Sport tutte le notizie in tempo reale. Tutte le discipline sportive in costante aggiornamento. SEGUI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 150 minuti

Ultimo aggiornamento 13 Dicembre, 2021, 09:14:23 di Maurizio Barra

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:27 DI VENERDÌ 03 DICEMBRE 2021

ALLE 09:14 DI LUNEDÌ 13 DICEMBRE 2021

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Irma Testa fa coming out,omosessualità non è imperfezione
Pugile azzurra: “Bronzo mi ha reso più forte, ora giusto dirlo”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
03 dicembre 2021
13:27
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Le persone che mi stanno vicino lo sanno da anni, ma credo sia giusto, ora, dirlo a tutti.
Parlare di orientamento sessuale nel mondo dello sport ha un valore speciale, perché ai campioni si chiede di essere perfetti.
E per molti l’omosessualità è ancora un’imperfezione. Anche per me è stato così fino a pochi mesi fa. Ma quella medaglia di Tokyo è diventata il mio scudo: ora che la Irma atleta è al sicuro, la Irma donna può essere sincera”. Così Testa, medaglia di bronzo nel pugilato alle recenti Olimpiadi, fa coming out in un’intervista pubblicata nell’ultimo numero di Vanity Fair.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
De Giorgi, pressione aumenta dopo vittoria Europei
Coach, il prossimo Mondiale banco di prova importante’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
03 dicembre 2021
15:02
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Con la vittoria dell’Europeo le aspettative aumentano a dismisura in vista della prossima Olimpiade.
Il progetto nasce su Parigi 2024, questo non significa che quello in mezzo non verrà valutato, ma dobbiamo continuare a costruire questo percorso.
Il Mondiale del prossimo anno sarà un ottimo banco di prova”, lo ha detto il ct dell’Italia, Ferdinando De Giorgi, a margine della presentazione del suo libro ‘Noi Italia’, presentato al Salone d’Onore del Coni.
“Quando il presidente mi ha chiamato per l’Europeo non ero preoccupato perché il cambio generazionale era già una mia idea – ha continuato l’allenatore azzurro -. Tutti abbiamo cercato di sfruttare l’entusiasmo degli esordienti, mettendoci quella voglia di riscatto dei ragazzi che nasceva dalle Olimpiadi.
Giannetti è stato un grande capitano e spero continui a esserlo”.
“Le sensazioni – ha concluso De Giorgi – erano buone appena arrivato. Avevo capito che si poteva fare qualcosa di buono, i ragazzi lavorano bene e reagivano bene. La partita della svolta è stata quella con la Slovenia nel girone, perché era tra le favorite alla vittoria finale. Vincendo 3-0 è aumentata l’autostima, abbiamo capito di poter osare di più”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pancalli, Giornata disabilità occasione riaffermare diritti
Presidente Cip, lo sport è grimaldello per cambiare il Paese
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
03 dicembre 2021
15:14
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“È una giornata significativa per il mondo della disabilità.
È l’occasione per ricordare che non esistono diritti speciali per persone particolari, ma cittadine e cittadini, senza aggettivi e categorie.
Una giornata per riflettere sulla necessità di percorsi che garantiscano a ogni individuo, ogni giorno dell’anno, dignità e il pieno riconoscimento dei diritti di cittadinanza”. È quanto ha dichiarato il presidente del Comitato italiano paralimpico (Cip), Luca Pancalli, intervenendo all’iniziativa ‘SuperAbile Inail, 20 anni di inclusione’.
“Come Comitato stiamo tentando di declinare lo sport come pezzo di politiche pubbliche. Lo sport, d’altronde, non è solo Tokyo paralimpica. È socialità, integrazione, è rivoluzione culturale, un grimaldello per trasformare il Paese – ha aggiunto Pancalli -. L’1 gennaio entrerà in vigore la norma che prevede l’arruolamento degli atleti paralimpici nei Corpi dello Stato civili e militari. Anche questo rappresenterà un passaggio importante di crescita dal punto di vista sociale e culturale”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Gp Arabia: prime libere ad Hamilton, poi Verstappen
Ferrari sesta e settima, quinto tempo per Giovinazzi
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
03 dicembre 2021
15:43
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Lewis Hamilton e Max Verstappen sono vicinissimi anche nelle prime prove libere del Gp dell’Arabia Saudita, penultima prova del Mondiale di Formula 1, in programma domenica sul circuito di Jeddah.
Il britannico fa segnare il miglior tempo con la sua Mercedes (1:29.786), ma l’olandese che lo precede di 8 punti è staccato solo di 56 millesimi.
Poco più indietro, a due decimi dal compagno di team, c’è l’altra Mercedes condotta da Valtteri Bottas.
Il quarto tempo è di Pierre Gasly con l’AlphaTauri (+0.477), che precede Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo, +0.532) e le Ferrari di Carlos Sainz (+0.778), sesto, e Charles Leclerc (+0.814), settimo. Nei dieci migliori tempi anche Daniel Ricciardo (McLaren, +0.822), Fernando Alonso (Alpine, +1.056) e Sebastian Vettel (Aston Martin, +1.100).
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Covid: pesi; Fipe, Italia rinuncia ai Mondiali in Uzbekistan
“Scelta dura per recrudescenza contagi e incertezze su evento”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
03 dicembre 2021
16:17
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La nazionale di pesistica olimpica non parteciperà ai Mondiali di sollevamento pesi 2021 in programma dal 7 dicembre a Tashkent, in Uzbekistan.
Lo annuncia la Fipe, spiegando che la “sofferta decisione è stata presa dai vertici federali e dalla direzione tecnica a causa della recrudescenza della situazione pandemica internazionale”.

Oltre alle informazioni rese note dal Governo italiano sulla situazione, ha fatto propendere per tale decisione soprattutto la mancanza di informazioni certe da parte della federazione internazionale (Iwf) e del comitato organizzatore, circa la effettiva possibilità di entrare ed uscire dall’Uzbekistan senza quarantene e di svolgere in sicurezza tutto il periodo dell’evento, che potrebbero sottoporre gli atleti e tutti i componenti la delegazione a forte stress, fisico e mentale.
La decisione di rinunciare è stata presa dai vertici Fipe per “salvaguardare la salute di tutti, atleti in primis, da sempre priorità assoluta. Una decisione molto difficile, che arriva dopo un lunghissimo periodo di preparazione che prosegue senza soluzione di continuità sin da dopo i trionfali Giochi di Tokyo, ma che siamo certi troverà la comprensione di tutti gli interessati e di tutti coloro che hanno a cuore questo sport ed i nostri ragazzi”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Irma Testa fa coming out: “L’omosessualità non è un’imperfezione”
La pugile azzurra: “Il bronzo mi ha reso più forte, ora giusto dirlo”
(2)
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
03 dicembre 2021
16:20
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Le persone che mi stanno vicino lo sanno da anni, ma credo sia giusto, ora, dirlo a tutti.
Parlare di orientamento sessuale nel mondo dello sport ha un valore speciale, perché ai campioni si chiede di essere perfetti.
E per molti l’omosessualità è ancora un’imperfezione. Anche per me è stato così fino a pochi mesi fa. Ma quella medaglia di Tokyo è diventata il mio scudo: ora che la Irma atleta è al sicuro, la Irma donna può essere sincera”. Così Testa, medaglia di bronzo nel pugilato alle recenti Olimpiadi, fa coming out in un’intervista pubblicata nell’ultimo numero di Vanity Fair.
“Alla mia famiglia la verità non l’ho mai nascosta – dice ancora l’azzurra -. Quando l’ho detto a mia mamma non avevo nemmeno 16 anni. Lei l’ha presa con naturalezza. Pensavo non potesse capire, e invece ha capito. Mi ha detto: se sei felice, per me va bene”. La boxe l’ha aiutata nella sua consapevolezza, “perché – spiega – ho conosciuto il mondo. E ho visto che ci sono posti in cui chi ti piace non importa a nessuno”.
Irma, la farfalla di Torre Annunziata, è salita sul ring ancora bambina, a solo 11 anni, seguendo la sorella Lucia. In una terra non facile ha preso la strada dell’impegno quotidiano, dei sacrifici e della fatica, anziche’ prendere scorciatoie che l’avrebbero portata chissa’ dove. Invece la prese sotto la sua ala Luciano Zurlo, vero maestro della nobile arte, e ne ha fatto una campionessa, fortissima, anche per rivedicare la propria diversità.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Paralimpiadi: recuperato da Carabinieri arco rubato a Pellizzari
Azzurra aveva partecipato a Tokyo 2020
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
TREVISO
03 dicembre 2021
16:20
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato recuperato dai Carabinieri l’arco professionale che era stato sottratto da ignoti lo scorso 29 settembre dalla casa dell’atleta paralimpica Asia Pellizzari, presente ai giochi di Tokyo 2020 .
L’attrezzo sportivo si trovava in una casa in costruzione poco lontano dalla residenza della giovane, a Mareno di Piave (Treviso).
E’ stato un passante a notare l’arco, segnalandolo ai Carabinieri.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Davis: Croazia avanti 1-0 su Serbia in semifinale
Gojo batte in rimonta Lajovic, ora in campo Djokovic
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
03 dicembre 2021
18:41
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La Croazia è avanti 1-0 sulla Serbia dopo l’incontro di apertura della prima semifinale di Coppa Davis, che si sta svolgendo a Madrid.
Borna Gojo, n.279 del mondo, ha sconfitto Dusan Lajovic in tre set col punteggio di 4-6, 6-3, 6-2.

Il secondo match vede di fronte il numero 1 al mondo, Novak Djokovic, e il croato Marin Cilic. In caso di parità, la sfida si deciderà con il doppio che metterà di fronte la coppia croata n.1 del ranking Nikola Mektic-Mate Pavic, contro lo stesso Djokovic affiancato da Nikola Cacic.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sport: Nepi, ‘Eps? Collaboriamo per far crescere rete’
Dg Sport e Salute,’Sport Point valorizza azioni su territorio’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
03 dicembre 2021
19:06
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Dobbiamo collaborare insieme al fine di accrescere la nostra rete.
Grazie alle Acli e all’Us Acli per quello che fate per la promozione sportiva.
Siamo un Paese formato da persone meravigliose che però spesso fanno difficoltà a fare squadra”. Lo ha detto il direttore generale di Sport e Salute, Diego Nepi Molineris, intervenendo all’avvio dell’anno sociale dell’Unione Sportiva Acli in corso a Sacrofano (Roma).
Tra i progetti promossi in vista del prossimo anno c’è ‘Sport Point’, uno sportello sul territorio nato grazie alla sinergia tra diversi enti di promozione sportiva: “Sport Point – ha confermato Nepi – sarà fondamentale per valorizzare ciò che già sui territori viene fatto. Bisogna vivere in maniera concreta questo mondo per cercare di aiutarlo il più possibile”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Lewis d’Arabia, il venerdì è targato Hamilton
Sue entrambe le libere, Verstappen quarto. Incidente per Leclerc
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
03 dicembre 2021
20:07
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sulla pista denominata Jeddah Corniche, con vista sul lungomare della città saudita, Max Verstappen va a caccia del suo primo titolo mondiale in Formula 1.
Per riuscirci già in Arabia Saudita deve ampliare da otto ad almeno 26 punti il vantaggio che ha su Lewis Hamilton.
Il che significa raccogliere 18 punti più dell’inglese. Non facile su un tracciato che sembra disegnato per favorire la maggiore velocità di punta della Mercedes. Cittadino sì, ma con caratteristiche peculiari. Ventisette curve, però quasi tutte con un raggio rotondo e percorrenza a gas spalancato.
Ed infatti Lewis Hamilton ha segnato il miglior tempo in entrambe le libere del venerdì, seppure con un vantaggio risicato. Particolarmente significativo il risultato della seconda, svoltasi con illuminazione artificiale, cioè nelle condizioni delle qualifiche di domani e della gara di domenica.
Al mattino Hamilton ha fermato il cronometro sul tempo di 1’29″786, superando l’olandese di 56 millesimi ed il suo compagno di squadra Valtteri Bottas di 223. Dopo il tramonto il campione inglese si è ripetuto: 1’29″018 (con gomma gialla), 61 millesimi meglio di Bottas e 81 di Pierre Gasly (AlphaTauri).
Solo quarto Verstappen, staccato di 195 millesimi.
A seguire le Alpine di Fernando Alonso (+0.423) ed Esteban Ocon (+0.537). Settima la Ferrari di Carlos Sainz (+0.571), ottava l’AlphaTauri di Yuki Tsunoda (+0.579), nona la Red Bull di Sergio Perez (+0.750). Decimo Charles Leclerc. Il monegasco ha procurato una notte di lavoro ai meccanici Ferrari chiudendo la sessione contro il muretto dopo aver perso il posteriore.
Pilota illeso, seppure amareggiato, ma monoposto numero 16 molto danneggiata. Nel box si è iniziato subito a smontare per controllare le condizioni di telaio, cambio e motore.
L’incidente ha costretto i commissari ad esporre la bandiera rossa e le prove sono così finite con qualche minuto d’anticipo.
Su una pista stretta, con poche via di fuga e dove il traffico delle vetture che precedono rende la vita difficile a chi sta cercando il tempo sul giro secco, è probabile che scene del genere si ripeteranno. A mezz’ora dalla fine della seconda free practice quasi tutti hanno montato le gomme con banda gialla o rossa per cercare la migliore simulazione di qualifiche e passo gara. La strategia più probabile per domenica oscilla tra pneumatici soft e medi, visto che le caratteristiche della pista le consentirebbero entrambe senza notevoli differenze.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Davis: Croazia-Serbia 1-1 in semifinale, doppio decisivo
Djokovic supera Cilic in due set, ora ultimo match
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
03 dicembre 2021
20:24
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Croazia e Serbia sono in parità, 1-1, dopo i due singolari della prima semifinale di Coppa Davis, che si sta svolgendo a Madrid.
Alla vittoria di Borna Gojosu Dusan Lajovic ha risposto quella del numero 1 al mondo, Novak Djokovic, su Marin Cilic, col punteggio di 6-4, 6-2.

A decidere chi andrà in finale contro la vincente di Russia-Germania sarà il doppio che mette di fronte Djokovic affiancato da Nikola Cacic e i croatiNikola Mektic e Mate Pavic.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Cdm Sci: Kilde vince 2/o SuperG Beaver, azzurri ancora indietro
Deludenti Paris e Innerhofer, il migliore è Casse 17/o
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
BEAVER CREEK (USA)
03 dicembre 2021
22:13
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il norvegese Aleksander Kilde ha vinto in 1.10.26 il secondo superG consecutivo di coppa del mondo a Beaver Creek.
Per il 29enne compagno della campionessa Usa Mikaela Shiffrin è il settimo successo in carriera nel circo bianco, ottenuto con il tempo di 1.10.26.

Secondo in 1.10.29 – e sempre più leader solitario della classifica generale di coppa con 330 punti – lo svizzero Marco Odermatt che aveva vinto il superg di giovedì. Terzo lo statunitense Travis Ganong in 1.10.63.
Per l’Italia – in una gara interrotta per la caduta del norvegese Kjetil Jansrud che si e’ pero’ rialzato da solo nonostante una forte torsione del ginocchio sinistro – anche oggi questa volta azzurri indietro. Il migliore è stato ancora il piemontese Mattia Casse: ieri nono ed oggi 17/o in 1.12.15.
Subito alle sue spalle in 1.12.16 e’ finito poi un insoddisfatto Christof Innerhofer. Deludente e deluso dalla sua prova anche Dominik Paris. Il n.1 degli azzurri ha chiuso – dopo un solo evidente errore, uno sbilanciamento sul ripido – in netto ritardo con il tempo di 1.23.33. Ancora piu’ in ritardo Guglielmo Buzzi in 1.12.95 e Riccardo Tonetti in 1.13.24 mentre Guglielmo Bosca e’ finito fuori per salito di porta.
Domani a Beaver Creek va in scena la prima delle due discese in programma nella localita’ del Colorado.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Leclerc, c’è tanto da lavorare sulla mia macchina
Sainz “Che scarica adrenalina andare così veloci tra i muri”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
03 dicembre 2021
21:40
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Mi dispiace per la squadra che dovrà fare un gran lavoro per rimettere a posto la mia macchina e farò di tutto per ripagare il loro sforzo con il miglior risultato possibile”.
E’ l’impegno di Charles Leclerc verso i meccanici Ferrari, alle prese con i danni riportati dalla vettura del monegasco nell’incidente sul finire delle seconde libere del GP d’Arabia Saudita.
“Guardando agli aspetti positivi, siamo riusciti a completare il nostro programma e abbiamo svolto tutte le prove che avevamo previsto per queste due sessioni – ha aggiunto Leclerc – Il potenziale c’è e se riusciremo a mettere tutto insieme domani mi aspetto una buona giornata. La pista mi piace molto e direi che la parte nella quale è più bello guidare è la sezione in cui si va più veloce che però è anche quella che non ammette errori. L’aspetto più difficile è prendere il ritmo sfiorando i muretti e prendendo confidenza con le curve cieche, ma appena ci riesci, questo tratto è ancora più emozionante”.
“Domani sarà fondamentale azzeccare il momento giusto per scendere in pista in qualifica ed avere un giro pulito evitando il traffico, visto che il tracciato è piuttosto stretto” ha concluso.
“Andare a tali velocità tra questi muri è davvero una sensazione intensa e trasmette una bella scarica di adrenalina – è l’impressione di Carlos Sainz, settimo nelle libere di oggi – La macchina oggi si è comportata abbastanza bene, quindi ora si tratta di metterla a punto, di capire le gomme, di lavorare sul setup e identificare qual è la strategia giusta per il resto del weekend.
Le curve cieche sono ovviamente insidiose ogni volta che qualcuno è in un giro di raffreddamento e tu sei in un giro veloce. C’è infatti una enorme differenza di velocità, quindi bisogna che tutti siano super concentrati anche quando non si sta spingendo”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Davis: Croazia vince doppio, fuori Djokovic e la Serbia
Troppo forti Mektic e Pavic, il n.1 al mondo non basta
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
03 dicembre 2021
22:56
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La Serbia di Novak Djokovic è stata battuta dalla Croazia nel doppio decisivo nelle semifinali di Coppa Davis a Madrid.
I croati Nikola Mektic e Mate Pavic, coppia n.1 al mondo, hanno battuto in due set il n.1 del ranking e il suo compagno, Filip Krajinovic, col punteggio di 7-5, 6-1, conquistando il secondo e decisivo punto dopo che i singolari si erano chiusi con una vittoria per parte.

La Croazia, alla quarta finale della sua storia, affronterà la Russia o la Germania, che si scontreranno domani.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sci, cdm: Sofia Goggia dà all’Italia la prima vittoria
La bergamasca domina. A Beaver vince Kilde, azzurri in ritardo
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
LAKE LOUISE
04 dicembre 2021
00:27
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sofia Goggia è tornata ed ha dominato a Lake Louise la prima delle nove discese stagionali vincendo piu’ che nettamente in 1.46.95.
La bergamasca – al 12/o successo in carriera ed il nono in discesa – ha fatto una gara a parte rispetto alle rivali, quasi in un’altra dimensione.
“Sono stata subito velocissima anche se non mi aspettavo di vincere con un tale vantaggio. Oggi potevano imporsi almeno dieci ragazze, farlo con un distacco del genere è veramente strabiliante. Sono contentissima, ho solo cercato di sciare forte e seguire le linee che avevo in mente. Sicuramente si può ancora migliorare ma è un bell’inizio. Sentivo che mi stavo portando dietro tanta velocità, ad un certo punto sono stata costretta a frenare prima del curvone per poi accelerare, ho preso cosi tanta velocità che non riuscivo quasi a stare dietro agli sci”, è stato il primo commento dell’azzurra che, a 29 anni, è anche campionessa olimpica in carica e detentrice, per la seconda volta, della coppa di discesa.
Per capire la prodezza di Sofia che ha sciato con la sua solita aggressività accompagnata da una assoluta sicurezza nei propri mezzi, bisogna considerare che la seconda, la statunitense Breezy Johnson, ha preso un distacco di ben un secondo e 47 centesimi e la terza, l’austriaca Mirjam Puechener, di uno e 54. I in più Sofia si è lasciata dietro con distacchi abissali pure velociste di grandissima qualità come Ester Ledecka (+2.39), Lara Gut-Behrami (+2.74),Ilka Stuhec (+3.24) e Mikaeala Shiffrin (+3.60) che pure a Lake Louise aveva già vinto.
Per Goggia, dato da non trascurare, è poi il quinto successo in serie nelle ultime cinque discese a cui ha partecipato prima di infortunarsi alla fine dello scorso gennaio a Garmisch. Un incidente che le aveva impedito di andare ai Mondiali di Cortina.
Per l’Italia c’è stata poi davvero una buona gara anche per Nadia Delago 6/a in 1.49.04 e per sorella Nicol, al rientro dopo un infortunio che l’aveva bloccata per tutta la passata stagione, 8/a in 1.49.11. E poi ci sono ancora Federica Brignone un po’ piu indietro in 1.49.36 , Elena Curtoni in 1.50.20 e Francesca Marsaglia in 1.51.09, tutte comunque in zona punti.
Anche la statunitense Mikaela Shiffrin – che già aveva vinto una discesa a lake Louise -ha partecipato alla gara chiudendo con un ritardo di tre secondi e 60 centesimi.
Musica ben diversa per l’Italia invece anche nel secondo superG di Beaver Creek. Ha vinto il norvegese Aleksander Kilde in 1.10.26 davanti allo svizzero Marco Odermatt in 1.10.29 e allo statunitense Travis Ganong in 1.10.63. Miglior azzurro anche questa volta Mattia Casse ma solo 17/o dopo essere stato 9/o venerdì. Subito dopo di lui Christof Innerhofer e Matteo Marsaglia, mentre il n1. Azzurro Dominik Paris ha chiuso ancora più indietro. A testa bassa dopo aver tagliato il traguardo e visto il cronometro Domme ha subito cominciato a cercar di capire cosa gli sta succedendo. Domani per lui tocca alla prima discesa mentre a Lake Louise va in scena la seconda – altra grande occasione per Sofia Goggia. Domenica ci sarà un superG.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic, ‘molto presto decisione su Australian Open’
Dopo sconfitta Coppa Davis: serve squadra di doppio per vincerla
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
04 dicembre 2021
09:59
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Novak Djokovic ha concluso la sua stagione da numero 1 Atp con una sconfitta in Coppa Davis e poi ha promesso che prenderà “molto presto” una decisione sulla sua partecipazione agli Australian Open.

Il serbo, che ha conquistato tre dei quattro Slam della stagione nel 2021 arrivando a quota 20, la stessa di Roger Federer e Rafael Nadal, è ancora un dubbio per gli Australian Open dopo che gli organizzatori hanno insistito sul fatto che solo i giocatori completamente vaccinati potranno competere al torneo in calendario dal 17 al 30 gennaio 2022.
Il 34enne si è rifiutato di dire se sia o meno immunizzato contro il coronavirus. “Capisco che tu voglia risposte su dove e come inizierò la nuova stagione, ma vedremo cosa riserva il futuro”, ha detto Djokovic, nove volte campione a Melbourne. “Non posso darvi una data, ma ovviamente gli Australian Open arriveranno presto, quindi lo saprete molto presto”, ha aggiunto: “Cercherò di utilizzare i prossimi giorni per recuperare, riposare e dimenticare il tennis. Sono davvero stanco di questa stagione e di tutto quest’anno”.
Il sogno di Djokovic di aggiungere una seconda Coppa Davis ai suoi 20 titoli del Grande Slam si è infranto ieri sera, quando la Serbia è stata sconfitta dalla Croazia in semifinale a Madrid. Djokovic e il compagno Filip Krajinovic hanno perso 7-5, 6-1 contro Mate Pavic e Nikola Mektic, i campioni olimpici e di Wimbledon, nel doppio decisivo.
Il numero uno al mondo, che ha giocato nella squadra serba che ha vinto la sua prima e unica Coppa Davis nel 2010, ha dichiarato che il suo team ha bisogno di trovare una coppia affidabile nel doppio per ottenere un secondo titolo. “Sapevamo fin dall’inizio che questa partita sarebbe stata la più difficile della sfida”, ha detto. “Sapevamo – ha spiegato – che se si fosse basato sul doppio, non saremmo stati i favoriti, perché abbiamo giocato con la migliore coppia del mondo, giocatori che giocano sempre insieme, che si conoscono molto bene, che sono specialisti del doppio, che concentrati solo su quello. Per vincere la Coppa Davis ci vuole una squadra di doppio, altrimenti sarà molto difficile, è una lotteria. È come scalare l’Everest”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Nba: ko Lakers con Clippers, Golden State ferma Phoenix
Gallinari da 18 punti sbaglia canestro decisivo e Atlanta perde
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
04 dicembre 2021
11:28
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il rientro di LeBron James (23 punti e 11 rimbalzi) dopo la falsa positività al Covid non è bastato ai Los Angeles Lakers nel derby contro i Clippers, che si sono aggiudicati la sfida per 119-115.
Decisivo Luke Kennard che con le sue due triple nel finale di gara ha decretato il sesto posto dei Clippers in classifica a Ovest, superando proprio i Lakers.

Sono serviti i Golden State Warriors per interrompere, grazie a una super difesa, il record di 18 vittorie consecutive dei Phoenix Suns (118-96) e tornare in vetta a Ovest. Phoenix non è andata oltre i 23 punti di Deandre Ayton.
A meno di due secondi dalla sirena Eric Gordon ha segnato il canestro decisivo assicurando agli Houston Rockets la vittoria contro gli Orlando Magic (118-116), ottenendo così il quinto successo consecutivo.
Appena 48 ore dopo la disfatta da 32 punti contro Dallas, i New Orleans Pelicans si sono riscattati, superando gli stessi Mavericks per 107-91, sotto la guida di un Brandon Ingram da 24 punti.
Combattutissima la sfida tra gli Utah Jazz e i Boston Celtics (137-130) con un Donovan Mitchell (34 punti e 6 assist) che ha segnato tre fondamentali canestri di fila in chiusura di partita. Agli Atlanta Hawks non sono bastati i 18 punti in 28 minuti di Danilo Gallinari (sua miglior performance realizzativa della stagione) contro i Philadelphia 76ers, che hanno avuto la meglio per 98-96. E’ stato proprio Gallinari a sbagliare dall’arco il potenziale canestro che nel finale avrebbe potuto assicurare la vittoria ad Atlanta. Vittoria in volata anche per i Nets contro i Minnesota Timberwolves (110-105) con un Kevin Durant che, a segno 11 secondi prima della sirena, ha assicurato a Brooklyn, davanti a tutti a Est, la sesta vittoria negli ultimi sette scontri. E’ Darius Garland (32 punti, 8 rimbalzi e 10 assist) il migliore dei Cleveland Cavaliers nello scontro con i Washington Wizards (116-101), a cui non sono bastati i 14 punti di Bradley Beal e i 12 di Kyle Kuzma. Hanno ripreso il cammino playoff grazie a un Kyle Lowry da 26 punti e un Tyler Herro da 24 i Miami Heat, che si sono sbarazzati degli Indiana Pacers per 113-104.   SEGUI E CONSULTA IL BASKET NBA IN TEMPO REALE: RISULTATI, CLASSIFICHE ED APPROFONDIMENTI

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Scherma: a Bologna la rivincita della finale di Tokyo
Luigi Samele sfida lunedì la medaglia d’oro Szilagyi
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
04 dicembre 2021
12:07
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Al Paladozza di Bologna andrà in scena la rivincita della finale di Tokyo: lo sciabolatore della Virtus Bologna Luigi Samele sfiderà lunedì, alle 18,30, l’ungherese Áron Szilágyi, vincitore della medaglia d’oro ai Giochi.
A organizzare l’evento, che prende il nome di ‘Sciabolo’, è la Sef Virtus.

La società bolognese ha previsto anche alcune esibizioni di scherma da parte degli sciabolatori del vivaio bianconero, ma anche incontri tra atleti non vedenti e rievocazioni del passato con la scherma storica. Il costo del biglietto di ingresso, acquistabile online, è di 15 euro e la metà dell’incasso verrà devoluto in beneficenza all’Opera Padre Marella.
Parteciperanno alla serata anche l’ambasciatore ungherese in Italia, Ádám Zoltán Kovács, il segretario generale della Federazione internazionale di scherma, Emmanuel Katsiadakis, e il presidente del Coni Emilia-Romagna, Andrea Dondi.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Polacca Swiatek cambia allenatore, ‘per evolvermi’
Annuncio social della tennista che saluta Piotr Sierzputowski
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
04 dicembre 2021
14:19
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La tennista polacca Iga Swiatek ha annunciato, con un post sui suoi profili social, di aver deciso di cambiare allenatore, Piotr Sierzputowski, “per evolversi”.

“Dopo più di cinque anni ho deciso di terminare la mia collaborazione con il mio allenatore Piotr Sierzputowski – ha scritto su Instagram la polacca – Questo cambiamento è davvero impegnativo per me e questa decisione non è stata facile.
Ho scoperto che a volte nella nostra vita professionale abbiamo bisogno di cambiamenti per svilupparci di più, evolvere e incontrare altre persone con le quali creeremo una cooperazione per le prossime fasi del nostro sviluppo”.
“Vorrei ringraziarti coach per tutto quello che hai fatto per me – scrive ancora Swiatek che però non ha detto chi sarà il nuovo nuovo allenatore -. Ci siamo dati tanto e spero che continueremo a crescere con questa esperienza che abbiamo maturato insieme. Ti devo molto e apprezzo davvero il tempo che abbiamo trascorso insieme. Tutti quegli anni ci hanno permesso di essere nel posto in cui sono ora”. “Suppongo che tu possa avere domande su cosa sarà dopo. Ho tutto ciò di cui ho bisogno per poter lavorare e vorrei concentrarmi sulla mia pre-stagione senza alcuna pressione esterna. Spero che lo capirai” conclude.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Ex ct Giuliani pulisce piscine: ‘L’importante è avere lavoro’
Post su Fb dell’allenatore, già sindaco di Piombino
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
PIOMBINO (LIVORNO)
04 dicembre 2021
18:25
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“La vita…Ore 5.30 pulizie in piscina.
Bene, dico io, bene.
Dopo essere entrato nella Hall of Fame Mondiale degli sport acquatici, come secondo allenatore della storia del nuoto italiano, dopo il grande Alberto Castagnetti, e primo per le acque libere. Sì sono qui in piscina a pulire”. Lo scrive sulla sua pagina Facebook Massimo Giuliani, ex selezionatore della Nazionale azzurra di nuoto di fondo, per 27 anni tecnico federale, postando alcune foto e video mentre è intento a passare la pulitrice di pavimenti in una piscina di Piombino (Livorno), città di cui è stato anche sindaco.

“Dopo 112 medaglie tra mondiali ed Europei – si legge nel post – e due medaglie olimpiche vinte dalla Nazionale italiana sotto la mia direzione della durata di 27 anni, e gli amici giornalisti dei più prestigiosi giornali nazionali sportivi e non mi dicono essere il più lungo incarico ricoperto da un commissario tecnico nella storia di tutto lo sport italiano in ogni disciplina (a proposito…Coni, dove sei?)”. Quindi aggiunge: “La cosa sarebbe cambiata se avessi vinto 10 o 20 medaglie in più? La cosa cambierebbe se ricevessi un altro riconoscimento mondiale? No, credo di no. Ma l’importante è avere la forza di ripartire, avere un lavoro, qualunque esso sia e svolgerlo al meglio. Ma soprattutto conservare i valori, continuare a studiare, continuare a esplorare ed affrontare le difficoltà che inevitabilmente la vita ci presenta. La mia famiglia mi ha insegnato questo”.

“E quindi – conclude – nell’attesa che questa vita mi faccia incontrare ulteriori occasioni che mettano alla prova le mie capacità e valorizzino le mie competenze sia in ambito sportivo che organizzativo, si va avanti. Ma se questo non succederà, in questi anni, mi riprometto di diventare altrettanto bravo nel pulire le piscine di come lo sono stato come ct”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Davis: Germania eliminata, finale sarà Croazia-Russia
Rublev e Medvedev troppo forti, sfida si chiude sul 2-0
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
04 dicembre 2021
18:45
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La Russia si è qualificata per la finale di Coppa Davis impone dosi 2-0 sulla Germania nella seconda semifinale, svoltasi a Madrid.
Nella sfida per la conquista dell’insalatiera, i russi affronteranno così domani la Croazia, che ieri aveva battuto 2-1 la Serbia guidata da Novak Djokovic.

Oggi non c’è stato bisogno di ricorrere al doppio, perchè i due singolaristi russi hanno vinto le rispettive partite, data anche l’assenza tra le fila tedesche di Alexander Zverev. Andrey Rublev (n.5 del ranking Atp) ha sconfitto in meno di un’ora Dominik Koepfer (n.54) col punteggio di 6-4, 6-0, poi il n.2 mondiale Daniil Medvedev ha battuto Jan-Lennard Struff (n.51) con un doppio 6-4.
Per la Russia quella di domani sarà la sesta finale di Coppa Davis, che hanno vinto per due volte (2002 e 2006), mentre per la Croazia è la quarta, con due trofei in bacheca (2005 e 2018).
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Gp Arabia: Verstappen scavalca Hamilton nelle terze libere
Britannico non si migliora con gomme rosse, Ferrari 7/a e 8/a
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
04 dicembre 2021
16:15
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Cambiano le carte in tavola in vista delle qualifiche del Gran Premio d’Arabia Saudita di Formula uno, con la Red Bull che ha girato più veloce della Mercedes.

Max Verstappen sul circuito di Jeddah ha realizzato il miglior giro (1:28.100) dopo aver montato gli pneumatici con mescola soft.
L’olandese ha scavalcato Lewis Hamilton (Mercedes), secondo (+0.214) e nella classifica mondiale dietro di otto punti, che non è riuscito a migliorare il suo tempo dopo aver montato le gomme rosse. Il britannico nelle due libere di ieri era stato il più veloce. Terza la Red Bull di Sergio Perez (+0.529), davanti alle AlphaTauri di Yuki Tsunoda (+0.541) e Pierre Gasly (+0.615). Settima e ottava la Ferrari, con Charles Leclerc (+1.001) e Carlos Sainz (+1.049). A chiudere la top ten Esteban Ocon su Alpine (+1.077) e Lando Norris su McLaren (+1.200)
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Biathlon: cdm; vince Roeiseland a Oestersund, Wierer 13/a
Norvegese tiene dietro le francesi, Lisa Vittozzi è 20/a
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
04 dicembre 2021
16:55
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Primo successo della stagione in Coppa del mondo di biathlon femminile per Marte Olsbu Roeiseland.
Nell’inseguimento sulle nevi di Ostersund (Svezia) la norvegese, 12/a nella sprint di giovedì, ha messo la concorrenza alle spalle con una convincente prova sugli sci che ha sopperito all’unico errore al poligono.
Ha preceduto sul traguardo la francese Anais Bescond. L’altra transalpina Anais Chevalier-Bouchet è giunta terza.
Tra le azzurre è 13/a Dorothea Wierer, autrice di una prova regolare, con due errori al poligono, mentre Lisa Vittozzi è stata condizionata da tre errori nella serie in piedi di apertura. La sappadina ha totalizzato alla fine un altro errore nella serie conclusiva ottenendo un 20/o posto. La classifica generale vede Hauser al comando con 177 punti, segue Roeiseland con 168. Domani l’ultima prova del programma norvegese con la staffetta.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Gp Arabia: Verstappen scavalca Hamilton nelle terze libere
Britannico non si migliora con gomme rosse, Ferrari 7/a e 8/a
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
04 dicembre 2021
16:15
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Cambiano le carte in tavola in vista delle qualifiche del Gran Premio d’Arabia Saudita di Formula uno, con la Red Bull che ha girato più veloce della Mercedes.

Max Verstappen sul circuito di Jeddah ha realizzato il miglior giro (1:28.100) dopo aver montato gli pneumatici con mescola soft.
L’olandese ha scavalcato Lewis Hamilton (Mercedes), secondo (+0.214) e nella classifica mondiale dietro di otto punti, che non è riuscito a migliorare il suo tempo dopo aver montato le gomme rosse. Il britannico nelle due libere di ieri era stato il più veloce. Terza la Red Bull di Sergio Perez (+0.529), davanti alle AlphaTauri di Yuki Tsunoda (+0.541) e Pierre Gasly (+0.615). Settima e ottava la Ferrari, con Charles Leclerc (+1.001) e Carlos Sainz (+1.049). A chiudere la top ten Esteban Ocon su Alpine (+1.077) e Lando Norris su McLaren (+1.200)
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Arabia Saudita; Ferrari Sainz fuori da Q3, parte 15/o
Spagnolo in testa coda danneggia la posteriore
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
04 dicembre 2021
18:45
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La Ferrari di Carlos Sainz è fuori dalla Q3della qualifiche del Gp dell’Arabia Saudita anche a causa dell’ala posteriore danneggiata dopo un testacoda.
Lo spagnolo della scuderia di Maranello partirà quindicesimo.
Fuori dalla top ten anche la McLaren di Daniel Ricciardo: l’australiano scatterà dall’undicesima piazza.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Arabia; Hamilton in pole, quarta Ferrari Leclerc
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Secondo Bottas completa prima fila Mercedes, terzo Verstappen
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
04 dicembre 2021
19:06
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Prima fila Mercedes nel Gran Premio dell’Arabia Saudita.
Lewis Hamilton partirà in pole davanti al compagno di team Valtteri Bottas e al leader del Mondiale su Red Bull Max Verstappen, terzo.
Quarta la Ferrari di Charles Leclerc.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Gp Arabia: impeding a Mazepin, per Hamilton solo reprimenda
Inglese Mercedes si assicura partenza dalla pole position
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
04 dicembre 2021
19:19
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Solo una reprimenda per Lewis Hamilton per la sua discussa manovra di ‘impeding’ nei confronti di Nikita Mazepin durante le PL3.
L’inglese della Mercedes esce indenne da una possibile penalità in griglia di partenza nel Gran Premio dell’Arabia Saudita dove scatterà dalla pole.

Precedentemente il campione del mondo in carica era stato ‘assolto’ per un presunto mancato rallentamento in regime di bandiere gialle, sempre durante le ultime prove libere.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1:Arabia; Hamilton su di giri ‘passo e velocità fenomenali’
Inglese Mercedes: Bottas miglior compagno team abbia mai avuto
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
04 dicembre 2021
19:37
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Pista incredibile, straordinariamente tecnica e complessa.
Impressionante quello che sono riusciti a costruire.
Il passo e la velocità sono fenomenali. Siamo stati molto veloci durante le prove, ma nelle PL3 e in qualifica faticavamo con il ritmo e con le gomme”.
Lewis Hamilton con il morale alle stelle dopo la conquista della pole position del Gran Premio dell’Arabia Saudita: “Fare una doppietta oggi ci rende molto fieri. Sono molto orgoglioso di Valtteri, dei ragazzi e del team. Hanno lavorato tutti molto sodo. Il risultato è grandioso. Vincere entrambe le gare è l’obiettivo. Abbiamo lavorato tantissimo con la simulazione e l’assetto”.
Hamilton loda il suo compagno di team con il quale ha costruito una prima fila tutta Mercedes: “Valtteri è il miglior compagno di squadra che abbia mai avuto. Abbiamo lavorato insieme per aver l’assetto giusto e avere la macchina nelle condizioni che volevamo. La Red Bull su questa pista è speciale.
Ma sono grato di quello che siamo riusciti a fare con quello che avevamo. Loro nel passo gara sono vicinissimi. Il nostro long run ieri era buono, ma loro hanno messo a posto qualcosa. Sono velocissimi. Sarà battaglia ravvicinata domani. Ma io e Valtteri saremo sul pezzo”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Arabia; Hamilton in pole, quarta Ferrari Leclerc
Secondo Bottas completa prima fila Mercedes, terzo Verstappen
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
05 dicembre 2021
00:18
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Prima fila targata Mercedes al termine di una qualifica esaltante a colpi di giri impossibili in un circuito inedito e velocissimo sul lungomare di Gedda.
Sotto le luci del primo Gran Premio d’Arabia Saudita della storia della Formula 1, a regalarsi una pole bellissima è Lewis Hamilton che approfitta dell’errore all’ultima curva di Max Verstappen per firmare, insieme al sul compagno di squadra, Valtteri Bottas, una prima fila tutta della Stella d’argento.
Qualifica a due facce per la Ferrari che sorride per la bella quarta piazza di Charles Leclerc e deve rammaricarsi per il 15/o posto di Carlos Sainz, fermato da un testacoda nella Q2 in cui ha danneggiato l’ala posteriore della sua Rossa. Una verdetto amaro per il leader del Mondiale Verstappen che con la sua Red Bull ha impressionato nell’arco di tutte le qualifiche ma che è mancato nell’assalto finale andando a sbattere quando il suo super giro era quasi terminato. Incidente che potrebbe costargli caro visto che non è escluso che l’olandese sia costretto a sostituire il cambio danneggiato e quindi a perdere posizioni sulla griglia di partenza.
“Errore terribile – ha commentato Verstappen -. Ho fatto buone qualifiche, è stato difficile riscaldare le gomme. Il passo però c’è. L’avevamo mostrato all’ultimo tentativo. Non so cosa sia successo esattamente. Stavo cercando di tenere la macchina in pista per concludere il giro ma ho toccato il muro con la ruota posteriore e mi sono fermato. La terza posizione – aggiunge l’olandese che domani dovrà difendere i suoi otto punti di vantaggio nel Mondiale a sue gare dalla fine della stagione – è deludente considerato il giro che stavo facendo. Ma questo dimostra che la macchina è veloce. Vedremo cosa potremo fare domani. Cambio rotto? Non lo so. Ci siamo appena fermati. Dobbiamo vedere”.
Euforia in casa Mercedes dove Hamilton partendo dalla pole con il compagno di squadra affianco può credere di continuare la sua rimonta e la caccia dell’ottavo e storico titolo.”Abbiamo lavorato insieme per aver l’assetto giusto e – afferma il campione del mondo – avere la macchina nelle condizioni che volevamo. La Red Bull su questa pista è speciale. Ma sono grato di quello che siamo riusciti a fare con quello che avevamo. Loro nel passo gara sono vicinissimi. Il nostro long run ieri era buono, ma loro hanno messo a posto qualcosa. Sono velocissimi. Sarà battaglia ravvicinata domani. Ma io e Valtteri saremo sul pezzo”.
Sorrisi anche in Ferrari con Leclerc: “Finalmente un buon giro, normalmente sono bravo in qualifica – racconta il pilota monegasco -. Ovviamente dopo i problemi del Qatar e qualche qualifica dove avevo fatto più fatica, sono veramente contento di aver rimesso tutto insieme e aver fatto delle belle prove. Soprattutto dopo ieri non è stato facile riprendere confidenza. Oggi fino alla Q3 volevo solo provare a spingere un po’ più in avanti il mio limite, poi nell’ultimo giro della Q3 mi sono detto ‘andiamo e vediamo cosa succede’. Domani – conclude Leclerc pensando alla gara – sicuramente già alla partenza bisognerà stare attenti, davanti ci sarà battaglia per il titolo. Noi dobbiamo provare a passare il primo giro. Dopo quello penso che il passo c’è. Rispetto ai nostri competitor non abbiamo niente da invidiare sul passo gara”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sci: Kilde vince anche libera a Beaver Creek, Marsaglia 4/o
Italia in recupero, Paris si piazza quinto
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
BEAVER CREEK (USA)
04 dicembre 2021
21:09
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Doppietta per il norvegese Aleksander Kilde che a Beaver Creek dopo il superG di giovedi’ ha vinto anche la prima discesa libera in programma nella località del Colorado, con il tempo di 1.39.63.
Alle sue spalle l’austriaco Matthias Mayer in 1.40.29 e lo svizzero Beat Feuz in 1.40.64 che ha così ottenuto il suo 54/o podio in carriera.

Finalmente una buona gara invece per i jet azzurri con una eccellente prova del romano Matteo Marsaglia quarto in 1.40.83 e suo miglior risultato in discesa grazie alla sua velocità ed alla sua precisione nei tratti più tecnici della pista Bird’s of Prey. Marsaglia – classe 1985 e fresco papà di Andrea – è soprattutto un super gigantista e proprio a Beaver Creek nel 2012 ottenne la sua unica vittoria nella disciplina.
Poi c’è’ anche il buon quinto tempo di Dominik Paris in 1.40.86, in netta ripresa rispetto alle tre altre prime gare veloci stagionali. Per l’Italia – con sole e condizioni di neve perfette – c’e’ poi anche il 14/o posto di Christof Innrhofer.
Piu’ indietro Emanuele Buzzi e Mattia Casse.
Domani a Beaver Creek è in programma la seconda ed ultima discesa della trasferta americana del circo bianco.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sofia Goggia concede il bis e trascina l’Italjet
In recupero anche gli uomini con Marsaglia quarto e Paris quinto
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
LAKE LOUISE (CANADA)
05 dicembre 2021
13:08
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sofia Goggia ha vinto ancora, centrando con una splendida doppietta a Lake Louise.
L’azzurra, portando a 13 i suoi successi di coppa del mondo, si è infatti imposta in 1.48.42 anche nella seconda discesa nella località Usa.
Alle sue spalle, come ieri, la statunitense Breezy Johnson e terza la svizzera Corinne Suter. Il tutto in una gara con cielo coperto e nevischio, con condizioni completamente diverse da quelle di ieri quando splendeva il sole. Il che spiega i distacchi sempre forti ma meno imponenti rispetto a quelli ottenuti da Goggia nella prima discesa. “E’ stata una gara disputata in condizioni totalmente diverse rispetto a venerdì. La pista era forse più bella perche è stata ben lisciata, ma con una visibilità del genere era più difficile leggere il terreno – le parole della campionessa azzurra -. Infatti già alla terza curva non sono riuscita a tirarla bene, tanto che qualche decimo l’ho lasciato per strada, poi ho controllato altre porte per non commettere errori. Sono stata brava da metà in giù. E’ la mia sesta vittoria consecutiva in discesa con l’infortunio di Garmisch in mezzo, sono molto contenta soprattutto perchè Lake Louise non è un tracciato che si addice così tanto alle mie caratteristiche, ma quest’anno è un po’ più mossa. Non mi aspettavo – ha proseguito felice Sofia – due risultati del genere, alla vigilia mi sentivo sicuramente fra le candidate alla vittoria ma non così tanto”. I successi di Sofia sono poi stati anche e una pozione magica per tutta la squadra azzurra .E così non solo Le ragazze jet hanno fatto bene con Nadia Delago di nuovo 6/a come venerdi’ e Federica Brignone buona 10/a ma soprattutto si sono risvegliati anche i maschi ritrovando energia e vigore nella loro discesa di Beaver Creek. Sulla pista dell’ Colorado c’e’ stata infatti la doppietta del norvegese Aleksander Kilde che dopo il superG di giovedi’ ha vinto anche la prima discesa lasciandosi alle spalle l’austriaco Matthias Mayer e lo svizzero Beat Feuz. Ma finalmente c’è stata anche una buona gara dei jet azzurri con una eccellente prova del romano Matteo Marsaglia quarto. E’ il suo miglior risultato in discesa ottenuto grazie alla sua velocità ed alla sua precisione nei tratti piu’ tecnici della pista Bird’s of Prey. Marsaglia – classe 1985 e fresco papa’ di Andrea – e’ soprattutto un supergigantista e proprio a Beaver Creek nel 2012 ottenne la sua unica vittoria in questa disciplina. Poi c’è’ anche il buon 5/o tempo di Dominik Paris, in netta ripresa rispetto alle tre altre prime gare veloci stagionali. “In superG le cose non sono andate come mi aspettavo, decisamente meglio in discesa. Ma posso e devo migliorare presto a ancora”, ha detto l’azzurro. Domani a Beaver Creek Paris e compagni con l’ultima discesa avranno l’occasione per fare ancor meglio. E a Lake Louise, dove va in scena un superG, Goggia e’ pronta per un nuovo grande risultato: ”Adesso, dopo queste due vittorie consecutive in discesa, parte la mai sfida in superG, perche’ il vero passo verso l’alto sta in quella disciplina. In passato mi era gia’ successo di vincere due discese ma poi di perdermi in superG, come era capitato in val d’Isere e Crans Montana. E’ una situazione che non deve ripetersi”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pesi:Mondiali Para Powerlifting;nuovo record Europeo Telesca
Azzurro solleva 199 kg in giorno suo incidente, 20 anni fa
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
04 dicembre 2021
22:56
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Donato Telesca firma il nuovo Record Europeo.
L’azzurro impegnato ai Mondiali di Para Powerlifting a Tbilisi, in Georgia, migliora il precedente record da lui stesso firmato il 21 giugno alla Coppa del Mondo di Dubai, sollevando 199 kg in seconda prova.
Tentati, ma senza buon esito, i 202 in terza prova. Telesca chiude il suo Mondiale al quinto posto, dietro ai ‘mostri sacri’ della Pesistica Paralimpica Internazionale che però sono sempre più vicini. “Sono stanco ma soddisfatto – dice a fine gara Donato, guidato come sempre dal suo D.T. Sandro Boraschi – so che quel qualcosa in più c’è e sono certo che molto presto metter il 2 davanti ai miei risultati”. Un risultato importante per la pesistica azzurra e per il movimento paralimpico, che arriva proprio nella giornata della disabilità. Non solo.
Questa data, il 3 dicembre, continua ad essere foriera di accadimenti importanti per Donato Telesca. Lo stesso giorno di 20 anni fa accadde infatti l’incidente domestico che gli cambiò la vita; ma il 3 dicembre del 2019 arrivò per lui il riscatto, con l’esposizione sulla Piazza del Campidoglio a Roma della sua gigantografia, la foto artistica scattatagli dal maestro Oliviero Toscani in occasione del progetto fotografico ‘Naked – La disabilità senza aggettivi’; e ancora, il 3 dicembre di 4 anni fa, il 2017, arrivò per lui la vittoria del primo Mondiale Juniores a Città del Messico. ‘Mi tatuerò questa data” chiosa Donato.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Libri: ‘Caro maestro’, 20 anni lezioni griffate Giorgio Tosatti
Storie e testimonianze d’uno tra più grandi giornalisti sportivi
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
04 dicembre 2021
22:57
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Vent’anni di lezioni di giornalismo indimenticabili e irripetibili per chi ha avuto la fortuna di poterle vivere in prima persona.
Ricordi, aneddoti e storie targate Giorgio Tosatti raccontate tutte d’un fiato dai suoi colleghi e da chi gli ha voluto bene.
Tutto questo in ‘Caro maestro’ in uscita a quasi 15 anni dalla scomparsa (nel prossimo febbraio) di quello che può considerarsi tra i più grandi giornalisti sportivi italiano dell’ultimo mezzo secolo. E nel prossimo luglio saranno 40 anni dall’edizione che stabilì il record nazionale di copie vendute del Corriere dello Sport-Stadio, un milione e 700.000, in coincidenza con la vittoria dell’Italia ai Mondiali di Spagna, diretto da Tosatti.
Il libro è una raccolta di testimonianze vissute che riguardano la carriera giornalistica di Giorgio Tosatti ricostruita da tutti gli attori (giornalisti, tipografi, segretari, ecc.) che hanno collaborato con lui durante il corso della sua vita professionale. L’introduzione è di Daniele Tosatti, figlio di Giorgio. La prima prefazione della signora Ivana, la moglie di Giorgio, la seconda prefazione di Bruno, l’altro figlio di Giorgio. Gli autori dei vari ricordi sono oltre 50 tra cui: Sergio Neri, Enrico Maida, Luigi Ferrajolo, Antonio Corbo, Alberto Polverosi, Mauro De Cesare, Fulvio Solms, Adalberto Bortolotti, Enzo D’Orsi, Stefano Barigelli, Gianfranco Coppola, Alessandro Vocalelli, Italo Cucci, Mario Arceri, Massimo Perrone, Renato D’Ulisse, Franco Pagliari, Franco Recanatesi, Antonio Maglie, Fabio Capello (Tosatti è stato nominato direttore tecnico ad honorem), Franco Ordine, Dario Torromeo, Fabio Monti.
L’editore è Carlo Fontanelli, titolare della Geo Edizioni di Empoli e il ricavato del libro andrà in beneficenza alla fondazione Heal.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Basket, Nba: Curry non basta, Golden State cade in casa
Chicago vince sul campo di Brooklyn. Si apre crisi di New York
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
05 dicembre 2021
11:30
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Golden State cade in casa a sorpresa (107-112) nella notte dell’Nba.
Gli Spurs s’impongono nonostante i 27 punti di Steph Curry che, però, risulta assai impreciso nel tiro.
Chicago vince anche sul campo di Brooklyn, grazie soprattutto ai 60 punti della coppia formata da DeRozan e LaVine; Milwaukee supera nettamente Miami di 22 punti anche senza l’infortunato Giannis Antetokounmpo. A proposito di assenti, Memphis rinuncia a Morant, ma supera ugualmente Dallas, a sua volta provo di Doncic. Jokic furoreggia al Madison Square Garden e apre ufficialmente la crisi dei Knicks; infine Boston fa la voce grossa a Portland e Sacramento piega sul proprio campo i Los Angeles Clippers.
Risultati: Brooklyn-Chicago 107-111 Dallas-Memphis 90-97 Portland-Boston 117-145 Sacramento-LA Clippers 104-99 Milwaukee-Miami 124-102 Golden State-San Antonio 107-112 New York-Denver 99-113.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Slittino: cdm; a Sochi Fischnaller torna alla vittoria
Azzurro domina la gara sprint con record della pista
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
05 dicembre 2021
13:08
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’azzurro Dominik Fischnaller ha vinto la gara sprint maschile a Sochi, prova della Coppa del mondo di slittino, segnando anche il record della pista.
Il 28enne di Bressanone (Bolzano), dopo il terzo posto nel singolo, ha trovato il primo successo stagionale per la squadra diretta da Armin Zoggeler a due anni da suo ultimo, segno di una condizione in crescita nell’inverno delle Olimpiadi di Pechino.

In totale, Fischnaller ha ottenuto otto vittorie e 34 podi in coppa del mondo, battendo oggi il russo Roman Repilov e l’austriaco Wolfgang Kindl. Più attardato l’altro italiano in gara Kevin Fischnaller, 13/o. Nella gara sprint del doppio nono posto per Rieder/Kainzwaldner, seguiti da Nagler e Malleier 14/i.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Moto: Luca Marini vince 100km dei Campioni davanti al fratello Rossi
‘Nell”Americana’ a eliminazione in weekend MotoRanch Tavullia
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
05 dicembre 2021
14:30
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Corsa in notturna all’interno dei due ovali come ogni sabato di allenamento al Ranch, l’Americana chiude la giornata del day1 della settima edizione della 100km dei Campioni.
A tagliare il traguardo per primo è Luca Marini seguito da Valentino Rossi e Celestino Vietti.
Quarto Stefano Manzi protagonista di una caduta proprio nella manche finale.

Luca Marini fa segnare anche il miglior crono nelle qualifiche del pomeriggio che decretano la griglia di partenza. Secondo tempo per Valentino Rossi che, in coppia con Marini, partirà dalla prima casella dello schieramento. Seguono la coppia formata da Elia Bartolini e Stefano Manzi, terzi Marco Bezzecchi con il compagno Andrea Migno.

Sono quarantadue i piloti iscritti alla settima edizione della 100km dei Campioni e che formano le 21 coppie che prenderanno il via domani. Tanti i nomi presenti, tra questi Maverick Vinales ed Alex Rins, già ospiti del Ranch in passato e Jorge Lorenzo e Jeremy McGrath al loro primo passaggio sulla pista del MotoRanch.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Coppa Davis 2022: Italia con Slovacchia nel turno preliminare
Effettuati sorteggi, azzurri in trasferta a inizio marzo
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
05 dicembre 2021
14:36
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia affronterà la Slovacchia nel turno preliminare della Coppa Davis 2022, in programma il 4 e 5 marzo prossimi.
Gli azzurri guidati da Filippo Volandri giocheranno in trasferta.
E’ quanto stabilito dal sorteggio effettuato a Madrid prima della finale tra Russia e Croazia.
Al turno preliminare prenderanno parte 24 nazioni: 14 delle 18 squadre classificate dal terzo al 18/o posto nel 2021 – compresa quindi l’Italia – e dieci nazioni che si sono qualificate nel World Group I. Alle Finals di Madrid sono qualificate di diritto le due finaliste dell’edizione in corso e la Serbia e la Gran Bretagna, che sono state selezionate per una wild card tra le altre 16 squadre classificate nel 2021.
Queste le altre sfide del turno preliminare: Francia-Ecuador; Spagna-Romania; Finlandia-Belgio; Usa-Colombia; Olanda-Canada; Brasile-Germania; Ungheria-Australia; Norvegia-Kazakhstan; Svezia-Giappone; Argentina-Repubblica Ceca; Corea-Austria.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Biathlon: cdm; azzurre seste nella staffetta a Oestersund
Vince la Francia, Wierer paga giro di penalità
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
05 dicembre 2021
15:29
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia chiude al sesto posto, con un buona prestazione di squadra, la staffetta femminile di Oestersund, valida per la coppa del mondo di biathlon.
Vittoria della Francia, con il tempo totale di 1h10’30″3 e sole 4 ricariche, davanti alla Bielorussia, sei ricariche, e 57″9 di ritardo, e alla Svezia a 1’09″6, con 2 penalità e 11 ricariche.

Lisa Vittozzi mette in pista una buona prima frazione, chiudendo al secondo posto ma a soli 5 decimi dalla Russia.
Dorothea Wierer mantiene contatto con il vertice ma nel tiro in piedi è costretta al giro di penalità. Samuela Comola, al debutto in cdm, è precisa nel tiro e mantiene la settima posizione con 2 minuti di ritardo. Michela Carrara esce dall’ultima piazzola al sesto posto, che tiene fino al traguardo.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Atleta di 24 anni muore durante corsa in notturna
È accaduto nel Bresciano. Inutili i soccorsi
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
BRESCIA
05 dicembre 2021
17:38
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Un atleta di 24 anni è morto ieri sera mentre era in gara a Monticelli Brusati, nel Bresciano, e stava correndo un trail running in notturna.

Fabio Pedretti di Gardone Valtrompia, si è accasciato al suolo mentre era nel gruppo di testa, quando mancavano circa 7 chilometri alla fine della gara.
Inutile la corsa in ospedale.   CRONACA

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

F2: Gp Arabia, violento scontro al via tra Fittipaldi e Pourchaire
Piloti estratti coscienti, poi portati in ospedale in elicottero
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
05 dicembre 2021
17:39
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Paura al semaforo verde della della Feature Race di Formula 2 in Arabia Saudita prima del via della F1., La vettura del francese Pourchaire (ART) si pianta in griglia e viene travolta da quella del brasiliano Fittipaldi (Charouz RS).
Gara interrotta, lunghi momenti di angoscia, ma entrambi i piloti sono stati estratti coscienti dalle vetture, subito sottoposti agli accertamenti del caso e poi trasportati in ospedale con l’elisoccorso.
Ad aver riportato le conseguenze più serie è stato però Fittipaldi, rimasto intrappolato all’interno della vettura per le ferite riportate alle gambe, ma tuttavia parla e si muove.  Il GP riparte, poi viene sospeso definitivamente per un altro incidente.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Tennis: Davis: Russia avanti 1-0 sulla Croazia nella finale
Rublev batte in due set Gojo, ora tocca a Medvedev-Cilic
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
05 dicembre 2021
18:26
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La Russia si è portata avanti 1-0 sulla Croazia nella finale di Coppa Davis in corso a Madrid.
Il n.1 della squadra russa, Andrey Rublev (n.5 del ranking Atp) ha sconfitto in meno di un’ora il croato Borna Gojo (n.279) col punteggio di 6-4, 7-6.
Il secondo incontro, che può già essere decisivo, vedrà di fronte il n.2 mondiale, Daniil Medvedev, e Marin Cilic (n.28).
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Arabia; Hamilton scatta in testa, 4/a Ferrari Leclerc
In terza posizione Red Bull Verstappen
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
05 dicembre 2021
18:38
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Partenza regolare del primo Gran Premio dell’Arabia Saudita nella storia della Formula 1.
Partito dalla pole Lewis Hamilton scatta in testa davanti al compagno Bottas e al leader del Mondiale Verstappen su Red Bull.
Tiene la quarta posizione al via la Ferrari di Leclerc. Tredicesima l’altra Rossa di Sainz che partiva quindicesima.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: caos Gp Arabia, Hamilton vince duello con Verstappen
Inglese e olandese a pari punti, settima la Ferrari Leclerc
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
08:35
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Alla fine di un incredibile primo Gran Premio dell’Arabia Saudita la spunta Lewis Hamilton.
Dopo tre partenze e una serie infinita di incidenti il campione del mondo della Mercedes vince il duello all’ultimo sangue con la Red Bull di Max Verstappen tra sorpassi, tamponamenti e penalità.
Una serie di episodi che potrebbero portare i due team a ricorsi e proteste. Sta di fatto che dopo il traguardo la situazione in testa al Mondiale vede i due rivali a pari punti lasciando il verdetto finale all’ultima gara della stagione ad Abu Dhabi il prossimo 12 dicembre.
Chiude al settimo posto la Ferrari di Charles Leclerc davanti all’altra Rossa di Carlos Sainz. Pronti via al primo Gran Premio dell’Arabia Saudita nella storia della Formula 1: scattato dalla pole Hamilton va subito in testa davanti al compagno Bottas e al leader del Mondiale Verstappen su Red Bull. Tiene la quarta posizione al via la Ferrari di Leclerc. Tredicesima l’altra Rossa di Sainz che partiva quindicesima.
Nei primi giri gran ritmo delle Mercedes che tengono dietro senza problemi un arrembante Verstappen che rischia grosso, la sua macchina va in sovrasterzo e riesce a domarla per un pelo. Dietro l’altra Red Bull di Perez, che al via aveva rischiato il tamponamento con il compagno di team, va in pressione sulla Rossa di Leclerc. Bella lotta più indietro per la top ten tra l’ex Ferrari Fernando Alonso, ora sulla Alpine-Renault, e l’italiano Antonio Giovinazzi su Alfa Romeo Racing al suo penultimo Gp nel Circus. Primo colpo di scena al giro dieci: va a muro la Haas di Mick Schumacher che via radio rassicura il box: “sto bene, scusate per l’incidente”.
Prima entra la safety car in pista e poi la direzione gara decide di esporre la bandiera rossa sospendendo la corsa per riparare le barriere distrutte dall’incidente. Con la safety car si fermano le Mercedes approfittando del momento, tira dritto la Red Bull di Verstappen che va in testa e grazie allo stop si ritrova in testa: una bandiera rossa apparsa agli osservatori inutile e che di fatto avvantaggia l’olandese leader del Mondiale. Dopo circa un quarto d’ora di stop il Gp ricomincia con una nuova partenza dalla griglia dove la Red Bull di Verstappen scatta dalla pole position. Al semaforo verde succede di tutto, ma l’olandese mantiene la testa della gara davanti alle Mercedes di Hamilton e Bottas superate anche dalla Alpine di Ocon. Subito dopo incidente alla Haas di Mazepin e alla Red Bull di Perez, fuori gioco anche la Williams di Russell e gara interrotta con nuova bandiera rossa. Perez si gira dopo un contatto con Leclerc; poi, nel tentativo di rallentare, avviene il contatto tra Russell e Mazepin. Quest’ultimo finisce rovinosamente sulle barriere. Questa situazione avvantaggia come nella precedente bandiera rossa Verstappen: superato da Hamilton alla ripartenza, l’olandese avrebbe dovuto restituire al britannico la posizione per aver tagliato la pista in un ruota a ruota.
Colloquio surreale tra la direzione gara e la Red Bull. Masi: “Vi diamo l’opportunità di partire dalla seconda posizione, perché Verstappen ha tagliato la chicane di curva 1-2”. La “proposta” della direzione gara evita l’investigazione di Verstappen. Dopo circa venti minuti di stop il Gp riparte per la terza volta con l’Alpine in pole davanti alla Mercedes di Hamilton e alla Red Bull di Verstappen che accetta la “proposta” della direzione gara per evitare l’investigazione per aver tagliato una curva per ripassare davanti alle Mercedes al momento del via numero due. Al semaforo verde ha la meglio Verstappen che alla prima chicane è davanti a Ocon e Hamilton. Dietro le Ferrari di Leclerc e Sainz, decimo e undicesimo che poco dopo ingaggiano anche un duello per l’ottava posizione con lo spagnolo che la spunta. Al giro 25 nuovo incidente: si scontrano la Aston Martin di Vettel e l’Alpha Tauri di Tsunoda, ha la peggio il giapponese e si attiva la virtual safety car per sette giri per permettere la pulizia della pista.
Poi ricomincia la sfida con Hamilton alla caccia di Verstappen, i due finiscono sotto investigazione per due tentativi di sorpasso dell’inglese. Al giro 37 Verstappen frena all’improvviso per ridare la posizione a Hamilton ma l’inglese lo tampona danneggiando l’ala anteriore e restando secondo. I commissari di gara penalizzano Verstappen con 5 secondi e l’olandese cede la posizione al rivale che va a vincere riaprendo il Mondiale al 100%. A una gara dalla fine, il prossimo weekend ad Abu Dhabi, i due sono a pari punti e il sogno iridato continua per entrambi.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Arabia; Schumi Jr a muro, prima safety car poi gara sospesa
Per riparare barriere,tedesco”sto bene, scusate per l’incidente”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
05 dicembre 2021
19:02
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
A muro al giro 10 del Gp dell’Arabia Saudita la Haas di Mick Schumacher che via radio rassicura il box: “Sto bene, scusate per l’incidente”.
Prima entra la safety car in pista e poi la direzione gara decide di esporre la bandiera rossa sospendendo la corsa per riparare le barriere distrutte dall’incidente.

Con la safety car si fermano le Mercedes approfittando del momento, tira dritto la Red Bull di Verstappen che va in testa.
Bottas ha rallentato davanti a Verstappen, prima dell’ingresso ai box: possibile una penalità per il finlandese della Mercedes.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1:Arabia;Gp riparte con Verstappen in testa,poi nuovo stop
Incidente a Haas di Mazepin e Red Bull Perez, bandiera rossa
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
05 dicembre 2021
19:28
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Dopo circa un quarto d’ora di stop il Gp dell’Arabia Saudita ricomincia con una nuova partenza dalla griglia dove la Red Bull di Verstappen scatta dalla pole position.
Al semaforo verde succede di tutto ma l’olandese mantiene la testa della gara davanti alle Mercedes di Hamilton e Verstappen.
Subito dopo incidente alla Haas di Mazepin e alla Red Bull di Perez nuova bandiera rossa. Fuori gioco anche la Williams di Russell. Gara interrotta.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Tennis: 2-0 alla Croazia, alla Russia la Coppa Davis
Rublev e Medvedev superano Hojo e Cilic. E’ il terzo trofeo
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
18:18
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La Coppa Davis 2021 è della Russia.
Nella finale di Madrid contro la Croazia, Rublev e Medvedev non deludono e riportano a Mosca la prestigiosa ‘insalatiera’, conquistata per la terza volta dopo i successi del 2002 e del 2006.
Nessuna bandiera nazionale, una squadra chiamata Russian Tennis Federation, il concerto per pianoforte di Tchaikovsky come inno a causa delle sanzioni legate al doping nello sport russo, ma è comunque festa. I russi confermano i favori del pronostico dominando i due match di finale. D’altra parte la squadra può contare sui suoi big, a cominciare da Daniil Medvedev, numero 2 del mondo e vincitore quest’anno degli Us Open oltre a Andrey Rublev (n.5), Aslan Karatsev (18) e Karen Khachanov (29) Il primo match vede di fronte Andrey Rublev e Borna Gojo: finisce 6-4 7-6 per il russo che parte subito forte vincendo uno scambio sfiancante da 36 colpi nel primo game. Più aggressivo del croato, Rublev ha piazzato il break decisivo sul 4-3 e mantenuto il dominio fino a chiudere un parziale nel quale ha ceduto solo due punti nei suoi turni di battuta. Nel secondo, il croato sale di livello mentre il russo fatica a dare il colpo del ko. Gojo trascina il parziale al tiebreak, forte anche di 14 ace fino a quel punto del match, ma lo inizia con un doppio fallo e un errore di valutazione su un passante di rovescio del russo. Rublev non difende l’iniziale vantaggio ma piazza l’allungo decisivo con un paio di diritti devastanti. L’ultimo gratuito di rovescio del croato, numero 279 del mondo, chiude la partita. “C’è sempre molta pressione nei miei incontri di singolare perché per tutti io devo vincere sempre – ha detto Rublev nell’intervista a caldo -. Borna però ha giocato un match straordinario, come nelle ultime due settimane. E’ stata una partita durissima, sono felicissimo”. Il punto decisivo lo porta Daniil Medvedev che supera, non senza fatica Martin Cilic. Il primo set è in perfetto equilibrio e si decide al tie break, vinto 9-7 dal russo. Nel secondo set Medvedev prende le redini del gioco e liquida la pratica in 29 minuti e chiudendo sul 6-2 che vale la terza Coppa Davis della storia del tennis russo.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Arabia; terzo via Gp, Verstappen fulmina Ocon e Hamilton
Dietro le Ferrari di Leclerc e Sainz, decimo e undicesimo
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
05 dicembre 2021
19:52
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Dopo circa venti minuti di stop il Gran Premio dell’Arabia Saudita riparte per la terza volta con l’Alpine in pole davanti alla Mercedes di Hamilton e alla Red Bull di Verstappen che accetta la “proposta” della direzione gara per evita l’investigazione all’olandese che al secondo via aveva tagliato una curva per ripassare davanti alle Mercedes.
Al semaforo verde ha la meglio Verstappen che alla prima curva è davanti a Ocon e Hamilton.
Dietro le Ferrari di Leclerc e Sainz, decimo e undicesimo.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sci: fantastica tripletta Goggia, vince anche SuperG
Terza vittoria in tre giorni: ‘Oggi il successo piu’ bello’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
LAKE LOUISE (CANADA)
06 dicembre 2021
08:50
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sofia Goggia orami e’ entrata nella leggenda dello sci compiendo una di quelle meravigliose imprese che riescono solo ai campioni piu’ grandi: a Lake Louise nel giro di tre giorni ha vinto infatti due discese e poi pure un SuperG.
Nella localita’ canadese sinora c’erano riuscite solo la tedesca Katia Seizinger e la mitica statunitense Lindesy Vonn.
L’azzurra – 29 anni e successo n.14 in carriera, il 104/o per l’Italia delle donne – ha fermato i cronometri su 1.18.28 lasciandosi alle spalle dopo un finale furioso la svizzera Lara Gut- Behrami. L’elvetica, che sino all’ultimo intermedio era stata in vantaggio, ha chiuso in 1.18.39. Sofia nella parte iniziale e centrale della pista canadese, quelle piu’ tecniche aveva retto bene ma era comunqe in ritardo sulla Gut: 16 centesimi al primo intermedio, 25 al secondo e altrettanti al terzo.
La differenza Sofia l’ha fatta invece sulla piu’ filante parte finale trovando le linee migliori e facendo perfettamente anche l’impegnativo ultimo salto. Ha recuperato cosi’ il ritardo di 25 centesimi e ne ha rifilati altri 11 alla svizzera. Terza l’austriaca Mirjam Puchner in in 1.18.72, pure lei bruciata da Sofia dopo l’ultimo intermedio ”E’ una giornata incredibile! Quella in questo superG e’ stata la mia vittoria piu’ bella di questi giorni. Ci tenevo e sapevo che non sarebbe stato facile. L’avevo e detto alla vigilia: il vero passo verso l’alto sta nel superG. Gia’ in passato infatti avevo vinto in discesa ma poi mi ero ero persa nel successivo superG. Era questa del superG la mia sfida e l’ho vinta”, ha commentato l’azzurra che dopo questi magici tre giorni ha fatto anche un bel balzo in avanti nella classifica generale di coppa con 315 punti, terza alle spalle di Mikaela Shiffrin (405) e Petra Vlhova (340).
Ma nei prossimi due fine settimana ci saranno in Europa altre quattro gare veloci e c’è’ da credere che Sofia scalera’ ancor più’ la testa di questa classifica. A completare la grande giornata azzurra c’e’ poi il 5/o posto in 1.18.81 di Federica Brignone, vittima di un atterraggio non perfetto sull’ultimo salto. Non meno brava Elena Curtoni – un errore simile a quello di Brignone nello stesso passaggio – arrivata 7/a in 1.18.92, subito alle spalle della statunitense Mikaela Shiffrin, dopo aver lottato per il podio sino all’ultimo intermedio. Per l’Italia ci sono poi, tutte andate a punti, Francesca Marsaglia 14/a in 1.19.39, Roberta Melesi 23/a in 1.20.09 e Nicole Delago 28/a in 1.20.34 La coppa del mondo donne torna ora in Europa, in Svizzera: sabato e domenica prossima due superG a St. Moritz.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1:Arabia;contatto Hamilton- Verstappen,5” penalità a olandese
Red Bull poi cede posizione a inglese
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
05 dicembre 2021
20:36
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Dal giro 37 del Gp dell’Arabia Saudita in poi succede di tutto tra Verstappen e Hamilton con una susseguente investigazione della direzione gara che alla fine decide di penalizzare l’olandese con cinque secondi.

Verstapen resta davanti dopo un duello con Hamilton, poi dal box gli ordinano di dare la posizione al campione del mondo.
C’è un rallentamento e l’inglese tampona Verstappen danneggiando l’ala anteriore. Al box Mercedes Toto Wolff ripreso dalle telecamere va su tutte le furie.
Verstappen resta davanti poi dopo la penalità cede la prima posizione alla Mercedes di Hamilton.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Arabia; Hamilton’io sono stato pulito, nonostante tutto’
‘L’incidente?Non ho capito perché Max ha frenato all’improvviso’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
05 dicembre 2021
21:20
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“È stata incredibilmente dura, senza dubbio.
Ho cercato di usare la testa e l’esperienza guadagnata in questi anni per quanto potesse essere dura la battaglia, cercando di mantenere la macchina in pista e restando pulito”.

Lewis Hamilton racconta così la sua vittoria in Arabia Saudita al termine di un duello estremo con il rivale per il titolo Max Verstappen: “È stata difficile ma abbiamo continuato a spingere come team e ci abbiamo creduto, nonostante tutte le cose che sono successo. Riuscire anche oggi a guadagnare terreno è dovuto al duro lavoro di tutti, e sono grato della macchina che mi hanno messo a disposizione. L’incidente? Non ho capito perché a un certo punto abbia frenato in modo così pesante all’improvviso, io gli sono finito addosso. Lui si è mosso, dopo ho ricevuto la comunicazione che diceva che mi avrebbe lasciato passare: magari il motivo era quello ma io non avevo capito”.
“Noi – aggiunge Hamilton nelle dichiarazioni post-gara – abbiamo un gran bel passo, ma loro sono davvero molto veloci ed è difficile superarli. Abbiamo fatto un lavoro fantastico con il materiale che abbiamo e Valtteri ha fatto una grande gara, portando tanti punti al team. Questa gara è per tutti i ragazzi e le ragazze della fabbrica. L’atmosfera qui è stata davvero eccezionale, mi sono sentito molto ben accolto qui, la gente è stata adorabile con me. La pista di Gedda è fenomenale, è molto difficile a livello fisico e mentale ma è quello che vogliamo alla fine”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Verstappen ‘successe tante cose con cui non d’accordo’
Olandese: ‘incidente? Non ho proprio capito cosa sia successo’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
05 dicembre 2021
21:27
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Sì, la gara è stata abbastanza movimentata.
Sono successe tante cose con le quali non sono totalmente d’accordo, ma è andata come andata.
Quantomeno ho provato a dare tutto in pista, ma non ero sicuro che le gomme potessero durare fino alla fine”. Questa la prima impressione di Max Verstappen al termine del duello perso in Arabia Saudita con Lewis Hamilton. “Sono durate all’inizio ma verso la fine dello stint non altrettanto. Ho cercato di lottare fino alla fine ma comunque sono arrivato secondo. L’incidente con Hamilton? Io ho rallentato, volevo lasciarlo passare, ero sulla destra. Lui non voleva superarmi lì e ci siamo toccati. Non ho proprio capito cosa sia successo lì. Il Mondiale sarà deciso ad Abu Dhabi, speriamo di fare un buon weekend e vediamo”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Arabia; Leclerc ‘c’era il potenziale per fare meglio”
Ferrarista”prima parte di gara è stata buona,il passo era buono”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
05 dicembre 2021
22:55
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Charles Leclerc chiude al 7° posto il GP di Arabia Saudita con tanti rimpianti.
Il monegasco è stato tra i più penalizzati nel tira e molla della gara di Jeddah, compromessa dopo la prima bandiera rossa, arrivata poco dopo il cambio gomme in regime di safety car.
Per il ferrarista anche un contatto in ripartenza con Perez, fortunatamente senza grosse conseguenze per la SF21.
“La prima parte di gara è stata buona, il passo era buono. Dopo la safety-car ho pensato che ero stato finalmente un po’ fortunato, poi però c’è stata la bandiera rossa, ho perso così 3 posizioni e ho faticato con le hard. Nell’ultimo stint ho provato a fare la differenza con il passo, ma è difficile superare su questa pista. Ho preso un 7° posto, ma c’era potenziale per fare di più. Non sono contento di questa posizione”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1:Arabia;duello Hamilton-Verstappen,penalità 10”a olandese
Decisione su tamponamento subito da inglese, classifica immutata
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
05 dicembre 2021
23:55
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Dieci secondi di penalità per la frenata repentina che ha causato il tamponamento con la Mercedes di Lewis Hamilton.
A tre ore dalla fine del Gran Premio dell’Arabia Saudita la direzione gara di Jedda (“Per aver causato una collisione con la vettura 44 al giro 38”) decide di punire Max Verstappen il che non cambia nulla dal punto di vista dell’ordine di arrivo e quindi del Mondiale visto che la Mercedes di Bottas, terza, aveva uno svantaggio sull’olandese della Red Bull di 15 secondi.

Il Mondiale di F1 2021 si deciderà per la prima volta dal 1974 (allora la spuntò Emerson Fittipaldi su Clay Regazzoni) tra due piloti a pari punti alla vigilia dell’ultimo GP. Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno entrambi 369,5 punti, anche se a livello di classifica è Verstappen ad avere un piccolissimo vantaggio.
L’olandese della Red Bull ha infatti conquistato 9 vittorie contro le 8 di Lewis Hamilton. Ad Abu Dhabi sarà campione del mondo chi dei due andrà a punti arrivando in pista davanti all’altro, a prescindere dal piazzamento. Ma qualora entrambi non finissero nei primi 10, quindi fuori dalla zona punti, il campione sarà Verstappen proprio perché l’olandese chiuderà il campionato con una vittoria in più dell’inglese.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pechino 2022: ‘Usa annunceranno boicottaggio diplomatico’
Cnn, mossa attesa in settimana
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
WASHINGTON
06 dicembre 2021
03:58
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’amministrazione Biden dovrebbe annunciare questa settimana che nessun dirigente americano presenzierà alle Olimpiadi invernali di Pechino nel 2022, attuando così il boicottaggio diplomatico dei Giochi.
Lo riferisce la Cnn citando diverse fonti.
La mossa consentirà di mandare sul palcoscenico mondiale un messaggio alla Cina sui diritti umani, senza impedire la partecipazione degli atleti statunitensi.   MONDO   POLITICA

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Morikawa fa harakiri, alle Bahamas vince Hovland
Norvegese fa suo Hero World Challenge, il californiano crolla
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
09:12
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Alle Bahamas Collin Morikawa fa harakiri e spreca la possibilità di diventare, per la prima volta in carriera, il nuovo numero 1 del golf mondiale.
Ad Albany (sull’isola di New Providence), l’Hero World Challenge va al norvegese Viktor Hovland che, con un giro finale chiuso in 66 (-6) su un totale di 270 (68 69 67 66, -18) colpi, risale dalla terza posizione e festeggia il quinto titolo in carriera da professionista.
Superando (nonostante un bogey nel finale) l’americano Scottie Scheffler, secondo con 271 (-17).
Che beffa per Morikawa. Nel torneo – non ufficiale del PGA Tour – organizzato dalla fondazione di Tiger Woods, il 24enne di Los Angeles crolla nell’ultimo round (parziale di 76, +4) e, complici due doppi bogey e altrettanti bogey (a nulla sono serviti due birdie), si piazza quinto con 274 (-14) al pari di Justin Thomas e dietro pure a Sam Burns e Patrick Reed, entrambi terzi con 273 (-15). E pensare che il californiano al termine del “moving day” vantava ben cinque colpi di vantaggio nei confronti di Koepka, solo 9/o con 277 (-11).
A trionfare, alle Bahamas, è stato dunque Hovland. Il cui exploit gli ha fruttato 1.000.000 di dollari a fronte di un montepremi complessivo di 3.500.000 e gli ha permesso di passare dalla nona alla settima posizione del ranking mondiale. Per il 24enne di Oslo, professionista dal 2019, si tratta del secondo successo nel giro di un mese dopo quello arrivato, lo scorso novembre in Messico, al World Wide Technology Championship at Mayakoba (PGA Tour). Con questa affermazione Hovland è diventato il secondo giocatore dal 2018 (Jon Rahm) a vincere al debutto l’Hero World Challenge. Succedendo così allo svedese Henrik Stenson (campione nel 2019), quest’anno solo 19/o con 289 (+1) e penalizzato di due colpi, insieme a Jordan Spieth, per aver giocato da un’area di partenza sbagliata alla buca 9.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Caso Peng, Federazione mondiale tennis non boicotterà Cina
Ift non segue Wta,: ‘Non bisogna punire 1,4 miliardi di persone’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
06 dicembre 2021
09:28
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’International Tennis Federation non annullerà tornei in Cina sui timori della sorte della star locale Peng Shuai perché non vuole “punire 1,4 miliardi di persone”.
L’Itf, l’organo di governo mondiale del tennis, ha affrontato le pressioni per seguire la Wta sullo stop alle attività in Cina per il rifiuto di Pechino di dare assicurazioni su Peng, che aveva denunciato sui social gli abusi subiti dall’ex vicepremier Zhang Gaoli.
Il presidente dell’Itf, David Haggerty, ha detto a Bbc Sport che le accuse dovevano essere esaminate, ma che la federazione non avrebbe seguito l’associazione del tennis professionistico femminile mondiale.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Ranking golf: Rahm resta il numero 1, Morikawa spreca
Migliozzi sempre unico azzurro nella Top 100. Hovland ora è 7/o
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
09:34
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Collin Morikawa spreca, Jon Rahm ringrazia e resta il numero 1 al mondo del golf mondiale.
Lo spagnolo con un totale di 9.4672 punti conserva la leadership mondiale quasi in maniera rocambolesca.
Dato che Morikawa, al termine del “moving day” dell’Hero World Challenge (torneo non ufficiale del PGA Tour), alle Bahamas era in testa al torneo con cinque colpi di vantaggio su Brooks Koepka. Poi, nell’ultimo giro, il 24enne di Los Angeles è crollato chiudendo la competizione al quinto posto.
Con un successo sarebbe salito, per la prima volta in carriera, sul trono mondiale. Niente da fare, Morikawa resta al secondo posto con 8.8001 punti e Rahm (assente alle Bahamas) si prepara a chiudere il 2021 da re.
Ancora un balzo in avanti per Viktor Hovland. Dopo l’exploit all’Hero World Challenge il norvegese è risalito dalla nona alla settima posizione (6.5737). Resta nella Top 100, Guido Migliozzi. Miglior azzurro nel world ranking, il vicentino è 94/o con 1.5957. Perde quattro posizioni Francesco Laporta, da 162/o a 166/o (1.0551). Ancora un passo indietro per Francesco Molinari, da 219/o a 228/o con 0.7957.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pechino 2022: Cina minaccia contromisure a boicottaggio Usa
Biden verso l’annuncio del boicottaggio diplomatico
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
06 dicembre 2021
10:21
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Se gli “Usa insistono per andare per la propria strada con il cosiddetto ‘boicottaggio diplomatico'” delle Olimpiadi invernali di Pechino 2022, la Cina “adotterà sicuramente contromisure risolute”.
E’ la risposta del portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian, in merito alla decisione dell’amministrazione Biden che, secondo la Cnn, dovrebbe annunciare questa settimana che nessun dirigente americano presenzierà ai Giochi invernali, attuando così il ‘boicottaggio diplomatico’.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Nba: altra sconfitta per gli Hawks di Gallinari
Passa Charlotte. Houston vince 6/a di fila, ok Jazz e Raptors
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
16:55
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Quattro incontri nella notte in Nba con Danilo Gallinari in campo ma sconfitto in casa insieme con i suoi Atlanta Hawks dagli Charlotte Hornets, che pure avevano quattro giocatori, di cui tre titolari, indisponibili perchè contagiati dal Covid.
Gli Hornets si sono imposti 130-127, con Miles Bridges miglior marcatore (32 punti) seguito da Kelly Oubre (28).
Gallinari ne ha messi a segno 17, mentre il più prolifico dei suoi è stato John Collins (31).
Sesto successo di fila per gli Houston Rockets – contro New Orleans (118-108) – che hanno segnato così un nuovo record per una squadra che in precedenza aveva perso 15 match consecutivi.
In un’altra partita, Donovan Mitchell ha segnato 35 punti e Rudy Gobert ha conquistato 20 rimbalzi per dare la vittoria gli Utah Jazz contro i Cleveland Cavaliers (109-108), che pure hanno mancato il tiro del possibile sorpasso a tre secondi dalla fine dopo essere stati sotto di 15 a inizio del quarto periodo. Infine, i Toronto Raptors hanno battuto i Washington Wizards 102-90
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Bocce: Caccialanza Milano vince la Coppa Italia
N.1 Fib De Sanctis: “prima edizione evento, bilancio positivo”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
11:19
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La Caccialanza Milano si è aggiudicata la prima edizione della Coppa Italia per Club, inserita dalla Federazione italiana bocce (Fib) nel novero degli eventi federali.
Ai nastri di partenza dodici squadre: le prime quattro della serie A 2021, le vincitrici dei quattro gironi di A2 e le prime quattro del campionato di promozione.

I campioni d’Italia hanno centrato così una doppietta battendo 5-1 la Civitanovese, team neo-promosso nella massima serie nazionale, nella finalissima disputata al Centro tecnico federale di Roma. Il team lombardo in questa stagione ha vinto 15 incontri, pareggiando due volte e perdendo una sola volta.
Milano era arrivata in finale, superando con due 5-3 i sardi della Galligel Sestu e, in semifinale, i vice-campioni d’Italia della Boville Marino. La Civitanovese, invece, aveva battuto 5-0 i campioni d’Italia di Prima Categoria, i ‘cugini’ marchigiani del Serra de’ Conti, 5-2 il Possaccio e, in semifinale, ai pallini i campani della Santa Chiara Le Delizie.
“È stata una prima edizione, anche sperimentale, della Coppa Italia – il commento del presidente federale, Marco Giunio De Sanctis -. Tanti buoni spunti, ma anche qualcosa da rivedere, come, ad esempio, un sorteggio con le teste di serie per premiare le società secondo una gerarchia dettata dai risultati della stagione sportiva. Il bilancio di questa spettacolare manifestazione, che ha messo di fronte dodici squadre dei primi tre campionati della Raffa, è stato tutto sommato positivo.
Unica nota negativa la scarsa presenza di spettatori, che ci deve far riflettere per gli eventi futuri al Centro tecnico Federale, considerando che si tratta di kermesse che meritano una grande cornice di pubblico”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Premi: a Nicolò Melli il ‘Primo Tricolore’ di Reggio Emilia
Il cestista dell’Olimpia Milano e della Nazionale: “Un onore”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
REGGIO EMILIA
06 dicembre 2021
14:35
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi ha consegnato stamattina una copia del Primo Tricolore a Nicolò Melli, cestista dell’Olimpia Milano e della Nazionale Italiana di basket.
“Sono emozionato e onorato di ricevere questo premio – ha detto il capitano della squadra milanese – che testimonia una volta di più quanto sia forte il legame tra me e la città di Reggio Emilia.
Non succede a tutti di ricevere questo riconoscimento”.
Melli, classe ’91, è nato e cresciuto a Reggio Emilia sia umanamente sia sportivamente nella Pallacanestro Reggiana dove ha segnato i primi canestri. Per poi spiccare il volo in carriera fino ad arrivare in Nba, la massima lega americana di livello mondiale, vestendo le casacche dei New Orleans Pelicans e Dallas Mavericks. Prima di tornare a Milano, dove già era stato nel 2010, ha giocato anche a Treviso, Pesaro, Bamberg in Germania con cui è stato Mvp in Eurolega e Fenerbahce Istanbul in Turchia. È il primo giocatore italiano ad aver vinto il campionato in tre Paesi diversi. Infine, alle ultime Olimpiadi a Tokyo, Melli ha ricoperto i gradi di capitano con la Nazionale Azzurra della quale è da tempo un perno.
“Nicolò è figlio di questa città – ha detto il sindaco Vecchi nella cerimonia che si è tenuta stamattina in Sala del Tricolore a Reggio Emilia – Ha mostrato non solo qualità agonistiche fuori dal comune, ma ha saputo mantenere un tratto umano che lo ha reso un punto di riferimento ed un esempio per tanti”. Presenti anche Antonio Galli, presidente della Federazione Italiana Basket Emilia-Romagna (“Nicolò è un vanto per non solo per l’intera regione, ma per tutta Italia”, ha detto) e Davide Giudici, presidente Fib provinciale Reggio Emilia (“Nik è un campione vero, fuori e dentro dal campo. Sin da piccolo ha avuto pressioni non indifferenti e infortuni fisici, ma li ha saputi superare con talento e forza interiore”). Assente coach Ettore Messina per un impegno dell’ultimo minuto. Melli poi è stato “intervistato” in videocollegamento dagli alunni della terza media dell’istituto comprensivo Leonardo da Vinci, la stessa scuola che ha frequentato da ragazzino. Infine, ha ricevuto poi il vessillo tricolore dalle mani del sindaco.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sci: cdm torna in Europa, Brignone: ‘In Canada segnali importanti’
Due SuperG a St Moritz nel fine settimane, iscritte 9 azzurre
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
16:53
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La Coppa del mondo femminile di sci alpino fa ritorno dal Canada nel vecchio continente, dove nel prossimo fine settimana di gareggia sulla pista svizzera di St.Moritz.
Il programma propone due supergiganti sabato 11 e domenica 12 dicembre, ai quali sono iscritte Sofia Goggia, Federica Brignone, Marta Bassino, Nadia Delago, Nicol Delago, Elena Curtoni, Francesca Marsaglia, Roberta Melesi e Karoline Pichler.
La pista elvetica riserva buoni ricordi alla squadra italiana, capace di aggiudicarsi la vittoria in quattro occasioni: Isolde Kostner trionfò nel 1999 in discesa, Karen Puzter si impose nel 1999 e nel 2002 in supergigante, mentre l’ultimo successo risale al 2019 quando in supergigante l’Italia firmò una doppietta con Sofia Goggia davanti a Federica Brignone per un solo centesimo.
Proprio Brignone è stata fra le protagoniste del trittico canadese, con un crescendo di prestazioni che l’ha vista passare dal 13simo al decimo posto in discesa, fino al quinto posto del supergigante. “Sono molto contenta per questo fine settimana – spiega Federica -. Ho fatto i miei tre migliori risultati della carriera a Lake Louise, in discesa ho sciato sempre più come volevo, in supergigante sul muro sono passata con la linea che avevo studiato in ricognizione, ho perduto tanto in fondo con qualche sbavatura, lì si poteva mangiare qualcosa alla Gut, invece sono arrivata in ritardo, perdendo del tempo prezioso.
Sto sciando bene, mi sento in forma e sto facendo le cose giuste, l’attitudine in gara è quella giusta, riesco a partire bella decisa. Complimenti a Sofia per i risultati di questo fine settimana ma anche alle altre compagne, siamo riuscite finalmente a esprimerci”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sci: infinita Goggia, ora punta i SuperG di St.Moritz
Dopo triplett Lake Louise azzurra concentrata su prossime gare
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
LAKE LOUISE
06 dicembre 2021
17:42
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sofia Goggia oggi ha idee chiarissime: niente distrazioni, neppure dopo la mirabolante impresa di tre vittorie in tre giorni.
Continuare invece con concentrazione assoluta in vista delle prossime gare.
La sua parola d’ordine è infatti una sola: “stare sul pezzo” . perche’ solo in questo modo puo’ continuare a vincere.
E le prossime gare – per lei che, vera regina delle ragazze jet, e’ prima nella classifica di discesa e prima in quella di superG – sono di quelle destinate a regalarle altre grandissime soddisfazioni. Nel prossimo fine settimana a St. Moritz ci saranno infatti due superG e il ricordo di Sofia corre a quello del 2019 vinto davanti alla sua compagna Federica Brignone. Le due in queste prossime gare saranno nuovamente le atlete di punta italiane con l’aggiunta di Marta Bassino, riportata saggiamente a questa disciplina dopo il fallito tentativo di impegnarla nello slalom speciale come accadde a Levi. Poi, nel week end del 18 e 19 dicembre, in val d’Isere ci saranno un discesa ed un altro superg. Insomma le prossime quattro gare di coppa saranno tutte a favore di Sofia Goggia. Il che – visto quel che e’ riuscita fare a Lake Louise – non vuole pero’ dire di avere l’assoluta certezza di continuare a battere sempre e comunque rivali come Lara Gut-Behrami. Ma di certo lascia almeno ragionevolmente prevedere che l’azzurra raccogliera’ un bel pacchetto di punti in classifica generale. Dove, val la pena di ricordarlo, l’azzurra e’ terza con 315 punti mentre al comando c’e’ Mikaeala Shiffrin con 405 seguita dalla slovacca Petra Vhlova con 340. Mentre ha Vhlova, sciatrice tecnica da speciale gigante, in queste prossimi gare non c”e da temere, Mikaela Shiffrin e’ campionessa tale -nonostante i per lei deludenti risultati di Lake Louise (26/a e 38/a nelle due discese , 6/a nel superG)- da poter in ogni momento sferrare attacchi terribili. Di certo c’è’ pero’ che Mikaela al momento non e’ la migliore Shiffrin, mentre Sofia sta invece benissimo e potrebbe approfittarne portandosi in testa alla classifica . Ed il mondo visto dall’alto di quella classifica e’ un’altra cosa: e’ un vista che da emozioni e motivazioni agonistiche fortissime. Per cui’ e’ piu’ che comprensibile che la paralo d’ordine di Sofia sia:” stare sul pezzo”.
La n.1 azzurra – e non da oggi, dopo le imprese di Lake Louise – tra i suoi tanti estimatori ha moltissimi atleti, tecnici e giornalisti austriaci, quelli del paese dove lo ci e’ in testa, nel cuore e nel sangue. Di Sofia anche loro amano , oltre alle qualita’ tecniche, il coraggio infinito e quasi la spavalderia con cui gareggia, senza mai risparmiarsi : una sciata emozionante, da batticuore:. Ebbene a Lake Louise come fa ogni vincitrice Sofia si e’ presentata anche davanti alle telecamere della tv austriaca ORF per l’Intervista di rito. E’ successo anche venerdi’ scorso – il giorno della prima vittoria dell’azzurra – con domande e risposte in inglese, come di consueto. Stessa scena sabato, giorno della sua seconda vittoria: domande e risposte in inglese. Ma domenica, giorno della terza strepitosa vittoria dell’azzurra , al giornalista che la intervistava in inglese Sofia ha risposto sorridente in tedesco. Un buon tedesco – la lingua dominante nel circo bianco quando austriaci e svizzeri pareva essere i soli a dominare – con addirittura con qualche accento dialettale di tipo tirolese.
Insomma Sofia – ragazza acculturata , intelligente e curiosa – si e’ trovata il tempo e la passione per andare oltre gli studi scolastici e studiare bene anche questa lingua tanto importante nel mondo dello sci , facendosi magar suggerire accenti ed espressioni da qualche compagna di squadra altoatesina.
L’effetto positivo e’ stato travolgente e Sofia si’ e’ cosi’ anche guadagnata altri tifosi ed estimatori.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Domani a Napoli premi a atleti e giornalisti per i 75 anni USSI
Cerimonia a bordo della MSC Fantasia
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
17:18
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il racconto dello sport ha sempre avuto in Napoli e nella regione un momento di grande qualità e quantità grazie a storie di uomini e imprese legate a stadi e palazzetti.
In 75 anni l’Ussi, Unione Stampa Sportiva Italiana, ha avuto un ruolo importantissimo nella difesa dei diritti con un associazionismo non di settore ma inclusivo.

Domani, a Napoli, a bordo della MSC Fantasia l’ultimo evento dopo Eurostart a Roma, Inside the Sport a Firenze con MCL, la celebrazione a Genova su una nave come 75 anni fa quando fu fondata l’Ussi.
Nel corso della manifestazione (a numero chiuso sia per la location che per le restrizioni Covid), Ussi Campania ha inteso celebrare gli aspetti più puri dello sport accoppiando campioni di oggi, come Luca Curatoli e Irma Testa, a quelli intramontabili di ieri dai fratelli Franco e Pino Porzio a Pino Maddaloni, Davide Tizzano ed altri che ci hanno commosso e reso fieri. Saranno consegnati premi a numerosi giornalisti con riallaccio a indimenticati maestri, come la targa Maurizio Barendson per la neo direttrice di Rai Sport la napoletana Alessandra de Stefano, orgoglio di una scuola autentica che ha avuto in Acampora, Corbo, Pastore ed altri eredi di maestri del giornalismo, da Antonio Ghirelli a Gino Palumbo e Riccardo Cassero.
Ussi Campania, che ha tra i suoi iscritti il presidente nazionale Gianfranco Coppola, autore di un rilancio senza soste tra attività sindacale e sinergia con enti ed associazioni, col presidente Mario Zaccaria riesce così a riportare un momento celebrativo di grande significato a Napoli.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Atletica: Jacobs, tornerò in pista il 4 febbraio a Berlino
Olimpionico manca dalla pista dai Giochi di Tokyo
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
18:05
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Tornerò in pista il 4 febbraio a Berlino”.
Lo ha annunciato il campione olimpico dei 100 metri e della staffetta 4X100 Marcel Jacobs alla presentazione del libro Photo 2021 in corso al MAXXI a Roma.
L’olimpionico manca dalla pista dai Giochi di Tokyo 2020, rientrerà al meeting dell’ISTAF outdoor che si svolgerà all’Olympiastadion.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
A distanza di 4 mesi dall’oro olimpico di Tokyo, Giovanni Malagò e Marcell Jacobs un’altra volta insieme.
L’occasione è la festa delle star per la presentazione di Photo 2021 al MAXXI di Roma.
“Tornerò in pista il 4 febbraio a Berlino” è stato l’annuncio del campione olimpico dei 100 metri e della staffetta 4X100 dopo l’assenza dalla pista proprio dai Giochi giapponesi di quest’estate. Il velocista rientrerà al meeting dell’ISTAF outdoor che si svolgerà all’Olympiastadion perché “correre mi dà libertà, è sempre stato qualcosa di importante fin da quando ero piccolo. Ogni volta che c’era un problema correvo” ha spiegato Jacobs.
Il 2022, poi, sarà un anno di grande impatto: “Ci saranno due mondiali e un europeo, per me sarà un’annata molto importante, ho tanta voglia di tornare a gareggiare”. Ad ascoltarlo il presidente del Coni, che ricorda anche l’emozione dell’oro olimpico nei 100 metri. “C’era questa strana atmosfera allo stadio – ha raccontato il numero uno dello sport italiano -. Le delegazioni avevano portato il più possibile gli atleti a vedere le gare e i tifosi erano i compagni di Marcell. Erano tutti dietro la curva dove c’era la gara di Tamberi. Io stavo nella tribuna dei membri del Cio e mi sono messo esattamente alla partenza. Sapete quando uno le cose se le sente? Già alla falsa partenza si capiva che i pianeti si stavano allineando. Quando me ne vado da questo mondo posso dire ‘io c’ero, io l’ho vista'”. Ora l’obiettivo sarà fare meglio a Parigi 2024, “ma non sarà facile” ha aggiunto Malagò.
“Dopo le 40 medaglie vinte a Tokyo 2020 è durissima fare meglio, ma faremo comunque bene a Parigi” è la promessa del capo dello sport italiano nonostante la precisazione di come a Parigi ad esempio non ci sarà il karatè nel programma olimpico dove l’Italia ha conquistato due medaglie. Poi il presidente del Coni ricorda anche l’imminente inaugurazione dei Giochi Olimpici invernali. “Mancano 52 giorni e qui dico invece che rispetto alle dieci medaglie vinte in Corea del Sud nel 2018, alle prossime Olimpiadi invernali di Pechino 2022 faremo meglio nonostante le variabili siano tante tra Covid, pubblico e le piste mai provate”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Malagò “Oro Jacobs? Me lo sentivo, posso dire ‘c’ero'”
N.1 Coni ‘I tifosi di Marcell erano i suoi compagni allo stadio’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
18:33
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“C’era questa strana atmosfera allo stadio.
Le delegazioni avevano portato il più possibile gli atleti a vedere le gare e i tifosi erano i compagni di Marcell.

Erano tutti dietro la curva dove c’era la gara di Tamberi. Io stavo nella tribuna dei membri del Cio e mi sono messo esattamente alla partenza, Sapete quando uno le cose se le sente? Già alla falsa partenza della finale si capiva che i pianeti si stavano allineando. Quando me ne vado da questo mondo posso dire ‘io c’ero, io l’ho vista'”, lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, sull’oro di Jacobs nei 100 metri a Tokyo 2020.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Malagò ‘a Parigi difficile ripetere Tokyo, meglio a Pechino’
Presidente Coni ottimista in vista dei Giochi invernali
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
18:42
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Dopo le 40 medaglie vinte a Tokyo 2020 “sarà durissima fare meglio, ma a Parigi faremo comunque bene.
Dico invece che rispetto alle 10 medaglie vinte in Corea, alle ormai vicine Olimpiadi invernali di Pechino 2022, faremo meglio”.
Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, alla presentazione del libro Photo 2021 in corso al MAXXI a Roma. “Certo ai Giochi sulla neve le variabili sono molte di più, anche perchè sedi e piste sono quasi sconosciute, ma sono ottimista”, ha aggiunto, citando la tripletta di vittorie di Sofia Goggia lo scorso fine settimana.Morikawa fa harakiri, alle Bahamas vince Hovland
Norvegese fa suo Hero World Challenge, il californiano crolla
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
09:12
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Alle Bahamas Collin Morikawa fa harakiri e spreca la possibilità di diventare, per la prima volta in carriera, il nuovo numero 1 del golf mondiale.
Ad Albany (sull’isola di New Providence), l’Hero World Challenge va al norvegese Viktor Hovland che, con un giro finale chiuso in 66 (-6) su un totale di 270 (68 69 67 66, -18) colpi, risale dalla terza posizione e festeggia il quinto titolo in carriera da professionista.
Superando (nonostante un bogey nel finale) l’americano Scottie Scheffler, secondo con 271 (-17).
Che beffa per Morikawa. Nel torneo – non ufficiale del PGA Tour – organizzato dalla fondazione di Tiger Woods, il 24enne di Los Angeles crolla nell’ultimo round (parziale di 76, +4) e, complici due doppi bogey e altrettanti bogey (a nulla sono serviti due birdie), si piazza quinto con 274 (-14) al pari di Justin Thomas e dietro pure a Sam Burns e Patrick Reed, entrambi terzi con 273 (-15). E pensare che il californiano al termine del “moving day” vantava ben cinque colpi di vantaggio nei confronti di Koepka, solo 9/o con 277 (-11).
A trionfare, alle Bahamas, è stato dunque Hovland. Il cui exploit gli ha fruttato 1.000.000 di dollari a fronte di un montepremi complessivo di 3.500.000 e gli ha permesso di passare dalla nona alla settima posizione del ranking mondiale. Per il 24enne di Oslo, professionista dal 2019, si tratta del secondo successo nel giro di un mese dopo quello arrivato, lo scorso novembre in Messico, al World Wide Technology Championship at Mayakoba (PGA Tour). Con questa affermazione Hovland è diventato il secondo giocatore dal 2018 (Jon Rahm) a vincere al debutto l’Hero World Challenge. Succedendo così allo svedese Henrik Stenson (campione nel 2019), quest’anno solo 19/o con 289 (+1) e penalizzato di due colpi, insieme a Jordan Spieth, per aver giocato da un’area di partenza sbagliata alla buca 9.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Caso Peng, Federazione mondiale tennis non boicotterà Cina
Ift non segue Wta,: ‘Non bisogna punire 1,4 miliardi di persone’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
06 dicembre 2021
09:28
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’International Tennis Federation non annullerà tornei in Cina sui timori della sorte della star locale Peng Shuai perché non vuole “punire 1,4 miliardi di persone”.
L’Itf, l’organo di governo mondiale del tennis, ha affrontato le pressioni per seguire la Wta sullo stop alle attività in Cina per il rifiuto di Pechino di dare assicurazioni su Peng, che aveva denunciato sui social gli abusi subiti dall’ex vicepremier Zhang Gaoli.
Il presidente dell’Itf, David Haggerty, ha detto a Bbc Sport che le accuse dovevano essere esaminate, ma che la federazione non avrebbe seguito l’associazione del tennis professionistico femminile mondiale.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Ranking golf: Rahm resta il numero 1, Morikawa spreca
Migliozzi sempre unico azzurro nella Top 100. Hovland ora è 7/o
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
09:34
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Collin Morikawa spreca, Jon Rahm ringrazia e resta il numero 1 al mondo del golf mondiale.
Lo spagnolo con un totale di 9.4672 punti conserva la leadership mondiale quasi in maniera rocambolesca.
Dato che Morikawa, al termine del “moving day” dell’Hero World Challenge (torneo non ufficiale del PGA Tour), alle Bahamas era in testa al torneo con cinque colpi di vantaggio su Brooks Koepka. Poi, nell’ultimo giro, il 24enne di Los Angeles è crollato chiudendo la competizione al quinto posto.
Con un successo sarebbe salito, per la prima volta in carriera, sul trono mondiale. Niente da fare, Morikawa resta al secondo posto con 8.8001 punti e Rahm (assente alle Bahamas) si prepara a chiudere il 2021 da re.
Ancora un balzo in avanti per Viktor Hovland. Dopo l’exploit all’Hero World Challenge il norvegese è risalito dalla nona alla settima posizione (6.5737). Resta nella Top 100, Guido Migliozzi. Miglior azzurro nel world ranking, il vicentino è 94/o con 1.5957. Perde quattro posizioni Francesco Laporta, da 162/o a 166/o (1.0551). Ancora un passo indietro per Francesco Molinari, da 219/o a 228/o con 0.7957.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pechino 2022: Cina minaccia contromisure a boicottaggio Usa
Biden verso l’annuncio del boicottaggio diplomatico
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
06 dicembre 2021
10:21
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Se gli “Usa insistono per andare per la propria strada con il cosiddetto ‘boicottaggio diplomatico'” delle Olimpiadi invernali di Pechino 2022, la Cina “adotterà sicuramente contromisure risolute”.
E’ la risposta del portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian, in merito alla decisione dell’amministrazione Biden che, secondo la Cnn, dovrebbe annunciare questa settimana che nessun dirigente americano presenzierà ai Giochi invernali, attuando così il ‘boicottaggio diplomatico’.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Nba: altra sconfitta per gli Hawks di Gallinari
Passa Charlotte. Houston vince 6/a di fila, ok Jazz e Raptors
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
16:55
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Quattro incontri nella notte in Nba con Danilo Gallinari in campo ma sconfitto in casa insieme con i suoi Atlanta Hawks dagli Charlotte Hornets, che pure avevano quattro giocatori, di cui tre titolari, indisponibili perchè contagiati dal Covid.
Gli Hornets si sono imposti 130-127, con Miles Bridges miglior marcatore (32 punti) seguito da Kelly Oubre (28).
Gallinari ne ha messi a segno 17, mentre il più prolifico dei suoi è stato John Collins (31).
Sesto successo di fila per gli Houston Rockets – contro New Orleans (118-108) – che hanno segnato così un nuovo record per una squadra che in precedenza aveva perso 15 match consecutivi.
In un’altra partita, Donovan Mitchell ha segnato 35 punti e Rudy Gobert ha conquistato 20 rimbalzi per dare la vittoria gli Utah Jazz contro i Cleveland Cavaliers (109-108), che pure hanno mancato il tiro del possibile sorpasso a tre secondi dalla fine dopo essere stati sotto di 15 a inizio del quarto periodo. Infine, i Toronto Raptors hanno battuto i Washington Wizards 102-90
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Bocce: Caccialanza Milano vince la Coppa Italia
N.1 Fib De Sanctis: “prima edizione evento, bilancio positivo”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
11:19
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La Caccialanza Milano si è aggiudicata la prima edizione della Coppa Italia per Club, inserita dalla Federazione italiana bocce (Fib) nel novero degli eventi federali.
Ai nastri di partenza dodici squadre: le prime quattro della serie A 2021, le vincitrici dei quattro gironi di A2 e le prime quattro del campionato di promozione.

I campioni d’Italia hanno centrato così una doppietta battendo 5-1 la Civitanovese, team neo-promosso nella massima serie nazionale, nella finalissima disputata al Centro tecnico federale di Roma. Il team lombardo in questa stagione ha vinto 15 incontri, pareggiando due volte e perdendo una sola volta.
Milano era arrivata in finale, superando con due 5-3 i sardi della Galligel Sestu e, in semifinale, i vice-campioni d’Italia della Boville Marino. La Civitanovese, invece, aveva battuto 5-0 i campioni d’Italia di Prima Categoria, i ‘cugini’ marchigiani del Serra de’ Conti, 5-2 il Possaccio e, in semifinale, ai pallini i campani della Santa Chiara Le Delizie.
“È stata una prima edizione, anche sperimentale, della Coppa Italia – il commento del presidente federale, Marco Giunio De Sanctis -. Tanti buoni spunti, ma anche qualcosa da rivedere, come, ad esempio, un sorteggio con le teste di serie per premiare le società secondo una gerarchia dettata dai risultati della stagione sportiva. Il bilancio di questa spettacolare manifestazione, che ha messo di fronte dodici squadre dei primi tre campionati della Raffa, è stato tutto sommato positivo.
Unica nota negativa la scarsa presenza di spettatori, che ci deve far riflettere per gli eventi futuri al Centro tecnico Federale, considerando che si tratta di kermesse che meritano una grande cornice di pubblico”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Premi: a Nicolò Melli il ‘Primo Tricolore’ di Reggio Emilia
Il cestista dell’Olimpia Milano e della Nazionale: “Un onore”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
REGGIO EMILIA
06 dicembre 2021
14:35
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi ha consegnato stamattina una copia del Primo Tricolore a Nicolò Melli, cestista dell’Olimpia Milano e della Nazionale Italiana di basket.
“Sono emozionato e onorato di ricevere questo premio – ha detto il capitano della squadra milanese – che testimonia una volta di più quanto sia forte il legame tra me e la città di Reggio Emilia.
Non succede a tutti di ricevere questo riconoscimento”.
Melli, classe ’91, è nato e cresciuto a Reggio Emilia sia umanamente sia sportivamente nella Pallacanestro Reggiana dove ha segnato i primi canestri. Per poi spiccare il volo in carriera fino ad arrivare in Nba, la massima lega americana di livello mondiale, vestendo le casacche dei New Orleans Pelicans e Dallas Mavericks. Prima di tornare a Milano, dove già era stato nel 2010, ha giocato anche a Treviso, Pesaro, Bamberg in Germania con cui è stato Mvp in Eurolega e Fenerbahce Istanbul in Turchia. È il primo giocatore italiano ad aver vinto il campionato in tre Paesi diversi. Infine, alle ultime Olimpiadi a Tokyo, Melli ha ricoperto i gradi di capitano con la Nazionale Azzurra della quale è da tempo un perno.
“Nicolò è figlio di questa città – ha detto il sindaco Vecchi nella cerimonia che si è tenuta stamattina in Sala del Tricolore a Reggio Emilia – Ha mostrato non solo qualità agonistiche fuori dal comune, ma ha saputo mantenere un tratto umano che lo ha reso un punto di riferimento ed un esempio per tanti”. Presenti anche Antonio Galli, presidente della Federazione Italiana Basket Emilia-Romagna (“Nicolò è un vanto per non solo per l’intera regione, ma per tutta Italia”, ha detto) e Davide Giudici, presidente Fib provinciale Reggio Emilia (“Nik è un campione vero, fuori e dentro dal campo. Sin da piccolo ha avuto pressioni non indifferenti e infortuni fisici, ma li ha saputi superare con talento e forza interiore”). Assente coach Ettore Messina per un impegno dell’ultimo minuto. Melli poi è stato “intervistato” in videocollegamento dagli alunni della terza media dell’istituto comprensivo Leonardo da Vinci, la stessa scuola che ha frequentato da ragazzino. Infine, ha ricevuto poi il vessillo tricolore dalle mani del sindaco.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sci: cdm torna in Europa, Brignone: ‘In Canada segnali importanti’
Due SuperG a St Moritz nel fine settimane, iscritte 9 azzurre
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
16:53
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La Coppa del mondo femminile di sci alpino fa ritorno dal Canada nel vecchio continente, dove nel prossimo fine settimana di gareggia sulla pista svizzera di St.Moritz.
Il programma propone due supergiganti sabato 11 e domenica 12 dicembre, ai quali sono iscritte Sofia Goggia, Federica Brignone, Marta Bassino, Nadia Delago, Nicol Delago, Elena Curtoni, Francesca Marsaglia, Roberta Melesi e Karoline Pichler.
La pista elvetica riserva buoni ricordi alla squadra italiana, capace di aggiudicarsi la vittoria in quattro occasioni: Isolde Kostner trionfò nel 1999 in discesa, Karen Puzter si impose nel 1999 e nel 2002 in supergigante, mentre l’ultimo successo risale al 2019 quando in supergigante l’Italia firmò una doppietta con Sofia Goggia davanti a Federica Brignone per un solo centesimo.
Proprio Brignone è stata fra le protagoniste del trittico canadese, con un crescendo di prestazioni che l’ha vista passare dal 13simo al decimo posto in discesa, fino al quinto posto del supergigante. “Sono molto contenta per questo fine settimana – spiega Federica -. Ho fatto i miei tre migliori risultati della carriera a Lake Louise, in discesa ho sciato sempre più come volevo, in supergigante sul muro sono passata con la linea che avevo studiato in ricognizione, ho perduto tanto in fondo con qualche sbavatura, lì si poteva mangiare qualcosa alla Gut, invece sono arrivata in ritardo, perdendo del tempo prezioso.
Sto sciando bene, mi sento in forma e sto facendo le cose giuste, l’attitudine in gara è quella giusta, riesco a partire bella decisa. Complimenti a Sofia per i risultati di questo fine settimana ma anche alle altre compagne, siamo riuscite finalmente a esprimerci”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sci: infinita Goggia, ora punta i SuperG di St.Moritz
Dopo triplett Lake Louise azzurra concentrata su prossime gare
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
LAKE LOUISE
06 dicembre 2021
17:42
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sofia Goggia oggi ha idee chiarissime: niente distrazioni, neppure dopo la mirabolante impresa di tre vittorie in tre giorni.
Continuare invece con concentrazione assoluta in vista delle prossime gare.
La sua parola d’ordine è infatti una sola: “stare sul pezzo” . perche’ solo in questo modo puo’ continuare a vincere.
E le prossime gare – per lei che, vera regina delle ragazze jet, e’ prima nella classifica di discesa e prima in quella di superG – sono di quelle destinate a regalarle altre grandissime soddisfazioni. Nel prossimo fine settimana a St. Moritz ci saranno infatti due superG e il ricordo di Sofia corre a quello del 2019 vinto davanti alla sua compagna Federica Brignone. Le due in queste prossime gare saranno nuovamente le atlete di punta italiane con l’aggiunta di Marta Bassino, riportata saggiamente a questa disciplina dopo il fallito tentativo di impegnarla nello slalom speciale come accadde a Levi. Poi, nel week end del 18 e 19 dicembre, in val d’Isere ci saranno un discesa ed un altro superg. Insomma le prossime quattro gare di coppa saranno tutte a favore di Sofia Goggia. Il che – visto quel che e’ riuscita fare a Lake Louise – non vuole pero’ dire di avere l’assoluta certezza di continuare a battere sempre e comunque rivali come Lara Gut-Behrami. Ma di certo lascia almeno ragionevolmente prevedere che l’azzurra raccogliera’ un bel pacchetto di punti in classifica generale. Dove, val la pena di ricordarlo, l’azzurra e’ terza con 315 punti mentre al comando c’e’ Mikaeala Shiffrin con 405 seguita dalla slovacca Petra Vhlova con 340. Mentre ha Vhlova, sciatrice tecnica da speciale gigante, in queste prossimi gare non c”e da temere, Mikaela Shiffrin e’ campionessa tale -nonostante i per lei deludenti risultati di Lake Louise (26/a e 38/a nelle due discese , 6/a nel superG)- da poter in ogni momento sferrare attacchi terribili. Di certo c’è’ pero’ che Mikaela al momento non e’ la migliore Shiffrin, mentre Sofia sta invece benissimo e potrebbe approfittarne portandosi in testa alla classifica . Ed il mondo visto dall’alto di quella classifica e’ un’altra cosa: e’ un vista che da emozioni e motivazioni agonistiche fortissime. Per cui’ e’ piu’ che comprensibile che la paralo d’ordine di Sofia sia:” stare sul pezzo”.
La n.1 azzurra – e non da oggi, dopo le imprese di Lake Louise – tra i suoi tanti estimatori ha moltissimi atleti, tecnici e giornalisti austriaci, quelli del paese dove lo ci e’ in testa, nel cuore e nel sangue. Di Sofia anche loro amano , oltre alle qualita’ tecniche, il coraggio infinito e quasi la spavalderia con cui gareggia, senza mai risparmiarsi : una sciata emozionante, da batticuore:. Ebbene a Lake Louise come fa ogni vincitrice Sofia si e’ presentata anche davanti alle telecamere della tv austriaca ORF per l’Intervista di rito. E’ successo anche venerdi’ scorso – il giorno della prima vittoria dell’azzurra – con domande e risposte in inglese, come di consueto. Stessa scena sabato, giorno della sua seconda vittoria: domande e risposte in inglese. Ma domenica, giorno della terza strepitosa vittoria dell’azzurra , al giornalista che la intervistava in inglese Sofia ha risposto sorridente in tedesco. Un buon tedesco – la lingua dominante nel circo bianco quando austriaci e svizzeri pareva essere i soli a dominare – con addirittura con qualche accento dialettale di tipo tirolese.
Insomma Sofia – ragazza acculturata , intelligente e curiosa – si e’ trovata il tempo e la passione per andare oltre gli studi scolastici e studiare bene anche questa lingua tanto importante nel mondo dello sci , facendosi magar suggerire accenti ed espressioni da qualche compagna di squadra altoatesina.
L’effetto positivo e’ stato travolgente e Sofia si’ e’ cosi’ anche guadagnata altri tifosi ed estimatori.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Domani a Napoli premi a atleti e giornalisti per i 75 anni USSI
Cerimonia a bordo della MSC Fantasia
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
17:18
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il racconto dello sport ha sempre avuto in Napoli e nella regione un momento di grande qualità e quantità grazie a storie di uomini e imprese legate a stadi e palazzetti.
In 75 anni l’Ussi, Unione Stampa Sportiva Italiana, ha avuto un ruolo importantissimo nella difesa dei diritti con un associazionismo non di settore ma inclusivo.

Domani, a Napoli, a bordo della MSC Fantasia l’ultimo evento dopo Eurostart a Roma, Inside the Sport a Firenze con MCL, la celebrazione a Genova su una nave come 75 anni fa quando fu fondata l’Ussi.
Nel corso della manifestazione (a numero chiuso sia per la location che per le restrizioni Covid), Ussi Campania ha inteso celebrare gli aspetti più puri dello sport accoppiando campioni di oggi, come Luca Curatoli e Irma Testa, a quelli intramontabili di ieri dai fratelli Franco e Pino Porzio a Pino Maddaloni, Davide Tizzano ed altri che ci hanno commosso e reso fieri. Saranno consegnati premi a numerosi giornalisti con riallaccio a indimenticati maestri, come la targa Maurizio Barendson per la neo direttrice di Rai Sport la napoletana Alessandra de Stefano, orgoglio di una scuola autentica che ha avuto in Acampora, Corbo, Pastore ed altri eredi di maestri del giornalismo, da Antonio Ghirelli a Gino Palumbo e Riccardo Cassero.
Ussi Campania, che ha tra i suoi iscritti il presidente nazionale Gianfranco Coppola, autore di un rilancio senza soste tra attività sindacale e sinergia con enti ed associazioni, col presidente Mario Zaccaria riesce così a riportare un momento celebrativo di grande significato a Napoli.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Atletica: Jacobs, tornerò in pista il 4 febbraio a Berlino
Olimpionico manca dalla pista dai Giochi di Tokyo
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
18:05
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Tornerò in pista il 4 febbraio a Berlino”.
Lo ha annunciato il campione olimpico dei 100 metri e della staffetta 4X100 Marcel Jacobs alla presentazione del libro Photo 2021 in corso al MAXXI a Roma.
L’olimpionico manca dalla pista dai Giochi di Tokyo 2020, rientrerà al meeting dell’ISTAF outdoor che si svolgerà all’Olympiastadion.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
A distanza di 4 mesi dall’oro olimpico di Tokyo, Giovanni Malagò e Marcell Jacobs un’altra volta insieme.
L’occasione è la festa delle star per la presentazione di Photo 2021 al MAXXI di Roma.
“Tornerò in pista il 4 febbraio a Berlino” è stato l’annuncio del campione olimpico dei 100 metri e della staffetta 4X100 dopo l’assenza dalla pista proprio dai Giochi giapponesi di quest’estate. Il velocista rientrerà al meeting dell’ISTAF outdoor che si svolgerà all’Olympiastadion perché “correre mi dà libertà, è sempre stato qualcosa di importante fin da quando ero piccolo. Ogni volta che c’era un problema correvo” ha spiegato Jacobs.
Il 2022, poi, sarà un anno di grande impatto: “Ci saranno due mondiali e un europeo, per me sarà un’annata molto importante, ho tanta voglia di tornare a gareggiare”. Ad ascoltarlo il presidente del Coni, che ricorda anche l’emozione dell’oro olimpico nei 100 metri. “C’era questa strana atmosfera allo stadio – ha raccontato il numero uno dello sport italiano -. Le delegazioni avevano portato il più possibile gli atleti a vedere le gare e i tifosi erano i compagni di Marcell. Erano tutti dietro la curva dove c’era la gara di Tamberi. Io stavo nella tribuna dei membri del Cio e mi sono messo esattamente alla partenza. Sapete quando uno le cose se le sente? Già alla falsa partenza si capiva che i pianeti si stavano allineando. Quando me ne vado da questo mondo posso dire ‘io c’ero, io l’ho vista'”. Ora l’obiettivo sarà fare meglio a Parigi 2024, “ma non sarà facile” ha aggiunto Malagò.
“Dopo le 40 medaglie vinte a Tokyo 2020 è durissima fare meglio, ma faremo comunque bene a Parigi” è la promessa del capo dello sport italiano nonostante la precisazione di come a Parigi ad esempio non ci sarà il karatè nel programma olimpico dove l’Italia ha conquistato due medaglie. Poi il presidente del Coni ricorda anche l’imminente inaugurazione dei Giochi Olimpici invernali. “Mancano 52 giorni e qui dico invece che rispetto alle dieci medaglie vinte in Corea del Sud nel 2018, alle prossime Olimpiadi invernali di Pechino 2022 faremo meglio nonostante le variabili siano tante tra Covid, pubblico e le piste mai provate”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Malagò “Oro Jacobs? Me lo sentivo, posso dire ‘c’ero'”
N.1 Coni ‘I tifosi di Marcell erano i suoi compagni allo stadio’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
18:33
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“C’era questa strana atmosfera allo stadio.
Le delegazioni avevano portato il più possibile gli atleti a vedere le gare e i tifosi erano i compagni di Marcell.

Erano tutti dietro la curva dove c’era la gara di Tamberi. Io stavo nella tribuna dei membri del Cio e mi sono messo esattamente alla partenza, Sapete quando uno le cose se le sente? Già alla falsa partenza della finale si capiva che i pianeti si stavano allineando. Quando me ne vado da questo mondo posso dire ‘io c’ero, io l’ho vista'”, lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, sull’oro di Jacobs nei 100 metri a Tokyo 2020 alla presentazione del Photo 2021 in corso al Maxxi di Roma.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Malagò ‘a Parigi difficile ripetere Tokyo, meglio a Pechino’
Presidente Coni ottimista in vista dei Giochi invernali
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
18:42
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Dopo le 40 medaglie vinte a Tokyo 2020 “sarà durissima fare meglio, ma a Parigi faremo comunque bene.
Dico invece che rispetto alle 10 medaglie vinte in Corea, alle ormai vicine Olimpiadi invernali di Pechino 2022, faremo meglio”.
Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, alla presentazione del libro Photo 2021 in corso al MAXXI a Roma. “Certo ai Giochi sulla neve le variabili sono molte di più, anche perchè sedi e piste sono quasi sconosciute, ma sono ottimista”, ha aggiunto, citando la tripletta di vittorie di Sofia Goggia lo scorso fine settimana.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Dopo le 40 medaglie vinte a Tokyo 2020 “sarà durissima fare meglio, ma a Parigi faremo comunque bene.
Dico invece che rispetto alle 10 medaglie vinte in Corea, alle ormai vicine Olimpiadi invernali di Pechino 2022, faremo meglio”.
Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, alla presentazione del libro Photo 2021 in corso al MAXXI a Roma. “Certo ai Giochi sulla neve le variabili sono molte di più, anche perchè sedi e piste sono quasi sconosciute, ma sono ottimista”, ha aggiunto, citando la tripletta di vittorie di Sofia Goggia lo scorso fine settimana.
“C’era questa strana atmosfera allo stadio. Le delegazioni avevano portato il più possibile gli atleti a vedere le gare e i tifosi erano i compagni di Marcell. Erano tutti dietro la curva dove c’era la gara di Tamberi. Io stavo nella tribuna dei membri del Cio e mi sono messo esattamente alla partenza, Sapete quando uno le cose se le sente? Già alla falsa partenza della finale si capiva che i pianeti si stavano allineando. Quando me ne vado da questo mondo posso dire ‘io c’ero, io l’ho vista'”, lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, sull’oro di Jacobs nei 100 metri a Tokyo 2020.

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Contrafatto, ‘Amore per l’atletica? È lei che ha scelto me’
Sabatini, ‘Dopo vittoria stessi allenamenti e stessi sogni’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 dicembre 2021
19:01
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Non sono io che ho scelto l’atletica ma è l’atletica che ha scelto me”.
Lo dice Monica Contrafatto, doppio bronzo paralimpico nei 100 metri a Rio 2016 e Tokyo 2020, parlando alla presentazione del libro Photo 2021 in corso al MAXXI a Roma.
Bersagliera in missione di pace in Afghanistan, nel 2012 Contrafatto perse l’uso delle gambe a seguito di un attentato.
Oggi ricorda quella popolazione che le è rimasta nel cuore: “Se potessi adotterei subito non uno ma tanti bambini afgani, mi sono innamorata di quella popolazione – ha ricordato l’azzurra – L’amore? Aspetto il principe azzurro, ma mi sa che si è perso…”.
Alla serata era presente anche la campionessa paralimpica dei 100 metri Ambra Sabatini, che dopo l’exploit di Tokyo ha ammesso: “Come mi è cambiata la vita? Ci sono fattori da tenere conto, come la protesi che va sempre sistemata e ci devi andare d’accordo, fare aggiustamenti è importante. Ma in allenamento la fatica è la stessa e i sogni sono gli stessi”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Tennis: Djokovic mistero vaccino, ora è iscritto in Australia
Serbia include n.1 ad Atp Cup Sidney, a ridosso torneo Melbourne
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
SYDNEY
07 dicembre 2021
21:14
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic e gli Australian Open, il mistero si infittisce.
Da mesi il mondo sportivo si interroga sull’eventualità che il tennista numero 1 al mondo possa essere escluso dal primo slam della stagione 2022.
La questione è nota: Nole non ha mai voluto rivelare se sia o meno vaccinato contro il Covid e per fare ingresso in Australia occorre essere immunizzati, pena una quarantena di 14 giorni. Ora, però, è arrivato il colpo di scena. Il 34enne infatti è tra i convocati della Serbia per la terza edizione dell’Atp Cup che si disputerà a Sidney dall’1 al 9 gennaio. Un torneo tra nazionali che di fatto anticipa quello di Melbourne, ben più atteso e blasonato, che si giocherà dal 17 al 22 gennaio. E’ la stessa Atp, nel comunicato stampa ufficiale, a sottolineare che nel gruppo A è stata inserita la “prima testa di serie, la Serbia, con in testa il numero uno al mondo, Novak Djokovic”. Nole, contagiato dal coronavirus nel giugno dell’anno scorso, ha già conquistato 20 titoli del Grande Slam, lo stesso numero di Federer e Nadal, entrambi infortunati. Se lo svizzero ha già annunciato che non rientrerà prima dell’estate 2022, lo spagnolo, assente all’Atp Cup, nelle scorse settimane sembrava intenzionato a esserci a Melbourne. “Capisco che tu voglia risposte su dove e come inizierò la nuova stagione, ma vedremo cosa riserva il futuro”, aveva detto Nole nei giorni scorsi in conferenza stampa in merito alla sua possibile presena al torneo di fine gennaio. “Non posso darvi una data, ma ovviamente gli Australian Open arriveranno presto, quindi lo saprete molto presto”. Suo padre, Srdjan, era stato più tranchant parlando alla tv serba: “Vorrebbe giocare con tutto il cuore perché è un atleta” ma “con questi ricatti e queste condizioni, probabilmente non lo farà. Io non lo farei, ma è mio figlio che deve decidere da sé”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pechino 2022: Cina, da Usa solo pregiudizio ideologico
Ministero Esteri, ‘ferma contrarietà, prenderemo contromisure’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
07 dicembre 2021
08:53
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La Cina condanna il ‘boicottaggio diplomatico’ degli Usa ai Giochi olimpici di Pechno 2022, definendolo “pregiudizio ideologico”, ribadendo la propria “ferma contrarietà” e minacciando contromisure.
“E’ una violazione della neutralità politica nello sport”, ha affermato il portavoce del ministero degli Esteri Zhao Lijian, sulla decisione dell’amministrazione Biden di non inviare rappresentanti a Pechino 2022 per le violazioni dei diritti umani.
“Il tentativo degli Usa di interferire con le Olimpiadi invernali di Pechino per pregiudizio ideologico, basato su bugie e voci, esporrà solo le sue intenzioni sinistre”, ha aggiunto Zhao.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Atp Cup: Italia in gruppo con Russia, Austria, Australia
Spicca il nome di Nadal tra gli assenti nella squadra spagnola
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
07 dicembre 2021
09:47
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato effettuato il sorteggio dei gironi della terza edizione dell’Atp Cup, in programma dall’1 al 9 gennaio a Sydney.
L’Italia, finalista nella passata edizione, è nel gruppo B con i campioni in carica della Russia, l’Austria del rientrante Dominic Thiem e l’Australia padrone di casa.
Se viene data certa la presenza di Jannik Sinner, quella di Matteo Berrettini dipenderà dai tempi di recupero dall’infortunio rimediato alle Atp Finals di Torino.
Nel gruppo A si sfideranno Serbia, Norvegia, Cile, Spagna, in quello C Germania, Canada, Gran Bretagna, Stati Uniti, mentre Grecia, Polonia, Argentina, Georgia si affronteranno nel gruppo D.
Dopo le polemiche sulla questione vaccinale spicca la presenza di Djokovic tra i convocati nella squadra della Serbia, mentre in quella spagnola emerge l’assenza di Rafael Nadal. Il 35enne, in fase di recupero da un problema al piede che lo aveva fermato ad agosto, nelle scorse settimane sembrava intenzionato a partecipare a un torneo di esibizione ad Abu Dhabi previsto questo mese e poi a prendere parte a un altro torneo prima di arrivare a Melbourne per gli Australian Open.
Le nazioni sono state ammesse in base al ranking dei loro numero uno e numero due (l’Australia è l’unico paese la cui presenza è garantita grazie ad una wild card): i team saranno poi completati da altri due giocatori, selezionati in base al ranking di singolare (i numeri 3 e 4 di ogni nazione) oppure di quello del doppio nel caso di scelta a favore di uno specialista. Le squadre sono state suddivise in quattro fasce (1-4, 5-8, 9-12 e 13-16) e in ogni gruppo ne è stata sorteggiata una per ciascuna fascia.
Il format prevede che le squadre siano divise in quattro gruppi da quattro (il sistema è quello del girone all’italiana) con la prima classificata di ciascun raggruppamento a qualificarsi per le semifinali. Ciascuna sfida prevede il match tra i numeri 2, quello tra i numeri 1 ed un doppio.
Verranno assegnati fino a un massimo di 750 punti in singolare (250 in doppio) a chi vincerà la competizione il cui montepremi è salito a 14 milioni di dollari.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Nba: Gallinari da 20 punti supera Minnesota, Embiid show
Super Curry protagonista ko Orlando con Golden State
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
07 dicembre 2021
21:14
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Costretti a fare a meno di DeMar DeRozan sottoposto al protocollo anti-Covid, i Chicago Bulls si sono affidati a Zach LaVine per superare Denver (109-97), mentre un ottimo Jokic non è bastato ai Nuggets per evitare la sconfitta.

Il migliore Danilo Gallinari della stagione (20 punti in appena 24 minuti di gioco) ha contribuito alla vittoria degli Atlanta Hawks sui Minnesota Timberwolves (121-110) a cui non è bastato un Karl-Anthony Towns da 31 punti.

Quinta vittoria consecutiva per i Memphis Grizzlies, che hanno superato i Miami Heat per 105-90 grazie a un quintetto in doppia cifra guidato da un Dillon Brooks da 21 punti. I Philadelphia 76ers hanno approfittato delle tante assenze tra i Charlotte Hornets (Terry Rozier, LaMelo Ball e Mason Plumlee, inseriti nel protocollo anti-Covid) vincendo all’overtime per 127-124. Il protagonista è un Joel Embiid da 43 punti.
Dopo quattro sconfitte consecutive gli Indiana Pacers hanno ottenuto il successo superando i Washington Wizards (116-110) con un Domantas Sabonis da 30 punti e 10 rimbalzi. Gli Oklahoma City Thunder hanno superato in rimonta i Detroit Pistons (114-103), strapazzati nell’ultimo quarto dopo essere stati davanti anche di 12 punti. Il rientro di Giannis Antetokounmpo (27 punti e 12 rimbalzi) coincide con la 10/a vittoria in 11 gare per i Milwaukee Bucks, che hanno superato i Cleveland Cavaliers per 112-104. Dopo quattro vittorie consecutive i San Antonio Spurs incassano una sconfitta per mano dei Phoenix Suns (108-104) e di un Chris Paul da 21 punti e 10 assist. Continua la serie negativa per gli Orlando Magic, alla nona sconfitta nelle ultime dieci gare dopo il ko contro i Golden State Warriors (per 126-95) di uno Steph Curry da 31 punti. Con un Paul George da 21 punti e altri quattro giocatori in doppia cifra i Los Angeles Clippers hanno superato i Portland Trail Blazers (102-90), alla terza sconfitta consecutiva.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Atletica: Stano, ‘Dopo Tokyo voglio ancora migliorare’
Palmisano: ‘marcia merita essere presente in meeting’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
07 dicembre 2021
12:31
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“La medaglia d’oro mi ha aiutato a farmi sentire da più gente, a portare dei messaggi che vanno oltre lo sport”.
Così Massimo Stano, campione olimpico della 20 km di marcia a Tokyo 2020, durante gli Atletica Italiana Awards al MAXXI di Roma.
“Da sempre mi auto convinco di stare bene – ha aggiunto Stano – ripetermi che sono il più forte del mondo è il mio mantra e continuerò a farlo in ogni gara. Se non ti alleni gli altri non ti stanno a guardare, voglio continuare a migliorare”.
L’olimpionica della 20 km femminile Antonella Palmisano ha invece polemizzato sull’assenza della marcia nei grandi meeting internazionali di atletica: “Purtroppo nella marcia non abbiamo la possibilità di farci conoscere: perché non mettere la marcia nei meeting? Magari non la 20 chilometri per annoiare, ma facciamoci conoscere”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Atletica: Desalu 2021? Spero non arrivi mai il 31 dicembre..
Patta, ‘Mondiali e Euro, punto sui 200 e a gare individuali’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
07 dicembre 2021
12:34
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“È stato un anno bellissimo.
Spero non arrivi mai il 31 dicembre perché il 2021 è un anno da ricordare”.
Così il campione olimpico della staffetta 4×100 a Tokyo 2020 Eseosa Faustino Desalu a margine degli Atletica Italiana Awards al MAXXI di Roma.
“Ora – ha aggiunto l’azzurro – penso ai Mondiali e poi agli Europei a Monaco di Baviera. Cosa ricordo della staffetta a Tokyo? Quando Marcel (Jacobs, ndr) mi ha dato il testimone, lì ho capito che avremmo vinto. Siamo andati fortissimo, ce ne siamo resi conto e lo abbiamo sempre saputo. Abbiamo avuto la fortuna di essere nati nella stessa generazione e prima o poi qualcosa di grande sapevamo che l’avremmo fatto. Parigi 2024? Senza fretta, i 200 stanno andando molto bene, l’anno prossimo vedremo i risultati. Mi piace parlare in pista”. All’evento, presente anche il compagno di staffetta Lorenzo Patta: “È stato più facile del previsto correre quella gara – ha confessato il velocista sardo – L’assenza di pubblico mi ha aiutato. Rimango calmo in pista e gestisco l’emozione in energia positiva. Ora ci sono tanti obiettivi importanti. Non vedo l’ora di tornare in pista, voglio puntare agli Europei e ai Mondiali.
Nel 2022 punterò sui 200, voglio fare gare individuali e non solo staffette”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sport: successi 2021 alla festa Aniene, conduce Pellegrini
Dalle medaglie di Tokyo agli Europei di calcio e al tennis
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
07 dicembre 2021
13:01
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Festa dei successo sportivi del 2021 azzurro, anche per il Circolo Aniene.
Domani all’Auditorium Parco della Musica di Roma è infatti prevista la premiazione dell’attività sportiva 2021 del Circolo.
‘Momenti di gioia.
Tanti. Aniene 2021’ è il titolo della festa che vedrà salire sul palco, presentati da Jacopo Volpi e Federica Pellegrini, stavolta nelle vesti di conduttrice, i campioni olimpici e paralimpici che a Tokyo hanno conquistato 11 medaglie, dall’oro di Caterina Banti nella vela a quello di Luca Mazzone nell’handbike. Del 2021 vanno ricordati tanti altri successi a cominciare da quello europeo dell’Italia del calcio guidata da Roberto Mancini, un altro socio dell’Aniene, alla finale di Wimbledon di Matteo Berrettini che, assente, invierà un saluto in video.
Federica Pellegrini verrà celebrata con un filmato per la sua straordinaria carriera.
La festa verrà allietata dalla musica scelta da Lorenzo Porzio, ieri canottiere medaglia di bronzo olimpica ad Atene 2004 e oggi direttore d’orchestra, che dirigerà i musicisti della Filarmonica Città di Roma e il gruppo di ottoni Abbrassh.
Intanto ieri sera l’Assemblea ordinaria del Circolo ha acclamato i nuovi soci onorari. Sono Caterina Banti, medaglia d’oro nella vela a Tokyo, Simona Quadarella, bronzo olimpico nel nuoto, e il campione paralimpico Luca Mazzone che a Tokyo ha vinto un oro e due argenti. L’assemblea ha inoltre nominato tre soci per meriti sportivi. Sono Gemma Triay, attuale numero 1 al mondo del padel, spagnola; Nicolò Martinenghi, il nuotatore che ai Giochi olimpici di Tokyo ha conquistato due medaglie di bronzo, e Daniele Lupo, giocatore di beach volley che vanta, tra i tanti titoli, la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pechino 22: confermata presenza Cina nell’hockey ghiaccio
Team troppo debole, padroni casa avevano pensato di rinunciare
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
ZURIGO
07 dicembre 2021
21:35
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’ultimo dubbio è sciolto: la Cina padrona di casa presenterà una sua rappresentativa di hockey ghiaccio maschile nel torneo dell’Olimpiade invernale che, tra meno di due mesi (dal 4 febbraio 2022), ospiterà a Pechino.

Ad annunciarlo è stata la federazione mondiale di questo sport, al termine di una riunione in cui si è discusso di questo argomento.
Il regolamento dei Giochi obbliga il paese ospitante ad essere presente in ogni disciplina, ma gli organizzatori temevano che la debolezza del loro team di hockey ghiaccio, n.32 del ranking mondiale, inserito in un girone di ferro con Usa, Canada e Germania, procurasse brutte figure e imbarazzi sia agli organizzatori stessi che a tutto il paese. Quindi avevano avanzato l’ipotesi che la Cina fosse presente solo nel torneo femminile, ma ora “il Consiglio dell’Iihf (la federazione mondiale ndr) ha stabilito di mantenere la decisione del 2018 di garantire comunque un posto alla Cina, che pertanto giocherà”, ha detto oggi il presidente della Iihf LucTardif. E questo anche se di fronte a loro i cinesi troveranno vari assi della Nhl, decisi a confermarsi tali anche contro chi li ospiterà.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Nuoto: la Iena Pellegrini, ‘in tanti in attesa mio disastro’
Monologo su Italia 1 ‘mi sono dovuta confrontare più con uomini’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
07 dicembre 2021
23:27
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Qui molte donne in queste settimane hanno parlato del proprio vissuto e delle proprie idee, e stasera tocca a me.
Io non mi sono mai sottratta al confronto: so di avere carattere, e non me ne vergogno.
Mi sono sempre battuta per ciò in cui credo, mi sono esposta ed ho difeso le persone che amo, pagandone le conseguenze. Fa parte del gioco.
Quindi ho accettato, ci ho pensato, e c’è una cosa che mi ha fatto riflettere in particolare: in tutti questi anni, in cui ho gareggiato contro le donne, perché mi sono dovuta confrontare molto più spesso con gli uomini? Uomini che mi aspettavano al varco sia che vincessi, sia che perdessi”. Comincia così il monologo di Federica Pellegrini, vestita di rosso e ospite, ma anche conduttrice per una sera, delle Iene su Italia 1, in cui la Divina del nuoto italiano parla, senza mezzi termini, agli uomini: a quelli che per tutta la sua vita sportiva l’hanno sempre sostenuta e agli altri che l’hanno sempre giudicata.
“Perché se cadi sei un’atleta finita, e se stai in piedi sei una principessa messa su un piedistallo – dice ancora Federica -. Piedistallo che, in ogni caso prima o poi paghi, perché se un uomo vince e ne va giustamente orgoglioso, è un bomber, se una donna vince e ne va giustamente orgogliosa, se la tira. Così stanno tutti in attesa del disastro, tipo “guardiamo dallo spioncino che succede”, che se va male usciamo sul pianerottolo a festeggiare. Uomini che giudicavano la mia vita privata, perché se sei un atleta maschio e hai delle relazioni sei un uomo di successo, se sei un’atleta donna e hai delle relazioni sei la mangiauomini. Come quel figlio di un allenatore di nuoto, che quando ho difeso il mio coach ha twittato “eh sì, è lui il tuo pene dell’anno”. Una finissima analisi sportiva…che poi mi chiedo, perché “il pene dell’anno”? È annuale, tipo il bollo della macchina?” “Uomini che a 16 anni, alla mia prima Olimpiade, quando ero alle prese con l’acne come tutte le adolescenti di questo mondo – sottolinea l’olimpionica di Pechino 2008 – in radio commentavano ‘sarà il testosterone’.
Quante risate…”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Australia con Usa, non invierà diplomatici a Pechino 2022
L’annuncio del premier Morrison
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
SYDNEY
08 dicembre 2021
00:24
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’Australia non invierà alcun rappresentante diplomatico alle Olimpiadi invernali di Pechino 2022.
Lo ha annunciato il primo ministro Scott Morrison unendosi al boicottaggio diplomatico statunitense dell’evento in segno di protesta contro la violazione dei diritti umani.

“L’Australia non farà un passo indietro dalla ferma posizione che ha preso in difesa dei suoi interessi e ovviamente non sorprende che non invieremo nostri rappresentanti ai Giochi”, ha detto Morrison.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’Australia e la Gran Bretagna non invieranno alcun rappresentante diplomatico alle Olimpiadi invernali di Pechino 2022.
Lo hanno annunciato i rispettivi primi ministri, Scott Morrison e Boris Johnson, unendosi al boicottaggio diplomatico statunitense dell’evento in segno di protesta contro le violazioni dei diritti umani.

“L’Australia non farà un passo indietro dalla ferma posizione che ha preso in difesa dei suoi interessi e ovviamente non sorprende che non invieremo nostri rappresentanti ai Giochi”, ha detto Morrison.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Basket: Nba; ok Lakers, Brooklyn vince a Dallas in rimonta
Tre partite nella notte. Successo esterno dei Knicks
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
08 dicembre 2021
10:14
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Tre le partite del campionato Nba giocate nella notte e tra i risultati spicca la vittoria dei Los Angeles Lakers contro i Boston Celtics 117-102 con i californiani trascinati da LeBron James (30 punti per lui) e dalla doppia doppia di Anthony Davis (17 punti e 16 rimbalzi) e dai 24 punti di Russell Westbrook.
Dall’altra parte, miglior marcatore dei Celtics è stato Jayson Tatum che ha messo a referto 34 punti e 8 rimbalzi.

Vittoria in trasferta, ed in rimonta, per i Brooklyn Nets, che espugnano Dallas. I Nets sotto di 17 punti, vincono 102-99 in casa dei Mavericks. Protagonisti della rimonta Kevin Durant (24 punti) e James Harden (23 punti, 12 assist e 9 rimbalzi).
Arriva in casa dei San Antonio Spurs il riscatto dei New York Knicks, reduci da tre sconfitte consecutive: i newyorkesi vincono 121-109. Miglior marcatore della serata RJ Barrett con 32 punti
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Tennis: Open Australia; 11 italiani in tabellone
Pubblicata l’entry list del primo Slam della stagione
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
08 dicembre 2021
22:55
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’Australian Open ha comunicato l’entry list maschile e femminile per il primo Slam della stagione 2022, in programma dal 17 al 30 gennaio.
Nove gli italiani ammessi nel tabellone di singolare maschile, due invece le azzurre nel torneo femminile. Già certi di un posto nel main draw Matteo Berrettini (numero 7 ATP), Jannik Sinner (n.10), Lorenzo Sonego (n.27), Fabio Fognini (n.37), Lorenzo Musetti (n.59), Gianluca Mager (n.62), Stefano Travaglia (n.78), Marco Cecchinato (n.100) e Andreas Seppi (n.102).
Nel singolare femminile, ammesse direttamente nel tabellone principale Camila Giorgi (numero 34 WTA) e Jasmine Paolini.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Golf: PGA Tour, QBE Shootout è sfida a coppie
In Florida difende il titolo il duo composto da English e Kuchar
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
08 dicembre 2021
10:45
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il PGA Tour di golf fa tappa a Naples, in Florida, per il QBE Shootout, torneo a coppie che vedrà in gara 24 concorrenti per un totale di 12 team.
Dal 10 al 12 dicembre al Tiburon Golf Course sarà sfida avvincente nell’ultimo evento del 2021, con il massimo circuito americano che poi tornerà protagonista dal 6 al 9 gennaio con il Sentry Tournament of Champions in programma alle Hawaii.

In Florida sarà il duo composto dagli americani Matt Kuchar/Harris English difendere il titolo conquistato nel 2020.
Tre i loro successi in questo appuntamento (il primo è arrivato nel 2013, il secondo nel 2016), con i due statunitensi che inseguono il poker. Tra gli sfidanti più accreditati nella lotta al titolo ecco poi Sam Burns/Billi Horschel, Jason Kokrak/Kevin Na, gli australiani Jason Day/Marc Leishman. E ancora: Sean O’Hair/Will Zalatoris. In campo anche una proette, Lexi Thompson (ormai una habitué di questa gara), che farà coppia con Bubba Watson. L’evento si disputerà sulla distanza di 54 buche.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pechino 2022: anche Gb annuncia boicottaggio diplomatico
Lo ha annunciato Boris Johnson
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
LONDRA
08 dicembre 2021
13:54
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Dopo gli Usa e l’Australia, anche la Gran Bretagna ha deciso di boicottare le Olimpiadi invernali di Pechino 2022.
Lo ha annunciato il primo ministro Boris Johnson.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pugilato: torna Turchi, sabato a Milano sfida Obradovic
Fighter fiorentino salirà sul ring nell’ambito di Ring Roosters
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
08 dicembre 2021
15:59
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Importante novità per l’11/a edizione di ‘Ring Roosters’ di sabato all’MGM di Milano: lo sfidante ufficiale al titolo europeo dei pesi massimi leggeri Fabio Turchi (19 vittorie, 13 prima del limite, 1 sconfitta ai punti per decisione non unanime) combatterà contro il serbo Vukasin Obradovic (6-18-1) sulla distanza delle 6 riprese.

Negli ultimi due incontri, all’Allianz Cloud di Milano negli eventi organizzati da Opi Since 82-Matchroom-DAZN, Fabio Turchi ha conquistato i titoli di campione internazionale IBF e campione dell’Unione Europea superando ai punti il lettone Nikolajs Grisunins ed il francese Dylan Bregeon.
“Per noi è un onore avere Fabio Turchi nel nostro evento – commenta Francis Rizzo, organizzatore di ‘Ring Roosters’ – e questo è possibile grazie alla collaborazione con l’Opi Since 82 della famiglia Cherchi e l’Opi 82 SSD di Alessandro Cherchi. Fabio è un professionista affermato, lo sfidante ufficiale al titolo europeo. ‘Ring Roosters’ è nato per dare ai giovani pugili la possibilità di combattere spesso, fare esperienza e costruirsi un record che permetta loro di scalare la classifica della Federazione Italiana e diventare campioni nazionali, ma avere uno come Fabio Turchi è un’opportunità che non potevo lasciarmi sfuggire”.
Sulla stessa lunghezza d’onda Fabio Turchi: “Sono felice di combattere a Ring Roosters – dice il pugile fiorentino – perché ho bisogno di salire sul ring e sarà il mio quarto match a Milano dopo quelli al teatro Principe ed allo storico PalaLido.
Mi sto allenando da settembre perché avrei dovuto difendere il titolo dell’Unione Europea, ma quando l’Ebu mi ha nominato sfidante ufficiale del campione in carica Chris Billam Smith ho deciso insieme alla famiglia Cherchi di abbandonare il titolo dell’Unione Europea per concentrarmi sulla più importante sfida che dovrebbe concretizzarsi nei primi mesi del prossimo anno. Ho visto combattere Chris Billam Smith e lo considero un ottimo pugile ma battibile. Ma per il momento mi concentro sulla sfida contro Vukasin Obradovic. Gli avversari facili non esistono e sabato dovrò salire sul ring al 100%”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Rugby: XV dell’anno donne, c’è l’italiana Beatrice Rigoni
Federazione internazionale nomina azzurra fra migliori mondo
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
08 dicembre 2021
16:19
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La nazionale italiana di rugby maschile perde colpi, e colleziona sconfitte, quella femminile, invece, continua a progredire e a meritare attenzione.
Così oggi arriva anche la ‘nomination’ da parte di ‘World Rugby’, ente mondiale della palla ovale, di Beatrice Rigoni, centro azzurro, 26 anni e 49 presenze nell’Italrugby femminile, nel XV ideale dell’anno, il ‘Dream Team 2021′ di cui fanno parte anche 6 giocatrici francesi, 5 inglesi, una gallese, una neozelandese e una canadese.

E’ un riconoscimento che arriva a conclusione di un anno importante per il rugby femminile italiano che ha vissuto il suo momento più alto con la qualificazione delle azzurre ai Mondiali del prossimo anno in Nuova Zelanda, dopo aver vinto il torneo delle qualificazioni giocato al Lanfranchi di Parma lo scorso settembre 2021 contro Scozia, Irlanda e Spagna.
Beatrice Rigoni, veneta di Abano Terme, ex Petrarca Padova e poi Valsugana con cui ha vinto tre scudetti, ha già partecipato a un’edizione dei Mondiali, quella del 2017 in Irlanda, ed è uno dei pilastri della squadra del ct Andrea Di Giandomenico, essendo scesa in campo dal primo minuto nelle ultime 17 gare disputate. In maglia azzurra ha messo insieme 73 punti segnando 12 mete, due delle quali decisive nella vittoria contro la Scozia per 41-20 a Glasgow nel 6 Nazioni donne 2021.
“Sono davvero emozionata nel ricevere questo riconoscimento che arriva a conclusione di un anno difficile quanto importante per la Nazionale Femminile – il commento dell’azzurra dopo la ‘nomination’ -, che è riuscita a centrare per la seconda volta consecutiva la qualificazione alla Rugby World Cup. E’ un premio che voglio condividere con tutte le mie compagne: senza il loro sostegno, e quello dello staff, probabilmente non sarei la giocatrice che sono ora”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Celebrati a Napoli i 75 anni dell’Ussi
Riconoscimenti a campioni dello sport, dirigenti e giornalisti
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
08 dicembre 2021
16:44
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il racconto dello sport tra campioni, dirigenti e giornalisti.
L’Ussi, l’Unione Stampa Sportiva Italiana, ha festeggiato a Napoli – dopo la manifestazione del mese scorso a Genova – i suoi 75 anni di vita.
Con la festa tenutasi sulla MSC Fantasia, Ussi Campania ha inteso celebrare gli aspetti più puri dello sport accoppiando campioni di oggi, come Luca Curatoli medaglia d’argento a Tokyo nella sciabola a squadre a quelli intramontabili di ieri dai fratelli Franco e Pino Porzio a Pino Maddaloni, Davide Tizzano, Patrizio Oliva e ancora Pina Napoletano capitano della pluriscudettata Jomi Salerno nella pallamano femminile. Premiati anche il presidente del Basket Napoli, Federico Grassi e Valentino de Feo che insegna ancora atletica ad 85 anni. A Vincenzo Boni campione paralimpico nel nuoto il riconoscimento per l’impegno del Cip.
Per gli sport emergenti premio a Luigi Carraro presidente dell’associazione internazionale Padel. A Corrado Ferlaino il premio intitolato a Giampiero Galeazzi. Per il calcio riconoscimento a Mauro Vladovich, coordinatore del Club Italia e all’allenatore Massimo Rastelli. E ancora al presidente nazionale del settore Giovanile e Scolastico Vito Tisci. Tra i dirigenti sportivi premio a Sergio Roncelli a capo del Coni Campania. Tra i premiati don Patrizio Coppola fondatore della Università WHei-Iudav. Premi a numerosi giornalisti con riallaccio a indimenticati maestri, orgoglio di una scuola autentica che ha avuto in Romolo Acampora (targa Riccardo Cassero) Antonio Corbo (memorial Antonio Ghirelli) Massimo Corcione (dedica a Giuseppe Pacileo ) Enzo Casciello (targa Nicola Fruscione) Antonio Giordano (memorial Nino Masiello), Gianluca Vigliotti (dedica a Lello Barbuto) Francesco De Luca (targa Francesco Degni) Ciro Fusco (memorial Mario Siano), a Mario Zaccaria la targa Carlo Iuliano, storico addetto stampa del Napoli e giornalista. Premi speciali al più longevo corrispondente estero con particolare attenzione allo sport Dundar Kesapli e al presidente dell’Aips Gianni Merlo con il presidente della sezione Europa Charles Camenzuli.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Verstappen: ‘Voglio concludere anno nel miglior modo possibile’
Domenica Gp ad Abu Dhabi assegna Mondiale, olandese ci crede
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
08 dicembre 2021
18:11
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Sono entusiasta di essere di nuovo ad Abu Dhabi.
La gara dell’anno scorso non è un buon riferimento in quanto ci sono stati molteplici fattori che hanno contribuito al risultato.
Nelle ultime gare ci è mancato un po’ di ritmo, ma speriamo che non sarà così questo fine settimana. Il circuito di Yas Marina ha subito alcune modifiche e ora la pista è molto più veloce”.
In vista della grande sfida di domenica, il gp di Abu Dhabi che assegnerà il Mondiale piloti di F1 a uno fra Lewis Hamilton e Max Verstappen, attualmente a pari punti in classifica, l’olandese della Red Bull si lascia andare a una riflessione su ciò che lo aspetta. “Dicevo che la pista è più veloce – spiega Verstappen – e sarà interessante vedere come influenzerà l’assetto della vettura. È molto importante avere una buona qualifica ad Abu Dhabi, quindi speriamo di poterlo fare”. Di sicuro, comunque vada, il 2021 rimarrà un anno da ricordare.
“Abbiamo realizzato molte vittorie e vissuti bei momenti quest’anno – ammette il ‘figlio d’arte’ olandese – e siamo stati molto più competitivi in generale rispetto agli anni precedenti. Quindi, come squadra, possiamo essere molto contenti e orgogliosi di ciò che abbiamo ottenuto in questa stagione. Siamo a pari punti e so che come squadra daremo tutto per vincere questo campionato”. Quella di domenica secondo Verstappen “sarà una gara entusiasmante e vogliamo concludere la stagione nel miglior modo possibile”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Golf: Olesen è innocente, cadono accuse di molestie
Il danese scagionato, scoppia in lacrime dopo la sentenza
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
08 dicembre 2021
18:34
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Thorbjorn Olesen è stato dichiarato non colpevole dall’ Aldersgate House Nightingale Court di Londra.
Per il golfista danese, accusato di violenza sessuale nei confronti di una donna su un aereo da Nashville a Londra per fatti risalenti al luglio 2019, è stato scagionato.
Vincitore della Ryder Cup nel 2018 a Parigi, Olesen dopo la lettura della sentenza è scoppiato in lacrime. Per lui è la fine di un incubo.
Cadono così le pesanti accuse rivolte di molestie, con il danese che ora potrà tornare a pensare solo al campo. Mettendosi alle spalle una vicenda dolorosa che ha destato stupore e che gli aveva provocato anche una sospensione da parte dell’European Tour (oggi DP World Tour), poi revocata.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Auto:Roccaraso snow driving accende motori, unico centro-sud
Primi giri con Matilde Brandi, pista adatta guida con disabilità
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
08 dicembre 2021
19:43
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Accende i motori il primo e unico circuito automobilistico sulla neve del centro-sud Italia.
Dopo mesi di preparativi apre ufficialmente il Roccaraso Snow Driving, circuito pensato per addestrare principianti ed esperti alla guida in condizioni estreme.
L’altopiano dell’Aremogna è stato scenario di una cerimonia inaugurale in grande stile, sotto gli occhi divertiti di stampa, curiosi e con una madrina d’eccezione: Matilde Brandi. “E’ davvero uno spettacolo essere qui – ha detto la showgirl – guidare sulla neve è divertentissimo: un qualcosa di unico, checi consente di guidare al meglio e in sicurezza in ogni condizione. Con le giuste direttive degli istruttori si acquisisce una maggiore capacità di controllo del mezzo e questo è fondamentale”. Dopo l’apertura del cancello del circuito abruzzese, gesto simbolico rappresentante del più classico taglio del nastro, si è lasciato spazio agli istruttori, che da grandi professionisti prima di scendere in pista hanno dedicato diverso tempo alla teoria, riunendo tutti i presenti in sala tecnica. “Il Roccaraso Snow Driving – ha spiegato Marco Interrante, direttore della Scuola italiana Guida Sicura e Sportiva – è una novità brillante, centro di assoluta eccellenza e innovazione in Italia.E’ fondamentale fare un corso di guida sicura su questo tracciato per affrontare al meglio l’inverno. La pista lunga 700 metri presenta una variante alternativa, a seconda che si voglia testare maggiormente l’accelerazione o il controllo della trazione in curva. A circa 1450 metri di quota ed è adatta sia per la guida diurna che notturna, grazie ad un moderno impianto di illuminazione e mezzi speciali per il compattamento della neve. In caso di mancanza di neve è possibile usare quella artificiale e comunque il circuito funzionerà tutto l’anno anche come tracciato sullo sterrato. Alfa Romeo, Subaru, Audi e BMW sono solo alcuni dei marchi delle vetture a disposizione nel parco auto a Roccaraso, con una specifica sezione dedicata alla guida con disabilità. “Teniamo tantissimo al tema dell’inclusione e vogliamo che la nostra pista sia a disposizione di tutti e tutte – ha spiegato Albert Colajanni, pilota e fondatore dello Snow Driving – Siamo aperti finalmente”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pechino 2022: Cina, Usa e alleati pagheranno un prezzo
Anche Gran Bretagna e Canada per il boicottaggio diplomatico
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
09 dicembre 2021
09:59
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La Cina ha avvertito Stati Uniti, Australia, Gran Bretagna e Canada che si pentiranno di aver deciso di lanciare un boicottaggio diplomatico congiunto contro delle imminenti Olimpiadi di Pechino 2022.
“L’uso da parte di Stati Uniti, Australia, Gran Bretagna e Canada della piattaforma olimpica per la manipolazione politica è impopolare e autoisolante, e inevitabilmente porterà a pagare il prezzo per le loro azioni illecite”, ha affermato il portavoce del ministero degli Esteri Wang Wenbin, nel suo briefing.
“Lo sport non ha nulla a che fare con la politica. I Giochi non sono un palcoscenico per atteggiamenti politici”, ha aggiunto.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Nba: ko Brooklyn con Houston, Jokic ne fa 39
Miami batte Milwaukee, Golden State rullo compressore
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
09 dicembre 2021
11:16
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Continua a stupire Houston: i Rockets hanno ottenuto contro i Brooklyn Nets (114-104) il settimo successo di fila dopo una lunga serie di sconfitte consecutive in questa prima parte di stagione.
Nella notte un super Nikola Jokic da 39 punti, 11 assist e 11 rimbalzi ha portato alla vittoria all’overtime dei Denver Nuggets sui New Orleans Pelicans (120-114).
I Miami Heat superano i Milwaukee Bucks (113-104) con un Caleb Martin che ottiene il suo massimo in carriera (28 punti). Ottengono la 21/a vittoria su 25 partite giocate i Golden State Warriors, superando per 104-94 i Portland Trail Blazers, alla settima sconfitta nelle ultime otto gare.
Con i 24 punti di Darius Garland e i 16 con 9 rimbalzi di Evan Mobley i Cleveland Cavaliers hanno superato Chicago per 115-92. Ai Bulls è pesata l’assenza di quattro giocatori causa Covid, tra i quali DeMar DeRozan. Ottengono il 16/o successo di fila i Philadelphia 76ers, superando per 110-106 i Charlotte Hornets con un Joel Embiid da 32 punti. Gli Indiana Pacers hanno battuto per 122-102 i New York Knicks, dominando la gara dall’inizio grazie ai 23 punti di Chris Duarte, ai 22 di Myles Turner e ai 21 con 11 rimbalzi e 5 assist di Domantas Sabonis. A meno di dieci secondi dalla sirena Mike Muscala infila la tripla che sancisce il sorpasso di Oklahoma City sui Toronto Raptors (110-109), la seconda vittoria consecutiva per i Thunder.
Vittoria all’overtime per i Washington Wizards contro i Detroit Pistons (119-116) grazie ai 26 punti di Kyle Kuzma e ai 25 di Bradley Beal. Contro i Memphis Grizzlies i Dallas Mavericks sono tornati al successo (per 104-96) dopo tre sconfitte consecutive grazie anche a un Luka Doncic da 26 punti e 8 rimbalzi. I Los Angeles Clippers battono per 114-111 i Boston Celtics pur senza Paul George (infortunato) e grazie a un super Brandon Boston Jr.
da 27 punti e 4 recuperi. Quinta vittoria consecutiva per gli Utah Jazz che hanno avuto vita facile con i Minnesota Timberwolves (136-104) grazie anche a un Donovan Mitchell da 36 punti. I Sacramento Kings provano ad avvicinarsi alla zona playoff superando gli Orlando Magic per 142-130, con un De’Aaron Fox da 33 punti.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Mattarella riceve federazione motociclistica, anche Rossi e Bagnaia
Il capo dello Stato ha ricevuto una delegazione della Federazione Motociclistica Italiana con i campioni del mondo 2021 vincitori delle competizioni a squadre nazionali
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
09 dicembre 2021
11:49
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella – si legge in una nota – ha ricevuto nel pomeriggio al Quirinale una delegazione della Federazione Motociclistica Italiana con i campioni del mondo 2021 vincitori delle competizioni a squadre nazionali.
Dopo gli interventi del Presidente del CONI, Giovanni Malagò e del Presidente di Federmoto, Giovanni Copioli, il Presidente Mattarella ha rivolto un indirizzo di saluto. Erano presenti, tra gli altri, i piloti Valentino Rossi, Antonio Cairoli e Francesco Bagnaia.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Credito sportivo: accordo con Asi per crescita sport di base
Abodi, ‘gioco di squadra indispensabile per sistema sport’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
09 dicembre 2021
11:56
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’Istituto per il credito sportivo (Ics), banca sociale per lo sviluppo sostenibile dello sport e della cultura, e Associazioni sportive e sociali italiane (Asi) hanno sottoscritto oggi, per la prima volta nella loro storia, un protocollo d’intesa che dà seguito al percorso di collaborazione intrapreso tra l’Ics e gli enti di promozione sportiva nazionali.
L’accordo, di durata triennale, offre la possibilità a tutte le realtà affiliate ad Asi di potere usufruire di prodotti dedicati, a partire dal Mutuo Light 2.0, per finanziamenti da 10.000 fino a 60.000 euro garantiti dal Fondo di garanzia e da una lettera di referenza dell’ente che, a sua volta e insieme alle sue articolazioni territoriali, potrà aderire a iniziative come ‘Valore sport per tutti’, per investimenti fino a 3.000.000 di euro relativi alla realizzazione, riqualificazione, messa a norma, abbattimento barriere architettoniche e sensoriali ed efficientamento energetico di impianti sportivi, compreso l’acquisto delle relative aree, a tassi d’interesse completamente abbattuti grazie all’intervento del Fondo Contributi Interessi convenzionato con l’Istituto.
Asi (già Alleanza sportiva italiana) è uno tra i più rappresentativi enti di promozione sportiva che, oltre alla sede nazionale, è strutturato con 132 sedi territoriali, 80 Settori tecnici-sportivi e più di 5.000 operatori e collaboratori presenti in tutte le regioni. “Un accordo importantissimo per le nostre realtà sul territorio che hanno sofferto e stanno ancora soffrendo a seguito della pandemia”, ha spiegato il presidente di Asi, Claudio Barbaro. Il presidente dell’Istituto per il credito sportivo, Andrea Abodi, nel ribadire il ruolo fondamentale degli enti di promozione nell’implementazione della pratica sportiva, ha rimarcato come “l’Asi, sin dal 1994, ha dato un contributo estremamente importante a questo grande lavoro di promozione sociale”. Si tratta, ha aggiunto, di “un gioco di squadra, quello tra Ics e gli organismi sportivi, che alimenta positivamente la cultura della collaborazione, indispensabile viatico del quale il sistema sport ha bisogno in ogni sua articolazione, per affrontare in modo virtuoso le difficoltà del presente e le opportunità del futuro”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Accordo con Abu Dhabi, Gp fino al 2030
Circuito di Yas Marina ospita gare dal 2009
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
09 dicembre 2021
12:18
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
In vista del Gran Premio di Abu Dhabi che questo fine settimana concluderà la stagione e assegnerà il titolo a Lewis Hamilton o Max Verstappen, la Formula 1 ha annunciato di aver rinnovato il contratto con l’Abu Dhabi motorsports management per mantenere la gara in calendario fino al 2030 compreso.

Il circuito di Yas Marina, nel programma di F1 fin dal 2009, è stato riconfigurato prima della gara di quest’anno, in particolare in tre aree: la curva 7, l’inizio della curva 11 e della curva 17.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Amélie Mauresmo, prima donna a dirigere il Roland-Garros
L’ex numero uno del mondo prende il posto di Guy Forget. Incarico fino al 2024
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
09 dicembre 2021
16:56
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Amélie Mauresmo, ex numero uno del mondo, è stata nominata direttore del Roland-Garros, prima donna della storia a ricoprire questo incarico.
Va a sostituire Guy Forget.
“Siamo molto felici di annunciare che Amélie Mauresmo sarà il nuovo direttore del Roland-Garros almeno fino al 2024” ha annunciato il presidente della Federazione francese di tennis (FFT) Gilles Moretton. È un grande “orgoglio”, ha commentato Mauresmo, che si è detta “onorata” di prendere la direzione della Major su terra battuta.
Guy Forget, che ha diretto il Roland-Garros dal 2016 e il Masters 1000 di Parigi dal 2012, era in scadenza di contratto a fine 2021 e martedì ha rifiutato le offerte della FFT. Il nuovo direttore del torneo indoor di Bercy sarà annunciato “all’inizio del 2022”, ha aggiunto Moretton:

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

F1: Abu Dhabi; Hamilton-Verstappen, duello sul filo
Gran finale negli Emirati,il mondiale si decide all’ultima curva
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
09 dicembre 2021
14:08
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Un mese fa, il Mondiale di Formula 1 sembrava in mano a Max Verstappen.
Poi, in Brasile, il cambio motore di Lewis Hamilton ha stravolto tutto.
Così il Circus si trova davanti al finale di stagione più bello di sempre. Ad Abu Dhabi, i due rivali partiranno con lo stesso numero di punti, anche se il pronostico pende nettamente verso il sette volte campione: i betting analyst di SNAI vedono il titolo numero otto di Hamilton a 1,50, mentre si gioca a 2,50 la vittoria di Verstappen. Per il Mondiale costruttori c’è solo la Mercedes, data 1,03, mentre la Red Bull è a 9,00.
Dopo la grande rimonta, il britannico è ovviamente favorito anche per l’ultimo Gran Premio dell’anno, nel quale un suo successo si gioca a 1,75. Segue sempre Verstappen, che con il primo posto si garantirebbe il titolo: per lui, la vittoria a Yas Marina è in quota a 2,50. Lontani gli altri: Valtteri Bottas è proposto a 12, mentre le due Ferrari di Charles Leclerc e Carlos Sainz sono rispettivamente a 50 e 75. Per le qualifiche, una pole di Hamilton si gioca a 1,85, segue Verstappen a 2,50, con Bottas a 5,50.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Qhubeka scompare da World Tour, si torna a 18 squadre
Per squadra sudafricana correvano anche Aru e Nizzolo
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
09 dicembre 2021
15:03
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La squadra Qhubeka, già in difficoltà finanziarie, scompare dal gruppo del World Tour 2022 che tornerà a 18 formazioni, il suo formato originale.

L’iscrizione del team sudafricano è stata rifiutata dall’Uci, che oggi ha pubblicato l’elenco delle squadre selezionate dopo aver esaminato i vari criteri (etici, finanziari, amministrativi, organizzativi).
Le 18 squadre di prima divisione sono automaticamente qualificate per tutti gli eventi del calendario World Tour, cioè le più grandi gare della stagione, come la belga Alpecin e la francese Arkea-Samsic, primi due team della seconda divisione del ranking mondiale, che avranno così accesso a Tour de France, Giro e Vuelta. Il terzo, il team francese TotalEnergies, è invitato al WorldTour per una giornata nel 2022.
Qhubeka, creata nel 2008, ha partecipato sei volte al Tour de France e ha vinto sette tappe. Il gruppo sudafricano è presente ai massimi livelli mondiali dal 2016 e quest’anno contava 27 corridori in rosa. Se Fabio Aru ha preferito interrompere la sua carriera, Giacomo Nizzolo si è unito alla squadra Israel Sn e il belga Victor Campenaerts alla Lotto.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Abu Dhabi; Verstappen, incidente in gara? Penso al GP
Hamilton: “Non spreco energie per ciò che non posso controllare”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
09 dicembre 2021
15:08
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Un mondiale di Formula 1 deciso da un contatto che coinvolga i due protagonisti.
In vista di Abu Dhabi è una eventualità da prendere in considerazione, ma che al momento non occupa i pensieri di Max Verstappen e Lewis Hamilton.

“I media ne parlano – ha assicurato in conferenza stampa il pilota della Red Bull – ma come pilota non ci penso. Io so solo che domenica cercherò di vincere”.
“Condivido – ha aggiunto Hamilton, per una volta d’accordo con l’acerrimo rivale – Non spreco energie a parlare di ciò che non posso controllare”. “Al momento lo sento un mondiale come un altro, non mi considero il campione a inizio stagione – ha aggiunto – ma come uno che lotta per il titolo. Infatti corro sempre con il n.44”.
I due arrivano all’ultimo atto a pari punti, ma l’olandese della Red Bull ha vinto una gara in più e se chiudessero così sarebbe campione per la prima volta. Altrimenti sarà Hamilton a fregiarsi dell’ottavo titolo, traguardo mai raggiunto prima.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Basket: Messina,infastidito da voci, spero conferma a Milano
‘Io prossimo ct Italia? Voglio mantenere fiducia di Armani’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
09 dicembre 2021
15:55
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Ettore Messina è “infastidito” per le voci che lo vedrebbero come ct dell’Italia dopo l’Europeo del 2022 e evidenzia come la sua speranza sia quella di “meritarsi a fine stagione la conferma della fiducia dal signor Armani e dal presidente Dell’Orco”.
“Sono infastidito – spiega il coach di Milano – che dopo 30 anni di carriera ci sia qualcuno capace di ipotizzare che io possa programmare di portar via con un anno d’anticipo il posto ad un collega come Sacchetti che ha fatto un grande risultato portando l’Italia alle Olimpiadi e che farà bene anche in futuro.
Il mio obiettivo è meritarmi la conferma a Milano”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Auto: Aci-Rally Italia Talent 2021, scatta il gran finale
Sul circuito di Busca,già aperte le iscrizioni per edizione 2022
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
09 dicembre 2021
16:00
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
E’ l’ora del gran finale per l’ACI Rally Italia Talent 2021.
Da martedì 7 a oggi giovedì 9 dicembre il Kart Planet del Circuito Internazionale di Busca, in provincia di Cuneo, ospita le semifinali e le finali dell’ottava edizione della manifestazione dedicata ai motori.
Dopo nove selettive regionali, gli esaminatori dell’Organizzazione hanno convocato sulla pista piemontese i 245 più validi aspiranti rallisti individuati durante la fase preliminare.
Nella prima delle tre giornate si è svolta in prova unica la finale dei 65 navigatori selezionati. L’8 dicembre è andata in scena la semifinale dei piloti, cui sono ammesse 160 persone, 20 per ciascuna delle otto categorie previste dal regolamento (Under 16, Under 18, Under 23, Under 35, Over 35, Femminile, Licenziati Aci Sport e Non Licenziati Aci Sport).
I driver si sfidano al volante di Suzuki Swift Sport Hybrid, Auto Ufficiale della manifestazione, per guadagnarsi l’ingresso in finale, che si disputerà il giorno successivo, alla quale accederanno solo in 40, i migliori cinque di ogni classe.
Le ultime sfide a bordo della hot hatch di Hamamatsu faranno emergere gli otto piloti vincitori di ACI Rally Italia Talent 2021 che, assieme ad altrettanti navigatori, potranno coronare il sogno di partecipare ad una gara dei Campionati o dei Trofei titolati ACI Sport tra le fila del Team di Rally Italia Talent.
Oggi giovedì 9 dicembre si terrà anche la finale di Rally Italia Talent Ability, che vedrà 20 persone con disabilità affrontare le prove di destrezza con una Suzuki Swift a cambio robotizzato modificata dalla piemontese HandyTech con comandi speciali. In questo caso per i più valenti c’è in palio un corso di perfezionamento a cura degli Esaminatori di Aci Rally Italia Talent, sempre su una vettura allestita ad hoc.
Un grande successo, specie tra i giovani: con la manifestazione che volge al termine, è possibile stilare un bilancio della stagione 2021 e questo non può che essere molto positivo. ACI Rally Italia Talent ha raggiunto quota 7.682 iscritti.
Sono aperte le iscrizioni sul sito http://www.rallyitaliatalent.it.

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Leclerc, stagione della Ferrari in costante progresso
Sainz: “Miglior anno in carriera, come pilota e come persona”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
09 dicembre 2021
16:57
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’ultima gara della stagione è alle porte e Carlos Sainz e Charles Leclerc nel paddock della pista di Abu Dhabi hanno incontrato i media prima di andare a scoprire le modifiche apportate alla pista di Yas Marina nel track walk.

Il primo a parlare è stato Leclerc che intende concludere il campionato portandosi a casa il quinto posto nel mondiale piloti: “La lotta con Lando (Norris, McLaren) è ancora molto aperta.
Chiaramente mi farebbe piacere riuscire a rimanere quinto, ma più di tutto mi interessa divertirmi. È stata una stagione intensa, che ci ha visto progredire costantemente e la rincorsa al terzo posto che si è concretizzata nella parte finale dell’anno, credo ne sia la dimostrazione”.
Poi sarà 2022: “Avremo un assaggio nei test della settimana prossima – ha affermato il monegasco – e non vediamo l’ora di tuffarci in questa nuova avventura”.
Sainz ha ripercorso la sua prima stagione con la Scuderia Ferrari: “Direi che è stato il miglior anno della mia carriera, sia dal punto di vista della crescita come pilota che come persona, perché mi sono trovato a vivere un’avventura completamente diversa da tutte le precedenti, nel team più storico della Formula 1 e con molta più pressione”. “Sono migliorati l’affiatamento con la squadra e la conoscenza della vettura – ha continuato lo spagnolo – che è aumentata e nelle ultime gare ha raggiunto un ottimo livello. Voglio godermi quest’ultimo weekend del 2021 e chiudere con un bel risultato, magari provando anche a fare un pensierino al quinto e al sesto posto in classifica”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Nuoto, arrestato l’olimpionico Agnel. E’ accusato di abusi su un minore
Il ventinovenne conquistò due ori a Londra nel 2012. Per l’accusa i fatti risalgono a 2016
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
15:59
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Yannick Agnel, 29enne olimpionico di nuoto (a Londra 2012 vinse due ori) è stato arrestato a Mulhouse nell’ambito di un’inchiesta per “violenze e abusi sessuali su un minore di 15 anni”, secondo quanto hanno fatto sapere fonti delle forze dell’ordine locali.

Agnel è stato “fermato a Parigi e portato in stato di arresto a Mulhouse”, ha spiegato il procuratore della Repubblica di quest’ulltima città, Edwige Roux-Morizot.
I fatti risalgono “più o meno al 2016″. Sempre in quel periodo Agnel venne cacciato al club del quale faceva parte.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Vela: da Hallowing Cup alla Jacques Vabre a ‘L’Uomo e il Mare’
Rubrica Raisport dedicata a giovanissimi e alle regate oceaniche
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
09 dicembre 2021
21:31
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Dalla vela riservata ai giovanissimi patiti del windsurf e del foiling sulla tavola, alla sfida dei grandi orizzonti che appassiona i patiti delle regate oceaniche.

Così la consueta Rubrica ” L’Uomo e il Mare ” , curata e condotta da Giulio Guazzini, in onda questa sera alle 21.50 su Raisport +HD, dedicherà in apertura ampio spazio al Campionato Mondiale giovanile della classe Tekno 293 con interviste e immagini della manifestazione disputata a Torbole, sul Lago di Garda, riscuotendo un grande successo oltre a raccogliere un numero record di partecipanti.
Insieme al mondiale della tavola, organizzato dal Circolo surf Torbole, anche la cronaca della Hallowing Cup che ha visto sempre nelle acque dell’ alto Garda, nonostante il freddo e la pioggia, confrontarsi una nutrita flotta di piccoli lupi di mare a bordo delle inconfondibile imbarcazioni classe Optimist.
In fine la grande altura con la cronaca della Jacques Vabre , la celebre regata oceanica che ha visto il navigatore italiano Giancarlo Pedote chiudere al 6 to nell’agguerrita classe IMOCA.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Simone Biles Atleta dell’anno per ‘Time’
La motivazione: ‘Ha fatto il passo straordinario di dire basta’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
15:06
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Simone Biles è stata nominata atleta dell’anno dalla rivista ‘Time’.
Motivo del riconoscimento assegnato dalla celebre testata con sede a Manhattan è che la Biles, “con gli occhi del mondo puntati su di sé, fece il passo straordinario di dire: basta”.
Il riferimento è ai Giochi di Tokyo, quando la ginnasta, a gare in corso e motivando il ritiro dalle finali di varie specialità, parlò dei propri “demoni interiori”, ovvero disturbi d’ansia e i “twiestis”, improvvisi blocchi mentali che le facevano perdere l’orientamento durante gli esercizi, e spiegò di volersi concentrare “sulla salute mentale e il mio benessere”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pechino 2022: voli charter per portare gli atleti ai Giochi
Comitato organizzatore, ‘situazione pandemia grave e complicata’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
10 dicembre 2021
07:47
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Le Olimpiadi invernali di Pechino 2022 vedranno in gran parte voli temporanei e charter da città come Tokyo, Parigi, Singapore e Milano per portare gli atleti ai Giochi a causa delle restrizioni di viaggio in Cina, nel mezzo delle misure per contenere la diffusione del Covid-19.

“La variante Omicron è stata rilevata in più di 50 paesi, secondo i dati dell’Oms, e la situazione di prevenzione e controllo della pandemia è ancora grave e complicata”, ha affermato Zhang Liang, funzionario del Comitato organizzatore di Pechino 2022, nel corso di una conferenza stampa.

I Giochi invernali, il cui inizio è previsto per il 4 febbraio, si baseranno su voli charter e temporanei per portare atleti, media e altri partecipanti alle Olimpiadi, con voli commerciali come supplemento, ha chiarito Zhang.
Gli atleti e gli altri partecipanti dovranno arrivare esclusivamente all’aeroporto internazionale di Pechino Capital prima di entrare, dopo aver superato gli appositi controlli sanitari, in un circuito chiuso strutturato su tre bolle e rigorosamente isolato dalle altre parti della Cina. Una volta entrati si potrà uscire solo per la partenza da Pechino con la documentazione sanitaria idonea ed esito negativo dei test al Covid-19. Zhang ha aggiunto che le compagnie aeree cinesi e quelle straniere parteciperanno all’organizzazione dei voli charter e temporanei, assicurando che “durante il periodo di punta dei Giochi ci saranno in media almeno 15 arrivi e 13 partenze al giorno”.
La Cina ha introdotto rigidi limiti ai voli internazionali nel Paese, avendo adottato la politica della ‘tolleranza zero’ contro il Covid-19.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Coppa America,Prada: Noi sponsor non prima conoscere sede e date
“Solo allora si deciderà su rinnovo accordo con New Zealand”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
09:42
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Per il momento Prada ha esercitato unicamente il proprio diritto di negoziare un possibile rinnovo del ‘naming and sponsorship agreement’, non appena il luogo e le date della 37/a America’s Cup saranno annunciate”.
Lo precisa la stessa Prada, relativamente alle presunte dichiarazioni alla stampa di Grant Dalton, ceo di Emirates Team New Zealand, detentore dell’America’s Cup di vela, secondo cui era già concluso un accordo di sponsorizzazione di Prada in qualità di ‘naming and sponsorship’ della 37/a edizione dell’ambito trofeo, I neozelandesi, finora, si sono limitati a rivelare i termini del regolamento e la stazza delle barche che verranno utilizzare per la competizione, riservandosi di rivelare in futuro – com’è loro diritto – la sede e le date delle sfide per assegnare il trofeo.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Nba: ko Lakers a Memphis, super LeBron James non basta
Sesta vittoria di fila per Memphis, San Antonio supera Denver
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
15:55
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la debacle con Dallas, Memphis in casa ritrova il successo grazie a una vittoria contro i Lakers (108-95) costruita nel secondo tempo.
Con Ja Morant assente per infortunio ed entrato anche nel protocollo Covid-19, i Grizzlies si sono affidati a Jaren Jackson Jr.
(25 punti) e a Desmond Bane (23). Alla franchigia d Los Angeles non sono bastati i 20 punti e 10 rimbalzi di un super LeBron James che ha messo a segno la 100/a tripla doppia in carriera.
Utah conquista il sesto successo consecutivo superando Philadelphia (118-96) e rafforzando la sua terza posizione a Ovest. I Jazz hanno portato otto giocatori in doppia cifra, guidati da Donovan Mitchel e Rudy Gobert, interrompendo la serie di tre vittorie di fila dei Sixers, con Joel Embiid che si ferma a 19 punti.
San Antonio supera Denver (123-111) che subisce la sconfitta numero nove nelle ultime 12 gare. Ai Nuggets non è bastato un Nikola Jokic da 22 punti, 13 rimbalzi e 10 assist mentre tra gli Spurs ha brillato Dejounte Murray con 20 punti, 9 assist e 8 rimbalzi.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Atletica: Europei cross; Crippa punta diamante Italia a Dublino
In gara 39 azzurri, oggi partiti da Fiumicino
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
11:16
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La squadra italiana di atletica leggera decolla da Fiumicino alla volta Dublino: destinazione Europei di cross, l’ultimo grande appuntamento azzurro di una straordinaria stagione, in programma domenica nella capitale irlandese, già sede dei Mondiali nel 2002 e degli Europa nel 2009.
Sono 39 gli azzurri in partenza, tra i quali spiccano l’argento della scorsa edizione, Yeman Crippa – impegnato contro l’oro olimpico dei 1500 Jakob Ingebrigtsen (Norvegia) e il campione in carica Aras Kaya (Turchia) , e la due volte vincitrice del titolo continentale under 20 Nadia Battocletti, in gara tra le U23.

“Mi sono allenato molto bene in Kenya, come tutti gli anni – ha spiegato Crippa, poco prima della partenza dallo scalo romano -. Vado a Dublino per rappresentare l’Italia e cercherò di dare tutto me stesso. Certo gli avversari forti ci sono, ma io proverò a fare comunque una bella gara, per cercare di chiudere al meglio la stagione”.
L’Italia schiera squadre schierate in sette gare su sette e diversi atleti possono lottare ad alti livelli sui prati dello Sport Ireland Campus. Nella storia della manifestazione, che sarà ospitata il prossimo anno a Torino, l’Italia ha conquistato 11 ori, 9 argenti e 15 bronzi.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1, Gp Abu Dhabi: Verstappen domina le prime libere, Hamilton terzo
Ferrari ottava e nona. Ultima gara Raikonnen, Giovinazzi: ‘Thanks Kimi’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
11:46
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Max Verstappen ha dominato le prime prove libere del Gp di Abu Dhabi, che domenica assegnerà il titolo mondiale piloti di F1.
L’olandese della Red Bull ha ottenuto il miglior giro (1.25.009) davanti alle Mercedes di Valtteri Bottas (+0.196) e Lewis Hamilton (+0.346) e al compagno di scuderia Sergio Perez (+0.354).
In ottava e nona posizione le Ferrari di Charles Leclerc (+0.837) e Carlos Sainz (+0.877). Il quinto tempo è stato realizzato da Yuki Tsunoda su Alpha Tauri (+0.369), a seguire Fernando Alonso su Alpine (+0.616) e Pierre Gasly su Alpha Tauri (+0.813). Sebastian Vettel su Aston Martin (+0.998) chiude la top 10.
In casa Alfa Romeo, Antonio Giovinazzi (14/o) celebra con una dedica sul suo casco (“Thanks Kimi”) l’ultima gara in carriera del compagno di scuderia Kimi Raikkonen (13/o), campione nel mondo nel 2007 con la Ferrari.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Vezzali, usare Pnrr per impiantistica sportiva
“Importante attività di base. Sport e scuola vanno insieme
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
CASTELRAIMONDO
10 dicembre 2021
11:54
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Attraverso il Pnrr abbiamo l’opportunità di investire sull’ impiantistica sportiva perché senza strutture non postiamo praticare sport”: a dirlo è stata Valentina Vezzali, sottosegretaria allo Sport, intervenendo alla Giornata delle Marche, dedicata quest’anno al tema “Marchigiani vincenti” organizzata dalla Regione al Lanciano Forum di Castelraimomdo (Macerata).
“Abbiamo risorse importanti che ci possono consentire di riqualificare gli impianti, di costruirne di nuovi e intervenire sui parchi pubblici attrezzati”, ha detto ancora Vezzali.

“Abbiamo anche l’opportunità di intervenire sull’ impiantistica sportiva scolastica e bisognerà lavorare per consentire che le palestre scolastiche rimangano aperte anche di pomeriggio a favore delle associazioni sportive dei territori”, ha proseguito la sottosegretaria, aggiungendo che “non c’è rivoluzione culturale senza coinvolgere la scuola. Scuola e sport devono camminare di pari passo. Sono orgogliosa che nel testo della legge di bilancio sia stato inserito l’insegnamento di scienze motorie fin dalla scuola primaria”.
Lei stessa marchigiana e pluricampionessa di fioretto, Vezzali ha ricordato anche i successi sportivi che hanno visto protagonisti alcuni sportivi corregionali, su tutti il ct della Nazionale, Roberto Mancini e l’olimpionico Gianmarco Tamberi, oro a Tokyo, senza dimenticare Valentino Rossi che ha fatto la storia del motociclismo.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sport: Cozzoli, con Fiamme Gialle stessa visione e valori
N.1 Sport e Salute, tanti progetti per scuola e attività di base
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
11:58
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Mi vengono i brividi a rivedere le immagini di Tokyo.
Con il Gruppo sportivo delle Fiamme Gialle, Sport e Salute ha una condivisione di intenti e una visione comune: il valore sociale dello sport di tutti e per tutti”.

Così il presidente e ad di Sport e Salute, Vito Cozzoli, all’incontro di fine anno delle Fiamme Gialle al Salone d’Onore del Coni.
“Stiamo portando avanti tanti progetti per la scuola, per lo sport nei parchi e nei quartieri, condividendoli con le federazioni e i gruppi sportivi civili e militari. Oggi vi ringraziamo per quello che fate al servizio dello sport agonistico e di base”, ha aggiunto.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sport: Malagò, Coni grato a Fiamme Gialle per risultati
Presidente Comitato, ma anche per la vostra visione del futuro
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
12:00
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Il Coni vi è grato, non solo per quello che avete fatto per lo sport in questi 100 anni, ma anche per la vostra visione del futuro”.
Così il presidente del Comitato olimpico nazionale italiano, Giovanni Malagò, in occasione dell’incontro di fine anno delle Fiamme Gialle al salone d’onore del Coni.
“Avete raggiunto risultati splendidi anche nelle discipline invernali, nel canottaggio e in tanti altri sport”, ha aggiunto.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sport: Valori, paralimpici in corpi militari rivoluzione sociale
Vicepresidente Cip,
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
12:04
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“L’inserimento degli atleti paralimpici nei corpi militari va a coronare ancora di più la dignità delle persone: è una piccola rivoluzione sociale”.
Così il vicepresidente vicario del Cip e presidente della Federazione italiana nuoto paralimpico, Roberto Valori, durante l’evento delle Fiamme Gialle in corso di svolgimento al Salone d’Onore del Coni.

“Tanti nostri atleti fanno parte del gruppo della Guardia di Finanza. Ne siamo davvero orgogliosi: il tempo premia. La pazienza e la condivisione quotidiana di esperienze, con tutti i sacrifici, ci ha portato a raggiungere grandi obiettivi”, ha aggiunto Valori.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Mondiali: Uci, prove crono uguali per uomini e donne
Novità Wollogong 2022,detentori Ganna e van Dijk in gara insieme
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
15:58
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Stesso giorno, stesso percorso e stessa distanza per le prove a cronometro femminili e maschili elite ai Mondiali di ciclismo su strada 2022 che si terranno dal 18 al 25 settembre a Wollongong (Australia).
Lo ha annunciato l’Unione ciclistica internazionale, sottolineando che la decisione è in linea con il principio di parità tra uomini e donne sostenuto dalla stessa Uci e che si tratta di un prima volta in assoluto per quanto riguarda i Campionati del mondo su strada.

I detentori della maglia iridata nella crono, Filippo Ganna e l’olandese Ellen van Dijk, potranno quindi difenderla contemporaneamente il 18 settembre su un circuito per lo più urbano nella località balneare a 100 km a sud di Sydney.
Le gare su strada si svolgeranno il 24 settembre per le donne e il 25 per gli uomini, quando Elisa Balsamo ed il francese Julian Alaphilippe difenderanno i rispettivi titoli. In entrambe le categorie la gara partirà da Helensburg, cittadina a nord di Wollongong, e comprenderà un anello con la salita del monte Keira (473 m slm), 8,7 km al 5% di media e fino al 15% nei punti più duri, e un circuito finale urbano a Wollongong.
I Mondiali, che quest’anno si sono svolti nelle Fiandre, non si tengono in Australia dal 2010, quando furono ospitati a Melbourne e Geelong. Secondo l’Uci, vi parteciperanno circa mille corridori.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Curling: in Olanda nazionali azzurre cercano pass per Pechino
Dopo bronzo uomini e sesto posto donne agli Europei
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
13:37
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Le nazionali italiane di curling da domani a sabato 18 dicembre saranno sul ghiaccio di Leeuwarden, in Olanda, con l’obiettivo della qualificazione ai Giochi olimpici invernali di Pechino 2022.
Il torneo preolimpico mette in palio tre posti al maschile e tre posti al femminile.
Dopo il bronzo degli uomini nei recenti Europei di Lillehammer e il 6/o posto ottenuto dalla squadra femminile, il contingente azzurro arriva all’appuntamento carico di speranza.
Le aspettative più alte sono per la squadra maschile allenata da Claudio Pescia e formata da Joel Retornaz (skip), Sebastiano Arman, Mattia Giovanella, Simone Gonin ed Amos Mosaner. Nove le squadre in lizza – Rep.Ceca, Danimarca, Finlandia, Germania, Giappone, Corea, Olanda e Norvegia -, che si sfideranno nel round robin iniziale. La prima otterrà il pass per Pechino mentre la seconda e la terza si scontreranno in uno spareggio: chi vince vola ai Giochi e chi perde sfida la quarta del round robin nel match che assegnerà l’ultimo tagliando a cinque cerchi. “La squadra – spiega Pescia – è in buona forma e in Olanda siamo tra i favoriti. Ci sono squadre pericolose come Norvegia e Giappone che conosciamo bene, ma nessuna è da sottovalutare”.
Più arduo sarà il compito delle azzurre, che si presentano come outsider. La squadra allenata da Violetta Caldart sarà composta, come agli Europei, da Stefania Constantini (skip), Marta Lo Deserto, Angela Romei, Giulia Zardini Lacedelli ed Elena Dami. “Conquistarsi uno dei tre posti non sarà certo un’impresa facile perché dobbiamo combattere contro squadre davvero forti” ma “non abbiamo nulla da perdere”, le parole di Caldart.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Le Marche premiano i loro campioni: Mancini, Tamberi, Rossi
Tamberi, tenacia marchigiana per credere nel sogno olimpico
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
CASTELRAIMONDO
10 dicembre 2021
13:41
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
A Roberto Mancini il premio “Picchio d’oro 2021” della Regione Marche.
Gli è stato conferito oggi durante la Giornata delle Marche, dedicata quest’anno al tema ‘Marchigiani vincenti’ che si è svolta a Castelraimondo, in provincia di Macerata.
A consegnare il premio, assegnato a chi ha reso famose le Marche, al ct della Nazionale, la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati.
A Gianmarco Tamberi, medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo nel salto in alto è andato il premio speciale Regione Marche, consegnato dal presidente Francesco Acquaroli. Un premio speciale alla carriera è stato conferito a Valentino Rossi che, impossibilitato ad essere presente, ha delegato mamma Stefania a ritirarlo dalle mani del governatore.
Riconoscimenti sono stati consegnati anche a tutti gli atleti marchigiani, compresi quelli olimpici e paralimpici, che nel corso dell’anno si sono distinti nelle varie discipline. Il commissario tecnico Mancini, nel ricevere il premio, ha rimarcato il suo attaccamento alla sua terra. Tamberi, ricordando il brutto infortunio che lo colpì prima dell’Olimpiade di Rio, ha rimarcato “la tenacia che contraddistingue noi marchigiani e questo mi ha permesso di credere nel sogno olimpico”.
Emozionata e felice del riconoscimento a suo figlio Valentino, mamma Stefania che si è detta “orgogliosa di essere marchigiana”, parlando poi dell’attesa di diventare nonna: “Lo attendevo da molto tempo”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Coni: quarantennale scomparsa Giulio Onesti, Malagò ‘un gigante’
‘A lui dobbiamo tutto quello che abbiamo e che difendiamo’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
14:37
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Giulio Onesti è stato un gigante.
A lui dobbiamo tutto quello che abbiamo e che continuiamo a difendere e ad onorare nel suo nome e nel nome dello sport italiano”.
Alla vigilia del quarantennale della sua scomparsa, il Coni, nelle parole di Giovanni Malagò, ricorda così il torinese classe 1912, “unanimemente riconosciuto il più grande presidente nella storia” del Comitato olimpico nazionale.
Onesti è stato il protagonista nella ricostruzione del Coni nell’immediato dopoguerra. Nominato commissario straordinario del Coni col chiaro intento di dover liquidare l’ente considerato di matrice fascista, tra il 1944 e il 1946 Onesti avviò invece la sua opera di rilancio del Comitato olimpico “facendolo diventare negli anni – ricorda il Coni – un modello invidiato da tutto il mondo”. Tra le sue intuizioni, l’ideazione della gestione dei concorsi pronostici sugli avvenimenti sportivi attraverso la Sisal, con l’introduzione del Totocalcio.
Divenne per la prima volta presidente del Coni il 27 luglio 1946 al Consiglio nazionale elettivo svoltosi al Tennis Club Milano Alberto Bonacossa (fatto poi ripetutosi 75 anni dopo, quest’anno, con l’elezione di Malagò nello stesso circolo).
Durante la sua presidenza l’Italia si è vista assegnare due edizioni dei Giochi olimpici: Cortina 1956 e Roma 1960, l’unica edizione olimpica estiva nel nostro Paese.
Promotore e poi presidente dell’Associazione dei comitati olimpici nazionali, è stato l’ideatore della nascita dell’Associazione dei Comitati olimpici europei e ancora oggi la palazzina che ospita la sede del consesso internazionale al Foro Italico porta il suo nome. A Onesti è intestato il Centro di preparazione olimpica dell’Acqua Acetosa da lui fortemente voluto sin dalla fine degli anni cinquanta ed oggi fiore all’occhiello del Coni. E’ stato anche l’ideatore dei Giochi della gioventù (1968) e tra i propulsori della Solidarietà olimpica, oggi uno dei capisaldi della politica di sviluppo del Cio in tutto il mondo. Lo stesso Cio – di cui fu membro a titolo individuale dal 1964 alla sua morte – nel 1976 gli assegnò la ‘Coppa Olimpica’, quale “doveroso tributo ad un dirigente che ha lasciato un segno indelebile nel panorama sportivo internazionale”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pugilato: D’Ambrosi, fuori dai Giochi? E’ una iattura
Presidente Fpi, ‘decisione era nell’aria, serve più credibilità’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
15:33
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Il pugilato fuori dalle Olimpiadi sarebbe veramente una iattura, una cosa che non esiste e solo a pensarla mi viene la pelle d’oca”.
Lo dice il presidente della federazione pugilistica italiana (Fpi), Flavio D’Ambrosi, commentando la decisione del Cio di togliere il pugilato, presente nelle Olimpiadi moderne dal 1904, dalla lista dei “core sport” dei Giochi, ovvero di quelle discipline che hanno la certezza di far parte del programma.

Succederà dopo Parigi 2024, a meno che nel 2023 , e in vista di LA 2028, il pugilato (così come sollevamento pesi e pentathlon moderno) non dimostri di aver ottemperato a tutte le richieste del Cio, nello specifico dell’Aiba dotandosi di maggior credibilità di giudizio e trasparenza anche in campo finanziario. In tal caso potrebbe tornare come disciplina scelta per quell’edizione dagli organizzatori.
D’Ambrosi per undici anni ha fatto l’arbitro e quindi ha particolare competenza per spiegare cosa sta succedendo e cosa chieda il Comitato olimpico all’ente che governa (ma a Tokyo 2020 era stato commissario dal Cio stesso) la boxe olimpica, spesso teatro di verdetti a dir poco discutibili e di episodi di corruzione che, in occasione di Rio 2016, hanno costretto a interventi di ‘pulizia’ ed epurazioni a Giochi in corso.
“L’errore fisiologico di un giudice ci sarà sempre, non potrà mai essere azzerato – dice D’Ambrosi -, soprattutto in uno sport come il nostro in cui non si misura la performance, come invece accade ad esempio nell’atletica. Noi ci stiamo attrezzando con la tecnologia: il calcio lo ha fatto con la Var, noi con la revisione dei verdetti. In ogni caso, non si deve superare il limite della tollerabilità, come a Rio dove è stato fatto un disastro”. “Io sono ottimista di natura – aggiunge il presidente della Fpi – e quindi spero e credo che l’Aiba si adegui alle richieste del Cio la cui decisione era nell’aria. Erano anni che, da Losanna, indicavano all’Aiba i processi di trasparenza da seguire e ci voleva, da parte del Cio, un segnale forte.
Qualche risposta c’è già, si sta adottando una nuova procedura di giudizio arbitrale per evitare gli errori palesi. Solo così la boxe si salverà dall’esclusione dai Giochi”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Gp Abu Dhabi: Hamilton domina seconde libere, 4/o Verstappen
A muro Raikkonen nel finale, Leclerc 8/o e Sainz 9/o
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
15:44
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Lewis Hamilton cambia passo e realizza il miglior tempo nelle seconde prove libere del Gp di Abu Dhabi, che domenica assegnerà il titolo mondiale piloti di F1.
Dopo il britannico della Mercedes (1.23.691) si sono piazzati Esteban Ocon su Alpine (+0.343) e Valtteri Bottas (+0.392).
Solo quarto Max Verstappen su Red Bull (+0.641).
Ancora ottava e nona posizione per le Ferrari di Charles Leclerc (+0.866) e Carlos Sainz (+1.153).
Proprio sul finire delle sue penultime libere in carriera Kimi Raikkonen (16/o) è finito contro il muro alla curva 14.
Monoposto del team Alfa Romeo danneggiata ma il pilota è uscito autonomamente dall’abitacolo. In quinta posizione Sergio Perez su Red Bull (+0.709) e a seguire Fernando Alonso su Alpine (+0.804) e Yuki Tsunoda (+0.841) su Alpha Tauri, che con Pierre Gasly è anche al decimo posto (+1.249).
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Biathlon: cdm; a Hochfilzen vince Sola, Vittozzi sesta
Primo successo bielorussa. Tra uomini vittoria a tedesco Kuehn
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
16:18
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Prima vittoria in carriera in Coppa del mondo per Hanna Sola.
La bielorussa ha messo la concorrenza alle spalle con una prova maiuscola tanto sugli sci quanto al poligono, vincendo per dispersione, chiudendo con zero errori e precedendo sul traguardo di 46″8 la francese Justine Braisaz-Bouchet – due errori al poligono -, al primo podio in singolo della stagione, mentre la norvegese Marte Roiseland si è fermata al terzo posto a 50″3 con zero errori.

Segnali di crescita arrivano da Lisa Vittozzi, autrice di una prova discreta, con un errore al poligono che non le ha impedito comunque di chiudere al settimo posto, a 1’07″4 dalla vincitrice bielorussa. Dorothea Wierer, condizionata dai due errori al tiro, uno sdraiata ed uno in piedi, ha terminato la propria gara al 33esimo posto.
Tra le altre azzurre impegnate in gara 42esimo posto per Samuela Comola, Eleonora Fauner 70esima e Michela Carrara 81esima.
Johannes Kuehn ha colto la prima vittoria in carriera in Coppa del mondo, nella sprint maschile nella tappa austriaca di Hochfilzen. Il tedesco ha chiuso con il tempo di 26’05″0, e un errore al poligono. Alle sue spalle lo svedese Martin Ponsiluoma, al miglior piazzamento stagionale, attardato di 14″3 con un errore al tiro. Ha chiuso il podio il bielorusso Anton Smolski, unico dei tre senza errori al tiro, attardato di 20″5 dal leader.
Cinque gli azzurri in gara con Lukas Hofer, migliore di giornata, che ha chiuso al 23/o posto. Tra gli altri italiani Thomas Bormolini 26esimo, Dominik Windisch 31esimo, Tommaso Giacomel 41esimo e Didier Bionaz 70esimo. Domani in programma la pursuit maschile alle 12.15 e la staffetta femminile alle 14.15
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pallavolo: Douglas, non sono fuggito, Vibo Valentia sapeva
Giocatore icona Lgbt, ‘lì non mi stava piacendo, non ero felice’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
16:20
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Non sono fuggito dalla Calabria.

Come alcuni di voi già sapevano, a me l’esperienza lì non stava piacendo, e non ero felice.
Per questo ho deciso di andarmene e l’ho detto alla società, un giorno prima di partire. Ripeto, ho conversato con i dirigenti, e il mio procuratore è in contatto con il club per chiudere questa storia nel miglior modo possibile”.
Dall’aeroporto di Parigi, dove ha fatto scalo e prima di prendere il volo (in ritardo) che lo riporterà in Brasile dove arriverà domani, il pallavolista oro olimpico 2016 Douglas Souza, icona del mondo Lgbt dopo aver outing e dopo che le sue storie su Instagram lo avevano reso uno dei personaggi di Tokyo 2020 facendo salire da 240mila a 3 milioni il numero dei suoi followers, risponde via Instagram al comunicato del Callipo Vibo Valentia che lo aveva accusato di essersene andato, a campionato in corso, senza avvisare. “Ha abbandonato la città ed i compagni di squadra senza alcuna autorizzazione e giustificazione. La società è profondamente delusa e valuterà ogni azione per tutelare gli interessi del Club”, è scritto in una nota diffusa dal Callipo Vibo, formazione al penultimo posto della Superlega e di cui fanno parte anche gli altri due brasiliani Mauricio Borges e Flavio Gualberto.
Douglas non ha confermato che tra i motivi del suo addio ci sia la possibilità per lui di partecipare al Grande Fratello brasiliano, idea che, in passato, ha ammesso intrigarlo molto e si è limitato a dire di aver “già ricevuto proposte da alcuni club della Superliga (brasiliana ndr), e ora valuterò cosa è meglio per il mio futuro”.
Douglas ha lasciato la Calabria assieme al suo compagno Gabriel Campos, protagonista con lui di tante storie su Instagram e assieme al quale nei mesi scorsi aveva denunciato di aver subìto episodi di omofobia. “In Europa”, aveva detto senza aver specificato dove ma aggiungendo che “adesso ho paura”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Cio: Masala, escludere discipline da Giochi frutto ignoranza
Olimpionico pentathlon:Assordante silenzio nostri rappresentanti
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
17:02
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Questa decisione è il frutto della poca cultura che pervade il Cio.
Non voglio parlare del pentathlon moderno, ma pensare di togliere dalle Olimpiadi una disciplina come il pugilato o la pesistica che hanno fatto la storia dell’umanità è frutto di grande ignoranza”.
Daniele Masala, due ori olimpici a Los Angeles 1984 (individuale e a squadre) nel pentathlon, non nasconde il suo profondo disappunto per la decisione del Cio di di escludere dai Giochi olimpici di Los Angeles 2028 il pugilato, il sollevamento pesi e il pentathlon moderno.
“Sono colpito dall’assordante silenzio dei nostri rappresentanti al Cio. Mi auguro che facciano capire che è più importante la cultura che la politica del modernismo – aggiunge -. Ci avviciniamo a quel 393 dopo Cristo quando l’imperatore Tedosio I influenzato dal vescovo di Milano Ambrogio decise di chiudere i Giochi olimpici (perché ritenuti una festa pagana, ndr)”.
Quanto al pentathlon moderno, per il quale il Cio chiede l’inderogabile la rinuncia alla prova di equitazione, dopo il caso di maltrattamenti a un cavallo verificatosi a Tokyo, Masala aggiunge: “Quando si considera il gesto, sbagliato, di un buffetto al cavallo, come un gesto violento, allora vuol dire che non abbiamo più armi. La federazione internazionale con la decisione di eliminare l’equitazione dalla nostra disciplina, ha decretato il proprio fallimento”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pesi: Zanni, sport tra più antichi deve restare ai Giochi
Bronzo Tokyo “ne va anche del nostro futuro. Lotteremo”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
17:04
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Questa era una cosa che era già uscita l’anno scorso, ma adesso che è stata resa ufficiale ci fa temere davvero, anche se non è detta l’ultima parola.
Ma noi atleti faremo di tutto perchè uno degli sport più antichi non esca dal programma olimpico”.
Così il pesista azzurro Mirko Zanni, bronzo a Tokyo nella categoria 67 kg, commenta la decisione del Cio di escludere il sollevamento pesi dalla lista delle discipline per i Giochi di Los Angeles 2028. “Sarebbe un brutto colpo anche per il nostro futuro, perchè al termine dell’attività agonistica la speranza di restare nel settore diminuirebbe molto”, ha aggiunto preoccupato l’atleta pordenonese.
A 24 anni è diventato il primo italiano a vincere una medaglia ai Giochi nel sollevamento pesi a 37 anni di distanza dall’oro di Norberto Oberburger a Los Angeles 1984, imitato poi da Giorgia Bordignon e Nino Pizzolato. Il loro obiettivo immediato è Parigi 2024, ma l’ombra della esclusione non può non pesare. “Noi tutti vogliamo continuare a dare il buon esempio, a mostrare al mondo cos’è questo sport e intanto sperare in un cambiamento soprattutto all’interno della Iwf, la federazione internazionale – aggiunge Zanni -, confidando che chi sta in alto faccia le scelte giuste e pensi al bene comune”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pugilato: Oliva, non esiste l’Olimpiade senza di noi
‘Ma in passato commessi tanti errori, e adesso bisogna riparare’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
17:06
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Non esiste l’Olimpiade senza il pugilato, è assurdo solo pensarlo”.
Così Patrizio Oliva, oro ai Giochi di Mosca 1980 e poi campione del mondo dei superleggeri tra i professionisti, commenta la decisione del Cio di escludere la ‘nobile arte’, a partire da Los Angeles 2028, dalla lista delle discipline che hanno un posto assicurato nel programma dei Giochi.

“La decisione era un po’ nell’aria – dice ancora Oliva, che è stato anche, in due Olimpiadi, ct della Nazionale -, perché la boxe da tempo era tenuta sott’occhio dal Cio. Troppi errori sono stati commessi in passato, l’Aiba era nell’occhio del ciclone al punto che a Rio 2016 hanno mandato a casa 36 fra giudici e arbitri. Ma spero che la stessa Aiba riesca a rimediare, e a fare in modo di non spegnere il sogno dei ragazzi e ragazze del nostro sport che sognano di andare alle Olimpiadi. Come dice il presidente della federazione italiana Flavio D’Ambrosi, dobbiamo ricostruire il palazzo della boxe”.
Intanto però anche a Tokyo, nelle finali, c’è stato un paio di decisioni discutibili che hanno premiato pugili di casa. “Io credo che sia dipeso dal fatto- commenta l’olimpionico di Mosca – che essendo stati mandati definitivamente a casa tanti giudici quelli presenti in Giappone fossero a corto di esperienza”. E qualche problema c’è anche adesso visto che, per Oliva, “agli ultimi Mondiali Abbes Mouhiidine (azzurro argento nei 92 kg ndr) è stato derubato perché in finale aveva vinto”. “Ma da quei Mondiali siamo usciti a testa alta – aggiunge – e il pugilato italiano, donne comprese, fa ben sperare per il futuro”.
Confidando anche, viene da aggiungere, in una riammissione ai Giochi.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Snowboard: brutta caduta Visintin, portato via in elicottero
Coppa mondo in Austria, ora per azzurro Giochi Pechino a rischio
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
MONTAFON
10 dicembre 2021
17:30
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Omar Visintin, 32enne meranese vincitore di una Coppa del Mondo (nel 2014), è caduto durante i quarti di finale della gara di Montafon, in Austria, prova valida per la Coppa 2021-2022 di snowboardcross.
L’azzurro è stato trasportato in elicottero presso il pronto soccorso locale, visto che la sua è stata una brutta caduta.
Entrato in contatto con un avversario nella batteria dei quarti di finale, è ‘volato’ via e ora la fisi fa sapere che “si è procurato un trauma cranico e un infortunio al gomito destro che è in corso di valutazione”. Per lui potrebbe essere a rischio la partecipazione all’Olimpiade di Pechino ’22 che comincia il prossimo 4 febbraio.
Ieri Visintin aveva ottenuto il miglior tempo in qualifica ed era uno dei favoriti della gara di oggi, che è stata vinta dall’austriaco di madre italiana Alessandro Haemmerle, il quale ha preceduto nella ‘big final’ lo statunitense Nick Baumgartner e i due tedeschi Umito Kirchwehm e Martin Noerl. Sesta posizione per l’altro azzurro Tommaso Leoni.
Nella gara femminile vittoria della britannica Charlotte Banks davanti all’australiana Belle Brockhoff e alla francese Chloe Trespeuch. Eliminate nei quarti di finale Michela Moioli e Francesca Gallina.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Basket: Virtus; Mannion infortunato, fuori fino inizio gennaio
Lesione al menisco per Hervey. Operazione e rientro a febbraio
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
10 dicembre 2021
18:19
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Resterà ai box fino alla fine dell’anno Nico Mannion, play-maker della Virtus Bologna colpito da un infortunio alla schiena.
Lo comunica lo stesso club bianconero che, sul suo sito, annuncia che il giocatore “tornerà a disposizione a inizio gennaio”.
Colpo di mercato del club campione d’Italia, la scorsa estate, il giocatore arrivato dai Golden State della Nba era stato a lungo fuori dal campo, lo scorso autunno, causa di un’infezione intestinale che gli era costata anche la perdita di una decina di chili dopo avere condotto l’Italia fino ai quarti di finale delle Olimpiadi di Tokyo.
Oltre a Mannion la squadra bolognese dovrà fare a meno, per diverse settimane, del lungo americano Kevin Hervey. Sottoposto in settimana ad ulteriori accertamenti, a seguito di un recente infortunio, è stata riscontrata una lesione al menisco laterale del ginocchio destro. Il giocatore verrà sottoposto ad intervento chirurgico martedì prossimo e il suo “rientro tra i disponibili – spiega la Virtus – è previsto per l’inizio di febbraio”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Rugby: Zebre incubo finito, in campo dopo 49 giorni
Challenge Cup, contro Biarritz dopo rientro dal Sudafrica
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
PARMA
10 dicembre 2021
18:44
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Incubo finito, le Zebre Rugby tornano in campo a 49 giorni dall’ultima apparizione, quella dello scorso 23 ottobre contro l’Edimburgo in un match (perso 10-27) per la quinta giornata dello United Championship.
Domani invece, al Lafranchi di Parma, le Zebre se la vedranno con i cinque volte campioni di Francia del Biarritz, orgoglio del popolo basco di cui portano la bandiera sul retro della maglia, in una partita di Challege Cup, la coppa europea che vede impegnati 15 tra i migliori club d’Italia, Francia, Regno Unito e Irlanda distribuiti in tre gironi da cinque.

Ora sembra passato chissà quanto, dopo che le Zebre hanno dovuto affrontare un rivale insidioso come il Covid che ha costretto il team a un indesiderato stop a causa della variante Omicron: infatti il XV parmigiano si trovava in Sudafrica, dove avrebbe dovuto affrontare gli Stormers a Città del Capo e gli Sharks a Durban quando l’espandersi proprio di Omicron aveva bloccato tutto e costretto le Zebre a rimanere ‘in bolla’, senza giocare, nella Nazione Arcobaleno.
Tra blocco dei voli, tamponi e contatti con la Farnesina, soltanto il 29 novembre la squadra è riuscita a rientrare in Italia e domani alle 14 se la vedrà col Biarritz dopo che la scorsa settimana il gruppo rientrato in sede aveva ricevuto l’autorizzazione per tornare ad allenarsi. Per questo match coach Bradley opta per una formazione interamente composta da giocatori che hanno viaggiato in Sudafrica e trascorso il periodo di isolamento fiduciario in separata sede rispetto ai compagni di squadra rimasti in Italia. Tra loro ci sono i due neozelandesi Liam Mitchell e Timothy Paul O’Malley, entrambi arrivati a Parma nella prima metà del mese di novembre e a caccia del loro esordio con le Zebre. Il seconda linea ex Hurricanes sarà in campo dal primo minuto, mentre il trequarti partirà dalla panchina, pronto a subentrare a gara in corso.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Magnus Carlsen ancora re degli scacchi,quinto titolo a Dubai
Vittoria sul russo Ian Nepomniachtchi a torneo mondiale
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
DUBAI
10 dicembre 2021
19:36
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il Grande Maestro norvegese Magnus Carlsen si conferma il re indiscusso degli scacchi, dopo che oggi ha conquistato il suo quinto titolo mondiale consecutivo registrando una quarta vittoria sullo sfidante russo Ian Nepomniachtchi al torneo mondiale realizzato a Expo Dubai.

Carlsen ha raggiunto il titolo vincendo l’undicesima della serie di 14 partite iniziate lo scorso 24 novembre nel Dubai Exhibition Center di Expo.
Il torneo è iniziato con cinque pareggi, prima che il norvegese vincesse la partita più lunga mai giocata a un campionato mondiale, di quasi otto ore, per sbloccare il percorso che poi lo ha portato alla conquista del titolo di oggi. Nepomniachtchi si è arreso con una breve stretta di mano, concludendo così il torneo, e i due giocatori hanno scambiato qualche parola.
Definito il “Mozart degli scacchi”, Carlsen ha conquistato il grado più alto del gioco, Grande Maestro, all’età di 13 anni nel 2004 proprio a Dubai. Numero 1 al mondo dal 2010 nella classifica a punti, il norvegese ha conquistato il suo primo titolo mondiale nel 2013, e da allora lo ha sempre mantenuto.
“Sono contento dell’ottima prestazione complessiva”, ha detto Carlsen in conferenza stampa a fine partita. “La sesta partita ha deciso tutto”, ha aggiunto.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Rugby: francese Dupont è miglior giocatore dell’anno
Fra le donne federazione internazionale premia inglese Aldcroft
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 dicembre 2021
20:12
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
E’ il 25enne mediano di mischia della Francia Antoine Dupont il vincitore del premio di miglior giocatore dell’anno assegnato da ‘World Rugby’, l’ente mondiale della palla ovale.
Questo riconoscimento è l’equivalente rugbistico del Pallone d’Oro del calcio e un francese non lo conquistava dal 2011 quando venne assegnato a Thierry Dusautoir.

Con Dupont erano stati nominati per il premio Michael Hooper (Australia), Maro Itoje (Inghilterra) e Samu Kerevi (Australia).
Fra le donne giocatrice dell’anno è stata proclamata l’inglese Zoe Aldcroft, capitana nel match che la sua nazionale ha vinto contro gli Usa per 89-0.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Padel: al Joy Club Roma si gioca anche in carrozzina
Via torneo organizzato da Sportinsieme e patrocinato Us Acli-Cip
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
11 dicembre 2021
11:39
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Una due giorni di Padel nel segno dell’inclusione come valore sociale da mettere in pratica sul campo.
Con il patrocinio dell’Us Acli di Roma e del Comitato italiano paralimpico del Lazio, ha preso il via oggi il torneo Roma Cup organizzato dalla Asd Sportinsieme al Joy Padel Club di Roma.

Al torneo, che vivrà le finali nella giornata di domani, partecipano atleti della Federazione Sport Sordi Italia, in competizioni di doppio maschile e femminile, si affiancheranno sessioni di allenamento per atleti con disabilità motoria e incontri di doppio misto, tra atleti con e senza disabilità in coppia.
“In assenza di un quadro normativo e federale di compiuto riferimento per le persone con disabilità che vogliono giocare a padel – spiega il presidente dell’Asd Sportinsieme e responsabile allo sviluppo associativo dell’Us Acli provinciale di Roma, Luca Alessandrini – abbiamo assunto l’iniziativa di proporre attività sportiva che permetta di giocare effettivamente insieme semplicemente in considerazione di caratteristiche di gioco e di regole che si prestano agevolmente alla condivisione su un campo di gara”.
Luca Serangeli, presidente dell’Us Acli di Roma e vicepresidente vicario dell’Us Acli nazionale, sottolinea che “si tratta di un ribaltamento di prospettiva, che pone al centro dell’attenzione il giocatore senza alcun requisito di classificazione: sono le regole di gioco che devono prestarsi all’inclusione e alla convivenza sul campo di caratteristiche fisiche differenti”.
L’evento al Joy Padel segue il recente convegno dell’Us Acli ‘Sport olimpico e paralimpico giocano insieme’, in cui il presidente nazionale Damiano Lembo aveva evidenziato l’opportunità di seguire il concetto di piramide rovesciata: “Partendo dall’ascolto del territorio, per una promozione dell’attività sportiva moltiplicatrice di attività sociali”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Una due giorni di Padel nel segno dell’inclusione come valore sociale da mettere in pratica sul campo.
Con il patrocinio dell’Us Acli di Roma e del Comitato italiano paralimpico del Lazio, ha preso il via oggi il torneo Roma Cup organizzato dalla Asd Sportinsieme al Joy Padel Club di Roma.

Al torneo, che vivrà le finali nella giornata di domani, partecipano atleti della Federazione Sport Sordi Italia, in competizioni di doppio maschile e femminile, si affiancheranno sessioni di allenamento per atleti con disabilità motoria e incontri di doppio misto, tra atleti con e senza disabilità in coppia.
“In assenza di un quadro normativo e federale di compiuto riferimento per le persone con disabilità che vogliono giocare a padel – spiega il presidente dell’Asd Sportinsieme e responsabile allo sviluppo associativo dell’Us Acli provinciale di Roma, Luca Alessandrini – abbiamo assunto l’iniziativa di proporre attività sportiva che permetta di giocare effettivamente insieme semplicemente in considerazione di caratteristiche di gioco e di regole che si prestano agevolmente alla condivisione su un campo di gara”.
Luca Serangeli, presidente dell’Us Acli di Roma e vicepresidente vicario dell’Us Acli nazionale, sottolinea che “si tratta di un ribaltamento di prospettiva, che pone al centro dell’attenzione il giocatore senza alcun requisito di classificazione: sono le regole di gioco che devono prestarsi all’inclusione e alla convivenza sul campo di caratteristiche fisiche differenti”.
L’evento al Joy Padel segue il recente convegno dell’Us Acli ‘Sport olimpico e paralimpico giocano insieme’, in cui il presidente nazionale Damiano Lembo aveva evidenziato l’opportunità di seguire il concetto di piramide rovesciata: “Partendo dall’ascolto del territorio, per una promozione dell’attività sportiva moltiplicatrice di attività sociali”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Schwazer, sono ripartito perché la vita è una sola
“Ho più tempo per le cose piccole che poi piccole non sono”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
11 dicembre 2021
11:40
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Il segreto della mia ripartenza consiste nel fatto che la vita è una solo.
Devi lottare per le cose importanti, ovviamente puoi anche lasciar perdere, ma essendo consapevole che dovrai rinunciarci per tutta la vita”.

Lo ha detto Alex Schwazer, durante un incontro pubblico dell’Accademia di Studi Italo-Tedeschi di Merano, in merito al suo addio definitivo all’agonismo. La Corte federale svizzera, prima dei giochi olimpici a Tokyo, aveva respinto la domanda di sospensione della squalifica del marciatore altoatesino scagionato invece dal gip di Bolzano per le accuse di doping.
“La mia vita – ha proseguito l’ex marciatore – ora è più tranquilla, non avendo più gli obbiettivi grandi da sportivo. Ho molto più tempo per la famiglia e per le cosiddette cose piccole, che poi piccole non sono. Sono soddisfatto”, ha ribadito il padre di due piccoli bambini. In merito al suo lavoro ha ironizzato: “Da atleta eseguivo, ora dico cosa devono fare. Ormai da cinque anni seguo atleti amatori. Mi trovo bene, perché posso sfruttare la mia esperienza e lavorare con persona che hanno la mia passione”, ha raccontato l’altoatesino.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Nba: ko Thunder, super LeBron guida Lakers
Atlanta perde con i Nets ma Gallinari segna 13 punti
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
11 dicembre 2021
15:42
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Dopo la sconfitta con i Thunder, i Los Angeles Lakers sono ripartiti con una vittoria ai danni degli Oklahoma City Thunder (116-95).
LeBron James questa volta ha fatto la differenza, chiudendo con 33 punti, 6 assist e 5 rimbalzi.

Milwaukee ha ottenuto l’11/a vittoria consecutiva, superando gli Houston Rockets per 123-114. Il protagonista della vittoria dei Bucks è stato un Giannis Antetokounmpo da 41 punti e 17 rimbalzi.
Un doppio errore nel finale di De’Aaron Fox ha consegnato la vittoria a Charlotte contro i Sacramento Kings (124-123).
Successo importante per gli Hornets, che hanno dovuto fare a meno di diversi giocatori causa Covid (tra cui LaMelo Ball).
Kevin Durant è stato il protagonista della vittoria in rimonta di Brooklyn su Atlanta (113-105). I Nets si mantengono così in cima alla Eastern conference. Tra gli Hawks cinque giocatori sono andati in doppia cifra e Danilo Gallinari ha segnato 13 punti dalla panchina, con sei rimbalzi in appena 23 minuti.
Quinta sconfitta consecutiva per i Minnesota Timberwolves, superati dai Cleveland Cavaliers (123-106) che ora puntano ai play off. Gli Indiana Pacers hanno avuto la meglio sui Dallas Mavericks (106-93) con una Luka Doncic a un passo dalla tripla doppia (27 punti, 9 rimbalzi e 9 assist).
Undicesima debacle consecutiva per i Detroit Pistons, che hanno avuto la peggio con i New Orleans Pelicans (109-93) mentre i Toronto Raptors hanno superato i New York Knicks (90-87). Ben sette giocatori in doppia cifra hanno portato i Phoenix Suns a superare i Boston Celtics (111-90), alla terza sconfitta consecutiva.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Gp Abu Dhabi: Hamilton domina la Fp3 ma è a rischio reprimenda
Verstappen subito dietro a due decimi, Sainz 8/o e Leclerc 10/o
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
11 dicembre 2021
12:31
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Lewis Hamilton è stato il più veloce anche nelle terze prove libere del Gp di Abu Dhabi, che domani assegnerà il titolo mondiale piloti di F1.
Il britannico della Mercedes ha girato in 1.23.274, davanti al rivale Max Verstappen (+0.214), al compagno di scuderia Valtteri Bottas (+0.751) e all’altra Red Bull di Sergio Perez (+0.773) Più lontane le Ferrari: Carlos Sainz è ottavo (+1.231) e Charles Leclerc decimo (+1.484).

In casa Mercedes c’è attenzione rispetto all’ipotesi di investigazione per un possibile impedimento di Hamilton in uscita dai box su Nikita Mazepin (Haas) costretto ad andare largo nel suo giro lanciato. Se venisse data una reprimenda, per il britannico sarebbe la terza della stagione, e farebbe scattare la penalità di dieci posizioni in griglia di partenza.
Lando Norris (Mc Laren) ha ottenuto il quinto tempo (+0.832), quindi le Alpha Tauri di Yuki Tsunoda (+0.949) e Pierre Gasly (+0.977). Daniel Ricciardo (Mc Laren) è nono (+1.459).
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Gp Abu Dhabi: nessuna investigazione per Hamilton
Non rischia penalizzazioni dopo ipotizzato impedimento a Mazepin
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
11 dicembre 2021
13:15
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Lewis Hamilton non sarà sottoposto a investigazione per l’ipotizzato impedimento in uscita dai box ai danni di Mazepin durante le terze prove libere sul circuito di Yas Marina.

Quindi, secondo quanto ha rivelato Sky sport dopo aver parlato con il direttore di gara Michael Masi, il pilota della Mercedes non rischia alcuna reprimenda, e quindi eventuali penalizzazioni, sulla griglia di partenza del Gp di Abu Dhabi, che domani assegnerà il titolo mondiale piloti F1.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Covid: ‘vaccinatevi’, appello F1 da Hamilton a Verstappen
Britannico: verso normalità ma virus non è scomparso
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
11 dicembre 2021
13:48
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Nelle settimane in cui il Covid sta rialzando la testa, anche a causa della variante Omicron, il mondo della Formula 1 si unisce invitando tutti i suoi tifosi a vaccinarsi.

Alla vigilia del Gp di Abu Dhabi, che assegnerà il titolo mondiale piloti F1 a Verstappen o Hamilton, piloti e massimi dirigenti promuovono l’immunizzazione in un video pubblicato sui canali ufficiali del circus.
I testimonial tra i piloti sono 19 (unico assente è Raikkonen), insieme a Jean Todt, presidente Fia, e Stefano Domenicali, presidente e Ceo Formula 1.
“Stiamo ritrovando la strada per tornare alle cose che amiamo ma il Covid non è andato via” dice il britannico della Mercedes, mentre l’olandese della Red Bull aggiunge: “Per favore, fai la tua parte”. Non mancano i ferraristi: “Prenditi cura dei tuoi cari”, ricorda Charles Leclerc, e Carlos Sainz aggiunge: “Fai la tua parte e proteggi la comunità”. “Fatti vaccinare, penso che sia una cosa sensata da fare”, afferma Sebastian Vettel. Antonio Giovinazzi sottolinea che si tratta di un gesto “che fa una grande differenza”.
“Stai al sicuro” ricorda Jean Todt mentre Domenicali aggiunge: “Mi sono vaccinato. Ho avuto la mia dose booster. Fai la tua parte, per favore”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pugilato: McLaren, corruzione è continuata anche dopo Rio
Nuove rivelazioni choc sull’inchiesta dell’avvocato canadese
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
11 dicembre 2021
14:13
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Arrivano nuove rivelazioni dal rapporto Richard McLaren, l’avvocato canadese ‘cacciatore’ di dopati che ora sta indagando sulla corruzione nell’Aiba e nel mondo della boxe olimpica, e che forse spiegano la decisione del Cio di escludere la ‘nobile arte’ dal programma fisso dei Giochi, a partire da Los Angeles 2028.

Secondo quanto emerso, la corruzione in seno all’Aiba sarebbe continuata anche dopo gli scandali di Rio 2016, quando una trentina di giudici e arbitri furono mandati a casa ad Olimpiade in corso.
Infatti nella terza fase nel rapporto viene spiegato che “la manipolazione degli incontri che è esistita, ha continuato a ‘fiorire’ dal 2016 al 2021, ed è stata più ad hoc e meno centralizzata di quella presente a Rio”. ‘Deus ex machina’ sarebbe stato l’ex direttore esecutivo dell’Aiba, Karim Bouzidi, il francese già al centro degli scandali ai Giochi carioca e costretto a alle dimissioni. Ma “l’inganno è continuato per molto tempo dopo che è stato licenziato perché la ‘porta girevole’ del top management dell’Aiba ha fornito l’ambiente in cui la corruzione e la manipolazione potrebbero continuare con intensità simile a quella di Rio. La manipolazione dei match esistita dal 2016 al 2021 è stata più ad hoc e meno centralizzata di quella di Rio”.
Vengono poi menzionati accordi tra un giudice e un arbitro dell’Azerbaigian e le pressioni che avrebbero esercitato su loro colleghi e ci si riferisce anche ad una presunta “cricca russa”.
Sono quindi messi in dubbio i risultati di alcuni incontri dei Mondiali del 2017 ad Amburgo e di quelli giovanili che sarebbero stati alterati anche per favorire gruppi di scommettitori.

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Gp Abu Dhabi: pole a Verstappen, Hamilton partirà secondo
Sainz quinto e Leclerc settimo nell’ultima griglia 2021
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
11 dicembre 2021
15:07
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Max Verstappen (Red Bull) ha ottenuto la pole position del Gp di Abu Dhabi, che domani assegnerà il titolo mondiale piloti di F1.
L’olandese – che nel 2020 sul circuito di Yas Marina aveva vinto dopo essere partito per primo – precede Lewis Hamilton, suo diretto rivale per il titolo.

Terzo Lando Norris su McLaren e quarto Sergio Perez su Red Bull.
Bene le Ferrari: Carlos Sainz è quinto e Charles Leclerc settimo.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sci: Sofia Goggia ancora sul podio, 2/a a St.Moritz
Gut vince il SuperG. De Aliprandini 4/o in gigante Val d’Isere
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
ST. MORITZ
11 dicembre 2021
21:38
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Dopo le magiche tre vittorie in tre giorni a Lake Louise, Sofia Goggia ha interrotto a St.
Moritz il suo spettacolare filotto.
Ma l’azzurra non deve dispiacersi più di tanto, anzi può sorridere per aver avuto una nuova conferma della sua forma eccellente. La campionessa lombarda – in una gara con visibilità precaria per il cielo coperto e la mancanza di alberi lungo la pista a creare contrasto con la neve – è infatti arrivata seconda nel primo superG in programma nella località elvetica, chiudendo la sua prova con il tempo di 1.20.00, con soli 18 centesimi di ritardo dalla beniamina locale, Lara Gut-Behrami. Che l’elvetica si sarebbe esaltata sulle nevi di casa – dove nel 2008, a soli 17 anni, vinse per la prima volta – lo sapevano tutti e quindi la prova di Goggia acquista ancora più valore. Con questa sua 33/a vittoria in carriera, Gut-Behrami ha ottenuto anche il 17/o successo in superG, seconda miglior atleta di sempre in questa disciplina in cui detiene pure il titolo iridato, seconda solo alla leggendaria Lindsey Vonn, che vanta 28 vittorie. Molto più interessante per Sofia è il forte distacco che ha dato alla terza, la statunitense Mikaela Shiffrin che ha chiuso in 1.21.00.
Il secondo posto mantiene l’azzurra sempre leader del superG insieme alla elvetica con 180 punti ma le ha fatto fare un bel balzo in avanti nella classifica generale: seconda con 395 punti contro i 465 della statunitense. “Con questo tipo di visibilità piatta non si vedeva praticamente nulla – ha detto Sofia a fine gara – quindi penso di aver ottenuto un secondo posto di cuore, enorme. Sono contenta per il risultato in sé perchè sono molto vicina alla Gut, ma con la consapevolezza di non aver sciato molto bene in questa occasione. In alcuni punti sono arrivata lunga, ho trovato poca confidenza in altri passaggi ma sono nel complesso molto soddisfatta, consapevole di poter migliorare nel superG di domani quando le condizioni meteo dovrebbero essere migliori, anche se con un po’ di vento in più”. Sembra già pronta per il nuovo duello di domani con la svizzera: “Ho enorme stima per lei e sono molto contenta di duellare con Lara, che in superG è davvero fortissima. Sono comunque molto orgogliosa a di aver ancora anche il pettorale rosso di leader di superG”. Anche in questa gara c’è stata poi una grande Italia jet sulla difficile pista Corviglia con i suoi grandi dossi su cui sono sistemate porte cieche per cui bisogna memorizzare bene la successiva direzione: Elena Curtoni ha chiuso sesta, Federica Brignone ottava e Marta Bassino nona.
Buone notizie per l’Italia anche in campo maschile nel gigante di val d’Isere. Il trentino Luca De Aliprandini – argento iridato a Cortina 2021 – è arrivato quarto, con il tempo di 2.13.62, suo miglior risultato di sempre in coppa del mondo. Terzo successo stagionale e settimo in carriera invece per lo svizzero Marco Odermatt che ha vinto in 2.12.31 davanti al francese Alexis Pinturault in 2.12.90 ed all’austriaco Manuel Feller in 2.13.55. Per l’Italia ci sono poi – fuori Riccardo Tonetti che era 13/o dopo la prima manche – Giovanni Borsotti diciottesimo e Alex Hofer ventunesimo. Domani in Val d’Isere è in programma uno slalom speciale. Per l’Italia tornano in pista anche il veterano Manfred Moelgg ed il giovane talento Alex Vinatzer.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sci: Odermatt vince gigante Val d’Isere, De Aliprandini 4/o
Terzo successo per lo svizzero. Domani lo slalom speciale
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
VAL D’ISERE
11 dicembre 2021
15:41
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Terzo successo stagionale e settimo in carriera per lo svizzero Marco Odermatt che in 2.12.31 ha vinto lo slalom gigante di Val d’Isere.
Dietro di lui il francese Alexis Pinturault in 2.12.90 e l’austriaco Manuel Feller in 2.13.55.

Miglior azzurro e’ stato ancora una volta il trentino Luca de Aliprandini con un ottimo quarto tempo in 2.13.62, miglior risultato in coppa per l’argento mondiale di Cortina. Per l’Italia ci sono poi – fuori Riccardo Tonetti che era 13/o dopo la prima manche – Giovanni Borsotti 18/o in 2.15.09 e Alex Hofer 21/o in 2.15.73 . 
Domani in Val d’Isere e’ in programma uno slalom speciale. Per l’Italia tornano in pista anche il veterano Manfred Moelgg ed in giovane talento Alex Vinatzer.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Gp Abu Dhabi: Verstappen, ‘migliorato auto in qualifica’
Gomme diverse da Hamilton,con soft dovrebbe essere più facile
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
11 dicembre 2021
15:50
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“E’ una sensazione fantastica, abbiamo decisamente migliorato la vettura in qualifica perché questo week end abbiamo avuto degli alti e bassi.
Però sono incredibilmente contento, è quello che volevamo ma non è mai semplice considerato quanto loro sono stati forti nelle ultime gare.
Ma ora guardo avanti, a domani, perché è la giornata più importante”. Così Max Verstappen dopo la pole position del Gp di Abu Dhabi, che domani assegnerà il titolo mondiale piloti di F1.
L’olandese della Red Bull partirà con gomme soft, il suo avversario Hamilton con quelle medie: “Io mi sentivo bene – ha spiegato – con entrambe le gomme. Di sera ovviamente fa un pochino più fresco, quindi dovrebbe essere più semplice con le gomme soft. Ma vedremo domani, sarà importantissimo fare una bella partenza dopodiché cercheremo di fare la nostra gara cercando di fare il nostro meglio”.
Dopo le polemiche riguardo agli incidenti con Hamilton, Verstappen ha detto di sentirsi un “po’ sollevato, perché io faccio sempre del mio meglio e il mio team mi dà sempre la miglior macchina possibile ed è quello che facciamo tutto l’anno. Oggi ha funzionato tutto alla perfezione”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Gp Abu Dhabi: Hamilton, ‘non potevo competere con tempo di Max’
‘Spero che le nostre gomme siano le migliori per la gara’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
11 dicembre 2021
16:13
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Max ha fatto un gran giro oggi, non potevamo competere con il tempo che ha realizzato alla fine.

Sono andato piuttosto forte nel corso delle prove però non potevamo rispondere al suo ultimo giro, che è stato fantastico.

Ma siamo in una buona posizione, voglio pensare che le nostre gomme siano le migliori per domani e spero di poter fare una bella gara”. Così Lewis Hamilton dopo aver perso la battaglia per la pole con Verstappen per il Gp di Abu Dhabi, che domani assegnerà il titolo mondiale piloti di F1.
Il britannico della Mercedes ha ribadito che non avrebbe probabilmente fare un giro più veloce: “Ho perso tanto tempo alla curva 5, però l’ultimo giro è stato totalmente pulito, non potevo andare più veloce. Non so se con la preparazione delle gomme avrei potuto fare qualcosa di meglio, però penso che in ogni caso non potevo battere quel tempo. Max ha meritato chiaramente la pole”.
Per la gara di domani non è demoralizzato, nonostante l’importanza di partire davanti a tutti sul circuito di Yas Marina: “Sono comunque in prima fila. Ci sarà ovviamente una differenza per le gomme” dato che Hamilton avrà le medie e Verstappen le soft, “e comunque lo vedo in partenza, quindi cercheremo di regolarci anche su quello”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: è Verstappen il campione, respinti ricorsi Mercedes
Vittoria e titolo per l’olandese nelle mani dei commissari
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
12 dicembre 2021
21:00
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Dopo 22 gran premi e centinaia di giri, è stato l’ultimo dei 58 previsti sul circuito di Abu Dhabi ad assegnare il titolo 2021.
Sotto la bandiera a scacchi sul circuito di Yas Marina è passato per primo Max Verstappen.
Il 24enne di Hasselt, primo olandese a vincere in Formula 1, ci è riuscito con un sorpasso dei suoi, al limite del regolamento, che gli ha consentito di beffare all’ultima tornata il sette volte iridato Lewis Hamilton, giunto secondo. Ma il finale non era ancora scritto sulla pietra, perchè la Mercedes ha presentato un doppio reclamo per quanto avvenuto durante il regime di safety car negli ultimi quattro giri. Dopo ore di apprensione, valutazioni e imbarazzi, la Fia ha infine annunciato che i ricorsi erano respinti, confermando la vittoria dell’olandese.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Verstappen il predestinato, dai kart al mondiale
Velocità è dono di famiglia, a 24 anni ha raggiunto la maturità
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
12 dicembre 2021
19:18
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Ecco il giovane leone che, al termine di una delle gare più incredibile nella storia della F1, ha beffato Lewis Hamilton, dominatore della velocità nell’era dei motori ibridi.
Si chiama Max Verstappen, guida una Red Bull e sulla pista di Abu Dhabi ha vinto la decima gara della stagione e il suo primo titolo mondiale.
C’è da scommettere che non si fermerà.
Nato in Belgio 24 anni fa, Max è di nazionalità olandese, quella di papà Johannes, ex pilota di Benetton e Minardi. Con modesti risultati (107 gare tra il 1994 e il 2003, con due podi) così da affidare al figlio il compito di raggiungere quei traguardi a lui negati. Al genitore, anche oggi presente a bordo pista, lo lega un rapporto complesso, basato su una rigida educazione, appena mitigata da mamma Sophie Kumpen, a sua volta pilota di kart, nata in una famiglia di corridori professionisti. Poteva fare altro nella vita il piccolo Max, se non mettersi al volante di un bolide a quattro ruote? L’inizio della carriera di ‘Mad Max’ (il soprannome arriverà in F1 a testimoniare lo stile aggressivo) è precocissimo.
Comincia a gareggiare sui kart a otto anni nei campionati belgi e olandesi. E vince da subito. Nel 2012 si prende la Master Series KF2, così come l’anno successivo, insieme alla Nations Cup KF3. Brucia le tappe. Sale sulle monoposto di Formula 3, nel 2014. Partecipa al campionato europeo FIA con la macchina del team Van Amersfoort Racing. Terzo a fine anno, con 10 vittorie, sei consecutive, compresa quella sulla storica pista di Zandvoort.
Lo nota Helmut Marko, consulente della scuderia Red Bull e del suo proprietario, il milardario austriaco Dietrich Mateschitz, che lo chiama nel Red Bull Junior Team e poi lo vuole nel team satellite Toro Rosso. Il 3 ottobre 2014, all’età di 17 anni e 3 giorni, esordisce nelle prove libere del venerdì del GP in Giappone. Il talento è indubbio, resta qualche dubbio sull’età. E’ facile bruciarsi arrivando così presto tanto in alto. Marko però vede in lui la fredezza del campione e nel 2015 lo fa debuttare. Non ancora diciottenne, Max ottiene due quarti posti, in Ungheria e negli Stati Uniti. E stabilisce due record: in Australia è il più giovane di sempre ad esordire in F1 ed in Malesia il più precoce nel raccogliere punti.
Di lui impressionano velocità, temerarietà al limite dell’incoscienza, dedizione al lavoro. I contatti in pista sono frequenti ed i rapporti con i colleghi non facili. Ma a Verstappen non importa di essere considerato un pericolo pubblico. “Abituatevi – replica -, ognuno ha il proprio stile.
Questo è il mio”. E non si lascia intimidire. Ad un’icona come Niki Lauda che, dopo un duello sul filo dei 300 orari con la Ferrari di Raikkonen, gli consiglia di rivolgersi ad uno psichiatra, risponde: “Mi ci dovrebbe accompagnare…”. Ma c’è anche chi in quel ragazzo spavaldo rivede il talento più limpido dai tempi di Ayrton Senna. Un altro legame con il brasile gli viene dalla fidanzata Kelly Piquet, figlia di Nelson, tre volte campione del mondo di F1.
Il primo anno da rookie è eccellente e nel 2016, a stagione iniziata, viene promosso alla Red Bull. Sale sulla nuova monoposto proprio in catalogna e domenica 15 maggio, sul circuito del Montmeló, Verstappen ottiene un altro primato: a 18 anni, 7 mesi e 15 giorni diventa il più giovane pilota vincitore di un gran premio nella storia della F1. I successi diventano due nel 2017 e 2018, tre nel 2019, ancora due nel 2020, stagione contratta a causa del Covid. L’avversario da battere è sempre Hamilton. Missione compiuta negli Emirati Arabi, Max il predestinato
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: albo d’oro, Verstappen interrompe dominio Hamilton
Inglese resta a 7 titoli con Schumi, 5 Fangio, 4 Prost e Vettel
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
12 dicembre 2021
18:49
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Albo d’oro del Mondiale piloti di F1:
• 1950 Giuseppe Farina (Ita) Alfa Romeo
• 1951 Juan Manuel Fangio (Arg) Alfa Romeo
• 1952 Alberto Ascari (Ita) Ferrari
• 1953 Alberto Ascari (Ita) Ferrari
• 1954 Juan Manuel Fangio (Arg) Maserati-Mercedes
• 1955 Juan Manuel Fangio (Arg) Mercedes-Benz
• 1956 Juan Manuel Fangio (Arg) Ferrari
• 1957 Juan Manuel Fangio (Arg) Maserati
• 1958 Mike Hawthorn (Gb) Ferrari
• 1959 Jack Brabham (Aus) Cooper-Climax
• 1960 Jack Brabham (Aus) Cooper-Climax
• 1961 Phil Hill (Usa) Ferrari
• 1962 Graham Hill (Gb) Brm
• 1963 Jim Clark (Gb) Lotus-Climax
• 1964 John Surtees (Gb) Ferrari
• 1965 Jim Clark (Gb) Lotus-Climax
• 1966 Jack Brabham (Aus) Brabham-Repco
• 1967 Denis Hulme (Nze) Brabham-Repco
• 1968 Graham Hill (Gb) Lotus-Cosworth
• 1969 Jackie Stewart (Gb) Matra-Cosworth
• 1970 Jochen Rindt (Aut) Lotus-Cosworth
• 1971 Jackie Stewart (Gb) Tyrrel-Cosworth
• 1972 Emerson Fittipaldi (Bra) Lotus-Cosworth
• 1973 Jackie Stewart (Gb) Tyrrel-Cosworth
• 1974 Emerson Fittipaldi (Bra) McLaren-Cosworth
• 1975 Niki Lauda (Aut) Ferrari
• 1976 James Hunt (Gb) McLaren-Cosworth
• 1977 Niki Lauda (Aut) Ferrari
• 1978 Mario Andretti (Usa) Lotus-Cosworth
• 1979 Jody Scheckter (Saf) Ferrari
• 1980 Alain Jones (Aus) Williams-Cosworth
• 1981 Nelson Piquet (Bra) Brabham-Cosworth
• 1982 Keke Rosberg (Fin) Williams-Cosworth
• 1983 Nelson Piquet (Bra) Brabham-Bmw turbo
• 1984 Niki Lauda (Aut) McLaren-Tag Porsche
• 1985 Alain Prost (Fra) McLaren-Tag Porsche
• 1986 Alain Prost (Fra) McLaren-Tag Porsche
• 1987 Nelson Piquet (Bra) Williams-Honda
• 1988 Ayrton Senna (Bra) McLaren-Honda turbo
• 1989 Alain Prost (Fra) McLaren
• 1990 Ayrton Senna (Bra) McLaren
• 1991 Ayrton Senna (Bra) McLaren
• 1992 Nigel Mansel (Gb) Williams
• 1993 Alain Prost (Fra) Williams-Renault
• 1994 Michael Schumacher (Ger) Benetton
• 1995 Michael Schumacher (Ger) Benetton
• 1996 Damon Hill (Gb) Williams
• 1997 Jacques Villeneuve (Can) Williams
• 1998 Mika Hakkinen (Fin) McLaren-Mercedes
• 1999 Mika Hakkinen (Fin) McLaren-Mercedes
• 2000 Michael Schumacher (Ger) Ferrari
• 2001 Michael Schumacher (Ger) Ferrari
• 2002 Michael Schumacher (Ger) Ferrari
• 2003 Michael Schumacher (Ger) Ferrari
• 2004 Michael Schumacher (Ger) Ferrari
• 2005 Fernando Alonso (Spa) Renault
• 2006 Fernando Alonso (Spa) Renault
• 2007 Kimi Raikkonen (Fin) Ferrari
• 2008 Lewis Hamilton (Gbr) McLaren-Mercedes
• 2009 Jenson Button (Gbr) Brawn Gp
• 2010 Sebastian Vettel (Ger) Red Bull
• 2011 Sebastian Vettel (Ger) Red Bull
• 2012 Sebastian Vettel (Ger) Red Bull
• 2013 Sebastian Vettel (Ger) Red Bull
• 2014 Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes
• 2015 Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes
• 2016 Nico Rosberg (Ger) Mercedes
• 2017 Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes
• 2018 Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes
• 2019 Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes
• 2020 Lewis Hamilton (Gbr) Mercedes
• 2021 Max Verstappen (Ola) Red Bull-Honda
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sul podio negli Emirati Arabi era salito, e sceso, sicuro del suo terzo posto Carlos Sainz, autore di un’ottima gara. Lo spagnolo può essere soddisfatto: ha chiuso il primo anno in Ferrari davanti a Charles Leclerc, decimo oggi, scavalcandolo anche nella classifica piloti. Il giovane Max, stella della Red Bull, ha avuto un aiuto dalla fortuna, e anche da regolamenti complicati e di difficile applicazione, ma in pista è stato bravissimo a scartare il regalo quando (era il 53/o giro) la safety car, entrata per l’incidente di Latifi, ha rimescolato l’ultima mano di carte. Mentre i giri scorrevano lenti, Max è stato invece lesto a rientrare al box per montare un set di gomme soft nuove.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: ciao Raikkonen, ultimo campione con la Rossa
Iceman lascia il circus, un modellino ‘F2007′ come ricordo
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
12 dicembre 2021
18:32
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Kimi Raikkonen stavolta ha chiuso davvero.  Il tramonto a Yas Marina, dopo il ritiro con la sua Alfa Romeo dal Gp di Abu Dhabi, sarà il suo ultimo ricordo di una vita in Formula 1, dopo 19 stagioni spesso da protagonista nel circus e tra i più amati dai tifosi, specie nelle indimenticabili esperienze a Maranello, culminate col titolo mondiale del 2007, l’ultimo conquistato dalla Ferrari.
In 350 gran premi Iceman ha portato in pista tante monoposto – cominciando nel 2001 con la Sauber per proseguire con McLaren, Ferrari, Lotus e Alfa Romeo – vincendone 21 e salendo oltre cento volte sul podio.

“La Formula 1 richiede molto tempo, ma non è mai stata la cosa principale per me – è arrivato a dire in un’intervista di questa settimana -. La mia vita è sempre stata fuori e ci sono altre cose più importanti. Non vedo l’ora che arrivi il giorno in cui non ho nulla in programma e posso fare quello che vuole la mia famiglia”. Da domani sarà accontentato, sempre che il demone del volante non riesca ad avere ancora una volta la meglio. E’ già accaduto, quando staccò la spina nelle stagioni 2010 e 2011, andando però a battagliare sul circuito Nascar o nel Mondiale rally, ma senza lasciare il segno. Al ritorno nel circus dimostrò di non aver perso lo smalto, tanto che alla Lotus, dove aveva firmato un contratto a cottimo con un tot da incassare a punto mondiale, rischiò di far fallire il team. Non raggiunse più le vette del mondiale 2007, ma fu ancora capace di lottare per il titolo, nel 2012 e nel 2018 alla sua ultima stagione a Maranello prima del passaggio all’Alfa. Il suo posto lo prenderà un altro senatore e connazionale, Valtteri Bottas, che lascia la Mercedes al rampante George Russell.
Tra i tanti trofei, il finlandese potrà aggiungere da oggi anche un modellino della F2007 con la quale trionfò 14 anni fa.
E’ quello che oggi gli è stato consegnato in una breve cerimonia prima della partenza il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, i piloti Charles Leclerc e Carlos Sainz e tutto il team, insieme con Stefano Domenicali.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Ed alla ripartenza ha ‘bruciato’ Hamilton, sorpreso dalla manovra inattesa. Nel frattempo, però, non tutto nella gestione della vicenda da parte dei commissari di gara, guidati da Michael Masi, è parso a norma di regolamento, e su questo la Mercedes si è gettata a capofitto per contestare l’ordine d’arrivo della gara. I suoi due ricorsi, uno su un presunto sorpasso di Max su Lewis dietro la safety car e l’altro, più aderente alla realtà, sull’andamento degli ‘sdoppiaggi’, sono però stati respinti quando ormai nell’Emirato era quasi ora di andare a letto. Difficile, però, che la questione finisca qui, perchè la casa di Woking può presentare ancora ricorso. Era comunque un bel po’ di tempo che il Circus non viveva una stagione e anche una giornata così densa di emozioni e colpi di scena, nemmeno fosse stata guidata da un’apposita regia. Il mondiale alla fine è andato a Verstappen con un vantaggio di otto punti sull’inglese della Mercedes, tra i primi a complimentarsi con l’avversario: “Quest’anno lui ed il suo team hanno fatto un lavoro fantastico”.
Il fair play non scontato perché fin dalle prime curve si era capito che la sfida tra i due maschi alfa delle monoposto sarebbe stata rude. Verstappen ha sprecato la decima pole con una partenza sbagliata ed alla prima curva si è ritrovato negli scarichi della Mercedes, per la disperazione delle migliaia di tifosi giunti dall’Olanda. Ha tentato di reagire subito e l’ennesimo ruota a ruota della stagione ha mandato l’inglese fuori pista. Se nella via di fuga ci fosse stata ghiaia invece che asfalto, la gara di Hamilton probabilmente sarebbe finita lì. Invece è rientrato tagliando completamente una curva. Manovra apparsa effettivamente al limite del regolamento. La red Bull si aspettava un intervento dei commissari che costringesse Hamilton a restituire la posizione, ma il direttore di gara, il già contestato Michael Masi, non ha ravvisato irregolarità nella manovra e la gara è proseguita, con la Mercedes in fuga. Favorita dalla gomma media, mentre Verstappen aveva dovuto montare al via le più performanti, ma meno meno longeve, morbide dopo aver rovinato il suo treno di medie in qualifica. L’olandese ha cominciato a perdere ed al 14mo giro ha montato pneumatici hard. Scelta imitata un giro dopo da Hamilton. La virtual safety car al 36/o giro ha indotto Verstappen ad un altro ritorno al box per cambiare gomme. Hamilton, invece, è rimasto in pista e quando è sventolata la bandiera verde si è ritrovato con un vantaggio di quasi 20″. Da qui al colpo di scena finale è stata una cavalcata del ‘baronetto nero’ che appariva imprendibile. Max si è avvicinato, ma troppo lentamente e senza lo schianto di Latifi contro un muretto il finale sarebbe diverso. “Ho lottato per tutta la gara, continuando a spingere ed a crederci. La sorte mi ha aiutato? Me lo sono meritato” è la convinzione del nuovo campione del mondo di F1. Con tanto di certificato dei commissari.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
SPECIALE F1: Gp Abu Dhabi, ordine di arrivo e classifiche
Beffato Hamilton nel finale dell’ultimo Gp
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
12 dicembre 2021
18:44
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Classifiche del mondiale di F1 dopo il GP di Abu Dhabi, ultima gara della stagione 2021.

1) Max Verstappen (OLA/Red Bull-Honda) i 306,183 km
in 1h30’17”.345
2) Lewis Hamilton (GBR/Mercedes) +2.256
3) Carlos Sainz Jr (SPA/Ferrari) +5.173
4) Yuki Tsunoda (JPN/AlphaTauri-Honda) +5.692
5) Pierre Gasly (FRA/AlphaTauri-Honda) +6.531
6) Valtteri Bottas (FIN/Mercedes) +7.463
7) Lando Norris (GBR/McLaren-Mercedes) +59.200
8) Fernando Alonso (SPA/Alpine-Renault) +1’01.708
9) Esteban Ocon (FRA/Alpine-Renault) +1’04.026
10) Charles Leclerc (MON/Ferrari) +1:06.057
11) Sebastian Vettel (GER/Aston Martin-Mercedes)
+1’07.527)
12) Daniel Ricciardo (AUS/McLaren-Mercedes) a 1 giro 13) Lance
Stroll (CAN/Aston Martin-Mercedes) a 1 giro 14) Mick Schumacher
(GER/Haas-Ferrari) a 1 giro
Mondiale piloti:
1) Max Verstappen (OLA) 395,5 punti
2) Lewis Hamilton (GBR) 387,5
3) Valtteri Bottas (FIN) 226
4) Sergio Pérez (MEX) 190
5) Carlos Sainz Jr (SPA) 164,5
6) Lando Norris (GBR) 160
7) Charles Leclerc (MON) 159
8) Daniel Ricciardo (AUS) 115
9) Pierre Gasly (FRA) 110
10) Fernando Alonso (SPA) 81

Mondiale costruttori:
1) Mercedes 613,5 punti
2) Red Bull-Honda 585,5
3) Ferrari 323,5
4) McLaren-Mercedes 275
5) Alpine-Renault 155
6) AlphaTauri-Honda 142
7) Aston Martin-Mercedes 77
8) Williams-Mercedes 23
9) Alfa Romeo Racing-Ferrari 13
10) Haas-Ferrari 0
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Snowboard: Cdm; in Austria vincono Moioli-Sommariva
Coppia azzurra fa il vuoto, seconda la Repubblica Ceca
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
MONTAFON
11 dicembre 2021
17:37
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pronto riscatto per la squadra italiana di snowboardcross nella prima prova a squadre stagionale, valida per la Coppa del mondo a Montafon, in Austria.
Dopo i mancati podi nella prima giornata, con la sfortuna dell’infortunio occorso a Omar Visintin, la coppia formata da Michela Moioli e Lorenzo Sommariva si è presa di forza uno straordinario successo.

I due azzurri, che hanno letteralmente fatto il vuoto dietro a loro in ogni turno, hanno poi dominato la finale con Sommariva capace di guadagnare più di un secondo sulla concorrenza, e Moioli abilissima a gestire al meglio l’ampio vantaggio. Alle spalle del duo italiano si è piazzata la Repubblica Ceca con Jan Kubicik ed Eva Samkova, terza piazza per la Francia con Quentin Sodogas e Chloe Trespeuch.
Al via anche la coppia formata da Tommaso Leoni e Sofia Belingheri: i due sono arrivati fino alla ‘small final’, collezionando il settimo posto finale.
Intanto dall’ospedale in cui è stato portato Visintin fa sapere via social che si sta riprendendo e che salterà le prossime gare di Coppa. Nessuna previsione invece, almeno per ora, sull’Olimpiade di Pechino, che comincia il prossimo 4 febbraio.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Rugby: tornano le Zebre, sconfitta per 26-13
Challenge Cup, il Biarritz si impone al Lanfranchi di Parma
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
PARMA
11 dicembre 2021
17:49
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
In campo a 49 giorni dall’ultimo incontro e dopo le disavventure legate al viaggio in Sudafrica e la variante Omicron, le Zebre sono tornate in campo schierando un XV iniziale formato da tutti giocatori reduci dal soggiorno forzato a Città del Capo.
L’avversario di turno erano i francesi del Biarritz che nel match giocato nel gelo (2 gradi) del Lanfranchi e valido per la Challenge Cup, si sono imposti per 26-13 (14-13).

Per la franchigia di Parma i punti sono stati realizzati da Rizzi (2 calci piazzati e una trasformazione) e Trulla (meta).
Le Zebre giocheranno di nuovo venerdì prossimo, sempre in Challenge Cup, contro il Tolone di Sergio Parisse, in un confronto che si disputerà in casa dei francesi.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Morto Santana, il primo spagnolo a vincere Wimbledon
Aveva 83 anni. Nadal: “Abbiamo perso un punto di riferimento”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
11 dicembre 2021
21:34
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Manuel Santana, il primo spagnolo a vincere sull’erba di Wimbledon, è morto all’età di 83 anni.
Lo ha annunciato il Madrid Masters, torneo di cui era presidente onorario.
“Grazie mille volte per quello che hai fatto per il nostro Paese e per aver aperto la strada a tante persone. Sei sempre stato un punto di riferimento, un amico e una persona molto vicina a tutti”, ha twittato Rafael Nadal, come lui spagnolo re di Wimbledon. “Ci mancherai”.
‘Manolo’ Santana ha vinto quattro titoli importanti nel singolare: gli Open di Francia nel 1961 e nel 1964, gli Us Open a Forest Hills nel 1965 e Wimbledon nel 1966, indossando una maglia del Real Madrid. “Il suo amore per il club lo ha ispirato a vincere Wimbledon nel 1966 con la maglia dei ‘blancos’, rendendolo il primo tennista spagnolo a imporsi nel torneo inglese, ha scritto il club sul proprio sito web. Ha anche vinto la medaglia d’oro nel singolare e l’argento nel doppio a Città del Messico nei Giochi del 1968, dove il tennis è stato incluso come evento dimostrativo. Ha capitanato la Spagna in Coppa Davis fra il 1980 e il 1985 e di nuovo fra il 1995 e il 1999.
Il presidente del Governo spagnolo, Pedro Sanchez, ha messo in risalto la perdita di una “leggenda”. I media spagnoli hanno riferito che Santana soffriva del morbo di Parkinson e viveva a Marbella, in Andalusia.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Scherma, Cdm: fioretto donne, Volpi vince la prima tappa
A Saint-Maur batte oro olimpico Kiefer, terza Palumbo
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
11 dicembre 2021
20:01
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Nella prima tappa di Coppa del Mondo della stagione di fioretto femminile, a Saint Maur (Francia), l’Italia del ct Stefano Cerioni inizia nel migliore dei modi grazie alla vittoria di Alice Volpi.
La senese, testa di serie numero 2 della gara odierna, è stata capace di superare in finale, con la stoccata decisiva del 15-14, la campionessa olimpica in carica Lee Kiefer.

In precedenza l’atleta della Fiamme Oro si era imposta prima sulla francese Alice Recher 15-10 e poi sulla portacolori di Hong Kong Kimberley Vanessa Cheung 15-5. Dal tabellone dei 16 ha dovuto affrontare ben tre derby: il primo contro Erica Cipressa, vinto 15-8, ai quarti contro Martina Batini, superata 15-9 e in semifinale contro Francesca Palumbo, battuta 15-12. Proprio la potentina Palumbo ha completato il podio della gara, occupando il terzo gradino del podio insieme all’americana Jacqueline Dubrovich.
“Ci voleva, la volevo ed è arrivata una splendida vittoria.
Complimenti anche a tutte le altre mie compagne, abbiamo lottato tutte come guerriere”, le parole di Alice Volpi con “una dedica a me stessa, perché dopo il quarto posto di Tokyo avevo davvero bisogno di questa vittoria”.
Domani, a Saint Maur, è in programma la gara a squadre, dove l’Italia schiererà un quartetto composto da Alice Volpi, Erica Cipressa, Martina Favaretto e Camilla Mancini.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Taekwondo: argento per Bossolo a Mondiali paralimpici
Azzurro sconfitto in finale dal mongolo Ganbat
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
11 dicembre 2021
20:32
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Primo argento per l’Italia ai Mondiali di para taekwondo in corso a Istanbul.
La medaglia è stata conquistata da Antonino Bossolo, il quale dopo aver archiviato l’esperienza delle paralimpiadi, si mette subito in corsa per Parigi 2024 conquistando punti importantissimi.

Nella finale, Bossolo si è trovato davanti il mongolo Bolor Erdene Ganbat, già suo avvha visto trionfare il mongolo con un punteggio di 18-8, ma in ogni caso quello disputato da Antonino è stato un grande mondiale. In precedenza infatti aveva superato gli ottavi contro l’azero Elimkhan Aze Manafov (19-3), i quarti contro il russo Daniil Sidorov (6-3) e in semifinale ha avuto la meglio sul turco Mahmut Bozteke per 8-5.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Tennis: Italia si candida a ospitare fase finale Coppa Davis
Annuncio presidente Angelo Binaghi per i prossimi 5 anni
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
12 dicembre 2021
10:54
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia chiederà di ospitare per i prossimi cinque anni le finali di Coppa Davis di tennis.
Lo ha annunciato il presidente della Federazione italiana tennis Angelo Binaghi durante la presentazione della giornata finale delle Cupra finals di padel a Cagliari.
La proposta è legata alla nuova formula che prevede un girone conclusivo a quattro squadre.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Mazepin positivo, non correrà ad Abu Dhabi
Haas con una sola vettura, quella di Mick Schumacher
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
ABU DHABI
12 dicembre 2021
11:05
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il pilota della Haas Nikita Mazepin è risultato positivo al test per il Covid-19 e non prenderà parte all’ultimo GP della stagione di Formula 1Fca ad Abu Dhabi.
“Nikita è asintomatico e sta fisicamente bene, ma ora si autoisolerà e aderirà alle linee guida delle autorità sanitarie pubbliche competenti, con la sicurezza come priorità assoluta per tutte le parti interessate”, ha affermato il suo team in una nota.

Il pilota di riserva della Haas Pietro Fittipaldi è ad Abu Dhabi, ma gli organizzatori della Formula 1 hanno spiegato che poiché il brasiliano non ha preso parte ad almeno una sessione questo fine settimana, non è idoneo a sostituire il russo. Di conseguenza, Haas correrà con una sola vettura, guidata da Mick Schumacher.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sci: Brignone vince a St.Moritz, miglior azzurra di sempre
Valdostana domina SuperG, Curtoni 2/a. Delude Vinatzer in slalom
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
ST. MORITZ
12 dicembre 2021
19:12
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Domenica di gloria per lo sci italiano grazie alle ragazze azzurre e soprattutto a Federica Brignone.
Sulle nevi svizzere di St.Moritz la valdostana ha vinto il secondo superG di coppa del mondo in programma e con 17 successi in carriera supera Deborah Compagnoni, diventando l’azzurra piu’ vincente di sempre.
Ma non basta perchè seconda è arrivata Elena Curtoni, relegando al terzo posto l’ americana Mikaela Shiffrin. Per l’Italia poteva essere una domenica ancor più’ ricca di soddisfazioni se il giovane gardenese Alex Vinatzer, eccellente secondo nella prima manche dello speciale di val d’Isere, non avesse incredibilmente saltato l’ultima porta. “E’ una vittoria che va al di là delle statistiche, una delle mie più belle: sudata, voluta e cercata”, ha detto felice Brignone, che ha vinto in tutte le specialità, da vera polivalente: sette volte in gigante, cinque in superG e cinque in combinata. “Dopo il weekend di Lake Louise ci credevo, perché ho fatto delle belle gare. Sono arrivata a St.Moritz cercando di fare un bel risultato, l’ultima volta arrivai seconda a un centesimo. Ieri ero arrabbiata per non essere riuscita a fare quello che volevo – ha detto ancor Federica -. Oggi quando hanno abbassato la partenza per il troppo vento temevo cancellassero in gara! Dopo la caduta di Lara Gut-Behrami, che sembra fortunatamente star bene, è stato a ancor più duro stare concentrata ma ho attaccato a tutta. Battere il risultato di Deborah è incredibile anche perché lei aveva a fianco Mauro Sbardellotto, il mio skiman, e penso sia una bellissima cosa che ci unisce”. Dopo le delle delusioni ai Mondiali di Cortina, “sono contenta di non aver mollato e aver tenuto duro fino a oggi”. Felicissima anche Elena Curtoni, da pochi mesi sposa di un velista: “Avevo questa prestazione negli sci, nelle gambe e nel cuore. Era un po’ che ci giravo intorno e son contenta di aver messo in pista la mia sciata da cima a fondo”. Niente podio invece ma sesto posto per Sofia Goggia dopo un errore di linea nella parte centrale (“ho sbandato in un curva ed ho perso velocità”), ma vista l’uscita senza danni di Gut-Behrami conserva comunque da sola il pettorale rosso di leader del superG oltre a quello della discesa. Non bastasse ci sono anche l’ottavo posto di Marta Bassino ed il nono di Francesca Marsaglia. E poi ancora Nicol Delago 15/a e Karoline Pichler 19/a. Nel primo slalom uomini della stagione, in val d’Isere ha vinto invece il francese Clement Noel, al nono successo in carriera, davanti allo svedese Kristoffer Jakobsen e al croato Filip Zubcic. Grande delusione per l’Italia con l’azzurro Alex Vinatzer che ha saltato l’ultima porta quando aveva ormai in tasca il secondo posto. Per l’Italia , mentre ha inforcato anche Stefano Gross, ci sono il nono posto di Giuliano Razzoli, poi Tommaso Sala 12/o e Manfred Moelgg 19/o. “Non so ancora bene quel che è successo, dovrò rivede il video – ha raccontato incredulo Vinatzer – ma di certo è una cosa che brucia. Resta la consolazione di aver capito di essere in forma. Un po’ di pazienza ed il grande risultato presto arriverà”. Per la coppa del mondo uomini parte adesso la lunga trasferta prenatalizia italiana tra le Dolomiti: venerdì e sabato prossimi superG e discesa in val Gardena, seguiti da due gigante in Alta Badia e dal classico slalom notturno di Madonna di Campiglio del 22 dicembre. Il Circo bianco delle donne si sposta invece in Val’Isere per una discesa ed un superG nel prossimo fine settimana.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Tennis: al via a Roma la 38/ma edizione del Lemon Bowl
Si gioca al Salaria Sport Village, più di 1000 atleti iscritti
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
12 dicembre 2021
13:29
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
E’ cominciata a Roma la 38/a edizione del Lemon Bowl, rassegna tennistica giovanile nazionale a partecipazione straniera.
Gli iscritti sono 1072 e le categorie impegnate sono under 10, under 12 e under 14, ma le iscrizioni per le qualificazioni e per il tabellone principale si chiuderanno il 15 dicembre.

Tanti i giocatori poi divenuti campioni che sono passati sui campi del Lemon Bowl. Tra gli italiani hanno partecipato, ma mai vinto, Matteo Berrettini, Camila Giorgi, i numeri 1 italiani del momento, mentre Lorenzo Musetti vanta una vittoria e una finale.
Fra gli atleti stranieri da ricordare Jelena Jankovic, vincitrice nel 1997 e divenuta n.1 del mondo. Ivan Ljubicic, vincitore nel 1995 e divenuto numero 3 Atp Anastasia Myskina, vincitrice nel 1994 e divenuta n.2 Wta con un titolo al Roland Garros nel 2004. Proprio Ljubicic ha inviato un messaggio ai giovani partecipanti: “Se siete lì, a giocarvela, vuol dire che siete forti, ma conquistare il trofeo non è la cosa più importante.
Continuate a sognare, perché tutto è possibile e spero anche che avrete un bellissimo ricordo del Lemon come è ancora per me”.
Il Lemon Bowl è organizzato con il patrocinio della Fit e con il Comitato Regionale del Lazio. La sede centrale è nuova ed è il Salaria Sport Village, ma nella prima fase del torneo si giocherà anche al Forum Sport Center e al Panda Sporting Club.
Il direttore del torneo Paolo Verna quest’anno sarà affiancato a livello organizzativo da Tato Pedà e Mauro Ricevuti.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Padel: Nepi premia atleti al Joy Club, coinvolgiamo tutti
Dg Sport e Salute a Roma Cup, patrocinata da Us Acli e Cip Lazio
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
12 dicembre 2021
13:41
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Un rimbalzo per i normodotati, due rimbalzi per chi è in carrozzina e il padel si gioca sempre, anche integrato.
A dimostrarlo è stata la Asd Sportinsieme, che ha organizzato il torneo Roma Cup presso il Joy Padel Club, organizzato con il patrocinio dell’Us Acli e del Cip Lazio.
Al termine della due giorni che ha visto in campo persone con e senza disabilità, insieme agli atleti della Federazione sport sordi Italia, si sono tenute le premiazioni alla presenza del dg di Sport e Salute, Diego Nepi Molineris: “Non c’è miglior modo di iniziare una giornata venendo qui, tra gli atleti, i praticanti – ha spiegato il dg della società – vedere tante persone che fanno queste attività e si divertono è una grande soddisfazione. Servono sempre più realtà così per diffondere la pratica sportiva. Sarà mio onere e onore valorizzare attività come questa, col massimo coinvolgimento da parte di tutti”.
“Abbiamo l’esempio di come si possono mettere insieme tutti i soggetti per valorizzare lo sport praticato – ha detto il presidente dell’Us Acli, Damiano Lembo -. Questo modo di intendere lo sport sta prendendo la scena”. Marzo Iannuzzi, presidente del Cip Lazio, ha rimarcato: “Sono particolarmente contento, oggi si sta concretizzando quello che tutti i soggetti interessati devono mettere in campo per realizzare il bello dello sport”. Il maestro Massimo Malizia ha commentato: “Sono fermamente convinto che il padel offra un’opportunità non comune tra gli sport: una pratica che, per caratteristiche tecniche e regolamentari, favorisce l’inclusione più semplice e compiuta.
Stiamo lavorando in tal senso, creando occasioni di confronto e condivisione, secondo le migliori potenzialità sociali che lo sport sa donare”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Atletica: Europei cross; Battocletti oro under 23 a Dublino
Altro titolo per l’azzurra, Italia vince anche a squadre
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
12 dicembre 2021
14:53
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’azzurra Nadia Battocletti ha vinto la gara under 23 agli Europei di cross, completando così una tripletta dopo due titoli consecutivi da under 20.
E la festa azzurra a Dublino si estende anche alla squadra femminile U23 che centra un oro storico, merito del sesto posto di Anna Arnaudo e dell’undicesimo di Giovanna Selva, poi Sara Nestola 33/a, Ludovica Cavalli 36/a, Michela Moretton 48/a.
Sul podio con l’italiana sono salite la slovena Klara Lukan, argento, e la portoghese Mariana Machado.
“In questi mesi mi sono allenata molto bene – le sue prime parole di Battocletti – oggi è stata dura, c’erano ragazze molto forti con caratteristiche simili alle mie. Vedevo le altre che provavano un sacco di attacchi ma io sapevo che la mia qualità migliore sono gli ultimi cinquecento metri, ho aspettato e poi sono partita”. La 21enne trentina di Cavareno, che quest’anno ha conquistato il titolo europeo under 23 anche nei 5000 su pista, chiude in 20:32 nei 6 chilometri.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Abu Dhabi; Verstappen vince Gp e titolo mondiale
Batte Hamilton all’ultimo giro, terzo posto per Sainz
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
12 dicembre 2021
15:43
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Max Verstappen su Red Bull ha vinto il GP di Abu Dhabi e il suo primo titolo mondiale di Formula 1.

Secondo è giunto Lewis Hamilton, superato dall’olandese all’ultimo giro dopo l’ingresso della safety car quando il britannico era ampiamente in testa.
Al terzo posto si è classificato Carlos Sainz con la Ferrari, che ha preceduto Vallteri Bottas su Mercedes, quarto, Yuki Tsunoda e Pierre Gasly con le AlphaTauri, Lando Norris, settimo con la McLaren, Fernando Alonso su Alpine, ottavo, Esteban Ocon, con l’Alpine, nono e decimo Charles Leclerc, con la Ferrari.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Verstappen “incredibile, ho lottato per tutta la gara”
“Lo meritano i ragazzi del team, vorrei restare qui a vita”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
12 dicembre 2021
15:55
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“E’ incredibile, ho lottato per tutta la gara, adesso ho anche i crampi”.
Sono state le prime parole di Max Verstappen dopo la vittoria di Abu Dhabi che gli è valsa il primo titolo mondiale di F1 in carriera.
“Lo meritano i ragazzi del team, li adoro, vorrei restare qui 10, 15 anni, a vita, non c’è motivo di cambiare – ha aggiunto il pilota della Red Bull – L’obiettivo era vincere il mondiale e ci siamo riusciti”.
Ad un certo punto della gara, prima della safety car a pochi giri dal termine, sembrava che solo un miracolo potesse riportarlo davanti: “Finalmente un po’ di fortuna anche per me” ha concluso il pilota olandese.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: fair play Hamilton, ‘noi comunque alla grande’
‘Grazie al mio team, lavoro fantastico. Ora buon Natale a tutti’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
12 dicembre 2021
16:00
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Innanzitutto, dico congratulazioni a Max e al suo team.
Noi abbiamo fatto un lavoro fantastico, che abbiamo portato anche qui, in una stagione delle più difficili.

Sono grato di aver percorso questo viaggio con loro”. Queste le prime battute di Lewis Hamilton. “Mi sono sentito alla grande negli ultimi due-tre mesi – dice ancora -, e anche oggi. Siamo ancora nella pandemia, spero che tutti siano in salute in questo Natale. Il prossimo anno vedremo che succede”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Freestyle: Cdm; azzurro Deromeidis è terzo in Francia
Skicross, Italia sale sul podio quasi 16 anni dopo Molling
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
VAL THORENS
12 dicembre 2021
16:15
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Simone Deromeidis entra nella storia del freestyle italiano, nella specialità skicross, con il terzo posto ottenuto nella tappa di Coppa del mondo in programma sulla pista francese della Val Thorens.
Il classe 2000 ha riportato così l’Italia sul podio a quasi sedici anni di distanza dal secondo posto di Carl Heinz Molling in Repubblica Ceca, datata 3 febbraio 2006.

Il trentino, dopo aver superato facilmente le fase di qualificazione centrando il decimo posto con il tempo di 1:06:66, ha vinto la propria batteria sia agli ottavi che ai quarti, classificatosi poi al secondo posto nella semifinale che gli ha consentito il passaggio per la big final, dove ha dovuto cedere il passo allo svizzero Alex Fiva (argento), e al padrone di casa, il francese Terence Tchiknavorian (oro). Quarto posto per lo statunitense Tyler Wallasch.
Non avevano superato la fase di taglio gli altri azzurri iscritti alla gara: Dominik Zuech, Edoardo Zorzi e Yanick Gunsch.
In campo femminile ennesimo trionfo per la svedese Sandra Naeslund, arrivata alla ventesima vittoria della carriera in questa rassegna, seguita dalla svizzera Fanny Smith e dalla canadese Marielle Thompson. Nono posto per Lucrezia Fantelli, out agli ottavi di finale, mentre non aveva superato il turno di qualifica Jole Galli.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Premier Olanda, giornata storica, fantastico Verstappen
Rutte, congratulazioni per questo risultato fenomenale
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
12 dicembre 2021
16:29
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Una giornata storica per lo sport olandese.
Max Verstappen vince la gara decisiva del Mondiale di Formula 1 dopo un bizzarro epilogo.
Congratulazioni per questo risultato fenomenale. Davvero fantastico!”. Lo scrive su Twitter il primo ministro olandese Mark Rutte.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Atletica: Europei cross; vince Ingebrigtsen, Crippa ritirato
A Dublino trionfo Norvegia, vince anche titolo donne con Grovdal
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
DUBLINO
12 dicembre 2021
16:49
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Mi è arrivata una fitta improvvisa nella zona del fegato.
Mancava un giro e mezzo alla fine, per otto chilometri avevo corso come volevo, le gambe stavano bene ed ero in lotta per il podio”.
Non è la giornata di Yeman Crippa agli Europei di cross di Dublino. L’azzurro è costretto a fermarsi a un paio di chilometri dall’arrivo a causa di un problema fisico che non gli ha permesso di completare la prova, dopo aver fatto parte a lungo del gruppo di testa, in maniera autorevole e apparentemente efficiente, insieme a Jakob Ingebrigtsen (Norvegia, 30:15), poi primo al traguardo, ad Aras Kaya (Turchia, argento in 30:29) e al francese Jimmy Gressier (bronzo in 30:34). “Sono arrabbiatissimo, ci metterò un po’ per mandarla giù”, recrimina Crippa.
Ed è doppietta per la Norvegia che porta a casa anche il titolo assoluto femminile. Dopo innumerevoli piazzamenti è il momento di Karoline Bjerkeli Grovdal, in 26:34 davanti alla svedese Meraf Bahta (26:44) e alla tedesca Alina Reh (26:53). Termina l’impero della turca Yasemin Can, quattro corone consecutive, oggi soltanto 14/a. Al 17/o posto la vicentina Rebecca Lonedo, la migliore delle azzurre sugli 8 km di Dublino (28:40). Le altre: 40esima Federica Zanne (29:18), 48esima la gemella Giulia Zanne (29:38), 51esima Martina Merlo (29:40), 53esima Michela Cesarò (29:47).
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Paralimpici: Pancalli rieletto membro del Board dell’Ipc
Assemblea a Dusseldorf, per presidente Cip è la seconda volta
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
12 dicembre 2021
17:42
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli è stato eletto, per la seconda volta consecutiva, membro del governing board dell’International Paralympic Committee, l’organismo di riferimento dello sport paralimpico mondiale.
La votazione è avvenuta in occasione dell’Assemblea generale dell’Ipc che si è tenuta a Düsserdolf, in Germania, e che ha riconfermato Andrew Parsons Presidente.
Il numero uno del Cip ha superato la concorrenza di 25 candidati, risultando il più votato fra gli europei e uno dei due rappresentanti del Vecchio Continente all’interno del board.
Luca Pancalli era già stato il primo italiano a ricoprire questo incarico.
“Voglio ringraziare tutti i delegati dell’Assemblea Generale per la rinnovata fiducia. Considero questo risultato un attestato di stima nei confronti dell’intero movimento paralimpico italiano – ha dichiarato Luca Pancalli al termine della votazione – che, in questi anni, è riuscito a diventare un punto di riferimento in tutto il mondo sia sotto il profilo dei risultati sportivi che dal punto di vista organizzativo. Colgo l’occasione per fare un grande in bocca al lupo e le mie più sincere congratulazioni all’amico Andrew Parsons che in questi anni ha dato prestigio e visibilità al movimento paralimpico internazionale e che sono sicuro darà un ulteriore impulso alla crescita di questa famiglia sportiva”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
F1: Abu Dhabi, Mercedes presenta un doppio reclamo
Contestato risultato Gp per ‘irregolarità’ durante safety car
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
12 dicembre 2021
18:34
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La scuderia Mercedes ha ufficialmente contestato il risultato della gara di Abu Dhabi, che ha visto la vittoria di Max Verstappen su Lewis Hamilton e la conquista del titolo mondiale da parte dell’olandese della Red Bull.
Il ricorso, in particolare, riguarda quanto avvenuto durante il regime della safety car dopo il quale Verstappen, all’ultimo giro, ha superato il britannico.
Secondo i documenti ufficiali comunicati dalla Federazione internazionale dell’automobile (FIA), garante del regolamento in F1, i protagonisti dovevano essere ascoltati dagli steward dalle 19:45 locali. La Mercedes ha confermato l’appello ma non commenterà fino al termine dell’udienza. La safety car è entrata in pista dopo un incidente a Nicholas Latifi (Williams) al giro 53. In un primo momento, il direttore di gara, Michael Masi, non ha permesso ai piloti in ritardo – compreso Verstappen che avevano cambiato le gomme – di tornare alle loro posizioni originali, poi ha cambiato idea, con l’olandese che è potuto tornare alle spalle di Hamilton, che poi ha superato alla ripresa della corsa. Secondo la Mercedes, però, non tutte le auto sarebbero tornare alla posizione originale al momento della ripartenza, quindi questa non sarebbe stata regolare.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Scherma: Cdm fioretto donne; Italia vince prova a squadre
In Francia altro successo azzurro dopo quello di ieri di Volpi
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
SAINT MAURICE
12 dicembre 2021
19:29
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il weekend di Coppa del Mondo di fioretto femminile a Saint Maurice regala all’Italia un altro successo.
Dopo la vittoria di ieri di Alice Volpi nella prova individuale e il terzo posto sul podio di Francesca Palumbo, oggi l’Italia ha trionfato nella gara a squadre.

Il Ct Stefano Cerioni per questo esordio internazionale del fioretto ha scelto di schierare una formazione inedita composta dalle due protagoniste della gara a squadre di Tokyo 2020 Alice Volpi ed Erica Cipressa e, insieme a loro, ha dato spazio anche a Martina Favaretto e Camilla Mancini.
Il quartetto azzurro ha iniziato il suo percorso nel tabellone dei 16 con la vittoria netta contro Singapore 45-12, poi ai quarti le azzurre hanno incontrato la Cina e, dopo un match combattuto fino alla fine, hanno avuto la meglio col punteggio di 44-41. Questo risultato ha spalancato loro le porte della semifinale, dove ad aspettarle c’è stato il Canada, sconfitto 45-37. In finale l’Italia ha trovato il Giappone, che in precedenza aveva battuto 31-26 la Russia: l’assalto si è concluso sul punteggio di 43-40 in favore delle italiane, che hanno così fatto risuonare per la seconda volta in due giorni l’Inno di Mameli. Ultimo gradino del podio per la Russia, che nella finale per il terzo posto ha superato il Canada 44-39.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pallavolo: Mondiale per club;3-0 a Civitanova,vince Cruzeiro
Lube a un passo dal sogno, per i brasiliani è il quarto titolo
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
BETIM
12 dicembre 2021
20:05
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La difesa del titolo iridato in Brasile sfuma sul più bello.
Per la terza volta su quattro partecipazioni al Mondiale per Club il percorso della Lube Civitanova si arresta a pochi metri dal traguardo, in finale.

Fatale sul campo del ‘Ginasio Divino Braga’ di Betim lo scivolone in tre set (17-25, 22-25, 23-25) contro i padroni di casa del Sada Cruzeiro, che vincono il loro quarto Mondiale e riscattano le tre sconfitte del passato con i marchigiani: quella del 2019 in finale e le due subite nei gironi, sempre nell’edizione 2019 e nel 2017.
A pesare sulla sfdia di oggi sono i troppi errori biancorossi dai nove metri. A fine gara Gabi Garcia e Yant, 12 punti a testa, dividono il trono di top scorer con il cubano Lopez, ma la maggior precisione in attacco del Sada (53% contro il 49% biancorosso) e la gestione quasi impeccabile del muro-difesa (6 i block vincenti contro 1 solo di Civitanova) fanno la differenza.
“Purtroppo è andata male, loro hanno fatto una gran bella partita, mentre noi abbiamo commesso tanti, troppi errori, soprattutto in battuta – commenta a fine partita Robertlandy Simon per la Lube -. Abbiamo forzato perché con la palla in mano era molto difficile fermare il Cruzeiro, che ha giocato una bella partita e dalla sua ha avuto anche un po’ di fortuna. Nel terzo set siamo arrivati vicinissimi alla rimonta, peccato non esserci riusciti”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Gp Abu Dhabi: confermata la vittoria di Verstappen
Respinti entrambi i ricorsi della Mercedes
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
12 dicembre 2021
20:12
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il vincitore del Gp di Abu Dhabi, ultima prova del mondiale di Formula 1, è Max Verstappen.
Lo hanno stabilito i commissari di gara, respingendo entrambi i ricorsi della Mercedes per presunte irregolarità nella gestione del regime di safety car.
E’ così certificata la conquista del titolo mondiale piloti da parte dell’olandese della Red Bull.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.