Cronaca tutte le notizie Tutti i fatti e gli avvenimenti di Cronaca sempre aggiornati approfonditi dettagliati monitorati affidabili! LEGGILI!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 27 minuti

Ultimo aggiornamento 14 Aprile, 2021, 14:39:37 di Maurizio Barra

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 12:08 DI MARTEDì 13 APRILE 2021

ALLE 14:39 DI MERCOLEDì 14 APRILE 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Università: Ateneo Pavia festeggia 660 anni dalla fondazione
Franco Locatelli, laureato a Pavia, legge l’atto costitutivo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAVIA
13 aprile 2021
12:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Università di Pavia festeggia oggi il suo 660esimo compleanno. Era infatti il 13 aprile 1361 quando Carlo IV, imperatore e re di Boemia, su richiesta del governo cittadino, concedeva “in perpetuo la grazia che nella città di Pavia fosse istituito uno Studium generale, di diritto civile e canonico, nonché di filosofia, di medicina e di arti liberali”.

Per celebrare l’anniversario, si è svolto questa mattina online l’incontro dal titolo “Il futuro ha radici sempre più profonde”.
Dopo il saluto iniziale del rettore Francesco Svelto e la prolusione del professor Dario Mantovani, che ha tratteggiato il contesto storico nel quale nacque e si sviluppò l’ Ateneo pavese, è seguita la lettura di passi dell’atto fondativo dell’Università da parte di alcuni laureati, tra cui Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità, intervenuto in diretta da Roma. Oltre che da Locatelli, lo storico documento è stato letto anche da Antonio Padoa-Schioppa, docente emerito di Storia del Diritto medievale e moderno, Giuseppe Remuzzi, direttore dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri”, e Luigi Riganti, giudice al Tribunale di Pavia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: in calo i positivi in Umbria, tre ricoveri in più
Sono 109 i nuovi casi, tre i morti e 152 i guariti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ERUGIA
13 aprile 2021
13:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora in discesa il numero degli attualmente positivi al Covid in Umbria: secondo i dati giornalieri della Regione, aggiornati al 13 aprile, sono 3.856 (46 in meno di ieri).
In lieve risalita invece i ricoverati, 320 in tutto, tre in più di ieri, mentre resta invariato il numero dei posti occupati nelle terapie intensive, 41.

I nuovi contagi accertati nelle ultime 24 ore sono 109. I guariti sono 152 e si registrano altri tre morti, 1.301 in totale.
I tamponi molecolari analizzati sono 3.120 e 4.483 i test antigenici. Il tasso di positività complessivo è 1,4 per cento (ieri 3,78) e del 3,5 rispetto ai soli molecolari (ieri 9,4).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quattro ragazzine aggrediscono 13enne a Riccione, denunciate
Indagini dei carabinieri, era un ‘regolamento di conti’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
RIMINI
13 aprile 2021
14:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono quattro e tutte di età compresa tra 13 e 15 anni le protagoniste di un’aggressione a una tredicenne, il 20 dicembre nei pressi della spiaggia antistante il Piazzale Roma di Riccione. A dimostrarlo sono state le indagini dei carabinieri della stazione riccionese, avviate a seguito della denuncia presentata dalla vittima e dai propri genitori: una attività di acquisizione e analisi dei filmati degli impianti di videosorveglianza del centro, che hanno consentito di ricostruire gli attimi dell’aggressione da cui la tredicenne era riuscita a sottrarsi, solo a seguito dell’intervento di alcuni componenti della propria comitiva.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un ‘regolamento di conti’: da quanto ricostruito la vittima si sarebbe invaghita di un giovane coetaneo già finito, però, nel mirino di una delle assalitrici.
E così, dopo le ‘promesse’ via social, il 21 dicembre è scattata l’aggressione: due quindicenni, una tredicenne e una quattordicenne, tutte del posto (due residenti a Misano Adriatico, una a Riccione ed una a Rimini), hanno accerchiato la vittima e l’hanno colpita con calci e schiaffi per poi fuggire via.
Identificate e denunciate alla Procura per i Minorenni di Bologna, le quattro amiche dovranno ora rispondere di lesioni personali aggravate.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morti in corsia: confermato l’ergastolo per Cazzaniga
in Appello ex primario assolto per 3 omicidi su tredici
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 aprile 2021
14:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato confermato l’ergastolo per Leonardo Cazzaniga l’ex primario del pronto soccorso di Saronno ritenuto responsabile di una serie di omicidi, anche di pazienti ricoverati. Lo ha deciso la Corte d’Assise d’Appello di Milano che lo ha assolto per 3 casi su 13.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I giudici hanno in sostanza accolto la richiesta avanzata dal sostituto pg Nunzia Ciaravolo.
Sono 10 gli omicidi per cui è stata confermata la condanna dell’ex primario e tre per cui invece è stato assolto. La Corte d’Assise d’Appello di Milano ha confermato anche l’isolamento diurno per tre anni nei confronti dell’ex primario e ha dichiarato il non doversi procedere per prescrizione nei confronti di quattro medici della commissione ospedaliera, chiamata a valutare l’operato di Cazzaniga e che in primo grado erano stati condannati a 2 anni e sei mesi per favoreggiamento.
Nell’assolvere Cazzaniga per le morti di tre pazienti, la Corte ha revocato le statuizioni civili nei confronti dei loro familiari. “Andremo a vedere le motivazioni per vedere il ragionamento dei giudici, non siamo soddisfatti e sicuramente faremo ricorso in Cassazione”, ha affermato Andrea Pezzangora, difensore dell’ex primario insieme all’avvocato Ennio Buffoli.
Condannata anche l’Asst Valle Olona come responsabile civile.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Abbonamento del bus gratis a Bologna per 900 senza dimora
Convenzione tra Comune e Tper per il trasporto pubblico
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
13 aprile 2021
15:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Abbonamento gratis per il trasporto pubblico locale per 900 persone senza dimora. Sarà possibile dal prossimo mese a Bologna grazie alla convenzione tra Area welfare del Comune e Tper, che amplia i beneficiari degli abbonamenti agevolati ‘Mi muovo insieme’, In questo modo, spiega il Comune, le persone in condizione di grave marginalità potranno utilizzare liberamente i mezzi pubblici per raggiungere attività di inserimento lavorativo, inclusione e socializzazione, avendo la possibilità di esibire, in caso di verifica, un regolare titolo di viaggio personale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I servizi sociali di Comune e Asp Città di Bologna stanno già individuando i beneficiari tra le persone in carico che hanno necessità di utilizzare gli abbonamenti nell’ambito di un percorso di inserimento sociale o lavorativo: la platea complessiva stimata è di circa 900 persone: 650 seguite dalla rete di servizi Asp per il contrasto alla grave emarginazione adulta; circa 100 in carico al Servizio sociale territoriale del Comune e 150 segnalate da Caritas, Antoniano e Opera Marella.
Gli abbonamenti verranno richiesti direttamente dagli operatori dei servizi sociali di Comune e Asp e avranno una durata di sei mesi rinnovabili per altri sei.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Denise: ex sindaco di Mazara, spero un giorno ritorni a casa
Cristaldi commenta affermazioni dell’autore foto della bimba
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
13 aprile 2021
15:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Un’altra speranza sfuma ma a me piace pensare che prima o poi Denise tornerà a casa”. L’ex sindaco di Mazara del Vallo, Nicola Cristaldi commenta così le affermazioni di stamane, alla trasmissione “Mattino Cinque” del fotoreporter Michael Biach, autore della foto diventata virale su Twitter che ritrae una bambina somigliante alla mazarese di 4 anni scomparsa nel nulla nel 2004.
Lo scatto era stato ripreso online anche dall’avvocato Frazzitta, legale della madre di Denise, Piera Maggio.
Biach spiega perché la piccola non può essere Denise: “Ho scattato la foto nell’agosto del 2012 e non nel 2004. Stavo lavorando a un articolo e ho ripreseo qualche immagine sulla situazione dei bambini che vivono nei campi rom in Slovacchia”.
Cristaldi però non dispera e aggiunge: “Mi piace questa madre che corre sempre e comunque a vedere, a indagare, a cercare perché anche questo è un modo per tenere tra noi Denise. Fino a quando la madre continua a cercare, Denise è viva perché le madri hanno il cuore negli occhi e gli occhi nel cuore…”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per cantieri autostrade vaccini in ritardo nel genovesato
Over 80 in attesa per 4 ore a Rossiglione, alcuni tornano a casa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
13 aprile 2021
15:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A causa delle code e dei cantieri che si sono creati stamani sull’A10 per la rottura di alcuni macchinari i vaccini destinati agli over 80 prenotati stamani all’hub di Rossiglione sono arrivati con 4 ore di ritardo, alle 11,45 invece che alle 8. La coda ha impedito anche l’arrivo del pool vaccinale destinato a quell’hub.
Molti degli anziani convocati per avere la propria dose di vaccino hanno deciso di tornare a casa e i vaccini rimasti sono stati inoculati a personale della Croce rossa. La Giunta dell’Unione dei Comuni Stura Orba Leira ha chiesto incontro urgente ad Aspi “a seguito dell’enorme disagio che stamattina ha causato anche la paralisi totale del polo vaccinale sito nella Ferriera”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: provincia di Cuneo resta zona rossa
Incidenza casi è salita a 277, venerdì una nuova verifica
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
13 aprile 2021
15:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Resta in zona rossa, fino al 18 aprile, la provincia di Cuneo, l’unica del Piemonte da ieri in arancione. L’incidenza dei casi Covid non solo non è scesa sotto la soglia dei 250 per 100 mila abitanti ma è salita a 277.
Il ritorno in arancione era previsto da domani. “In linea con il nuovo decreto, la Regione – precisa una nota – si trova obbligata a prorogare la permanenza della provincia di Cuneo in zona rossa. Venerdì 16 aprile si procederà a una nuova verifica dell’evolversi della situazione, per analizzare la possibilità, in caso di miglioramento, di anticipare l’ingresso in zona arancione già dal weekend”.   PIEMONTE   POLITICA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Nonna scrive libro a 86 anni, ‘Pandemia peggio della guerra’
L’idea nel lockdown. ‘Preferivo i governanti di una volta’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
IMINI
13 aprile 2021
16:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una nonna riminese di 86 anni che vive da sola, durante il primo lockdown ha scritto un libro autobiografico per combattere la solitudine. “La pandemia è peggio della guerra”, ha detto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Siccome la mia vita è stata molto movimentata, trovarmi di colpo chiusa in casa, mezza invalida… ho pensato bene di scrivere un diario”, ha raccontato a Teleromagna, dove è apparsa la sua storia. Maria Luisa Montanari, ex insegnante e direttrice didattica, a marzo dell’anno scorso ha iniziato a riempire una decina di taccuini che sono poi diventati un’autobiografia che comincia alla vigilia della seconda guerra mondiale.
“Sono rimasta orfana a sei anni – racconta – Avevo due fratelli che adoravo, che poi sono andati in guerra e quando sono tornati non li riconoscevo più, perché la guerra cambia”.
Spesso viene fatto un parallelismo tra quel conflitto e la pandemia, “ma forse questa è ancora peggiore – afferma – perché una volta finiti i bombardamenti si sapeva cosa fare. Adesso c’è un’incertezza… Sembra che le persone non abbiano bene in mente cosa sarà, cosa dovranno fare, come dovranno reagire. E poi – aggiunge sorridendo – i governanti di una volta mi piacevano di più”.
Oggi Montanari ha 12 fra nipoti e pronipoti, e a loro ha dedicato il suo lavoro. ‘Diario di una madre – note di colore al femminile’, edito da Pegasus Edition, è già in libreria e ora in cantiere c’è anche il secondo libro. “Mi ha sempre guidato una grande volontà. Ho sempre tentato di realizzare le cose a cui tenevo. Una vita piena insomma: ostile da una parte, perché mi ha fatto superare tante prove, però c’è anche la gioia di averle superate”, conclude.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sottraevano soldi ai pusher,a Milano 4 vigili ai domiciliari
Operazione della Squadra Mobile
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 aprile 2021
16:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono finiti agli arresti domiciliari quattro agenti della Polizia locale di Milano per falso ideologico perché si sarebbero appropriati di soldi nel corso di una perquisizione in una casa di presunti spacciatori, compilando falsi verbali per intascare il denaro. L’ordinanza è stata firmata dal gip di Milano Guido Salvini nell’inchiesta della Squadra mobile, coordinata dal pm Elio Ramondini, ed è e scaturita da un servizio mandato in onda lo scorso ottobre dalla trasmissione ‘Le Iene’.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I 4 agenti della Polizia locale, che erano in servizio all’Unità contrasto stupefacenti, sono stati arrestati con le accuse a vario titolo di peculato e falso ideologico e sono stati indagati anche per abuso d’ufficio. Dopo il servizio del programma Mediaset, gli agenti erano stati trasferiti ad altro incarico. Il pm aveva chiesto il carcere per 7, mentre il gip ha applicato l’ordinanza di domiciliari a quattro di loro e, in particolare, per il caso dell’intervento in un’abitazione di via Coppin, a seguito del quale gli agenti – come si legge nell’ordinanza -, rinvenivano la cifra complessiva di 13.070 euro in contanti, mentre avrebbero tenuto per loro “3.330” euro indicando così nel verbale di perquisizione il rinvenimento di “1.540 euro occultati in una cassetta di sicurezza in ferro; 8.200 euro occultati in un portafoglio di colore bordeaux.
Decisiva la “video ripresa tramite due telecamere” piazzate dagli stessi pusher nella “sala e in camera da letto” della casa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Azienda Zero del Veneto blocca mascherine in magazzino
Dopo il sequestro disposto dalla Procura di Gorizia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PADOVA
13 aprile 2021
17:11
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Azienda Zero del Veneto ha provveduto al blocco delle mascherine di protezione stoccate presso il proprio magazzino: a darne notizia oggi è la stessa struttura amministrativa unica del sistema delle Ulss regionali.
La decisione si riferisce al decreto di sequestro notificato dalla Guardia di Finanza di Gorizia ed emesso dalla Procura nell’inchiesta sui prodotti ritenuti non idonei.
Si tratta di mascherine Ffp2 e Ffp3 acquistate dal Commissario Straordinario per l’emergenza Covid-19 e consegnate alle Regioni nel corso della pandemia.
Azienda Zero del Veneto ha dato comunicazione del blocco alle Ulss e del conseguente divieto di utilizzo dei dispositivi eventualmente in giacenza presso i magazzini, sia aziendali che nelle rsa. I dispositivi interessati, viene precisato, saranno ritirati a cura di Azienda Zero e messi a disposizione delle autorità competenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: sacerdote ‘no mask’ trasferito da parrocchia Milanese
Don Diego Minoni famoso per le sue omelie negazioniste
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
13 aprile 2021
17:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato trasferito don Diego Minoni, sacerdote ‘no mask’ di Vanzago, paese alle porte del Milanese, dove le sue omelie e le sue osservazioni contro la ‘museruola’ ovvero la mascherina e i diritti lesi in tempi di Covid, avevano fatto alzare più di qualche sopracciglio.
Lo riporta Il Giorno e dalla curia confermano che don Minoni non è più il parroco della chiesa dei Santi Ippolito e Cassiano.

A comunicargli la decisione è stato monsignor Luca Raimondi, vicario episcopale per la zona pastorale di Rho e vescovo ausiliario. Ora è a disposizione dei padri oblati, di cui fa parte.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Uccide moglie figlio e padroni casa, convalidato l’arresto
Medico legale Roberto Testi effettuerà domani autopsie
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
IVREA (TORINO)
13 aprile 2021
17:50
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il Gip di Ivrea, Ombretta Vanini, ha convalidato l’arresto di Renzo Tarabella, il pensionato 83enne, ora ricoverato al Giovanni Bosco, che sabato sera ha ucciso quattro persone in un alloggio di Rivarolo Canavese: la moglie, il figlio disabile e i vicini di casa proprietari dell’abitazione. Dovrà rispondere di omicidio plurimo aggravato.

La procura di Ivrea, al momento, non ha contestato l’aggravante della premeditazione. I due biglietti di Tarabella, ritrovati dai carabinieri sul tavolo della cucina, sarebbero stati scritti dopo la strage. “Hanno insultato mio figlio già morto. È giusto che paghino”, ha scritto Tarabella riferendosi ai padroni di casa, freddati con un colpo di pistola alla testa.
Domani il medico legale Roberto Testi effettuerà le autopsie.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lascia sacerdozio per amore, “ho provato senso di onestà”
Benda su un occhio, il tanto piangere me lo ha fatto irritare
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TODI (PERUGIA)
13 aprile 2021
20:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Quando domenica è stato dato l’annuncio della mia decisione ho provato un senso di libertà, onestà e chiarezza”: a parlare è l’ormai ex parroco dell’Unità pastorale di San Felice di Massa Martana, don Riccardo Ceccobelli, che ha deciso di lasciare il sacerdozio per amore.
Parla da dentro il garage della casa dei suoi genitori, a Pantalla, una frazione di Todi, dopo aver scaricato i suoi vestiti e altri oggetti personali dall’auto, completando così il trasloco dalla sua parrocchia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
All’occhio sinistro ha una vistosa benda bianca. “È frutto del tanto piangere che mi ha fatto irritare l’occhio”, racconta.
Don Riccardo Ceccobelli – che ha avviato le pratiche per la sua dimissione dallo stato clericale – ribadisce di “voler vivere l’amore” con questa donna che dice di conoscere da almeno quattro anni, sottolineando che “la promessa fatta al vescovo di essere prete fino alla fine non è mai venuta meno” e di non avere mai trasgredito agli obblighi previsti dal suo ministero.
“Ho iniziato a provare un sentimento nuovo verso questa donna soltanto pochi mesi fa, come possa essere accaduto non lo so”, racconta ancora. “Sono rimasto stupito e spaventato – aggiunge – dall’amore che mi arrivava da dentro. È stata una decisione molto dura da prendere quella di lasciare il sacerdozio”.
Parlando del futuro e della relazione con questa giovane, don Ceccobelli si lascia andare anche a una battuta: “lasciatemi almeno iniziare questa relazione, fino a oggi non siamo stati nemmeno fidanzati”.
Don Riccardo è circondato anche dal profondo affetto della sua famiglia. Quando si chiede al padre Carlo se è felice della scelta fatta, l’uomo risponde senza esitazioni: “le decisioni dei figli si accettano e basta”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Milano: aggressioni in zona movida, sei misure cautelari
Un ragazzo colpito da un pugno era finito in coma farmacologico
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 aprile 2021
07:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gli agenti della Polizia di Stato di Milano hanno eseguito sei misure cautelari nei confronti di altrettanti giovani, residenti nelle province di Milano, Varese, Monza e Piacenza, con l’accusa di aver aggredito altri ragazzi che stava trascorrendo la serata nei pressi all’Arco della Pace, uno dei luoghi più frequentati della Movida milanese, lo scorso 26 luglio.
I sei si vanno ad aggiungere a due minorenni, già colpiti da provvedimenti emesso dal Gip dei minori.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La notte del 26 luglio a Milano in piazza Sempione, in otto, di cui sei appena maggiorenni, avevano aggredito una comitiva di ragazzi che trascorreva la serata nei pressi dell’Arco della Pace, suscitando panico tra la gente. Tra gli aggrediti anche un diciannovenne che era stato colpito da un violentissimo pugno al volto e che era rimasto in coma farmacologico diverse settimane, riportando lesioni gravi e una prognosi superiore ai 40 giorni.
I sei sono stati raggiunti da un’ordinanza chiesta dal Procuratore aggiunto di Milano Laura Pedio e dal Pm Francesca Crupi e, come ricostruito dalle indagini, avevano assistito, nelle ore precedenti, sempre nella zona della movida milanese, alle riprese del video di un giovane trapper emergente.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
YouTrend, Bolzano e Veneto avanti sui vaccini
Balzo di Lombardia-Umbria. Sicilia e Calabria in ritardo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
09:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Provincia di Bolzano e Veneto in testa, indietro Sicilia e Calabria. E’ la situazione delle somministrazioni dei vaccini in Italia in base all’indice calcolato da YouTrend secondo il quale negli ultimi sette giorni hanno fatto un balzo in avanti anche Lombardia e Umbria mentre altre 5 regioni sono in discesa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In base ai dati aggiornati al 12 aprile, la provincia autonoma di Bolzano è, con 85 punti su 100, quella più avanti nell’indice regionale; seguono il Veneto a quota 83 (+7 rispetto a una settimana fa), la provincia autonoma di Trento a 75 (+4) e l’Emilia Romagna a 73 (+10), tutte sopra la media nazionale che è a 63 e che è in crescita di 8 punti rispetto alla settimana scorsa. Al fondo della classifica, sotto 50 punti, ci sono la Sicilia a 46 (in discesa di un punto rispetto alla settimana scorsa) e la Calabria a 45. In calo risultano anche il Lazio (-5 punti, ma sempre sopra la media nazionale a 68), Toscana (-2, con una media di 68), Basilicata (-8, a 58 punti) e Valle d’Aosta (-7 a 55 punti). A crescere di più rispetto a una settimana fa sono ancora la provincia autonoma di Bolzano, con 17 punti, e subito dopo Lombardia e Umbria, entrambe con un balzo in avanti di 16 punti.
L’indice regionale di YouTrend sintetizza settimanalmente, con un valore compreso tra 0 e 100, lo stato della campagna di vaccinazione attraverso la media ponderata di 5 parametri: la percentuale di dosi utilizzate sul totale di quelle ricevute, le percentuali di ospiti delle Rsa, di over 80 e di soggetti tra 70 e 79 anni vaccinati e l’accelerazione delle vaccinazioni rispetto alla settimana precedente. Più per una determinata regione o provincia autonoma l’indice si avvicina a 100, più essa avrà portato avanti la campagna vaccinale con efficacia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Furbetti’ dei vaccini: medici indagati a Oristano
15 gli avvisi di garanzia per abuso d’ufficio e peculato
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ORISTANO
14 aprile 2021
09:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Quindici persone, tra medici e infermieri, sono indagate dalla Procura di Oristano per abuso d’ufficio e peculato, con l’accusa di aver somministrato il vaccino Pfizer a propri familiari (che non rientravano tra le previste categorie aventi diritto), abusando così della propria posizione. Dalle prime ore del giorno sono scattate le operazioni di notifica agli indagati da parte dei Carabinieri del Nas di Cagliari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: sindacati, aumentano contagi tra autisti pullman
Chiusa anche unica biglietteria al terminal di Campobasso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAMPOBASSO
14 aprile 2021
10:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Salgono ancora i contagi tra gli autisti di autobus nell’indifferenza della Regione che disattende per l’ennesima volta i propri impegni assunti per ridurre i rischi”. È quanto denunciano in una nota i sindacati di categoria della Cgil, Cisl, Uil e Ugl.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“È la triste e reale conseguenza provocata dalle Istituzioni regionali – evidenziano le parti sociali – che in più di un anno non sono riuscite ad imporre alle aziende di trasporto pubblico il rigoroso rispetto di quanto espressamente previsto dai protocolli, dalle linee guida, dai Decreti e dalle stesse Ordinanze del presidente della Giunta regionale per contrastare e contenere la diffusione del Covid-19. Dalle segreterie regionali arriva anche un appello ai viaggiatori: “attenetevi ai Dpcm, evitate di avvicinarvi o di chiedere informazioni al conducente e acquistate i biglietti solo in via telematica”. Dito puntato contro l’assessore regionale ai Trasporti, Quintino Pallante, responsabile, secondo i sindacati, di non aver rispettato gli impegni assunti nella riunione del 22 marzo. In quella occasione “aveva preannunciato e garantito la fruibilità di risorse regionali già stanziate per il comparto dei trasporti, al fine di assicurare entro pochi giorni, l’utilizzo di una quindicina di operatori da dedicare esclusivamente e in condizione di totale sicurezza alle attività di vendita e di controllo dei titoli di viaggio, atteso che la famosa ‘app regionale’ per la vendita telematica dei titoli di viaggio è di fatto naufragata. Clamorosa la recente chiusura dell’unica biglietteria disponibile a Campobasso che ha reso il terminal del capoluogo di regione, l’unico in tutta Italia in cui non sia presente un servizio informativo e di approvvigionamento dei titoli di viaggio. Una vera vergogna sulla quale pesano responsabilità anche dell’amministrazione comunale che dovrebbe occuparsi di questi gravi disservizi resi all’utenza”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoratori spettacolo occupano Globe Theatre a Roma
‘Riaprire in sicurezza’.Manifestanti, tutti sottoposti a tampone
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
10:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un gruppo di lavoratori dello spettacolo ha occupato stamani il Globe Theatre a Villa Borghese a Roma. “Dopo più di un anno dal blocco degli spettacoli dal vivo chiediamo una riforma strutturale del settore -scrivono su Fb – Non vogliamo una riapertura senza sicurezza, che ci faccia ripiombare in un mondo del lavoro ancora più incerto e privo di garanzie.
Riapriamo questo spazio a tutte le precarie, a tutti gli sfruttati, per riappropriarci di un tempo di confronto e autoformazione”. Gli occupanti assicurano che “tutto si sta svolgendo nel rispetto delle disposizioni sanitarie” e che si sono sottoposti a tampone.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ambiente: Mare amico, crollo a ridosso scala dei Turchi
Una porzione della falesia di marna è venuta nuovamente giù
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
REALMONTE
14 aprile 2021
10:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Come neve al sole, una parte a ridosso della Scala dei Turchi, lungo la costa di Realmonte, in provincia di Agrigento, crolla ancora”. Lo denuncia l’associazione Mareamico.
“Una porzione della falesia di marna è venuta nuovamente giù, precipitando sulla spiaggia, fortunatamente deserta”, prosegue la nota. Ed osserva: “Mentre Comune e un privato discutono nelle opportune sedi sulla titolarità del bene: solo la Procura ha agito – Infatti già il 27 febbraio dello scorso anno, prudentemente, ne aveva opportunamente inibito la fruizione. Questa decisione del procuratore capo di Agrigento, Luigi Patronaggio ha attirato molte critiche, ma considerato quanto continua ad accadere periodicamente, tutelare la vita con decisioni impopolari è un atto coraggioso”. “Di fronte alle lungaggini, burocratiche e giudiziarie e, naturalmente quelle politiche, ad Agrigento paradossalmente è spesso la Procura a prendere decisioni drastiche a protezione della vita”, afferma Mareamico.
“Come nel caso del Ponte Morandi di Agrigento chiuso dall’Anas, solo a seguito di un’indagine della Procura, – osserva – prima che potesse seguire il destino del suo gemello di Genova”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: in Italia 1,5 milioni di dosi Pfizer, alle Regioni in 24 ore
Le consegne interesseranno più di 210 strutture sanitarie in tutta Italia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
14:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ iniziata la distribuzione alle Regioni di circa 1,5 milioni di dosi di vaccino Pfizer, arrivate presso gli aeroporti di Bergamo, Bologna, Brescia, Roma Ciampino, Milano Malpensa, Pisa e Venezia”. Lo rende noto il Commissariato all’emergenza Covid.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Le consegne interesseranno più di 210 strutture sanitarie in tutta Italia, e si concluderanno entro 24 ore”.
“Quello del rifiuto del vaccino AstraZeneca è un tema difficile. È un fenomeno che negli ultimi giorni sta diventando più importante di quello che possiamo pensare”. Lo ha detto il direttore generale del Welfare di Regione Lombardia, Giovanni Pavesi, intervenendo in audizione in Commissione Sanità del Consiglio Regionale. “Ho segnalazione di centri vaccinali importanti in cui parecchia gente li sta rifiutando – ha aggiunto -. In questi casi, se in sede di anamnesi ci sono valutazioni critiche, possiamo fargli il Pfizer. Negli altri casi, se non ci sono queste motivazioni, li rimettiamo in coda”.
Antitrust, sulla salute il mercato deve avere limiti – “Non tutti i bisogni possono essere soddisfatti dal mercato”. Così il presidente dell’Antitrust Roberto Rustichelli facendo riferimento ai brevetti per i vaccini e sottolineando che “quando, ad esempio, a venire in rilievo è la tutela di diritti fondamentali come quello alla salute, il mercato può e deve subire dei limiti”. Rustichelli ricorda che il nostro Codice della proprietà industriale “prevede già ora, agli articoli 141 e 142, la possibilità di un intervento rapido tramite DPR con cui si espropria, anche per ragioni di pubblica utilità, la titolarità o l’uso del brevetto, dietro corresponsione di un congruo indennizzo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Come raccontare le storie ai bambini, se ne discute a Chiari
Tornano il 15/4 incontri in streaming progetto Cresciamo insieme
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CHIARI
14 aprile 2021
12:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tornano il 15 aprile gli appuntamenti in streaming sulla genitorialità consapevole nell’ambito del progetto “Bambini e genitori, cresciamo insieme”, organizzati in occasione Chiari Prima Capitale Italiana del Libro dall’Associazione L’impronta in collaborazione con Il Leone Verde edizioni e il Comune di Chiari. Dedicati a genitori di bambini da 0 a 5 anni, gli incontri coinvolgono ospiti appartenenti al mondo dell’educazione e delle scienze pedagogiche e portano avanti il lavoro che la casa editrice Il Leone Verde ha iniziato anni fa con il blog “il bambino naturale” e con le pubblicazioni realizzate da pediatri, psicologi, ostetriche e professionisti dell’infanzia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alle 20.30 del 15 aprile l’incontro dal titolo “Raccontar storie dai 18 mesi in su” vedrà ospite Elisa Mazzoli, autrice, narratrice e mediatrice (Premio Nati Per Leggere 2018): al centro della riflessione il ruolo svolto da libri, immagini, parole, suoni per aumentare nei bambini le competenze di linguaggio e la creatività e per favorire la loro crescita serena. Tutti gli incontri di “Bambini e genitori, cresciamo insieme” (i prossimi in programma il 22 e il 29 aprile) sono visibili in diretta streaming e on demand sulla pagina Facebook del Comune di Chiari e sui canali Facebook e YouTube di Microeditoria e Bambino Naturale:

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Bookcity 2021, il tema sarà il ‘dopo’ pandemia
Da 17 a 21/11. Formenton, immaginare con ottimismo della speranza
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
19:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La pandemia ha segnato la Cultura togliendole ossigeno ma non ha vinto e ora che, piano piano, il mondo culturale si riprende, riflette sull’accaduto pronto a lasciarselo alle spalle. Non a caso, quindi, il tema di Bookcity 2021 sarà il ‘Dopo’.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La manifestazione, prevista dal 17 al 21 novembre prossimo, e che torna in parte in presenza dopo la pausa online dello scorso anno, ha scelto d’incentrarsi sul domani che ci attende dopo la pandemia.
Questa esperienza “ha già cambiato il nostro futuro – ha detto l’editore Luca Formenton, presidente dell’edizione 2021 – Cosa succederà dopo? Cercheremo di rispondere a questa domanda con l’ottimismo della speranza”. “Siamo al decimo anniversario – ha detto il presidente dell’associazione Bookcity Milano, Piergaetano Marchetti – anche per la manifestazione è il momento di riflettere e guardare avanti”. “La lettura e la cultura, dopo la pandemia, saranno il mezzo per la rinascita della società”, ha fatto eco l’assessore alla Cultura di Milano, Filippo Del Corno, che partecipa ai lavoro d’indirizzo come rappresentante della città e che ha portato i saluti del sindaco, Giuseppe Sala, sottolineando come gli “Anni ’10 del secolo” abbiano visto Milano “instaurare il modello urbano culturale diffuso”.
Bookcity 2021, che avrà un “importante testimonial” e che sarà centrata su “tanti romanzi e tanta poesia”, come ha detto uno degli organizzatori, Oliviero Ponte di Pino, si svolgerà in parte in presenza e in parte online, con una “dimensione ibrida” perché “non sappiamo che condizioni ci saranno a novembre”. La manifestazione ospiterà una quindicina di ‘papers’ con autori internazionali divisi in vari ‘focus’ e sarà caratterizzata anche da molti ‘Dopo talks’ su temi di saggistica. “Aumenterà ancor di più il coinvolgimento di librerie e librai” e quello di università, scuole e luoghi del sociale, dalle carceri ai luoghi dell’accoglienza. Gli eventi di #BCM21 saranno inoltre divisi in temi e sotto-temi per creare delle “famiglie di incontri” e facilitare la fruizione del pubblico.
Quest’anno un’ulteriore novità giunge dall’annunciato ingresso di Aie (Associazione Italiana Editori). “Aie entra a Bookcity in un anno particolare, che ha segnato tutti noi e le categorie produttive ma che per il mondo del libro è stato un anno straordinario: quando le librerie si sono riaperte il libro ha ritrovato la sua molla compressa e abbiamo avuto tassi di vendita e lettura fortemente positivi – ha detto nel corso della presentazione, oggi, su Facebook, il presidente, Riccardo Franco Levi – La nostra idea di proporre a Bookcity di entrare tra i suoi principali promotori è stata accolta con generosità e ci rende felici, oltre a rendere più concreta la possibilità di percorrere altri 10 anni di grande successo”.
Levi ha poi ha poi ricordato l’emergenza italiana dei bassi indici di lettura nazionali che, a loro volta, nascondono grandi disparità territoriali. “Il fatto che a Milano vi siano indici di lettura in linea con quelli europei non ci deve far dimenticare che non è così in altre zone del Paese. Ma di certo “nel ‘dopo’ che verrà avremo capito tante cose in più e ci mancheranno tante cose in meno – ha detto Achille Mauri – per questo io penso che sarà un ‘dopo’ positivo”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Antonella Bolelli Ferrera, Bad Girls
La testimonianza di donne che da abusate diventano carnefici
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
11:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANTONELLA BOLELLI FERRERA, BAD GIRLS. DA VITTIME A CARNEFICI (La Lepre edizioni, pp.112, 12 euro. Introduzione di Dacia Maraini).
C’è Sara, abusata dal padre quando era bambina, che rifiuta il suo corpo e diventa “la cicciona” arrivando perfino a uccidere la madre, colpevole di aver permesso che accadesse l’orrore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
C’è Maria che, nel degrado di una famiglia di spacciatori, solo quando viene rinchiusa in carcere riesce a diventare Mario e ad accettare la propria sessualità, ma riesce a tollera l’abbandono della donna che ama e la accoltella. E poi c’è Mara, rapita mentre aspettava la corriera per andare al lavoro e stuprata dal “branco” senza pietà, nel corpo e nell’anima, in un casolare di campagna che dopo anni uccide uno dei suoi aguzzini. Non si può restare indifferenti leggendo le storie agghiaccianti che compongono “Bad Girls”, libro di Antonella Bolelli Ferrera edito da La Lepre e disponibile dal 20 aprile, in cui la giornalista raccoglie la testimonianza di donne che da vittime diventano spietate carnefici. Tra le pagine di questo racconto corale, in cui le protagoniste parlano in prima persona, non c’è alcuna intenzione di giustificare i crimini che per vendetta queste donne hanno compiuto, ma solo la ferma volontà di provare a comprendere il groviglio di ignoranza, disagio sociale, povertà economica e culturale, violenza e perversione di cui le terribili storie narrate sono figlie. I comportamenti distruttivi di queste vittime-carnefici, che vogliono farsi “giustizia” da sole sperando in una possibile rinascita o in una sorta di “risarcimento”, sono la diretta conseguenza di vite segnate purtroppo irrimediabilmente: ognuna di loro è portatrice di una ferita profonda, di una brutalità che le ha massacrate, di un bagaglio insostenibile di paura e vergogna, in un contesto di abusi fisici e psicologici che non cancella certo le responsabilità ma che va necessariamente considerato. “Leggendo rivediamo, come in un film che ci scorre davanti agli occhi, quelle vite che sarebbe difficile persino inventare tanto sono crudeli e angosciose”, scrive nell’introduzione di Dacia Maraini, sottolineando “quanto poco conosciamo di chi viene chiuso in galera”. Ferrera, che per oltre 10 anni ha lavorato a Radio3 e dal 2010 ha dato vita al Premio Goliarda Sapienza rivolto alle persone ristrette (e di cui Bad Girls è un progetto speciale), sceglie un linguaggio semplice, diretto, senza retorica né concessioni alla drammaticità: è sufficiente il racconto dei fatti per far capire la profonda, insanabile tragedia di queste storie. Eppure, nonostante tanto buio e tanta devastazione, c’è ancora la possibilità di scorgere una piccola fiammella di speranza: ne è prova Patrizia Durantini, “ventiquattro anni vissuti pericolosamente”, una di queste donne giustiziere e vulnerabili finite in carcere per espiare le proprie colpe, che ha deciso di provare a rinascere attraverso la scrittura, partecipando ai progetti letterari del Premio Goliarda Sapienza. “La parola scritta è venuta in soccorso – scrive Ferrera – facendo superare la paura e la vergogna di ripercorrere le violenze subite prima di diventare cattive ragazze”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Natalie Portman nei Giorni dell’abbandono di Elena Ferrante
Protagonista e produttrice film da bestseller
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
20:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La vincitrice dell’Oscar Natalie Portman sarà la protagonista e anche la produttrice esecutiva di I giorni dell’abbandono della Hbo Films, tratto dal romanzo bestseller di Elena Ferrante. La notizia è riportata da tutti i media specializzati.
Il film, attualmente in pre-produzione, scritto e diretto da Maggie Betts, ‘The Days of Abandonment’, ruota attorno a Tess, interpretata da Portman. Quando Tess, una donna che ha abbandonato i propri sogni per una vita familiare stabile, viene a sua volta abbandonata dal marito, il suo mondo viene sconvolto.
Adattato dall’omonimo romanzo della misteriosa Elena Ferrante, pubblicato in Italia da E/O ‘The Days of Abandonment’ è un viaggio viscerale e senza esclusione di colpi nella mente di una donna in crisi che affronta le norme della maternità e dell’identità femminile. Dallo stesso testo della Ferrante nel 2005 fu tratto un film con la regia di Roberto Faenza con Margherita Buy e Luca Zingaretti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Modigliani a Parma, l’eleganza e l’enigma
Alla Fondazione Magnani-Rocca focus per capire stile artista
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PARMA
14 aprile 2021
13:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il volto dai tratti delicati, il collo lungo e le mani affusolate, a rievocare una tradizione che dall’essenzialità dell’arte senese del ‘400 si ricongiunge all’insegnamento di Cézanne e alle suggestioni primitive delle maschere africane; e poi gli occhi celesti e vuoti, quasi assenti, a testimoniare il mistero insondabile dell’anima: riassume mirabilmente la poetica pittorica del celebre Modì l’olio su tela “Femme au col blanc”, uno dei capolavori che compongono la mostra-dossier “Amedeo Modigliani. Opere dal Musée de Grenoble”, allestita fino al 18 luglio alla Fondazione Magnani-Rocca di Mamiano di Traversetolo (Pr) e visibile al pubblico non appena sarà consentita la riapertura dei musei.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Concepita come focus per approfondire l’origine dello stile del grande artista nella sua breve ma intensissima carriera (Modigliani morì di malattia a 35 anni) e per analizzare il rapporto fra disegno e pittura, la mostra, grazie alla collaborazione col Musée de Grenoble, presenta sei opere del pittore messe in relazione con esempi della pittura senese e di Cézanne e con alcune maschere tribali della Costa d’Avorio.
“Questa è una mostra con poche opere pensata per andare oltre l’immagine consueta di Modigliani e per permettere di capire cosa lo abbia portato a concepire quest’arte così particolare”, spiega Stefano Roffi, direttore della Fondazione Magnani Rocca e curatore dell’esposizione. “Gli eventi su Modì sono rari, perché è uno degli artisti più falsificati, ma le opere che presentiamo sono rigorosamente autentiche”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vasco Rossi, i concerti spostati al 2022. Le nuove date
Milano, Imola, Firenze e doppio appuntamento per Roma
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 aprile 2021
11:26
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I concerti di Vasco Rossi previsti nel mese di giugno 2021 vengono riprogrammati nel 2022, a causa del perdurare dell’emergenza sanitaria da pandemia Covid, con il seguente calendario: 24 maggio 2022 Milano – Ippodromo Milano Trenno (ex IDays); 28 maggio 2022 Imola – Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari; 3 giugno 2022 Firenze – Visarno Arena (ex Firenze Rocks); 11 e 12 giugno 2022 Roma – Circo Massimo. “Ci speravamo, ma in fondo lo sentivamo… che è ancora presto per un abbraccio collettivo. La pandemia fermerà i miei concerti ma non ferma la mia musica – dice Vasco – e la buona notizia è che il 12.11.2021 uscirà il nuovo album”.
Le nuove date non faranno più parte del calendario dei Festival a cui appartenevano anche se si svolgeranno nelle stesse location. La data di Milano avrà luogo nella nuova area allestita all’Ippodromo Milano Trenno. I biglietti emessi rimarranno validi per le rispettive nuove date. Nel caso della doppia data di Roma i biglietti per la data del 19 giugno 2020 (poi 26 giugno 2021) saranno validi per la data dell’11 giugno 2022, i biglietti per il 20 giugno 2020 (poi 27 giugno 2021) saranno validi per la data del 12 giugno 2022. Coloro che saranno impossibilitati a partecipare alle nuove date, avranno la possibilità di rivendere legalmente il proprio biglietto sulle piattaforme dove è avvenuto l’acquisto o di richiedere il rimborso che avverrà tramite voucher di pari valore a quello indicato sul biglietto precedentemente acquistato e comprensivo, dunque, del diritto di prevendita. Il voucher potrà essere richiesto entro il 13 giugno 2021 e avrà validità 18 mesi dalla sua data di emissione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Francesco Renga, slitta a dicembre il tour teatrale
Definite le nuove date
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
18:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
In base alle disposizioni anti pandemia vigenti, slitta a dicembre l”Insieme Tour’ di Francesco Renga.
Queste le nuove date del tour: 1 dicembre Teatro Augusteo Napoli (recupero del 26 maggio); 4 dicembre Europauditorium Bologna (recupero del 17 maggio); 6 dicembre Teatro Verdi Firenze (recupero del 30 maggio); 7 dicembre Teatro Colosseo Torino (recupero del 14 maggio); 10 dicembre Teatro degli Arcimboldi Milano (recupero del 16 maggio); 11 dicembre Teatro Dis_Play Brescia (recupero del 21 maggio); 20 dicembre Teatro Brancaccio Roma (recupero del 28 maggio); 22 dicembre – Teatro Team Bari (recupero del 24 maggio).

I biglietti già acquistati in prevendita rimangono validi per le nuove date corrispondenti. Ulteriori informazioni su: http://www.friendsandpartners.it.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fiorella Mannoia, il tour rinviato a dicembre
“Ce lo aspettavamo. Navighiamo a vista ma bisogna ripartire”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
18:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Alla luce delle norme anti Covid, i concerti del ‘Padroni di niente tour’ di Fiorella Mannoia, inizialmente previsti a maggio nei teatri italiani, sono stati rinviati a dicembre 2021. “Ce lo aspettavamo, purtroppo, ed ora è ufficiale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I concerti nei teatri di maggio sono spostati a dicembre 2021, le disposizioni vigenti non ci consentono di fare altrimenti”, spiega l’artista. “Ma stiamo lavorando per fare dei concerti questa estate, dove e come si potrà e secondo le capienze previste dall’emergenza Covid. Stiamo navigando a vista, in attesa delle indicazioni che arriveranno dalle istituzioni, ma dobbiamo ripartire! Vi tengo informati”.
Queste le nuove date: 8 dicembre 2021 al Teatro Colosseo di Torino (recupero concerto del 13 maggio 2021); 11 dicembre al Pala Bassano 2 di Bassano del Grappa (recupero concerto del 28 maggio); 13 dicembre al Teatro Augusteo di Napoli (recupero concerto del 22 maggio); 16 dicembre al Teatro Creberg di Bergamo (recupero concerto del 26 maggio); 17 dicembre al Teatro Dis_Play di Brescia (recupero concerto del 29 maggio); 18 dicembre al Grana Padano Theatre di Mantova (recupero concerto del 15 maggio); 20 dicembre al Teatro degli Arcimboldi di Milano (recupero concerto del 31 maggio); 22 dicembre all’Europauditorium di Bologna (recupero concerto del 12 maggio); 28 dicembre al Teatro Team di Bari (recupero concerto del 20 maggio); 30 dicembre all’Auditorium Parco della Musica di Roma (recupero concerto del 23 maggio).
Per il recupero del concerto previsto il 18 maggio al Teatro delle Muse di Ancona, la nuova data verrà comunicata entro il 30 aprile. I biglietti già acquistati in prevendita rimangono validi per le nuove date corrispondenti (www.friendsandpartners.it e http://www.ticketone.it).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 13.447 casi e 476 vittime, tasso positività al 4,4%
Quasi 305mila test, in calo terapie intensive e ricoveri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
17:48
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 13.447 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute mentre l’incremento delle vittime in un giorno è di 476, che portano il totale dall’inizio della pandemia a 115.088. Il tasso di positività, con 304.990 test tra tamponi molecolari e antigenici, scende al 4,4%, in calo di 0,7 punti rispetto a ieri quando era stato del 5,1%.

Tornano anche a calare i ricoveri nelle terapie intensive: sono 3.526 i pazienti in rianimazione per Covid, 67 in meno rispetto a ieri nel saldo giornaliero tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri sono stati 242. Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 26.952 persone, in calo di 377 rispetto a ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Muccino ‘disconosce’ film con Butler e Biel
Sui social,Quello che so sull’amore girato in un clima orribile
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
17:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Questo “è il mio film che disconosco. Girato in un clima orribile con i produttori, tra scene riscritte da loro la sera prima, un rapporto bellicoso con il protagonista, fu un vero incubo, una mediocrità annunciata e un malanno dell’anima dopo aver toccato il cielo con Will Smith”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo scrive in un post sul suo profilo ufficiale di Instagram Gabriele Muccino, pubblicando il poster di Playing for Keeps (Quello che so sull’Amore), la dramedy del 2012, girata negli Usa, con protagonista Gerald Butler. L’attore nel film è George, ex calciatore professionista che trova più difficoltà del previsto a rilanciarsi come cronista sportivo. Problemi professionali che si aggiungono a quelli personali, con l’ex moglie (Jessica Biel) che sta per risposarsi e con il figlio Lewis al quale George decide di dedicarsi di più diventando allenatore della sua squadra di calcio. Nel cast anche Uma Thurman, Catherine Zeta Jones, Dennis Quaid e Judy Greer. “Ci fu un giorno che decisi di mollare tutto – aggiunge Muccino, rispondendo nel post a Michela Andreozzi, che gli aveva chiesto se potendo tornare indietro, si sarebbe comportato allo stesso modo -. Urlai alla troupe e ai produttori che mi licenziavo e avrebbero dovuto cercarsi un altro regista. Vennero tutti a casa prima che ripartissi giurandomi che le cose sarebbero cambiate. Nulla cambiò, io restai e tutto deragliò inesorabilmente fino alla fine. Mi sono pentito spesso di non averlo fatto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Il Maialino di Natale’, nuovo romanzo ragazzi della Rowling
Esce 12 ottobre in contemporanea mondiale. In Italia per Salani
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
13 aprile 2021
16:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Arriva il primo nuovo romanzo per ragazzi di J.K.Rowling, dopo la saga di Harry Potter. Si chiama ‘Il Maialino di Natale’ e sarà pubblicato in contemporanea mondiale il 12 ottobre 2021 in UK, Australia, Nuova Zelanda, Irlanda e India dal Gruppo Hachette, in USA e Canada da Scholastic, in Italia da Salani e sarà tradotto in altre venti lingue nel mondo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo annuncia la Adriano Salani (Gruppo editoriale Mauri Spagnol), l’editore italiano dell’autrice della saga di Harry Potter e sarà disponibile in versione cartacea e in ebook.
E’ la storia commovente e appassionante dell’amore di un bambino per il suo giocattolo preferito e di cosa è pronto a fare pur di ritrovarlo. Una storia originale, non collegata alle altre opere di J. K. Rowling, per i bambini dagli 8 anni in su e un racconto incantevole per tutta la famiglia.
Prima de ‘Il Maialino di Natale’ la Rowling era tornata alla pubblicazione per bambini con la fiaba del 2020 ‘L’Ickabog’, serializzata online durante il lockdown per intrattenere i più piccoli e in seguito pubblicata donando tutti i suoi diritti all’organizzazione benefica Volant per aiutare le persone più colpite dalla pandemia di Covid-19.
Nel nuovo romanzo per ragazzi della Rowling troviamo Jack che adora il suo maialino di peluche. È sempre lì per lui, nei giorni belli e in quelli brutti. Finché, una vigilia di Natale, succede una cosa terribile: Jack perde il suo maialino. Ma la vigilia di Natale è il giorno dei miracoli e delle cause perse, è la notte in cui tutto può prendere vita, anche i giocattoli. E il nuovo pupazzo di Jack, il Maialino di Natale (fastidioso sostituto fresco di negozio), ha un piano audace. Insieme faranno un magico viaggio alla ricerca di ciò che si è perso e per salvare il miglior amico che Jack abbia mai avuto.
Il libro sarà disponibile in edizione rilegata, con le illustrazioni dell’artista pluripremiato Jim Field. La copertina sarà svelata nei prossimi mesi.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.