Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

LES ECHOS INTERVISTA CONTE

Tempo di lettura: < 1 minuto

LES ECHOS INTERVISTA CONTE

AGGIORNAMENTO IN “POLITICA”

DELLE 01:55 DI VENERDì 12 APRILE 2019

LES ECHOS INTERVISTA CONTE

PARIGI

– Le divergenze tra M5S e Lega? “Il lavoro di mediazione è obbligatorio per consentire una sintesi tra due forze politiche che sostengono la maggioranza di governo. Le diverse sensibilità non sono un ostacolo all’azione dell’esecutivo. Ora ha inizio la campagna per le europee. Sono momenti in cui la dialettica tra le forze politiche si accentua.
Ma non c’è nessuna prospettiva di spaccatura”. Lo dice il premier Giuseppe Conte, intervistato dal quotidiano francese Les Echos. “Bisogna distinguere – ha proseguito il premier – tra l’azione del governo e la competizione elettorale tra partiti.
Sono sicuro, lo verifico tutti i giorni, che i suoi rappresentanti non hanno alcuna intenzione o interesse ad interrompere questa esperienza di governo”. Il premier assicura poi che “il momento delle tensioni franco-italiane è finito”.         [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 5 minuti

CALCIO

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 19:24 ALLE 23:46 DI DOMENICA 03 MARZO 2019

CALCIO

Gasperini, ripreso discorso campionato
Tecnico Atalanta, gara di spessore contro Fiorentina pericolosa

BERGAMO03 marzo 2019 19:24

– L’Atalanta torna a vincere in campionato e Gian Piero Gasperini promette battaglia sui due fronti: “Abbiamo disputato un’altra partita di spessore dopo la semifinale, con meno errori – esordisce il tecnico nerazzurro -.
Volevamo riprendere il discorso anche col campionato: contro una Fiorentina pericolosa in attacco, l’ultima squadra che ci restava da battere nel mio triennio, ci voleva una prestazione straordinaria”. Plauso ai protagonisti in campo: “Gomez e Ilicic sono simbolo di una vittoria costruita sulla qualità. Il Papu ha collezionato un’altra partita straordinaria: con lui e Josip in gran spolvero, gli altri possono fare poco per contrastarci”.

Pioli, troppi errori Fiorentina”Loro bravi ma ci abbiamo messo del nostro per aiutarli”

BERGAMO03 marzo 201921:46

– Stefano Pioli ha appunti da muovere alla Fiorentina per il ko a Bergamo: “Nel calcio esistono gli errori individuali, ma l’organizzazione di squadra deve sapervi sopperire. Sul primo gol, con Gomez a saltare Milenkovic a metà campo, dovevano trovare correttivi. Sul secondo sono stati scaltri loro a battere la punizione velocemente”. L’allenatore viola spiega il perché del 3-4-3 iper-offensivo: “Ho pensato la formazione per togliere all’Atalanta la gestione della partita e avere maggiore aggressività. Il primo tempo è stato buono e abbiamo avuto le nostre occasioni, vedi Chiesa per il 2-0 e Laurini per 2-1, ma gli errori dietro sono troppi, come il gol presi”. Onore al merito dei vincitori “Gomez e Ilicic sono giocatori di classe che saltano sempre l’uomo, non a caso i nerazzurri sono la squadra che effettua più dribbling. Ma noi ci abbiamo messo del nostro nell’agevolarli”.

Doppietta Morata fa vincere l’AtleticoBiancorossi vincono in casa Real Sociedad,’prove’ per martedì 12

03 marzo 201921:59

– Due gol, entrambi di testa, di Alvaro Morata nel giro di tre minuti regalano all’Atletico Madrid il successo sul campo della Real Sociedad e quindi la quarta vittoria consecutiva. Pensando alla sfida di Champions di martedì 12 a Torino contro la Juventus, Diego Pablo Simeone può quindi sorridere, nonostante un problema fisico occorso a Filipe Luis che ora tiene in pensiero il tecnico in vista del match in Europa. Il tecnico dei ‘Colchoneros’ ha provato la squadra che potrebbe schierare a Torino, con Lemar e Morata al posto degli squalificati di Champions Partey e Diego Costa, entrambi in panchina e che dovrebbero essere impiegati sabato prossimo contro il Leganes.
Da notare che il successo di oggi dell’Atletico assume ancora più valore se si considera che la Real Sociedad era imbattuta da dieci turni.

Serie A: Napoli-Juventus 1-2Bianconeri volano a +16, pratica scudetto sembra archiviata

03 marzo 201922:36

– La Juventus soffre ma vince 2-1 a Napoli salendo a +16 sugli unici inseguitori e chiude definitivamente la pratica scudetto. La sfida tra la prima e la seconda al San Paolo viene instradata al 25′ da un erroraccio di Malcuit che lancia verso la propria porta Cristiano Ronaldo, Meret lo affronta facendolo cadere, viene espulso, e sulla seguente punizione Pjanic infila l’appena entrato Ospina. In inferiorità, il Napoli coglie un palo con Zielinski e sfiora ancora il gol, ma la Juve raddoppia al 39′ con Emre Can. Nella ripresa, Pjanic già ammonito si fa espellere per fallo di mano e il Napoli tenta la rimonta. Callejon centra la porta al 16′ ma il lungo assedio successivo non porta altre reti per la squadra di Ancelotti, anche perchè al 40′ Insigne spreca sul palo un rigore assegnato dalla Var.

Balotelli, celebra gol in diretta socialSupermario segna, si fa passare smartphone e posta l’esultanza

03 marzo 201922:40

– Mario Balotelli ne fa un’altra delle sue.
Impegnato con la maglia n.9 del Marsiglia nella sfida contro il St. Etienne, Supermario va in gol già al 12′, con un tiro di destro da posizione ravvicinata e palla indirizzata nell’angolino in basso a destra del portiere. Poi, e qui sta l’incredibile, si fa passare il proprio smartphone, che aveva affidato a un componente dello staff del Marsiglia, e dal suo profilo Instagram fa partire in diretta una story per celebrare l’esultanza con i compagni di squadra. E inutile dire che questa ‘balotellata’ sta già diventando virale.
Derby Liverpool senza reti, Man City +1Salah e compagni a secco con Everton, non più in vetta Premier

LIVERPOOL03 marzo 201919:29

– Il derby di Liverpool tra l’Everton e i Reds finisce 0-0, così la squadra di Klopp non riesce a rispondere al successo di ieri del Manchester City e perde la vetta della classifica di Premier League. Gli uomini di Pep Guardiola hanno ora un vantaggio di un punto su Salah e compagni. Proprio l’egiziano ex Roma è stato autore dell’azione più pericolosa, forse l’unica, del Liverpool mentre per l’Everton c’è da segnalare una conclusione di Calvert-Lewin che ha costretto Alisson a una parata non facile. Inutile l’assalto dei Reds nei minuti finale, la sfida della Merseyside finisce senza reti.

Serie A: Atalanta-Fiorentina 3-1Muriel illude i viola, Ilicic, Gomez e Gosens la ribaltano

BERGAMO03 marzo 201920:16

– Atalanta batte Fiorentina 3-1 in un posticipo della 26/a giornata di serie A. Dopo due ko in campionato e il pari in Coppa a Firenze, la squadra di Gasperini mette stavolta in riga i viola, pure andati in vantaggio in apertura con una prodezza di Muriel. Ilicic e Gomez intorno alla mezz’ora ribaltano il risultato, mettendo le basi per un successo che Gosens certifica nella ripresa per il 3-1 finale.
Chiesa lotta fino all’ultimo, ma anche la traversa gli dice no e così la Fiorentina scivola a -5 dalla zona Europa. –

Allegri, per titolo manca la matematica
“Stasera dovevamo far meglio. Futuro? Io contento di stare qui”

03 marzo 201923:33

– “Siamo a +16 e in vantaggio negli scontri diretto. Indubbiamente è un vantaggio importante ma per la certezza matematica bisogna aspettare”. Così l’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, dopo la vittoria a Napoli e il balzo forse decisivo in classifica. Il tecnico ha ammesso che la sua squadra nella ripresa ha molto sofferto, spiegando che “dopo l’espulsione di Pjanic, che avrei dovuto togliere alla prima ammonizione, abbiamo perso ordine. Loro invece hanno avuto forza, lo stadio li ha spinti e noi ci siamo troppo abbassati.
Di sicuro dovevamo fare meglio per lucidità e tecnica di passaggio”. “Il mio futuro? Quando il presidente vorrà ne parleremo, sono contento di rimanere alla Juve ma vedremo.
Dobbiamo essere in due a dire di sì per andare avanti. Intanto concentriamoci sulle prossime partite. Intanto battiamo l’Udinese per prepararci al meglio per l’Atletico”.

Ancelotti, rosso Meret? Caso controversoTecnico Napoli, arbitro doveva vederlo alla Var (NOTA DELLA REDAZIONE E DI MAURIZIO BARRA): infatti c’è stato il check e l’arbitro è’ andato a vedere il VAR. Inoltre, secondo me dire che il portiere Partenopeo non tocca Ronaldo è grossa. Poi, che dire invece del fallo su Dybala? Poi che dire ancora del rigore dato allo stesso Napoli, assai dubbio, che hanno pensato di sbagliare da soli? Ed ancora: che esempio fantastico di sportività, non restituire palla alla Juve e chi ha visto il match ben lo sa. FINE NOTA DELLA REDAZIONE E QUINDI DI MAURIZIO BARRA CHE è IL PROPRIETARIO DI QUESTO SITO).

03 marzo 201923:34

– “Meret-Ronaldo? E’ un episodio molto controverso. Di sicuro non l’ha preso, ci può essere la cosa del tentativo. Non è così chiaro questo rosso diretto, non è detto che Cristiano arrivasse sul pallone. Mi sembra esagerato il rosso perché è controverso, c’è la Var e l’arbitro doveva rivederlo. Certo ha condizionato la partita perchè ci siamo ritrovati sotto 2-0”. Queste le parole del tecnico del Napoli, Carlo Ancelotti, sull’episodio-chiave della sfida con la Juventus. Il tecnico ha espresso rammarico per la rete subita nella successiva punizione: “Zielinski non salta sul tiro di Pjanic, lì doveva esserci Milik che ho cambiato dopo l’espulsione. L’ho tolto con una decisione rapida, non c’era tempo di fare riunioni. Comunque volevo avere una squadra compatta con difesa e centrocampo completi. Il penalty sbagliato da Insigne? E’ lui il rigorista designato”. “Io non ho rimpianti per la stagione potevamo fare qualcosa in più sì, ma la Juventus ha un ruolino impressionante”.

[print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Calcio, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 5 minuti

CALCIO

TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 20:34 DI DOMENICA 24 FEBBRAIO 2019

ALLE 06:23 DI LUNEDì 25 FEBBRAIO 2019

CALCIO

MondialeU20:Italia con Messico e Ecuador
Azzurrini in gruppo B pescano anche il Giappone

24 febbraio 2019 20:34

– Al Gdyna Arena l’Italia trova nell’urna Messico, Giappone ed Ecuador come prossime avversarie nel gruppo B del Campionato Mondiale Under 20 che dal 23 maggio al 15 giugno si svolgerà in Polonia. La cerimonia del sorteggio organizzata dalla Fifa introdotta dal presidente della Federazione polacca Zbigniew Boniek, si è svolta questo pomeriggio e le mani degli indimenticati campioni, il portoghese Couto e il brasiliano Bebeto, hanno segnato il destino degli Azzurrini in questa competizione che vede ai nastri di partenza 24 squadre nazionali suddivise in 6 gruppi.
L’ultima partecipazione dell’Italia risale a giugno di due anni fa, quando nella Corea del Sud i ragazzi di Alberico Evani conquistarono il bronzo, superando nello spareggio l’Uruguay, conquistando così il miglior piazzamento di sempre.
‘Rinnovo Icardi? Faremo una proposta’Marotta ‘quale sarà risposta non lo sapremo,non c’e’ scadenza’

24 febbraio 201921:13

– “Sulla questione Icardi non voglio neanche entrare nel merito perché non è necessario. Noi abbiamo le idee chiare, sappiamo cosa fare e nei prossimi giorni agiremo di conseguenza”. Nel pre-partita di Fiorentina-Inter, l’ad nerazzurro Beppe Marotta ha parlato ai microfoni di Sky del caso Icardi. “Non so se sarà la settimana decisiva, questo è un impegno preso con Wanda, quindi una proposta la inoltreremo, poi quale sarà la risposta non lo sapremo e soprattutto non c’è una scadenza precisa. È una cosa completamente diversa dalla situazione di cui si è parlato in modo molto ampio”.
Il City vince Coppa Lega ai rigoriPrima di tiri dal dischetto tecnico litiga con suo portiere

24 febbraio 201921:19

– Maurizio Sarri non ce l’ha fatta a conquistare il suo primo trofeo in Inghilterra. Il Manchester City ha infatti battuto il Chelsea per 4-3 dopo i rigori (0-0 dopo i tempi supplementari) nella finale della Coppa di Lega giocata a Wembley. Nei momenti finali del match, prima dei tiri dal dischetto, Sarri ha litigato con il suo portiere Kepa Arrizabalaga (pagato 80 milioni la scorsa estate, record assoluto per un estremo difensore) perché questi non aveva voluto uscire nonostante avesse accusato poco prima, in campo, il riacutizzarsi di un problema fisico avuto in settimana. E Sarri, che aveva fatto scaldare il suo ‘dodicesimo’ Caballero si è infuriato, al punto da dirigersi verso gli spogliatoi prima di ripensarci e tornare indietro. Poi è stato trattenuto da Rudiger mentre, dopo il fischio finale e prima dei rigori, si stava dirigendo visibilmente alterato verso Kepa.
Contro il Man City il Chelsea di Sarri aveva già perso, a inizio stagione, la sfida per il Charity Shield.
‘Vorrei che Napoli giocasse sempre così’Ancelotti dopo vittoria Parma.D’Aversa: ‘Ripartiamo dall’Empoli’

RMA24 febbraio 201921:24

– «Molto bene la nostra fase offensiva, i ragazzi si sono comportati alla grande». Lo dice con la solita voce, senza mostrare emozioni ,ma Carletto Ancelotti è decisamente soddisfatto del suo Napoli. Negli ultimi match, Europa League esclusa, i partenopei avevano costruito tanto e segnato poco. Non è stato così al Tardini. «Mi piacerebbe che la squadra giocasse sempre così, con questa aggressività e questo palleggio – aggiunge Ancelotti – Dobbiamo però ancora migliorare. Nei primi dieci minuti della ripresa rischiavamo di riaprire il match». Ma il Napoli per la verità non ha mai rischiato. Merito «della nostra aggressività e nella grande attenzione che abbiamo mostrato nel marcare Gervinho e Inglese. Abbiamo fermato tutte le loro ripartenze» conclude Ancelotti che, come svela Milik, ha avuto un ruolo importante nel primo gol, su punizione, del polacco.
Sarri,con Kepa è stato grande malinteso’Volevo cambiarlo perché pensavo avesse crampi, ma non era così’

febbraio 201922:20

– “Si è trattato di un grande malinteso”. Maurizio Sarri prova a spegnere le polemiche dopo che nel corso della sfida persa ai rigori contro il Manchester City nella finale di Coppa di Lega, il portiere Kepa Arrizabalaga ha rifiutato il cambio con Caballero mandando il tecnico dei Blues su tutte le furie.
“Non ho capito il problema fino a quando il dottore non è tornato in panchina – dice ancora il tecnico del Chelsea, citato dall’emittente britannica Sky Sports -. Si è trattato di un grande malinteso perché ero convinto che Kepa avesse dei problemi fisici, dei crampi, e non fosse in grado di continuare per i rigori. Invece poteva parare ancora”.
Poi Sarri spiega il momento in cui ha dato l’impressione di volere andarsene dal campo: “Avevo bisogno di tornare alla calma. Kepa ha capito che volevo sostituirlo per un problema fisico e ha detto che non ne aveva, e aveva ragione. Ho parlato con Kepa ma solo per chiarire. Ho capito la situazione”.
Serie A: Fiorentina-Inter 3-3Rigore Veretout all’11’ del recupero decreta pari Viola

FIRENZE24 febbraio 201922:40

– Fiorentina-Inter 3-3 (1-2) in un posticipo della 25/a giornata del campionato di Serie A. Viola in vantaggio con l’autogol di de Vrij al 1′, poi rimonta nerazzurra con Vecino (6′), Politano (40′) e Perisic su rigore (52′). Muriel firma il 3-2 con un gran gol su punizione, mentre il pari Viola arriva al minuto 11 del recupero su un rigore assegnato con la Var e realizzato da Veretout.
Rabbia Spalletti a Sky ‘non è rigore’Tecnico Inter allo studio’non serve far votazioni come tifosi’

24 febbraio 201923:42

– La rabbia di Luciano Spalletti esplode in diretta Sky al termine di Fiorentina-Inter per il rigore confermato dalla Var e segnato da Veretout al minuto 101′. Il tecnico dell’Inter se la prende con il conduttore Fabio Caressa: ”la palla va sul petto (di D’ambrosio, ndr) e non è rigore. E’ chiara la cosa, non c’è bisogno di fare votazioni per come si è tifosi – tuona Spalletti in diretta con lo studio – E’ petto netto, si vede: non potrebbe essere niente, è petto. Si vedeva, eravamo sicuri in panchina, l’abbiamo visto tutti”.
Serie B: Livorno-Venezia 1-0Decide la rete di Raicevic al 92′

febbraio 201923:43

– Il Livorno vince nel recupero con il Venezia e si impone per 1-0 al “Picchi” nell’ultima partita in programma per il 25esimo turno di serie B. Decide la rete di Raicevic al 92′.
“Questa Fiorentina non si arrende mai”Pioli su calci rigore: “Certi falli di mano non li fischierei”

FIRENZE24 febbraio 201923:45

– “E’ stata una partita piena di episodi, soprattutto nel secondo tempo in cui si è giocato poco e guardato molto il Var. Io certi falli di mano non li fischierei mai, però li stanno fischiando tutti quindi va bene”.
Così Stefano Pioli commentare il pareggio della sua Fiorentina contro l’Inter per 3-3 con il rigore in pieno recupero per i viola per il fallo di mano di D’Ambrosio che ha scatenato molte polemiche perché non ci sarebbe stato il fallo di mano. Poi sulla partita: “Non siamo riusciti a sfruttare il vantaggio, su una palla inattiva siamo usciti male. Nel primo tempo la mia squadra ha giocato molto bene, abbiamo messo in difficoltà l’Inter, subendo due tiri in porta e due gol – ha detto l’allenatore dei viola -. Siamo entrati con la stessa voglia di fare la partita nel secondo tempo e abbiamo quasi subito preso il terzo gol. Dopo è stato più difficile, ma questa squadra non si arrende mai e questa è una grandissima qualità”.
Spagna: Real Madrid di rigoreMerengues battono il Levante 2-1 nel posticipo della Liga

25 febbraio 201900:02

– Il Real Madrid è riuscito a vincere nel posticipo della 25esima giornata di Liga riportandosi a -2 dall’Atletico Madrid secondo. La squadra di Solari si è imposta per 2-1 in casa del Levante grazie ai gol (entrambi su rigore) di Karim Benzema e Gareth Bale. Inutile la rete del momentaneo 1-1 di Roger.          [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE AGGIORNATE

Tempo di lettura: 14 minuti

CALCIO

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI ED APPROFONDIMENTI

DALLE 11:30 ALLE 22:26

DI SABATO 09 FEBBRAIO 2019

CALCIO

Ultimatum Lega B al Palermo, trasparenza
Pec ai nuovi soci, niente pratiche elusive

09 febbraio 201911:30

– Ultimatum della Lega di B al Palermo: il presidente Mauro Balata, infatti

ha scritto una Pec ai nuovi soci dopo l’acquisto da Maurizio Zamparini, invitandoli a “certificare che la cessione di quote e l’attuale compagine sociale presentano le necessarie caratteristiche di autenticità, veridicità e certezza ai fini della normativa”. La Lega chiede poi garanzie che “non sussistono elementi idonei a configurare ipotesi di esterovestizione né finalizzati alla realizzazione di pratiche elusive”. La Pec, inviata per conoscenza anche alla Federcalcio, fa seguito alle comunicazioni trasmesse alla Lega Serie B dai nuovi soci del club rosanero riguardanti “l’avvenuta cessione dell’intero pacchetto azionario della US Città di Palermo da Zamparini, personalmente e tramite la società Gasda Spa, alla società inglese Sport Capital Group Investments Ltd”. Tutte i chiarimenti vengono richiesti “al fine di garantire il regolare svolgimento del campionato di B”.
Prandelli, Genoa cerchi sempre vittoriaTecnico “Bologna carico, non svelo nulla per non dare vantaggi”

GENOVA09 febbraio 201912:03

– “Vogliamo fare una partita dove la squadra cerchi sistematicamente la vittoria”. L’allenatore del Genoa, Cesare Prandelli, alla vigilia della trasferta di Bologna non ha dubbi sulla strategia da adottare. “Sarà una partita particolarmente impegnativa perché affrontiamo una squadra carica, che è riuscita a togliersi le paure e i pensieri negativi affrontando l’Inter in maniera propositiva. Dobbiamo essere pronti da questo punto di vista, lottare su ogni pallone e cercare di fare la partita per vincerla, non per contenere”.
Squalificato Romero in difesa, con Gunter possibile sostituto, Prandeli ritrova Rolon a centrocampo dove avrà solo l’imbarazzo della scelta. “Dobbiamo solo decidere come giocare e lo faremo all’ultimo non voglio dare nessun tipo di vantaggio”.
Rogo Rio: calciatori Serie A col luttoPer ricordare i ragazzi del Flamengo morti in un incendio

09 febbraio 201912:52

– Il mondo del calcio è in lutto per la tragedia che ha colpito il settore giovanile del Flamengo. In segno di vicinanza e solidarietà alle famiglie delle vittime, e in memoria dei giovani ragazzi che hanno perso la vita nell’incendio avvenuto a Rio de Janeiro, oggi e domani tutti i calciatori che prenderanno parte alle partite della 4/a giornata di ritorno della Serie A scenderanno in campo con il lutto al braccio. Lo ha deciso la Lega nazionale professionisti di Serie A.
Milan: Gattuso, ci giochiamo tantissimoDomani sfida contro il Cagliari. “Dobbiamo coinvolgere pubblico”

09 febbraio 201913:04

– “Contro il Cagliari sarà una partita molto difficile, ci giochiamo tantissimo, anche per gli ultimi risultati delle nostre avversarie”. Lo dice l’allenatore del Milan, Gennaro Gattuso, alla vigilia della partita contro il Cagliari, in riferimento alla corsa per un posto in Champions League. “Il nostro stimolo – aggiunge Gattuso – deve essere arrivare in primavera attaccati al carro della Champions, perché al Milan non capita da tanti anni. Dobbiamo pensare partita dopo partita”. Gattuso spera che il pubblico di San Siro possa dare una spinta in più alla squadra: “Voglio trasformare San Siro in una bolgia. Sta a noi, dobbiamo essere bravi noi a coinvolgere ed entusiasmare il pubblico, esprimendo un buon calcio e con il senso di appartenenza”.
Juve: Allegri, la BBC sta per tornareL’infermeria della formazione bianconera si sta svuotando

TORINO09 febbraio 201913:07

– “Potete scrivere il titolo bello: la prossima settimana ritorna la BBC”. Allegri annuncia il recupero di Chiellini, Bonucci e Barzagli: i primi due “saranno a disposizione la prossima settimana”, mentre Barzagli, out dai primi di dicembre, “si allenerà con la squadra e sarà a disposizione per la Champions, o subito dopo”. Si sta svuotando l’infermeria bianconera, con il solo Cuadrado ancora lontano dal recupero: buone notizie per la difesa della Juventus. “Sembra che la Juve debba vincere tutto 3-0 senza subire niente – ha attaccato Allegri -. Ha 60 punti, è la miglior difesa del campionato e ha pareggiato una partita, perché ha avuto disattenzioni ed errori singoli”.
Juve: Allegri, voglio più fase difensiva’Mancano tante partite, il Napoli è lì e c’è lo scontro diretto’

TORINO09 febbraio 201913:10

– “Contro il Sassuolo mi aspetto una partita difficile, se non saremo bravi a far girare il pallone.
Servirà una partita seria”. Allegri non si fida degli emiliani di De Zerbi, squadra “con entusiasmo e senza pressione”, condizione differente rispetto a quella della Juventus: “Dobbiamo vincere per recuperare i due punti persi con il Parma, il Napoli è lì, mancano tante partite e c’è lo scontro diretto – ha spiegato l’allenatore dei bianconeri -. Sabato volevo una squadra che creasse, ora voglio un passo in avanti, un po’ di fase difensiva in più. Quando avremo sistemato tutto, saremo pronti per il finale di stagione”.
Allegri, Dybala si è scusato caso chiusoTecnico Juve “ha capito che era atteggiamento non consono”

TORINO09 febbraio 201912:21

– Dybala “ha tenuto un atteggiamento non consono alle sue responsabilità, ma da ragazzo intelligente quale è ha capito e ha chiesto scusa. Il caso è chiuso e peraltro non c’è mai stato”. Così Massimiliano Allegri sull’episodio nel finale di Juventus-Parma quando l’argentino, dopo il terzo cambio, ha lasciato stizzito la panchina. “E’ non è assolutamente vero – aggiunge il tecnico – che quest’anno ha cambiato posizione: è che c’è Ronaldo che ha caratteristiche completamente diverse da Higuain”.
Allegri: “Basta parlare di Champions”Allenatore: “C’è ancora un campionato da giocare e da vincere”

TORINO09 febbraio 201912:28

– “La squadra è in crescita, ma basta parlare tutti i giorni di Champions, c’è un campionato da giocare e da vincere. Quando sarà tempo di Champions la affronteremo, ma l’obiettivo primario resta rivincere lo scudetto”. Così Massimiliano Allegri, alla vigilia della trasferta a Reggio Emilia contro il Sassuolo. “Troveremo difficoltà, ma noi dobbiamo tornare a vincere e recuperare i due punti persi con il Parma. L’obiettivo è di avere un po’ più di fase difensiva”.
Juve: Allegri,Costa? Ok svagarsi, però..Tecnico su periodo movimentato del brasiliano fuori dal campo

TORINO09 febbraio 201912:44

– “Douglas Costa? Giusto svagarsi, ma bisogna essere bravi a gestirsi”. Allegri torna sul periodo movimentato dell’esterno brasiliano, tra l’incidente stradale di lunedì scorso sulla A4 Torino-Milano e la sua partecipazione la serata stessa alla festa di Neymar a Parigi, che ha raccolto critiche su social: “Douglas ha iniziato la stagione molto bene – ha riassunto l’allenatore bianconero -, poi ha fatto una cavolata contro il Sassuolo (sputo in faccia a Di Francesco, ndr) e si è preso 4 giornate di squalifica, ha faticato un po’ a rientrare in forma. Il resto è vita privata, come in tutte le cose ai miei calciatori dico di essere bravi a gestirsi dentro e fuori dal campo”.
Gattuso, parole Bortuzzo un esempioFlamengo tragedia pazzesca, Sala grandissima perdita

MILANO09 febbraio 201914:03

– “Mi hanno colpito molto le parole di Manuel Bortuzzo, per quello che ha passato e per le parole che ha detto è un esempio per i giovani”. Il tecnico del Milan, Gennaro Gattuso, rivolge un accorato pensiero a Manuel Bortuzzo, il giovane nuotatore rimasto paralizzato dopo essere stato ferito a Roma da un colpo di pistola. Gattuso, nella conferenza prima della gara contro il Cagliari, non dimentica nemmeno le altre recenti disgrazie che si sono abbattute sul calcio, dalla morte di Emiliano Sala all’incendio del centro sportivo del Flamengo, costato la vita a 10 giovani calciatori tra i 14 e i 16 anni. “Per lo sport è stata una settimana terribile. Il Flamengo ha perso dieci giovani calciatori in una tragedia pazzesca. Sono cose che non devono succedere, così come per Emiliano Sala, una grandissima perdita”.
Atalanta: Gasperini,Spal ci fu superiore’Però è passato tanto tempo.Io sempre legato a Petagna e Kurtic’

BERGAMO09 febbraio 201914:11

– Alla vigilia del match contro la Spal, Gian Piero Gasperini non nasconde l’obiettivo di lasciare nel cassetto dei brutti ricordi il 2-0 subìto al Mazza il 17 settembre 2018: “E’ stata l’unica partita del girone d’andata in cui l’avversario di turno ci è stato superiore – rimarca l’allenatore dell’Atalanta -. Ma è passato tanto tempo: loro avevano avuto una partenza-sprint, con molte vittorie, adesso la situazione si è ribaltata. C’è rimasta la voglia di rivalsa”.
L’allenatore dei nerazzurri si sofferma su un paio di ex speciali: “Per me ritrovare Petagna (doppiettista dell’andata, ndr) e Kurtic è un bel momento. Due giocatori che mi hanno dato tantissimo: Andrea il mio primo anno a Bergamo risolse la partita col Crotone e quella col Napoli, ci aiutò a dare la svolta. Sono stati protagonisti di anni esaltanti e saremo sempre loro legati”.
Cagliari, Maran “invertire la rotta”Tecnico sardi, ci aspetta gara con tante difficoltà

CAGLIARI09 febbraio 201914:28

– Cagliari a Milano con mezza squadra in infermeria. Ma con un obiettivo molto chiaro: fermare la serie di sconfitte e muovere una classifica ora più pericolosa con il riavvicinamento del Bologna a meno quattro.
Emergenza e uomini contati soprattutto in attacco: contro l’Atalanta si sono infortunati i rinforzi di gennaio Birsa e Thereau. “In questo momento dobbiamo concentrarci sul campo – ha sottolineato l’allenatore Rolando Maran nella conferenza stampa della vigilia – vogliamo e possiamo dire ancora tanto in questo campionato”.
Per il riscatto, però, la gara di San Siro non sembra, sulla carta, la situazione più facile. “Ci aspetta una partita con parecchie difficoltà -ha detto Maran- ma lunedì con l’Atalanta abbiamo avuto l’atteggiamento giusto. Dobbiamo ripartire da quello”. Un Cagliari che cerca di uscire dal tunnel: “In momenti come questi serve prendere fiducia, analizzando le cose negative, ma anche quelle positive”.
Premier: United non si ferma, Fulham ko’Red Devils’ vincono 3-0 e scavalcano il Chelsea al quarto posto

09 febbraio 201915:42

– Il Manchester United continua la grande rimonta verso la posizioni di vertice della Premier League. Da quando il norvegese Ole Gunnar Solskjaer ha preso il posto di José Mourinho, la musica è cambiata. Oggi, nell’anticipo della 26/a giornata, i ‘Red devils’ hanno vinto a Londra, sul campo del Fulham di Claudio Ranieri, con il punteggio di 3-0. Dopo soli 14′, sul terreno del Craven Cottage, Paul Pogba ha portato in vantaggio gli ospiti, su assist di Martial; quest’ultimo ha firmato il 2-0 al 23′, quindi ancora Pogba, al 20′ della ripresa, ha chiuso i conti. E’ una vittoria che pesa, per lo United, e che gli vale il sorpasso sul Chelsea, al momento non più quarto. I ‘Red devils’ hanno 51 punti, gli uomini guidati da Sarri sono fermi a 50, ma quinti. Domani, alle 17, si giocherà il big-match fra Manchester City e Chelsea. Per il Fulham e per Ranieri la situazione è sempre disperata: è penultimo, fermo a 17 punti. La panchina dell’allenatore romano è appesa a un filo.
Gattuso: Ingaggio basso? Guadagno troppo’Apprezzo parole di stima Scaroni, sono giovane e devo lavorare’

MILANO09 febbraio 201913:27

– Rino Gattuso “apprezza” le parole di stima del presidente del Milan, Paolo Scaroni (in settimana ha detto “ora siamo una squadra, è merito di Gattuso”) ma non crede di meritarsi un aumento di stipendio, nonostante il suo ingaggio (circa 2 milioni) sia molto inferiore a quello di alcuni colleghi. “Sono contento – spiega, durante la conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Cagliari – di quello che guadagno, ringrazio la società che mi ha dato questa possibilità perché, per il percorso che avevo fatto, ci sarebbe voluto ancora un po’ di tempo per arrivare dove sono arrivato. Il calcio è bestiale, ci metti un attimo a passare dalle stelle alle stalle e io devo volare basso. Sono giovane, devo lavorare e lo faccio con grande professionalità. Non è il momento per parlare di cifre, quello che guadagno è già troppo e non c’è nessun problema”.

Gattuso, 3-4 partite per dire chi siamoNon butto Calhanoglu a mare, Donnarumma al top grazie a Reina

CARNAGO (VARESE)09 febbraio 201913:29

– Nella prossime 3 o 4 gare “il Milan dovrà dimostrare di essere diventato adulto”. Ne è convinto il tecnico Gennaro Gattuso, alla vigilia della sfida con il Cagliari. “Dite che abbiamo un calendario facile davanti, ma in Serie A di partite facili non ce ne sono -spiega. Da dicembre abbiamo la migliore difesa del campionato ma segniamo poco? Non è un fattore psicologico, ma di caratteristiche. Serve riempire di più l’area, con meno pigrizia. Serve compattezza per non prendere gol, lavorare tutti insieme, ma poi spostandoci in avanti ci vuole voglia anche lì”. Riguardo ai singoli Gattuso è diretto: “Non butto i miei giocatori a mare, nemmeno Calhanoglu.
Lui può fare di più, ci aspettiamo di più, ma nessuno si è ribellato perché gioca sempre. Donnarumma? Non bisogna cancellare tutto quanto fatto di buono da Magni, con Fiori ha cambiato metodologia e Reina lo aiuta. Un portiere forte come lui avrebbe potuto fare tanti giochini mentali, invece Pepe è un professionista esemplare e aiuta Donnarumma”.
Udinese: Nicola, dobbiamo essere squadraI friulani si avvicinano alla sfida al Toro col dubbio Behrami

UDINE09 febbraio 201913:44

– Resta il dubbio Behrami per la trasferta dell’Udinese a Torino. L’allenatore dei bianconeri friulani Davide Nicola non lo ha sciolto nella consueta conferenza stampa prepartita. “Ha avuto un problemino, in settimana si è alternato tra parti di allenamento differenziato e parte con la squadra, vedremo cosa uscirà dall’ultimo summit”, ha risposto agli interrogativi sul perno di centrocampo, fondamentale in questo momento per il gioco bianconero, considerate anche le altre che si concentrano nello stesso reparto. “I ruoli determinano responsabilità e competenze, chi viene schierato in un ruolo è perché lo può fare – ha aggiunto, senza lamentarsi per le assenze -. Prima viene sempre l’interesse della squadra dopo quello del singolo, anche se per fare ciò che conviene alla squadra ogni giocatore deve comunque fare ciò che conviene a sé. Mi interessa la mentalità. La capacità di essere squadra e lavorare da squadra è prerogativa per fare ottimi risultati”.
Samp: Giampaolo, domani servirà pazienzaIl tecnico: “La partita col Frosinone nasconde tante insidie”

GENOVA09 febbraio 201916:12

– “Servirà pazienza”, spiega il tecnico Marco Giampaolo. La Sampdoria aspetta il Frosinone al Ferraris con una sola parola d’ordine: “È una partita che dobbiamo vincere ma troveremo un avversario che ci farà soffrire”, continua il mister che non si fida dei squadra avversaria. “La partita nasconde tante insidie, noi dobbiamo provarci fino in fondo. Abbiamo il pronostico dalla nostra, ma non significa nulla. I pronostici sono lì per essere smentiti.
Bisogna giocare in maniera seria perché il Frosinone è cresciuto”, prosegue l’allenatore che dovrà rinunciare allo squalificato Murru e promuove il brasiliano Tavares: “Giocherà lui”. In attacco c’è il ballottaggio per il compagno di reparto del capitano Fabio Quagliarella: “Gabbiadini titolare? Secondo me è una mancanza di rispetto nei confronti di Defrel, l’ultima partita in casa è stato straordinario”.
Udinese: Nicola, a Torino sarà battaglia”Granata hanno giocatori importanti”. Behrami non convocato

UDINE09 febbraio 201916:52

– “Sarà una battaglia”. E’ questa la partita che si aspetta Davide Nicola domani a Torino. “Mi aspetto un Toro che voglia fare punti, così come anche noi”. Il tecnico dell’Udinese parla di un avversario che ha “fisicità, abile a pressarti sugli appoggi. Ha giocatori importanti”, prosegue Nicola convinto che l’assenza di Nkoulou sia quella che pesa maggiormente nell’economia dei granata, “ma hanno diverse opzioni, sono una squadra attrezzata. Proprio per questo deve farci suonare un campanello d’allarme”. L’Udinese dovrà dare battaglia senza il perno di centrocampo, Valon Behrami, fermato in settimana da un risentimento muscolare e che rimarrà a Udine.
L’assenza è di quelle pesanti. Va sommata a quelle di Badu e Barak, lungodegenti e, nello stesso reparto, anche del neoacquisto di gennaio Sandro.
Serie A: Sassuolo Juventus, formazioni’Mancano tante partite, il Napoli è lì e c’è lo scontro diretto. Squadra cresce, basta parlare di Champions’

09 febbraio 201917:13

“Contro il Sassuolo mi aspetto una partita difficile, se non saremo bravi a far girare il pallone. Servirà una partita seria”. Allegri non si fida degli emiliani di De Zerbi, squadra “con entusiasmo e senza pressione”, condizione differente rispetto a quella della Juventus: “Dobbiamo vincere per recuperare i due punti persi con il Parma, il Napoli è lì, mancano tante partite e c’è lo scontro diretto – ha spiegato l’allenatore dei bianconeri -. Sabato volevo una squadra che creasse, ora voglio un passo in avanti, un po’ di fase difensiva in più. Quando avremo sistemato tutto, saremo pronti per il finale di stagione”. La squadra è in crescita, ma basta parlare tutti i giorni di Champions, c’è un campionato da giocare e da vincere. Quando sarà tempo di Champions la affronteremo, ma l’obiettivo primario resta rivincere lo scudetto”. Così Massimiliano Allegri, alla vigilia della trasferta a Reggio Emilia contro il Sassuolo. “Troveremo difficoltà, ma noi dobbiamo tornare a vincere e recuperare i due punti persi con il Parma. L’obiettivo è di avere un po’ più di fase difensiva”. Allegri: “Torna la BBC, nostra miglior difesa”  – “Potete scrivere il titolo bello: la prossima settimana ritorna la BBC”. Allegri annuncia il recupero di Chiellini, Bonucci e Barzagli: i primi due “saranno a disposizione la prossima settimana”, mentre Barzagli, out dai primi di dicembre, “si allenerà con la squadra e sarà a disposizione per la Champions, o subito dopo”. Si sta svuotando l’infermeria bianconera, con il solo Cuadrado ancora lontano dal recupero: buone notizie per la difesa della Juventus. “Sembra che la Juve debba vincere tutto 3-0 senza subire niente – ha attaccato Allegri -. Ha 60 punti, è la miglior difesa del campionato e ha pareggiato una partita, perché ha avuto disattenzioni ed errori singoli”.”Dybala ha chiesto scusa, caso chiuso” – Dybala “ha tenuto un atteggiamento non consono alle sue responsabilità, ma da ragazzo intelligente quale è ha capito e ha chiesto scusa. Il caso è chiuso e peraltro non c’è mai stato”. Così Massimiliano Allegri sull’episodio nel finale di Juventus-Parma quando l’argentino, dopo il terzo cambio, ha lasciato stizzito la panchina. “E’ non è assolutamente vero – aggiunge il tecnico – che quest’anno ha cambiato posizione: è che c’è Ronaldo che ha caratteristiche completamente diverse da Higuain”.

3-1 ad Atletico, Real vince derby MadridAlla squadra di Simeone non basta la coppia Morata-Griezmann

09 febbraio 201918:16

– Il Real ha vinto il derby di Madrid contro l’Atletico, imponendosi per 3-1 nello stadio Wanda Metropolitano. ‘Blancos’ in vantaggio al 16′ con Casemiro, ma raggiunti da Griezmann al 25′. Prima dell’intervallo un rigore di Sergio Ramos, per un fallo dubbio su Vinicius, ha permesso agli ospiti di tornare in vantaggio. Nella ripresa, al 29′, il nuovo entrato Bale ha calato il tris. Per il Real quello di oggi è un successo che vale il sorpasso nella classifica della Liga: la squadra campione del mondo adesso è seconda con 45 punti, l’Atletico rimane fermo a 44 ed è terzo. Guida sempre il Barcellona con 50 lunghezze e una partita in meno.
Mazzarri,Toro impari dal Napoli di Sarri”Ora prestazioni meno altalenanti, spirito è quello giusto”

TORINO09 febbraio 201918:35

– E’ l’ultimo Napoli di Sarri il modello di Mazzarri per un Torino che non vuole più stare ai margini della zona Europa. “Come loro siamo bravi a fare il pressing alto ma dobbiamo imparare poi a essere altrettanto capaci di sfruttare le difese aperte”, dice il tecnico granata alla vigilia della partita contro l’Udinese dell’ex Nicola. Il tecnico vede un Torino più solido nell’atteggiamento: “Spero di non essere smentito domani, e non lo vorrei dire per scaramanzia, ma la squadra nelle prestazioni è meno altalenante rispetto al passato. Lo spirito è quello giusto, c’è la veemenza da Torino, nella fase difensiva c’è compattezza. Ci manca solo qualcosa davanti”. A questo proposito l’allenatore granata chiede a Belotti di risparmiare qualche fatica di troppo lontano dall’area di rigore: “A me basta che faccia pressione sui difensori centrali, per il resto voglio che stia davanti”.
Liverpool a forza 3,steso il BournemouthReds a segno con Manè, Wijnaldum e Salah. Klopp sorride

09 febbraio 201919:26

– Il Liverpool vince facilmente contro il Bournemouth per 3-0 in un match della 26/a giornata di Premier League e riconquista il primato in classifica. Così i Reds tornano al successo dopo due pareggi consecutivi e al comando della classifica, a +3 dal City.
La prima occasione dell’incontro è degli ospiti con Fraser che impegna Allison, poi dopo un’occasione sciupata da Frmino il Liverpool va in vantaggio al 24′ con Manè di testa. Al 33′ raddoppio di Wijnaldum con un pregevole pallonetto.
La ripresa comincia con il 3-0 firmato Momo Salah che, liberato dall’assist di tacco di Firmino, ‘fulmina’ Boruc.
Nell’ultima mezz’ora i Reds si limitano a gestire il vantaggio.
0-0 con la Fiorentina, il Napoli frenaTante occasioni, zero gol: portiere viola Lafont in serata super

09 febbraio 201920:34

– La Fiorentina frena il Napoli. Finisce 0-0 al Franchi l’anticipo della 23/a giornata della Serie A: per la squadra di Ancelotti un solo punto che rallenta la già difficile corsa a inseguimento alla Juve (ora a +8 ma domani in campo col Sassuolo). Tante le occasioni per i partenopei, alcune sfumate grazie alla prontezza tra i pali del viola Lafont che, in serata di grazia, ha salvato il risultato in almeno tre occasioni. Una su Zielinski a cui al 48′ della ripresa nega la rete.
Napoli: Ancelotti, meritavamo di vincereKoulibaly: “Chi non crede nello scudetto è fuori lo spogliatoio”

FIRENZE09 febbraio 201921:26

– “Non abbiamo vinto perché non abbiamo finalizzato nella maniera migliore: ci voleva più freddezza nella finalizzazione. Abbiamo fatto tutto bene al 99% tranne al momento di non concludere a rete. Non nasconde la delusione Carlo Ancelotti dopo il pari del suo Napoli con la Fiorentina. “Nella prima parte di gara ci hanno creato difficoltà ma superato la pressione viola abbiamo creato noi problemi alla squadra di Pioli. La vittoria sarebbe stata ampiamente meritata. Mertens non è fortunato sotto porta, poi ci si è messo anche Lafont ha fatto ottime parate e il risultato è anche merito del portiere della Fiorentina”. Molto dispiaciuto, invece, il difensore Kalidou Koulibaly che invita a non mollare la corsa allo scudetto: “Chi non ci crede è fuori lo spogliatoio. Finché la matematica non dice il contrario io ci credo fino all’ultimo”.
Fiorentina: Pioli, ho visto coraggioAndrea Della Valle: “Cresciamo di partita in partita”

FIRENZE09 febbraio 201921:32

– “Abbiamo avuto coraggio, concesso qualcosa al Napoli ma era impensabile che fosse altrimenti. Il Napoli è tra le migliori del campionato, mi è piaciuto l’atteggiamento e la voglia di non arrendersi mai. Di provare a vincere e di stringere i denti”. Stefano Pioli è soddisfatto del punto conquistato con i partenopei. “Prestazione positiva considerando le assenze che avevamo, le difficoltà nei minuti finali. Siamo una squadra giovane ma questi ragazzi stanno mettendo in campo davvero tanta roba”. Tra gli infortunati della serata il capitano Pezzella ha riportato un trauma contusivo-distorsivo al ginocchio destro. Infortunio muscolare al polpaccio per Kevin Mirallas. “Bella partita: vedere la Fiorentina tenere testa a una grande squadra ci rende ancora più consapevoli delle nostre capacità. Cresciamo di partita in partita, ora dobbiamo trovare più continuità. Dobbiamo tutti essere orgogliosi di questo gruppo, anche nelle difficoltà abbiamo dimostrato un grande carattere” le parole del patron Andrea Della Valle.Serie A: Parma-Inter 0-1 09 Febbraio 22:22  L’Inter ritorna alla vittoria, seppur soffrendo in alcune fasi del match, ma legittimando la vittoria soprattutto nel finale. La rete ad opera di Lautaro Martinez al minuto 33 della ripresa, Martinez segna appena dopo il suo ingresso. Annullato un gol col Var ai neroazzurri. Inter punti 43. Parma 29.L’Inter interrompe il digiuno e grazie al lampo di Lautaro Martinez riporta il sereno tra i nerazzurri. Finisce 1-0 con il Parma: tre punti preziosissimi per Spalletti che torna così a respirare dopo settimane di pressioni e rumors sul futuro della panchina. Ha ben figurato però il Parma che soprattutto in avvio ha dato filo da torcere all’Inter: il solito Gervinho al 22′ colpisce la traversa. Al nono della ripresa viene annullato dopo il ricorso alla Var il gol a D’Ambrosio: il colpo decisivo del difensore non è di testa ma con il braccio. L’Inter preme per tutta la ripresa, ma non riesce a finalizzare. Ci pensa Lautaro Martinez al 35′ a mettere a segno il gol vittoria. Nerazzurri vicini al raddoppio con Brozovic che colpisce il palo.              [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 9 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 14:06 ALLE 22:35

DI MERCOLEDì 02 GENNAIO 2019

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Juve: Paratici, CR7 valore per Champions
“Partivamo da una base alta, da sempre qui grandi giocatori”

TORINO02 gennaio 201914:06

– “La Champions è diventato un nostro obiettivo, ce lo siano guadagnato. Poi l’arrivo di Ronaldo ci ha dato maggior consapevolezza”. Fabio Paratici, lo chief football officer della Juventus, rilancia le ambizioni bianconere per il 2019. “Speriamo – ha detto il dirigente bianconero – sia un anno uguale o migliore rispetto agli ultimi. Ronaldo? Se hai il migliore giocatore del mondo aumenta la consapevolezza di tutti, ma partivamo da una base alta. Abbiamo da sempre grandi giocatori e adesso abbiamo CR7″.
Paratici:Mbappè per ora ipotesi fantasia”Ramsey è un ottimo giocatore,dovere essere attenti anche a lui”

TORINO02 gennaio 201914:33

“Mbappé? Siamo attenti a tutto, siamo un grande club, ma al momento è un’ipotesi fantasiosa”.
Fabio Paratici, chief football officer della Juventus, risponde così sulla prospettiva di un altro clamoroso colpo di mercato dei bianconeri, che potrebbe volere tentare l’assalto al ventenne attaccante francese.
Più concreta, almeno per ora, la pista che porta a Ramsey, centrocampista gallese dell’Arsenal. “Ramsey – ha detto Paratici a Sky – è un ottimo giocatore, va in scadenza di contratto: è nostro dovere esser attenti anche a lui”. Il club bianconero potrebbe ripetere con lui la stessa operazione di Emre Can: “Alla Juve a giugno? Ramsey è un giocatore dell’Arsenal e sicuramente al mercato non siamo attenti solo noi”.
Solari “Real vuole continuare a vincere”Domani recupero Villareal “Importante chiudere 2018 con titolo”

02 gennaio 201915:37

– “Chiudere l’anno con un titolo è stato molto positivo per il gruppo e per i suoi obiettivi” e il Real Madrid intende iniziare l’anno così come lo ha chiuso. A cominciare dal recupero della gara di Liga contro il Villareal, domani a ‘El Madrigal’, rinviata perchè nel frattempo il club campione d’Europa stava conquistando l’ennesimo Mondiale per club. Per questo Santiago Solari, tecnico dei blancos da metà novembre, nella prima conferenza stampa del nuovo anno spiega che il “Real inizia questo 2019 con grande entusiasmo e convinzione. Siamo in corsa su tutti i fronti e vogliamo competere in tutte le competizioni, come sempre. Vedo tutti i giocatori coinvolti e motivati, allegri ed eccitati dall’idea di ricominciare”, ha detto Solari che ha risposto anche a una domanda su Isco, il talento spagnolo ma fin qui poco utilizzato dal tecnico: “Tutti devono sentirti importanti e impegnati nel gruppo. Isco ci ha dato molte gioie e continuerà a darcene e noi continuiamo a puntare su di lui che è un grande calciatore”.
Koulibaly: Boban “Vergogna del calcio”Vicesegretario Fifa “Dobbiamo sbarazzarci del Mondiale per club”

02 gennaio 201916:56

I fischi a Koulibaly? “Dispiace sia accaduto a San Siro, ma si tratta di una minoranza che è vergogna del calcio e dell’umanità. L’arbitro avrebbe potuto fermare la partita”. Va giù duro il vicesegretario generale della Fifa, Zvonimir Boban, parlando con Sky Sport dell’episodio razzista che ha visto coinvolto il difensore senegalese del Napoli. Interpellato a margine dei Globe Soccer Awards a Dubai, l’ex milanista si è detto “dispiaciuto tantissimo che sia accaduto in uno stadio come San Siro, la scala del calcio, con una tifoseria che ha educato il mondo del calcio”. Boban si è quindi augurato l’addio al Mondiale per club “perché non soddisfa nessuno. Ogni persona acculturata calcisticamente lo ritiene inaccettabile, così come la Confederation Cup. È tempo di cambiare, di sbarazzarci di questi due tornei che non sono all’altezza per la Fifa. Serve un vero e proprio Mondiale per club ogni quattro anni”.
Giuntoli, rimpianto Tolisso “Era preso”Fabian Ruiz? Lo avevamo già fatto quando Ancelotti ce lo chiese

02 gennaio 201915:40

– “Avevamo preso Tolisso, doveva solo fare le visite mediche. Poi il Lione ha vinto il preliminare di Champions e ha deciso di restare. L’anno dopo lo ha preso il Bayern Monaco”. Questo il rimpianto di mercato raccontato oggi da Cristiano Giuntoli, direttore sportivo del Napoli, in un’intervista a Sky Sport. Il ds azzurro ha parlato anche dell’operazione riuscita per Fabia Ruiz: “Volevamo prenderlo – ha raccontato – già al mercato di gennaio e strappammo una promessa al procuratore. La cosa assurda è che, quando arrivò Ancelotti, me lo chiese e lo spagnolo era praticamente l’unico calciatore che avevamo già firmato. Una coincidenza incredibile”.
Giuntoli, Napoli non prenderà Cavani”Non coerente con filosofia club”, “portai Milik a Capri”

02 gennaio 201916:57

“Cavani è fortissimo, ma non credo che certi nomi siano coerenti con la filosofia del Napoli. La forza del Napoli è stata sempre quella di avere calciatori con nuove motivazioni, di avere nuovi Cavani”. Lo ha detto il ds del Napoli Cristiano Giuntoli in un’intervista a Sky Sport. Il ds azzurro ha confermato che è vicino al rinnovo con il Napoli “sono contento di restare, qui mi trovo benissimo”, ha commentato, e ha raccontato alcuni retroscena su colpi di mercato: “Milik – ha ricordato – lo portai a Capri, se l’avessi fatto venire a Castel Volturno avevo paura di un contraccolpo.
Gli spiegai che stavamo facendo dei lavori, cosa che era vera”.
Il ds ha anche confermato la trattativa per Cristiano Ronaldo già annunciata dal presidente De Laurentiis: “Ci è stato proposto – ha detto – abbiamo un ottimo rapporto con Mendes dai tempi del rinnovo di Ghoulam, ci sentiamo spesso. Lo propose sia a De Laurentiis che a me, io rimasi zitto: quando approfondimmo, ci rendemmo conto che era un’operazione fuori portata”.
Fiorentina: slittano le visite di MurielRitardo aereo, domani i controlli per il colombiano

FIRENZE02 gennaio 201916:43

– Slittano a domani mattina le visite mediche di Luis Muriel, l’attaccante colombiano appena acquistato dalla Fiorentina in prestito dal Siviglia.
Il neo viola avrebbe dovuto essere a Firenze nel primo pomeriggio ma a causa di un ritardo aereo il suo arrivo è previsto in serata. Sabato il via alla nuova avventura col primo allenamento al centro sportivo, poi la partenza per il ritiro a Malta insieme a Chiesa e compagni. L’obiettivo di Pioli è disporre di Muriel per il primo impegno ufficiale del 2019, la trasferta di Coppa Italia con il Torino in programma il 13 gennaio.
Premier: City-Liverpool. Guardiola: “Non è decisiva”Stasera in campo il Chelsea e lo United. Vittorie Arsenal e Tottenham

LONDRA02 gennaio 201916:54

“Una sfida importante ma non ancora decisiva”: così Pep Guardiola, alla vigilia del match contro il Liverpool, capolista della Premier League. Dopo 20 giornate i Reds comandano in classifica, con sette lunghezze di vantaggio sul City, campione in carica, e sei sul Tottenham, secondo ma con una partita in più. “La realtà è evidente, siamo indietro di sette lunghezze – l’analisi del tecnico catalano -. Ma siamo solo alla seconda giornata del girone di ritorno, ci sono ancora tantissimi punti in palio. Certo è che è una grande occasione per ridurre lo svantaggio, ma continueremo a lottare per la Premier League finché sarà possibile”.Il quadro della 21/ma giornata

Everton-Leicester 0-1Arsenal-Fulham 4-1Cardiff-Tottenham 0-3Chelsea-Southampton ore 20.45West Ham-BrightonWolverhampton-Crystal PalaceHuddersfield-BurnleyBournemouth-WatfordNewcastle-Manchester United ore 21Manchester City-Liverpool domani ore 21

Nainggolan smentisce crisi coniugaleBelga replica a gossip con bacio a moglie Claudia su Instagram

MILANO02 gennaio 201917:52

– Prosegue il periodo difficile per Radja Nainggolan. Dopo lo stop per motivi disciplinari che lo ha costretto a saltare la gara con il Napoli, per il centrocampista dell’Inter arriva anche il gossip su una presunta crisi famigliare con al centro un flirt con una cassiera di un ristorante a Milano. Voci che lo stesso Nainggolan ha voluto smentire tramite il profilo Instagram della moglie Claudia: ”Alla faccia degli articoli, incredibile”, le parole del belga in un video, a cui segue un bacio della stessa moglie sulla guancia.
Fabregas al Monaco, “imminente”Ritroverà Therry Henry, ex Arsenal e oggi tecnico del Principato

02 gennaio 201917:55

– Il trasferimento di Cesc Fàbregas dal Chelsea al Monaco “è imminente”. Lo scrive ‘L’Equipe’ che parla di “principio di accordo” tra i due club e il giocatore, finora poco impiegato da Sarri nel Chelsea. Il club del Principato, che sta vivendo una stagione disastrosa dal punto sportivo, è penultimo nella Ligue1 e, forte della grande disponibilità finanziaria, cerca di rinforzare la squadra nella sessione invernale, cominciando appunto con Fàbregas sotto contratto col Chelsea fino a giugno. A Montecarlo Fabregas ritroverà l’amico ed ex compagno ai tempi dell’Arsenal, Thierry Henry, oggi tecnico del Monaco da ottobre al posto dell’esonerato Leonardo Jardim.
Giudice Spoprtivo: 2 giornate a MarusicDue turni anche al granata Meite, uno a Piatek, Allan e Suso

02 gennaio 201918:11

– Due giornate di squalifica ad Adam Marusic e Soualiho Meite. E’ questa la sanzione più pesante decisa dal giudice sportivo della serie A, Gerardo Mastrandrea dopo le partite della 19/a e ultima giornata dell’andata. Il laziale è stato punito “per avere, al 41′ st, rivolto un insulto all’arbitro per contestarne una decisione”, mentre il granata, anche lui espulso in Lazio-Torino come Marusic, è stato appiedato per aver dato una manata sul volto ad un avversario, a gioco fermo. Ci sono poi 10 giocatori squalificati per una giornata. Si tratta di Piatek (Genoa), Capuano e Ciano del Frosinone, Allan del Napoli, Mandragora e Pussetto (Udinese), Bennacer (Empoli) e Izzo (Torino), Ceppitelli (Cagliari) e Suso (Milan). Fra le multe, 12mila euro al Napoli per il bengala lanciato in campo dai suoi sostenitori al 26′ del match contro il Bologna. Il club era in “recidiva plurireiterata”. Diecimila euro di multa al tecnico della Fiorentina Stefano Pioli per le critiche all’operato dell’arbitro della sfida contro il Genoa.
Lotito ‘irriguardoso’, multatoPagherà 10mila euro per aver atteso arbitro a fine primo tempo

ROMA02 gennaio 201919:29

– Fra i puniti di oggi del giudice sportivo Gerardo Mastrandrea c’è anche il presidente della Lazio Claudio Lotito. La sanzione pecuniaria nei suoi confronti è stata decisa “in quanto, al termine del primo tempo (di Lazio-Torino n.d.r.), attendeva il direttore di gara di fronte al suo spogliatoio rivolgendosi al medesimo con modi irriguardosi”. Per Lotito è scattata anche la diffida.
Piovella: tifoso forse investito due volteCapo ultrà a gip, Daniele Belardinelli come un fratello

MILANO02 gennaio 201920:23

Ha parlato della morte di Daniele Belardinelli come di quella di un “fratello maggiore amico fraternissimo”, il capo ultrà della curva dell’Inter Marco Piovella, interrogato per quasi 3 ore dal gip Guido Salvini dopo l’arresto di due giorni fa per gli scontri del 26 dicembre. In sostanza, Piovella ha ribadito di aver visto l’amico che veniva travolto da una vettura, dopo che era già finito a terra, avvalorando quindi l’ipotesi che Belardinelli possa essere stato investito anche da una prima auto.
Inoltre, sulla falsariga di ciò che aveva detto nei giorni scorsi in Questura, Piovella ha ammesso la partecipazione al blitz contro i tifosi napoletani ma non ha voluto rispondere a domande specifiche sulle sue condotte e sul suo presunto ruolo di organizzatore. “Io mi occupo di coreografie nel direttivo della curva” si sarebbe limitato a dire Piovella.
Supercoppa, Juve-Milan biglietti a rubaIn poche ore di prevendita caccia ai tagliandi. Verso sold out

02 gennaio 201921:04

– E’ cominciata partendo a gonfie vele la vendita dei biglietti per la sfida della Supercoppa italiana, in palio a Jeddah il prossimo 16 gennaio tra Juventus e Milan.
I biglietti, in vendita da oggi per gli appassionati arabi e per tutti i tifosi del mondo attraverso la piattaforma Sharek.sa, sono andati letteralmente a ruba, facendo registrare un dato di oltre 50mila tagliandi staccati in poche ore.
Lo stadio King Abdullah Sports City Stadium contiene circa 60 mila tifosi, per cui si prevede una cornice di pubblico da “tutto esaurito” a fare da scenario alla gara.
Malcom dice no all’EvertonRomanista mancato vuole restare a Barcellona anche se gioca poco

02 gennaio 201917:04

– Da colpo di mercato a esubero: è la parabola di Malcom, l’attaccante brasiliano del Barcellona che il club ‘blaugrana’ era riuscito a strappare alla Roma in estate con un vero e propro blitz e che adesso è finito quasi nel dimenticatoio: ha giocato appena 5 partite in Liga, per 97′ complessivi. Così ora si ipotizza un suo nuovo trasferimento nella finestra di gennaio, ed erano circolate le ipotesi Cina e Premier League: infatti l’Everton, scrive oggi ‘Marca’, avrebbe fatto un’offerta, respinta al mittente dal brasiliano.
Il club di cui è tifoso Paul McCartney aveva già provato in estate a prendere Malcom e adesso sembra voler tornare alla carica, ma il giocatore ha fatto sapere che, nonostante giochi pochissimo nel Barça, in questo momento non vuole lasciare il club catalano, perlomeno fino al termine della stagione.
Serie B: sette giocatori squalificatiTutti per un turno

02 gennaio 201918:43

– Sono sette i calciatori squalificati, e tutti per un turno, dal giudice sportivo di Serie B dopo la 19ma giornata del girone d’andata. Si tratta di Ganz (Ascoli), Addae (Ascoli), Bellusci Giuseppe (Palermo), Benedetti (Cittadella), Billong (Benevento), Castiglia (Salernitana), Kragl (Foggia). Multe a Verona, Pescara e Ascoli.
Muriel, avevo dato mia parola a CorvinoL’attaccante colombiano, ‘sono contento di essere a Firenze’

FIRENZE02 gennaio 201920:52

– “Ne avevo già parlato tanto tempo fa col direttore Corvino e gli avevo dato la parola che venivo qui, e adesso ci sono. Sono molto contento”.
Così il nuovo giocatore della Fiorentina Luis Muriel, arrivato questa sera a Firenze, poco dopo le 20 presso l’hotel Ac Florence, consueta sede dei ritiri della squadra viola.
Maglietta nera, piccolo gilet a sfidare il freddo delle ultime ore, e cappellino con scritto Colombia, il nuovo attaccante viola ha poi sottolineato: “Ho tantissima voglia e non vedo l’ora di iniziare, lo dicevo prima anche al direttore: non vedo l’ora di essere in campo e di cominciare a giocare, che è la cosa più importante in questo momento”. Per Muriel è anche il ritorno in Italia, dopo aver giocato con Lecce, Udinese e Sampdoria: “Tornare in Serie A è per me tantissimo, è un calcio che conosco molto bene. Non vedo l’ora di iniziare e cominciare a dimostrare tutto”. Muriel, che arriva dal Siviglia con la formula del prestito con diritto di riscatto, domani svolgerà le visite mediche.
Barros Schelotto nuovo tecnico LA GalaxyArriva dal Boca, portato in finale della Coppa Libertadores

LOS ANGELES02 gennaio 201920:54

– L’argentino Guillermo Barros Schelotto è il nuovo allenatore dei Los Angeles Galaxy. Lo ha annunciato il club cinque volte campione della Major League Soccer (Mls). Schelotto, che ha avuto anche una breve esperienza sulla panchina del Palermo, dal marzo del 2016 era al Boca Juniors, con cui ha vinto due tornei argentini e ha raggiunto la doppia finale dell’ultima Coppa Libertadores, persa contro i ‘cugini’ del River Plate.
Barros Schelotto, che da calciatore aveva già militato nella Mls con i Columbus Crew dal 2007 al 210 (38 le reti segnate), prende il posto del ‘traghettatore’ Dominic Kinnear, subentrato nel corso della stagione a Sigi Schmid. I Galaxy per il secondo anno consecutivo hanno fallito la qualificazione ai playoff nonostante la presenza di una stella come Zlatan Ibrahimovic.       [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 7 minuti

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 14:23 ALLE 18:04

DI SABATO 22 DICEMBRE 2018

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Serie A: Lazio-Cagliari 3-1
Gol biancocelesti con Milinkovic, Acerbi e Lulic

ROMA22 dicembre 201814:23

– Lazio batte Cagliari 3-1 nel primo match della 17/a giornata della Serie A. Reti: nel pt 11′ Milinkovic, 23′ Acerbi; nel st 22′ Lulic, 48′ Joao Pedro (rig.).
Biancocelesti al quarto posto in attesa del resto delle partite.
Serie A: Napoli batte di misura la Spal, Viola sbancano San Siro Successi per Sampdoria e Genoa, finisce in pari Sassuolo-Torino

22 dicembre 201817:14

Il Napoli batte 1-0 la Spal e va a -5 dalla Juve, che ospita stasera la Roma, nel posticipo della 17/ma giornata di Serie A (RISULTATI E CLASSIFICA) che si gioca in una sola giornata. Cade il Milan a San Siro contro la Fiorentina, che si impone 1-0 con un gol di Chiesa e conquista la prima vittoria stagionale in trasferta. I rossoneri perdono il quarto posto a favore della Lazio, che alle 12-10 aveva battuto 3-1 il Cagliari. La Samp vince 4-2 a Empoli, mentre il Genoa batte 3-1 l’Atalanta con una doppietta di Piontek, sempre più capocannoniere. Sono finite 1-1 Sassuolo-Torino e Udinese-Frosinone.In campo il Nell’anticipo la Lazio ha battuto 3-1 il Cagliari  Milan-Fiorentina 0-1

Napoli-SPAL 1-0

Udinese-Frosinone 1-1

Genoa-Atalanta 3-1

Empoli-Sampdoria 2-4

Sassuolo-Torino 1-1

I golEmpoli-Sampdoria 2-4: al 90’+2 chiude la gara la Sampdoria, Caprari calcia da posizione defilata e batte un non perfetto Provedel.Genoa-Atalanta 3-1: al 44′ st Piatek firma il tris con un meraviglioso destro a giro che si va ad insaccare all’incrocio dei pali
Sassuolo-Torino 1-1: al 47′ st Brignola sul secondo palo, con un colpo di testa, trova la traiettoria vincente ber beffare Ichazo.
Empoli-Sampdoria 2-3: all’87’ vantaggio blucerchiato, entrato in campo da pochi secondi Caprari riceve in area e batte Provedel.
Empoli-Sampdoria 2-2: al 78′ Caputo scatta sul filo del fuorigioco e con un diagonale perfetto insacca. La VAR convalida il gol
Milan-Fiorentina 0-1: al 28′ st Chiesa parte dalla sinistra, si accentra leggermente e con un gran destro dalla distanza insaccaGenoa-Atalanta 2-1: al 21′ st azione sulla destra, Romulo crossa verso il fronte opposto dove lazovic controlla e insacca in rete.
Udinese-Frosinone 1-1: al 61′ fallo in area friulana e per l’arbitro e’ calcio di rigore. Con freddezza Ciano insacca dal dischetto
Genoa-Atalanta 1-1: al 10′ st Duvan Zapata con un rasoterra trasforma il rigore concesso per fallo di Criscito ai danni di Freuler
Sassuolo-Torino 0-1: all’11’ st Belotti, servito splendidamente da Zaza, avanza verso l’area e fa secco Consigli con un diagonale
Genoa-Atalanta 1-0: al 51′ pt Piatek insacca con la complicita’ dellaa deviazione di Toloi. Tredicesimo centro del bomber polacco.
Napoli-Spal 1-0: al 46′ pt su azione da corner, Albiol stacca altissimo sul primo palo, e di testa indirizza la sfera nell’angoloEmpoli-Sampdoria 1-1: al 41′ Ramirez supera due avversari, da posizione defilata calcia di sinistro e insacca all’incrocio dei pali  Udinese-Frosinone 1-0: al 32′ Mandragora riceve in area di rigore e da posizione defilata calcia di prima all’incrocio dei pali.
Empoli-Sampdoria 1-0: al 9′ fallo in area di Murru su La Gumina e per Calvarese e’ calcio di rigore. Dal dischetto insacca Pasqual.

Bundesliga: il Dortmund torna a correre LIVEBattuto il M’gladbach nell’anticipo. Bayern a Francoforte

22 dicembre 201815:31

Il quadro della 17/ma giornata

Borussia Dortmund-Mönchengladbach 2-1Bayer Leverkusen-Hertha Berlino ore 15.30Stoccarda-Schalke Hannover-Fortuna Norimberga-FriburgoLipsia-Werder Brema Eintracht Francoforte-Bayern Monaco  ore 18:30 Augusta-Wolfsburg domenica ore 15:30 Hoffenheim-Magonza ore 18

Serie A: Parma Bologna e Chieve InterPrimi due posticipi della 17/ma giornata

22 dicembre 201815:40

in campo alle 18 Parma Bologna e Chieve Inter, primi due posticipi della 17/ma giornata

Premier League: vittorie Arsenal e Liverpool LIVEIn campo il Manchester City e Chelsea

22 dicembre 201815:53

Vittorie per Liverpool e Arsenale nei due anticipi della 18/ma giornata. Venerdì i Reds sono passati in casa dei Wolves mentre i Gunners si sono imposti oggi in casa 3-1 sul BurnleyIn campo la 18/ma giornata di Premier League

Wolverhampton-Liverpool 0-2Arsenal-Burnley 3-1Chelsea-LeicesterCity-Crystal PalaceNewcastle-Fulham West Ham-WatfordHuddersfield-SouthamptonBournemouth-Brighton Cardiff-Manchester United ore 17:30Everton-Tottenham domenica ore 17

Inzaghi, vittoria ci mancava da troppoTecnico Lazio, ragazzi sono stati bravi

22 dicembre 201815:58

– Dopo cinque partite senza vincere, la Lazio ritrova i tre punti in campionato battendo il Cagliari per 3-1. Poca voglia di parlare di Simone Inzaghi che in conferenza stampa si limita a osservare: “I ragazzi sono stati bravi, hanno interpretato al meglio la partita, avremmo forse meritato anche qualche gol in più. Ci godiamo una vittoria che mancava da troppe partite e da stasera penseremo alla gara di mercoledì di Bologna. La sostituzione di Luis Alberto? Ha avuto un principio di crampi ma nulla di grave”. Un successo limpido che è arrivato anche grazie al cambio di modulo con Correa e Luis Alberto alle spalle di Immobile, anche se Inzaghi obietta: “Non abbiamo cambiato più di tanto – le sue parole – l’importante è come si interpreta e oggi i ragazzi sono stati bravi a farlo. La vittoria per come siamo scesi in campo togliendo certezze al Cagliari”.
Cagliari: Maran, sconfitta sia stimolo”Oggi non siamo riusciti a fare quel che siamo soliti fare”

22 dicembre 201816:09

– “Oggi non siamo riusciti a mettere in campo quel che siamo soliti mettere e con la Lazio diventa difficile. Sappiamo che nel nostro dna c’è il ribattere colpo su colpo, oggi non ci siamo riusciti”. Così l’allenatore del Cagliari, Rolando Maran, dopo la sconfitta all’Olimpico. “Questa deve essere una molla – ha spiegato in conferenza stampa – da domani iniziamo a preparare queste due partite senza sentirci mortificati. Bisogna usare questa sconfitta come stimolo”.
Junior Tim Cup sbarca al San PaoloPari 2-2 in match tra oratori Karol e C.P.G. Shekinà

22 dicembre 201816:18

– Lo Stadio San Paolo di Napoli ha aperto le porte alla Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 riservato agli Under 14 promosso da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano. Nel pre-gara del match Napoli-Spal, le squadre dell’Oratorio Karol e dell’Oratorio C.P.G. Shekinà (Centro Pastorale Giovanile) si sono affrontate in un’amichevole terminata con il risultato di 2-2. Grande entusiasmo e forti emozioni hanno accompagnato i giovani calciatori degli oratori scesi in campo sotto lo sguardo dei loro idoli. I ragazzi degli oratori hanno consegnato ai capitani del Napoli e della Spal la sciarpa della Junior TIM Cup per poi accompagnarli all’ingresso in campo con il loro entusiasmo. La VII edizione della Junior TIM Cup continua a disputarsi nelle 16 città le cui squadre militano in Serie A .
Serie B: Cremonese-Carpi 1-2Decide Pachonik nel finale

CREMONA22 dicembre 201817:04

– Impresa del Carpi di Castori che vince contro la Cremonese allo Zini per 2-1. Una partita di grande sofferenza da parte degli ospiti, ma di grande cuore. E’ infatti la Cremonese che fa la partita, collezionando calci d’angolo a ripetizione, ma retroguardia del Carpi fa buona guardia. E’ il contropiede l’arma vincente degli emiliani e al 42′ è decisiva. Mokulu parte in velocità e impegna Ravaglia (non perfetto) costringendolo in corner. Dalla bandierina arriva il vantaggio Pachonik lesto ad insaccare da pochi passi. La Cremonese tenta la rimonta nella ripresa e l’espulsione di Pacione al 14′ (fallo da ultimo uomo su Paulinho) facilita la cosa. Lo stesso attaccante brasiliano trova il gol del pareggio di testa poco dopo su ottimo assist di Carretta. La Cremonese si getta in avanti alla ricerca del gol della vittoria, ma ancora in contropiede il Carpi punisce a 8′ dalla fine. Un cost to cost che premia Jelenic che di piatto batte Ravaglia in uscita.
Milan ko, piovono fischi a San SiroAncora a secco Higuain, polemico con arbitro Mariani

MILANO22 dicembre 201817:11

– Il Milan perde contro la Fiorentina in casa nell’ultima partita prima di Natale e viene salutato da una bordata di fischi a San Siro. I 52mila tifosi presenti prendono di mira la squadra di Gattuso, che non vince da tre partite in campionato e viene così superata dalla Lazio al quarto posto, a pochi giorni dalla deludente eliminazione dall’Europa League. Ancora a secco Gonzalo Higuain, che manca il gol per l’ottava partita consecutiva. L’argentino è apparso molto nervoso dopo il triplice fischio finale, tanto da polemizzare a lungo con l’arbitro Mariani in mezzo al campo.
LaLiga: in campo l’Atletico Madrid – LIVENell’anticipo l’Alaves vince in casa del Real Sociedad

22 dicembre 201817:34

Atletico in campo mentre il Real rinvia per il suo impegno al mondiale per club. Negli anticipi vittoria dell’Alaves in casa del Real SociedadIl quadro della 17/ma giornata

Girona-Getafe 1-1Real Sociedad-Alavés 0-1Villarreal-Real Madrid RinviataBetis-Eibar 1-1Atlético Madrid-Espanyol Barcellona-Celta Vigo ore 18.30Athletic-Valladolid ore 20:45 València-Huesca Domenica ore 12Leganés-Siviglia ore 16.15Rayo Vallecano-Levante ore 18:30

Serie B: Livorno-Verona 0-0Alla fine a recriminare per le occasioni sprecate sono i toscani

LIVORNO22 dicembre 201817:37

– Il Livorno rigenerato da Roberto Breda continua a mettere insieme prestazioni convincenti e, dopo avere strappato il pari a Palermo, annulla la differenza di classifica, bloccando anche il Verona (0-0) al Picchi, in un match che alla fine va stretto proprio ai padroni di casa. Prima frazione equilibrata che si accende al 10′ quando Silvestri stende al limite Murilo, scattato sul filo del fuorigioco, e viene ammonito. Nel secondo tempo la squadra di Fabio Grosso dimostra di subire la maggior verve degli amaranto che già al 3′ con Raicevic impegnano Silvestri, e sulla ribattuta sprecano con Murilo che alza sopra la traversa. Al 46′, in pieno recupero, Diamanti si presenta davanti a Silvestri, ma non riesce a concludere.
Serie B: classificaIl Brescia rallenta e domani il Palermo può andare in fuga

22 dicembre 201817:41

– Classifica del campionato di calcio di Serie B dopo gli anticipi odierni della 17/a giornata, Cremonese-Carpi e Livorno-Verona: Palermo punti 30; Brescia 28; Lecce, Pescara e Verona 26; Cittadella 25; Benevento e Perugia 22; Spezia e Ascoli 21; Venezia e Salernitana 20; Cremonese 19; Carpi 16; Cosenza 15; Crotone 13; Foggia 12; Padova e Livorno 11. Foggia penalizzato di 8 punti. Cosenza e Benevento una partita in meno.
Serie B: il Livorno frena il VeronaIl Carpi vince a Cremona, parità tra Ascoli e Brescia

22 dicembre 201817:43

Il Livorno rigenerato da Roberto Breda continua a mettere insieme prestazioni convincenti e, dopo avere strappato il pari a Palermo, annulla la differenza di classifica, bloccando anche il Verona (0-0) al Picchi, in un match che alla fine va stretto proprio ai padroni di casa. Prima frazione equilibrata che si accende al 10′ quando Silvestri stende al limite Murilo, scattato sul filo del fuorigioco, e viene ammonito. Nel secondo tempo la squadra di Fabio Grosso dimostra di subire la maggior verve degli amaranto che già al 3′ con Raicevic impegnano Silvestri, e sulla ribattuta sprecano con Murilo che alza sopra la traversa. Al 46′, in pieno recupero, Diamanti si presenta davanti a Silvestri, ma non riesce a concludere.Il quadro della 17/ma giornata

Ascoli-Brescia 1-1Livorno-Verona 0-0Cremonese-Carpi 1-2Salernitana-Foggia domenica ore 12:30 Lecce-Padova ore 15Venezia-Cosenza Cittadella-PerugiaSpezia-Palermo ore 17:30 Benevento-Crotone ore 21

Gattuso:Aiutare Higuain finché nel MilanAllenatore dei rossoneri: “Montolivo? Gli altri sono più avanti”

22 dicembre 201817:44

– “Higuain è un giocatore che gioca nel Milan, sta attraversando un momento difficile, finché è qui va aiutato”. Dopo il ko a San Siro contro la Fiorentina, l’allenatore del Milan, Rino Gattuso, non esclude un addio al bomber che, come vuole ‘radiomercato’, intravede uno scambio con Morata del Chelsea. E Montolivo? “E’ un giocatore che ha giocato zero minuti e non ha minutaggio, un giocatore mi deve piacere per metterlo in campo, gli altri sono più avanti se parliamo del fatto che non ha giocato oggi siamo fuoristrada”.
Ancelotti, pensare a Juve demotivante”Il Napoli può fare di più, c’è ancora potenziale inespresso”

22 dicembre 201817:53

– “Quando hai l’opportunità di sistemare il risultato e non ci riesci va a finire che soffri”. Carlo Ancelotti, dopo l’1-0 del Napoli contro la Spal, riconosce che il risultato è merito anche del portiere: “Nel finale ci ha aiutato Meret. Ha fatto una parata di grande livello, ma lui è un portiere di grande livello” ha detto l’allenatore. Prosegue la rincorsa alla vetta della classifica, ma “pensare alla Juventus rischia di demotivarci, dobbiamo pensare a noi stessi perché la squadra può fare di più, abbiamo margini di miglioramento e lo dico dopo la partita di oggi, che non è stata strepitosa. C’è del potenziale ancora non espresso al 100%”.       [print-me title=”STAMPA”]