, quarantenne. Tutti e tre sono considerati i titolari di fatto di una confezione di via Toscana, (la stessa strada dove avvenne nel 2013 l’incendio della Teresa Moda in cui morirono tra le fiamme sette operai cinesi che vi alloggiavano pure) amministrata da un prestanome, anche lui cinese, il quale non è stato indagato. L’inchiesta del sostituto procuratore Lorenzo Gestri ha avuto inizio con una denuncia presentata allo sportello anti-sfruttamento del Comune di Prato da un operaio nigeriano, che era stato assunto dai confezionisti cinesi e che si era ribellato al dover lavorare per loro tutto il giorno per pochi spiccioli. La Finanza e la Municipale hanno indagato sulle condizioni in cui lavoravano i suoi compagni di lavoro, che peraltro – è stato fatto rilevare – non hanno collaborato nella fase delle indagini temendo di essere licenziati. Gli africani sono tutti richiedenti asilo ospitati in due Centri di accoglienza straordinaria (Cas) di Prato e Poggio a Caiano. I responsabili dei Cas non si sarebbero accorti che i richiedenti asilo loro ospiti lavoravano per tutta la giornata rimanendo assenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due femminicidi, una in Lombardia, l’altro in Calabria
Entrambe le donne sono state uccise dai mariti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRESCIA
14 settembre 2021
12:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si allunga la lista dei femminicidi, oggi ce ne sono stati due: uno in Lombardia, l’altro in Calabria.
Una donna, madre di due figli grandi, è stata uccisa dall’ex marito. È accaduto ad Agnosine, in Valsabbia, nel Bresciano, dove la vittima, Giuseppina Di Luca, si era trasferita da un mese dopo la separazione dal marito Paolo Vecchia, di 52.

Questa mattina l’uomo ha raggiunto l’ex moglie a casa e l’ha colpita una decina di volte con un coltello sulle scale della palazzina, poi si è costituito ai carabinieri.
Una donna di 43 anni, Sonia Lattari, é stata uccisa al culmine di una lite con alcune coltellate dal marito, Giuseppe Servidio, di 52, che é stato fermato dai carabinieri. L’uxoricidio é avvenuto nell’abitazione della coppia a Fagnano Castello, nel cosentino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Operaio travolto e ucciso in A1
A Parma stava segnalando un cantiere su una corsa d’emergenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PARMA
14 settembre 2021
08:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un operaio che stava lavorando su un autocarro in un cantiere lungo l’Autosole è rimasto ucciso dopo che il suo mezzo è stato travolto da un camion. L’incidente sul lavoro è avvenuto attorno alle 15 all’innesto fra l’A1 e l’A15 nei pressi di Parma.
L’operaio, dipendente di una società che lavora per Autostrade per l’Italia, stava segnalando un cantiere lungo la corsia di emergenza quando un camion diretto verso Milano ha sbandato mentre era in prima corsia ed ha colpito in pieno il furgone di servizio uccidendo sul colpo l’operaio. La circolazione in direzione nord è stata riaperta.
Muore travolto da barra mietitrebbia nel padovano – Un uomo di 71 anni è morto oggi pomeriggio mentre tentava di riparare un guasto nella sua mietitrebbia. L’incidente è avvenuto a Rovolon (Padova), l’uomo è un contadino, residente in zona. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Abano Terme, lo Spisal e il 118, per il 71enne non vi è stato nulla da fare. I vigili del fuoco sono intervenuti per spostare il macchinario che con ogni probabilità finirà sotto sequestro. Dai primi accertamenti pare che l’uomo stesse lavorando ai suoi campi, la barra della trebbia si sarebbe staccata e lui ha tentato di aggiustarla, ma l’attrezzo gli è caduto addosso, non lasciandogli scampo.
Un pastore di 70 anni ha perso la vita oggi sui monti dell’Alta Valle Spluga, nel territorio comunale di Madesimo (Sondrio). È scivolato in un dirupo mentre accudiva il suo gregge in alta montagna. A recuperarlo dal burrone i militari del Sagf della Guardia di finanza di Madesimo con gli uomini del Soccorso Alpino della VII Delegazione di Valtellina e Valchiavenna. Immediato il suo trasporto con l’elicottero di Areu all’ospedale Morelli di Sondalo, dove è deceduto poche ore il ricovero.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Roma: a fuoco ex fabbrica di penicillina, ferito migrante
Si teme danno ambientale, stabile abbandonato da tempo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
14 settembre 2021
03:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un grande incendio è divampato ieri sera nella ex fabbrica di Penicillina di Via Tiburtina, a San Basilio, uno stabile da tempo in abbandono, divenuto rifugio di migranti e senzatetto prima di essere ufficialmente sgomberato.
All’interno si trovava però almeno un cittadino di origine nigeriana, ustionato a una gamba.
Un gruppo di attivisti di Potere al Popolo impegnati nella campagna elettorale per l’elezione del nuovo sindaco ha lanciato l’allarme ricordando di aver sollecitato pochi giorni fa il sequestro e la bonifica della struttura, che a loro dire conterrebbe amianto e rifiuti tossici, “una bomba ecologica sugli abitanti di tutta Roma est”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rapina in villa: sequestrarono anziana in casa, tre arresti
Indagate 4 persone. Operazione polizia Pordenone in Fvg e Veneto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PORDENONE
14 settembre 2021
07:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gli agenti della Questura di Pordenone hanno eseguito tre ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettante persone, tra Fvg e Veneto, ritenute responsabili di una rapina in villa compiuta a Pordenone la sera dell’8 febbraio scorso, ai danni di una anziana, imprenditrice, come suo marito, noti nella zona. La polizia ha anche eseguito quattro perquisizioni domiciliari nei confronti di altrettanti indagati in stato di libertà.
Le operazioni sono state condotte dalla Squadra Mobile di Pordenone, in collaborazione con le Squadre Mobili di Venezia, Rovigo e Treviso.
La donna fu bloccata in strada mentre stava portando fuori il cane e costretta a rientrare in casa dove era stata brutalmente imbavagliata e legata ai polsi con nastro adesivo e infine chiusa in bagno.
Le due ordinanze di custodia cautelare in carcere e quella di arresti domiciliari sono per i reati di rapina pluriaggravata e tentata rapina. In carcere, rispettivamente a Rovigo e Pordenone, sono stati rinchiusi S.G., di 78 anni, originario della Sardegna e residente ad Adria (Rovigo), pregiudicato per reati del tipo “rapine in villa”, che ha organizzato la rapina su commissione, e, in concorso, P.N. di 50 anni, di Thiene (Vicenza) ma residente a Cordenons (Pordenone), operatore nel settore edile. E’ agli arresti domiciliari D.A.D., di 37 anni, di Pordenone, uno degli esecutori della rapina. Sono in corso approfondimenti sulle altre 4 persone indagate.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Eitan: il nonno agli arresti domiciliari, il piccolo sarebbe a casa sua non lontano a Tel Aviv
La zia Aya presenta istanza per il rientro in Italia. Indagata anche la nonna materna per sequestro: è la ex moglie di Shmuel Peleg. Or Nirko, marito di Aya Biran, zia paterna del piccolo accusa: ‘Si rifiutano di dire dov’è’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
13:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La polizia israeliana ha interrogato Shmuel Peleg, nonno di Eitan Biran, riguardo le accuse di aver “rapito il nipote e portato in Israele”. Lo ha fatto sapere la polizia stessa aggiungendo che dopo l’interrogatorio Peleg è stato posto agli arresti domiciliari fino a venerdì.
Inoltre il piccolo Eitan è a casa del nonno Shmuel Peleg a Petah Tikva, non lontano da Tel Aviv.
Lo riportano i media israeliani. Non si hanno al momento altre notizie. Shmuel è stato interrogato dalla polizia nel pomeriggio e posto agli arresti domiciliari fino a venerdì. Inoltre gli è stato trattenuto il passaporto.
Aya Biran – la zia paterna di Eitan di cui esercita la tutela – ha presentato al Tribunale per le questioni familiari di Tel Aviv la richiesta di far rientrare il piccolo in Italia sulla base della Convenzione dell’Aja. Lo riferisce l’israeliana Canale 13.
La notizia della presentazione al Tribunale di Tel Aviv dell’istanza per il rientro di Eitan in Italia è stata confermata da Or Nirko, marito di Aya Biran, l’affidataria della tutela di Eitan. A quanto si è saputo, l’istanza è stata avanzata in base all’art.29 della Convezione dell’Aja che, tra le altre norme, consente al titolare del diritto di affido di “rivolgersi direttamente al competente tribunale per chiedere il rientro del minore sottratto, anche senza l’intermediazione delle autorità centrali”.
Anche Etty Peleg, ex moglie di Shmuel Peleg e nonna materna del piccolo Eitan, è indagata per il sequestro del bambino di 6 anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La nonna materna del piccolo Eitan, unico sopravvissuto alla tragedia della funivia del Mottarone del 23 maggio, sarebbe stata in Italia assieme all’ex marito almeno nei giorni precedenti al presunto rapimento. Il ruolo della donna, dunque, nell’inchiesta della Procura di Pavia per sequestro di persona (aggravato dal fatto che la vittima è un minorenne), è da verificare. Potrebbe infatti aver aiutato l’ex marito a portare il piccolo in Israele, dove è arrivato su un volo privato partito da Lugano. Ieri era stato lo stesso zio paterno di Eitan, che vive con la moglie Aya, tutrice legale del bambino, a Pavia, ad accusare la nonna materna di complicità nel sequestro. Anche se, in base ad indiscrezioni raccolte, era stato riferito che la donna sarebbe rientrata in Israele prima del giorno del presunto rapimento avvenuto venerdì scorso. La stessa Aya aveva raccontato comunque che il nonno, quando è arrivato a prendere Eitan per la visita che gli era stata concessa, ha parcheggiato lontano dall’abitazione e, dunque, non è chiaro se nell’auto ci fossero altre persone ad attenderlo. L’indagine sui presunti complici va avanti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La famiglia Peleg trattiene Eitan come i soldati dell’esercito israeliano sono tenuti prigionieri nelle carceri di Hamas”. Questa la denuncia di Or Nirko – marito di Aya Biran, zia paterna del piccolo – in una intervista alla tv Canae 12. “La famiglia Peleg – ha aggiunto – si rifiuta di dire dove il bambino si trova. Lo nascondono in una specie di buco”. Alla domanda se sono andati all’ospedale Sheba per verificare la presenza di Eitan, Nirko ha risposto: “c’è andato mio fratello ma Eitan non c’è”. “Nel corso di una visita precedente Eitan è stato tenuto per due ore e mezza dentro la macchina della nonna materna e interrogato da una persona sconosciuta”. Lo ha detto, parlando coi cronisti fuori dalla sua casa, Or Nirko, zio paterno del bimbo di 6 anni che si è salvato dalla tragedia del Mottarone e venerdì scorso vittima di un presunto rapimento da parte del nonno materno. La persona che lo avrebbe “interrogato”, ha spiegato lo zio, “non si è mai identificata e ha detto che il suo lavoro è ‘cambiare i baffi’, gli ha fatto un sacco di domande, Eitan era sconvolto, aveva gli incubi”. Una “situazione ricorrente”, secondo lo zio, “dopo le visite coi nonni tornava in uno stato emotivo pessimo e quel venerdì il nonno è arrivato con 30 minuti di ritardo, era tutto premeditato, programmato”.
Eitan “sta bene”. Sono le poche parole che vengono riferite da fonti legali vicine alla famiglia materna del bambino di 6 anni, unico sopravvissuto alla tragedia del Mottarone e portato in Israele dal nonno materno, in risposta alle accuse lanciate dalla zio paterno. Nell’ambito del procedimento sull’affidamento si dovrebbe “chiedere a Eitan dove vuole vivere” attraverso “l’ascolto e la verifica delle reali condizioni del minore” con “una consulenza tecnica d’ufficio e quindi in contraddittorio tra le parti”, che invece è stata “rigettata”. Lo ha spiegato l’avvocato Sara Carsaniga, uno dei legali della famiglia materna del bambino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Zaki, per lui udienza lampo ‘Io detenuto troppo a lungo’. Processo aggiornato al 28 settembre
I legale chiede il rilascio. Ong, rischia altri 3 anni e 5 mesi. Calcolando la custodia cautelare già patita dal febbraio 2020
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MANSURA (EGITTO)
14 settembre 2021
18:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si è appena conclusa la prima udienza del processo a Patrick Zaki presso il tribunale di Mansura, in Egitto. È durata poco più di cinque minuti e lo studente egiziano dell’università di Bologna ha preso la parola lamentando in sostanza di essere stato detenuto oltre il periodo legalmente ammesso per i reati minori di cui è accusato adesso.
Anche la sua legale ha sostenuto la stessa tesi chiedendone il rilascio o almeno l’accesso al dossier che lo riguarda. Il processo è stato aggiornato al 28 settembre: lo studente egiziano dell’università di Bologna rimarrà in carcere fino a quella data.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’annuncio è stato dato da un poliziotto al termine della prima udienza del processo che si svolge a Mansura. “28 settembre, 28 settembre”, hanno urlato parenti e attivisti rivolti alla piccola grata di un furgone blindato azzurro, dove sono sicuri di aver intravisto Patrick, ai quali premeva di fargli sapere la prossima scadenza che altrimenti nessuno gli avrebbe comunicato. La sua legale, Hoda Nasrallah, nel confermare la data, non ha saputo precisare se il suo assistito venga portato indietro al carcere di Torah, al Cairo, o in qualche prigione di Mansura.
Zaki era ammanettato nella gabbia degli imputati durante la sua udienza e ha salutato a mani giunte una dozzina di parenti, attivisti e i due diplomatici italiani in aula. La legale ha chiesto l’accesso al suo dossier per avere certezza che le accuse di istigazione al terrorismo siano effettivamente decadute, come sembra dalla natura della Corte, ha spiegato una fonte. Barba, occhiali e codino, Patrick era vestito tutto di bianco con camicia, pantaloni larghi e scarpe da tennis. Ha parlato con impeto davanti a un giudice principale, uno a latere e un cancelliere.
In caso di condanna al massimo della pena prevista per il tipo di reato che gli è contestato (“diffusione di notizie false dentro e fuori il Paese” sulla base di un articolo pubblicato due anni fa), Zaki rischia in teoria di rimanere in carcere altri 3 anni e 5 mesi: è quanto emerge da dichiarazioni fatte oggi da una rappresentante dell’ong per cui lo studente egiziano dell’Università di Bologna lavorava e da quanto avevano ricordato a suo tempo fonti della Giustizia egiziana.
“Sì, legalmente è vero. Non abbiamo motivo di immaginare che la pena sarebbe conteggiata diversamente”, ha detto Lobna Darwish dell’Eipr, l’ “Iniziativa egiziana per i diritti personali”, rispondendo alla domanda se i 19 mesi già passati in custodia cautelare in carcere da Patrick gli verrebbero abbonati in caso di condanna. Si desume dunque che, in caso di una sentenza inferiore ai 19 mesi, vi sarebbe un’immediata scarcerazione.
“Qualsiasi egiziano che ha pubblicato notizie, comunicazioni o indiscrezioni sulla situazione interna in modo tale da danneggiare lo Stato e gli interessi nazionali sarà condannato al carcere tra i 6 mesi e 5 anni e a una multa tra 100 a 500 sterline egiziane ai sensi dell’articolo 80 della legge”, avevano ricordato nel giugno scorso fonti giudiziarie riferendosi al caso di Patrick. A causa dell’inflazione altissima in Egitto soprattutto negli anni passati, ormai 100-500 sterline egiziane valgono tra 5 e 27 euro.
“Ovviamente siamo preoccupati, la vicenda è veramente sorprendente, per non dire surreale. Speriamo che le cose possano trovare una loro composizione al più presto e mi auguro che tutte le istituzioni possano lavorare in tal senso”. Così Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia-Romagna, commenta il rinvio a giudizio di Patrick Zaki a margine dell’inaugurazione del nuovo data center del Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (European center for medium-range weather forecasts – Ecmwf). “In chi come noi si batte per la sua liberazione, per il suo ritorno a poter studiare qui a Bologna, c’è preoccupazione, inquietudine. Speriamo che tutto possa risolversi al meglio”.
“Come 19 mesi fa, Patrick è a Mansura e Bologna ritorna in piazza. Abbiamo sperato che non ce ne fosse bisogno ma ci tocca. Ci saranno tante persone come l’8 febbraio del 2020 a Bologna in piazza Maggiore a chiedere ‘Free Patrick Zaki'”. Così Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia annuncia un flashmob per stasera nel capoluogo emiliano, città dove Patrick frequentava un master europeo presso l’Alma Mater. L’iniziativa in occasione della prima udienza del processo in Egitto a carico dell’attivista.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Esplosione e fiamme in palazzina a Roma, tre feriti
Crolla il solaio della casa. Evacuato il palazzo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
14 settembre 2021
15:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Esplosione e incendio in una palazzina in via Atteone, in zona Tor Bella Monaca, alla periferia di Roma. Sul posto carabinieri, polizia locale e vigili del fuoco.
Dalle prime informazioni sembra che l’esplosione si sia verificata in un appartamento all’ultimo piano probabilmente per una fuga di gas.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A causa dell’esplosione si è verificato il crollo di una parte del solaio della casa. Al momento, secondo quanto si è appreso, tre persone risulterebbero ferite: il proprietario dell’appartamento interessato dall’incendio rimasto ustionato e trasportato, cosciente, dal118 al S. Eugenio; due persone contuse, che si trovavano nell’appartamento accanto interessato dall’onda d’urto.
I pompieri hanno evacuato il palazzo portando in salvo alcune persone rimaste illese. In azione anche il 118 per il soccorso degli inquilini mentre la polizia municipale ha chiuso le strade di accesso al luogo dell’esplosione. Sono intervenuti i carabinieri della compagnia Casilina e della stazione Tor Bella Monaca che hanno avviato accertamenti per chiarire la dinamica di quanto accaduto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fontana, terza dose dal 20 settembre
Governatore Lombardia, rispettiamo indicazioni che ci arrivano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 settembre 2021
09:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Dal 20 o 21 settembre saremo pronti ad iniziare questa terza fase, rispettando le indicazioni che ci vengono da Roma di somministrare prima i fragili e ai pluripatologici. Se poi sarà necessario estenderlo a tutta la popolazione, siamo pronti”.
Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, intervenendo alla trasmissione ‘Morning News’ su Canale 5.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Fiorentino, fondamentali futilità
Dopo romanzi con Mastelloni, profonda riflessione sull’amore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
14 settembre 2021
09:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FRANCESCO FIORENTINO (MARSILIO, PP148, EURO 16). L’amore è come un bagaglio il cui peso va adeguato all’età di chi lo porta. O lo trascina.
E’ un sentimento autentico, non si lascia strumentalizzare: innamorarsi (o pensare di esserlo) non per condividere il proprio destino con un’altra persona ma per sfuggire all’ansia di invecchiare o scongiurare lo spegnimento dell’erotismo, è un vivere posticcio che mostra presto i suoi limiti. Facile a dirsi, molto meno comportarsi di conseguenza. Francesco Fiorentino è uno di quei maschi che ha capito questa dinamica, come ben sintetizza nel suo ultimo romanzo, Futilità (Marsilio).
Ma la comprensione non esclude che lui stesso non sia caduto nell’equivoco, come sembra di ricavare dalla lettura di questo breve ma intenso libro.
Che sia vero o no, si tratta di un evento di cronaca personale, che non riguarda il Fiorentino scrittore. Il quale, invece, colto, dimostra una notevole profondità di pensiero, che, come quegli uomini giunti a conclusioni importanti dopo lunghe riflessioni e confronti, distilla in pillole apparentemente semplici e con un distacco dalle cose materiali amaro e ironico. Ironia rinforzata dall’anagrafe partenopea.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La storia di Ugo, docente universitario di Storia dell’arte, che, in soggiorno di studio di un anno a Parigi per scrivere un saggio sulle Annunciazioni, lascia la moglie, Chiara, rimasta a Firenze, per andare a vivere con la venticinquenne romana Sofia, che ha la metà dei suoi anni, conosciuta proprio nella capitale francese, Fiorentino avrebbe potuto intitolarla “Passione senile” o “Il professore innamorato”. Invece, la chiama “Futilità”, termine che in questo caso ha il valore semantico di deposito, luogo dove sversare emozioni, sofferenze, delusioni e ardori che, essendo “asincroni” tra i due protagonisti per età e per spessore culturale, si rivelano amori di facciata, inconsistenti. Bagatelles, appunto. Tempeste d’amore che turbinano in un ambiente accademico incattivito, mediocre e svuotato di senso, ridotto a velleitarismi mondani, al quale Ugo – più autentico – riesce in parte a sottrarsi.
L’autore sembra giustificare l’attrazione irresistibile del professore per la bella Sofia: “Ci si innamora sempre allo stesso modo, quello dei sedici anni”, sostiene; “non c’è pietà per chi non è amato”, incalza. Ma pagine più avanti non può che ammettere la realtà dei fatti: “Ognuno costruisce pietra su pietra il proprio labirinto, nella speranza di non incontrarsi mai”. Forse anche Ugo, che pure è uomo consapevole e lucido, è buon architetto del proprio dedalo: pur di non incontrarsi, progetterà nuovi corridoi e svolte sotto forma della ricerca di un amore, di un sentimento forte che lo stordisca e lo distolga dall’unico elemento non futile, il passare del tempo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’avvicinarsi dell’appuntamento definitivo, il “deserto dell’ultima attesa”.
L’essere umano maschio – Ugo, il Grigio, Emanuele – è perciò esso stesso un vivente futile, ben più della donna – Chiara, Sofia, Ines – che sa vivere la sua età e i suoi amori e non tenta di barare con il presente, tanto meno con il passato.
Fiorentino ne fa una questione di epoca, ambientando il romanzo alla vigilia dell’annientamento della “gioiosa macchina da guerra” di Occhetto e della dilagante vittoria elettorale di Berlusconi. Certo, il magnate di Arcore ha accelerato il processo di commercializzazione del pensiero, di ridicolizzazione della critica; egli stesso è vittima (seriale e morbosa) di attrazioni per le giovani, ma non gli si può attribuire la responsabilità di essere in questo un archetipo.
Tanti uomini e da sempre sono attratti dalle giovani; ma un distinguo può essere fatto sui motivi di questo richiamo, dando in parte ragione all’autore: naturale attrazione erotica oppure desiderio di ancorarsi artificiosamente alla giovinezza.
“Estetizzazione della moralità come eleganza mi pare un sintomo rilevante nel momento in cui vengono meno ideali in cui impegnarsi”, ha indicato Fiorentino in una recente intervista alla Gazzetta del Mezzogiorno, secondo una analisi legata all’epoca, argomentando che “sul mercato sentimentale un single cinquantenne e piacente viene ben valutato”, soprattutto se lui, “grazie a diete e pillole può credere di essere ancora giovane”.
Futilità è il terzo romanzo di Fiorentino che, insegnante di letteratura francese, ha pubblicato saggi su Molière e Balzac, e due polizieschi con il magistrato Carlo Mastelloni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lovely boy, eccessi e speranza di un trapper
Con Carpenzano film di Lettieri su disperazione di un talento
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
10:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un talento giovane, difficile da gestire, una popolarità alle porte che esalta e spaventa ma soprattutto la dipendenza sempre più profonda dalle droghe, che finisce per distorcere il suo rapporto con la realtà. E’ il percorso di vita che attraversa Lovely Boy, nome d’arte di Niccolò, detto Nic (un bravissimo Andrea Carpenzano), ventenne ‘trapper’ con un’anima un po’ punk, tatuaggi sul viso e testi provocatori, in Lovely Boy di Francesco Lettieri, film Sky Original, prodotto da Indigo Film e Vision Distribution, che è stato presentato fuori concorso alle Giornate degli Autori alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia , è in sala il 13-14-15 settembre e poi dal 4 ottobre in prima tv assoluta su Sky Cinema e in streaming su NOW.
“Abbiamo scritto la storia prendendo molto della realtà dei ragazzi, usando come fonte anche i profili social di vari trapper. Poi ci siamo resi conto che il rischio per film era che scimmiottasse il mondo reale, per cui siamo passati a creare un mondo originale, dai tatuaggi alle canzoni” ha sottolineato Lettieri, già affermato autore di videoclip per, fra gli altri, Calcutta, Thegiornalisti, Noyz Narcos, Carl Brave x Franco 126, qui al secondo film dopo Ultras. “Le situazioni nel film sono davanti agli occhi di tutti” ha spiegato Carpenzano, che per prepararsi al ruolo si è basato “sull’osservazione, dal modo di cantare a quello di parlare, tra ricordi vecchi e recenti”.
Nella storia, il romano Nic, sempre più instabile, arriva alla rottura con l’amico Borneo (Enrico Borello), altra metà nel duo trap XXG, e distrugge il rapporto con la compagna Fabi (Ludovica Martino). Una situazione che spinge i genitori a portarlo in una comunità di recupero fra le Dolomiti, dove fra pazienti molto più grandi lui crea un legame profondo con uno degli operatori, Daniele (Daniele Del Plavignano, che ha veramente lavorato in una comunità).
“Anche nella disperazione, nel vuoto, nel nichilismo, la speranza sta nell’umanità e nell’amore – ha aggiuntp Lettieri -.
Questa è una storia molto semplice, di un ragazzo che si perde e che ritrova la normalità nel dialogo con una persona come Daniele”. Fabi nel racconto “è una bellissima luce che però non basta a Nic – ha commentato Ludovica Martino che aveva già recitato con Carpenzano in Il Campione -. Niccolò quando usa le droghe si allontana da tutto e tutti, lei porta avanti da sola la relazione fino a prendere a una decisione fondamentale”.
Venendo alla musica, grande protagonista nel film, “già conoscevo la trap, perché ascolto di tutto, da Paolo Conte a Sferaebbasta – ha spiegato Carpenzano -. Mi interessava il film anche perché era difficile raccontare questo mondo, come lo era raccontare il calcio ne Il campione… faccio il kamikaze in questo mestiere”. Qui in una scena “mi è anche venuto un attacco di panico”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mostro Firenze: sopralluogo della Scientifica a Scopeti
Maxi-ispezione hi tech con tecnologie moderne, anche botanica
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
14 settembre 2021
10:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sopralluogo a sorpresa della polizia scientifica, stamani, nel bosco e di Scopeti di San Casciano Val di Pesa (Firenze), luogo dell’ultimo omicidio attribuito al cosiddetto Mostro di Firenze, l’uccisione dei francesi Nadine Mauriot e Jean Michel Kraveichvili, i cui cadaveri furono trovati il 9 settembre 1985 da un cercatore di funghi. Personale di Firenze e della direzione di Roma è sul posto.
L’obiettivo, secondo quanto appreso, è ottenere con tecnologie attuali la ricostruzione dei luoghi topografica, con rilievi che comprendono pure la strada, e forestale, per stabilire l’esatta disposizione della vegetazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sparatoria centro Trieste: Procura confronterà bossoli trovati
Prematuro collegamento ma ci saranno comparazioni tra reperti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
14 settembre 2021
10:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“È prematuro ipotizzare o escludere un collegamento” tra i bossoli rinvenuti ieri in un cassonetto a Trieste e la sparatoria nel centro del capoluogo giuliano avvenuto nell’ambito di una rivalità tra due famiglie di operai kosovari. Lo ha riferito il Procuratore capo di Trieste Antonio De Nicolo confermando tuttavia che verranno svolti accertamenti per comparare i bossoli ritrovati a terra sul luogo della sparatoria e quelli rinvenuti ieri.

Questi sono stati trovati a decine in un cassonetto dei rifiuti in largo Canal a Trieste, scoperti da un cittadino che ha poi dato l’allarme alle forze dell’ordine.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Fedriga, Fvg pronto da subito per terze dosi
Immunodepressi e fragili. Ok estendere Green pass se è scienza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
14 settembre 2021
11:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rispetto alla somministrazione delle terze dosi prevista dal 20 settembre, “noi partiamo subito per le categorie individuate a livello nazionale, quindi gli immunodepressi, i fragili e i super-fragili”. Lo ha annunciato il presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, intervenendo questa mattina alla trasmissione “Radio anch’io” su Rai Radio 1.

“Siamo pronti e i vaccini ci sono, quindi quel problema che si è presentato qualche mese addietro non c’è più”, ha assicurato Fedriga. E in merito a una estensione del Green pass ai lavoratori pubblici e privati, Fedriga ha detto: “Se questa è la scelta presa su un indirizzo scientifico, sono d’accordo”. E ha proseguito: “Penso che sia un grave errore adesso trasformare il Paese in un’arena dove c’è una lotta tra bande, dobbiamo accompagnare i cittadini in questo periodo difficile. Per questo, per esempio, io sono contrario all’obbligo vaccinale, ma molto favorevole all’informazione corretta sui vaccini che smentisca le fake news e convinca a partecipare alla campagna vaccinale”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: paritaria Milano, ‘esclusi da piattaforma Green pass’
Nappo (Freud), è come fossimo dei ristoratori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 settembre 2021
12:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La piattaforma nazionale per la verifica del Green pass al personale insegnante e amministrativo è stata attivato solo per le scuole statali e non per le paritarie rendendo complessi, lunghi e tortuosi i controlli. Una vergogna”: è la denuncia che emerge dal mondo delle scuole non statali di cui si fa portavoce Daniele Nappo, direttore dell’Istituto Freud di Milano.

In pratica – è stato spiegato – il sistema pubblico consente il controllo della validità in corso del certificato verde e segnala la scadenza in tempo reale. Le scuole paritarie, non potendovi accedere, devono monitorare i dipendenti – docenti, impiegati e tutti gli addetti – giorno per giorno attraverso un’applicazione per verificare la validità del Green pass. Al contrario i dirigenti delle scuole statali vengono avvisati automaticamente dal portale in tempo reale con un ‘allarme’ (alert) che segnala il certificato scaduto.
“E’ incomprensibile l’attuale scelta del Ministero dell’Istruzione che chiediamo di modificare subito – sottolinea Nappo -. Si costringono i dirigenti a diventare come i ristoratori obbligati alle verifiche con i clienti. Ma i nostri sono dipendenti e la piattaforma già esiste ed è nata in collaborazione con il Ministero della Salute. Le scuole non statali ancora una volta vengono considerate di serie B nonostante siano paritarie e quindi equipollenti alle scuole pubbliche. Perché ancora queste differenze?”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lombardia, prima a raggiungere 80%
Vicepresidente Moratti su social, grazie a operatori e cittadini
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 settembre 2021
12:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi la Lombardia raggiunge l’obiettivo fissato da Figliuolo dell’80% della propria popolazione con più di 12 anni con vaccinazione completa. Siamo la prima regione ad arrivare a questo traguardo”.
Lo scrive, sul suo profilo Twitter, la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti.
“Grazie a tutti gli operatori e ai cittadini lombardi – aggiunge Moratti -. Vacciniamoci, proteggiamoci!”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uscita per fare jogging, trovata morta nel Lecchese
Donna di 45 anni era scomparsa da 5 giorni, aperta inchiesta
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LECCO
14 settembre 2021
12:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il corpo senza vita di una donna scomparsa da cinque giorni è stato ritrovato ieri sera a Paderno d’Adda (Lecco) sul greto del fiume Adda, in una zona impervia vicino al santuario della Madonna della Rocchetta.
La salma è stata recuperata dai vigili del fuoco.
Si tratterebbe di Orquidea Rosario, 45 anni, di origine dominicana, residente a Porto d’Adda, frazione di Cornate d’Adda (Monza Brianza). La donna era uscita di casa nella tarda mattinata del 9 settembre per fare jogging lungo il fiume. Poi di lei si erano perse le tracce.
Non sono ancora chiare le cause della morte della donna.
Sull’accaduto è stata aperta un’inchiesta coordinata dalla Procura.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Terza dose: Zaia, prima somministrazione lunedì prossimo
All’hub di Villorba con gen. Figliuolo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
14 settembre 2021
13:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La prima simbolica inoculazione della terza dose la faremo alla presenza del generale Figliuolo all’hub di Villorba, lunedì mattina”. Lo ha annunciato il presidente del Veneto, Luca Zaia.
L’assessore regionale alla Sanità, Manuela Lanzarin, ha specificato che per fine settembre il Veneto punta per la terza dose a una platea di 100 mila persone tra over 80 o sanitari, e per fine ottobre ad altre 120-130 mila. La terza dose sarà eterologa, con vaccino mRna.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Zagrebelsky, docenti contro Green pass non sono Università
Esperti? Cosa c’entra pandemia con musica da camera…
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
14 settembre 2021
13:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“I 300 professori che hanno firmato la lettera contro il Green pass, tra cui il professore Alessandro Barbero, non rappresentano l’università, ma loro stessi. Come cittadini.
Come lo siamo tutti. La gente potrebbe pensare che si tratti di professori esperti di quella materia, invece non è così, per esempio tra loro so esserci una professoressa di musica da camera. Bellissima cosa la musica da camera, ma cosa c’entra con la pandemia?” Lo ha detto il costituzionalista Gustavo Zagrebelsky, presidente di Biennale Democrazia, presentata oggi al Teatro Carignano di Torino e in programma dal 6 al 10 ottobre.
“Oggi è vero ci sono tanti costituzionalisti che dicono la loro sull’articolo 32 – ha aggiunto Zagrebelsky, a margine della presentazione di Biennale Democrazia al teatro Carignano di Torino – in fondo un po’ lo siamo tutti in quanto cittadini. Ma questo non significa essere esperti no?”. Ai giornalisti che gli chiedevano se secondo lui l’obbligo del Green pass possa avere ripercussioni sul vivere democratico, il giurista ha detto di non voler rispondere. “Con la Biennale – ha aggiunto – ci interrogheremo sui grandi cambiamenti in atto nel Pianeta, un Pianeta diverso da come era quando 15 anni fa è nata la Biennale, sotto un profilo sociale, economico e anche sanitario.
Qualche riflessione, piuttosto che risposte vere e proprie, potrà forse venire dalle nostre discussioni durante la stessa Biennale’.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Eitan: media, istanza a corte Tel Aviv per rientro in Italia
Presentata da Aya Biran, la zia paterna del bambino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TEL AVIV
14 settembre 2021
13:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aya Biran – la zia paterna di Eitan di cui esercita la tutela – ha presentato al Tribunale per le questioni familiari di Tel Aviv la richiesta di far rientrare il piccolo in Italia sulla base della Convenzione dell’Aja. Lo riferisce l’israeliana Canale 13.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Parroco arrestato per spaccio a Prato
Ai domiciliari sacerdote 40enne coinvolto in indagini polizia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PRATO
14 settembre 2021
13:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arrestato per spaccio di stupefacenti a Prato, un sacerdote, don Francesco Spagnesi, coinvolto in un’indagine della polizia su feste a base di cocaina e di Gbl, la cosiddetta ‘droga dello stupro’. Il parroco, 40 anni, è stato messo agli arresti domiciliari dal gip Francesca Scarlatti che ha accolto la richiesta di misura cautelare presentata dalla procura.
Le accuse sono di spaccio e importazione di sostanze stupefacenti. Il sacerdote da pochi giorni ha lasciato gli incarichi nella Parrocchia dell’Annunciazione nel quartiere pratese della Castellina.
Secondo quanto ricostruito dalla squadra mobile di Prato, il parroco don Francesco Spagnesi avrebbe importato dall’estero, nel corso del tempo, quantitativi di Gbl (la droga dello stupro) compresi tra mezzo litro e un litro per volta assieme ad un complice, Alessio Regina, di 40 anni. Proprio grazie all’individuazione dell’attività criminale di quest’ultimo e al suo arresto avvenuto a fine agosto per importazione di droga dall’Olanda, gli inquirenti hanno scoperto il coinvolgimento del sacerdote. Secondo la polizia la droga sarebbe stata pagata con le offerte dei parrocchiani e destinata a persone contattate tramite siti di incontri sessuali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
J-Ax minacciato dai no vax, sono terroristi
L’artista: ‘Vogliono cercarmi, bastonarmi, investirmi e riempirmi di botte’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 settembre 2021
18:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ho ricevuto delle minacce da alcuni NO-VAX che vogliono: ‘Cercarmi, bastonarmi, investirmi e riempirmi di botte’. Quando la politica capirà che siamo di fronte a un gruppo di terroristi anti-italiani che si sta radicalizzando, sarà, come sempre, troppo tardi”: J-Ax, che, dopo aver preso il Covid, si è fatto portavoce della campagna pro vaccini lo ha scritto su Instagram dove ha anche postato un video.
“Sono anti italiani perché più spazio hanno più rallenteranno il rilancio del nostro Paese – ha sottolineato nel lungo video ricordando che non è la prima volta che ha ricevuto minacce – Chiunque abbia amore per l’Italia dovrebbe combattere chi vuole la sua distruzione e i negazionisti vogliono distruggere gli italiani e l’Italia” “Capisco la paura che hanno le persone che non vogliono vaccinarsi.
Cosa credete, che noi che ci siamo vaccinati non abbiamo avuto dubbi? Non ci siamo detti ‘magari la sfiga che qualcosa vada storto capita proprio a me’? ma l’abbiamo fatto – ha spiegato – , perché è un dovere civico, certo per la nostra salute ma anche per difendere la vostra salute, la salute del Paese e del mondo”.
J-Ax ha definito i negazionisti “dei privilegiati che non hanno mai visto cosa fa il Covid”. “Io – ha raccontato – non solo ho avuto il Covid in casa. Ho perso anche qualcuno di importante” aggiungendo che di Covid è morto il padre di Jad, l’altra metà con lui degli Articolo 31.
“Nessuno vuole togliere la libertà di nessuno. Si tratta solo – ha concluso – di rispettare la vita, il dolore e la morte delle persone perché questo è il Covid”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sorelle per sempre, prevale la legge del cuore
Da vera storia scambio culle. Su Rai1 con Finocchiaro e Caprioli
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
14:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ la notte di di Capodanno a Mazara del Vallo: due bambine – nate nello stesso ospedale – vengono scambiate in culla. “Oggi, dopo la scoperta grazie alla mamma biologica di una delle due, la verità è venuta alla luce”, come spiega mamma Marinella Alagna: “Oggi viviamo tutti come una grande famiglia allargata, le ragazze hanno 23 anni: sempre insieme, scuola, attività sportive, amici, una appena laureata e l’altra in procinto a giorni di discutere la tesi, sono unitissime.
Ma è stato come scalare l’Everest, all’inizio abbiamo vissuto un incubo”. La loro storia vera è raccontata in un film tv con qualche licenza di sceneggiatura, a partire dai nomi dei protagonisti: “Sorelle per sempre”, in onda giovedì 16 settembre su Rai1 in prima serata. La regia è di Andrea Porporati. A prestare il volto a queste due mamme coraggiose le potenti interpretazioni di Donatella Finocchiaro e Anita Caprioli, sostenute non solo da Vincenzo Castrogiovanni e Francesco Foti, i papà, ma anche da uno dei nonni interpretato da Andrea Tidona. Dice Finocchiaro: “E’ una storia unica e straordinaria, che fa riflettere anche sulla genitorialità biologica e sull’affido, perché queste ragazze hanno quattro genitori a tutti gli effetti, grazie alla loro lungimiranza e al cuore. I figli sono di chi li cresce e di chi li ama.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Io sono mamma, come lo è Anita Caprioli, ci siamo chieste come ci saremmo comportate, non si può dare una risposta lucida, anche se sono un’attrice e sono abituata a calarmi nei ruoli a immedesimarmi in una storia, in questo caso ti ci devi trovare, è davvero impossibile essere obiettivi. Qui siamo di fronte poi ad una negligenza di proporzioni gigantesche. Ecco, la fortuna è stata che è capitata a due famiglie perbene, con due ragazze che crescendo come sorelle hanno anche saputo trovare la loro strada. La famiglia era con noi, sul set ho visto commozione lacrime. In Sorelle per sempre dolore e amore si mescolano, le due madri diventano complici per risolvere un rebus”. Di chi sono veramente i figli? Di chi li mette al mondo o di chi li cresce? La legge del sangue cederà alla legge del cuore: Marinella e Costanza avranno due mamme e due papà e cresceranno insieme. Come sorelle.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Reddito: non avevano i requisiti, 33 denunciati a Imperia
Vasta operazione di controllo dei carabinieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
IMPERIA
14 settembre 2021
14:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Trentatré persone, prevalentemente stranieri, che avevano percepito il reddito di cittadinanza, malgrado fossero sprovviste dei requisiti richiesti, sono state denunciate dai carabinieri del comando provinciale di Imperia, nel corso di una vasta operazione di controllo condotta con il supporto dei militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro. Gli indagati hanno falsamente attestato di essere residenti in modo continuativo nei comuni di Sanremo e Taggia, quando dagli approfondimenti svolti dai militari delle rispettive Stazioni è emersa la carenza del requisito della residenza in Italia da almeno dieci anni al momento della presentazione della domanda, di cui gli ultimi due in modo continuativo.
Sono state avviate le procedure per il sequestro delle carte su cui le somme erogate vengono accreditate, nonché per il recupero di quelle già percepite, pari a circa 220mila euro. Le posizioni saranno ulteriormente esaminate per verificare l’eventuale mancanza di altri requisiti richiesti dalla normativa di settore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Patti Smith e Bill Viola tra grandi eventi Riemergere a Roma
All’Eur dal 15 settembre al 29 giugno con 600 artisti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
14:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il mito Patti Smith, le potenti video installazioni di Bill Viola, la musica multietnica dell’Orchestra di Piazza Vittorio. Ma anche Luca Zingaretti che legge Andrea Camilleri, Federico Rampini che parla di economia attraverso i Beatles, Emma Bonino voce recitante per un film di Werner Herzog.
E ancora il regista Romeo Castellucci, la scultrice Janet Echelman e l’artista, illustratore e animatore Gianluigi Toccafondo. Sono soltanto la punta dell’iceberg degli oltre 100 eventi con 600 artisti e personalità della mondo della cultura in 10 mesi di eventi (dal 15 settembre al 29 giugno) che animeranno la prima edizione di Riemergere, ideato da Eur Culture per Roma e realizzato da Eur Spa con la direzione artistica di Oscar Pizzo tra la Nuvola di Massimiliano Fuksas, il Palazzo dei Congressi e l’intero quartiere.
Concerti, festival di cinema, videoarte e fotografia, fiere dell’editoria e dell’arte contemporanea, messe musicali e lunghe notti sonore fra jazz, gospel, taranta, indie e trap; appuntamenti orchestrali, mostre d’arte e incontri con i rappresentanti del mondo del giornalismo e della cultura, omaggi a grandi scrittori e a icone pop, eventi speciali e progetti riservati ai più piccoli. Su http://www.eurspa.it/ e su http://www.facebook.com/eurspa e http://www.instagram.com/eurspa/ il programma dettagliato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Lazio, primi test salivari scuole sentinella
D’Amato, circa 30mila alunni interessati su territorio regionale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
14 settembre 2021
14:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel Lazio al via i test salivari nelle scuole sentinella con “circa 30 mila alunni interessati sul territorio regionale”. Lo dice l’assessore della Regione alla Sanità, Alessio D’Amato, in visita all’istituto comprensivo Bachelet, nel quartiere Torrino di Roma, dove è iniziata la raccolta di campioni tra gli studenti volontari.
“Sono iniziate le operazioni, molto semplici e non invasive – spiega -.
E’ un test con prelievo salivare di natura molecolare che viene processato in laboratorio. Se c’è un caso positivo, viene isolato. Tutta questa attività – continua D’Amato – serve per evitare chiusure di plessi scolastici, per intervenire chirurgicamente lì dove ci potrebbero essere casi di positività”.
Quanto alle terze dosi di vaccino, l’assessore indica che “stiamo già reclutando i trapiantati di organo solido, che nella nostra regione sono circa 5 mila e si stanno contattando proprio in queste ore per fissare gli appuntamenti presso le strutture di vaccinazione. Inoltre – aggiunge – siamo in attesa della circolare ministeriale in cui, oltre ai trapiantati vengano definiti gli altri soggetti, sicuramente parleremo degli immunodepressi. Ci sarà sicuramente la parte oncoematologica, ma poi questo lo vedremo con la circolare”.
“I trapiantati – conclude l’assessore – potrebbero avere un minor tasso anticorpale e, pertanto, un richiamo aumenta la capacità di prevenzione e sicurezza, nel caso venissero a contatto con la malattia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Zaki, io detenuto troppo a lungo. Legale chiede il rilascio
Studente egiziano in manette nella gabbia degli imputati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MANSURA
14 settembre 2021
15:02
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si è appena conclusa la prima udienza del processo a Patrick Zaki presso il tribunale di Mansura, in Egitto. È durata poco più di cinque minuti e lo studente egiziano dell’università di Bologna ha preso la parola lamentando in sostanza di essere stato detenuto oltre il periodo legalmente ammesso per i reati minori di cui è accusato adesso.

Anche la sua legale, Hoda Nasrallah, ha sostenuto la stessa tesi chiedendone il rilascio o almeno l’accesso al dossier che lo riguarda.
Zaki era ammanettato nella gabbia degli imputati durante la sua udienza e ha salutato a mani giunte una dozzina di parenti, attivisti e i due diplomatici italiani in aula. La legale ha chiesto l’accesso al suo dossier per avere certezza che le accuse di istigazione al terrorismo siano effettivamente decadute, come sembra dalla natura della Corte, ha spiegato una fonte. Barba, occhiali e codino, Patrick era vestito tutto di bianco con camicia, pantaloni larghi e scarpe da tennis. Ha parlato con impeto davanti a un giudice principale, uno a latere e un cancelliere.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incendio a Milano: ‘armatura’ metallica sul grattacielo
Da ieri messo in sicurezza da ditta specializzata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 settembre 2021
15:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato messa in sicurezza per evitare il crollo di eventuali parti pericolanti la Torre dei Moro di via Antonini, il grattacielo di 18 piani nel quartiere Vigentino di Milano, che lo scorso 29 agosto ha preso fuoco trasformandosi in una torcia incandescente.
Da ieri infatti, la facciata dell’edificio interessata direttamente dall’incendio è stata ‘incamiciata’ con un’armatura metallica e una rete da una ditta esperta incaricata da inquirenti e investigatori.

L’edificio, su disposizione della Procura di Milano, è sotto sequestro. L’indagine aperta con l’ipotesi di disastro colposo è a carico di ignoti e riguarda, oltre agli aspetti relativi alla sicurezza del grattacielo – in particolare i pannelli del rivestimento esterno che alle alte temperature si sono liquefatti – , le cause del maxi rogo che si è originato certamente in un appartamento al 15esimo piano e molto probabilmente sul balcone: al vaglio ci sono parecchie ipotesi, tra cui un mozzicone di sigaretta e il cosiddetto ‘effetto lente’, mentre è stato escluso un cortocircuito.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Alto Adige “alcune classi già ritornate in Dad”
Kompatscher, “screening per evitare grossi focolai nelle scuole”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
14 settembre 2021
15:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In Alto Adige, dove l’anno scolastico è iniziato il 6 settembre, “alcune classi sono già in Dad” per casi di positività tra alunni oppure tra i professori.
Lo ha confermato il governatore Arno Kompatscher in conferenza stampa.
“Noi – ha aggiunto – siamo i primi ad avere uno screening, anche se – per il momento – solo parzialmente, mentre il programma nazionale deve ancora partire. Lo screening ci aiuterà ad evitare grossi focolai nelle scuole. I primi casi nelle scuole sono stati scoperti perché le persone, in un modo o l’altro, vengono comunque testate”. Lo screening altoatesino si aggiunge a quello nazionale a campione, ha precisato Kompatscher. “Il ministero alla Salute non ritiene solo utile il nostro screening, ma lo valuta positivo, utile e necessario. Per questo motivo andiamo avanti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Torna X Factor, Tersigni ‘mi ispiro a Fiorello’
Dal 16 settembre su SkyUno, niente categorie, giudici confermati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
15:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un nuovo conduttore, l’attore Ludovico Tersigni, l’abolizione delle categorie e della distinzione di genere ed età, la conferma nel ruolo di giudici di Emma, Manuel Agnelli, Mika e Hell Raton: riparte da qui la nuova edizione di X Factor, da giovedì 16 settembre su SkyUno (e on demand su Sky Go e Now, con la serata di esordio in simulcast su Tv8). Quattro squadre che si comporranno solo in base alla proposta musicale (sempre più rock e meno rap) e alla progettualità artistica, nel segno della contemporaneità, la strada che il programma Sky prodotto da Fremantle ha sempre cercato e voluto.
Niente pubblico nello studio di Cinecittà per le audizioni, per quella che – spiega la produzione – dopo una necessità dettata dal covid l’anno scorso è diventata una scelta creativa.
In 12 arriveranno al live al Teatro Repower di Assago (Milano).
“Io ce provo”, dice rivendicando la sua romanità Ludovico Tersigni, star della teen serie Skam Italia, che prende il pesante testimone lasciato, dopo dieci anni, da Alessandro Cattelan. “Non l’ho sentito, ma se capitasse gli chiederei tanto – continua il 25enne appassionato di musica al debutto da conduttore -. Mi sono ispirato allo stile di Fiorello: cercherò di portare sul palco quella luce e quell’energia. A mio zio Diego Bianchi (Zoro) invece non chiedo consigli di conduzione, ma di vita”. Tra risate, battibecchi e impegno, si sono ritrovati i quattro giudici: “è stato come ritornare in famiglia”, racconta Hell Raton. Tutti concordi nel ritenere l’abolizione delle categorie “un’opportunità”. “L’evoluzione e il cambiamento – spiega Emma – sono alla base di tutto. Ciò che rimane sempre saldo sono la passione e il talento”. Per Manuel Agnelli l’edizione di quest’anno è anche l’occasione “per raccontare quello che sta succedendo, mentre sta succedendo. Sarà un bellissimo quadro su come si sentono in questo momento i ragazzi, dopo quasi due anni di pandemia”. Mika sottolinea la contaminazione che i ragazzi hanno messo in evidenza “risultando più crudi e meno sintetici”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stampa asservita in realtà dispotica in Come una brezza leggera
Romanzo d’esordio del giornalista Alessandro Zorco
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 settembre 2021
15:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ALESSANDRO ZORCO, “COME UNA BREZZA LEGGERA” (EDIZIONI ABBA, PP 244, EURO 22).
Cronache dal mondo Pao in “Come una brezza leggera”, romanzo d’esordio del giornalista Alessandro Zorco.
Racconta una realtà distopica, tra universi paralleli, una stampa asservita e controllata dal potere, una rassicurante “prospettiva unica”, droghe e wellness. Un’opera prima in bilico tra fantascienza e fantapolitica, scritta in una lingua a metà tra gli slang metropolitani e il gergo giornalistico, densa di citazioni e riferimenti all’Italia e specialmente alla Sardegna di oggi. E un’esilarante e graffiante satira sul mondo dell’informazione a più dimensioni, quella dei “pennastorie”, e l’anello debole della filiera, i “senzascrivania”, “figli di uno zio minore”.
Alessandro Zorco scrive per metafore, dissemina indizi, dà ai suoi personaggi “nomi parlanti”, smaschera con distorsioni fonetiche la versione speculare dei rappresentanti dei poteri forti, s’inventa un paradiso perduto, un mondo sottosopra all’ombra del Pongo, una gigantesca quercia che distilla la felicità. Un’eccessiva smania di potere ha fatto esplodere la pianta, di cui resta un’ultima, preziosa Sacra Scheggia e sono così nati due universi opposti, Mondo Pao e Sottomondo, mentre dove si trovava la grande quercia si è formata la “tetra voragine” di Buconero, in cui prosperano malaffare e traffici illeciti.
“Come una brezza leggera” è una moderna epopea, con un protagonista, Leone Zueg, figlio del Divo, ovvero il sovrano del Mondo Pao, mentre sul Sottomondo regna Solanas Il Folle. Il giovane solitario e ribelle, refrattario agli usi e costumi dei suoi concittadini scopre grazie al misterioso “Libro di Arangino” l’esistenza del Sottomondo. Quando la sorellina Cartuccia, con forti tendenze autodistruttive, varcherà il confine tra i due mondi alla ricerca di sensazioni forti, finendo nelle mani del potente signore del luogo, il nostro “eroe” verrà inviato in missione per salvarla. E qui inizia un’avventura dagli esiti quanto meno imprevedibili.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Come una brezza leggera”, quella che spira sui bastioni di una Cagliari vagamente evocata, regala una “sontuosa sprezzatura di calembour”, come sottolinea nella prefazione Celestino Tabasso, con una trama che rimanda allo stile di Stefano Benni, anche se forse “un malintenzionato vorrà leggerci anche o soltanto una satira del mondo di mezzo della nostra informazione, della nostra politica e del nostro potere diffuso”.
Una lettura godibile, con un’ironia talvolta al vetriolo in una scrittura che, suggerisce ancora Tabasso, “sembra una grande tavola di Jacovitti, dove le cravatte diventano serpenti e le corna del toro due bottiglie”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Torna il Praemium Imperiale e vince la speranza
Da Salgado ai giovani del restauro. Franceschini: “è impegno”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
15:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La fotografia? “E’ la mia forma di vita. Io vivo attraverso la fotografia”.
Il grande Salgado si confessa così davanti alle telecamere della tv giapponese, intervistato per il Praemium Imperiale 2021. Alla sua opera di fotografo è andato il riconoscimento per l’arte. E insieme a lui, premiati per la scultura, l’architettura, la musica, ci sono altri tre grandi, l’americano James Turrell con le sue poetiche proiezioni di luce, l’australiano Glenn Murcutt con la sua architettura in sintonia con l’ambiente, il violoncellista Yo-Yo Ma con l’impegno appassionato a promuovere la cultura. Non manca il riconoscimento all’Italia con la Borsa di Studio per la scuola di alta formazione dell’Istituto Centrale per il Restauro. “Per noi un impegno a investire ancora di più”, sottolinea il ministro della Cultura Franceschini. Annunciato in contemporanea nelle grandi capitali del mondo, il premio della Japan Art Association, considerato al pari di un Nobel per l’arte, torna dopo un anno di stop dovuto alla pandemia. E proprio per il cataclisma che questi mesi hanno provocato anche nello spettacolo, c’è l’assenza pesante del cinema e teatro i cui candidati, sottolinea Lamberto Dini, consigliere internazionale del Premio, non sono riusciti a raccogliere i requisiti necessari.
Tant’è, in una cerimonia tutta al maschile, spicca la presidente dell’Icr Alessandra Marino, che non senza una certa emozione accoglie i 38 mila euro che arrivano a premiare il lavoro della Scuola: “Un segno che ci vuole dedizione, costanza, impegno, ma anche tanta gioiosa passione”, sottolinea lei pensando ai 111 allievi. Nelle interviste video ai premiati, intanto, la parola che ricorre di più, quella che corre di bocca in bocca, è “speranza”. Un sentimento che si ritrova nella grandezza della natura ritratta da Salgado come nelle architetture di Murcutt, così attente alle esigenze dell’uomo, o nei concerti di Yo-Yo Ma dai teatri di guerra. Artista, filosofo, pilota, è Turrell a sintetizzare questo mood. “Non puoi essere artista se non sei ottimista”, sorride. La stessa speranza che accende l’eccellenza italiana del restauro e i suoi giovani allievi destinati a portare le loro alte competenze in tutto il mondo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Papa ai Rom: la Chiesa è casa vostra, nessuno vi tenga fuori
Francesco, ‘Passare dalle chiusure all’integrazione’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
KOSICE
14 settembre 2021
16:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Nessuno nella Chiesa deve sentirsi fuori posto o messo da parte”. Lo ha detto papa Francesco nell’incontro con la comunità Rom a Kosice.
“Sì, la Chiesa è casa, è casa vostra. Perciò – vorrei dirvi con il cuore – siete benvenuti, sentitevi sempre di casa nella Chiesa e non abbiate mai paura di abitarci. Nessuno tenga fuori voi o qualcun altro dalla Chiesa!”, ha aggiunto il Pontefice, dopo il ricordo, da parte di un testimone, di quanto disse Paolo VI nell’incontro con i nomadi a Pomezia, il 26 settembre 1965: “Voi nella Chiesa non siete ai margini… Voi siete nel cuore della Chiesa”.
“Cari fratelli e sorelle, troppe volte siete stati oggetto di preconcetti e di giudizi impietosi, di stereotipi discriminatori, di parole e gesti diffamatori. Con ciò tutti siamo divenuti più poveri, poveri di umanità. Quello che ci serve per recuperare dignità è passare dai pregiudizi al dialogo, dalle chiusure all’integrazione”, ha aggiunto. “Giudizi e pregiudizi aumentano solo le distanze – ha detto -. Contrasti e parole forti non aiutano. Ghettizzare le persone non risolve nulla. Quando si alimenta la chiusura prima o poi divampa la rabbia. La via per una convivenza pacifica è l’integrazione”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Madre e bimba morte dopo parto, assolti tre medici
La sentenza, ‘il fatto non sussiste’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
14 settembre 2021
16:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono stati assolti tre medici dell’ospedale Santa Croce di Moncalieri processati a Torino per il caso di Sara Festa, una donna di 39 anni che perse la vita in un ospedale nel capoluogo piemontese il 23 aprile 2017 insieme alla bimba di 34 settimane che stava per partorire. La procura aveva chiesto la condanna di tutti gli imputati a due anni di reclusione.
La sentenza è stata pronunciata perché “il fatto non sussiste”.   PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: 4.021 positivi, superati i 130mila morti in Italia
Tasso positività scende all’1,3, in calo intensive e ricoveri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
16:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia supera le 130mila vittime per Covid dall’inizio della pandemia: in base dai dati del ministero della Salute, l’incremento nelle ultime 24 ore è stato di 72 morti, che porta il totale a 130.027. Sono invece 4.021 i casi positivi individuati nelle ultime 24 ore con 318.593 tamponi antigenici e molecolari che fanno scendere il tasso di positività all’1,3%, un punto meno di ieri.
In calo anche il numero dei ricoverati in terapia intensiva – sono 554, nove meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite – e nei reparti ordinari: ad oggi ci sono 4.165 pazienti, 35 meno di ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Frecce Tricolori: Mattarella e Casellati al 60/ anniversario
Air show a Rivolto (Udine) in programma sabato e domenica
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RIVOLTO
14 settembre 2021
17:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due giorni di grande festa, sabato 18 e domenica 19, con un Air show internazionale per celebrare il 60/o anniversario delle Frecce Tricolori si svolgeranno a Rivolto (Udine), storica sede della Pattuglia Acrobatica Nazionale, alla presenza delle massime cariche istituzionali, tra cui il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e la Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.
Il momento clou, con l’esibizione delle Frecce, sarà trasmesso in diretta su Raiuno, anche perché, per le limitazioni anti-Covid, hanno potuto ricevere il permesso di accesso alla Base soltanto 8 mila persone, ovviamente munite di Green pass.

Stamani il vice presidente della Regione Fvg, Riccardo Riccardi.
Il comandante delle Frecce, Gaetano Farina, ha assicurato che quelli del prossimo weekend saranno due giorni di festa del volo, interverranno quasi tutti gli assetti dell’Aeronautica militare – in volo e a terra, in mostra statica – e numerose pattuglie acrobatiche da tutta Europa. Il programma prevede venerdì prove in volo non aperte al pubblico e poi l’apertura dei cancelli della Base sabato dalle 10 alle 15. Lo show in volo inizierà verso le 12.30; il programma si concluderà alle 18.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I libri di scuola si ritirano in edicola, il mercato cresce
Andrea Liso, ad di M-dis: gli ordini stanno andando fortissimo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
17:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Niente più file o ricerche in librerie lontane: i libri scolastici si possono ritirare anche in edicola. E’ uno dei servizi portati avanti dalla M-dis, società del gruppo Rcs, che con PrimaEdicola.it sta sviluppando questo tipo di business.
I testi, anche usati, possono essere ordinati su Libraccio.it e ritirati a due passi da casa. “Gli ordini stanno andando fortissimo – afferma Andrea Liso, ad di M-dis -. I numeri sono molto interessanti, il fatto di non dover fare la coda o aspettare i libri sta pagando”. La società ha dato vita nel 2014 al sito PrimaEdicola.it come piattaforma per automatizzare il processo di gestione ordini, spedizione dai magazzini e per garantire la tracciatura della consegna di prodotti arretrati nelle edicole, come un qualsiasi sito di e-commerce. Il lettore può, in sostanza, scegliere, oltre al prodotto editoriale di interesse, l’edicola presso la quale pianificare la consegna di un altro prodotto. “Un’altra categoria che sta andando molto bene è la cancelleria – afferma Liso -. E’ vero che sono prodotti si trovano anche al supermercato o in cartoleria, ma dai numeri che vediamo stiamo fornendo un servizio valido ed è una piacevole scoperta. L’edicola si sta dotando in maniera sistematica di prodotti di cancelleria – afferma -. Noi compriamo agli stessi prezzi dei grossisti e consentiamo agli edicolanti di essere competitivi rispetto alla cartoleria e alla grande distribuzione”.
PrimaEdicola.it offre, infatti, oltre alla possibilità di prenotare e ritirare nell’edicola sotto casa i mensili o settimanali che si sono persi, gli allegati o gli speciali arretrati, i supplementi introvabili, un servizio di shop B2B per consentire agli edicolanti di acquistare prodotti di marca in stock a condizioni favorevoli. In Italia su 26 mila edicole, la metà hanno aderito al progetto (+8% sul 2019). Nei primi 6 mesi dell’anno sono state circa 103 mila le prenotazioni di collane con un incremento del 115%, in aumento del 31% anche gli ordini di arretrati cartacei e del 30% quelli dei pacchi, mentre gli accessi al sito hanno raggiunto una media mensile di oltre 400 mila con una crescita del 49%.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Firenze una targa sulla casa natale di Terzani
Apposta in via Pisana, nel giorno del suo 83/o compleanno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
14 settembre 2021
18:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE – “Giornalista scrittore viaggiatore d’oriente”: si legge in una targa che ricorda a Firenze il giornalista e scrittore Tiziano Terzani. È quanto ha deciso il Comune inaugurandola il 14 settembre, giorno in cui Terzani avrebbe compiuto 83 anni.
La targa è stata apposta in via Pisana 147, sull’edificio della sua casa natale. Per la famiglia sono intervenuti la moglie Angela Staude Terzani e il figlio Folco Terzani. La casa nel rione di Monticelli, di poco fuori dalla porta San Frediano, fra i residenti di lunga data del quartiere è ben nota e rivendicata come motivo di prestigio per l’appartenenza di Terzani a questa zona di Firenze. “Per Tiziano Terzani: giornalista, scrittore, viaggiatore d’Oriente – ha scritto il sindaco Dario Nardella su Twitter -. Oggi 14 settembre, in occasione di quello che sarebbe stato il suo 83esimo compleanno, Firenze lo ricorda in via Pisana 147, sua casa natale”. Presenti, tra gli altri, gli assessori Alessandro Martini (toponomastica), Tommaso Sacchi (cultura), il presidente del Quartiere 5 Mirko Dormentoni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Futurismo di Laura Biagiotti sfila al Maxxi
La figlia Lavinia, con Campidoglio e Ara Pacis chiusa trilogia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
18:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La moda futurista della maison Laura Biagiotti ha sfilato ieri sera nel museo Maxxi a Roma. “Ho immaginato una trilogia – spiega Lavinia Biagiotti Cigna, alla guida dell’azienda dalla scomparsa di sua madre Laura -: la Piazza del Campidoglio con il suo spirito di Rinascimento (dove ha sfilato nel settembre 2020 ndr), l’Ara Pacis (dove si è svolto il defilé a febbraio ndr) che evoca la Roma augustea suggerendo una nuova età dell’oro, e adesso il Museo Maxxi, che accoglie le arti del XXI secolo, censendo il futuro.
Con il Museo Maxxi il Gruppo Biagiotti condivide valori e visioni per la conservazione e la valorizzazione del patrimonio culturale e una proficua collaborazione nata in occasione della mostra ‘Casa Balla. Dalla casa all’universo e ritorno'”.
“In questo terzo appuntamento a Roma – prosegue la stilista – investighiamo la connessione tra la donna e il nuovo tempo, tra la moda e l’arte, l’abito e lo spazio. In un progetto architettonico unico al mondo realizzato da Zaha Hadid va in scena l’atto del vestirsi come gesto espressivo e creativo, in divenire, in movimento, in veloce cammino verso una sempre più personale bellezza”.
“Tema centrale della mia nuova collezione che ho intitolato ReinventingtheUniverse – racconta Lavinia – è il Futurismo e il futuro, che per me è un’opportunità che ognuno di noi si disegna, un giardino da coltivare. La moda è qui e nello stesso tempo è già nel futuro. Anticipa cambiamenti, stati d’animo, innovazioni. È manifestazione dell’umano comportamento che si evolve nei ritmi della contemporaneità, comunicando un atteggiamento o un messaggio, generando bellezza e creatività.
L’abito veste il movimento della vita. Ho voluto rinnovare l’abito formale con il colore. Ho mutuato da mia madre Laura la passione per il futurismo, per Giacomo Balla, per colori e forme energizzanti. Le sollecitazioni futuriste suggeriscono di volgere lo sguardo avanti, atteggiamento più che mai necessario in uno scenario di pandemia globale quale quello che ha segnato in maniera indelebile l’umanità”.
La collezione Biagiotti S/S 2022 ha come testimonial l’etoile Eleonora Abbagnato che, oltre a prestarsi come modella indossando una gonna a ruota con un maxi fiore stampato, si esibisce in una danza. Sfila anche la figlia dell’etoile Julia Balzaretti che debutta in passerella con giovanissime fan del marchio, tra cui Vittoria Rosolino, figlia del campione Massimiliano e Natalia Titova. Nel parterre oltre al presidente della Camera della Moda Italiana Carlo Capasa, visto che si parla di Futurismo, il movimento che partiva dal tema della velocità, spicca il volto di Marcell Jacobs, il campione olimpionico dei cento metri e della staffetta, “l’uomo più veloce del mondo”.
Nella collezione stampe e colori fanno la parte del leone. I print sono un’esplosione d’energia. Quelle futuriste riproducono il “Bozzetto per sciarpa con linee andamentali” del 1930 di Giacomo Balla (Torino 1871 – Roma 1958), una delle opere del Maestro facenti parte della Fondazione Biagiotti-Cigna. Non manca il ‘Bianco Biagiotti’, vera e propria comfort-zone per riempire di luce le sfide del quotidiano, divide la scena con colori futuristi e accesi: fuxia e violacei, gialli vibranti, arancione e verdi che sfumano nel blu. Le composizioni di fiori riproducono preziosi disegni degli archivi Biagiotti e raccontano il piacere di vestirsi con petali colorati anche in contesti formali, blazer, spolverini e pantaloni sartoriali. La maglieria Biagiotti coniuga arte e artigianato, punti innovativi e lavorazioni sapienti fatte a mano. Il blazer bianco di cashmere e seta è il capo imperdibile della stagione, veste i tempi nuovi della donna avvolgendola come un abbraccio. Il maxi pull riproduce una composizione di trecce. Tagli asimmetrici come lampi di velocità uniscono maglia e tessuto negli abiti iper-femminili: incorniciano la silhouette. Nodi e intrecci definiscono la nuova scollatura di spalle e schiena negli abiti di cashmere in toni accesi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Accoltellamento Rimini: il Gip convalida l’arresto
Per duplice tentato omicidio, lesioni, rapina e resistenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RIMINI
14 settembre 2021
19:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Resta in carcere Somane Duula, il 26enne somalo che ha accoltellato sabato sera a Rimini cinque persone tra cui un bimbo di 6 anni. Il Giudice per le indagini preliminari, Manuel Bianchi – che questa mattina l’ha interrogato – ha convalidato l’arrestato per tentato omicidio di una delle due controllore sull’autobus della linea 11, e del bambino cui ha reciso la carotide.
Per gli altri feriti le accuse sono di lesioni. Contestata anche la tentata rapina del cellulare e la resistenza a pubblico ufficiale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Inchiesta “Petrolmafie”, chiesto processo per 85 persone
Coinvolto anche presidente Provincia di Vibo Valentia, Solano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
14 settembre 2021
19:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Dda di Catanzaro ha chiesto il rinvio a giudizio per 85 persone coinvolte nel procedimento denominato “Petrolmafie”, considerato la naturale prosecuzione dell’operazione “Rinascita-Scott”.
L’inchiesta è incentrata su alcuni imprenditori vibonesi, i D’Amico, attivi nel settore del commercio di carburanti, ritenuti dall’accusa espressione della cosca Mancuso di Limbadi nonché collegati alle articolazioni ‘ndranghetistiche sia della provincia di Vibo Valentia (Bonavota di Sant’Onofrio, gruppo di San Gregorio, Anello di Filadelfia e Piscopisani) che del reggino (cosca Piromalli, cosca Italiano di Delianuova, cosca Pelle di San Luca).

Tra le persone per le quali é stato chiesto il processo c’é il presidente della Provincia di Vibo Valentia e sindaco di Stefanaconi, Salvatore Solano, accusato di corruzione, scambio elettorale politico-mafioso e turbata libertà degli incanti con l’aggravante mafiosa.
L’udienza preliminare è stata fissata dal gip per il 4 ottobre nell’aula bunker di Lamezia Terme.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sanremo 2022, via la categoria Nuove Proposte
I due vincitori di Sanremo Giovani accederanno alla gara dei Big
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
19:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Niente categoria Nuove Proposte per il Festival di Sanremo 2022: è una delle principali novità dell’Amadeus Ter. I due artisti vincitori di Sanremo Giovani avranno accesso diretto alla gara dei Campioni.

Inoltre, in base al nuovo regolamento di Sanremo Giovani, si abbassa ulteriormente la fascia di età per partecipare, tra i 16 e i 29 anni (alla data dell’1 gennaio 2022) e i 30 artisti selezionati che accederanno alle audizioni dal vivo dovranno proporre alla Commissione Musicale due brani inediti, uno per Sanremo Giovani, mentre il secondo sarà presentato – in caso di vittoria – a febbraio nella 72ª edizione del Festival.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccisa 81enne in casa a Bari, sul corpo diverse coltellate
Viveva da sola, il delitto nel rione Carrassi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
14 settembre 2021
20:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una donna di 81 anni è stata trovata morta questo pomeriggio nella casa in cui viveva da sola, ferita con diverse coltellate. E’ accaduto in un appartamento in via Andrea Gabrieli, nel quartiere Carrassi di Bari.

A quanto si apprende il corpo era riverso sul pavimento della cucina. I soccorritori e le forze dell’ordine sono entrati in casa con l’aiuto dei vigili del fuoco. Sul posto anche agenti della Squadra Mobile di Bari con la Polizia scientifica, il pm di turno Claudio Pinto e il medico legale Francesco Introna. Si ipotizza l’omicidio volontario.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bufera procure: Csm condanna alla sospensione i 5 ex togati
E’ la sanzione più severa dopo la radiazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
21:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Sezione disciplinare del Csm ha condannato alla sospensione dalle funzioni e dallo stipendio tutti i cinque ex consiglieri che il 9 maggio del 2019 parteciparono con Luca Palamara e i parlamentari Luca Lotti e Cosimo Ferri alla riunione all’hotel Champagne in cui si discusse della nomina del procuratore di Roma. Per gravità si tratta della seconda sanzione, dopo la rimozione dall’ordine giudiziario, che è stata inflitta quasi un anno fa a Palamara.

Luigi Spina, Antonio Lepre e Gianluigi Morlini sono stati condannati alla sospensione per un anno e 6 mesi. Corrado Criscuoli e Paolo Cartoni per mesi . La decisione è arrivata dopo una camera di consiglio durata dieci ore. La procura generale della Cassazione aveva chiesto per tutti la condanna alla sospensione: due anni per Spina, Lepre e Morlini e un anno invece per Criscuoli e Paolo Cartoni. La sentenza è ricorribile davanti alle Sezioni Unite della Cassazione. Se la sospensione venisse confermata dalla Suprema Corte, durante la sua durata verrebbe comunque corrisposto un assegno alimentare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Tar Sardegna, sanitari no vax non tornano al lavoro
Respinta sospensione cautelare, mesi per fissare merito
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 settembre 2021
22:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non è una sentenza breve, come tutti si aspettavano, ma un’ordinanza quella che questa sera ha respinto l’istanza di sospensiva cautelare chiesta dai 173 operatori sanitari, tra medici, infermieri e Oss, contro l’allontanamento dal lavoro perché non si erano vaccinati contro il Covid. L’opposizione dei legali dei ricorrenti alla trattazione diretta ha impedito la sentenza breve, ma l’ordinanza scritta dalla prima sezione del Tar Sardegna presieduta dal giudice Dante D’Alessio, appare quasi come un’anticipazione del giudizio finale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Calci e pugni a bambini dell’asilo, denunciata maestra
Picchiava ed insultava i piccini, ripresa dalle telecamere
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MONZA
15 settembre 2021
07:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una maestra d’asilo di 59 anni di Monza è stata denunciata dai carabinieri e interdetta per un anno dall’esercizio della professione, con l’accusa di aver maltrattato diciassette bambini di età compresa tra i 3 e i 5 anni, insultati e colpiti a calci e pugni. Le indagini dei militari brianzoli, a seguito di alcune segnalazioni, hanno documentato (anche grazie a telecamere spia) le aggressioni fisiche e verbali alle quali la donna ha sottoposto i piccoli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: intimidazioni per controllo fiera Bibione, arresti
Operazione Dia Trieste per estorsione nei confronti di ambulanti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
15 settembre 2021
08:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Numerose ordinanze cautelari in carcere sono state eseguite in Veneto e Friuli Venezia Giulia, da personale della Direzione Investigativa Antimafia e del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Trieste. Gli arrestati devono rispondere, a vario titolo, di diversi episodi di estorsione aggravata dal metodo mafioso, per avere costretto con reiterate condotte intimidatorie numerosi commercianti ambulanti friulani e veneti a non esercitare la propria attività imprenditoriale e al fine di impedire il regolare svolgimento di una nota manifestazione fieristica a Bibione (Venezia).

L’attività è coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Trieste. Secondo gli investigatori, lo scopo era riuscire a ottenere un diretto controllo delle attività economiche e condizionare così il libero mercato e lo sviluppo economico e sociale della località turistica.
In alcuni episodi sono state organizzate spedizioni punitive con armi nei confronti di chi non sottostava alla egemonia imposta dal capo del gruppo criminale anche in altre manifestazioni fieristiche del litorale friulano-veneto.
Sono ancora in corso perquisizioni con l’ausilio di uomini e donne dei Reparti territoriali della Polizia, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, nonché dai militari dell’8/o Reggimento Genio Guastatori di Legnago nei luoghi nella disponibilità delle persone indagate nelle province di Udine, Venezia e Pordenone.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rivolta nel carcere di Melfi nel 2020, undici arresti
In totale sono 44 i detenuti identificati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
POTENZA
15 settembre 2021
10:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare adottata dal Tribunale del Riesame di Potenza, undici persone sono state arrestate nell’ambito delle indagini sulla rivolta scoppiata nel carcere di Melfi (Potenza) il 9 marzo 2020 in segno di protesta contro le misure anti-covid. Le indagini, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Potenza, sono state svolte dalla Polizia e dalla Polizia penitenziaria.
In totale sono 44 le persone identificate, ma per le altre 33 “si è in attesa – è spiegato in un comunicato diffuso dalla Dda di Potenza – degli sviluppi dei ricorsi per Cassazione proposti dai rispettivi difensori”.
I 44 detenuti sono indagati a vario titolo. Durante la rivolta alcuni operatori sanitari e vari agenti della Polizia penitenziaria furono sequestrati per diverse ore e poi liberati solo al termine di una lunga trattativa. I reati ipotizzati sono sequestro di persona a scopo di coazione e devastazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Green Pass:fabbrica cuneese sciopera contro obbligo in mensa
Lavoratori azienda cuneese contro la decisione della proprietà
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARGE (CUNEO)
15 settembre 2021
11:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sciopero contro l’obbligo del Green Pass nella mensa aziendale. Accade nello stabilimento di Barge (Cuneo) della Itt, multinazionale dell’automotive che produce pastiglie per freni.
A proclamare l’astensione del lavoro i sindacati Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil e Ugl.
Lo sciopero dei 1100 lavoratori dello stabilimento scatterà oggi, nelle ultime due ore di ogni turno di lavoro.
L’azienda ha predisposto una tensostruttura esterna che i dipendenti senza Green Pass possono utilizzare per consumare il pasto che si devono portare da casa. A disposizione degli operai, anche la possibilità di un tampone antigenico, a carico dell’azienda, per ottenere il Green Pass temporaneo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tumori, l’Aifa approva una cura italiana ad ‘ampio spettro’
Molecola di precisione che agisce su diversi tipi di neoplasie
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
13:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una terapia intelligente ideata in Italia e’ stata approvata da Aifa con una doppia indicazione: contro il tumore al polmone ma anche “ad ampio spettro” per diversi altri tumori. E’ la prima volta che una terapia nasce proprio con questo tipo di indicazione tanto da fare introdurre un nuovo concetto: quello di target agnostico, cioe’ che agisce indipendentemente dall’organo colpito dal tumore.
Il trattamento si è dimostrato efficace in pazienti con tumori solidi di diverso tipo, tra cui sarcoma, carcinoma polmonare non a piccole cellule, tumori MASC (mammary analogue secretory carcinoma) delle ghiandole salivari, carcinoma della mammella secretorio e non secretorio, tumori della tiroide, carcinoma colorettale, neuroendocrino, pancreatico, ovarico, carcinoma endometriale, colangiocarcinoma, tumori gastrointestinali e neuroblastoma cui tumori del polmone, del colon, nel neuroblastoma e in molti altri tumori solidi.
I pazienti che hanno una particolare mutazione, quella NTRK, individuata con un test, potranno accedervi.
Entrectinib e’ un farmaco a bersaglio molecolare la cui creazione ha preso le mosse dagli studi nei laboratori del Nerviano Medical Sciences e proseguita le successive fasi al Niguarda Cancer Center e all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.
Il via libera di AIFA si legge in una nota della Roche “segna una svolta rivoluzionaria nel panorama dell’oncologia di precisione e nel contesto regolatorio nazionale”. “Siamo doppiamente orgogliosi di questo traguardo, raggiunto grazie ad una ricerca scientifica made in Italy e a un iter regolatorio all’avanguardia, che, rispetto agli altri Paesi, ha reso possibile ai pazienti italiani l’accesso a una terapia personalizzata intelligente” ha affermato Maurizio de Cicco, Presidente e Amministratore Delegato di Roche Italia. Filippo de Braud, Professore Ordinario di Oncologia Università degli Studi di Milano e Direttore del Dipartimento di Oncologia Medica e Ematologia Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori di Milano ha spiegato che il valore di questa terapia target è ampiamente dimostrato dalle evidenze raccolte nei trial clinici e si ottengono buone percentuali di risposta intracranica, superiori al 50%, in presenza di metastasi cerebrali al basale. Questa terapia può davvero rivoluzionare le prospettive di trattamento per “i pazienti affetti da carcinoma polmonare non a piccole cellule in stadio avanzato ROS1-positivi e per i pazienti con tumori NTRK-positivi. La sua spiccata efficacia gli consente di essere attivo a livello del sistema nervoso centrale, spesso sede di metastasi difficili da trattare, offrendo ai pazienti oncologici nuove possibilità di cura e un miglioramento dell’aspettativa di vita – ha affermato Silvia Novello, Prof.ssa ordinaria di Oncologia Medica presso l’Università degli Studi di Torino e Presidente di WALCE Onlus (Women Against Lung Cancer in Europe). – I trial clinici mostrano una risposta in circa il 70% dei pazienti con carcinoma polmonare NSCLC ROS1-positivo di cui il 35% presentava metastasi cerebrali, evidenziando anche un buon profilo di tollerabilità e maneggevolezza, aspetti fondamentali sia per i clinici sia per i pazienti che possono beneficiare di questa terapia orale. Per il corretto e proficuo impiego di questo, così come degli altri farmaci targeted, è indispensabile identificare i bersagli d’azione, effettuando test di profilazione genomica che identificano le alterazioni genetiche”.   MEDICINA SALUTE E BENESSERE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: 4.021 positivi, superati i 130mila morti in Italia
Tasso positività scende all’1,3, in calo intensive e ricoveri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
16:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia supera le 130mila vittime per Covid dall’inizio della pandemia: in base dai dati del ministero della Salute, l’incremento nelle ultime 24 ore è stato di 72 morti, che porta il totale a 130.027. Sono invece 4.021 i casi positivi individuati nelle ultime 24 ore con 318.593 tamponi antigenici e molecolari che fanno scendere il tasso di positività all’1,3%, un punto meno di ieri.
In calo anche il numero dei ricoverati in terapia intensiva – sono 554, nove meno di ieri nel saldo tra entrate e uscite – e nei reparti ordinari: ad oggi ci sono 4.165 pazienti, 35 meno di ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Frecce Tricolori: Mattarella e Casellati al 60/ anniversario
Air show a Rivolto (Udine) in programma sabato e domenica
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RIVOLTO
14 settembre 2021
17:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due giorni di grande festa, sabato 18 e domenica 19, con un Air show internazionale per celebrare il 60/o anniversario delle Frecce Tricolori si svolgeranno a Rivolto (Udine), storica sede della Pattuglia Acrobatica Nazionale, alla presenza delle massime cariche istituzionali, tra cui il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e la Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.
Il momento clou, con l’esibizione delle Frecce, sarà trasmesso in diretta su Raiuno, anche perché, per le limitazioni anti-Covid, hanno potuto ricevere il permesso di accesso alla Base soltanto 8 mila persone, ovviamente munite di Green pass.

Stamani il vice presidente della Regione Fvg, Riccardo Riccardi.
Il comandante delle Frecce, Gaetano Farina, ha assicurato che quelli del prossimo weekend saranno due giorni di festa del volo, interverranno quasi tutti gli assetti dell’Aeronautica militare – in volo e a terra, in mostra statica – e numerose pattuglie acrobatiche da tutta Europa. Il programma prevede venerdì prove in volo non aperte al pubblico e poi l’apertura dei cancelli della Base sabato dalle 10 alle 15. Lo show in volo inizierà verso le 12.30; il programma si concluderà alle 18.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I libri di scuola si ritirano in edicola, il mercato cresce
Andrea Liso, ad di M-dis: gli ordini stanno andando fortissimo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
17:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Niente più file o ricerche in librerie lontane: i libri scolastici si possono ritirare anche in edicola. E’ uno dei servizi portati avanti dalla M-dis, società del gruppo Rcs, che con PrimaEdicola.it sta sviluppando questo tipo di business.
I testi, anche usati, possono essere ordinati su Libraccio.it e ritirati a due passi da casa. “Gli ordini stanno andando fortissimo – afferma Andrea Liso, ad di M-dis -. I numeri sono molto interessanti, il fatto di non dover fare la coda o aspettare i libri sta pagando”. La società ha dato vita nel 2014 al sito PrimaEdicola.it come piattaforma per automatizzare il processo di gestione ordini, spedizione dai magazzini e per garantire la tracciatura della consegna di prodotti arretrati nelle edicole, come un qualsiasi sito di e-commerce. Il lettore può, in sostanza, scegliere, oltre al prodotto editoriale di interesse, l’edicola presso la quale pianificare la consegna di un altro prodotto. “Un’altra categoria che sta andando molto bene è la cancelleria – afferma Liso -. E’ vero che sono prodotti si trovano anche al supermercato o in cartoleria, ma dai numeri che vediamo stiamo fornendo un servizio valido ed è una piacevole scoperta. L’edicola si sta dotando in maniera sistematica di prodotti di cancelleria – afferma -. Noi compriamo agli stessi prezzi dei grossisti e consentiamo agli edicolanti di essere competitivi rispetto alla cartoleria e alla grande distribuzione”.
PrimaEdicola.it offre, infatti, oltre alla possibilità di prenotare e ritirare nell’edicola sotto casa i mensili o settimanali che si sono persi, gli allegati o gli speciali arretrati, i supplementi introvabili, un servizio di shop B2B per consentire agli edicolanti di acquistare prodotti di marca in stock a condizioni favorevoli. In Italia su 26 mila edicole, la metà hanno aderito al progetto (+8% sul 2019). Nei primi 6 mesi dell’anno sono state circa 103 mila le prenotazioni di collane con un incremento del 115%, in aumento del 31% anche gli ordini di arretrati cartacei e del 30% quelli dei pacchi, mentre gli accessi al sito hanno raggiunto una media mensile di oltre 400 mila con una crescita del 49%.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Firenze una targa sulla casa natale di Terzani
Apposta in via Pisana, nel giorno del suo 83/o compleanno
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
14 settembre 2021
18:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE – “Giornalista scrittore viaggiatore d’oriente”: si legge in una targa che ricorda a Firenze il giornalista e scrittore Tiziano Terzani. È quanto ha deciso il Comune inaugurandola il 14 settembre, giorno in cui Terzani avrebbe compiuto 83 anni.
La targa è stata apposta in via Pisana 147, sull’edificio della sua casa natale. Per la famiglia sono intervenuti la moglie Angela Staude Terzani e il figlio Folco Terzani. La casa nel rione di Monticelli, di poco fuori dalla porta San Frediano, fra i residenti di lunga data del quartiere è ben nota e rivendicata come motivo di prestigio per l’appartenenza di Terzani a questa zona di Firenze. “Per Tiziano Terzani: giornalista, scrittore, viaggiatore d’Oriente – ha scritto il sindaco Dario Nardella su Twitter -. Oggi 14 settembre, in occasione di quello che sarebbe stato il suo 83esimo compleanno, Firenze lo ricorda in via Pisana 147, sua casa natale”. Presenti, tra gli altri, gli assessori Alessandro Martini (toponomastica), Tommaso Sacchi (cultura), il presidente del Quartiere 5 Mirko Dormentoni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Futurismo di Laura Biagiotti sfila al Maxxi
La figlia Lavinia, con Campidoglio e Ara Pacis chiusa trilogia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
18:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La moda futurista della maison Laura Biagiotti ha sfilato ieri sera nel museo Maxxi a Roma. “Ho immaginato una trilogia – spiega Lavinia Biagiotti Cigna, alla guida dell’azienda dalla scomparsa di sua madre Laura -: la Piazza del Campidoglio con il suo spirito di Rinascimento (dove ha sfilato nel settembre 2020 ndr), l’Ara Pacis (dove si è svolto il defilé a febbraio ndr) che evoca la Roma augustea suggerendo una nuova età dell’oro, e adesso il Museo Maxxi, che accoglie le arti del XXI secolo, censendo il futuro.
Con il Museo Maxxi il Gruppo Biagiotti condivide valori e visioni per la conservazione e la valorizzazione del patrimonio culturale e una proficua collaborazione nata in occasione della mostra ‘Casa Balla. Dalla casa all’universo e ritorno'”.
“In questo terzo appuntamento a Roma – prosegue la stilista – investighiamo la connessione tra la donna e il nuovo tempo, tra la moda e l’arte, l’abito e lo spazio. In un progetto architettonico unico al mondo realizzato da Zaha Hadid va in scena l’atto del vestirsi come gesto espressivo e creativo, in divenire, in movimento, in veloce cammino verso una sempre più personale bellezza”.
“Tema centrale della mia nuova collezione che ho intitolato ReinventingtheUniverse – racconta Lavinia – è il Futurismo e il futuro, che per me è un’opportunità che ognuno di noi si disegna, un giardino da coltivare. La moda è qui e nello stesso tempo è già nel futuro. Anticipa cambiamenti, stati d’animo, innovazioni. È manifestazione dell’umano comportamento che si evolve nei ritmi della contemporaneità, comunicando un atteggiamento o un messaggio, generando bellezza e creatività.
L’abito veste il movimento della vita. Ho voluto rinnovare l’abito formale con il colore. Ho mutuato da mia madre Laura la passione per il futurismo, per Giacomo Balla, per colori e forme energizzanti. Le sollecitazioni futuriste suggeriscono di volgere lo sguardo avanti, atteggiamento più che mai necessario in uno scenario di pandemia globale quale quello che ha segnato in maniera indelebile l’umanità”.
La collezione Biagiotti S/S 2022 ha come testimonial l’etoile Eleonora Abbagnato che, oltre a prestarsi come modella indossando una gonna a ruota con un maxi fiore stampato, si esibisce in una danza. Sfila anche la figlia dell’etoile Julia Balzaretti che debutta in passerella con giovanissime fan del marchio, tra cui Vittoria Rosolino, figlia del campione Massimiliano e Natalia Titova. Nel parterre oltre al presidente della Camera della Moda Italiana Carlo Capasa, visto che si parla di Futurismo, il movimento che partiva dal tema della velocità, spicca il volto di Marcell Jacobs, il campione olimpionico dei cento metri e della staffetta, “l’uomo più veloce del mondo”.
Nella collezione stampe e colori fanno la parte del leone. I print sono un’esplosione d’energia. Quelle futuriste riproducono il “Bozzetto per sciarpa con linee andamentali” del 1930 di Giacomo Balla (Torino 1871 – Roma 1958), una delle opere del Maestro facenti parte della Fondazione Biagiotti-Cigna. Non manca il ‘Bianco Biagiotti’, vera e propria comfort-zone per riempire di luce le sfide del quotidiano, divide la scena con colori futuristi e accesi: fuxia e violacei, gialli vibranti, arancione e verdi che sfumano nel blu. Le composizioni di fiori riproducono preziosi disegni degli archivi Biagiotti e raccontano il piacere di vestirsi con petali colorati anche in contesti formali, blazer, spolverini e pantaloni sartoriali. La maglieria Biagiotti coniuga arte e artigianato, punti innovativi e lavorazioni sapienti fatte a mano. Il blazer bianco di cashmere e seta è il capo imperdibile della stagione, veste i tempi nuovi della donna avvolgendola come un abbraccio. Il maxi pull riproduce una composizione di trecce. Tagli asimmetrici come lampi di velocità uniscono maglia e tessuto negli abiti iper-femminili: incorniciano la silhouette. Nodi e intrecci definiscono la nuova scollatura di spalle e schiena negli abiti di cashmere in toni accesi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Accoltellamento Rimini: il Gip convalida l’arresto
Per duplice tentato omicidio, lesioni, rapina e resistenza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RIMINI
14 settembre 2021
19:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Resta in carcere Somane Duula, il 26enne somalo che ha accoltellato sabato sera a Rimini cinque persone tra cui un bimbo di 6 anni. Il Giudice per le indagini preliminari, Manuel Bianchi – che questa mattina l’ha interrogato – ha convalidato l’arrestato per tentato omicidio di una delle due controllore sull’autobus della linea 11, e del bambino cui ha reciso la carotide.
Per gli altri feriti le accuse sono di lesioni. Contestata anche la tentata rapina del cellulare e la resistenza a pubblico ufficiale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Inchiesta “Petrolmafie”, chiesto processo per 85 persone
Coinvolto anche presidente Provincia di Vibo Valentia, Solano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
14 settembre 2021
19:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Dda di Catanzaro ha chiesto il rinvio a giudizio per 85 persone coinvolte nel procedimento denominato “Petrolmafie”, considerato la naturale prosecuzione dell’operazione “Rinascita-Scott”.
L’inchiesta è incentrata su alcuni imprenditori vibonesi, i D’Amico, attivi nel settore del commercio di carburanti, ritenuti dall’accusa espressione della cosca Mancuso di Limbadi nonché collegati alle articolazioni ‘ndranghetistiche sia della provincia di Vibo Valentia (Bonavota di Sant’Onofrio, gruppo di San Gregorio, Anello di Filadelfia e Piscopisani) che del reggino (cosca Piromalli, cosca Italiano di Delianuova, cosca Pelle di San Luca).

Tra le persone per le quali é stato chiesto il processo c’é il presidente della Provincia di Vibo Valentia e sindaco di Stefanaconi, Salvatore Solano, accusato di corruzione, scambio elettorale politico-mafioso e turbata libertà degli incanti con l’aggravante mafiosa.
L’udienza preliminare è stata fissata dal gip per il 4 ottobre nell’aula bunker di Lamezia Terme.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sanremo 2022, via la categoria Nuove Proposte
I due vincitori di Sanremo Giovani accederanno alla gara dei Big
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
19:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Niente categoria Nuove Proposte per il Festival di Sanremo 2022: è una delle principali novità dell’Amadeus Ter. I due artisti vincitori di Sanremo Giovani avranno accesso diretto alla gara dei Campioni.

Inoltre, in base al nuovo regolamento di Sanremo Giovani, si abbassa ulteriormente la fascia di età per partecipare, tra i 16 e i 29 anni (alla data dell’1 gennaio 2022) e i 30 artisti selezionati che accederanno alle audizioni dal vivo dovranno proporre alla Commissione Musicale due brani inediti, uno per Sanremo Giovani, mentre il secondo sarà presentato – in caso di vittoria – a febbraio nella 72ª edizione del Festival.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccisa 81enne in casa a Bari, sul corpo diverse coltellate
Viveva da sola, il delitto nel rione Carrassi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
14 settembre 2021
20:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una donna di 81 anni è stata trovata morta questo pomeriggio nella casa in cui viveva da sola, ferita con diverse coltellate. E’ accaduto in un appartamento in via Andrea Gabrieli, nel quartiere Carrassi di Bari.

A quanto si apprende il corpo era riverso sul pavimento della cucina. I soccorritori e le forze dell’ordine sono entrati in casa con l’aiuto dei vigili del fuoco. Sul posto anche agenti della Squadra Mobile di Bari con la Polizia scientifica, il pm di turno Claudio Pinto e il medico legale Francesco Introna. Si ipotizza l’omicidio volontario.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bufera procure: Csm condanna alla sospensione i 5 ex togati
E’ la sanzione più severa dopo la radiazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 settembre 2021
21:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Sezione disciplinare del Csm ha condannato alla sospensione dalle funzioni e dallo stipendio tutti i cinque ex consiglieri che il 9 maggio del 2019 parteciparono con Luca Palamara e i parlamentari Luca Lotti e Cosimo Ferri alla riunione all’hotel Champagne in cui si discusse della nomina del procuratore di Roma. Per gravità si tratta della seconda sanzione, dopo la rimozione dall’ordine giudiziario, che è stata inflitta quasi un anno fa a Palamara.

Luigi Spina, Antonio Lepre e Gianluigi Morlini sono stati condannati alla sospensione per un anno e 6 mesi. Corrado Criscuoli e Paolo Cartoni per mesi . La decisione è arrivata dopo una camera di consiglio durata dieci ore. La procura generale della Cassazione aveva chiesto per tutti la condanna alla sospensione: due anni per Spina, Lepre e Morlini e un anno invece per Criscuoli e Paolo Cartoni. La sentenza è ricorribile davanti alle Sezioni Unite della Cassazione. Se la sospensione venisse confermata dalla Suprema Corte, durante la sua durata verrebbe comunque corrisposto un assegno alimentare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Tar Sardegna, sanitari no vax non tornano al lavoro
Respinta sospensione cautelare, mesi per fissare merito
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 settembre 2021
22:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non è una sentenza breve, come tutti si aspettavano, ma un’ordinanza quella che questa sera ha respinto l’istanza di sospensiva cautelare chiesta dai 173 operatori sanitari, tra medici, infermieri e Oss, contro l’allontanamento dal lavoro perché non si erano vaccinati contro il Covid. L’opposizione dei legali dei ricorrenti alla trattazione diretta ha impedito la sentenza breve, ma l’ordinanza scritta dalla prima sezione del Tar Sardegna presieduta dal giudice Dante D’Alessio, appare quasi come un’anticipazione del giudizio finale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Calci e pugni a bambini dell’asilo, denunciata maestra
Picchiava ed insultava i piccini, ripresa dalle telecamere
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MONZA
15 settembre 2021
07:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una maestra d’asilo di 59 anni di Monza è stata denunciata dai carabinieri e interdetta per un anno dall’esercizio della professione, con l’accusa di aver maltrattato diciassette bambini di età compresa tra i 3 e i 5 anni, insultati e colpiti a calci e pugni. Le indagini dei militari brianzoli, a seguito di alcune segnalazioni, hanno documentato (anche grazie a telecamere spia) le aggressioni fisiche e verbali alle quali la donna ha sottoposto i piccoli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia: intimidazioni per controllo fiera Bibione, arresti
Operazione Dia Trieste per estorsione nei confronti di ambulanti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
15 settembre 2021
08:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Numerose ordinanze cautelari in carcere sono state eseguite in Veneto e Friuli Venezia Giulia, da personale della Direzione Investigativa Antimafia e del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Trieste. Gli arrestati devono rispondere, a vario titolo, di diversi episodi di estorsione aggravata dal metodo mafioso, per avere costretto con reiterate condotte intimidatorie numerosi commercianti ambulanti friulani e veneti a non esercitare la propria attività imprenditoriale e al fine di impedire il regolare svolgimento di una nota manifestazione fieristica a Bibione (Venezia).

L’attività è coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Trieste. Secondo gli investigatori, lo scopo era riuscire a ottenere un diretto controllo delle attività economiche e condizionare così il libero mercato e lo sviluppo economico e sociale della località turistica.
In alcuni episodi sono state organizzate spedizioni punitive con armi nei confronti di chi non sottostava alla egemonia imposta dal capo del gruppo criminale anche in altre manifestazioni fieristiche del litorale friulano-veneto.
Sono ancora in corso perquisizioni con l’ausilio di uomini e donne dei Reparti territoriali della Polizia, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, nonché dai militari dell’8/o Reggimento Genio Guastatori di Legnago nei luoghi nella disponibilità delle persone indagate nelle province di Udine, Venezia e Pordenone.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rivolta nel carcere di Melfi nel 2020, undici arresti
In totale sono 44 i detenuti identificati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
POTENZA
15 settembre 2021
10:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare adottata dal Tribunale del Riesame di Potenza, undici persone sono state arrestate nell’ambito delle indagini sulla rivolta scoppiata nel carcere di Melfi (Potenza) il 9 marzo 2020 in segno di protesta contro le misure anti-covid. Le indagini, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Potenza, sono state svolte dalla Polizia e dalla Polizia penitenziaria.
In totale sono 44 le persone identificate, ma per le altre 33 “si è in attesa – è spiegato in un comunicato diffuso dalla Dda di Potenza – degli sviluppi dei ricorsi per Cassazione proposti dai rispettivi difensori”.
I 44 detenuti sono indagati a vario titolo. Durante la rivolta alcuni operatori sanitari e vari agenti della Polizia penitenziaria furono sequestrati per diverse ore e poi liberati solo al termine di una lunga trattativa. I reati ipotizzati sono sequestro di persona a scopo di coazione e devastazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Green Pass:fabbrica cuneese sciopera contro obbligo in mensa
Lavoratori azienda cuneese contro la decisione della proprietà
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARGE (CUNEO)
15 settembre 2021
11:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sciopero contro l’obbligo del Green Pass nella mensa aziendale. Accade nello stabilimento di Barge (Cuneo) della Itt, multinazionale dell’automotive che produce pastiglie per freni.
A proclamare l’astensione del lavoro i sindacati Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil e Ugl.
Lo sciopero dei 1100 lavoratori dello stabilimento scatterà oggi, nelle ultime due ore di ogni turno di lavoro.
L’azienda ha predisposto una tensostruttura esterna che i dipendenti senza Green Pass possono utilizzare per consumare il pasto che si devono portare da casa. A disposizione degli operai, anche la possibilità di un tampone antigenico, a carico dell’azienda, per ottenere il Green Pass temporaneo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tumori, l’Aifa approva una cura italiana ad ‘ampio spettro’
Molecola di precisione che agisce su diversi tipi di neoplasie
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
13:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una terapia intelligente ideata in Italia e’ stata approvata da Aifa con una doppia indicazione: contro il tumore al polmone ma anche “ad ampio spettro” per diversi altri tumori. E’ la prima volta che una terapia nasce proprio con questo tipo di indicazione tanto da fare introdurre un nuovo concetto: quello di target agnostico, cioe’ che agisce indipendentemente dall’organo colpito dal tumore.
Il trattamento si è dimostrato efficace in pazienti con tumori solidi di diverso tipo, tra cui sarcoma, carcinoma polmonare non a piccole cellule, tumori MASC (mammary analogue secretory carcinoma) delle ghiandole salivari, carcinoma della mammella secretorio e non secretorio, tumori della tiroide, carcinoma colorettale, neuroendocrino, pancreatico, ovarico, carcinoma endometriale, colangiocarcinoma, tumori gastrointestinali e neuroblastoma cui tumori del polmone, del colon, nel neuroblastoma e in molti altri tumori solidi.
I pazienti che hanno una particolare mutazione, quella NTRK, individuata con un test, potranno accedervi.
Entrectinib e’ un farmaco a bersaglio molecolare la cui creazione ha preso le mosse dagli studi nei laboratori del Nerviano Medical Sciences e proseguita le successive fasi al Niguarda Cancer Center e all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.
Il via libera di AIFA si legge in una nota della Roche “segna una svolta rivoluzionaria nel panorama dell’oncologia di precisione e nel contesto regolatorio nazionale”. “Siamo doppiamente orgogliosi di questo traguardo, raggiunto grazie ad una ricerca scientifica made in Italy e a un iter regolatorio all’avanguardia, che, rispetto agli altri Paesi, ha reso possibile ai pazienti italiani l’accesso a una terapia personalizzata intelligente” ha affermato Maurizio de Cicco, Presidente e Amministratore Delegato di Roche Italia. Filippo de Braud, Professore Ordinario di Oncologia Università degli Studi di Milano e Direttore del Dipartimento di Oncologia Medica e Ematologia Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori di Milano ha spiegato che il valore di questa terapia target è ampiamente dimostrato dalle evidenze raccolte nei trial clinici e si ottengono buone percentuali di risposta intracranica, superiori al 50%, in presenza di metastasi cerebrali al basale. Questa terapia può davvero rivoluzionare le prospettive di trattamento per “i pazienti affetti da carcinoma polmonare non a piccole cellule in stadio avanzato ROS1-positivi e per i pazienti con tumori NTRK-positivi. La sua spiccata efficacia gli consente di essere attivo a livello del sistema nervoso centrale, spesso sede di metastasi difficili da trattare, offrendo ai pazienti oncologici nuove possibilità di cura e un miglioramento dell’aspettativa di vita – ha affermato Silvia Novello, Prof.ssa ordinaria di Oncologia Medica presso l’Università degli Studi di Torino e Presidente di WALCE Onlus (Women Against Lung Cancer in Europe). – I trial clinici mostrano una risposta in circa il 70% dei pazienti con carcinoma polmonare NSCLC ROS1-positivo di cui il 35% presentava metastasi cerebrali, evidenziando anche un buon profilo di tollerabilità e maneggevolezza, aspetti fondamentali sia per i clinici sia per i pazienti che possono beneficiare di questa terapia orale. Per il corretto e proficuo impiego di questo, così come degli altri farmaci targeted, è indispensabile identificare i bersagli d’azione, effettuando test di profilazione genomica che identificano le alterazioni genetiche”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Via alla terza dose, somministrata a 40 soggetti vulnerabili a Rieti
In Lombardia da lunedì via alla terza dose per 150mila persone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
12:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Partita la somministrazione della terza dose di vaccino anticovid: la Asl di Rieti, informa una nota, ha somministrato nella giornata di ieri il vaccino a 40 soggetti vulnerabili. Si tratta di trapiantati di organo solido che avevano già completato il primo ciclo vaccinale nei mesi scorsi.
“Le persone – sottolinea la Asl – sono state contattate direttamente per la somministrazione del vaccino in terza dose presso l’hub vaccinale ‘ex Bosi’ di Rieti. La Asl di Rieti ha già pianificato la somministrazione della dose aggiuntiva, definendo un programma dettagliato dei soggetti vulnerabili che verranno vaccinati”.
“Lunedì prossimo partiremo con la terza dose del vaccino, con una fase della campagna rivolta a una platea di 150mila persone: chemioterapici, trapiantati, persone affette da Hiv e assuntori di farmaci ad alto dosaggio”, ha detto intanto la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, intervenendo a Skytg24, rivolgendo anche un plauso particolare ai ventenni che hanno risposto alla nostra campagna vaccinale con un’adesione dell’89%.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aifa, più farmaci antidepressivi al Nord, gli antidemenza al Centro
I livelli di consumo in generale più alti al Sud e nelle Isole
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
13:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dai farmaci per l’ipertensione a quelli per la tiroide, “il consumo dei farmaci è più elevato tra i soggetti residenti nelle aree più svantaggiate. e “si osservano livelli di consumo complessivamente più alti al Sud e nelle Isole per la maggior parte delle categorie terapeutiche.

Un trend inverso, con consumi maggiori nelle aree del Nord e minori al Sud, si osserva invece per i farmaci antidepressivi; infine, per i farmaci antidemenza, il tasso di consumo è più alto nelle province del Centro Italia”. E’ quanto rileva l’Atlante delle disuguaglianze sociali nell’uso dei farmaci per la cura delle principali malattie croniche, presentato oggi dall’Agenzia Italiana del Farmaco.
Incrociando indice di deprivazione, le prescrizioni farmaceutiche erogate e il contesto geografico, il rapporto esamina 12 patologie croniche per adulti e 3 dell’età pediatrica. “Sono i soggetti residenti nelle aree più deprivate a far registrare i più alti tassi di consumo pro capite” si legge. Pertanto, “la posizione socioeconomica non preclude l’accesso alle cure, ma è, al contrario, fortemente correlata con l’uso dei farmaci”.
Questo “probabilmente a causa del peggior stato di salute di questi soggetti, che potrebbe essere associato a uno stile di vita non corretto”.
Sulla base dei risultati osservati, il tasso di consumo di farmaci rispecchia la distribuzione geografica e per genere osservata dall’epidemiologia già nota delle malattie. Il rapporto conferma, infatti, che la depressione è il disturbo mentale più diffuso e che colpisce maggiormente le donne. Così come che la demenza è in continua crescita e colpisce circa 1.279.000 persone, di cui il 60-70% con Alzheimer. Mentre le patologie della tiroide sono fra i disturbi piu’ comuni e sono le malattie piu’ frequenti del sistema endocrino dopo il diabete.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Eitan, lo zio paterno: ‘Con lui un breve colloquio’
Nirko: ‘Andremo in Israele’. Ti manchiamo e ti vogliamo bene’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRAVACÒ SICCOMARIO (PAVIA)
15 settembre 2021
19:21
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia “conta sulla collaborazione di Israele per una soluzione concordata della vicenda, nell’interesse superiore del minore”. Lo scrive la Farnesina, in una nota verbale inviata nei giorni scorsi all’ambasciata israeliana a Roma riguardo al caso di Eitan Biran.
“Confermiamo che il bambino Eitan Biran è entrato in Israele l’11 settembre.
Israele agirà in cooperazione con l’Italia, per il bene del minore. Le autorità israeliane stanno seguendo il caso e gestiranno qualunque richiesta, pervenuta attraverso i canali appropriati, in conformità della legge e dei trattati internazionali pertinenti”. È la risposta di Israele, alla nota verbale inviata dalla Farnesina.
“Andremo in Israele non vi do la data”: così ha detto Or Nirko, lo zio paterno di Eitan ai giornalisti. “Eitan ti manchiamo e ti vogliamo bene. Le nostre bimbe – ha aggiunto – tutti i giorni si svegliano e lui non c’è”.  “Tornare con Eitan in Italia? Non posso prevedere il futuro, speriamo”, ha aggiunto lo zio del bimbo, unico sopravvissuto della tragedia del Mottarone, portato dal nonno materno in Israele. “La strada per riportarlo a casa ancora lunga”.
Gli zii paterni Aya Biran e Or Nirko hanno sentito Eitan: Un “piccolo colloquio” col bambino “c’è stato”, ha spiegato lo zio. “Siamo pronti ancora a dialogare con la famiglia Peleg – ha detto – Noi gli abbiamo concesso tutte le visite, anche se temevamo che potesse succedere quello che è accaduto”.
“Siamo stati contattati dalla diplomazia dei due Paesi” ha aggiunto. “Mi affido alle autorità israeliane e italiane per risolvere la situazione nel più breve tempo possibile”, ha detto. “Sull’affidamento del bambino deve decidere il Tribunale italiano e non quello israeliano, il centro della sua vita è in Italia”,  ha sottolineato lo zio paterno. “Aya – ha aggiunto Nirko – è a pezzi, distrutta”.
Ci sono stati tanti complici, tante persone che hanno aiutato i nonni materni di Eitan a portare il piccolo in Israele, di questo è convinto Or Nirko. “Il ruolo della nonna sì è importante” ha detto ai giornalisti, parlando anche di “tanti complici e persone che gli hanno dato una mano. Non potevano farlo da soli”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Elezioni: in 117 Comuni seggi in sedi alternative a scuole
Viminale, coinvolti 300mila elettori, 2 mln euro di contributo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
14:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 117 i Comuni che hanno manifestato, entro il termine previsto, il proprio interesse ad ottenere i contributi previsti dal Fondo di 2 milioni di euro per realizzare sedi alternative agli edifici scolastici da destinare a seggi elettorali, al fine di evitare la sospensione delle attività didattiche, in occasione della tornata elettorale di quest’anno. In totale sono 510 i seggi elettorali interessati, con il coinvolgimento di circa 300.000 elettori e di oltre 30.000 studenti. Lo fa sapere il Viminale.
Nella maggior parte dei casi sono state individuate come sedi alternative, palestre comunali, strutture polivalenti e uffici municipali dismessi.
I contributi saranno effettivamente erogati, come stabilito dalla normativa vigente, a seguito dell’attestazione dell’avvenuto trasferimento dei seggi da parte dei Comuni interessati, ai quali le competenti Prefetture hanno già comunicato gli importi dei contributi loro assegnati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Eitan: zio paterno, con lui breve colloquio
‘Su affidamento decide il tribunale Italiano, la sua vita è qui’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRAVACÒ SICCOMARIO (PAVIA)
15 settembre 2021
14:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno sentito Eitan gli zii paterni Aya Biran e Or Nirko. Un “piccolo colloquio” col bambino, unico sopravvissuto della tragedia del Mottarone portato in Israele dal nonno materno “c’è stato” ha detto lo zio.

Lui e Aya, che è stata nominata dal tribunale tutrice di Eitan, andranno nel Paese mediorientale. “Tornare con EItan in Italia? Non posso prevedere il futuro, speriamo” ha detto aggiungendo che “la strada per riportarlo a casa ancora lunga”.
“Mi affido alle autorità israeliane e italiane per risolvere la situazione nel più breve tempo possibile” ha proseguito, sottolineando però che “sull’affidamento del bambino deve decidere Tribunale italiano e non quello israeliano, il centro della sua vita è in Italia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 4.830 positivi, 73 le vittime
Effettuati 317.666 tamponi, tasso di positività stabile all’1,5%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
17:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 4.830 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 4.021.
Sono invece 73 le vittime in un giorno, ieri erano state 72. Effettuati 317.666 tamponi molecolari e antigenici con un tasso di positività all’1,5%, stabile rispetto all’1,3% di ieri. Sono 540 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 14 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 32 (ieri erano 29). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.128, in calo di 37 rispetto a ieri. Dall’inizio della pandemia i casi sono 4.618.040, i morti 130.100. I dimessi e i guariti sono invece 4.369.453, con un incremento di 8.606 rispetto a ieri, mentre gli attualmente positivi sono 118.487, con un calo di 3.853 casi nelle ultime 24 ore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Branagh, il mio ritorno a casa con Belfast
A Toronto film più autobiografico dell’attore e regista
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
18:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un “ritorno a casa” attraverso un film che ha iniziato a scrivere nelle prime settimane di lockdown. “E’ Belfast, il film più autobiografico di Kenneth Branagh, racconto della sua infanzia nella natia capitale nordirlandese, che la sua famiglia, protestante, ha lasciato nel 1969 per trasferirsi in Inghilterra all’inizio della prima fase dei Troubles, gli scontri fra Irlandesi Cattolici Repubblicani e gli Irlandesi Protestanti Unionisti.
Al debutto a Telluride e poi al Toronto International Film Festival, il film interpretato fra gli altri da Caitriona Balfe, Judi Dench, Jamie Dornan, Ciaran Hinds, Colin Morgan, e Jude Hill nei panni del piccolo protagonista, Buddy, girato in gran parte in bianco e nero ha conquistato i critici che lo indicano fra i titoli papabili per varie nomination agli Oscar.
“Lavorare a Belfast per me ha costituito un ritorno in un luogo di sicurezze in un momento come questo nel quale viviamo una generalizzata incertezza a causa della pandemia – spiega Branagh nell’incontro in streaming organizzato al Tiff -. Volevo tornare in un momento nel quale i miei rapporti con il mondo erano definiti, dove potevo essere me stesso con facilità ed era impossibile perdersi, anche fisicamente, visto che conoscevi mezza città e nell’altra metà c’erano persone con cui sicuramente avresti trovati qualche legame o conoscenza in comune”. Il film “è anche un ringraziamento a tutti quelli che hanno vegliato su di me e mi hanno aiutato a crescere in quegli anni”. Belfast esplora anche come il conflitto in Irlanda si sia manifestato repentinamente, sconvolgendo la realtà “a cui eravamo abituati. Ho sentito come se mi togliessero il terreno da sotto i piedi, ho iniziato a vedere barricate erette alla fine delle strade dove giocavo”. La sua famiglia, “come molte altre ha dovuto imparare a navigare in una realtà del tutto nuova e piena di incognite, qualcosa che penso stiamo vivendo anche in questo periodo di pandemia”. Guardando il film “spero che emerga la resilienza, lo humour, la fierezza, la determinazione dei nordirlandesi, dimostrata anche nel sostenere l’accordo di pace raggiunto nel 1998, lasciandosi alle spalle il dolore del passato”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lamorgese, il rave non si poteva sgomberare, linea giusta
‘Senza forze Ps sarebbero stati 30mila’. Meloni, ‘si dimetta’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
21:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il rave di Ferragosto del lago di Mezzano, nel viterbese, è stato organizzato segretamente, con comunicazioni su chat ‘coperte’: la massa dei camperisti – toccate punte di 7mila persone – è convenuta contemporaneamente nell’area da diverse direttrici, ‘bucando’ i controlli – non le scorte di cui ha parlato qualcuno – attivati dalle forze dell’ordine. Si è deciso a quel punto che fosse troppo rischioso un intervento di sgombero con la forza, visto che erano presenti anche bambini.
Ma la cinturazione della zona e l’opera di “dissuasione” ha evitato che il raduno toccasse addirittura le 30mila presenze e si protraesse fino al 23 agosto. Il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese – ‘interrogata’ da FdI – ha rivendicato la bontà del suo operato in Aula alla Camera, dove la destra l’ha però duramente attaccata chiedendone le dimissioni con flash mob e striscioni. “Non meritiamo un ministro così”, ha detto Giorgia Meloni. A difesa della titolare del Viminale si sono schierati Pd e M5S.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Torna Tale e Quale, tra novità giudice imitatore
Carlo Conti parte dall’omaggio alla Carrà. Malgioglio new entry
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
19:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ancor più quest’anno vorrei che la parola chiave fosse divertimento. E Tale e Quale Show non è un talent, ma è un varietà.
Qui ci sono protagonisti, non concorrenti. È un’edizione particolare, il cast è fortissimo. Poi la giuria, quest’anno oltre alla nostra regina Loretta Goggi e a Giorgio Panariello abbiamo la new entry Cristiano Malgioglio e anche un ulteriore elemento, un imitatore per ogni puntata, ma avrà uguale diritto di voto la sua identità sarà svelata alla fine di volta in volta: il primo personaggio un Vittorio Sgarbi che commenterà le esibizioni come un quadro”. Al via l’undicesima edizione di Tale e Quale Show, il talent show per vip dedicato alle imitazioni di personaggi celebri del mondo della musica, condotto dal bravo e inossidabile Carlo Conti, in onda su Rai 1, a partire da venerdì 17 settembre 2021, in prima serata.
“E’ doveroso dedicarla a una grande protagonista, Raffaella Carrà”, dice Conti presentando la nuova edizione insieme a Stefano Coletta, direttore di Rai 1, Leonardo Pasquinelli, Ad Endemol Shine Italy.
Coletta sottolinea: “Provano a farci concorrenza, ma anche nell’ultima edizione Tale e Quale ha avuto una media del 19%, vincendo sempre. Questo dimostra un afflato del pubblico ad uno spettacolo leggero, semplice e di qualità”. Il direttore dell’ammiraglia del servizio pubblico celebra la “eccelsa giuria”. Ed elogia Loretta Goggi: “Spero di riportarla in prima serata su Rai1. E’ un mio sogno, mi auguro di cuore di riuscire a farlo”. Su Giorgio Panariello: “fa ridere ma è una persona di grande umanità”. New entry Cristiano Malgioglio: “Sono molto contento che abbia accettato questo ruolo. Spesso anche lui gioca con l’ironia, ma l’esperienza testuale delle più grandi canzoni italiane gli appartiene. Avremo anche un tecnicismo in più. Ha commentato con Gabriele Corsi l’Eurovision song contest in cui hanno trionfato i Maneskin”. I nomi dei concorrenti di questa edizione sono Alba Parietti, la cantante Francesca Alotta, l’ex velina Federica Nargi, la cantante, e figlia di Wess, Deborah Johnson, Biagio Izzo, il cantante e vincitore di Saranno famosi Dennis Fantina, Ciro Priello dei The Jackal, i Gemelli di Guidonia (Pacifico, Gino e Eduardo Acciarino), l’attore Simone Montedoro, Stefania Orlando e Pierpaolo Pretelli. Conti rispondendo ai cronisti ricorda la polemica della scorsa edizione: “L’indicazione era quella di non fare più le imitazioni dei cantanti di colore, a me sembrava una ingiustizia. Sarebbe stato ghettizzante non rappresentare la musica black e così abbiamo trovato una soluzione: abbiamo una concorrente la figlia di Wess, Deborah che nella prima puntata si esibirà nelle vesti di Donna Summer. Non si parlerà più di black-face”. Poi.. “Ma non è che se facciamo interpretare a Deborah un cantante bianco parlano di white-face?”. Malgioglio si dice “felicissimo di tornare a Rai1 perché ho la possibilità di fare un programma che parla di musica ma non dovete temermi, sarò un giudice attento visto che conosco bene i personaggi che i concorrenti andranno ad imitare, alcune star internazionali sapete le ho conosciute personalmente. Se la ‘regina’ del programma è Loretta Goggi, allora io sarò l’imperatrice”, ironizza. Carlo Conti entrando nel dettaglio della prima puntata anticipa: “Parietti farà Loredana Bertè; Orlando sarà Lady Gaga, Alotta sarà Emma, Nargi sarà Elettra Lamborghini, Montedoro diventerà De Gregori. Izzo si cimenterà con Bongo Cha Cha, Priello sarà Stash dei Colors, Pretelli Ricky Martin, I Gemelli di Guidonia diventeranno Fedez, Achille Lauro e Orietta Berti. Deborah Johnson sarà Donna Summer. Fantina farà Eros Ramazzotti”. Sul pubblico: “Avremo 173 posti”. I protagonisti confessano le loro emozioni, Stefania Orlando: “Per tre anni ho fatto provini per questo programma”.
Alba Parietti, autoironica: “La cosa più difficile sarà ‘spariettizzarmi'”.
Interpellato sulla partenza del programma Star in the Star su Mediaset, su Canale 5 il direttore di Rai1 non si tira indietro, ma sottolinea che i programmi vanno commentati dopo la messa in onda: “Mi sento di dire che ormai nella produzione di format ci sono tantissime assonanze. Sicuramente questo ha delle stretta affinità con il Cantante Mascherato perché utilizza la maschera, ma penso anche nella mia lunga storia autoriale che i programmi si possono valutare soltanto quando li vediamo. Un programma è fatto anche da una dinamica che avviene in studio. Io sono una persona onesta, è chiaro che non mi sia piaciuta la collocazione, non l’ho trovato cortese, che vada in onda il giorno prima di Tale e Quale. Ma Mediaset lo ha voluto proprio lì”. Conti si tira fuori dalla polemica: “Io mi occupo del mio orticello, penso a Tale e quale sperando di farlo al meglio. C’è grande spazio in televisione, quello che conta è la scelta del telespettatore che col telecomando decide”. “Non si imita chi non ha personalità” commenta Goggi. Tra le novità, anche la preferenza social e alle fine i tre più votati avranno 5, 3 e un punto in più”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Francesco Permunian e i ‘Giorni di collera e annientamento’
16 settembre esce nuovo romanzo per Ponte alle Grazie
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 settembre 2021
19:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FRANCESCO PERMUNIAN, GIORNI DI COLLERA E DI ANNIENTAMENTO (PONTE ALLE GRAZIE PP.176, EURO 15,90). Arriva in libreria il 16 settembre ‘Giorni di collera e di annientamento’, il nuovo romanzo giocoso e feroce di Francesco Permunian, pubblicato da Ponte alle Grazie.

E’ la storia di un amore folle ai tempi del Covid, sullo sfondo della provincia italiana, popolata di personaggi assurdi, grotteschi, umani troppo umani, in cui non vengono risparmiate critiche al sistema editoriale e letterario italiano.
Il dottor Lunfardo, in arte Don Fifì, sognava di diventare un cantante confidenziale, un crooner alla Bing Crosby.
Disgraziatamente, ha invece scritto un libro e ha avuto un successo clamoroso: ha vinto il Premio Strega, è stato risucchiato nell’orribile mondo dell’editoria, e si è rovinato la vita. Cerca invano un po’ di quiete sulle rive del lago di Garda ma è assediato da seccatori, familiari, incubi e ipocondria.
Intorno a Don Fifi, si muovono prostitute neofasciste in sella a sidecar Zundapp della Wehrmacht, anziani dentisti sulla strada della demenza, pellegrini invasati tra Lourdes e i santuari gardesani, stagisti stalker, suicidi improbabili, aspiranti scrittrici vanagloriose, impegnativi ménage à trois condotti da bambole di celluloide gelose.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano prima statua a una donna, Cristina di Belgiojoso
Fu eroina del Risorgimento. Sala, prossima per Margherita Hack
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 settembre 2021
21:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano è stata inaugurata la prima statua in città intitolata ad una donna, Cristina Trivulzio di Belgiojoso, eroina e filantropa del Risorgimento che partecipò alle cinque giornate di Milano. La statua si trova in piazza Belgioioso ed è stata svelata dal sindaco, Giuseppe Sala.

L’opera rappresenta Cristina Trivulzio di Belgiojoso, eroina milanese del Risorgimento, di cui quest’anno ricorrono i 150 anni dalla morte. Il progetto è promosso dalla Fondazione Brivio Sforza, con il sostegno della Banca di Credito Cooperativo di Milano, con il contributo del Comune di Milano e con il patrocinio di Regione Lombardia.
“È incredibile – ha commentato il sindaco Sala – che non ci fosse prima di oggi nessuna statua a Milano dedicata a una donna, la prossima sarà dedicata a Margherita Hack”. A Milano infatti nessuna delle 121 statue è dedicata a una personalità femminile, ad eccezione di soggetti di iconografia religiosa o allegorici. La statua inaugurata oggi ritrae Cristina Trivulzio di Belgiojoso, eroina milanese del Risorgimento, interpretata dallo scultore Giuseppe Bergomi sulla base della documentazione iconografica raccolta dalla Fondazione Brivio Sforza. Cristina.
Donna di cultura, istruita e fortunata per ceto e censo, si è messa in gioco con competenza e determinazione per creare un modello di società più inclusivo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morto a Napoli Tullio Pironti, pubblicò ‘Il camorrista’
Editore napoletano, 84enne,fece conoscere tanti autori stranieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
16 settembre 2021
00:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cultura napoletana in lutto: è’ morto ieri sera l’editore e libraio Tullio Pironti, 84 anni. In gioventù pugile (la sua autobiografia in ‘Libri e cazzotti’, fu anche convocato nella nazionale agli esordi), Pironti ha proseguito l’attività del padre e del nonno facendo conoscere in Italia tanti autori stranieri, tra cui il premio Nobel egiziano Nagib Mahfuz.

Pubblicò ‘Il camorrista’ di Giuseppe Marrazzo su Raffale Cutolo da cui fu tratto il film di Giuseppe Tornatore con Ben Gazzara.
La sua libreria di Piazza Dante – nella quale era affiancato dai nipoti Chiara e Cesare – era un punto di riferimento per intellettuali e gente comune, oltre che per tanti studenti. I funerali si terranno in Piazza Dante oggi alle 16 nella Chiesa del Caravaggio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Droga: Polizia smantella rete spaccio Nord Est, 7 arresti
Operazione Questura Pordenone, 21 indagati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
16 settembre 2021
08:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dalle prime ore dell’alba è in corso una vasta operazione della Questura di Pordenone, che sta eseguendo, tra Friuli Venezia Giulia e Veneto, 9 misure cautelari e perquisizioni nei confronti di 21 indagati in stato di libertà, attivi nello smercio all’ingrosso e al dettaglio di sostanze stupefacenti del tipo hashish e cocaina, destinate alle “piazze” di spaccio delle province del Nord-Est. Le operazioni sono condotte dalla Squadra Mobile di Pordenone, in collaborazione con le Squadre Mobili di altre province e l’ausilio di unità cinofile.
Due persone sono finite in carcere, 5 agli arresti domiciliari e 2 hanno obblighi di dimora.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: barca con 70 persone arenata vicino costa Salento
Sarà trainata fino a porto S.Maria Leuca, fuggiti gli scafisti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LECCE
16 settembre 2021
09:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una barca a vela con a bordo circa 70 migranti è rimasta arenata in una secca a pochi metri dalla costa di Lido Marini, nella marina di Ugento (Lecce). La barca sarebbe stata abbandonata da due persone ritenute gli scafisti.

I migranti a bordo hanno lanciato l’Sos e stanno intervenendo mezzi della capitaneria di Porto e della Guardia di Finanza. L’imbarcazione sarà trainata fino al porto di Santa di Maria di Leuca dove si trovano già i medici Usmaf e i volontari di Croce Rossa e Caritas.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Gimbe, in 7 giorni tutti gli indicatori in calo
“In ospedale ci sono quasi esclusivamente persone non vaccinate”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
10:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Dai decessi per Covid ai contagi, la settimana 8-14 settembre, rispetto alla precedente, ha visto tutti i numeri in calo: scendono -14,7% i nuovi casi (33.712 rispetto a 39.511), del -6,7% i decessi (389 rispetto 417), dell’-8,8% le persone in isolamento domiciliare (117.621 rispetto a 128.917), del -3,3% i ricoveri con sintomi (4.165 rispetto a 4.307) e del -1,6% le terapie intensive (554 rispetto a 563). Lo rileva il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe, che sottolinea come in ospedale ci siano “quasi esclusivamente persone non vaccinate”.

“Continuano a diminuire i nuovi casi settimanali – dichiara Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe – mentre solo 4 Regioni registrano un incremento percentuale dei nuovi casi”.
Inoltre, “solo in 2 Province si contano oltre 150 casi per 100.000 abitanti: Siracusa (178) e Messina (168). In calo anche i decessi: 389 negli ultimi 7 giorni (di cui 52 riferiti a periodi precedenti), con una media giornaliera di 56 rispetto ai 60 della settimana precedente”. “Sul fronte ospedaliero – afferma Renata Gili, responsabile Ricerca sui Servizi Sanitari del Gimbe – dopo 8 settimane di aumento si registra una lieve riduzione dei posti letto occupati da pazienti Covid-19, che scendono del 3,3% in area medica e dell’1,6% in terapia intensiva”.
“Iniziano a scendere anche gli ingressi giornalieri in terapia intensiva – spiega Marco Mosti, direttore Operativo Gimbe – con una media mobile a 7 giorni di 36 ingressi al giorno rispetto ai 42 della settimana precedente”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccisa 81enne a Bari: fermato assassino, ha confessato
Risponde di omicidio volontario aggravato dalla premeditazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
16 settembre 2021
10:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato sottoposto a fermo il presunto assassino della 81enne Anna Lucia Lupelli, la donna trovata morta due giorni fa, ferita da otto coltellate, nella sua casa nel quartiere Carrassi di Bari. Si tratta del 51enne Saverio Mesecorto che ha confessato il delitto.
Risponde di omicidio volontario aggravato dalla premeditazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Meteo:doppia perturbazione imminente, rischio temporali
Primo fronte perturbato su Nordovest, arco alpino, E-R e Toscana
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
11:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il tempo è in cambiamento.
L’anticiclone comincia a scricchiolare sotto la spinta di perturbazioni atlantiche che piomberanno sull’Italia.
Ce ne saranno due fino al weekend, poi altre. Si informa che in queste ore un primo fronte perturbato sta impattando sul Nordovest, sull’arco alpino, in Emilia Romagna e in Toscana, successivamente si estenderà e si intensificherà anche sul Triveneto. Su queste regioni sono attese precipitazioni sotto forma di temporali e locali grandinate e un ulteriore peggioramento del tempo in serata e nottata. Sul resto d’Italia, a parte una diffusa nuvolosità, il tempo sarà più asciutto.
Venerdì la perturbazione abbandonerà il Nord, interessando ancora il Triveneto e al mattino anche la Toscana, scendendo poi su Lazio e Umbria e quindi Marche nel pomeriggio. Nel corso del weekend giungerà la seconda perturbazione con altre piogge e locali temporali soprattutto al Nord e sull’alta Toscana. Il maltempo si allontanerà definitivamente dall’Italia domenica pomeriggio quando tutto il Paese sarà baciato dal sole salvo più nubi sul Triveneto. Fine settimana decisamente soleggiato invece per il Centro-Sud. Il bel tempo continuerà anche nei primi due giorni della prossima settimana, dopo di che, proprio in concomitanza con l’equinozio (mercoledì 22 settembre), potrebbe irrompere l’autunno con altre piogge e un deciso calo termico.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NEL DETTAGLIO: – Giovedì 16. Al nord: cielo coperto con piogge e temporali, peggiora ulteriormente in serata e nottata. Al centro: maltempo in Toscana, molte nubi altrove. Al sud: nubi irregolari, clima caldo.
– Venerdì 17. Al nord: ultime piogge battenti su Lombardia, Nordest, Liguria. Al centro: rovesci e temporali su Toscana, Umbria e Lazio, poi anche Marche. Al sud: asciutto, ma molte nuvole.
– Sabato 18. Al nord: nuove piogge in arrivo, ma meno intense.
Al centro: instabile sull’alta Toscana, più sole altrove. Al sud: molte nubi e qualche pioggia in Basilicata.
Domenica ancora precipitazioni al Nord, soleggiato sul resto d’Italia.   SEGUI IL METEO IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Traffico di ossa tra Milano e L’Aquila
Procura Milano archivia posizione di ingegnere ‘collezionista’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
16 settembre 2021
11:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un traffico di ossa umane è stato individuato dai carabinieri e ha portato all’apertura di un’inchiesta da parte della Procura della Repubblica di Milano che ora, dopo tre anni di indagini, ha archiviato la posizione di un ingegnere milanese il cui ruolo alla fine è stato derubricato a “collezionismo” restando fermo un illecito amministrativo sul possesso dei reperti. Per i giudici, quindi, non si sarebbe trattato di satanismo, mercimonio di morti o altro, ma solo di passione scientifica e dilettantistica.

Le indagini sono scattate dopo l’intercettazione di alcuni pacchi postali diretti negli Usa e in Svizzera contenenti teschi, ed erano culminate nella perquisizione dell’appartamento dell’ingegnere milanese dove erano stati trovati una quarantina di reperti fra teschi, colonne vertebrali, femori, clavicole etc. L’uomo li aveva ottenuti da un anatomopatologo di Praga e anche da un collezionista dell’Aquila.
Per tutti, comunque è valsa la buona fede di non essere a conoscenza del fatto che le ossa fossero illecitamente detenute da chi le aveva spedite, per cui l’ipotesi di reato è stata archiviata, mentre è rimasto l’illecito amministrativo della detenzione di ossa umane, che per il regolamento di polizia mortuaria non possono circolare fuori dai cimiteri, a meno che non siano destinate a laboratori per studio o ai parenti delle salme che ne reclamino il possesso. Le ossa sono state confiscate e portate alla collezione antropologica del laboratorio Labanof dell’Università degli Studi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Incidenti montagna: morta escursionista dispersa in Friuli
Francese, aveva 52 anni e risiedeva ad Avignone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARCIS
16 settembre 2021
11:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata trovata, priva di vita, l’escursionista francese, di 52 anni, residente ad Avignone, dispersa sulle Dolomiti friulane, in comune di Barcis (Pordenone) da lunedì pomeriggio.
Il corpo è stato individuato questa mattina, verso le 9.30, in un luogo molto impervio, durante un sorvolo dell’elicottero della Protezione Civile Regionale Fvg.
Constatato il decesso da parte del medico legale, e ottenuto il nullaosta dalla Procura di Pordenone, intorno alle 11:30 sono iniziate le difficili operazioni di recupero della salma a opera dei tecnici del Soccorso Alpino, dei Vigili del Fuoco e della Guardia di Finanza.
Sul posto i Carabinieri di Montereale Valcellina: escluse responsabilità di terzi.
La donna è scivolata nei pressi di un torrente, facendo un volo sulle rocce di alcuni metri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti: arrivata in porto Salento barca con 52 persone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LECCE
16 settembre 2021
11:38
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ arrivata nel porto di Santa Maria di Leuca l’imbarcazione che si era arenata a pochi metri dalla costa di Lido Marini. I migranti sbarcati sono 52: si tratta di 41 iraniani e 11 iracheni, tutti uomini.
L’imbarcazione non è stata trainata perché è riuscita a riprendere la rotta dopo i primi soccorsi, ed è giunta nel porto della marina salentina scortata dai mezzi della Guardia di finanza. I migranti avrebbero riferito di essere in navigazione da cinque giorni, partiti da Istanbul.
Dopo essere stati accolti dagli operatori della Caritas locale e dai volontari della Croce Rossa, espletate le procedure anti Covid, saranno trasferiti al centro di accoglienza “Don Tonino Bello di Otranto”.
Due uomini con cittadinanza Kazaka, ritenuti i presunti scafisti, sono fuggiti abbandonando la barca ma sono stati rintracciati dai militari della Gdf e sottoposti a fermo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Addio a Paola Romano, l’artista delle Lune
E’ morta l’artista contemporanea, pittrice e scultrice. Avrebbe compiuto domani 70 anni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
11:42
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ morta l’artista contemporanea, pittrice e scultrice Paola Romano. Avrebbe compiuto domani 70 anni.
Le sue opere hanno fatto il giro del mondo da Hong Kong a New York, in mostra alla 54/a Biennale d’Arte di Venezia, al Galata Museo del Mare di Genova, a Castel dell’Ovo di Napolo, a Palazzo Ziino a Palermo, ai Discuri al Quirinale, Sale Urbaniane Città del Vaticano, presenti nella scenografia di film come “La Cena per Farli Conoscere” di Pupi Avati e “Sotto una Buona Stella” di Carlo Verdone. Hanno parlato delle sue opere anche Giovanni Faccenda, Vittorio Sgarbi, Claudio Strinati, Stefano Zecchi.
Tra le numerose opere sarà ricordata soprattutto per le sue Lune, il suo simbolo. Per Paola Romano la Luna rappresenta ogni attività umana, sia astratta sia concreta. La Luna è infatti quel satellite che ha necessità di un pianeta attorno al quale orbitare, quel pianeta è l’essere umano. L’opera di Paola Romano rimarrà una traccia indelebile del suo passaggio in questa dimensione, ha sempre creduto nel poter culturale e comunicativo dell’arte, nella sua possibilità essere un messaggio universale.
In un catalogo ha raccolto alcuni aforismi a sintesi del proprio pensiero e questo è uno dei più significativi: “L’artista è un mortale, ha un inizio e una fine. L’arte ha soltanto un inizio”.
La cerimonia funebre si svolgerà venerdì 17 settembre alle ore 11 presso il Duomo di Monterotondo (Roma).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maxi rissa in centro Livorno,danni a locali e mezzi in sosta
Coinvolte circa 40 persone, indagini in corso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LIVORNO
16 settembre 2021
11:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una maxi rissa, circa quaranta persone coinvolte, nella tarda serata di ieri ha creato scompiglio nella zona di via Buontalenti, nel centro di Livorno, terrorizzando i residenti e passanti.
Nella rissa tra due gruppi di tunisini, che si sono affrontati in strada a colpi di bastoni e spranghe è spuntata addirittura una spada e in molti residenti hanno udito un colpo di pistola, non è chiaro se si tratti di una scacciacani, che in un filmato sui social si vede distintamente puntare da un uomo contro il gruppo rivale.
Quando sono arrivate le forze dell’ordine, carabinieri, volanti della polizia, guardia di finanza e polizia municipale c’è stato un fuggi fuggi generale, mentre due uomini tunisini, entrambi con ferite compatibili con una colluttazione, sono stati accompagnati all’ospedale. Ora starà alle indagini dei carabinieri fare chiarezza sulla vicenda. Intanto via Buontalenti è stata devastata, con i tavolini dei locali rotti utilizzati come armi e gravi danneggiamenti ad auto e scooter parcheggiati nella zona.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tir si ribalta in A14, autista ferito e morte 3mila galline
Gravi disagi del traffico per migliaia di animali in strada
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FORLI
16 settembre 2021
11:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Importanti disagi, con code chilometriche e traffico semibloccato, in mattinata sull’A14 nei pressi di Forlì. Sulla corsia diretta a sud poco dopo le sei un autoarticolato che trasportava galline e un altro mezzo pesante, per cause ancora da chiarire, sono entrati in collisione.

L’autoarticolato, con un carico di oltre 10mila animali, si è ribaltato con la motrice finita nella scarpata che costeggia la sede stradale, mentre il rimorchio ha bloccato le corsie di marcia.
Il conducente del mezzo, 23 anni residente in provincia di Campobasso, ha subito gravi ferite e i sanitari del 118 accorsi hanno provveduto al suo ricovero d’urgenza al trauma center del Bufalini di Cesena. L’incidente ha provocato una strage di galline, almeno tremila quelle decedute, mentre la gran parte delle sopravvissute, si sono riversate sulla sede stradale e nei campi vicini, bloccando completamente l’autostrada.
Le forze dell’ordine, i vigili del fuoco e il personale di autostrade ha poi provveduto a regolare il traffico su due corsie, ma la circolazione è stata fortemente rallentata.
Autostrade per l’Italia ha consigliato di uscire al casello di Faenza, percorrere la via Emilia nel tratto forlivese e rientrare in A14 a Cesena. Ciò ha provocato code e rallentamenti anche sulla viabilità ordinaria. Solo in tarda mattinata la situazione è tornata gradualmente alla normalità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Propaganda nazi-fascista sui social, quattro indagati
Operazione Digos Torino, sequestrato ingente materiale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
16 settembre 2021
12:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pubblicavano sui social, e su diverse chat, immagini e frasi dal contenuto nazista, razzista e antisemita. La Digos della Questura di Torino ha concluso una indagine nei confronti di quattro persone, tutte residenti nel Torinese, indagate per propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale etnica e religiosa.

Sequestrati numerosi indumenti, fibbie, elmetti, berretti, foulard, bandiere, medaglie, crest, timbri, distintivi, adesivi, foto, manifesti e quadri con simbologie nazi-fasciste nonché una carabina ad aria compressa e un machete illegalmente detenuti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cadavere sub recuperato in mare Elba
Giovane risultava disperso da ieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAPOLIVERI
16 settembre 2021
12:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il cadavere di un sub di 20 anni è stato recuperato questa mattina dai sommozzatori dei vigli del fuoco nelle acque dell’isola d’Elba di fronte a Capoliveri.
Il giovane risultava disperso da ieri sera.
Le ricerche in mare sono state avviate dai vigili del fuoco sotto il coordinamento della Capitaneria di Portoferraio (Livorno).
Secondo una prima ricostruzione sembra che il giovane si fosse immerso ieri nel tardo pomeriggio per effettuare pesca subacquea in apnea nelle vicinanze della spiaggia del Ginepro a Capoliveri, ma non era più rientrato e da lì è partito l’allarme con le ricerche in mare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scontro auto-bus a Milano, decine di contusi
All’incrocio fra via Serra e via Scarampo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
16 settembre 2021
12:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un autobus della linea 90 si è scontrato con un’auto all’incrocio fra via Serra e via Scarampo a Milano.
Nell’urto una decina di persone è rimasta contusa.
Sul posto si trovano i soccorritori del 118 con diversi mezzi e la polizia locale che sta accertando la dinamica dell’incidente.
Secondo una prima ricostruzione fornita da Atm, il bus stava passando con il verde, quando l’auto proveniente dalla destra avrebbe attraversato l’incrocio con il semaforo rosso.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Festa Roma, Uma Thurman sul manifesto della 16/a edizione
14-24 ottobre. Delli Colli e Monda, simbolo di energia e libertà
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
16 settembre 2021
13:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uma Thurman è la protagonista dell’immagine ufficiale della 16/a edizione della Festa del Cinema di Roma, che si svolgerà dal 14 al 24 ottobre 2021 all’Auditorium Parco della Musica con la direzione artistica di Antonio Monda, prodotta dalla Fondazione Cinema per Roma presieduta da Laura Delli Colli, direttore generale Francesca Via. La foto è un omaggio all’attrice statunitense e alla sua straordinaria performance in Kill Bill: Volume 2 di Quentin Tarantino, che riceverà il Premio alla Carriera nel corso della Festa del Cinema 2021.
Lo sguardo ipnotico dell’interprete attraversa lo schermo cinematografico e parla direttamente allo spettatore: il volto di Uma Thurman è un concentrato di energia, libertà e passione. Emerge il ritratto di una donna forte e determinata che lotta per quello che ama e trasforma il suo desiderio di vendetta nel sogno di nuova vita, alla ricerca di una vera e propria rinascita. “La scelta di siglare la Festa con l’immagine di un personaggio cult che continua a attraversare il cinema amato anche dalle generazioni più giovani non è solo un omaggio a un’attrice straordinaria ma un modo per augurare al cinema, oltre ogni cliché, la stessa energia e la stessa capacità di continuare a combattere per una vera stagione di ripartenza”, sottolinea Laura Delli Colli. “Uma Thurman è un’icona del cinema contemporaneo: una donna forte, sensibile, intelligente e indipendente. Una presenza imprescindibile come la bellezza e la libertà”, spiega Antonio Monda.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Roma Caput Disco, gli anni Ottanta e la gente della notte
Esce il docu film di Corrado Rizza con Jovanotti, Fiorello, Arbore, Coccoluto e Verdone tra i protagonisti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
15:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La notte è più bello, si vive meglio Per chi fino alle 5 non conosce sbadiglio E la città riprende fiato e sembra che dorma E il buio la trasforma e le cambia forma E’ tutto più tranquillo tutto è vicino E non esiste traffico e non c’è casino Almeno quello brutto, quello che stressa. La gente della notte è sempre la stessa…”, raccontava in musica Lorenzo Cherubini quando, poco più che adolescente, esordiva come dj con il nome Jovanotti a Roma.
E’ lui, insieme a Fiorello, Renzo Arbore, Carlo Verdone, Claudio Coccoluto, Roberto D’Agostino, Claudio Cecchetto, uno dei protagonisti di ‘Roma Caput Disco’, il film documentario di Corrado Rizza che racconta l’epopea della vita notturna della capitale negli anni Ottanta. Una galleria di personaggi rappresentativi di un mondo che non c’è più: da Giancarlo Bornigia a Luca De Gennaro, da Paolo Micioni a Dr. Felix e Giancarlino. Un mondo fatto di allegra trasgressione e di segreti, lontano dall’invadenza dei telefoni cellulari.
Il lavoro, iniziato nel 2010, si ispira al libro ‘I Love The Nightlife’ dei due dj romani Corrado Rizza e Marco Trani. Dopo la scomparsa di Marco Trani nel 2013, Corrado Rizza ha lasciato il lavoro nel cassetto per tanto tempo per completarlo oggi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il docufilm racconta la nascita delle discoteche a Roma e l’evoluzione della professione del disc jockey, che oggi ha raggiunto la massima visibilità mediatica con la consacrazione di alcuni di loro a vere e proprie pop star internazionali.
Dalla metà degli anni ’60, in piena Dolce Vita felliniana, dopo l’apertura del mitico Piper Club, in Via Tagliamento, Roma è diventata la capitale indiscussa del divertimento italiano. Negli anni ’70 aprono discoteche leggendarie come il Jackie’O, il Mais ed il Much More e club gay, come l’Alibi e l’ Easy Going. I favolosi anni ’80 sono stati invece gli anni dell’Histeria e del Gilda, ma anche di molti altri club indimenticabili, come l’Open Gate e le Stelle. “Con l’apertura del Piper – ricorda Corrado Rizza – nel 1965 si è vista a Roma per la prima volta la figura del dj con Giuseppe Farnetti”. Il documentario narra anche che alcuni artisti italiani, oggi famosi in vari settori, hanno iniziato la loro carriera facendo proprio i disc jockey. E’ il caso di Renzo Arbore, Roberto D’Agostino, Jovanotti e Fiorello.
Attraverso interviste esclusive, filmati vintage, spezzoni di film e foto rarissime, il documentario mostra una Roma glamour capace di reggere il confronto con città come New York, Parigi e Londra. “Quelli sono stati gli anni in cui Roma è stata invasa dalle star dello spettacolo, ma anche dai personaggi della politica e del jet set internazionale, vivendo così una sua seconda ‘Dolce Vita’ – spiega Corrado Rizza – una Dolce Vita che purtroppo è svanita dopo l’avvento dell’inchiesta giudiziaria Mani Pulite che ha cambiato lo scenario del nostro Paese agli inizi degli anni Novanta”.
La voce narrante del film è quella di Pino Insegno. Il documentario, lanciato dal gruppo Facebook Ventanni di Roma by Night, sarà disponibile dal 21 settembre in noleggio/streaming sulla piattaforma digitale VIMEO in attesa di sbarcare al cinema:

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Mara Venier, alla fine non riesco a dire di no a Domenica in
Torna contenitore Rai1. Su Amici, Maria un’amica, la registrerò
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
13:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Per via di una lesione a un nervo, non riesco a pronuciare alcune parole”, confessa Mara Venier. Ma precisa: “Un settimanale uscito in edicola ha fatto un titolo azzardato: Mara lascia la tv, faccio le corna! Ogni anno, quando finisce il programma, dico ‘è l’ultima volta’, perché è faticoso.
Ma la verità è una sola: ci rifletto e penso che potrei dire di no a tutto, ma non a Domenica In. E infatti eccomi ancora qui. Certo potrei anche fare altro in futuro”. Da domenica 19 settembre, dalle 14 alle 17.10 su Rai1, in diretta dagli Studi “Fabrizio Frizzi” di Roma, prenderà il via la tredicesima edizione del programma della domenica pomeriggio, condotto per il quarto anno consecutivo dalla Venier che eguaglia così le stagioni condotte da Pippo Baudo. Il direttore di Rai1 Stefano Coletta, nel corso della presentazione del contenitore domenicale alla stampa tiene a sottolineare: “Mara è l’identità del pubblico dell’ammiraglia e del servizio pubblico, capostipite del linguaggio vero, autentico che coinvolge tutti i target. Tra i 15 e i 24 anni fa il 15% di share. Sorride, si commuove, è umana, attenta a ogni dettaglio, davanti a Mara parlano pure le pietre”. E insiste: “Non si dice hai visto Domenica in, ma hai visto Mara. E’ un caso in cui il volto supera il marchio”.
In questa nuova edizione sarà dato ampio spazio all’intrattenimento, ma sempre con un occhio attento all’attualità, con interviste e approfondimenti sui temi caldi della settimana: dall’andamento della campagna vaccinale al green pass, ai casi di cronaca più significativi. Tornerà anche don Antonio Mazzi, 92enne, almeno una volta al mese con un suo spazio: “E’ come un padre per me, anche spirituale”, dice la conduttrice. Nella prima puntata si ricorderà Raffaella Carrà con ospite Loretta Goggi. Prevista la presenza di Mahmood.
Quest’anno nelle prime due puntate Venier avrà di fronte la corazzata della sua amica Maria De Filippi, con Amici. “Maria mi ha chiamato, è stata molto carina. Io sono una grande appassionata di Amici, vorrà dire che registrerò le puntate per poi vederle dopo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Italia quarta al mondo per cyber minacce legate a pandemia
Ricerca, 130mila attacchi tra mail spam, malware e siti maligni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
14:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel primo semestre 2021 l’Italia è il quarto paese al mondo più colpito dalle minacce informatiche correlate al Covid-19 e alla pandemia e precedeuta solo da Stati Uniti, Germania e Colombia. Il dato emerge dal report sulle minacce informatiche a cura di Trend Micro Research.

Secondo la società di sicurezza informatica, sul nostro Paese si sono abbattuti 131.197 attacchi tra e-mail di spam, malware e siti maligni a tema pandemia. Nella classifica delle minacce a tema Covid-19 l’Italia è preceduta da Stati Uniti (1.584.337), Germania (832.750) e Colombia (462.005). Nel primo semestre 2021 l’Italia è in vetta anche nelle classifiche dei malware, i virus malevoli, e si attesta prima in Europa e quarta al mondo, con 28.208.577 attacchi. Sul podio Giappone (174.994.613) Stati Uniti (163.667.075) e India (29.008.051).
In particolare le minacce arrivate via e-mail in Italia sono state 194.879.311, i siti maligni visitati sono stati 7.559.192. Il numero di app maligne scaricate nella prima metà del 2021 è di 28.215; nella prima metà del 2021 sono stati 1.712 i malware unici di online banking che hanno colpito l’Italia.
In tutto il mondo, la società di sicurezza Trend Micro ha bloccato nel primo semestre un totale di circa 41 miliardi di minacce per un incremento del 47% rispetto al periodo precedente. La maggior parte degli attacchi è arrivata via e-mail. A livello mondiale i ransomware si confermano la minaccia principale, con i cybercriminali che hanno continuato a prendere di mira le aziende più famose.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bimbo morto in piscina hotel, 5 mesi a uno dei gestori
Il fatto a Orosei, ora giudizio a Nuoro in sede civile
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NUORO
16 settembre 2021
14:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cinque mesi di reclusione con sospensione della pena. E’ la sentenza pronunciata stamattina dalla Gup del tribunale di Nuoro Teresa Castagna, nei confronti di Mathias Wincler, uno dei gestori del residence di Orosei in cui il 2 settembre 2018 annegò un bambino di 7 anni di Irgoli, Richard Mulas, risucchiato dal bocchettone di scolo dal quale mancava la griglia di sicurezza.
La giudice ha anche disposto la liquidazione nei confronti della famiglia del piccolo in separato giudizio civile. Wincler, accusato di omicidio colposo e difeso da Gino Derosas e Antonella Pedduzza, aveva scelto di essere processato con il rito abbreviato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Reddito cittadinanza senza requisiti, denunciati in 192
Associazione delinquere per i sette che presentavano le domande
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
16 settembre 2021
14:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Percepivano il reddito di cittadinanza ma senza essere in regola con la normativa (in particolare per la residenza in Italia da almeno dieci anni) 192 persone denunciate a piede libero dalla guardia di finanza di Perugia, tutte originarie dell’est europeo. A carico di sette è stata ipotizzata l’associazione per delinquere in quanto sono risultati loro a presentare quasi tutte le domande, in un Caf della periferia del capoluogo umbro, città dove gravitano.

L’indagine è stata anticipata dal sito Umbria24. In base a quanto risulta dagli accertamenti è emersa una indebita percezione del reddito per circa 406 mila euro. Le carte di spesa sulle quali sono stati versati – è emerso dall’indagine coordinata dal procuratore Raffaele Cantone e dal sostituto Paolo Abbritti – sono risultate in possesso di un ristretto gruppo di persone e venivano utilizzate per l’acquisto di telefoni cellulari, elettrodomestici e altri beni facilmente rivendibili. Acquisti fatti in diverse città, anche del nord, spesso in centri commerciali vicini tra loro e in orari simili.
Le indebite percezioni del reddito di cittadinanza sono state subito segnalate dalla guardia di finanza all’Inps che ha bloccato le erogazioni. Ora gli investigatori stanno cercando di ricostruire il flusso di denaro. Accertamenti sono in corso sui documenti utilizzati per le domande del Reddito e per accertare eventuali responsabilità da parte del Caf.
L’indagine è stata avviata in seguito a un’analisi del Nucleo Speciale della guardia di finanza che si occupa di spesa pubblica e frodi comunitarie dalla quale è emerso che gli intestatari dei codici fiscali legati al reddito risultavano residenti in Italia da meno di dieci anni. Gli accertamenti sono stati quindi approfonditi dal Gico del nucleo di polizia di polizia economico-finanziaria di Perugia.
Tutt’ora al vaglio degli investigatori ci sono diversi documenti sequestrati nel corso di perquisizioni nelle abitazioni degli indagati e presso il Caf.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Strage Bologna: periti, Bellini deve riposare 14 giorni
A causa di un malore potrà tornare in aula dopo il 28 settembre
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
16 settembre 2021
14:37
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’ex Avanguardia nazionale Paolo Bellini, accusato di concorso nella strage del 2 agosto 1980, a causa delle sue condizioni di salute non potrà partecipare alle udienze del processo che lo vede coinvolto a Bologna per 14 giorni e quindi tornerà in aula solo a partire dall’udienza del 29 settembre. E’ quanto emerge dalla perizia depositata dai tre medici incaricati dalla Corte d’Assise di valutare se Bellini, che fino ad ora ha assistito a quasi tutte le udienze del dibattimento, possa continuare a farlo anche nelle prossime date già fissate “senza rischi eccedenti la normale condizione esistenziale del cittadino, in relazione alle condizioni di salute di ciascuno, evidentemente variabili, tenuto conto che si tratta semplicemente di assistere a udienze che non comportano sforzi”.

La Corte, dopo che Bellini aveva avuto un problema cardiaco il 3 settembre ed era stato ricoverato all’ospedale Sant’Orsola di Bologna, aveva ordinato la perizia in risposta alla richiesta di legittimo impedimento formulata dai legali di Bellini, gli avvocati Antonio Capitella e Manfredo Fiormonti. I medici del Sant’Orsola, che avevano visitato Bellini dopo il ricovero, erano arrivati alle stesse conclusioni, come documentato anche dai legali dell’imputato nell’udienza dell’8 settembre. L’ex estremista di destra è stato poi dimesso dall’ospedale il 13 settembre. Ora viste le conclusioni dei medici incaricati dalla Corte, Bellini potrà chiedere il rinvio delle udienze fino al 28 settembre per legittimo impedimento. “La cancelleria ci ha comunicato che domani saranno sentiti solo i periti – ha spiegato l’avvocato Capitella – senza che vengano convocati altri testimoni. Da questa comunicazione, deduco che probabilmente i medici hanno accertato il legittimo impedimento di Bellini. L’udienza del 22 settembre, con due testimoni in videocollegamento dalla Svizzera, però si terrà lo stesso perché Bellini aveva già dato suo assenso a tenerla anche in sua assenza”, conclude Capitella.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da domani si scia in val Senales, ma solo con il Green pass
Tutto pronto sul ghiacciaio per professionisti e appassionati
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
16 settembre 2021
15:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Domani riparte – all’insegna del Green pass – la stagione sciistica sul ghiacciaio della val Senales Numerose squadre nazionali e club di sci nazionali e internazionali si sono già prenotate per le prossime settimane.
Come spiega Stefan Hütter, responsabile marketing dell’Alpin Arena Senales, “c’è anche molto interesse per l’allenamento ad alta quota sulla nostra pista da sci di fondo, la cui apertura è prevista per l’inizio di ottobre”.
Gli sciatori per diletto in possesso del Green pass potranno scendere su una parte della pista di Grawand a partire da venerdì. “Per il momento è possibile sciare la mattina dalle ore 9 alle ore 12.30, ma appena le temperature lo permetteranno, garantiremo la possibilità di sciare tutto il giorn”, aggiunge Hütter.
Sul ghiacciaio, ad un’altitudine di 3.212 m, si stanno completando i lavori agli impianti di risalita e sulle piste.
Lukas Tumler, responsabile delle piste e degli impianti dell’Alpin Arena Senales, spiega che il ghiacciaio è stati protetto dai raggi del sole da una copertura in pile per tutta l’estate. “Inoltre, durante la primavera accumuliamo depositi di neve, che ora ci permettono di disporre di circa 200.000 m3 di neve da utilizzare nella preparazione delle piste”. Per poter accedere alle piste, tutti coloro che hanno più di 12 anni (nati nel 2009) devono essere dotati di Green pass. “Vogliamo offrire alle squadre in allenamento, agli sciatori e al nostro staff un contesto il più sicuro possibile. Ecco perché abbiamo deciso di prendere questo provvedimento”, spiega Hütter.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 248 casi e un decesso in Puglia
Il tasso di positività è 1,78%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
16 settembre 2021
15:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in Puglia sono stati registrati 248 casi su 13.931 test per l’infezione da Covid-19, con una incidenza dell’1,78%. E’ stato registrato un decesso.

I nuovi positivi sono 59 nel Leccese, 53 in provincia di Bari, 43 nel Foggiano, 40 nel Brindisino, 32 nella provincia Bat, 14 nel Tarantino, 5 residenti fuori regione, 2 casi di residenza non nota.
Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 3.497.003 test e sono 3.368 i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 266.706 e sono 256.579 i pazienti guariti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: in Toscana codice giallo per temporali
Fino alle 20 del 17/9
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
16 settembre 2021
15:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue fino alle 20 di domani, venerdì 17 settembre, su gran parte della Toscana, il codice giallo emanato dalla Sala operativa della Protezione civile.
Per oggi permangono le previsioni per forti temporali soprattutto a nord ovest, mentre domani rovesci e temporali saranno possibili anche nel resto della regione.
Venerdì dunque saranno interessate anche le zone settentrionali della Toscana dove non si escludono colpi di vento e grandinate localizzate nei temporali più intensi. La criticità arancione permane fino alle 24 di oggi nelle province di Massa e Carrara e Lucca che da domani fino alle 20 torneranno ad essere in ‘zona gialla’ e dunque con un livello di criticità minore per quanto riguarda piogge e temporali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Buco bilancio,slitta processo ex sindaco e ex Giunta Catania
Prima udienza rinviata al 20 gennaio 2022 per difetto notifica
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
16 settembre 2021
15:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata rinviata per difetto di notifica la prima udienze del processo all’ex sindaco di Catania Enzo Bianco, la sua giunta in carica tra il 2013 e il 2018 e l’allora collegio dei revisori di conti nell’ambito del procedimento per il buco di bilancio del Comune del capoluogo etneo, che è in dissesto finanziario. Sono complessivamente 29 le persone che il 20 gennaio del 2022 dovranno comparire nell’aula Famà di piazza Verga davanti alla prima sezione del Tribunale monocratico.
Nel procedimento si sono costituiti come parti civili il Comune di Catania, la Cgil e l’Ugl. La Procura contesta agli imputati il falso ideologico per avere, tra l’altro, “falsamente attestato la veridicità delle previsioni di entrata” anche se “consapevoli della loro sovrastima” e per avere “dolosamente omesso l’iscrizione nell’atto contabile di somme sufficienti a finanziare gli ingenti debiti fuori bilancio”. L’ inchiesta si è basata su indagini del nucleo di Polizia economica finanziaria della guardia di finanza di Catania. E’ coordinata dal procuratore Carmelo Zuccaro, dall’aggiunto Agata Santonocito e dai sostituti Fabio Regolo e Fabio Saponara. Atti dell’inchiesta sono stati trasmessi anche alla Corte dei conti della Sicilia davanti alla quale è pendente un altro procedimento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Marche, 117 casi in 24h, nuovo calo incidenza a 52,81
-2 ricoverati (81) in un giorno, deceduta 71enne del Maceratese
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
16 settembre 2021
16:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cala ancora l’incidenza giornaliera su 100mila abitanti di nuovi positivi nelle Marche: ne sono stati rilevati 117 e l’incidenza si attesta a 52,81 (ieri 58,98); 28 i nuovi contagi in provincia di Macerata, 19 nel Fermano, 18 ciascuna nelle province di Ancona e Ascoli Piceno, 13 a Pesaro Urbino e 21 da fuori regione. Lo fa sapere il Servizio Sanità nelle Marche.
I ricoveri fanno segnare un -2 (81) e si registra un nuovo decesso (una 71enne di Colmurano nel Maceratese morta a Fermo) con il totale che sale a 3.062.
Stabile il numero degenti in terapia intensiva (27), -3 in semintensiva (19) e +1 nei reparti non intensivi (35); tre le persone dimesse. Le strutture territoriali ospitano 43 persone e dieci sono in osservazione nei pronto soccorso. In diminuzione il numero totale di positivi (ricoveri più isolamenti) a 2.952 (-126) di cui 2.910 in isolamento domiciliare (-85), di quarantene per contatto con positivi (3.953; -93). I guariti/dimessi raggiungono quota 106.707 (+203).
Tra i nuovi contagiati 21 persone con sintomi; i casi comprendono 28 contatti stretti di positivi, 36 contatti domestici, tre in setting lavorativo e due in ambiente di vita o socialità; su 25 casi in corso approfondimenti epidemiologici.
In tutto eseguiti 3.139 tamponi: 1.814 nel percorso diagnostico di screening (6,4% di positivi); a questi si aggiungono 972 test antigenici (26 casi rilevati).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: allerta meteo, in arrivo temporali su centrosud
Tra questa sera e domani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
16:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La perturbazione che sta già interessando parte dell’Italia raggiungerà nelle prossime ore anche le regioni centro-meridionali, portando piogge e temporali.
Sulla base delle previsioni disponibili il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso una nuova allerta meteo che prevede a partire dalla serata di oggi precipitazioni diffuse, che localmente potranno essere anche molto intense e accompagnate da grandinate, fulmini e forti raffiche di vento, sul Lazio in estensione, dalle prime ore di domani alle Marche e alla Campania.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in Emilia-Romagna 364 nuovi contagi e sei morti
Calano sia i casi attivi che i ricoveri nei reparti ospedalieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
16 settembre 2021
16:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 364 i nuovi casi di positività al Coronavirus registrati in Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore sulla base di circa 28.500 tamponi registrati.
Diminuiscono ricoveri e casi attivi, mentre si contano ancora sei morti: si tratta di due uomini di 82 e 93 anni in provincia di Modena, un uomo di 93 anni nel Bolognese, uno nel Reggiano di 95 anni, una donna di 86 nel Ferrarese e un uomo di 73 nel Forlivese.

I casi attivi scendono a 13.372, i pazienti in terapia intensiva sono 44 (come ieri) e quelli negli altri reparti Covid 427 (-23).
Dei nuovi positivi, 135 sono asintomatici, individuati soprattutto grazie al contact tracing. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 38,3 anni.
Modena, in termini assoluti, è la provincia con il numero di contagi più alto (85) seguita Bologna (56) e Parma (54).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Fvg, dal 20/9 prenotazioni per terza dose fragili
Riccardi, raggiungere adeguato livello di reazione anticorpale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
16 settembre 2021
16:22
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Dalle 9 di lunedì 20 settembre si aprono in Friuli Venezia Giulia le prenotazioni riservate alla terza dose del vaccino anti-Covid per le categorie di grave fragilità indicate dalla circolare ministeriale. L’obiettivo della terza dose è quello di far raggiungere un adeguato livello di reazione anticorpale a coloro che hanno un sistema immunitario indebolito”.
Lo annuncia il vicegovernatore con delega alla Salute, Ricardo Riccardi, ricordando che sarà possibile prenotare l’appuntamento presso gli sportelli Cup delle Aziende sanitarie, nelle farmacie abilitate e tramite il Call Center Regionale allo 0434/223522 o con la WebApp.
Le persone rientranti in questa fascia – informa la Regione – per accedere alla somministrazione dovranno sottoscrivere nel punto vaccinale un’autocertificazione in ordine alla propria condizione di fragilità rientrante nelle disposizioni ministeriali. Inoltre bisognerà avere con sé il Green pass o il certificato vaccinale.
“Il tipo di vaccino che verrà inoculato (Pfizer o Moderna) – si legge nella nota – dovrà essere preferibilmente lo stesso usato in occasione della seconda dose, ma sono possibili anche vaccinazioni con farmaci diversi, come stabilito da Aifa. Sarà possibile prenotarsi a partire da 28 giorni dopo la somministrazione della seconda dose”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ruby ter: Berlusconi, processo vada avanti in mia assenza
‘C’è evidente pregiudizio,perizia lede mia storia e onorabilità’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
16 settembre 2021
16:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per Silvio Berlusconi la decisione dei giudici di Milano del caso Ruby ter di sottoporlo a una “illimitata perizia psichiatrica” è “lesiva della mia storia e della mia onorabilità”, oltre che un “evidente pregiudizio nei miei confronti”. Lo scrive l’ex premier in una dichiarazione depositata al presidente del collegio, spiegando che “non posso quindi accettare questa decisione” e affermando che “si proceda, dunque, in mia assenza alla celebrazione di un processo” che definisce “ingiusto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Beato don Fornasini, prete partigiano martire di Marzabotto
Il 26 cerimonia a Bologna alla fine del festival Francescano
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
16 settembre 2021
16:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Don Giovanni Fornasini è “fratello di tutti”, se c’è “un testamento della sua vita è che non lasciava dietro nessuno”. Così l’arcivescovo di Bologna, cardinale Matteo Zuppi, ha ricordato la figura del sacerdote martire, ucciso dai nazifascisti il 13 ottobre 1944 a San Martino di Caprara, testimone degli eccidi avvenuti a Monte Sole, Marzabotto, nei giorni precedenti, presentando gli eventi per la sua beatificazione che avverrà domenica 26 settembre, in chiusura del Festival Francescano a Bologna.

La celebrazione sarà presieduta dal cardinale Marcello Semeraro, prefetto della Congregazione delle cause dei santi, a nome di papa Francesco. L’evento si svolgerà nella Basilica di San Petronio ma un maxi schermo sarà allestito anche in piazza Maggiore. Per entrambi i luoghi si potrà accedere prenotando online. Nel giorno della beatificazione saranno portate in basilica, insieme all’urna coi resti del corpo del martire, anche alcuni oggetti che gli sono appartenuti e che sono il simbolo della sua storia e testimonianza: la bicicletta con cui accorreva verso chi aveva bisogno, gli occhiali e l’aspersorio che aveva con sé il giorno in cui fu ucciso.
Commosso il ricordo della nipote Caterina, classe 1938, bambina quando lo zio fu ucciso: “Era instancabile, aiutava tutti, tutti indistintamente. Venivano, chiedevano, lui prendeva la bici e andava, dove poteva, per liberare. Ha liberato tantissima gente”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ruby ter: perizia non si fa più, da fissare nuova udienza
Berlusconi: ‘Il processo vada avanti senza di me’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
16 settembre 2021
17:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La perizia medico legale sulle condizioni di salute di Silvio Berlusconi, che era stata già disposta e non era ancora iniziata, non si farà più. Con la dichiarazione dell’ex premier, il quale ha detto ai giudici di andare avanti col processo in sua assenza, sono venuti meno, infatti, i presupposti per i quali i giudici della settima penale l’avevano decisa, ossia il legittimo impedimento presentato l’8 settembre.
Ora il collegio dovrà fissare una nuova udienza ‘ravvicinata’ per andare avanti col dibattimento al posto di quella ‘lontana’ del 17 novembre in cui si sarebbe dovuto discutere sulla perizia, dopo il deposito.
Per Silvio Berlusconi la decisione dei giudici di Milano del caso Ruby ter di sottoporlo a una ‘illimitata perizia psichiatrica è lesiva della mia storia e della mia onorabilità’, oltre che un ‘evidente pregiudizio nei miei confronti’. Lo scrive l’ex premier in una dichiarazione depositata al presidente del collegio. ‘Non posso accettare questa decisione. Si proceda dunque in mia assenza alla celebrazione di un processo che ritengo ingiusto’.
La “Procura nel corso dell’udienza dell’8 settembre, con toni e modi davvero inaccettabili nei confronti miei e dei medici che mi hanno per molte volte visitato, ha chiesto di disattendere” le conclusioni delle relazioni mediche della difesa, che nell’udienza di fine maggio avevano portato a un lungo rinvio del processo, e “di procedere oltre”. Lo scrive Silvio Berlusconi nella dichiarazione ai giudici del caso Ruby ter. Per l’ex premier la decisione di sottoporlo non solo a una perizia “cardiologica”, ma anche “psichiatrica”, è “al di fuori di ogni logica” e “del tutto incongrua rispetto alla mia storia e al mio presente”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ai domiciliari per spaccio, su Tik tok dileggia inquirenti
“La galera è di passaggio, sempre a testa alta”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
16 settembre 2021
17:36
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È stato posto ai domiciliari con l’accusa di spaccio di droga nell’operazione Africo a Palermo della Guardia di Finanza martedì scorso insieme ad altre otto persone. Francesco Gelfo, 22 anni, ha postato un video dove si vedono gli arrestati sul suo Tik Tok, esultando e dileggiando gli inquirenti : “Me l’avete suc….
– ha scritto – Sono a casa con gli arresti domiciliari”. E poi due faccine divertite.
Sotto: “La galera è di passaggio, sempre a testa alta”. In sottofondo, come colonna sonora, “Rispetto e libertà” di Nello Amato. E giù tanti like, con relativi commenti degli amici. “C’è da andarne fiero”. E ancora “Diglielo a sti 4 fanghi”. Il giovane di 22 anni reagisce sui social al provvedimento di custodia cautelare firmato dal gip Walter Turturici. I pubblici ministeri di Palermo che hanno coordinato le indagini, contestano a Gelfo la detenzione e la cessione di circa mezzo chilo di hashish.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 5.117 positivi, 67 le vittime
Effettuati 306.267 tamponi, tasso positività stabile all’1,6%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
17:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 5.117 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 4.830.
Sono invece 67 le vittime in un giorno, ieri erano state 73. Effettuati 306.267 tamponi molecolari e antigenici con il tasso di positività stabile all’1,6%. Sono 531 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 9 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 30 (ieri erano 32). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.018, 110 in meno rispetto a ieri. Dall’inizio della pandemia i casi sono 4.623.155, i morti 130.167. I dimessi e i guariti sono invece 4.376.646, con un incremento di 7.193 rispetto a ieri, mentre gli attualmente positivi sono 116.342, con un calo di 2.145 casi nelle ultime 24 ore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Forze Armate: esercitazione Alpini nello scenario 5 Torri
Sopra Cortina, 22 settembre prove combattimento in alta montagna
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
16 settembre 2021
17:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il gruppo delle 5 Torri, un museo a cielo aperto della Prima Guerra mondiale, e tra i luoghi più belli delle Dolomiti, sarà lo scenario d’alta montagna dove il prossimo 22 settembre si svolgerà l’edizione 2021 di ‘Vertigo’ l’esercitazione multinazionale interforze che vedrà le truppe Alpine dell’Esercito Italiano impegnate in una serie di difficili prove tecniche: progressione alpinistica, manovre di soccorso in parete (con e senza elicotteri) sviluppo di azioni militari in un ambiente selettivo. L’esercitazione si terrà nel pieno rispetto delle misure anti Covid-19.

Sulle 5 Torri era posizionato più di 100 anni fa Comando dell’artiglieria italiana durante il conflitto del ’15-’18.
Gli Alpini, eredi dei soldati che durante la prima Guerra scrissero su queste montagne pagine di storia militare, testeranno la propria capacità di operare in maniera sinergica in un ambiente ostile, dando risalto al concetto di “mountain warfare”, evoluzione delle tradizionali tecniche di combattimento in alta montagna.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Intascavano indebitamente reddito, 29 denunce nel Cosentino
Presunti “furbetti” in maggioranza romeni, bulgari e russi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CROPALATI
16 settembre 2021
18:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ventinove persone tra cui 24 di nazionalità romena, bulgara e russa, sono stati denunciati in stato di libertà a Cropalati, in provincia di Cosenza, dai carabinieri con l’accusa di avere intascato illecitamente il reddito di cittadinanza.
In particolare, i militari, partendo dall’esame degli elenchi dei percettori forniti dall’Inps, hanno effettuato una serie di verifiche sia documentali sia di riscontro negli indirizzi di residenza degli indagati constatando l’irregolarità delle dichiarazioni fornite.
Quindici dei presunti furbetti, tutti di provenienti dalla Romania, dopo aver dichiarato la residenza ed aver attestato la permanenza decennale sul territorio nazionale, una volta ottenuto il beneficio si sono resi irreperibili, verosimilmente rientrati nel loro paese di origine. Per gli altri quattordici, invece, sono state riscontrate irregolarità nelle autocertificazioni trasmesse all’Istituto previdenziale, quali ad esempio l’omessa comunicazione di modifiche inerenti lo stato di famiglia e altro.
Le somme percepite indebitamente vanno da un minimo di alcune centinaia di euro sino ad oltre sedicimila euro, per un danno complessivo di oltre 149 mila euro. Oltre alla denuncia i carabinieri hanno provveduto ad informare l’Inps allo scopo di interrompere l’erogazione del sussidio e verificare le condizioni per l’eventuale sospensione o revoca con recupero delle cifre indebitamente percepite.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: Questore vieta cortei a Milano
Permesse solo manifestazioni statiche all’Arco della Pace
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
16 settembre 2021
18:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Questa mattina sono stati notificati ai 16 promotori della protesta No Vax di Milano i provvedimenti disposti dal questore di Milano, Giuseppe Petronzi, che prevedono il divieto di corteo per le prossime manifestazioni, che dovranno svolgersi solo in forma statica in piazza Sempione, all’Arco della Pace.
La prima sarà quella del 18 settembre.
Il provvedimento arriva al termine di una valutazione condivisa con la prefettura e dopo l’analisi dei comportamenti dei contestatori e della pianificazione emersa dai loro gruppi social. La polizia ha individuato 16 persone come “promotori di fatto” delle manifestazioni, durante le quali “hanno assunto un ruolo attivo posizionandosi alla testa del corteo e incitando gli altri partecipanti a seguirli nei percorsi di volta in volta improvvisati”. Secondo quanto riferito dalla questura, le iniziative dei No Vax, organizzate ogni sabato dal 24 luglio si sono svolte sempre senza alcun preavviso alle autorità.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ikea apre porte di casa del mondo, al via Festival globale
100 abitazioni, 50 Paesi per celebrazione mondiale vita in casa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
19:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Designer, artisti, deejay, chef e creativi di talento hanno aperto le porte delle loro case e dei loro studi per performance, talk e altre esperienze inedite in occasione del Festival Globale di Ikea, al via da oggi. Più di 100 abitazioni da oltre 50 Paesi sono state coinvolte per la celebrazione mondiale della vita in casa, diventata ancora più importante dopo il periodo appena trascorso.
Il festival riguarda anche i negozi di Ikea, con il personale disponibile ad offrire ai clienti approfondimenti e consigli d’arredo. Inoltre, quattro celebri illustratori sono oggi presenti negli Store di Milano (Corsico, Carugate e San Giuliano) e Roma (Anagnina) per realizzare opere ispirate alla loro visione della casa dal titolo: “Home as a feeling”.
Sul sito è possibile assistere anche a concerti musicali e dj set direttamente dalle abitazioni degli artisti coinvolti, tra cui il duo Coma Cose e il cantautore Cimini. Con un semplice click è possibile assistere a show cooking e raccogliere consigli utili per evitare gli sprechi nella preparazione delle pietanze e grazie al Museo digitale di Ikea, i fan del brand potranno viaggiare a ritroso nel tempo esplorando la storia del marchio. Inoltre, sarà sulla pagina web dedicata viene data la possibilità di seguire virtualmente la famiglia Pozzolis Family in negozio per una sessione di shopping. Secondo Laura Schiatti, Country Marketing Manager di Ikea Italia: “Ikea vuole offrire un nuovo tipo di esperienza, celebrando la vita in casa e coinvolgendo il pubblico intorno a questo tema. Attraverso questo Festival si potranno visitare virtualmente case di tutto il mondo, trovare nuove idee e spunti d’ispirazione e vivere esperienze straordinarie”.
Il festival è stata l’occasione per il lancio di un nuovo range di prodotti ispirati al gioco di Ikea, che ha intrapreso una collaborazione con “Republic of Gamers”, il brand di Asus che offre le soluzioni più evolute, espressamente indirizzate al gaming e sviluppate per soddisfare le esigenze dei videogiocatori. Per accedere all’Ikea Festival e consultare il programma completo, è possibile visitare la pagina web ikea.it/festival.

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Regista docufilm ponte Genova, è stato ‘cantiere umano’
Fusaro. oltre orizzonte d’acciaio c’è uomo del Rinascimento
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
16 settembre 2021
19:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’emozione e la voglia di riscatto, la metafora del passaggio, un altrove possibile. Queste le parole di Raffaello Fusaro, regista del docufilm ‘Un Ponte del nostro tempo’ voluto da Fincantieri e Fincantieri Infrastructure in ricordo della costruzione del nuovo ponte di Genova, opera straordinaria che affonda i suoi piloni nel dolore inestinguibile del crollo di Ponte Morandi.
Il film, proiettato stasera nella sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale di Genova, racconta quel ‘cantiere umano’, quei mille uomini che hanno dato corpo e vita a un’idea e al sentimento di riscatto di una intera comunità. Il nuovo ponte è oggi una realtà straordinaria: nato in un anno, fatto di puro acciaio, adesso si fonde con l’orizzonte diventando orizzonte lui stesso. “Oltre questo orizzonte d’acciaio c’è l’uomo rinascimentale – ha detto Fusaro -, c’è la sintesi migliore e più emozionale dell’essere vivente, che ha un ingegno che progetta senza scorie o sulle scorie, l’essenza di un nastro che ricuce la ferita, la forza delle mani di mille artigiani”. In quel cantiere, spiega ancora il regista, “sono arrivati prima i sentimenti dei lavoratori e poi le materie prime. Ho visto l’emozione, ho visto l’impegno, ho visto l’abnegazione e lo sforzo collettivo. Questo ponte non unisce solo due sponde, unisce l’Italia”. Questo docufilm “parla di meraviglia – ha concluso Fusaro -, che nasce dal superamento di un lutto, dalla comprensione che il dolore e la forza per poter continuare camminano di pari passo”.
‘Un Ponte del nostro tempo’, con musiche del maestro Danilo Rea, è stato presentato alla Festa del Cinema di Roma nel 2020 e successivamente trasmesso da Sky Arte.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ucciso in piazza: in chat Giunta, ‘Cominciare a sparare’
Un mese prima fatto sangue, frase assessore leghista
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
16 settembre 2021
19:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Giunta di centrodestra che da poco meno di un anno guida il Comune di Voghera (Pavia), guidata dal sindaco Paola Garlaschelli, è di nuovo al centro di una bufera politica. Ad alimentare la polemica questa volta è la frase scritta da Giancarlo Gabba, esponente leghista ed assessore ai lavori pubblici del Comune oltrepadano, in una chat riservata della giunta che risale allo scorso mese di giugno.

Discutendo con altri assessori dei problemi che sarebbero stati creati da un negozio frequentato dagli stranieri presenti in città, Gabba ha commentato: “Finchè non si comincerà a sparare, sarà sempre peggio!”.
Lo stralcio di questa conversazione è stato pubblicato sulla pagina Facebook “Politica è partecipazione”, particolarmente frequentata dai cittadini di Voghera. A colpire è anche il fatto che questa dichiarazione, in un colloquio che doveva restare privato ma che qualcuno ha voluto diffondere, è stata fatta circa un mese prima della morte di Youns El Boussettaoui, il 39enne marocchino che la sera del 20 luglio scorso è stato ucciso da un colpo esploso dalla pistola di Massimo Adriatici, all’epoca assessore alla sicurezza. Adriatici, che per questa vicenda risulta indagato per eccesso colposo di legittima difesa, è uscito dalla Giunta. Nei giorni scorsi il sindaco Garlaschelli ha attuato un rimpasto, inserendo due nuovi assessori.
Ma propria ora che sembrava tornata un po’ di tranquillità negli ambienti politici vogheresi, è esplosa una nuova polemica per la chat con la dichiarazione dell’assessore Gabba, poche settimane prima del tragico episodio di piazza Meardi. In Giunta ci si interroga su chi abbia diffuso una conversazione che doveva restare riservata. Ma intanto dalle opposizioni piovono di nuovo pesanti critiche sul governo cittadino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccise 8 ciclisti, arresto per altro omicidio stradale
Avrebbe provocato morte del passeggero che era con lui in auto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
16 settembre 2021
15:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo arresto per omicidio stradale per Chafik El Ketani, il 32enne marocchino che nel 2010 a Lamezia Terme, lungo la statale 18, travolse con la sua auto un gruppo di ciclisti amatoriali, uccidendone otto. L’ordinanza di custodia cautelare in esecuzione della quale é stato arrestato El Ketani riguarda l’incidente stradale in cui il cittadino marocchino, da molti anni residente in Italia, é rimasto coinvolto il 6 settembre scorso mentre, alla guida di un’automobile presa a noleggio, percorreva la statale 280.
Sulla vettura, insieme ad El Ketani, viaggiava un altro cittadino marocchino, Nouredine Fennane, che morì nell’incidente.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.