Calcio tutte le notizie in tempo reale. Tutto il Calcio sempre aggiornato e completo! CLICCA LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Calcio, Juventus, Notizie, Ultim'ora

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 107 minuti

Ultimo aggiornamento 28 Ottobre, 2021, 00:43:07 di Maurizio Barra

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 10:56 DI GIOVEDÌ 21 OTTOBRE 2021

ALLE 00:43 DI GIOVEDÌ 28 OTTOBRE 2021

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Barros Schelotto è il nuovo ct del Paraguay
L’ex allenatore del Palermo è subentrato in panchina a Berizzo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 ottobre 2021
10:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Guillermo Barros Schelotto è il nuovo commissario tecnico del Paraguay.
Dopo la separazione con Eduardo Berizzo, l’Albirroja ha scelto di affidarsi all’ex allenatore di Palermo, Boca Juniors e Los Angeles Galaxy.

Schelotto, che ha 48 anni, ha firmato un contratto che scadrà nel 2024, in modo da preparare l’assalto alla prossima edizione della Copa America. La notizia dell’ingaggio di Schelotto è stata diffusa dalla Federcalcio paraguayana sui canali social ufficiali.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie C il Potenza esonera l’allenatore Gallo
La formazione rossoblù è al penultimo posto del girone C
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
POTENZA
21 ottobre 2021
13:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il giorno dopo la sconfitta per 2-0 in casa della Paganese, il Potenza (serie C, girone C) ha esonerato l’allenatore Fabio Gallo.
Dopo dieci giornate, con 7 punti, la formazione rossoblù è al penultimo posto del raggruppamento meridionale, seguita solo dalla Fidelis Andria, a quota 6.

Gallo era arrivato a Potenza nello scorso mese di febbraio, quando i lucani erano in piena zona play out del girone C e riuscendo poi a conquistare la salvezza diretta. Nelle prossime ore la società del presidente Salvatore Caiata (deputato di Fratelli d’Italia) comunicherà il nome del nuovo allenatore che dovrebbe quindi esordire domenica prossima, nella gara casalinga contro il Latina.
“Prendo questa decisione – ha detto Caiata – con profondo dispiacere soprattutto per la stima e l’amicizia che mi lega al mister. In questo momento dobbiamo provare in ogni modo a rialzarci e a raggiungere un obiettivo non impossibile. A mister Gallo va il mio profondo ringraziamento per quanto fatto in questi mesi a Potenza e l’augurio sincero e convinto di un futuro ricco di nuovi successi professionali”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nazionali giovanili visitano la mostra su Sacchi
A Fusignano, l’ex ct accompagna la delegazione
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
21 ottobre 2021
13:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Una delegazione delle Nazionali giovanili di calcio ha visitato la mostra “Oltre il sogno”, allestita al museo civico San Rocco di Fusignano (Forlì-Cesena), in compagnia di Arrigo Sacchi, a cui è dedicata.

La delegazione era guidata dal coordinatore delle nazionali Maurizio Viscidi, dall’allenatore della Under 21 Paolo Nicolato, da Alberto Bollini dell’Under 20 e da due storici assistenti di Sacchi come il preparatore atletico Vincenzo Pincolini e Italo Graziani, osservatore per la Nazionale italiana.

La mostra, a ingresso gratuito, è aperta al pubblico fino al 7 novembre 2021 ogni sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. L’iniziativa è promosso dal Comune di Fusignano, Unione dei Comuni della Bassa Romagna, Regione Emilia-Romagna, Auser, in collaborazione con Hera, Romagna Acque, Cm Manzoni e la Gazzetta dello sport.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve, Chiellini: “Abbiamo pagato choc per addio CR7”
‘Aveva bisogno di nuovi stimoli e squadra che giocasse per lui’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
21 ottobre 2021
13:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ andato via il 28 agosto, uno choc lo crea: penso che lo abbiamo pagato in termini di punti nell’avvio di campionato”: il difensore della Juventus, Giorgio Chiellini, torna sull’addio di Cristiano Ronaldo.
“Sarebbe stato meglio fosse partito magari il primo di agosto, ci saremmo preparati e saremmo arrivati più pronti all’inizio di stagione – aggiunge il centrale bianconero ai microfoni di Dazn nella lunga chiacchierata con Diletta Leotta – anche se io avevo percepito qualcosa: aveva bisogno di nuovi stimoli e di una squadra che giocasse per lui, qui alla Juve è in atto un percorso di ringiovanimento e ripartenza”.   JUVENTUS   PIEMONTE

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Genoa, Ballardini: “Grandi margini di miglioramento”
Tecnico: “Nessun turn-over, possiamo creare problemi al Toro”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
21 ottobre 2021
15:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nessun turnover, spiega Davide Ballardini.
Che spera di recuperare in difesa Biraschi e nelle prime ore si scioglierà il nodo.
Domani sfida in trasferta del Genoa col Torino del grande ex Ivan Juric, un match importante e delicato ma l’allenatore ha fiducia: “Il Genoa secondo me, giocando da squadra, può accettare qualsiasi sfida e parlo anche del pressing del Toro. Dobbiamo essere squadra dall’inizio alla fine, mentre fino ad oggi lo siamo stati solamente per una parte di gara. Abbiamo il dovere e la necessità di esserlo sin dal primo minuto. Se lo siamo, come si è visto e come abbiamo dimostrato, possiamo mettere in difficoltà tutti”, sottolinea ai microfoni di Genoa Channel. “Per me la squadra ha grandissimi margini di miglioramento, perché piano piano che si va avanti ci conosciamo sempre meglio e le caratteristiche diventano chiare – aggiunge -. Fra compagni ci si capisce sempre meglio e aumentano feeling e sintonia. Il tutto sempre considerando che la squadra è stata costruita dopo la seconda di campionato. Nelle prime due ancora non eravamo sistemati, ma dalla terza di campionato in poi il Genoa ha cominciato a costruire la squadra e a fare il campionato che da qui in avanti dovrà farlo e bene”, conclude l’allenatore.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Keita convintissimo del Cagliari, “mai avuto dubbi”
Cresce l’intesa con Joao Pedro. “Gli assist? Ora tocca a lui”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
21 ottobre 2021
17:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Keita Baldé due gol, un palo, un rigore procurato, un assist.
Buoni numeri per le prime sei partite dell’attaccante senegalese in rossoblu.
“Per la qualità dell’impatto bisogna chiedere al mister – ha detto nella conferenza stampa alla Unipol Domus – ma senz’altro per carattere sono uno che, se ha fatto bene, vuole fare anche meglio”. Intesa che cresce con Joao Pedro. “Siamo giocatori di qualità e questo basta per intenderci – ha spiegato – Mister Mazzarri ci lascia molta libertà, fermo restando che sono importanti anche i movimenti per la squadra. L’affiatamento? Cresce in campo e in allenamento: con la Lazio mi ha dato una bellissima palla per segnare, domenica gliela ho restituita. Ora tocca di nuovo a lui”.
Keita in Italia spesso nella parte alta o altissima della classifica. A Cagliari è un’altra storia. “Mai pentito della mia scelta – ha chiarito – è mai avuto dubbi anche quando le cose sono andate male. Vedo ogni giorno che ci sono giocatori di qualità: mai avuto alcun ripensamento”. Condizione fisica quasi al top. “Domenica ho giocato quasi tutta la partita – ha ricordato – grazie al lavoro e agli allenamenti mi sembra di stare sempre meglio. Non sono in grado di quantificare il mio stato di forma, ma mi sembra che siamo sulla buona strada”. Non ha fatto fatica ad ambientarsi. “Penso che in campo mi aiuti molto la personalità. Sì, è vero, sono elettrico – ha ammesso – Ma sono fatto così. E questo carattere mi aiuta sempre tantissimo”.
Ora la Fiorentina. “Penso che la vittoria con la Sampdoria sia stata molto importante – ha sottolineato – ma ora noi dobbiamo andare avanti come se niente fosse. Voltiamo pagina e pensiamo solo a vincere a Firenze. Non è facile perché anche i nostri avversari vorranno assolutamente vincere. Ma noi dobbiamo essere concentrati, sempre sul pezzo, partita per partita”. C’è anche la Nazionale. “Ci tengo moltissimo – ha detto – anche con quella maglia cerco sempre di fare il massimo: vogliamo giocarci tutte le nostre chance per le qualificazioni al mondiale”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’ex azzurro Moriero è il nuovo ct delle Maldive
L’ex ala di Roma e Inter ha ricevuto oggi il nuovo incarico
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 ottobre 2021
17:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Francesco Moriero, ex ala tornante di Lecce, Cagliari, Roma, Inter e Napoli, ma anche della Nazionale azzurra, è il nuovo selezionatore della Nazionale delle Maldive.

Il suo ingaggio è stato annunciato da Bassam Adeel Jaleel, presidente della Football Association of Maldives che, sui canali social, ha scritto: “È un onore presentare il nostro nuovo ct, mister Francesco Moriero”.
In passato Moriero ha guidato, fra gli altri, Frosinone, Crotone, Grosseto e Catania.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio donne: Bertolini “con Croazia serve giusto atteggiamento”
Domani a Castel di Sangro sfida per qualificazioni mondiali
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 ottobre 2021
17:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Nazionale Femminile è pronta a scendere in campo per il terzo appuntamento delle qualificazioni mondiali: Domani pomeriggio a Castel di Sangro le azzurre affrontano la Croazia, già battuta 5-0 nella sfida disputata un mese fa a Karlovac.
Le ragazze allenate da Milena Bertolini cercheranno di allungare la striscia di successi per mantenere la vetta del Gruppo G, condivisa al momento con Svizzera e Romania, attese dallo scontro diretto in programma a Zurigo.

Contro le croate Bertolini – oltre alle due giallorosse Manuela Giugliano ed Elisa Bartoli, non convocate perché alle prese con problemi fisici – dovrà fare a meno della squalificata Laura Giuliani, che sarà però a disposizione per la gara di martedì con la Lituania, ma ritroverà dopo più di un anno di assenza Alia Guagni.
“Siamo un grande gruppo e abbiamo dimostrato di saper sopperire a qualunque assenza – le parole della ct in conferenza stampa – la partita d’andata ha dimostrato che la Croazia è una squadra aggressiva e tosta dal punto di vista fisico, noi invece su questo aspetto dobbiamo crescere. Per raggiungere l’elite del calcio mondiale dobbiamo fare un salto di qualità dal punto di vista mentale. Il nostro obiettivo è quello di affrontare ogni match con il giusto atteggiamento e la dovuta cattiveria agonistica”.
Rispetto all’ultimo confronto la nazionale croata ha cambiato guida tecnica e questo di sicuro darà una spinta alla squadra.
“Non dobbiamo fare l’errore di sottovalutarle – ha aggiunto – troveremo un avversario motivato che giocherà in modo diverso rispetto a quanto fatto vedere finora. Le loro calciatrici vorranno mettersi in mostra e dimostrare la propria forza alla nuova allenatrice”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spezia; Thiago Motta “Spinta tifosi fondamentale”
Tecnico valuta prossime sfide: ‘domani la più dura’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
LA SPEZIA
21 ottobre 2021
17:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo bisogno di entusiasmo e vicinanza.
Sono contento di averli con noi al Ferraris contro la Sampdoria e vogliamo fare il nostro meglio perché siano orgogliosi di noi”.
Così il tecnico dello Spezia Thiago Motta alla vigilia della sfida con la Sampdoria parla dell’esodo dei tifosi spezzini verso Genova: saranno 1500.
Sempre in emergenza lo Spezia che però recupera il difensore sinistro Bastoni. Sicuramente gli aquilotti arrivano con il morale alto dopo il successo con la Salernitana. “Con le vittorie si lavora con più tranquillità, ma tutte le settimane le affrontiamo nello stesso modo imparando dagli errori che abbiamo fatto. Subito dopo la partita vinta pensavamo alla Sampdoria”. E dietro l’angolo tre sfide toste per bianconeri: “La più difficile è la prossima, poi ci saranno Genoa e Fiorentina”. E mette in guardia i suoi giocatori parlando della formazione di Roberto D’Aversa: “Chi è in crisi? (ride, ndr).
Sono una grande squadra con un grande allenatore. Domani sarà difficilissima e lo sappiamo. Sta a noi cercare di fare le cose che sappiamo fare e che abbiamo provato e che dall’inizio io ripeto. Il nostro credo deve essere giocare come squadra e difendersi insieme”, conclude l’allenatore.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ibrahimovic tra infanzia, talento e ribellione
A Festa di Roma in prima mondiale biopic Zlatan. Esce l’11 /11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
21 ottobre 2021
17:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Non un film “su un giocatore di calcio ma su un ragazzino che cresce in situazioni difficili.

Non ci siamo concentrati sulle vicende in campo ma sugli elementi di una classica storia di formazione”.
E’ la chiave che il regista Jens Sjogren ha scelto per Zlatan, biopic dedicato al campione di calcio svedese di origini slave Zlatan Ibrahimovic, classe 1981, tratto da ‘Io, Ibra’ (Rizzoli), l’autobiografia bestseller del calciatore, che ne è autore con David Lagercrantz. Il film che debutta in prima mondiale alla Festa del Cinema di Roma, sarà in sala dall’11 novembre, distribuito da Universal e Lucky Red, in associazione con 3 Marys.
Il primo placet arriva da Ibrahimovic (che si è messo a disposizione come consulente). Non potendo essere alla presentazione del film per motivi calcistici, ha mandato un video messaggio in cui si dice orgoglioso del lavoro del regista e fa i complimenti ai due giovani attori/calciatori Dominic Bajraktari Andersson e Granit Rushiti che “mi interpretano nei primi 20 anni della mia vita”. Zlatan “ha visto il film quando era pronto al 70% – racconta Sjogren in conferenza stampa -. Ero un po’ in ansia ma lui si è davvero commosso. Non avevamo realizzato il film pensando a doverlo rendere felice ma vederlo ricordare molti episodi della sua vita è stata una delle esperienze più belle che ho avuto da regista. E’ piaciuto anche ai figli e alla moglie”.
La storia incrocia costantemente tre momenti della crescita umana e sul campo del protagonista. Vediamo Zlatan tra gli 11 e i 13 anni (Andersson), bambino ribelle nel sobborgo popolare di Malmo dove passa le giornate, non compreso a scuola, soggetto a esplosioni di rabbia e alle prese con due genitori (interpretati da Cedomir Glisovic e Merima Dizdarevic) a loro modo affettuosi, ma separati e problematici. Il calcio per il quale ha un grande talento, inizia a essere la dimensione che può contribuire a fargli trovare un’identità. Lo ritroviamo poi (con il volto di Granit Rushiti) 17enne poco avvezzo alla disciplina nelle giovanili del Malmo e 23nne in un momento chiave della sua carriera come giocatore (in bilico) dell’Ajax.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lega Pro: Assemblea Calcio Servizi approva bilancio
Discusso anche prossime attività legate ai finanziamenti europei
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 ottobre 2021
18:00
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Assemblea della Calcio Servizi Lega Pro S.r.l., società controllata dalla Lega Pro, riunitasi oggi, alla presenza dell’amministratore unico Marco Scianò e del presidente Francesco Ghirelli ha approvato il bilancio al 30 giugno 2021 con azzeramento del fondo di rischio.

L’Assemblea ha, inoltre, deliberato di proseguire con l’ammortamento dei costi della sede della Lega Pro.
Si è poi discusso delle prossime attività legate ai finanziamenti europei anche nel solco dei progetti presentati con la Sorbonne Universitè di Parigi e con alcune società sportive europee.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europa League: Napoli-Legia Varsavia 3-0
Capolavoro di Insigne, Raddoppia Osimhen,chiude Politano,azzurri ripartono dopo Spartak
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
22 ottobre 2021
13:30
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Napoli riprende la strada interrotta con la sconfitta interna subita dallo Spartak Mosca e liquida il Legia Varsavia (3-0), sia pure con qualche affanno.
Per abbattere il muro difensivo costruito dai polacchi ci vuole un uno-due confezionato da Insigne e Osimhen i due uomini più in forma della squadra.
A pochi secondi dalla conclusione della partita ci pensa poi Politano ad arrotondare la vittoria con il terzo gol. La svolta arriva dopo un’ora di gioco durante la quale il Napoli costruisce molto ma concretizza poco. Ancora una volta risulta decisivo Osimhen, non a caso la gara prende una piega a favore degli azzurri subito dopo il suo ingresso in campo. Spalletti lo tiene in panchina quasi per un’ora, ma poi si rende conto che per vincere la resistenza dei polacchi ci vuole il contributo decisivo del nigeriano. L’attacco dei pesi leggeri del Napoli, nel quale Mertens torna nel ruolo di punta centrale con Lozano e Insigne ai lati, crea un buon numero di occasioni da gol nella prima frazione di gioco, ma un po’ per imprecisione nella conclusione, un po’ per l’ardore con il quale si batte la difesa dei polacchi, non riesce a concretizzare il volume di gioco nettamente superiore a quello degli avversari. La squadra di Michniewicz è imbottita di centrocampisti avanzati e di mezze punte che sono costretti a svolgere un ruolo anche di contenimento quando parte l’azione del Napoli e la scarsa abitudine a rivestire un simile ruolo determina un predominio del gioco pressoché totale degli azzurri. I polacchi sono dunque costretti a concentrarsi quasi esclusivamente sulla difesa che tiene abbastanza bene quando i partenopei tentano percussioni centrali ma che sbanda in più di un’occasione quando il gioco dei padroni di casa si allaga sulle due fasce e il pallone finisce tra i piedi di Lozano e di Insigne. Nella ripresa Spalletti rompe gli indugi e dopo 12 minuti manda in campo Osimhen al posto di Lozano. La partita prende una piega decisa con il Napoli che chiude nella propria area di rigore il Legia e si avvicina con costanza alla porta che Mistza difende con i denti, effettuando una serie di parate decisive sulle conclusioni degli attaccanti azzurri. Per sbloccare la situazione bisogna però attendere un colpo di genio di Insigne che al 30′ riceve il pallone da destra da Politano e senza pensarci su devia di controbalzo il pallone e lo spedisce in fondo alla rete. Passano soltanto altri 4 minuti e la squadra di Spalletti chiude la partita. Questa volta è la premiata ditta Insigne-Osimhen a metterci lo zampino, con il capitano che lancia sulla destra il nigeriano. Osimhen entra in area di rigore spostato sulla destra e insacca con un diagonale che passa tra il palo e il portiere. La partita in pratica si chiude qui. Il terzo gol segnato a Politano con un tiro dal limite dell’area di rigore arriva a pochi secondi dal termine serve solo a rendere il bottino più consistente e in un girone lungo e complicato anche la differenza reti può avere la sua importanza.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie C: Trocini è il nuovo allenatore del Potenza
Prende il posto dell’esonerato Gallo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
POTENZA
21 ottobre 2021
18:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bruno Trocini è il nuovo allenatore del Potenza (serie C, girone C): prende il posto di Fabio Gallo, esonerato stamani dalla società rossoblù.
L’esordio del 47enne tecnico – in passato sulle panchine di Rende e Virtus Francavilla – è previsto per domenica prossima, in casa contro il Latina.

Dopo dieci giornate, con 7 punti, la formazione lucana è al penultimo posto del raggruppamento meridionale, seguita solo dalla Fidelis Andria, a quota 6.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Figuraccia storica della Roma, travolta 6-1 dai norvegesi del Bodo
Giallorossi con seconde linee mai in partita, umiliato Mourinho
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
22 ottobre 2021
14:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Figuraccia storica stile Manchester United e Bayern Monaco per la Roma di Mourinho in Conference League.
In casa dei norvegesi del Bodo/Glimt la squadra giallorossa parte con le seconde linee e va subito sotto nei primi 20 minuti 2-0 per poi riprendersi solo a tratti grazie al gol di Carlez Perez che riapre il match nel primo tempo.
Nella ripresa Mourinho corre ai ripari con cinque titolari in campo ma subisce una pesante umiliazione: i norvegesi sono irresistibili in contropiede e passano altre quattro volte con Botheim che firma una tripletta. Mourinho lancia per la prima volta da titolare in questa stagione Mayoral, che viene preferito a Shomurodov al centro dell’attacco. A centrocampo spazio alla coppia Darboe-Diawara, con Villar che agirà da trequartista in appoggio alla punta. Linea verde in difesa, con tutti e quattro i titolari al di sotto dei 23 anni. Roma due che ha un Inizio di gara da incubo: i giallorossi, che soffrono incredibilmente in avvio la veemenza degli avversari e il freddo, vanno subito sotto. Imbucata centrale per Botheim che allarga sulla destra dell’area per Brunstad Fet, perfetto il cross basso di ritorno proprio per il numero 20 che da pochi passi deve solo appoggiare in rete. E’ l’1-0 per il Bodo/Glimt che non basta a svegliare la squadra di Mourinho che sbanda vistosamente e dopo dieci minuti subisce il 2-0. Roma che lascia fraseggiare senza problemi i norvegesi al limite dell’area, il numero 7 Berg riceve sui 25 metri può prendere la mira senza problemi e trafiggere Rui Patricio con un potente sinistro che si infila a fil di palo. Il primo tiro in porta dei giallorossi arriva solo al minuto 24 grazie all’iniziativa di Carles Pérez, che dalla destra si porta la sfera sul mancino e tira in maniera potente, parata a terra dell’estremo difensore di casa. Segni di ripresa per i giallorossi che si concretizzano poco dopo sempre con lo spagnolo: bellissima la palla di Diawara che trova l’inserimento di Carles Pérez alle spalle della difesa, stop perfetto dello spagnolo che a tu per tu col portiere non sbaglia con il mancino sul secondo palo. Partita riaperta con la Roma che fino alla fine del primo tempo prova a raggiungere il pari senza riuscirci. Ad inizio ripresa i giallorossi partono lenti nonostante tre cambi (spazio alla fisicità di Cristante e alla qualità di Shomurodov e Mkhitaryan) e si fanno sorprendere di nuovo dal Bodo: errore gravissimo di Diawara che in completo vantaggio su Sampsted nel tentativo di coprire la palla sul fondo permette al numero 3 di toccare la sfera, facilissimo per Botheim spingere in rete da pochi passi. Che ingenuità del centrocampista della Roma che ora si ritrova in svantaggio 3-1. Mourinho prova a scuotere ulteriormente i suoi aumentando la qualità inserendo Abraham al posto di El Shaarawy e Pelegrini al posto di Diawara. Scossa che non arriva: i norvegesi continuano a guidare il match e con un contropiede micidiale vanno sul 4-1: servizio in verticale per Solbakken che supera facilmente uno spaesato Kumbulla e sull’uscita di Rui Patricio infila con un morbido tocco sotto. Giallorossi irriconoscibili che continuano a sbandare subendo sempre i contropiede prima il 5-1 e poi il 6-1 grazie ai gol di Pellegrino e ancora di Botheim (tripletta per lui). Una debacle totale per la Roma di Mourinho che ricorda quelle storiche in Champions (7-1 e 1-7) contro lo United a Manchester e il Bayern all’Olimpico ma contro squadre di tutt’altra levatura. Un segnale preoccupante in una fase delicata del campionato che vedrà i giallorossi domenica contro la capolista Napoli dell’ex Luciano Spalletti.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Le Leghe europee a Milano per workshop e assemblea generale
Intervento di Wenger per confronto con le proposte della Fifa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 ottobre 2021
18:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Intensa giornata di lavoro per i rappresentanti delle Leghe di calcio europee, arrivati a Milano in vista dell’Assemblea Generale dell’European Leagues che si terrà domani.
Oggi pomeriggio i 90 delegati hanno potuto visitare ed apprezzare il nuovo International Broadcast Centre della Lega Serie A a Lissone, dove si sono poi fermati per partecipare ad un workshop incentrato sui format delle competizioni e sui calendari delle partite.

Durante il meeting è intervenuto il Fifa Chief of Global Football Development, Arsene Wenger, collegatosi da Doha per un confronto sulle proposte FIFA per le finestre di calendario internazionale. Queste tematiche saranno approfondite domani mattina durante l’Assemblea Generale, nella quale si discuterà anche di financial fair play, diritti televisivi, Social Dialogue e governance. “E’ un onore oltre che un piacere ospitare questa due giorni di lavoro – ha detto l’amministratore delegato della Lega Serie A Luigi De Siervo – Abbiamo trattato argomenti fondamentali per il futuro prossimo del calcio, rivendicando l’importanza dei campionati nazionali rispetto ai nuovi progetti della Fifa. Domani in conferenza stampa avremo modo di illustrare ai media la posizione emersa durante l’Assemblea Generale, organizzata per la prima volta a Milano dalla nostra Lega”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Rinnovata la convenzione tra il Credito sportivo e l’Aic
Contributi in particolare per dilettanti e settore femminile
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 ottobre 2021
18:14
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un rapporto di collaborazione ormai consolidato quello tra l’Istituto per il Credito Sportivo (Ics) e l’Associazione Italiana Calciatori (Aic), che si rafforza ogni anno con nuove iniziative e progetti condivisi.
Nella sede dell’Istituto per il Credito Sportivo è infatti stato siglato tra il presidente dell’ICS, Andrea Abodi, e il presidente dell’Aic, Umberto Calcagno, il rinnovo della convenzione con l’obiettivo di offrire nuove opportunità agli atleti e alle atlete al termine della loro carriera.

La convenzione rappresenta uno strumento utile per reinvestire il patrimonio di competenze e conoscenze acquisito dai calciatori e dalle calciatrici durante la carriera agonistica nel settore dell’impiantistica sportiva, usufruendo di vantaggi e agevolazioni grazie ai Fondi Speciali gestiti da ICS. In particolare, la convenzione è destinata agli associati AIC che hanno militato nei campionati di calcio dilettantistico (serie D almeno una stagione) e professionistico Lega B, Lega Pro e per non più di 3 stagioni della propria carriera nella massima serie professionistica (Serie A) e alle associate impegnate nei campionati di Serie A, Serie B e Serie C di calcio femminile (almeno una stagione). L’Ics concederà a questi soggetti un apposito plafond di contributi per la concessione di mutui di un importo massimo di 500.000 euro a tasso di interesse completamente abbattuto.
L’accordo, che avrà una durata triennale, permetterà così di dare seguito a tutte le richieste degli affiliati che desiderano investire concretamente nel loro futuro.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Samp; D’Aversa per vincere determinazione e equilibrio
Squadra si è ritrovata a cena. Dopo Cagliari clima non idilliaco
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
21 ottobre 2021
18:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roberto D’Aversa indica la strada ai suoi in vista del derby con lo Spezia in programma domani al Ferraris.
“Affrontiamo una buona squadra, ma noi dobbiamo pensare a scendere in campo con la giusta interpretazione”, spiega il tecnico della Sampdoria.
Ai media ufficiale del club aggiunge: “Dobbiamo giocare con equilibrio e determinazione per portare a casa i tre punti”. Le difficoltà del match? “Lo Spezia è reduce dalla vittoria sulla Salernitana e ha un allenatore che propone sempre un calcio propositivo”.
Il gruppo è unito, il presidente Ferrero ha rinnovato la fiducia a D”Aversa e nell’ambiente c’è compattezza per uscire da una situazione critica di classifica. “In settimana la squadra ha dimostrato maturità organizzando una cena alla quale abbiamo partecipato tutti per stare insieme in vista di questa sfida”.
Resta ancora il rammarico per la sconfitta di Cagliari (“Il morale non è idilliaco”) e tanto dispiacere per non essere in panchina domani sera a causa del turno di squalifica. “Mi fa arrabbiare perché in una partita così importante e delicata mi sarebbe piaciuto stare al fianco dei miei ragazzi; ma confido nel presidente, nella società e nel mio staff. Non faranno sentire la mia mancanza”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League: norvegesi Bodo/Glimt travolgono Roma 6-1
Tripletta di Botheim. Per giallorossi inutile gol Carles Perez
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
21 ottobre 2021
20:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I norvegesi del Bodo/Glimt travolgono la Roma 6-1 (2-1) in un match valido per la terza giornata della fase a gironi della Conference League (gruppo C).
Reti: 8′ pt, 7′ e 35 ‘st Botheim, 20′ pt, Berg 28′ pt Carles Perez, 26′ st Ola Solbakken, 33’ Pellegrino.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europa League: Lazio-Olympique Marsiglia 0-0
Sfida equilibrata all’Olimpico
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 ottobre 2021
20:49
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Termina 0-0 all’Olimpico, la sfida tra Lazio e Olympique Marsiglia, valida per il gruppo E di Europa League.
In avvio pericoloso Milik, Pau Lopez salva due volte su Luiz Felipe mentre Strakosha nega il gol a Under.
Dopo l’intervallo ci prova Immobile, che si vede annullare l’1-0 per fuorigioco e scheggia la traversa. Decisivo nel finale Pau Lopez su Pedro. Con il punto conquistato questa sera la Lazio si porta a 4 punti.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conference League: Mourinho, la sconfitta è colpa mia
Tecnico Roma subito 6 gol per prima volta ‘deciso io squadra’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
21 ottobre 2021
21:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La sconfitta è colpa mia, ho scelto io questa formazione.
L’ho scelta in buona fede, facendo giocare chi lavora tanto e gioca poco”.
Josè Mourinho non cerca scuse dopo la sconfitta storica in Norvegia 6-1 contro il Bodo/Glimt.
“C’è rischio che lasci qualche ferita? Ferite le lasciano sempre – aggiunge Mourinho che non aveva mai preso 6 gol in carriera – però ho parlato con i giocatori e sono stato onesto con loro.
Non ho mai nascosto che siamo una squadra con tante limitazione.
Una cosa è la squadra dei nostri 12 giocatori e una cosa sono gli altri”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bodo-Roma, Pellegrini parla con tifosi,rifiutata maglia
Giallorossi chiedono scusa a 400 tifosi arrivati in Norvegia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
21 ottobre 2021
21:28
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Roma prova a chiedere scusa ai suoi tifosi.
Al triplice fischio, dopo il 6-1 rimediato contro il Bodo/Glimt, alcuni calciatori giallorossi capitanati da Abraham e Pellegrini sono andati sotto lo spicchio di stadio dove erano presenti i 400 tifosi della Roma arrivati fino in Norvegia.
I giocatori hanno provato a chiedere scusa per la prestazione, con il capitano giallorosso che si è anche tolto la maglia per darla ai suoi tifosi. Un gesto, però, che in una serata così non basta tanto che la maglia è stata rifiutata e rispedita al mittente. Per questo subito dopo Pellegrini si è fermato a colloquio per circa 5 minuti con i tifosi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sarri,’Mancata fortuna. Ko Roma?In Europa sempre difficile’
Decisivo Strakosha, ‘Meritavamo noi, bravo Pau Lopez’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 ottobre 2021
21:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tra Lazio e Marsiglia finisce senza gol, con protagonisti i due portieri Thomas Strakosha da una parte e l’ex romanista Pau Lopez dall’altra.
Il primo decisivo nel primo tempo, lo spagnolo nella ripresa quando nel finale ha sventato un tiro di Pedro da due passi.
Per questo Strakosha a fine match ha ammesso: “Il pareggio ci rimane stretto.
Soprattutto nel secondo tempo avremmo meritato di vincere. Ma Pau Lopez è stato bravo”.
A fine match, la sintesi perfetta la offre Maurizio Sarri: “Abbiamo fatto buona partita contro una buona squadra. La sensazione è che nei primi minuti ci mancava brillantezza, mentre negli ultimi 30′ un pizzico di fortuna. Sembrava potessimo sbloccarla da un momento all’altro. Rimane un po’ di amarezza per il risultato”. Contento della “solidità” della squadra, alla quale chiedeva continuità dopo il successo sull’Inter: “Questa è una squadra che ha alternato periodi devastanti con tante vittorie consecutive, a periodi in cui ha fatto fatica. Dobbiamo tenere la squadra sempre su alti livelli motivazionali e sperare di poter risolvere questo difetto. È però un gruppo che mi dà anche tante soddisfazioni”, spiega il tecnico biancoceleste a Sky.
Sottolineando che per vedere certi equilibri al momento Luis Alberto e Milinkovic-Savic insieme non possono giocare dall’inizio: “E’ difficile, l’ultima partita insieme ci ha detto di no, ma se la squadra riuscirà a trovare più equilibri è un’ipotesi che si potrà proporre. Vedendo i data di Luis Alberto dimostrano che è più adatto a momenti di partita in cui i ritmi sono più dolci”. Uno 0-0 all’Olimpico che diventa oro colato considerato invece il 6-1 della Roma a Bodo: “Sembra Manchester”, cantavano i tifosi laziali.
Sarri usa lo stile e replica così parlando della debacle di Mourinho: “In Europa è difficile sempre, anche quando giochi contro squadre di ranking più basso le partite si complicano sempre. Anche con il Chelsea ebbi difficoltà, giocai in Bielorussia e la squadra avversaria prese tre pali”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europa League: Napoli-Legia Varsavia 3-0
Capolavoro Insigne, raddoppio Osimhen, chiude Politano
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
21 ottobre 2021
22:53
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Napoli batte 3-0 (0-0) i polacchi del Legia Varsavia in un match valido per la terza giornata dell’Europa League (gruppo C).
Azzurri in vantaggio con un capolavoro di Insigne al 76′, raddoppio di Osimhen all’80, chiude Politano al 95′.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europa League: Insigne, stasera uno dei miei gol più belli
‘Rinnovo del contratto non mi condiziona, penso alla squadra’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
21 ottobre 2021
23:22
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
”Ho segnato un grande gol, uno dei miei più belli, ma sono contento soprattutto di aver aiutato la squadra a vincere la partita.
Ora dobbiamo recuperare le energie visto che oggi ne abbiamo spese tante, perché domenica abbiamo una partita importante e dobbiamo arrivare ponti”.
Lorenzo Insigne è felice per la sua prestazione e per la vittoria con il Legia Varsavia e lo sottolinea a fine gara ai microfoni di Dazn.
”E’ importante non subire gol – aggiunge – sappiamo che in ogni partita le squadre ci studiamo e cercano di limitarci davanti, ma dobbiamo stare sempre sul pezzo soprattutto in fase difensiva, come ci ricorda sempre il mister, perché a volte ci sbilanciamo, tanto prima o poi il gol lo facciamo”.
”Sono contento per aver segnato il primo gol su azione della stagione – aggiunge Insigne – ma io penso sempre alla partita.
Anche domenica scorsa quando ho sbagliato il rigore, a fine gara ero molto contento perché abbiamo vinto una grande partita”.
”Il rinnovo del contratto – conclude Insigne – non mi condiziona. Per ora sono sereno e devo pensare solo al campo.
Non mi posso fasciare la testa e pensare ad altre cose. Per questo ci sono gli agenti e il mio sta parlando spesso con la società. Io voglio stare solo sereno e pensare alla partite perché non voglio che squadra, i tifosi si distraggono con voci su di me. I miei compagni se vedono il capitano tranquillo stanno sereni, Dopo il rigore fallito mi sono disperato e è stato un brutto segnale che non deve più ripetersi perché io sono il capitano e devo dare esempio e forza alla squadra”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Europa League: Spalletti, grande partita di tutta la mia squadra
‘Chi è entrato era molto motivato, a Roma con qualcosa in più’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
21 ottobre 2021
23:43
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
”Abbiamo vinto grazie a un grandissimo atteggiamento perché la partita non era facile.
Si è visto che questa squadra giocando chiusa poteva creare problemi sulle ripartenze e dunque era necessario che noi tenessimo equilibrio e pazienza per trovare lo spazio giusto per colpirli al momento opportuno”.
Luciano Spalletti commenta soddisfatto ai microfoni di Dazn la netta vittoria sul Legia Varsavia.
”Chi è entrato – dice il tecnico del Napoli – è stato estremamente motivato e tutti hanno fatto ciò che dovevano fare.
Diventa tutto più facile quando c’è questa disponibilità. Quando si hanno tanti calciatori si può usare anche qualche accorgimento differente rispetto a quello che siamo abituati a fare, e così possiamo creare ai nostri avversari una difficoltà nel prenderci le misure. E’ una cosa normalissima che oggi è andata molto bene”.
”I miei giocatori – osserva Spalletti – si sono espressi tutti benissimo, hanno fatto una grande partita e soprattutto ottima è stata la risposta arrivata da quelli che fino ad ora hanno giocato di meno. Così per l”allenatore diventa tutto più facile”.
”Domenica – conclude il tecnico dei partenopei – mi aspetto semplicemente nella Roma una squadra molto forte davanti, con un allenatore fortissimo e una società ambiziosa. Noi dobbiamo riuscire a rifare quello che abbia fatto in questa partite mettendoci qualcosa di più rispetto a ciò che abbiamo fatto fino ad ora”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Olympique Marsiglia, ‘Cori razzisti? Pronti a denunciare’
Dopo 0-0 con la Lazio all’Olimpico, ‘se Uefa confermerà accuse’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 ottobre 2021
09:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“A seguito delle presunte grida razziste nei confronti dei nostri giocatori, il club ribadisce di condannare fermamente ogni forma di discriminazione”.
Lo scrive su twitter l’Olympique Marsiglia, dopo la partita di Europa League pareggiata per 0-0 contro la Lazio ieri all’Olimpico.
Il club francese quindi “si riserva il diritto di sporgere denuncia nel caso in cui la Uefa confermi queste gravi accuse”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Stipendi non pagati,Catania messo in mora da squadra
Ultimo pagamento a luglio, c’è rischio compromissione stagione
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CATANIA
22 ottobre 2021
10:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
I giocatori del Calcio Catania, squadra che milita in Serie C, “stante l’insostenibilità del contesto” hanno deciso di “mettere formalmente in mora la società al pagamento delle retribuzioni dovute, con l’assistenza dell’Assocalciatori”.
E’ quanto si legge, sul sito dall’Aic, in una nota dei “calciatori professionisti attualmente tesserati per il Calcio Catania”.

“Pur avendo confidato nelle rassicurazioni rese pubblicamente e in privato – spiega la squadra nel documento – a oggi la società ha corrisposto esclusivamente le mensilità di luglio 2021. Ciò sta comportando grandi difficoltà economiche, non consentendo a molti tesserati di far fronte alle ordinarie spese familiari, con seri danni personali. Tralasciando tale aspetto – proseguono i calciatori del Catania – si deve, in ogni caso, sottolineare che l’attuale situazione sta rischiando di compromettere gravemente l’intera stagione sportiva, a causa dell’applicazione di pesanti penalizzazioni che verranno inflitte a seguito di tali inadempimenti. La situazione – spiegano – è purtroppo aggravata dal fatto che, alla data odierna, non solo non sono state rispettate le scadenze relative ai pagamenti della stagione sportiva in corso, ma restano ancora impagate retribuzioni relative al campionato 2020/2021”.
La messa in mora, sottolinea la squadra, “è una scelta che ci rammarica fortemente e che avremmo preferito evitare, ma si tratta di un atto necessario, non solo in quanto finalizzato alla salvaguardia dei nostri diritti, ma anche per garantire al Catania una prosecuzione ordinaria della stagione sportiva anche a tutela del titolo sportivo del Club”.
“Riteniamo, pertanto, giusto e corretto – conclude la nota della squadra del Calcio Catania – che la città sia messa al corrente di tale nostra scelta e siamo certi che la stessa sarà ben compresa da tutti i tifosi del nostro glorioso club, con i quali condividiamo le medesime sofferenze”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
De Rossi, Vieri, Del Piero tra neo allenatori Uefa A
A Coverciano si è concluso il corso con molti nomi noti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
22 ottobre 2021
12:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ufficializzati dal settore tecnico della Figc i nuovi allenatori Uefa A.
Gli allievi hanno sostenuto il 14 ottobre al centro tecnico di Coverciano a Firenze gli esami finali del corso, con prove orali su tutte le materie e con un test pratico in cui hanno proposto delle esercitazioni su un tema di allenamento.

Tra i neoabilitati molti i nomi noti del calcio italiano, a cominciare dal campione del mondo nel 2006 e collaboratore del Ct Mancini durante l’ultimo Europeo vinto, Daniele De Rossi, e un altro campione del mondo in Germania come Alessandro Del Piero. E poi ancora: l’ex attaccante azzurro Christian Vieri.
Tra gli altri neoallenatori i vicecampioni europei del 2012, Ignazio Abate e Riccardo Montolivo, il collaboratore tecnico di Paolo Nicolato nella Nazionale Under 21, Daniele Gastaldello, e altre vecchie conoscenze del massimo campionato come Alessandro Matri, Giampaolo Pazzini e David Pizarro. Alla luce della votazione ottenuta, i migliori del corso sono risultati essere Daniele De Rossi e Alessandro del Piero. Da segnalare inoltre la prova finale fatta registrare da Ignazio Abate. Nell’elenco dei neoallenatori Uefa A anche Gianluca Curci, Massimo Maccarone, Marcelo Otero, Stefano Torrisi
Da Daniele De Rossi, collaboratore del Ct Mancini durante l’ultimo Europeo vinto dagli azzurri, ad Alessandro Del Piero, passando per Christian Vieri: sono stati ufficializzati dal Settore tecnico della Figc i nuovi allenatori Uefa A.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dopo aver seguito le 210 ore di formazione del programma didattico, gli allievi hanno sostenuto lo scorso giovedì 14 ottobre a Coverciano gli esami finali del corso, con prove orali su tutte le materie e con un test pratico in cui hanno proposto delle esercitazioni su un tema di allenamento.
La qualifica Uefa A rappresenta il secondo massimo livello per un tecnico a livello europeo. Con questa abilitazione ottenuta adesso i neoallenatori potranno guidare tutte le formazioni giovanili (comprese le Primavera), tutte le squadre femminili (incluse quelle partecipanti alla Serie A) e le prime squadre maschili fino alla Serie C; potranno inoltre essere tesserati come allenatori in seconda sia in Serie B che in Serie A maschile.
Alla luce della votazione ottenuta, i migliori del corso sono risultati essere – fa sapere la Figc – Daniele De Rossi e Alessandro del Piero. Da segnalare inoltre la prova finale fatta registrare da Ignazio Abate. Tra gli altri neoallenatori figurano i vicecampioni europei del 2012, Ignazio Abate e Riccardo Montolivo, il collaboratore tecnico di Paolo Nicolato nella Nazionale under 21, Daniele Gastaldello, e altre vecchie conoscenze del massimo campionato come Alessandro Matri, Giampaolo Pazzini e David Pizarro.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Salernitana: Colantuono,il possibile per la salvezza
‘Contro l’Empoli le tante assenze non possono essere un alibi’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
SALERNO
22 ottobre 2021
13:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono carico a mille, ricordo gli ultimi sei mesi vissuti qui.
Per mia sfortuna li ho vissuti con uno stato d’animo un po’ particolare per motivi personali.
La scelta di ritornare, quindi, per me è stata molto facile, vuoi perché allenare in serie A è una chance importante ma farlo a Salerno, poi, è un valore aggiunto”. Così Stefano Colantuono, neo allenatore della Salernitana, ha presentato la sfida di domani contro l’Empoli. “Ad alcune defezioni, già note purtroppo, se ne sono aggiunte altre. Ci dispiace molto ma non possiamo permetterci la possibilità di piangerci addosso e pensare a chi non c’è. Dobbiamo affrontare la partita in maniera importante”. Il tecnico romano ha voluto rivolgere un messaggio anche a Fabrizio Castori. “Voglio salutarlo con grande affetto e stima. È uno degli amici al quale sono più legato nel mondo del calcio. Lo conosco da una vita. Non sono parole di circostanza.
Quando va via un allenatore è una sconfitta di tutti. Lui è riuscito in un’impresa storica, riportare la Salernitana in serie A. Mi auguro nel mio piccolo di poter centrare un traguardo importante come la salvezza”. Per Colantuono, in ogni caso, “la Salernitana è una squadra viva” e, per quanto mostrato in alcune partite, “le mancano almeno tre punti in classifica”.
Non è mancato, infine, un messaggio per i tifosi: “Salerno e la sua gente sono come avere un giocatore in più, qui veramente spingono. Il tanto amore in alcune circostanze ti può portare anche ad essere più critico. L’unica cosa che possiamo chiedergli è di avere pazienza, qui bisogna fare un lavoro che se sarà si svilupperà nel tempo, dovremo avere grande pazienza ma non dobbiamo disperdere questa grande risorsa. Dobbiamo portare la gente dalla nostra parte, dimostrando che non lesineremo nessun tipo di energia. Noi faremo il possibile per conquistare la permanenza in serie A”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Torino-Genoa 3-2
Granata soffrono nella ripresa, Ballardini è penultimo e traballa
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
23 ottobre 2021
21:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Domina il primo tempo e soffre nel secondo, ma alla fine trova i tre punti: il Toro di Juric torna al successo nell’anticipo della nona giornata contro il Genoa.
Sanabria e Pobega sembrano affondare il Grifone nei primi 45′, poi le reti di Destro e Caicedo, intervallate dal tris di Brekalo, fanno paura ai padroni di casa.
Alla fine è 3-2, il Toro si porta al decimo posto della classifica. I rossoblù sono penultimi e la panchina di Ballardini, bravo comunque a tenere in partita la sua squadra, traballa. Non è ancora il momento di Belotti, Juric punta nuovamente su Sanabria: il paraguayano agisce da prima punta con Linetty e Brekalo alle sue spalle, Praet parte dalla panchina. Buongiorno fa rifiatare Rodriguez, gli esterni sono Singo e Ansaldi, nella mediana insieme a Pobega c’è Lukic. Sirigu torna per la prima volta a Torino e viene applaudito dai suoi ex tifosi, poi Ballardini schiera il tandem offensivo Ekuban-Destro. Nel primo quarto d’ora di gara c’è tutto il Toro che vuole Juric: duelli a tutto campo, pressing alto e palleggio rapido. Così arriva anche il vantaggio, con Sanabria che al 14′ scappa alle spalle di Fares e insacca di testa il cross perfetto di Ansaldi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Genoa prova a farsi vedere ma Milinkovic-Savic resta inoperoso, e alla mezz’ora arriva il raddoppio dei padroni di casa: Sanabria è ancora protagonista, questa volta in versione assist-man con il passaggio decisivo per Pobega il quale, con un diagonale di sinistro, batte Sirigu per la seconda volta. La reazione dei rossoblù è più rabbiosa, la prima occasione della partita arriva al 33′ con la girata di destro che viene respinta da un attento Milinkovic-Savic. “Vi vogliamo così” l’urlo della Maratona che accompagna la squadra di Juric al rientro negli spogliatoi, segnale che il Toro è davvero piaciuto nella prima frazione di gioco. Ballardini comincia la ripresa inserendo Kallon e Galdames per Ghiglione e Toure ma si becca il tris granata, annullato da Giacomelli e dal Var per un intervento falloso di Djidji nell’azione del gol. Juric comincia a pensare al Milan e all’ora di gioco toglie Singo, Linetty e Sanabria per lanciare Vojvoda, Praet e Belotti, la retroguardia si distrae e Destro colpisce, riaprendo così una partita che sembrava in mano ai granata. Brekalo riporta a due le marcature di vantaggio sfruttando l’assist di Praet, all’80’ Caicedo accorcia nuovamente le distanze facendo vivere un finale da brividi a Juric e ai suoi ragazzi. Milinkovic-Savic trema sulla punizione di Rovella a tempo quasi scaduto, il pallone termina fuori sfiorando il palo. Finisce 3-2, Juric torna a un successo che mancava dal 17 settembre e si affaccia nella parte sinistra della classifica. Per Ballardini è la quinta sconfitta in nove giornate: se domani la Salernitana dovesse battere l’Empoli, il Grifone si ritroverebbe all’ultimo posto. E la sua panchina resta traballante.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A, Sampdoria batte Spezia 2-1
2-1 nel derby ligure, prima vittoria in casa per i blucerchiati
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 ottobre 2021
21:36
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Sampdoria si riprende casa sua: prima vittoria al Ferraris in questo campionato.
Sono tre punti pesantissimi nel derby ligure contro lo Spezia: finisce 2-1 per la squadra di D’Aversa (questa sera in tribuna per squalifica) trascinata da Antonio Candreva.
I blucerchiati rialzano la testa dopo una fase difficile, adesso le sfide ravvicinate contro Atalanta e Torino non fanno paura. E il tecnico si tiene stretta la panchina doriana che poteva scricchiolare in caso di sconfitta. I ragazzi guidati da Thiago Motta hanno pagato la scarsa lucidità negli ultimi 16 metri. Ma il merito va soprattutto ad una Sampdoria che ha avuto l’approccio perfetto: squadra aggressiva e capace di imporre un ritmo alto. E poi la differenza è stata nelle giocate di Candreva che ha portato il Doria nella corsia di sorpasso. Prima la punizione dai 25 metri trova l’involontaria deviazione di Gyasi che inganna Provedel. Siamo al 14′ e la Sampdoria ha la capacità di mettere pressione allo Spezia alla ricerca del raddoppio: così il 2-0 arriva poi al 36′. Dalla destra Gabbiadini si accentra e scarica per Candreva che prende la mira e fulmina il portiere spezzino sul palo più vicino. Un doppio vantaggio che permette alla squadra blucerchiata di gestire al meglio la reazione avversaria, in difesa sbagliano pochissimo gli uomini di D’Aversa. Le occasioni per gli aquilotti sono praticamente zero. Nella ripresa i boys di Thiago Motta alzano il baricentro per dare sostanza ad un gioco che non riesce a trovare lo sbocco negli ultimi sedici metri. Anche il giro di carte del mister con l’ingresso di Verde e Nzola non riesce a produrre gli effetti giusto. La Sampdoria limita i rischi, Audero deve soltanto fare i conti con l’ordinaria amministrazione ma nello stesso tempo i blucerchiati sanno mettere il turbo quando ripartono in contropiede. C’è la traversa di Bereszynski su assist del solito Candreva che potrebbe chiudere definitivamente i giochi al 30′ poi all’ultimo sospiro del match il missile di Verde finisce all’incrocio dei pali: minuto numero 95′, gioia solo per le statistiche. La Samp aveva già accelerato verso il traguardo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Salernitana-Empoli 2-4, notte fonda per i campani
Avvio choc per il subentrato Colantuono: finisce 2-4 tra i fischi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
SALERNO
24 ottobre 2021
00:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il ritorno di Stefano Colantuono sulla panchina della Salernitana è tutto da dimenticare.
Nel match d’esordio, l’Empoli espugna l’Arechi 4-2, rifilando ai granata una sconfitta pesantissima in chiave salvezza.
I padroni di casa pagano un primo tempo sciagurato, caratterizzato da un approccio debole grazie al quale i toscani riescono ad ipotecare la vittoria già nei primi 15′ (0-3 al 13′). La Salernitana resta con la testa negli spogliatoi e per l’Empoli è sin troppo facile colpire ed affondare il cavalluccio marino. La cronaca
Nemmeno centoventi secondi e i toscani mettono la partita in discesa: Bandinelli serve Pinamonti con un filtrante, l’attaccante classe ’99 si inserisce tra Strandberg e Jaroszynski e di precisione batte Belec. I padroni di casa provano a reagire quasi subito: Ribery (8′) lancia a rete Simy che salta Vicario e deposita in fondo al sacco la palla del pari ma il gioco era fermo per offside. Il tentativo del nigeriano, tuttavia, resterà l’unico sussulto di un primo tempo da horror per la Salernitana. Tra il 10′ ed il 15′, infatti, l’Empoli chiude i conti: prima Haas (11′) pesca in area Cutrone che, come era accaduto in occasione del vantaggio, prende il tempo alla difesa e batte Belec. Sessanta secondi dopo è Strandberg a depositare la palla alle spalle del suo portiere su cross di Henderson per Cutrone. L’Empoli controlla in scioltezza e poco prima dell’intervallo serve il poker: Belec (44′) dice di ‘no’ a Pinamonti stendendosi sulla sua sinistra ma nell’occasione Strandberg entra duro sull’attaccante toscano. Dopo essere stato richiamato al Var, Doveri concede il penalty: dagli undici metri va proprio Pinamonti che batte Belec con un ‘cucchiaio’ che fa arrabbiare il portiere, fermato dai compagni sulla via della corsa verso l’autore del quarto gol Si va al riposo sul risultato di 4-0 in favore dei toscani e tra i fischi assordanti dell’Arechi che se la prende con calciatori e dirigenza. Colantuono ad inizio ripresa si gioca una tripla sostituzione e la scossa sortisce, in parte, gli effetti sperati. Dopo 2′ Ranieri raccoglie un assist di Ribery e da ottima posizione accorcia le distanze. Il gol dà fiducia ai granata che prima sfiorano il 2-4 con Strandberg (Luperto salva sulla linea di porta) e, poi, al 10′ segnano nuovamente con un autogol di Ismajili che devia alle spalle del proprio portiere una conclusione di Kastanos respinta dal palo. La Salernitana inizia a crederci ma l’Empoli è bravo a difendersi con ordine. L’ultimo sussulto agli 11mila dell’Arechi lo regala Djuric che schiaccia bene di testa ma Vicario è attento e salva sulla linea di porta. A fine gara la Salernitana esce tra i fischi dei suoi tifosi, l’Empoli può far festa per un successo pesante contro una diretta concorrente per la salvezza.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pioli, Ibra o Giroud? Non ho ancora deciso
Milan concentrato su campionato, alla Champions tra 2 settimane
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 ottobre 2021
14:33
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ibrahimovic Ha bisogno di giocare e allenarsi, ha iniziato una settimana fa.
Il minutaggio sarà in crescendo ma devo ancora decidere se partirà dall’inizio lui o Giroud”: Stefano Pioli non scopre le carte del suo Milan alla vigilia della sfida contro il Bologna.
Una partita importante dopo in cui i rossoneri dovranno riscattare la sconfitta di Champions League contro il Porto. “Sono state 48 ore abituali, abbiamo valutato le poche cose positive e le cose negative poi abbiamo cercato di lavorare. Ma con grande concentrazione al campionato, abbiamo tre partite importanti. Poi alla Champions penseremo tra due settimane”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve: pieno recupero per Dybala, ci sarà contro l’Inter
L’ultima apparizione dell’argentino risale al 26 settembre.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
22 ottobre 2021
15:38
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ci sarà anche Paulo Dybala nella Juventus che domenica sera affronterà l’Inter.
L’argentino, infatti, ha svolto l’intero allenamento odierno insieme al resto dei compagni: le condizioni della Joya, che quasi un mese fa si era fermato per un problema muscolare, sono in netto miglioramento, il tecnico Allegri potrà contare anche su di lui in vista del derby d’Italia contro i nerazzurri.
Per il numero 10 della Juve si avvicina il ritorno in campo, l’ultima apparizione è datata 26 settembre.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: ecco il derby d’Italia, la Juve cerca l’aggancio
Ma nerazzurri partono favoriti, come il Napoli con la Roma
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 ottobre 2021
15:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il big match tra Inter e Juve, domenica sera a San Siro, impone a entrambe le squadre di non sbagliare, anche se giocheranno sapendo già il risultato del Napoli capolista, impegnato all’Olimpico con la Roma un paio d’ore prima, e del Milan, in campo domani a Bologna.
Il pronostico Snai per il derby d’Italia pende dalla parte dei padroni di casa, la cui vittoria è data a 2,10, contro il 3,35 del «2» bianconero e il 3,55 del pareggio.

La nona vittoria consecutiva della squadra di Spalletti, ancora a punteggio pieno, è il risultato più probabile per i quotisti, ma il pronostico è comunque equilibrato. Il successo della Roma, reduce dal naufragio in Conference League, vale 2,80, quota leggermente più alta del «2» azzurro, dato a 2,45.
Il pareggio è in quota a 3,45. Il Milan, reduce da una prova molto opaca in Champions League, è comunque favorito, con il «2» a 2,10, la «X» a 3,55 e la vittoria del Bologna a 3,40. Match insidioso anche per la Lazio, che incontra il Verona al Bentegodi. Anche qui prevale il «2», a 2,25, ma il gap con il segno «1», dato a 3,05, non è ampio.
Tra le altre, punti salvezza in palio domani tra Salernitana ed Empoli. Quote equilibrate, con il «2» in lieve vantaggio, a 2,55. Il debutto vincente di Colantuono sulla panchina dei campani si gioca a 2,75, un pareggio interlocutorio è a 3,35.
Nettamente favorita la Fiorentina (1,60) nel match al Franchi con il Cagliari (5,00), così come l’Atalanta (1,40) che ospita l’Udinese (7,25). Il Sassuolo riscuote piena fiducia nella gara interna con il Venezia: segno «1» a 1,60, il blitz degli ospiti è a 5,25.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Oscar: Film sull’ex Inter Bengtsson selezionato da Svezia
Tigers, visibile su tutte le piattaforme
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 ottobre 2021
17:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sarà “Tigers”, film scritto e diretto da Ronnie Sandahl a rappresentare la Svezia, in lizza per la categoria Miglior Film Internazionale agli Oscar.
E’ un dramma psicologico liberamente ispirato alla storia dell’ex calciatore prodigio Martin Bengtsson, ex dell’Inter che si è ritirato a soli 19 anni, nel 2005 per depressione.
Il film è disponibile in Italia su tutte le principali piattaforme di streaming distribuito da Adler Entertainment. Prodotto dallo svedese Piodor Gustaffson per Black Spark Film insieme a Lucia Nicolai e Marcello Paolillo per Art of Panic (Italia) e Birgitte Skov SF Studios (Danimarca), con SVT e Rai Cinema, Tigers, passato ad Alice della città dove ha vinto il premio come miglior attore italiano emergente (Antonio Bannò).
Nelle parole del regista, Tigers “è una storia sulle tigri del mondo del calcio. Su uomini giovani e ammirati, rinchiusi in gabbie dorate, addomesticati fino a diventare marchi”.  CINEMA

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Lega B: club sono favorevoli alla riforma dei campionati
Assemblea con Gravina, passo fondamentale per sostenibilità
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 ottobre 2021
18:41
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Le società della Lega Serie B, riunite in assemblea in videoconferenza, hanno condiviso “dopo un confronto interno, la necessità di una profonda riforma dei campionati, passo fondamentale per la stabilizzazione e la sostenibilità del sistema, approvando all’unanimità la proposta presentata dal presidente federale, Gabriele Gravina”.
Così in una nota della Lega cadetta, diffusa la termine dell’assemblea.

In apertura di riunione, il presidente, Mauro, Balata ha illustrato “una serie di incontri e di riunioni, di questi giorni, con l’obiettivo di ottenere nuovi ricavi per i club e facilitare l’accesso ai ristori previsti dopo la pandemia”.
Il delegato della Lega Serie B, all’interno della associazione delle leghe europee (Epfl), Paolo Bedin, ha relazionato sulla assemblea svoltasi a Milano e in particolare “ha rappresentato la ferma contrarietà alla proposta di inserimento nel calendario Fifa del campionato mondiale ogni due anni”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bologna: Mihajlovic, in emergenza ma col Milan ce la giochiamo
Tecnico rossoblù su arbitraggi, ormai è una lotteria
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
22 ottobre 2021
18:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Le difficoltà, in casa Bologna, che domani sera attende il Milan al Dall’Ara, sono oggettive.

Sinisa Mihajlovic non le nasconde: “Viola è appena arrivato, ma è infortunato e non è disponibile”, così come Kingsley.

“Schouten torna, ma è fuori da due mesi e ha al massimo mezzora nelle gambe. Dominguez vediamo, è in dubbio. Ha avuto un problema al soleo, proviamo ma non è certo”. Uomini contati in mediana, con Svanbeg e Soriano unici disponibili. Con loro, Dominguez o Medel: “Non ci sono altre soluzioni, se Nico non recupera gioca Medel, con Binks in difesa”.
Al netto dei problemi, però, Mihajlovic non vuole scuse: “Anche il Milan ha i suoi, tra Covid e infortunati. Sono reduci da una sconfitta in Europa, ma sono secondi, hanno giovani forti e hanno subito solo sette gol. I rossoneri sono una squadra in crescita, ma ce la possiamo giocare e ce la giocheremo: a patto di essere più concreti che a Udine, perché non possono servire 23 tiri per fare un gol, il Milan non ce li concederà”.
Il tecnico chiude tornando a pungere l’arbitro Abisso dopo l’episodio Skorupski-Becao che è costato il pareggio a Udine: “In settimana mi aspettavo che mi chiamassero per dirmi che hanno cambiato le regole, ma a quanto pare non è così. Se adesso si possono fare i blocchi ci adatteremo a questa soluzione e vediamo cosa succede: è una lotteria”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Superlega: governo italiano si costituisce in giudizio
A difesa della Uefa, presso la Corte di giustizia europea
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 ottobre 2021
19:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Governo italiano ha deciso di costituirsi a difesa dell’Uefa nel giudizio sulla Superlega incardinato presso la Corte di Giustizia Europea.
Lo rende noto Palazzo Chigi.   POLITICA

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Mancini, Inter-Juve non sarà decisiva
Ct ‘a Inzaghi serve tempo. Bianconeri si stanno riprendendo’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 ottobre 2021
20:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Inter-Juve penso che sarà una bella partita e non sarà decisiva.
La Juve che insegue deve cercare di vincere ma la gara sarà aperta a ogni risultato”, lo ha detto il Ct della Nazionale, Roberto Mancini, al Premio Giuseppe Colalucci presso il circolo Antico Tiro a Volo di Roma.

Poi sul momento dei bianconeri ha aggiunto: “La Juve si sta riprendendo, ora è importante fare risultato per recuperare”. Su Simone Inzaghi, invece, prende tempo: “E’ arrivato da tre mesi, ha bisogno di ambientarsi. L’Inter deve vincere tutte le partite e non è scontato che ciò accada”. Sugli italiani in campo domenica sera ha concluso: “Mi danno sempre soddisfazione ma credo siano troppo pochi rispetto a quello che gli italiani possono fare. Locatelli e Barella? Hanno in mano il loro futuro e saranno importanti per le loro squadre e per la nazionale.
Importante giochino a questi livelli”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Torino-Genoa 3-2
Granata sempre avanti. La squadra ospite reagisce troppo tardi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 ottobre 2021
20:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Torino batte Genoa 3-2 (2-0) nell’anticipo della 9/a giornata d’andata del campionato di calcio di Serie A disputata sul terreno dello stadio Olimpico Grande Torino di Torino.
I gol: nel primo tempo Sanabria e Pobega per il Torino al 14′ e al 31′; nel secondo tempo Destro per il Genoa al 24′, Brekalo ancora per i granata al 32′ e Caicedo per i liguri l 35′.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve: Rabiot negativo al Covid, torna a disposizione
In vista dell’atteso ‘Derby d’Italia’ contro l’Inter
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
22 ottobre 2021
20:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Adrien Rabiot è guarito dal Covid-19.
Il centrocampista “ha effettuato il controllo con test diagnostico (tampone) – informa la Juventus -: l’esame ha dato esito negativo, il giocatore è pertanto guarito e non più sottoposto al regime di isolamento domiciliare”.
Il francese, dunque, torna a disposizione di Massimiliano Allegri e si riunirà al resto del gruppo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma: gm Pinto non ritira premio per ‘rispetto tifosi’
Messaggio al ‘Colalucci’, serata Bodo dolorosa per tutti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
22 ottobre 2021
20:46
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ringrazio gli organizzatori del premio Colalucci per aver pensato di conferirmi questo riconoscimento cosi prestigioso.
Mi ha fatto piacere leggere tra le motivazioni che – in un periodo di grande difficoltà per il calcio a livello mondiale – abbiamo gettato con la proprietà le basi per un futuro migliore e stabile per il Club” lo ha detto in una nota il gm della Roma, Tiago Pinto, dopo aver ricevuto il premio Giovanni Colalucci.

“Tuttavia, come comprenderete, il rispetto che nutro nei confronti dei tifosi della Roma e della Roma stessa non mi consente di ritirare questo premio all’indomani di una serata così dolorosa per tutti noi” ha spiegato così il la sua assenza alla premiazione il dirigente giallorosso.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio donne: 3-0 a Croazia,terza vittoria Italia verso Mondiali
Ct Bertolini “brave ragazze, atteggiamento giusto”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 ottobre 2021
20:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue con una nuova vittoria la corsa dell’Italia femminile verso il Mondiale del 2023.
Davanti ai 1.700 tifosi presenti allo stadio ‘Teofilo Patini’ di Castel di Sangro (L’Aquila) arriva il secondo successo con la Croazia – il terzo nel girone di qualificazione – che consente alla nazionale guidata da Milena Bertolini di mantenere la vetta del Gruppo G.
Una serata impreziosita dal ritorno in campo di Guagni e dalla prima rete in azzurro di Pirone, che ha chiuso la partita dopo l’uno-due iniziale firmato da Cernoia e Girelli.
Le azzurre, nonostante le tante occasioni create, hanno più volte graziato le croate, non riuscendo a chiudere subito il match come auspicato alla vigilia dalla Ct, che ha però apprezzato lo spirito con cui sono scese in campo le sue calciatrici: “Faccio i complimenti alle ragazze perché hanno avuto l’atteggiamento giusto, soprattutto nei primi minuti di gioco – ha dichiarato subito dopo il fischio finale -. Con il passare dei minuti ci siamo abbassate un po’ troppo ma nella ripresa abbiamo ripreso a giocare come sappiamo anche se essere avremmo dovuto più precise e più ciniche. Questo è l’aspetto su cui dobbiamo lavorare”.
Martedì Gama e compagne scenderanno in campo a Vilnius (ore 17.30, diretta su Rai 2) per sfidare le padrone di casa della Lituania, ancora a quota zero punti dopo aver perso contro Svizzera e Romania.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Toro: Juric “sono strafelice, ci voleva una vittoria così”
“Potevamo segnare di più, dobbiamo aumentare fluidità palleggio”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
22 ottobre 2021
21:46
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi sono strafelice, ci voleva una vittoria così: abbiamo commesso qualche errore, ma per adesso voglio godermi il successo e pensare alle cose positive”: ai microfoni di Dazn, il tecnico del Torino Ivan Juric festeggia i tre punti conquistati contro il Genoa.
“Potevamo segnare di più, dobbiamo crescere nella fluidità del palleggio – spiega l’allenatore dopo il 3-2 rifilato al Grifone – ma adesso abbiamo più soluzioni in attacco: avere due attaccanti come Sanabria e Belotti non è un problema ma una risorsa, il paraguayano ha fatto un gol e un assist e il Gallo mi sembrava tornato quello di due anni fa”.

Martedì la trasferta contro il Milan a San Siro: “E’ una delle candidate allo scudetto, è un campionato equilibrato dove mi sembra che le prime sette in classifica siano tutte sullo stesso livello”: Juric vede così la corsa al titolo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Sampdoria-Spezia 2-1
I doriani avanti di due gol, lo Spezia reagisce in ritardo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
22 ottobre 2021
22:46
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sampdoria batte Spezia 2-1 (2-0) nell’anticipo odierno della 9/a giornata d’andata del campionato di calcio di Serie A disputato sul terreno dello stadio Luigi Ferraris di Genova.
I gol: nel primo tempo autogol di Gyasi dello Spezia al 15′, Candreva per la Sampdoria al 36′; nel secondo tempo Verde per gli ospiti al 49′.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari: emergenza difesa per Firenze, si ferma Godin
Retroguardia da inventare per Mazzarri, out anche Walukiewicz
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
23 ottobre 2021
10:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Emergenza difesa per il Cagliari contro la Fiorentina: si ferma Godin.
Ieri per il difensore uruguaiano solo terapie per un’infiammazione al tendine rotuleo del ginocchio sinistro.
Il giocatore ha avvertito subito dolore e non ha partecipato alla seduta con i compagni. Tutti d’accordo: inutile forzare. A questo punto dovrebbe saltare la gara con la Fiorentina: lo stop sarà importante per tentare un recupero in vista della gara con la Roma di mercoledì. Una tegola per Mazzarri che adesso dietro ha gli uomini contati: anche Walukiewicz ha svolto allenamento personalizzato e difficilmente sarà disponibile per la partita al Franchi. Il tecnico, che dovrà fare a meno anche di Dalbert, potrà contare sul recupero di Ceppitelli: accanto a lui schiererà Caceres e Carboni.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Allegri ‘Inter favorita scudetto, ma non decisiva’
“Ci sono tante aspettative, sarà una bellissima serata”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
23 ottobre 2021
12:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sarà una bellissima serata, ci saranno circa 60 mila spettatori e si torna a vivere le gare in un altro modo.
Ci sono tante aspettative da una parte e dall’altra e verrà fuori una bella partita, l’Inter è la favorita per vincere lo scudetto”.
Così il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, sul derby d’Italia contro i nerazzurri in programma domani sera a San Siro. E sulla corsa dei bianconeri: “Non è decisiva, non si vince o perdono i campionati per una partita – aggiunge l’allenatore – e penso che fosse molto più decisiva la sfida contro la Roma ai fini della classifica”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Koeman al primo Clasico,’panchina? servono vittorie’
Domani Barcellona-Real Madrid: mi sento supportato dal club
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 ottobre 2021
13:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“La pressione sulla mia panchina? L’ho detto tante volte, e non so se devo ripeterlo anche questa volta: mi sento supportato dal club ma so che tutto dipende dai risultati”.
Ronald Koeman e’ al primo Clasico da allenatore, e sa che il suo Barcellona in crisi di risultati (e’ settimo a 5 punti dalla vetta) domani “deve vincere” col Real Madrid, al Camp Nou.
“Non credo ci sia partita che ti mette addosso piu’ pressione, ma fa parte del ruolo dell’allenatore – ha detto il tecnico olandese, piu’ volte sull’orlo dell’esonero in questa stagione – Conosco l’importanza del Clasico, ne ho vinti e persi da giocarore: ma da allenatore e’ il primo, e sara’ completamente diverso”. Jordi Alba, ha concluso Koeman, “è recuperato e pronto a giocare”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lazio; Marusic, a Verona per fare punti in trasferta
Difensore, ‘Primo gol in A all’Hellas, sono cresciuto molto’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
23 ottobre 2021
14:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ogni giorno cerchiamo di migliorare sul piano della continuità.
Vogliamo iniziare a fare punti in trasferta, domani vogliamo portare a casa i tre punti.
Abbiamo avuto mister Inzaghi per cinque anni, giocavamo con il 3-5-2.
Con Sarri lavoriamo di più, ha cambiato molto. Siamo uniti e vogliamo dare il massimo per il nostro gruppo”. Lo dice il difensore della Lazio Adam Marusic, presentando in conferenza stampa a Formello la trasferta di domani in casa del Verona.
“Il primo gol in Serie A l’ho segnato contro il Verona, dopo tanti anni credo di essere cresciuto molto. Domani offriremo una grande prova”, ha aggiunto il montenegrino.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Torino; guai muscolari per Ansaldi, si scalda Aina
Nigeriano dovrebbe sostituire l’argentino sulla sinistra
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
23 ottobre 2021
14:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cristian Ansaldi è costretto a un nuovo stop.
L’argentino del Torino, protagonista con un assist nella vittoria di ieri contro il Genoa, deve fare i conti con un “interessamento distrattivo al bicipite femorale della coscia destra”, spiega il club.
Ulteriori esami sono previsti nella giornata di lunedì, per cui sono ancora incerti i tempi di recupero. Di sicuro salterà la trasferta di Milano contro i rossoneri: a San Siro, dunque, il grande favorito per agire sulla fascia sinistra è Ola Aina.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: pari con la Roma, Napoli agganciato dal Milan
Mou si riscatta ma non vince. Simeone affossa Lazio, frena Gasp
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
24 ottobre 2021
22:26
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Napoli ferma la sua serie record di vittorie ciccando la nona, ma il pari all’Olimpico le consente di restare in testa insieme al Milan al termine di una vibrante gare senza gol.
La Roma riscatta il tonfo in Europa cercando di più la vittoria, ma l’organizzazione eccellente di Spalletti è difficile da superare.
Il tecnico, come prima Mourinho, viene espulso alla fine. La cronaca
Partita tosta ed equilibrata all’Olimpico con pari finale che serve piu’ al Napoli. La Roma, furente dopo il crollo in Norvegia della squadra B, si batte con intensità, blocca in interdizione molte iniziative della capolista con un ottimo Cristante. Osimhen e Abraham protagonisti, giallorossi meglio all’inizio, poi rinvengono i napoletani. Dopo la grande occasione di Abraham nel primo tempo, un palo e una traversa di Osimhen nel secondo. Grande ardore, nervi tesi, Pellegrini e Mancini sfiorano il vantaggio. Viene espulso Mourinho per doppia ammonizione e alla fine il rosso tocca pure a Spalletti. La Roma ci prova fino al 97′, ha una reazione convincente ma continua a non vincere gli incontri con le grandi. Spalletti puo’ comunque uscire soddisfatto dal suo vecchio stadio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ comunque una serie A da fuochi di artificio: 34 gol prima del posticipo dimostrano la filosofia delle squadre che rischiano per vincere. In attesa dei due turni in cinque giorni si infiamma la lotta per l’Europa: mentre il Milan aggancia il Napoli, frena l’Atalanta, raggiunta dall’Udinese e frana la Lazio, travolta da quattro gol di Simeone che trascinano in alto il Verona di Tudor e spediscono la squadra di Sarri in ritiro. A trarre maggiore giovamento dai due risultati a sorpresa è la Fiorentina che vince facilmente su un Cagliari nuovamente dimesso, con Vlahovic che batte i fischi del Franchi con una magia su punizione. Considerando i progressi di Torino e Sassuolo, tutti i giochi sembrano ancora possibili.
Zoppica l’Atalanta dopo la fatica infruttuosa a Manchester. L’Udinese ha perso il giocoliere De Paul ma ha trovato un attaccante di razza, Beto, forte e massiccio, che rimedia un pari segnando il terzo gol della sua stagione. Gasperini, come a volte gli accade, viene espulso ma, oltre alla stanchezza dell’Old Trafford, pesa la mancanza di tre centrali che costringono De Roon ad arretrare. Crea occasioni la Dea, la i friulani rispondono a tono. Un palo per parte, Molina e Ilicic, passa l’Atalanta con Malinovski, ma l’Udine spinge con caparbieta’ e trova il pari nel recupero: il portoghese si libra in alto come il suo connazionale Ronaldo e segna di testa castigando i padroni di casa.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Verona di Tudor e’ una cosa seria: sembrano tornati i tempi di Juric e i veneti fanno lo sgambetto alla Lazio con un spietato 4-1 frutto di un poker del Cholito Simeone che castiga l’ex squadra di suo padre mettendo in difficoltà Maurizio Sarri che, dopo Bologna, subisce un altro ko da una squadra con meno ambizioni. In Italia per Simeone sono 56 gol e l’unica tripletta l’aveva riservata sempre a Sarri in un Fiorentina-Napoli di tre anni fa. Anche la Lazio paga la mancanza dei due centrali titolari: Patric e Radu fanno il possibile, che non e’ molto. Simeone e’ scatenato ma due assist sono mirabili creazioni di Caprari, e il terzo e’ un gran tiro dell’argentino, il quarto un colpo di testa. Immobile e una traversa di Milinkovic Savic illudono della possibilita’ di un recupero, ma il Verona, gestisce, controlla e travolge la Lazio. Che ora, per volonta’ di Lotito e Sarri, va in ritiro in vista del turno infrasettimanale contro la Fiorentina. La squadra di Italiano comincia a pensare in grande: vince facilmente col Cagliari dell’ex Caceres e si proietta nella mischia per l’Europa. Osservato speciale, Dusan Vlahovic passa un pomeriggio complicato che si chiede in gloria. Fischiato per il mancato rinnova del contratto, lascia a Biraghi il rigore del 2-0, ma poi si incarica di siglare il 3-0 con una punizione perfetta. La Fiorentina gioca bene, diverte il suo pubblico, non alza il piede dall’acceleratore. Il primo gol lo segna Gonzales, il Cagliari resta a guardare vanificando i progressi delle ultime gare.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari senza Godin a Firenze a caccia di conferme
Mazzarri: più sereni, ma gara difficile, puntiamo su prestazione
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
23 ottobre 2021
16:12
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Cagliari cerca conferme e via di uscita dalla zona retrocessione.
La partita della possibile svolta è domani al Franchi con la Fiorentina, la squadra che ha lanciato Mazzarri da giocatore.
Per il tecnico rossoblu un grosso problema da risolvere: contro Vlahovic deve reinventarsi la difesa per il forfait di Godin e il mancato recupero di Walukiewicz. In casa viola bottino di soli tre punti. “Un caso – ha detto Mazzarri nell’incontro stampa della vigilia – la squadra gioca bene. È una partita difficile, ma noi dobbiamo fare il nostro calcio, essere più fluidi nella fase di possesso”.
Molte assenze, tra queste anche quella dell’ex Dalbert. “Non mi piace parlare di chi non c’è – ha chiarito il tecnico – ma chi gioca deve fare bene. E dobbiamo essere sempre più squadra, cercare di fare male a tutti indipendentemente da chi abbiamo davanti”. Un Cagliari che si trasforma. “Anche Nandez sta facendo cose diverse – ha ricordato l’allenatore – può giocare in diversi ruoli, per domani ho un’idea ma non la svelo. Per il resto stiamo crescendo, ma gli automatismi possono migliorare di partita in partita”. La squadra dovrà stare attenta anche agli episodi. “Con la Sampdoria abbiamo fatto buone cose ma ci è andata anche bene – ha ammesso – Bisogna puntare sulla prestazione per far girare gli episodi dalla nostra parte”. Con la prima vittoria morale più alto. “Viviamo di risultati le facce sono più serene – ha confermato Mazzarri – Ma non dobbiamo pensare che questa vittoria ci abbia fatto diventare invincibili: anch’io sono curioso di vedere come si comporterà la squadra. Ho preparato diverse soluzioni, ma non posso anticipare moduli”.
Pavoletti? “Al momento il Cagliari non può permettersi tre punte – ha spiegato – I due che giocano stanno facendo bene, ma ogni volta che posso io Pavoletti lo metto dentro. È importante rispettare gli equilibri per non sbandare. Farias? Sta facendo bene in allenamento: ha delle caratteristiche buone per entrare in partita in corso, lo tengo in considerazione”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Inter-Juventus 1-1, Dybala replica a Dzeko
Polemiche per rigore del pareggio nel finale, Inzaghi espulso
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
08:41
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il veleno è tutto nel finale, come quasi ogni Inter-Juventus che si rispetti.
Anche perché il resto della sfida, stavolta, non è che offra chissà quale spunto, se non mettere in mostra le tante difficoltà dei nerazzurri di Inzaghi e dei bianconeri di Allegri.
Cinque minuti al fischio finale, Inter avanti dal 17′ grazie a Dzeko, c’è un contatto tra Dumfries e Alex Sandro in area: l’arbitro Mariani ad ampi gesti fa segno che non c’è nulla e lascia correre, salvo tornare sui suoi passi poco dopo, quando viene richiamato al Var tra i fischi di tutti i quasi 60mila di San Siro. Anche perché il fischietto concede il rigore, che Dybala trasforma per il definitivo 1-1. Gol che Simone Inzaghi vede dagli spogliatoi, espulso da Mariani per proteste. Un punto che non solo non aiuta, ma nemmeno risolve i problemi delle due squadre, ora ancora più lontana dalla vetta occupata da Milan e Napoli e soprattutto alle prese con difficoltà in campo. L’Inter che fatica a chiudere le gare una volta passata in vantaggio, con i cambi che incidono sempre in maniera negativa. La Juventus che invece fatica sul piano del gioco a creare occasioni, salvata questa volta da un rigore che rappresenta, di fatto, l’unica vera opportunità della ripresa dei bianconeri, nonostante l’ingresso di Chiesa e Dybala.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Per una sera, Inzaghi (che perde Vidal per una leggera sindrome influenzale in mattinata) lascia da parte il fioretto e sceglie un’idea di gioco più contiana, con difesa bassa e particolare attenzione a non lasciare pericolose ripartenze ai velocisti bianconeri. Da parte sua, Allegri sorprende con la scelta di Kulusevksi punta insieme a Morata, mossa che serve a poco però perché sia lo svedese che lo spagnolo sono praticamente impalpabili. L’inizio di gara è di marca nerazzurra, spinta da un San Siro praticamente tutto esaurito. E la sfida prende un binario interista quando i bianconeri devono rinunciare a Bernardeschi, ko per un problema alla spalla. ,entre la panchina valuta se l’esterno ex Fiorentina può proseguire, infatti, l’Inter passa in vantaggio: destro da fuori di Calhanoglu che sbatte sul palo, Dzeko è il più lesto, sul filo del fuorigioco, ad andare sulla respinta, insaccando a porta vuota il suo settimo gol in campionato (eguagliati i numeri della scorsa stagione alla Roma). La reazione bianconera è poca cosa, giusto un destro da fuori di Cuadrado. Cambia poco, per la Juventus, anche nella ripresa quando Allegri decide di mischiare le carte in tavola facendo entrare sia Chiesa che Dybala, al rientro dopo l’infortunio. L’argentino si fa vedere con una punizione su cui Handanovic si salva in affanno, ma di fatto è l’unico lampo bianconero, mentre l’Inter avrebbe con Perisic l’occasione per chiudere la sfida, ma il croato calcia alto in contropiede. E proprio sulla sostituzione dell’ex Bayern che gira la gara, perché Inzaghi sceglie Dumfries, che, dopo 20′ di anonimato, diventa protagonista in negativo con il tocco discusso su Alex Sandro. La Juve si salva, l’Inter si mangia le mani, anche perché il Milan ora è già lontano sette punti. E tra due settimane il derby potrebbe già essere decisivo nella corsa scudetto.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Bologna rimane in 9, alla fine si arrende al Milan
Rossoblù sfiorano impresa con Barrow,poi segnano Bennacer e Ibra
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 ottobre 2021
00:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Notte di follia calcistica al Dall’Ara, notte da prima della classe per il Milan, che in serie A, in emergenza, dimentica le amarezze di Coppa e torna alla vittoria: ma quanta fatica, a dimostrazione che la Champions ha lasciato scorie fisiche e mentali.
Serve un’invenzione di Bennacer a 5 minuti dalla fine per piegare un Bologna che era rimasto in nove (e in dieci già dal 20′ pt per il rosso a Soumaoro) ma era stato capace di recuperare un doppio svantaggio.
Ma dopo aver sfiorato l’impresa, ha dovuto arrendersi e alla fine un destro di Ibrahimovic ha chiuso la gara. La cronaca
Eppure era sembrato che al Milan fossero bastati 20′ per mettere in ginocchio il Bologna: l’uno-due è firmato da Leao e Calabria tra il 16′ e il 35, ma quattro minuti dopo il primo gol, quindi al 20′, c’erano stati il lancio di Kjaer per Krunic e il rosso a Soumaoro, che aveva steso il milanista prima dell’ingresso in area di rigore: gol e vantaggio numerico, partita finita per le nuove polemiche del Bologna, che aveva invocato il giallo in virtù del fatto che Krunic non sarebbe arrivato sul pallone anticipato da Skorupski. Ma se in casa rossonera è notte da prima della classe, in casa Bologna è una notte di rabbia e amarezza. I padroni di casa partono bene, sfiorano il gol con colpo di testa di Arnautovic su corner di Svanberg e uscita da rivedere di Tatarusanu. Ma a Skorupski, dopo le polemiche di Udine per il blocco di Becao, va pure peggio e questa volta il polacco fa tutto da solo: sul corner di Tourè che vale il 2-0, l’uscita è sbagliata e la smanacciata rimette in gioco il pallone, con Calabria che arriva in corsa per la rete. Sul primo gol, invece, è di Barrow e De Silvestri il pasticcio e sulla palla persa Ibrahimovic imbecca Leao, la cui conclusione è deviata da Medel e trova uno Skorupski già in ginocchio. Partita finita? Macchè. Inizio ripresa accade l’impensabile: autorete di Ibra al 4′ su corner di Barrow, che 3′ minuti dopo trova i 2-2 imbeccato da Soriano. E il Bologna sembra in controllo. Soriano si fa cacciare per fallo violento, ma sono Arnautovic e Theate a sfiorare il vantaggio in 9 contro 11. Entra Giroud a fare coppia con uno spento Ibra, e nel finale è Bennacer a trovare la giocata da tre punti, con lo svedese che si rifà di una notte complicatissima con la rete del 4-2 definitivo. Così la maledizione rossonera colpisce ancora al Dall’Ara, dove i rossoblù di casa hanno sconfitto l’ultima volta il Diavolo nel lontano 10 marzo 2002.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
81 anni Pelé, ‘dov’è la torta?’
Il Brasile rende omaggio a O Rei, ancora in convalescenza
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
RIO DE JANEIRO
23 ottobre 2021
17:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Reduce da un mese di ricovero nell’ospedale Albert Einstein di San Paolo, dove è stato operato per un tumore al colon, Pelé sta festeggiando in famiglia l’81/o compleanno, che è oggi.
E tutto il Brasile, come sempre, rende omaggio a O Rei, con messaggi di nomi celebri, come Zico, Neymar, Rivelino, Tostao, Ronaldo Fenomeno, Junior e tanti altri, e gente comune.
Anche la federcalcio brasiliana, la Cbf, gli ha inviato via social gli auguri.
Come auto-celebrazione, il tre volte campione del mondo ha postato su Instragram di una sua foto mentre mangia un pezzo di un dolce fatto a forma di campo di calcio con tanto di porte, e la didascalia “il mio compleanno sta arrivando. Avete già preparato la torta?”.
A render ancor più bello il compleanno di O Rei, c’è anche la notizia che suo figlio Edinho, 51 ex portiere del Santos con storie di droga alle spalle, è stato ingaggiato dal Londrina, club di Serie B come allenatore dell’equivalente della Primavera italiana.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma: Mourinho ‘Io infelice? Bugia, capisco situazione club’
Tecnico, ‘proprietà attuale ha ereditato errori fatti da altri’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
23 ottobre 2021
19:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“I Friedkin hanno ricevuto in mano tanti errori che altri hanno fatto.
Tiago Pinto lo stesso.
La proprietà ha speso tanti soldi per fare bene. Sono stati spesi soldi per pulire e cercare di creare condizioni per un progetto che ha bisogno di tempo”. Lo ha detto Josè Mourinho nella conferenza stampa alla vigilia della sfida con il Napoli tornando sulla sconfitta con il Bodo/Glimt. Poi ha continuato: “Quando qualcuno dice che Mourinho non è contento è una bugia, e non poteva essere più grande. Mourinho vuole più calciatori? Sì, come tutti ma non sono uno str… e ho rispetto per i Friedkin e per Tiago Pinto. Accetto la situazione e la capisco”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Anticipo Serie A: Sassuolo-Venezia 3-1
Gol Okereke illude gli ospiti, poi salgono in cattedra emiliani
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 ottobre 2021
21:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sassuolo-Venezia 3-1 in una partita della 9/a giornata di Serie A giocata al Mapei Stadium.
Queste le reti: nel pt 32′ Okereke, 37′ Berardi, nel st 5′ Henry (autogol), 21′ Frattesi.
All’incontro hanno assistito 4.482 spettatori.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Anticipi Serie A: Bologna-Milan 2-4
Rossoblù restano in 9 ma sfiorano impresa prima di arrendersi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 ottobre 2021
23:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bologna-Milan 2-4 nell’ultima partita di oggi della nona giornata di Serie A, giocata al Dall’Ara.

Queste le reti: nel pt 16′ Leao, 35′ Calabria; nel st 4′ Ibrahimovic (autorete), 7′ Barrow, 39′ Bennacer, 45′ Ibrahimovic.

Bologna in dieci dal 20′ pt per l’espulsione di Soumaoro per fallo su chiara occasione da gol, e in nove dall’11’ st per il rosso a Soriano (condotta violenta). Con il successo di questa sera i rossoneri di Stefano Pioli tornano in testa alla classifica, con 25 punti e una partita in più rispetto al Napoli, che è a quota 24 e domani affronta la Roma.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mihajlovic, l’arbitro? non ho voglia di parlarne
‘Bologna in undici superiore al Milan, loro hanno fatto poco’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
23 ottobre 2021
23:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Non sono arrabbiato, ma dispiace per come si è messa la gara.
Mi sono promesso di non parlare più degli arbitri: la mia squadra ha pareggiato la partita con l’uomo in meno, poi in nove contro undici c’è stata anche un’occasione per andare in vantaggio.
In undici siamo stati superiori al Milan, loro hanno creato poco”. Così, dai microfoni di Sky Sport, Sinisa Mihajlovic commenta la sconfitta del suo Bologna contro il Milan. “I miei ragazzi devono essere orgogliosi per quanto fatto – continua Mihajlovic -, hanno dimostrato di essere forti”. Ma ora il Bologna se la può giocare con tutte le squadre? “Oggi abbiamo perso punti ma abbiamo vinto nello spirito e nel coraggio – risponde -. Mi dispiace per la squadra, alla fine i giocatori erano veramente stremati: è stato difficile giocare prima in dieci e poi in nove, non so come sarebbe finita se il Milan non avesse trovato il jolly con Bennacer”. E l’arbitraggio? “Non ho voglia di parlare di niente.
Se l’arbitro ha preso una decisione, ha preso quella giusta”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan: Theo Hernandez è guarito dal Covid-19
Il francese era risultato positivo dopo impegni con Nazionale
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
24 ottobre 2021
10:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Theo Hernandez è risultato negativo al Covid.
Lo annuncia il Milan in una nota.
Il francese era risultato positivo dopo gli impegni con la Nazionale nella fase finale della Nations League.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Arbitri: doppio tesseramento, il primo corso all’epilogo
Progetto Aia verso la conclusione. Quattro allievi calciatori
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 ottobre 2021
12:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La grande sfida lanciata dal presidente dell’Associazione Italiana Arbitri, Alfredo Trentalange, sta per tagliare il primo, fondamentale traguardo.

Domani, nella Sezione Aia di Carrara, si chiuderà il corso per arbitri iniziato a fine agosto.
Tiziano Reni, presidente del Comitato regionale arbitri, e Francesco Gnarra, responsabile del corso arbitri, esamineranno i 12 candidati: la particolarita’ è che tra questi ci saranno anche quattro calciatori tesserati in club del comprensorio. Il primo passo del progetto ‘doppio tesseramento’, che è uno dei cavalli di battaglia del nuovo corso arbitrale. Francesco Cecchini, presidente della Sezione Aia di Carrara, ospiterà questo momento importante. Il primo, che si preannuncia di una lunga serie, in Italia.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Samp, con l’Atalanta torna Quagliarella
A centrocampo si spera nel recupero di Ekdal
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
24 ottobre 2021
13:47
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La novità principale nella Sampdoria che mercoledì’ affronterà l’Atalanta al Ferraris sarà il ritorno dal primo minuto di Fabio Quagliarella che aveva giocato solo uno spezzone di gara nel finale venerdì scorso con lo Spezia.
L’idea è quella di tornare al 4-4-2 come modulo con Quagliarella e Francesco Caputo a guidare la linea offensiva e con Manolo Gabbiadini in partenza dalla panchina per tirare il fiato anche perché poi sabato ci sarà la gara col Torino.
A centrocampo sicure le assenze degli infortunati Verre e Damsgaard mentre si spera di recupera Ekdal che questa mattina ha effettuato una parte di allenamento insieme al resto del gruppo. Torna a disposizione il norvegese Thorsby che ha scontato il turno di squalifica e dunque andrebbe a far coppia in cabina di regia con lo svedese.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Atalanta-Udinese 1-1
Entrambe le reti del match sono arrivate nel secondo tempo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 ottobre 2021
14:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atalanta e Udinese 1-1 (0-0) nell’anticipo della 9/a giornata d’andata del campionato di calcio di Serie A disputato sul terreno del Gewiss Stadium di Bergamo.
I gol: nel secondo tempo Malinowskiy per i padroni di casa all’11’ e Beto per gli ospiti al 49′.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Udinese; Gotti, non l’abbiamo data per persa
‘Sul vantaggio dell’Atalanta c’era un fallo su Udogie’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
24 ottobre 2021
15:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ stato premiato lo spirito: non abbiamo dato la partita per persa”.
Luca Gotti esulta in sala stampa a Bergamo per l’1-1 acciuffato da Beto allo scadere: “Ci ha fatto vedere tanto fin dai primi giorni di allenamento, poi ai verdetti ci pensa il campo.
Sta raccogliendo quanto semina”, ha affermato l’allenatore dell’Udinese.
“Il piano di partita del primo tempo ci ha lasciato tre o quattro volte i presupposti per fare male all’Atalanta: dovevamo chiudere gli spazi e sfruttare quelli che eventualmente si sarebbero aperti – ha proseguito -. L’idea di schierare Molina da attaccante vicino a Pussetto e a Beto intendeva agevolare l’uno contro uno e gli inserimenti: in settimana ho detto a Naheul di buttarsi ogniqualvolta se ne fosse aperta la possibilità”.
Infine, sull’arbitraggio: “Come capita durante la partita ci sono interpretazioni diverse: da bordocampo c’è una visuale parziale, c’era un mezzo fallo su Udogie in occasione del vantaggio atalantino. Poi c’è stato un fallo laterale prima dell’1-0”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Atalanta; Gasperini, espulso da un ragazzino
‘Gli arbitri sono professionisti, ci mettano la faccia’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
24 ottobre 2021
15:47
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Perché mi devo far sventolare dei cartellini da dei ragazzini?”.
Gian Piero Gasperini dalla pancia dello stadio di Bergamo non manda giù l’espulsione al novantesimo in Atalanta-Udinese: “Una cosa assurda.
Non ho una controparte che mi spieghi il perché: c’è stato un fallo di Scalvini su cui ha protestato tutto lo stadio, un’azione nostra, una loro. Questi signori devono metterci la faccia: non ho protestato, non ho detto niente, non ci sono stati episodi in questa partita”, rimarca il tecnico nerazzurro.
“Non stavo rimproverando un mio giocatore, non ho detto proprio niente: è la mia parola contro la loro, non mi sono nemmeno accorto di essere stato ammonito – continua Gasperini -.
Mi sono solo chiesto ad alta voce per quale motivo lo fossi stato. Gli arbitri sono professionisti, può darsi non siano pagati molto, ma devono comportarsi come tali venendo a spiegarci le situazioni: se ci mettessero la faccia, almeno si vedrebbero di che pasta sono. C’è un problema di qualità enorme”.
Sulla gara: “Se hai l’opportunità di chiuderla, con una squadra fisica si rischia sulla prima palla inattiva. Abbiamo fatto la nostra partita, tecnicamente non bellissima, dovendo badare alle ripartenze avversarie che non hanno comunque prodotto occasioni eclatanti. Sull’1-0 gli spazi erano più aperti, l’Udinese ha inserito attaccanti”. Sui sette assenti odierni, Gasperini precisa che “Demiral, Maehle e Toloi sono recuperabili, Pessina è vicino, per Gosens e Djimsiti ci vorrà un po’ di più”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Vlahovic evita il rigore poi segna, Fiorentina vince
Cagliari battuto 3-0, ma sul dischetto va Biraghi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
24 ottobre 2021
22:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Fiorentina travolge il Cagliari con tre reti e torna al successo dopo due ko di fila: Biraghi su rigore e Gonzalez nel primo tempo, Vlahovic a inizio ripresa su punizione.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Proprio l’attaccante serbo era il giocatore più atteso, dopo aver rifiutato il rinnovo con il club viola molti si chiedevano come sarebbe stato l’impatto con un Franchi di nuovo gremito (20.000 spettatori) e gli ultrà tornati in curva Fiesole: a parte qualche fischio durante il riscaldamento Vlahovic durante la gara non è stato oggetto di contestazione ma la tifoseria viola è rimasta sorpresa quando sul dischetto, per battere il rigore assegnato al 21′ del primo tempo sullo 0-0 per un fallo di mano di Keita (Banti ha richiamato l’arbitro Rapuano al var) si è presentato Biraghi anziché Vlahovic, il primo rigorista della squadra (in questo campionato 3 su 3).
Dopo un veloce confronto con i compagni il serbo dai labiali ha detto rivolto a Torreira ‘non me la sento’, Gonzalez ha provato a convincerlo ma alla fine è stato il capitano Biraghi a calciare e a portare in vantaggio la Fiorentina sugli 11 metri, corsa sotto la Fiesole, applausi del pubblico, Vlahovic si è un po’ fermato prima di esultare sotto la curva e poi è corso abbracciato a Biraghi verso Italiano.
Lo stesso è accaduto quando il numero 9, che si è battuto molto insieme alla propria squadra andata al riposo col doppio vantaggio (di Gonzalez il momentaneo 2-0), ha timbrato il tris con una precisa punizione dal limite (7° gol viola stagionae): ha sprigionato la sua gioia correndo verso la panchina per abbracciare l’allenatore e farsi travolgere dai compagni mentre lo speaker intonava il suo nome e molti spettatori facevano altrettanto.
Italiano si era raccomandato alla vigilia: per tutta la gara i tifosi devono sostenere la squadra poi alla fine possono applaudire o criticare. E al fischio finale sono stati solo applausi per questa Fiorentina che ha dominato un Cagliari brutto e senza anima tanto che il punteggio avrebbe potuto essere ancora più rotondo. Sia nel primo che nel secondo tempo i viola hanno macinato gioco e costruito azioni trascinati in particolare da Saponara preferito a sorpresa a Callejon e schierato a sinistra. Il numero 8 viola ha colpito l’incrocio dei pali e innescato Gonzalez, posizionato a destra, per il secondo gol. La squadra sarda, con il tandem Joao Pedro-Keita in attacco, è parsa la controfigura di quella che aveva battuto con merito la Sampdoria nell’ultimo turno: mai pericolosa (Terracciano non ha fatto una parata), fin da subito in difficoltà davanti alla manovra rapida e avvolgente della Fiorentina. Dopo un cambio forzato (fuori l’ex Caceres per infortunio) Mazzarri ha provato a dare la scossa con quattro sostituzioni nella ripresa ma è bastato a cambiare il verdetto del match sempre in mano agli uomini di Italiano che in classifica hanno superato la Lazio prossima avversaria.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Giudice A; 3 squalificati dopo gare 22 e 23 ottobre
Fermati Soriano e Soumaoro del Bologna e Bereszynski della Samp
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 ottobre 2021
17:30
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sono tre i calciatori squalificati per una giornata dal giudice sportivo della serie A, Gerardo Mastrandrea, in relazione alle partite della nona giornata del campionato di serie A giocate venerdì 22 e sabato 23 ottobre.

Gli squalificati sono Roberto Soriano e Adam Soumaoro, entrambi del Bologna, ed espulsi ieri sera durante il match con il Milan.
Fermato per una giornata anche Bartosz Bereszynski della Sampdoria.
Ammenda di 5mila euro per il Milan e 3mila per il Bologna per il lancio da parte dei rispettivi sostenitori di alcuni petardi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fiorentina: Italiano,Vlahovic sapeva che doveva reagire
‘Rigori decisi in rifinitura: calcia chi se la sente’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
24 ottobre 2021
17:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“I rigoristi, tra i tre quattro che di solito li tirano, si decidono nell’allenamento di rifinitura: chi va sul dischetto deve esser convinto di fare gol.
Con me non succederanno mai certi siparietti sul dischetto…Oggi e’ stato Biraghi ad andare, deciso, sul dischetto: tirare un rigore sullo 0-0 non e’ facile”.
Vincenzo Italiano racconta cosi’ l’episodio del rigore tirato dal capitano e non dal centravanti serbo. “Come l’ho visto sul gol? Lui sa – ha aggiunto il tecnico della Fiorentina – che nelle ultime partite per responsabilita’ della squadra e anche un po’ sue, e’ giusto reagire, da parte di tutti”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Simeone, 4 gol? questa mattina ho fatto meditazione
‘Cholito’, ho Lazio nel cuore ma ho dovuto fare il mio mestiere
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 ottobre 2021
18:09
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sto bene, lottiamo tutti e questo mi dà carica, mi fornisce energia vedere i miei compagni che si gettano a terra anche sul 3-1.
Personalmente è molto emozionante.
Questa mattina guardavo la Lazio e avevo sognato di fare 2 o 3 gol, e oggi sono contento perché ce l’ho fatta”. Così ‘el Cholito’ Simeone racconta le proprie sensazioni nel dopo-partita di Verona-Lazio, match nel quale ha segnato 4 gol.
“Ho preparato questa partita come sempre – dice ancora l’attaccante dell’Hellas -. Sono molto curioso, voglio conoscermi e per questo faccio meditazione, per me è importante, guardarsi dentro. In mattinata ero nervoso, ho lavorato su questa emozione ed è andata bene. Caprari? Bravissimo ragazzo, non mi sono mai trovato così bene e così velocemente con un giocatore”.
Poi Simeone jr riserva una battuta alla Lazio, la squadra con cui suo padre Diego vinse, da calciatore, lo scudetto nel 2000.
“Per me tutte le partite sono importanti. Ovviamente ho molto rispetto per la Lazio perché ce l’ho nel cuore – ammette -, ma sono un giocatore e devo fare il mio mestiere. Io lavoro tutti i giorni per farlo sempre. Ora mi voglio godere questo momento”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
2-1 al Barcellona, Real Madrid vince il ‘Clasico’
Decisive le reti di Alaba e Vazquez, inutile prodezza di Aguero
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BARCELLONA
24 ottobre 2021
18:24
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Va al Real Madrid il primo ‘Clasico’ della stagione, giocato in un Camp Nou gremito in ogni ordine di posti.
La squadra di Carlo Ancelotti è andata in vantaggio con una ‘sassata’ di Alaba al 32′, poi gli altri due gol sono arrivati nel recupero.
Prima, al 48′ st ha raddoppiato Lucas Vazquez per il Real, con un destro da posizione ravvicinata, quattro minuti dopo rete del Barcellona con Aguero, che era entrato al 29′ st al posto di Ansu Fati, oggi in ombra.
Grazie a questo successo il Real guida la classifica della Liga con 20 punto, e a pari merito con il Siviglia, che oggi ha battuto il Levante per 5-3, e con la Real Sociedad, che affronta l’Atletico Madrid alle 21. Se i baschi vincessero, andrebbero a 23 punti e +3 su Real e Siviglia, se invece vincesse l’Atletico andrebbe anche lui in testa con 20 punti e al comando della classifica ci sarebbe un quartetto. Il Barcellona è invece ottavo, con 15 punti.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sarri, la Lazio si è sciolta come neve al sole
Tudor, ‘ho visto tanta roba, e sono felice per Simeone’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
VERONA
24 ottobre 2021
19:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo giocato male, inutile girarci attorno.
Non mi aspettavo una prestazione simile dalla mia squadra.
Sapevamo della forza del Verona che fa dell’aggressività’ la sua arma migliore. Ma proprio sull’aggressivita’ ci sono stati superiori”. E’ molto deluso Maurizio Sarri, che prima di parlare nel dopopartita di Verona ha trascorso più di un’ora nello spogliatoio con ui suoi. “I ko con Bologna e Verona fanno male nello stesso modo – dice ancora l’allenatore della Lazio -, al limite a Bologna eravamo ancora più morti di oggi. La situazione era abbastanza simile. A Bologna eravamo in un momento di down, la gara con il Verona mi ha sorpreso perché avevo visto la squadra consapevole dell’importanza di questa partita, poi ci siamo sciolti come neve al sole”. Secondo il tecnico dei biancocelesti, “c’erano i presupposti per tornare in gara ma alla fine c’è da constatare il livello di aggressività degli avversari che hanno dominato.
Stiamo mostrando grandi limiti a livello di continuità, una squadra non può vincere con Roma e Inter e poi perdere a Bologna e a Verona, con tutto il rispetto per gli avversari”.
In casa Hellas l’allenatore Igor Tudor è visibilmente soddisfatto. “Sono molto contento per la gara di Simeone, ha fatto una partita completa che non vedevo da tanto – dice -. Ho visto tanta roba, i ragazzi vogliono giocare e lavorare sodo.
Sono contento che la loro qualità esca. Dobbiamo continuare su questa strada e crescere, la chiave è quella”.
Tudor svela anche che “ho detto ai ragazzi nell’intervallo, questa volta non dovevamo farla scappare questa partita. Faccio loro i complimenti perché sono stati intelligenti, hanno capito le cose giuste da fare nel secondo tempo. Questa vittoria ci dà ancora più fiducia per il futuro. Noi cerchiamo di giocare sempre uguale, dobbiamo giocare sempre a mille a prescindere dal risultato. Queste sono le nostre caratteristiche”. “Non vogliamo cambiare niente, poi però dipende dai momenti della partita – spiega -. Sono contento di questo oggi, abbiamo mantenuto lo stesso atteggiamento anche con la Lazio in pressione. Dobbiamo sempre spingere fino alla fine”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
5 gol in 55′, Liverpool umilia United a Old Trafford
Tris Salah. Per panchina Manchester spuntano nomi Conte e Zidane
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 ottobre 2021
20:19
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cinque gol in cinquantacinque minuti, una tripletta di Salah, e il Liverpool umilia il Manchester United all’Old Trafford.
E’ l’inatteso epilogo del big match della nona giornata di Premier League.
Subito in gol al 5′ con Naby Keita, al 13′ e’ arrivato il raddoppio di Diogo Jota. Poi, si e’ scatenato Salah, in gol al 38′, al 5′ di recupero e al 5′ del secondo tempo. Cristiano Ronaldo si e’ visto annullare un gol con la Var, quando lo United gia’ perdeva 5-0, a completare la giornata disastrosa l’espulsione di Pogba.
Il Liverpool avvicina il Chelsea primo a 22 punti, e ora la distanza e’ di una sola lunghezza. Per Solskjaer tornano d’attualita’ le voci di esonero e tra i candidati alla panchina dello United si fanno i nomi di Antonio Conte e Zinedine Zidane.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Napoli frena, con la Roma è 0-0
Pari tra Atalanta e Udinese. Vince Fiorentina, Lazio ko a Verona
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 ottobre 2021
20:23
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Napoli ferma la sua serie record di vittorie ciccando la nona, ma il pari all’Olimpico le consente di restare in testa insieme al Milan al termine di una vibrante gare senza gol.
La Roma riscatta il tonfo in Europa cercando di piu’ la vittoria, ma l’organizzazione eccellente di Spalletti e’ difficile da superare.
E’ comunque una serie A da fuochi di artificio: 34 gol prima del posticipo dimostrano la filosofia delle squadre che rischiano per vincere. In attesa dei due turni in cinque giorni si infiamma la lotta per l’Europa: mentre il Milan aggancia il Napoli, frena l’Atalanta, raggiunta dall’Udinese e frana la Lazio, travolta da quattro gol di Simeone che trascinano in alto il Verona di Tudor. A trarre maggiore giovamento dai due risultati a sorpresa e’ la Fiorentina che vince facilmente su un Cagliari nuovamente dimesso, con Vlahovic che batte i fischi del Franchi con una magia su punizione.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mourinho, i cinque in tribuna? per me è difficile perdonare
‘Match in Norvegia rimane nella mia storia. Ma non è finita’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
24 ottobre 2021
20:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Perché ho lasciato in tribuna cinque dei calciatori scesi in campo giovedì in Conference League? Mi mettete in una situazione difficile, perché sono cose e messaggi di spogliatoio.
E questo, l’avere questa panchina piena di ragazzini, era un messaggio importante.
Quella partita in Norvegia rimane nella mia storia e per me è difficile perdonare”. Così José Mourinho, dai microfoni di Dazn, risponde a chi gli chiede il motivo della sua decisione di non convocare per Roma-Napoli i vari Reynolds, Kumbulla, Borja Mayoral, Villar e Diawara. Ma, almeno, ‘Mou’ punta a recuperarli? “Certamente – risponde -. Non sono giocatori che hanno una croce davanti alla faccia ed è finita, assolutamente no”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inter-Juventus 1-1
Apre le marcature Dzeko, Dybala la pareggia su rigore nel finale
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
24 ottobre 2021
23:00
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inter e Juventus 1-1 (1-0) nel posticipo della nona giornata del campionato di serie A.
Dzeko porta in vantaggio i padroni di casa nel primo tempo ma i nerazzurri vengono raggiunti nel finale da Dybala che realizza un rigore assegnato dal Var.
Espulso per proteste il tecnico nerazzurro Simone Inzaghi. Con il pareggio di questa sera l’Inter è a – 7 dalla testa della classifica occupata da Milan e Napoli, la Juve è a -10.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Real Sociedad pareggia a Madrid, ora comanda la Liga
Contro Atletico va in vantaggio 0-2 poi doppietta di Suarez
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
25 ottobre 2021
00:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Una doppietta del ‘Pistolero’ Luis Suarez evita all’Atletico Madrid la sconfitta contro la Real Sociedad, che al Wanda Metropolitano era andata in vantaggio con le reti di Sorloth e Isak.
Poi, nel secondo tempo, Suarez prima segna di testa su cross di Joao Felix, e successivamente, al 32′ st, pareggia su rigore concesso dopo consulto al Var, per un fallo subito da Mikel Merino.

Con il punto preso a Madrid la Real Sociedad si isola al comando della Liga a quota 21 e una lunghezza di vantaggio su Real Madrid e Siviglia, che però hanno giocato una partita in meno.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Allegri, buon pareggio che pesa molto
Di fronte ottima Inter, in certe situazioni dovevamo fare meglio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 ottobre 2021
00:08
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Quanto pesa questo pareggio? Pesa molto perchè avvenuto dopo una bella prestazione, nel secondo tempo ancora meglio.
Prima del gol del pareggio ci sono state due-tre situazioni dove non abbiamo chiuso l’azione, dove McKennie non ha chiuso sulla palla indietro di Kulusevski, non ha chiuso sulla palla indietro di Chiesa, sono situazioni nelle quali bisognava fare meglio”.
Lo ha detto il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri, intervistato da Dazn dopo il pareggio per 1-1 contro l’Inter. “La squadra ha giocato un pochino più alta, con più fiducia, contro un’ottima Inter che comunque è una squadra fisica, che ha tecnica, e bisognava fare una prestazione del genere. Stiamo comunque migliorando la condizione fisica. Anche la fiducia sta crescendo, infatti nelle 4 partite prima di oggi non avevamo subito reti. È un bel punto, ora dobbiamo vincere assolutamente con il Sassuolo mercoledì”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bertolini: “Mondiali? Vogliamo ripetere esperienza del 2019”
‘Torneo ogni due anni per le donne? Può essere una buona idea’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
09:10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Anche noi ci giochiamo la qualificazione ai Mondiali contro la Svizzera: siamo le favorite del girone, domani saremo in Lituania contro la quale siamo le favorite.
Però, in campo internazionale non si sa mai, anche perché giocheremo su un campo sintetico.
Noi, però, vogliamo provare ad andare ai Mondiali”. Così Milena Bertolini, ct della Nazionale femminile di calcio, che è intervenuta a Radio anch’io lo sport, su RadioRai.
“Vogliamo ripetere un Mondiale come quello del 2019, anche per continuare la crescita del calcio femminile – prosegue -. Le nostre calciatrici hanno qualità importanti, speriamo di migliorarci anche sul piano fisico. Vincere un Mondiale per un il movimento calcistico femminile significherebbe ricevere una spinta propulsiva importantissima per la crescita: abbiamo visto come sia cambiata in Italia la percezione del calcio femminile dopo il Mondiale 2019. Bisogna anche tener conto della progettualità, in precedenza l’Italia non era stata al passo degli altri Paesi”.
Secondo la Bertolini “l’ipotesi di un Mondiale ogni due anni è da valutare, perché i calendari del calcio femminile non sono così pieni come quelli maschili. Per promuovere un movimento che sta crescendo in tutto il mondo potrebbe essere una buona idea”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve, Dybala: “Bello giocare partite come contro l’Inter”
Gol al rientro con nerazzurri per n.10. Chiellini: “Avanti così”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 ottobre 2021
09:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo stati bravi a non disunirci dopo il gol preso, lottando in mezzo al campo e strappando alla fine un meritato punto.
Avanti così”: sui social Giorgio Chiellini commenta così il pareggio della Juventus a San Siro contro l’Inter.

Anche Leonardo Bonucci sottolinea la forza dei bianconeri: “Lottare, fino alla fine. È questo il DNA Juve”, scrive il difensore a poche ore dal punto conquistato in rimonta. La firma è stata di Paulo Dybala, in gol su rigore al rientro dopo l’infortunio: “Sempre bello giocare queste partite, forza Juve” si legge sul profilo Instagram dell’argentino. “Torniamo a casa con un punto importante”, dice il centrocampista Rodrigo Bentancur. Ora testa al turno infrasettimanale, con la Juve impegnata allo Stadium mercoledì pomeriggio alle 18.30 contro il Sassuolo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Rocchi: “Spalletti? Da toscano magari capivo la sua battuta”
‘Massa ha reagito come noi vogliamo che arbitri reagiscano’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
10:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ieri ero a Roma e ho parlato sia con Mourinho che con Spalletti: sono contento che entrambi si siano scusati a fine partita.
Questo gesto dimostra grande intelligenza da parte loro.
Sono stato in campo fino a ieri e ho molto apprezzato questo, perché so benissimo che l’adrenalina durante la partita e anche alla fine è altissima e può far perdere il controllo. Invece, quando sei a freddo e realizzi che ti comporti così… A entrambi vanno i miei complimenti”. Così Gianluca Rocchi, commentando l’espulsione di Luciano Spalletti (che si è ‘complimentato’ per l’arbitraggio con Massa) in Roma-Napoli, parlando a Radio anch’io lo sport, su RadioRai.
“Spalletti è toscano come me, ha la battuta come me e quindi, probabilmente, se avesse fatto una battuta come ha fatto con Massa a fine partita, io avrei agito in maniera diversa, perché magari sapevo dove voleva andare a parare. Massa probabilmente è più introverso, ha un carattere diverso, l’ha vissuta male e ha reagito così. Probabilmente si è sentito attaccato e ha reagito come noi abbiamo chiesto di reagire: noi chiediamo ai nostri ‘fischietti’ estrema educazione e signorilità, ma di essere intransigenti con chi si comporta male. I ragazzi stanno rispondendo in questo”, aggiunge Rocchi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Rocchi: ‘La giornata di ieri ottima per gli arbitri’
Designatore: ‘Con il ritorno del pubblico diventa più difficile’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
10:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Sono veramente soddisfatto per la giornata di ieri: gli arbitri si sono comportati ottimamente.
Stiamo assistendo a delle partite bellissime, se lo sono un po’ del merito è anche dei nostri arbitri.
Quest’anno, indiscutibilmente, con il ritorno del pubblico negli stadi, il compito degli arbitri è più difficile. Noi abbiamo fatto la scelta di investire sui giovani: ieri avevamo Mariani e Massa, che sono internazionali, ma restano comunque ragazzi in crescita, che non hanno l’esperienza di un Orsato”. Così il designatore arbitrale, Gianluca Rocchi, a Radio anch’io lo sport, su RadioRai.
“Ieri ero a Roma e ho parlato sia con Mourinho che con Spalletti: sono contento che entrambi si siano scusati a fine partita. Questo gesto dimostra grande intelligenza da parte loro. Sono stato in campo fino a ieri e ho molto apprezzato questo, perché so benissimo che l’adrenalina durante la partita e anche alla fine è altissima e può far perdere il controllo. Invece, quando sei a freddo e realizzi che ti comporti così… A entrambi vanno i miei complimenti”. Così Gianluca Rocchi, commentando l’espulsione di Luciano Spalletti (che si è ‘complimentato’ per l’arbitraggio con Massa) in Roma-Napoli, parlando a Radio anch’io lo sport, su RadioRai. “Spalletti è toscano come me, ha la battuta come me e quindi, probabilmente, se avesse fatto una battuta come ha fatto con Massa a fine partita, io avrei agito in maniera diversa, perché magari sapevo dove voleva andare a parare. Massa probabilmente è più introverso, ha un carattere diverso, l’ha vissuta male e ha reagito così. Probabilmente si è sentito attaccato e ha reagito come noi abbiamo chiesto di reagire: noi chiediamo ai nostri ‘fischietti’ estrema educazione e signorilità, ma di essere intransigenti con chi si comporta male. I ragazzi stanno rispondendo in questo”, aggiunge Rocchi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Inter-Juve, Moratti: ‘Il rigore ha rovinato la partita’
‘Ferisce il sentimento di chi va allo stadio’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2021
13:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Non so se definirlo un ‘rigorino’, certamente la situazione di ieri ha un po’ rovinato la partita.

Non mi è parso che, dopo 7′, ci fosse una scoperta incredibile da sovvertire una situazione.
Mi pare una decisione che ferisce un sentimento di chi va a vedere partite di questo livello. Di principio gli arbitri lasciano giocare durante la partita, anche se a volte non succede: penso ai ‘rossi’ di Bologna, in cui ci sono picchi di severità improvvisa. Il rigore ha cambiato la sfida, non mi è sembrato qualcosa di grave o che obbligasse a intervenire eccessivamente”. Così Massimo Moratti, a Radio anch’io lo sport, su RadioRai.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Moratti: “L’Inter gioca bene ma non ha ancora fiducia”
Ex presidente: “Conte ha vinto, Inzaghi ha bella responsabilità”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
10:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Credo sia una stagione molto diversa da quella passata.
L’Inter diverte, gioca bene, specie nei primi tempi, ma non ha ancora fiducia in sé stessa.
I punti di svantaggio mettono nella condizione di non essere troppo sicuri da questo punto di vista”. Così Massimo Moratti, ex presidente dell’Inter, parlando a Radio anch’io lo sport, su RadioRai.
“Mourinho? Aveva già avvisato, nei momenti di esaltazione, dei pericoli di avere una rosa corta, alla Roma – aggiunge -.
Certo, una sberla come quella di giovedì non se la poteva aspettare nessuno ed è rimasto esterrefatto. Ieri però ha giocato bene, penso si sia rifatto. Il calcio è cambiato? Quando le squadre iniziano a costare così tanto è logico che intervengano le multinazionali. Le medie credo potrebbero farcela, ma le grosse società possono solo appartenere ai grandi gruppi”.
Sul paragone fra Antonio Conte e Simone Inzaghi, Moratti sottolinea: “Conte ha dimostrato di vincere, quindi è stato bravissimo. Inzaghi è totalmente diverso, si è preso una bellissima responsabilità. Se il prossimo derby può cambiare il destino di una o dell’altra squadra? Il primo tempo dell’Inter ieri è stato magnifico e la Juve di contro molto deludente. Se vanno avanti così, il derby diventa una partita bellissima, vincerla diventerebbe davvero importante”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Rocchi: “Da Var grandi benefici, ma decidano arbitri in campo”
Designatore: “In Italia c’era bisogno di ‘fischietti’ giovani”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
10:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Il gruppo arbitrale è giovane? Spero che tutto il mondo del calcio aspetti questi ragazzi: commetteremo degli errori, ma credo che il calcio italiano avesse bisogno di arbitri giovani e strutturati.
La Var è uno strumento fondamentale, che va usato, ma chiedo e pretendo che gli arbitri decidano in campo.
Del resto ce lo chiedono anche allenatori e giocatori”. Così Gianluca Rocchi designatore arbitrale, parlando a Radio Anch’io lo Sport, su RadioRai.
“La Var ha portato grandi benefici. Come in tutte le cose, dopo i primi due anni c’era soddisfazione, perché la Var ha portato molta più giustizia nel calcio, dal momento che i gol in fuorigioco sono quasi del tutto spariti. E’ un meccanismo da oliare e sono sicuro che avrà tanto sviluppo: avremo una Var diversa in futuro”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juric, ‘Belotti? A gennaio resta’
Allenatore granata aggiunge: “A fine anno si vedrà”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 ottobre 2021
10:41
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“A gennaio non va via, si vede a fine campionato: mi auguro faccia una grande stagione, poi ci guarderemo negli occhi e sceglierà il suo futuro”: così il tecnico del Torino, Ivan Juric, sulla situazione legata ad Andrea Belotti.
“E’ entrato bene con Napoli e Genoa, il suo recupero procede graduale – aggiunge sulle condizioni fisiche del Gallo – ma bisogna stare attenti”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ghirelli: “Il bel calcio di C offuscato da quattro delinquenti”
N.1 Lega Pro: “Chiederò ai legali di costituirci parte civile”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
10:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“A Cattolica tornano gli Under 15-16-17 dopo l’incubo Covid-19; a Cesena giocano i bambini e le bambine; ad Ancona la presidente Nocelli con la gentilissima e bravissima segretaria Mancini apparecchiano per un pranzo con chi lavora allo stadio; a Foggia le curve sono stracolme di tifosi, canti e bandiere: questi sono solo uno spaccato di cosa sia il calcio di Serie C”.
Così il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli.

“Poi, ieri sera, un gruppo di delinquenti pseudo tifosi lungo la Salerno-Avellino blocca il traffico automobilistico e scatena una violenza assurda. Il risultato di un lavoro dei club con i tratti della amicizia, della solidarietà, del sorriso viene offuscato da una banda formata da quattro delinquenti – aggiunge -. Sono certo che le forze dell’ordine pubblico li assicuri per i provvedimenti che meritano alla giustizia”.
“Sappiamo che, comunque, il danno già subito è superiore.
Oggi, chiederò ai legali di esaminare la possibilità di costituirci come parte civile e chiedere i danni di reputazione e di immagine che ci hanno creato. Ora, veramente, è il tempo di agire dopo mesi di dolore e assenza dagli stadi”, conclude.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan: Pioli, recuperati Theo Hernandez e Kessié
Ibra e Giroud insieme? Ci danno fisicità ma entrambi non al 100%
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
25 ottobre 2021
12:35
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Theo Hernandez potrà far parte della partita non dall’inizio, ma per uno spezzone.
Kessié sta bene ed è disponibile”: lo dice il tecnico del Milan Stefano Pioli alla vigilia della sfida contro il Torino.

L’allenatore rossonero non esclude di schierare anche in futuro, come già accaduto contro il Bologna, la coppia Ibra-Giroud: “Le ultime sono state due gare particolari. Quando abbiamo bisogno di più fisicità abbiamo la possibilità di mettere Ibra e Giroud. Entrambi non sono al 100%, la cosa importante è che diano continuità sia in allenamento che in partita”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
United: Solskjaer a rischio, Conte possibile sostituto
Lo 0-5 subito dai Red Devils fa tremare panchina del norvegese
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
16:58
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La panchina di Ole Gunnar Solskjaer è sempre più in bilico e il clamoroso 5-0 subito in casa contro il Liverpool ieri dal Manchester United potrebbe dare il colpo di grazia all’allenatore norvegese, uno dei protagonisti da calciatore dell’era contrassegnata dai successi di sir Alex Ferguson.
Fra i nomi dei possibili sostituti, in caso di esonero di Solskjaer, secondo il The Guardian, c’è anche quello di Antonio Conte, ancora senza squadra dopo l’addio all’Inter.

L’allenatore leccese avrebbe aperto alla possibilità di allenare i ‘Red devils’, ma avrebbe chiesto determinate garanzie alla dirigenza dello United sulle prossime strategie. Oggi sulle questioni tecniche e sulle prossime scelte dobrebbe esprimersi Joel Glazer, dell’omonima famiglia statunitense che gestisce le quote azionarie del club. L’ad del club, Richard Arnold, avrebbe cancellato tutti gli appuntamenti lunedì per parlare proprio con Glazer.
Conte – secondo il giornale – non ha ricevuto alcun contatto formale dal club, si è sempre detto poco propenso ad accettare una squadra a stagione iniziata, ma farebbe un’eccezione per lo United, perché considera il club un’opportunità speciale. Conte ha anche vinto la Premier League alla guida del Chelsea nel 2016/17 e la FA Cup nella stagione successiva

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Genoa: Ballardini, dobbiamo lottare su ogni pallone
Allenatore rossoblù, con lo Spezia dobbiamo giocare da squadra
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
25 ottobre 2021
15:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ necessario che il Genoa sappia che deve lottare, giocare, aggredire e ha il dovere di avere un atteggiamento da squadra che lotta su ogni pallone dal primo all’ultimo minuto”.
Alla vigilia della sfida con lo Spezia diretto concorrente per la salvezza, Davide Ballardini vuole un Genoa consapevole della propria posizione in classifica, una squadra giochi con intensità e aggressività per tutti i novanta minuti e non solo dopo aver subito il gol dagli avversari, come accaduto nelle ultime sfide.

Il tecnico rossoblù dovrà fare i conti ancora con un infortunio, quello di Fares che per una lesione al soleo sarà costretto a rimanere fermo per tre settimane. La sua assenza si va a sommare a quelle già conclamate di Maksimovic, Bani, Hernani, Vanheusden e Cassata. Ma potrà contare su Destro e su Caicedo, in crescita.
“Non recuperiamo nessuno – ha spiegato il tecnico – saremo gli stessi di Torino senza Fares. Ma dovremo avere un atteggiamento diverso. Bisognerà essere una squadra aggressiva che cerca col gioco ma anche con la pressione di mettere in difficoltà gli avversari. Se non hai questo atteggiamento, se non sei aggressivo dopo diventa tutto più difficile”.
L’importante per Ballardini “sarà giocare da squadra” perché così ” se sei squadra rimedi anche all’errore del compagno e puoi coprire gli eventuali errori singoli”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Assegnato alla Ternana il “B Solidale Award”
Balata, progetto solidarietà dimostra grande cuore della serie B
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
15:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ andato alla Ternana il “B Solidale Award – Premio per il miglior progetto di responsabilità sociale della LNPB 2021′, grazie al progetto Terni col cuore che, informa la Lega cadetta, “ha messo la famiglia al centro della coesione sociale sul territorio e per essersi validamente assunti la responsabilità di condividere le complessità familiari con aiuti concreti”.

“Sono tanti i progetti meritevoli di un riconoscimento provenienti dai nostri club, alcuni innovativi, altri articolati ma tutti testimoniano il grande cuore della Serie B – ha affermato il presidente della Lega B, Mauro Balata -.
La decisione di Cultura & Solidarietà di far rientrare le società della Serie B fra le categorie dei premiati testimonia quanto il nostro lavoro sia apprezzato e riconosciuto anche all’esterno’.
L’evento dell’Associazione “Cultura & Solidarietà” di consegna delle Stelle al merito sociale si terrà mercoledì prossimo presso “Roma Eventi – Piazza di Spagna”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: verso turno ‘facile’ per le big
Niente big match, Toro insidia Milan, rischio Viola per Lazio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
15:55
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fuga a due, dopo nove giornate di serie A: con otto vittorie e un pareggio, Napoli e Milan hanno messo la concorrenza a distanza e si presentano al turno infrasettimanale da favorite nei rispettivi match.
Il Milan domani a San Siro incontra il Torino che non ha mai demeritato con le grandi.
ma il pronostico Snai è sbilanciato sul segno «1», dato a 1,60. A 4,00 si gioca il pareggio, a 5,75 la vittoria del Toro. Il Napoli gioca giovedì in casa col Bologna e la sua vittoria vale 1,40, con il pareggio a 5,25 e il «2», che vale 7 volte la posta.
Alle inseguitrici non resta che vincere, per non perdere ancora terreno. La Juventus ospita il Sassuolo e la quota dell’«1» è a 1,45, mentre la prima gioia emiliana allo Stadium è fissata a 6,25, alto anche il pareggio, a 4,75. L’Inter cerca di ritrovare la vittoria a Empoli, con il «2», offerto a 1,50. Il segno «1» si gioca a 5,50, la «X» vale 4,75. La Roma va a Cagliari con i favori del pronostico, presentando un «2» a 1,75.
I sardi sono dati vincenti a 4,25. Un pari è a quota 4,00. La Lazio di Sarri è stata finora quasi perfetta all’Olimpico e il segno «1», dato a 1,92, è il più probabile anche in un match sulla carta insidioso con la Fiorentina. La «X» è a 3,65, i tre punti viola 3,80. L’Atalanta, finora al di sotto delle attese, va da favorita a Marassi, contro la Samp: «2» a 1,75, il colpo blucerchiato è a 4,25.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Milan Torino 1-0, decide Giroud al 14′
I rossoneri sono in testa alla classifica in attesa del Napoli
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2021
09:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un lampo di Olivier Giroud regala la vetta solitaria al Milan.
Tre punti pesantissimi in una partita non entusiasmante e molto equilibrata ma questo Milan, almeno in campionato, sembra non fermarsi più: 28 punti in 10 partite, un percorso quasi perfetto che fa sognare i tifosi a San Siro.
Ora il Napoli è obbligato a vincere contro il Bologna per tenere il passo dei rossoneri. Questa volta ci ha pensato Giroud, ancora una volta a San Siro, alla prima e unica palla buona del primo tempo. Calcio d’angolo, sponda di testa di Krunic e sulla palla si avventa il francese che sfugge alla marcatura di Lukic. Quarta rete in sei partite, un gol pesantissimo in una gara nel complesso non eccezionale. Il francese che nelle tre partite giocate a San Siro ha sempre firmato il tabellino – solo Mario Balotelli come lui nella storia del Milan – conferma di non aver perso il killer instinct dell’uomo d’area di rigore anche a 35 anni compiuti. Al di là del gol, però, i rossoneri non brillano. Il Torino va vicino al pari negli ultimi minuti – scheggiando anche la traversa – e non demerita, nonostante il risultato.
Il possesso palla, in favore dei granata al 56%, è la prova che la squadra di Juric non si è chiusa in difesa ma le è mancata un po’ di spavalderia. Così il Milan esce dal campo a porta imbattuta, passo avanti chiesto da Pioli per poter davvero lottare fino alla fine per lo scudetto. L’1-0 è l’unica vera emozione del primo tempo. Troppi errori in fase di impostazione per il Milan che fatica a costruire occasioni nette. E non è un caso che il gol arriva su calcio piazzato. A Krunic manca l’estro di Brahim Diaz che tornerà presto a disposizione, ormai guarito dal Covid. Kalulu, a sinistra, soffre in più situazioni e Pioli a inizio ripresa lo richiama in panchina per Theo Hernandez rientrato dopo il tampone negativo. Il pressing aggressivo del Torino limita il giro di palla dei rossoneri ma Tatarusanu non viene comunque mai chiamato in causa, almeno nel primo tempo. Belotti, di nuovo titolare a due mesi dall’ultima partita, lotta ma ha pochi palloni pericolosi da trasformare. A inizio ripresa anche Romagnoli, ammonito, lascia il campo per Kjaer. Stesso destino per Buongiorno del Torino, anche lui dopo un giallo. E’ una partita troppo ‘sporca’ per rischiare doppie ammonizioni. Juric cerca di cambiare l’inerzia della partita e al 9′ della ripresa richiama Belotti e Linetty per Sanabria e Praet.
Una prestazione non indimenticabile quella del capitano granata, ancora lontano dalla condizione migliore. Il secondo tempo non regala emozioni, fino a quando al 31′ Sanabria involato a sinistra calcia in porta un diagonale insidioso su cui si fa trovare pronto Tatarusanu. Bella parata del portiere rossonero che respinge la più chiara occasione da gol costruita dai granata dopo più di un’ora in controllo. Juric si gioca il tutto per tutto e inserisce Zaza a dieci minuti dalla fine. Un finale in crescendo per il Torino che va ancora vicino al pari con una conclusione dalla distanza di Praet che scheggia la parte alta della traversa. Negli ultimi minuti di partita c’è spazio anche per Ibra, giusto il tempo di ricevere l’ovazione di San Siro. Perché nella mente dello svedese e dei compagni di squadra c’è già il big match di domenica con la Roma.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Spezia-Genoa 1-1 e Venezia-Salernitana 1-2
Gli anticipi del turno infrasettimanale della 10ma giornata di Serie A
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2021
12:06
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spezia-Genoa 1-1 e Venezia-Salernitana 1-2 per gli anticipi del turno infrasettimanale della 10ma giornata di Serie A
GOL
Venezia-Salernitana 1-2 Al 90’+5 Schiavone realizza e regala la vittoria ai granata
Spezia-Genoa 1-1 All’85’ pareggia i conti Criscito su calcio di rigore
Spezia-Genoa 1-0 Al 66′ sblocca la gara Colley per i padroni di casa
Venezia-Salernitana 1-1 Al 61′ pareggia per i campani Bonazzoli
Venezia-Salernitana 1-0 Al 14′ sblocca il match Aramu per i padroni di casa
COSI’ ALLA VIGILIA

Genoa: Ballardini perde Fares per lesione muscolare – Una nuova tegola in casa Genoa, alla vigilia della trasferta di Spezia.
Come comunicato dalla società rossoblù, Mohamed Fares ha subito una lesione di primo grado al polpaccio sinistro.
L’esterno, autore di una doppietta all’esordio contro il Cagliari e titolare fisso nel Grifone di Davide Ballardini, salterà dunque sicuramente le prossime tre gare contro Spezia, Venezia ed Empoli, considerando che indicativamente il suo stop sarà di tre settimane circa. Fares si va così ad aggiungere agli altri giocatori infortunati ed attualmente indisponibili: Maksimovic, Bani, Vanheusden, Hernani e Cassata.
Colantuono: ‘Cancellare Empoli e ripartire’ – “Domani ci attende una partita difficile contro una diretta concorrente che lotterà fino alla fine per il nostro stesso obiettivo. Dobbiamo immediatamente cancellare il primo tempo di sabato e ripartire con grande forza e convinzione dalla prestazione della ripresa”. Così Stefano Colantuono, allenatore della Salernitana, ha presentato la sfida di domani contro il Venezia. “Bisogna affrontare la gara con l’atteggiamento giusto, servirà grande attenzione perché in questo campionato si paga ogni minimo errore”. Il tecnico ha quindi concluso: “Recuperiamo solo Gyomber ma non possiamo piangerci addosso per le assenze, sono convinto che chi scenderà in campo domani farà una prestazione importante. La squadra ha grande voglia di fare bene e di riscattarsi, un risultato positivo darebbe un grande slancio per le prossime gare”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juventus: per Kean e Bernardeschi escluse lesioni
Giocatori sottoposti ad esami per lievi infortuni
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
25 ottobre 2021
16:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Massimiliano Allegri può tirare un sospiro di sollievo, gli esami cui sono stati sottoposti Moise Kean e Federico Bernardeschi non hanno evidenziato lesioni.
Lo riporta la Juventus in una nota ufficiale.
Per l’esterno si tratta di una lieve distorsione alla spalla destra, l’attaccante soffre di un affaticamento muscolare ma non ci sono complicazioni. “Le condizioni di entrambi verranno monitorate di giorno in giorno” spiega il club bianconero.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Koeman contestato a Barcellona, ma non rischia la panchina
Solo eliminazione da Champions potrebbe decidere il suo futuro
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
16:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Per Ronald Koeman a Barcellona non tira una bella aria.
L’allenatore dei blaugrana, dopo la sconfitta nel ‘Clasico’, è stato contestato dai tifosi catalani che hanno assaltato la sua auto che stava uscendo dal parcheggio del Camp Nou.
Con una nota ufficiale, il Barcellona ha voluto condannare pubblicamente le azioni dei sostenitori, annunciando provvedimenti nei confronti di chi ha sbagliato: “L’Fc Barcellona condanna pubblicamente le azioni violente e sprezzanti che il nostro allenatore ha subito quando ha lasciato il Camp Nou. Il club adotterà misure di sicurezza e disciplinari affinché tali spiacevoli eventi non si ripetano”, si legge nel comunicato del club.
Secondo i media spagnoli, Marca e As su tutti, il tecnico olandese non rischierebbe il posto. L’idea della dirigenza sarebbe quella di aspettare la chiusura di una stagione ‘transitoria’, come da decenni non se ne vedevano a Barcellona, e poi progettare il rilancio nella stagione 2022/23. Il Barça ora si giocherà il futuro in Champions, a Kiev, contro la Dinamo, e contro il Benfica. Solo un’eliminazione dal massimo torneo europeo potrebbe accelerare l’uscita di Koeman.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Aureliano dirige Milan-Toro,Ayroldi per Lazio-Fiorentina
Napoli-Bologna a Serra, Sacchi per Juve-Sassuolo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
17:17
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sarà l’arbitro Ayroldi a dirigere, domani sera, il match Milan-Torino, uno dei tre anticipi in programma nel turno infrasettimanale della decima giornata del campionato di serie A.
L’incontro dell’altra capolista, Napoli-Bologna di giovedì, è stata affidata a Serra, mentre per Lazio-Fiorentina di mercoledì è stato designato Ayroldi.

Sacchi dirigerà Juventus-Sassuolo, mentre per Empoli-Inter ci sarà Chiffi. Nessuna designazione per l’arbitro Orsato, che nell’ultimo turno era stato addetto al Var in Atalanta-Udinese.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: un turno stop a Spalletti, Mourinho, Gasperini, Inzaghi
Tecnico Napoli ‘con tono ironico irrispettoso verso arbitro’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
17:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La decima di campionato si giocherà senza quattro allenatori: sono stati squalificati per una giornata Gianpiero Gasperini (Atalanta), Luciano Spalletti (Napoli), Josè Mourinho, (Roma), e Simone Inzaghi (Inter), dopo le rispettive espulsioni ieri.
Spalletti, secondo il giudice sportivo della serie A, avrebbe “assumendo un atteggiamento ironico, rivolto al direttore di gara espressioni irrispettose”.

Stesse motivazioni per Gasperini (“espressioni irriguardose”), multato come Spalletti con 5.000 euro, e Inzaghi (“per aver contestato platealmente e con veemenza una decisione arbitrale”). Per Mourinho,la causa è la doppia ammonizione.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Giudice, Procura indaghi su cori razzisti contro Osimhen
Multa 10.000 euro a tifosi Roma per cori anti-napoletani
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
17:39
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il giudice sportivo della serie A, Gerardo Mastrandrea, ha disposto un supplemento di indagine da parte della Procura della Figc sui cori “discriminatori di matrice razziale” rivolti dalla tifoseria della Roma a Victor Osimhen, centravanti del Napoli.
In particolare, il giudice ha chiesto di specificare nel dettaglio “durata e dimensione del coro stesso”, confermando che non si è ripetuto successivamente agli annunci, e in considerazione della “collaborazione della Roma”.
La Procura, se serve, potrà acquisire elementi dai responsabili dell’ordine pubblico.
Alla Roma è stata inflitta una multa di 10 mila euro per “cori insultanti di matrice territoriale nei confronti dei sostenitori della squadra avversaria” da parte dei tifosi romanisti. Diecimila euro di multa anche a Edoardo De Laurentiis, vicepresidente del Napoli, che “entrando senza titolo sul terreno di gioco, ha rivolto agli ufficiali di gara con tono sarcastico, un’espressione irriguardosa”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Calcio donne: Italia in Lituania a caccia della quarta vittoria
Altro match qualificazioni Mondiali prima di sfida con Svizzera
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
25 ottobre 2021
19:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tre vittorie in tre gare nel Gruppo G, undici gol realizzati e zero subiti.
Sono i numeri che certificano l’ottima partenza dell’Italia femminile nel percorso di qualificazione verso i Mondiali 2023.
Per ottenere il pass diretto per il torneo che si disputerà in Australia e Nuova Zelanda, la nazionale dovrà vedersela con la Svizzera, ma prima di concentrarsi sullo scontro diretto del 26 novembre a Palermo sarà necessario battere domani la Lituania nel match che si disputerà domani all’LFF Stadium di Vilnius.
“Queste sono partite da affrontare con grande concentrazione, senza dare per scontato che vinceremo facendo tanti gol – ha dichiarato la ct, Milena Bertolini – non sarà facile soprattutto per le condizioni ambientali: farà freddo e giocheremo sul sintetico, quindi dovremo approcciare la gara nel migliore dei modi. Anche perché mi aspetto di trovare un avversario ancora più chiuso della Croazia, che ci concederà meno spazi”.
Per scardinare il piano tattico della Lituania, la ct punterà sulle qualità tecniche delle calciatrici e sulla profondità della rosa. Per il match di domani saranno tutte a disposizione, da valutare solo Rosucci alle prese con un leggero affaticamento muscolare. “Mi aspetto grande ritmo da parte delle ragazze, dovranno essere brave ad alternare le giocate in ampiezza con le triangolazioni nello stretto”.
Dopo le due vittorie contro le croate, Sara Gama si è invece soffermata sugli aspetti su cui bisognerà lavorare per continuare a crescere: “Possiamo fare ancora meglio dal punto di vista del gioco e del cinismo – queste le parole della capitana azzurra – ma sarà importante anche il ritmo, perché nell’ultimo match con il passare dei minuti lo abbiamo abbassato un po’ troppo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Samp, ecco il film ‘Quagliarella. The untold truth’
Documentario-lancio nuova tv on demand Mola tv, al via dal 29/10
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
25 ottobre 2021
20:15
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il documentario ‘Quagliarella-The Untold Truth’, presentato alla sala Grecale dei Magazzini del Cotone di Genova, ha lanciato in Italia la nuova Ott, televisione indonesiana on demand, ‘Mola tv’ che trasmetterà dal 29 ottobre prossimo.
All’evento hanno preso parte oltre al protagonista del film e capitano della Sampdoria, Fabio Quagliarella, l’Executive Producer di Mola Tv, Mirwan Suwarso e il direttore di Mola Italia nonché autore del film documentario su Quagliarella e sulla sua storia.

“In un primo momento quando mi hanno prospettato l’idea di un documentario – ha raccontato Quagliarella – ero molto scettico perché non ho avuto la carriera di Totti, Del Piero e altri. Ma ho avuto questa particolarità della mia vita. Faccio fatica a parlarne, aprire di nuovo quella voragine, perché la devi riaprire in quel caso, tu devi snocciolare tutto”.
Il film racconta infatti in parallelo la carriera da calciatore di Quagliarella e gli anni di minacce e calunnie nei suoi confronti con accuse pesanti all’attaccante e alla sua famiglia sino alle minacce di morte, da parte di quello che si è scoperto poi essere un funzionario di Polizia, condannato in via definitiva a 4 anni e 8 mesi ed arrestato nel 2019 che aveva per anni ‘stalkerizzato’ il giocatore, i suoi familiari e i suoi amici. “Subito avevo detto poi vediamo – ha ammesso Quagliarella di fronte all’idea di un film sulla sua storia -. Col passare del tempo mi sono fidato dell’autore e di tutta la sua troupe.
Poi piano ci siamo aperti io e la mia famiglia”.
Alla prima del film hanno partecipato tutti i componenti della squadra blucerchiata e via video, trasmessi prima del Film, sono arrivati i saluti dei suoi ex tecnici come Conte, Ranieri, Lippi e Giampaolo. Oltre che degli ex compagni Pirlo, De Silvestri, Soriano e Viviano. Sul palco anche Leonardo Bonucci per anni compagno di stanza di Quagliarella alla Juventus.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Udinese: al via campagna abbonamenti per 13 partite
Sottoscrizioni da oggi per rimanenti gare alla Dacia Arena
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
UDINE
26 ottobre 2021
09:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Udinese Calcio ha lanciato la campagna abbonamenti 2021/2022 all’insegna del motto “Il mio posto è qui”.
La sottoscrizione prende il via questa mattina alle 10.30 con una prima fase di prelazione dedicata agli abbonati della stagione 2019/2020 che, come recita lo slogan, potranno riprendersi il loro posto per le rimanenti 13 gare da disputarsi alla Dacia Arena.

Questo primo segmento della campagna si svolgerà esclusivamente online fino a giovedì. Dal 29 ottobre al 4 novembre, i vecchi abbonati potranno esercitare il diritto di prelazione sul proprio posto (no cambio posto), oltre che online, anche presso i punti vendita autorizzati Ticketone e all’Udinese Point operativo in Curva Nord.
Il 5 novembre (data unica), solo all’Udinese Point della Curva Nord, sarà possibile per i vecchi abbonati scegliere un nuovo posto diverso tra quelli rimasti liberi o liberatisi durante le prime due fasi di prelazione.
Dal 9 al 14 novembre, poi, la campagna si completerà aprendo alla vendita libera dei posti ancora disponibili al termine delle fasi di prelazione.
Anche quest’anno, Udinese Calcio – informa la società – ha voluto confermare la propria politica dei prezzi calcolando le tariffe in base al costo dell’abbonamento 19/20 mantenendo così immutato il rateo.
Si rinnovano anche i pacchetti dedicati a sportivi, universitari e la tariffa family dedicata ai nuclei accomunati dalla passione bianconera.
Queste tariffe hanno il costo unico di 50 euro per 10 partite (escluse Inter e Milan) e sono sottoscrivibili esclusivamente alla Dacia Arena.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan: Brahim Diaz guarito dal Covid
Dopo Theo Hernandez, test negativo anche per lo spagnolo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 ottobre 2021
10:30
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Brahim Diaz è negativo al Covid-19.

Lo annuncia il Milan in una nota.
Lo spagnolo era risultato positivo il 15 ottobre scorso, alla vigilia del match contro il Verona.
Dopo la guarigione di Theo Hernandez, e ora quella di Brahim Diaz, non sono più presenti nella rosa rossonera giocatori positivi al Covid.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Stella al merito sociale al presidente del Cosenza Guarascio
Consegnata domani a Roma dall’associazione “Cultura”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
11:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un riconoscimento per gli investimenti imprenditoriali in campo ambientalista e per l’impegno costante a servizio della comunità.
Vi è anche Eugenio Guarascio, imprenditore calabrese alla guida di “Ecologia oggi”, vicepresidente Confindustria Cisambiente per il Sud e politiche del mare e presidente del Cosenza Calcio tra i destinatari delle Stelle al merito sociale, che domani saranno consegnate a Roma dall’associazione no profit “Cultura&Solidarietà”.

Il premio, giunto alla dodicesima edizione, è destinato alle personalità che hanno saputo valorizzare nei territori d’appartenenza l’impegno nel sociale e promuovere attività di valenza culturale e aggregativa. “Imprenditore ambientalista e presidente di calcio di successo che con abnegazione investe nel suo territorio per lo sviluppo economico e la cultura”, questa la motivazione con cui la giuria – guidata dal presidente dell’associazione, Francesco Vivacqua – ha inteso conferire la Stella al merito sociale al presidente Guarascio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Conte e Zidane in pole per panchina Manchester United
Solskjaer appeso a un filo, ma per ora rimane fino al derby
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
12:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ole Gunnar Solskjaer per ora rimane alla guida del Manchester United, ma la dirigenza del club è alla ricerca di un nuovo allenatore.
Quello attuale ha tempo fino alla stracittadina contro il City del 6 novembre per cercare di salvare la panchina, dopo che in precedenza avrà affrontato il Tottenham in campionato e l’Atalanta a Bergamo in Champions League.

Così il ‘Sun’ scrive oggi, sia sull’edizione in edicola che su quella online, che in pole position per il posto di manager dei Red Devils ci sono Zinedine Zidane e Antonio Conte, con qualche perplessità su quest’ultimo per via del fatto che vorrebbe portare con sé in Inghilterra tutto il suo numeroso staff.
Ma il Sun scrive anche che la dirigenza dello United avrebbe incaricato “uno degli agenti più influenti” di sondare il terreno con altri due tecnici che, a differenza di Zidane e Conte, attualmente non sono liberi. L’obiettivo è cercare di capire le loro idee sul futuro e anche se avrebbero la possibilità di liberarsi. I due sono Brendan Rodgers del Leicester ed Erik Ten Hag dell’Ajax.
Intanto il centrocampista Donny Van de Beek avrebbe confermato l’intenzione di lasciare il club a gennaio, e per lui si parla di un possibile trasferimento in Italia, alla Juventus (che lo segue da tempo) o alla Roma di José Mourinho.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan su Yuri Alberto, Inter PA chiede 20 milioni
E’ ventenne capocannoniere ‘Brasilerao’ obiettivo dei rossoneri
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
RIO DE JANEIRO
26 ottobre 2021
12:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
E’ il ventenne Yuri Alberto dell’Internacional di Porto Alegre, con 11 gol capocannoniere (a pari merito con Hulk dell’Atletico Mineiro e Gilberto del Bahia) del ‘Brasilerao’, l’obiettivo del Milan per rinforzare l’attacco sul mercato di gennaio.
Conferme arrivano dal Brasile, con la precisazione che sul ragazzo ha chiesto informazioni anche il Manchester City (in estate cederà Gabriel Jesus e dovrà quindi rimpiazzarlo), e che comunque l’Inter brasiliana non lascerà partire il suo bomber per meno di 20 milioni di euro.

L’80% della somma verrebbe incassata dal club mentre il restante 20% andrà al giocatore e al suo entourage, proprietari di questa quota del cartellino.
L’Inter di Porto Alegre ha comunque voluto smentire che sia stato già raggiunto un accordo con il Milan per la partenza dell’attaccante a gennaio, che con la sua attuale società ha un contratto valido fino al 31 luglio del 2025. Non è ancora chiaro se Yuri Alberto sia in possesso di un passaporto comunitario.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
San Siro: Sala, con squadre c’è possibilità di mediazione
‘Incontro andato bene, e alla fine troveremo una soluzione’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 ottobre 2021
12:52
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’incontro di ieri tra il Comune di Milano e Inter e Milan sul progetto di realizzazione del nuovo stadio “è andato bene e secondo me c’è una possibilità di apertura, di trovare una mediazione.
Credo che ci rivedremo già in settimana, io penso si possa fare”.

Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha parlato del dialogo con i club per la realizzazione del nuovo impianto sportivo in città a margine della presentazione della nuova edizione di Bookcity, la manifestazione dedicata al libro e alla lettura.
“Qui è un problema di mediazione tra la comprensibile necessità delle squadre di avere un impianto nuovo e la mia necessità di fare rispettare le regole – ha aggiunto – che ci siamo dati, quindi di avere una costruzione sostenibile.
Ovviamente bisogna fare le cose con tutta l’attenzione del caso ed essendo chiari con i cittadini, non voglio dire di più perché penso che sia un errore cominciare a lasciare intendere mezze cose. Quando troveremo una soluzione, mi auguro che la troveremo, ci metteremo la faccia insieme io dal lato Comune e le due squadre e spiegheremo ai cittadini cosa si può e vuole fare”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma: video di Mourinho, dopo espulsione rimasto a bordo campo
Ironia del tecnico, ‘quando non hai biglietto e vuoi vedere gara’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
26 ottobre 2021
14:42
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Quando non hai il biglietto e vuoi disperatamente seguire una grande partita”.
Con queste parole l’allenatore della Roma, Josè Mourinho, ironizza su Instagram dove ha postato un video che lo ritrae nascosto, appena dietro il bordo campo, e arrampicato sul plexiglass sopra le scale che portano verso gli spogliatoi dell’Olimpico, continuando a urlare e vivere la partita contro il Napoli nonostante l’espulsione subita qualche minuto prima.

Per questo, il tecnico portoghese non sarà in panchina con il Cagliari e oggi non parlerà in conferenza stampa. In Sardegna, invece, il settore ospite per i giallorossi sarà sold out con 311 tifosi e da poco è andato tutto esaurito l’Olimpico per domenica in vista di Roma-Milan.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve: Allegri, con Sassuolo non da giocare ma da vincere
Tecnico bianconero, domani servirà anche l’aiuto del pubblico
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 ottobre 2021
13:40
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Ci sono partite da giocare, come quella contro l’Inter, e quelle da vincere, come domani: servirà anche l’aiuto del pubblico, dovremo farci trovare pronti”: così il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, alla vigilia della sfida contro il Sassuolo.
“Domani inizia la prima del trittico verso la sosta – aggiunge l’allenatore – e mercoledì avremo lo Zenit: se saremo bravi, ci consentirà di avere il passaggio del turno in anticipo in Champions”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Morto ex ct della Scozia Walter Smith, era leggenda Rangers
Alla guida della squadra di Glasgow ha vinto 21 titoli
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
13:43
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Con una nota in cui esprime “profonda tristezza” i Glasgow Rangers hanno annunciato la scomparsa, a 73 anni, del loro ex tecnico Walter Smith.
Arrivato alla guida della squadra di Glasgow nel 1991, Smith aveva vinto sette campionati in otto anni, e successivamente aveva allenato l’Everton e fatto l’assistente di Sir Alex Ferguson al Manchester United per poi diventare, nel 2004, ct della Scozia.

E sempre a proposito di Scozia e di Ferguson, era stato suo assistente in nazionale ai Mondiali del 1986. Nel 2007 era tornato ai Rangers con cui aveva vinto altri tre campionati e raggiunto la finale della Coppa Uefa nel 2008, persa 2-0 contro lo Zenit San Pietroburgo.
In tutto con i Rangers Smith aveva conquistato 21 trofei: 10 campionati, 5 Coppe di Scozia e 6 Coppe di lega. Da calciatore era stato un difensore del Dundee United.
“Per i tifosi dei Rangers – è scritto nella nota del club – era e sarà sempre molto più di un manager. Per molti è stato un amico, un ambasciatore del club, ma soprattutto una nostra leggenda”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juventus: Allegri, è ora di segnare un po’ di più
‘Domani per noi sarà più complicato rispetto a Milano’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 ottobre 2021
13:54
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Veniamo da una gara di grande valore e davanti a 60mila persone, domani sarà più complicato rispetto a Milano: quella partita è stata facile preparare, domani sarà più difficile perché ci vorrà un dispendio di energie mentali superiori e se lasci giocare il Sassuolo sono capaci di metterti in crisi”.

Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, presenta così la partita di domani alle 18.30 allo Stadium.
“Speriamo di segnare un po’ di più, è da La Spezia che non facciamo più di un gol – aggiunge l’allenatore – e puntiamo a vincere con due reti di scarto: è un obiettivo che ci diamo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juve: Allegri, col Sassuolo giocano Perin, Dybala e Chiesa
“Out Bernardeschi e Kean, per il resto tutti disponibili”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
26 ottobre 2021
13:59
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi vi faccio contenti, così potete scrivere: contro il Sassuolo giocheranno Perin, Dybala e Chiesa, e rientra anche De Ligt”: con il sorriso sulle labbra, il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegr,i annuncia quattro undicesimi della formazione che sfiderà i neroverdi domani pomeriggio.
“Abbiamo recuperato Rabiot, non ci saranno Bernardeschi e Kean e per il resto sono tutti a disposizione” il punto fatto dall’allenatore.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sarri ‘alti e bassi da un anno e mezzo, Lazio pronta’
Tecnico, con la Fiorentina sappiamo risposte che ci aspettiamo’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
26 ottobre 2021
14:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Siamo in un momento di riflessione.

Sentendo parlare i ragazzi e andando a scavare nel passato abbiamo visto che questi alti e bassi si stanno ripetendo da un anno e mezzo e quasi sempre con le squadre di seconda fascia.

Significa che alla base c’è qualcosa di sbagliato negli approcci”. Così il tecnico della Lazio, Maurizio Sarri, da Formello dove i biancocelesti sono chiusi in ritiro dalla sconfitta per 4-1 di Verona e in vista della sfida di domani con la Fiorentina all’Olimpico.
“Dobbiamo essere un attimino più umili. Abbiamo una buona squadra ma per diventare una grande squadra abbiamo molto lavoro da fare”, ha ribadito l’allenatore che alla domanda se ritiene la sua squadra pronta per la partita contro i viola, ha rimarcato: “Si spera di sì, vediamo le risposte. Sappiamo tutti la partita che dobbiamo fare e le risposte che dobbiamo dare.
Penso che la squadra è pronta. Vedendo l’atteggiamento dei ragazzi di questi giorni, penso di sì”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Verratti infortunato, fuori almeno un mese
Botta all’anca contro il Marsiglia, assente contro la Svizzera
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
PARIGI
26 ottobre 2021
16:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il centrocampista azzurro e del Paris Saint-Germain, Marco Verratti, è nuovamente infortunato: vittima di una botta all’anca rimediata domenica nel “derby” di Francia con l’Olympique Marsiglia, sarà assente almeno 4 settimane secondo quanto si apprende dal PSG.

Verratti, che era stato sostituito alla fine del primo tempo, perderà le due decisive partite della nazionale di Roberto Mancini contro Svizzera e Irlanda del Nord, eliminatorie per i Mondiali 2022.
Con il PSG dovrebbe essere assente nello scontro di ritorno con il Manchester City, in Champions League, il 24 novembre.
La diagnosi dei medici del PSG parla di “lesione profonda dei muscoli obliqui all’anca sinistra”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Koeman: “La mia aggressione è un problema sociale”
L’allenatore del Barcellona: “Ancelotti mi ha incoraggiato”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
16:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Affronteremo una squadra che si è rinforzata e sta disputando un gran campionato.
Sono aggressivi, ricordiamo nella sfida in Copa del Re della scorsa stagione quanto fu difficile superarli.
Sarà complicato, ma avremo occasioni per batterli”. Così Ronald Koeman presenta la sfida contro il Rayo Vallecano, valida per l’11/a giornata d’andata della Liga e in programma domani alle 19 sul terreno dello stadio stadio Teresa Rivero, alle porte di Madrid.
Sull’aggressione dei tifosi all’auto sulla quale viaggiava, avvenuta fuori dal Camp Nou dopo la sconfitta nel ‘Clasico’ di domenica, Koeman ha tagliato corto: “E’ un problema sociale, non vedo una soluzione. Ci sono persone ignoranti, che non conoscono le regole o i valori di una società civile, ma non dobbiamo dare importanza a questa gente. Hanno fatto lo stesso anche con i giocatori e le loro famiglie, succede anche fuori dal centro sportivo, capitò anche a Puyol. Forse con me hanno esagerato, perché pensano sia più colpevole. Ho visto le immagini: c’era un tifoso con la maglia dell’Arsenal davanti alla macchina. A un certo punto ho detto che me ne sarei andato…”.
“Non mi è piaciuto quello che è accaduto – ha aggiunto l’allenatore del Barcellona -. Preferisco persone che comprendono la situazione del club rispetto a quelli che hanno contestato. Le cose stanno migliorando e non dobbiamo guardare al risultato, anche se capisco che perdere contro il Real generi delusione. Voglio godermi questa esperienza, che duri un mese, un anno oppure otto”.
Koeman ha rivelato di essere stato incoraggiato dal collega Carlo Ancelotti. “Noi allenatori facciamo fatica anche quando si vince, ma nelle grandi squadre ce n’è di più. Ancelotti lo sa bene, da allenatore di grande esperienza qual è. Abbiamo parlato di questo e mi ha incoraggiato”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Roma: ancora fuori Villar, Mayoral, Diawara e Reynolds
Mourinho non li ha convocati per Cagliari. Kumbulla, invece, c’è
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
26 ottobre 2021
16:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
José Mourinho prosegue con la linea dura e continua a fare a meno degli ‘epurati’ di domenica scorsa.
Infatti dopo l’esclusione dalla lista dei convocati per la sfida di domenica scorsa contro il Napoli, anche per la trasferta di domani a Cagliari il tecnico portoghese ha deciso di non chiamare Villar, Diawara, Reynolds e Borja Mayoral, che rimarranno nella capitale.
Convocato, invece, Kumbulla, decisione probabilmente dovuta al fatto che ‘Mou’ è a corto di difensori.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Dilettanti, si dimette il presidente Cosimo Sibilia
Gestione affidata al vicepresidente vicario Pellizzari
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2021
09:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il presidente della Lega nazionale dilettanti, Cosimo Sibilia, ha rassegnato le sue dimissioni, con effetto immediato e irrevocabile.

Lo annuncia la Lnd, spiegando che la gestione, secondo quanto previsto dalle norme, viene trasferita al vicepresidente vicario Ettore Pellizzari, il quale – entro 180 giorni – dovrà avviare il percorso elettorale e convocare l’assemblea straordinaria elettiva.

“Rassegno le mie irrevocabili dimissioni alla vigilia di un appuntamento che dovrebbe apparire ‘formale’ ma che, per volontà di terzi, potrebbe avere rilevanza diversa: una buona parte del Consiglio direttivo del 28 ottobre non avrebbe voluto approvare il bilancio. La sola ipotesi che tale vergogna potesse accadere mi impone di farmi da parte, favorendo le condizioni perché un ‘atto dovuto’ non sia barattato col mercato delle aspirazioni carrieriste”. Così l’ex presidente della Lega dilettanti (Lnd), Cosimo Sibilia, spiega la scelta, “giusta conclusione di un percorso che mi ha visto privilegiare dignità, responsabilità e onestà”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Fiorentina: positivo l’argentino Gonzalez
E’ asintomatico ma è già in isolamento
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
26 ottobre 2021
16:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo caso Covid nella Fiorentina: a risultare positivo Nico Gonzalez dopo i test preventivi per la rilevazione del virus.
Il giocatore argentino, asintomatico, è già in isolamento mentre il gruppo squadra viola entrerà ora in bolla e continuerà a seguire tutto l’iter previsto dai protocolli sanitari in accordo con la Asl competente.
Ovviamente Gonzalez non è stato convocato per domani contro la Lazio, out pure Dragowski e Pulgar.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Jorginho “Pallone d’oro? Un sogno,come vincere Mondiale”
Centrocampista a Sky: “Non pensavo di arrivare così lontano”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
16:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il 2021 di Jorginho è senza ombra di dubbio un anno da ricordare: i successi con il Chelsea, l’Europeo con l’Italia e ora la nomination per il Pallone d’oro.

Ai microfoni di Sky Sport l’italo brasiliano non si sbilancia ma ribadisce che la candidatura al prestigioso trofeo “è un sogno”.

“Io non so nulla, al massimo lo chiedo a voi chi ha vinto – dice Jorginho – Sinceramente non so chi è il favorito, ma se smetti di sognare non ha senso giocare a calcio. Sarebbe un sogno, chi non l’ha mai sognato? Da bambino non avrei mai pensato di arrivare così lontano, ma sognato sì e tutto quello che è successo è stato fatto per inseguire il mio sogno da bambino. Sono felice di dare orgoglio alla mia famiglia. E un altro sogno potrebbe realizzarsi nell’inverno del 2022”, aggiunge riferendosi al mondiale in Qatar.
Jorginho parla anche del momento attuale del Chelsea, attualmente in vetta alla Premier League: “Siamo sulla strada giusta, stiamo lavorando tanto e dobbiamo continuare così – le parole dell’italo-brasiliano – Pensiamo alla prossima partita e non facciamo calcoli. Bisogna martellare partita dopo partita.
Più lavori insieme e più capisci quello che devi fare, imparando nuovi movimenti e creando una mentalità sempre più vincente.
Tutto questo ti dà solidità, fiducia e ti fa crescere come gruppo ed è quello che sta succedendo”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
D’Aversa, con Atalanta serve giusto approccio mentale
Tecnico sprona la Samp, domani voglio determinazione
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
17:25
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il successo di venerdì con lo Spezia ha dato ossigeno alla classifica della Sampdoria che adesso mette nel mirino l’Atalanta che sfiderà domani al Ferraris con un altro morale: “I tre punti ti portano a lavorare con entusiasmo.
È l’aspetto mentale che ti porta a dare qualcosa in più negli allenamenti”, spiega Roberto D’Aversa che indica la strada ai suoi ragazzi: “Contro squadre come l’Atalanta sarà fondamentale essere pronti mentalmente nei duelli”, dice l’allenatore che deve rinunciare allo squalificato Bereszynski sulla fascia destra dove al suo posto giocherà Depaoli.
Domani mattina rifinitura e poi lista dei convocati per sciogliere gli ultimi dubbi con l’idea di far giocare la squadra con un 4-3-3: Thorsby e Askildsen ad aiutare Adrien Silva mentre in attacco toccherà a Quagliarella affiancato da Candreva e Gabbiadini.
Per l’Atalanta non ci sarà in panchina il tecnico Gasperini squalificato per un turno, così come era successo a D’Aversa che ha seguito il match con lo Spezia dalla tribuna: “La presenza dell’allenatore può incidere nel lavoro settimanale – ha detto il tecnico blucerchiato -. Nell’ultimo turno ci sono state tante espulsioni, bisogna stare tutti un po’ più tranquilli. Ci vuole buon senso, va capito che noi allenatori viviamo situazioni particolari. C’è Rocchi che ha dato una linea guida e dobbiamo calmarci un po’ tutti quanti”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan: assemblea approva bilancio, 96,4 mln perdite
Gordon Singer entra nel Cda al posto di Gianluca D’Avanzo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 ottobre 2021
17:56
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’assemblea dei soci del Milan ha approvato “una perdita d’esercizio a 98 milioni per il bilancio d’esercizio al 30 giugno 2021, mentre il consolidato è di 96,4”: lo annuncia il presidente rossonero, Paolo Scaroni, in conferenza stampa.
“Un dato importante se si tiene conto che il precedente esercizio registrava una perdita di 194.6 milioni”, aggiunge.
Ufficiale anche l’ingresso nel Cda di Gordon Singer al posto di Gianluca D’Avanzo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari: Godin e Strootman quasi pronti per la Roma
Niente da fare per Nandez e Caceres, ko anche Dalbert
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
26 ottobre 2021
19:50
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Strootman e Godin quasi pronti per la gara di domani con la Roma: l’olandese, ex di turno, e l’uruguaiano hanno partecipato all’allenamento di questo pomeriggio ad Assemini parzialmente in gruppo.

Domani nella rifinitura la scelta definitiva di Mazzarri, ma difensore e centrocampista dovrebbero essere della partita.

Niente da fare, invece, per Caceres e Nandez, gli infortunati di Firenze: anche oggi per loro niente campo e solo terapie. Idem per Dalbert, che invece si era fatto male all’Unipol Domus contro la Sampdoria. Personalizzato ancora per Walukiewicz e Ceter: anche loro staranno fuori dalla lista dei convocati.
Viste le tante assenze, la Primavera potrebbe dare una mano per riempire la panchina. Per il Cagliari una partita difficile, ma da non sbagliare. Soprattutto dopo il tonfo e la brutta prova con la Fiorentina. I rossoblù sono riscivolati al penultimo posto con numeri che certificano la crisi: attacco e difesa sono in cifre tra i peggiori del campionato.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Italdonne senza ostacoli, pokerissimo alla Lituania
Le azzurre proseguono la caccia alla qualificazione mondiale
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
20:02
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La corsa della Nazionale azzurra femminile di calcio verso la fase finale dei Mondiali 2023 – in programma sui campi di Australia e Nuova Zelanda – non conosce ostacoli.
Oggi le ragazze guidate dalla ct Milena Bertolini hanno travolto per 5-0 la Lituania a Vilnius, confermandosi al comando del Girone G a punteggio pieno.
A segno, nel pokerissimo delle azzurre Valentina Cernoia al 13′ pt, Valeria Pirone al 23′ pt, Valentina Giacinti al 34′ pt, Sara Gama al 9′ st, infine Arianna Caruso al 38′ st. Le azzurre proseguono il testa a testa in vetta alla classifica del proprio girone con la Svizzera, proprio come accade ai colleghi calciatori. Il match decisivo per la qualificazione è in programma il 26 novembre sul terreno dello stadio Renzo Barbera di Palermo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Spezia-Genoa 1-1
Criscito pareggia autogol Sirigu
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
20:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spezia e Genoa 1-1 (0-0) in uno degli anticipi della 10/a giornata di andata del campionato di serie A.
Al 66′ arriva l’autogol sfortunato di Sirigu che porta in vantaggio lo Spezia.
La squadra di Thiago Motta spreca più volte il raddoppio e incassa il pari nel finale, sul rigore trasformato da Criscito.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: Venezia-Salernitana 1-2
Gol vittoria campani con Schiavone all’ultimo minuto di recupero
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
20:32
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Salernitana batte Venezia 2-1 in uno degli anticipi della 10/a giornata di andata del campionato di serie A giocata a Venezia.

Prima parte di gara favorevole agli uomini di Zanetti che trovano la rete con un gran gol di Aramu.
Nella ripresa, la formazione di Colantuono accelera e si affida a Ribery che serve l’assist per il pari di Bonazzoli. Il Venezia resta in 10 per l’espulsione di Ampadu e la Salernitana accelera trovando il gol vittoria con Schiavone all’ultimo minuto di recupero.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ballardini ammette, “Spezia meritava di più”
Il tecnico del Genoa: “Poco incisivi nel primo tempo”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
26 ottobre 2021
21:16
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Potevamo fare di più, siamo stati ordinati ma poco incisivi.
E quando ci troviamo nella metà campo avversaria bisogna essere più bravi”, spiega il tecnico del Genoa Davide Ballardini dopo il pareggio.
“Nel secondo tempo, dopo lo svantaggio, ci siamo slegati e lo Spezia ha avuto occasioni importanti per il raddoppio. Noi abbiamo avuto il merito di recuperarla e poi alla fine un’occasione importante con Galdames che aveva Caicedo libero davanti alla porta. Lo Spezia però meritava certamente qualcosa di più”, conclude l’allenatore.

CALCIO TUTTE LE NOTIZIE

Serie A: Milan-Torino 1-0
Decisivo il gol di Giroud nel primo tempo
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
26 ottobre 2021
22:44
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Milan batte Torino 1-0 (1-0) in uno degli anticipi della decima giornata del campionato di Serie A.

Decisivo il gol di Giroud al 14′ del primo tempo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pioli, per Milan vittoria difficile ma meritata
Ora tre partite importanti, grazie al club per rosa ampia
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
26 ottobre 2021
23:29
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Se sono soddisfatto? Lo sono tantissimo.
È difficile giocare contro il Torino, per noi era la quarta partita in dieci giorni con tanti giocatori che le hanno giocate tutte.
Nel secondo tempo non siamo stato dinamici e abbiamo rischiato solo nel finale. Mi è piaciuta la voglia di portare a casa una vittoria difficile ma comunque meritata”: gioisce il tecnico del Milan Stefano Pioli dopo la vittoria per 1-0 sul Torino che ha regalato il primo posto in classifica al Milan che ha, almeno momentaneamente, allungato sul Napoli di tre punti. Il Milan dovrà affrontare ora un trittico di fuoco contro Roma, Porto e il derby contro l’Inter. “:Ora abbiamo tre partite importanti la settimana prossima. Il club e l’area tecnica sono stati bravissimi a costruire un organico così completo. Mi dispiace non aver potuto far rifiatare Leao, sta spendendo tantissimo. Mi auguro che Rebic possa rientrare presto. Dobbiamo continuare ad avere questo spirito e questa generosità”, spiega Pioli che ha recuperato anche Brahim Diaz, guarito dal Covid.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Lucas Hernandez non andrà in carcere
Giustizia spagnola accoglie ricorso francese del Bayern Monaco
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MADRID
27 ottobre 2021
10:22
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Non andrà in carcere il nazionale francese del Bayern Monaco Lucas Hernandez, condannato in Spagna a sei mesi di reclusione per non aver rispettato una misura di allontanamento a seguito di una condanna per violenza domestica.

La giustizia spagnola oggi ha accolto il suo appello.

“Riteniamo che il ricorso debba essere accolto e che l’esecuzione della sentenza di privazione della libertà inflitta a Lucas Francois Bernard Hernandez debba essere sospesa”, ha indicato nella sua decisione l’Alta Corte di giustizia di Madrid, alla vigilia del termine fissato dal tribunale per l’ingresso volontario in carcere del giocatore.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli a caccia della vittoria col Bologna
Dopo il pari con la Roma la squadra di Spalletti cerca i 3 punti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2021
12:01
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il pareggio all’Olimpico contro la Roma ha interrotto la striscia di otto vittorie consecutive del Napoli che ora si ritrova a dover inseguire il Milan, primo con tre punti di vantaggio sugli azzurri.
La formazione di Spalletti chiude, domani sera, la decima giornata di Serie A ospitando il Bologna reduce dalla sconfitta proprio contro Ibrahimovic e compagni.
Il Napoli, secondo gli esperti di Sisal Matchpoint, parte favoritissimo a 1,33 rispetto all’8,00 degli ospiti con il pareggio, che al Diego Armando Maradona non esce da quasi dieci anni, offerto a 5,75. I partenopei hanno la miglior difesa del campionato, solo 3 reti subìte, e solo Morata è riuscito, in Serie A, a dare un dispiacere alla difesa azzurra al Maradona: così Ospina che festeggia un altro clean sheet davanti ai suoi tifosi si gioca a 2,10. Visti i protagonisti che scenderanno in campo, la soluzione del tiro da lontano potrebbe aiutare Napoli e Bologna a sbloccare la gara: una rete da fuori area è in quota a 2,50. Dries Mertens inizia a scaldare il piede. L’attaccante belga quando si trova di fronte il Bologna scatena tutta la sua classe: la squadra attualmente allenata da Sinisa Mihajlovic è quella più colpita, in carriera,dal numero 14 del Napoli viste le 11 retimessea segno. Se è vero che Mertens, agli emiliani, non segna da 2 anni e mezzo, è certo che domani sera proverà a metter fine a questo digiuno: il gol numero 12 al Bologna è offerto a 2,25 mentre per la doppietta, come accaduto nel gennaio del 208, si sale fino a 8,25. Gli ospiti punteranno ancora una volta su Marko Arnautović ormai leader, tecnico e carismatico, dei rossoblù. L’attaccante austriaco cerca la quarta rete stagionale in Serie A tanto che l’impresa si gioca a 4,50.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il centrocampista dell’Adelaide Josh Cavallo fa coming out: ‘Sono un calciatore e sono gay’
E’ il primo calciatore apertamente omosessuale a farlo durante la sua attività
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2021
14:07
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il centrocampista dell’Adelaide United Josh Cavallo ha rivelato di essere gay, diventando il primo calciatore apertamente omosessuale a fare coming out durante il suo periodo di attività nella A-League australiana.

“Sono un calciatore e sono gay”, ha dichiarato il 21enne sui social media, suscitando commenti di supporto dalla sua squadra, la A-League e Football Australia.
Cavallo, che ha rappresentato l’Australia a livello under 20, ha affermato di non voler più mantenere segreta la sua sessualità. “Tutto quello che voglio fare è giocare a calcio ed essere trattato allo stesso modo”, ha detto. “Cercare di esibirsi al meglio delle proprie capacità e di vivere questa doppia vita, è estenuante, è qualcosa che non voglio che nessuno sperimenti”.
“Ricordo – ha aggiunto – di aver letto di Justin Fashanu che è diventato il primo calciatore professionista maschio a fare coming out, negli anni ’90, e poi otto anni dopo che si è tolto la vita, questo mi preoccupava”. Ma Cavallo ha descritto il supporto del club, dei compagni di squadra e dei funzionari come “immenso”, dicendo che voleva essere un modello positivo per i calciatori gay. “E’ ok essere gay e giocare a calcio, voglio mostrarlo a tutte le altre persone che stanno lottando e hanno paura”, ha sottolineato.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bologna: Mihajlovic, con gli arbitri serve confronto
‘Una chiamata al Var per squadra a tempo potrebbe aiutare’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BOLOGNA
27 ottobre 2021
13:23
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Una chiamata del Var per squadra a tempo potrebbe aiutare e vorrei più collaborazione da parte degli arbitri, ne vorrei di più come Orsato, con cui si può dialogare.
Gasperini ha ragione, devono metterci la faccia.

Serve confronto per capire le scelte”. Lo ha detto, alla vigilia della partenza per Napoli, il tecnico del Bologna Sinisa Mihjalovic, tornando sulle polemiche dei giorni scorsi.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Napoli, Spalletti: ‘Tornare alla vittoria per dare continuità’
‘Successo del Milan è uno stimolo in più, non mette pressione’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
27 ottobre 2021
23:57
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Bisogna cercare di vincere domani per dare continuità e dare un senso alla stagione.
Non sarà facile, perché il Bologna è una squadra con il ghigno, Mihajlovic è fatto così e ci ha messo mano Walter Sabatini, quindi la squadra ha un senso”.
Lo ha detto il tecnico del Napoli Luciano Spalletti alla vigilia della sfida al Bologna.
“Dovremo essere in condizioni – ha aggiunto – di mettere dentro tutte le nostre qualità. La vittoria del Milan ieri è uno stimolo in più non una pressione, perché a questo punto della stagione se facciamo bene o male non dipende dai risultati degli avversari ma dalla nostra prestazione, dal mettere dentro la nostra qualità”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Spalletti, spero giocatori capiscano valore di 5 cambi
Tecnico Napoli: credere in noi, o indichi strada o ti adatti
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
27 ottobre 2021
15:27
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Non c’è una mentalità disponibile da parte dei calciatori su questa nuova regola delle cinque sostituzioni.
Con l’andare delle partite spero ci si renda conto che le sostituzioni sono fondamentali per vincere.
Le grandi squadre sostituiscono nel reparto offensivo che dà soluzioni per difendere e attaccare”. Lo ha detto il tecnico del Napoli Luciano Spalletti alla vigilia del match con il Bologna parlando del turn over.
“Un professore a Coverciano – ha ricordato – diceva che tutto può essere medicina o veleno, dipende dalle dosi. Bisogna valutare le tre gare settimanali, giocando domenica dal giovedì puoi usare anche gli stessi, da giovedì a domenica invece il ragionamento è diverso. Il criterio resta quello di far giocare molti degli attaccanti che ho, è da lì che si vincono le partite, si tiene palla e si fa soffrire meno la difesa: un difensore che ha un’ora Politano o Lozano davanti gioca una partita difficile. L’importante è il lavoro fatto dalla società che ha costruito una squadra forte. Continuerò comunque a cambiare, nell’ultima partita forse l’ho fatto meno e ho sbagliato”.
Spalletti ha anche sottolineato che “siamo una squadra forte – ha detto – e dobbiamo affrontare ogni partita con la consapevolezza di poter vincere. Noi dobbiamo credere in noi stessi, in mezzo c’è il nulla. O sei tra quelli che dici dove si va o ti adatti dove vanno gli altri”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari, forfeit di Godin e Strootman con la Roma
Mazzarri con gli uomini contati, convocati due primavera
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
27 ottobre 2021
15:37
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Cagliari con gli uomini contati per la sfida di questa sera con la Roma alla Unipol Domus: non ce la fanno nemmeno Diego Godin e il grande ex giallorosso Kevin Strootman.
Sono 20 i calciatori rossoblù convocati dal tecnico Walter Mazzarri.
L’uruguaiano e l’olandese si aggiungono agli infortunati Caceres, Ceter, Nandez e Walukiewicz. Le speranze di ritorno per Godin (tendinopatia rotulea) e Strootman (affaticamento ai flessori coscia) si sono scontrate con la realtà della rifinitura. Nel gruppo i giovani della Primavera Obert e Delpupo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: tonfo Juve col Sassuolo, è a -13 dalla vetta
Sampdoria-Atalanta 1-3 e Udinese-Verona 1-1
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2021
21:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Juventus-Sassuolo 1-2
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sampdoria-Atalanta 1-3
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
e Udinese-Verona 1-1
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La sfida contro il Sassuolo si trasforma in un incubo per la Juventus, al secondo ko casalingo in questa stagione, dopo quello con l’Empoli.
I bianconeri recuperano con McKennie lo svantaggio di Frattesi, ma al 95′ subiscono l’1-2 di Lopez che decide la gara.
Dionisi batte Allegri e riscrive la storia dei neroverdi, al primo successo all’Allianz Stadium. I bianconeri precipitano a -13 dal Milan capolista.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Finalmente Dybala-Morata, Allegri può schierare dal primo minuto la coppia d’attacco titolare: la Joya con lo spagnolo, con l’aggiunta della spinta di Chiesa sulla fascia. Il tecnico punta sui tre gioielli, poi rilancia Rabiot, tornato in campo dopo il periodo di isolamento causa Covid-19, e conferma ancora McKennie, alla terza di fila da titolare tra campionato e Champions. In difesa con De Ligt gioca Bonucci, sulla corsia mancina turno di riposo per Alex Sandro e nuova chance per De Sciglio. Dionisi è senza Boga e Djuricic, così alle spalle dell’unica punta Defrel piazza Raspadori e Traore insieme a Berardi. La linea a quattro davanti a Consigli è formata da Muldur, Ayhan, Ferrari e Rogerio, i compiti per Frattesi e Lopez sono quelli di spezzare il gioco dei bianconeri e provare a ripartire in velocità. E la tattica neroverde funziona, perché i pericoli maggiori arrivano grazie a Berardi, sul quale è super Perin nel distendersi sulla sua destra, e Raspadori, che si attarda al tiro e viene chiuso da Danilo. Allegri, invece, dopo 12 minuti perde De Sciglio per un problema al ginocchio sinistro e inserisce Alex Sandro, ma per vedere il primo tiro deve aspettare 37 minuti: è l’occasione migliore della gara, con Dybala che si accentra e fa esplodere il sinistro ma il palo respinge il pallone. E, nel momento in cui sembra crescere la Juve, arriva il vantaggio del Sassuolo. La ripartenza neroverde è letale, Defrel serve l’accorrente Frattesi il quale, infilandosi tra De Ligt e Alex Sandro, colpisce a rete superando Perin a 60 secondi dall’intervallo.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Juventus torna in campo con un piglio diverso e con Cuadrado in più, così comincia l’assalto alla porta di Consigli: il colombiano trova Ayhan a negargli il gol salvando sulla linea, il portiere si esalta su Dybala. Allegri richiama Morata, fischiato dallo Stadium, in panchina e inserisce Kaio Jorge, il meritato pari arriva su calcio piazzato al 76′: punizione della Joya, testa di McKennie e 1-1.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Poi, inspiegabilmente, la Juve invece di accelerare si ferma, e all’ultimo pallone della sfida subisce la beffa. Berardi si inventa un assist da applausi e manda in porta Lopez, il centrocampista supera Perin con un tocco sotto e firma il definitivo 1-2. Per i bianconeri è un altro stop pesante e la vetta è distante 13 punti, il Sassuolo si fa sotto per le posizioni che valgono l’Europa.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tris dell’Atalanta, Sampdoria ko: sblocca il risultato Caputo, rimonta degli ospiti con l’autogol di Askildsen e la rete di Zapata. Nella ripresa in pieno recupero Ilicic chiude i conti. Nel prossimo turno di campionato per la Sampdoria impegno in trasferta sul campo del Torino, l’Atalanta giocherà in casa contro la Lazio.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Udinese e Verona si dividono la posta alla Dacia Arena ma il risultato è beffardo per i padroni di casa, in gol dopo tre minuti con Success e vicini al raddoppio in diverse occasioni durante tutto l’arco della partita. Montipò tiene a galla i suoi con interventi importanti e alla fine arriva l’episodio del rigore che regala un punto insperato agli ospiti. Dal dischetto, Barak non sente la pressione dell’ex e batte Silvestri col sinistro. Con molti rimpianti per l’andamento della partita, prosegue il digiuno dell’Udinese che non vince in campionato dal 12 settembre e infila il quarto pareggio consecutivo, il terzo per 1-1. L’Hellas si porta invece a casa un punto preziosissimo che dà un minimo di continuità alla roboante vittoria ottenuta contro la Lazio.
I gol.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Zeman, Cassano? Forse tra 20 anni lo ricorderanno a Bari
‘Totti rimane sempre simbolo Roma. Ho sfidato Draghi a golf’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2021
17:22
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La polemica di Cassano su Totti, i giudizi su Allegri, Inzaghi, Mourinho e Sarri e anche quelli sulla politica attuale.
E’ uno Zdenek Zeman ‘a tutto campo’ quello intervenuto a Rai Radio1, ospite di ‘Un Giorno da Pecora’.

La prima domanda è su Antonio Cassano, il quale ha detto che Totti tra 20 anni sarà dimenticato. Ha ragione? “No. Totti rimane sempre il simbolo della Roma – la risposta di Zeman -. Si è visto anche domenica scorsa, quando c’era qualche coro contro e molti pro”. Quelli contro erano tutti dedicati a Luciano Spalletti. “Io non li avrei fatti anche se preferisco sicuramente Totti, con cui avevo rapporti diversi”. “Comunque Totti sarà ricordato, io sto dalla sua parte .- dice ancora il boemo – Ci si ricorderà di Cassano tra 20 anni? A Bari, forse”.
Poi una battuta sulla Juventus, ‘nemica’ storica di Zeman: come valuta i bianconeri in questa stagione? “La Juve non si capisce come possa andare, vince ma non convince”. Ma Allegri gioca troppo in difesa? “La Juve è da sempre basata sulla difesa e continua ad esserlo”. E il Napoli? “Bene, sono contento”. Può vincere lo scudetto? “Sta meritando tanto”.
Su le sue ex squadre, Lazio e Roma, il boemo dice che “le vedo come sempre: hanno momenti positivi e negativi e non si capisce il perché”. Meglio Mourinho o Sarri? “Bravi entrambi, ma sono al primo anno nelle rispettive società”. Meglio Antonio Conte o Simone Inzaghi all’Inter? “Meglio Conte, lavora di più – le parole a Rai Radio1 di Zeman – nel senso che fa capire meglio ai giocatori cosa devono fare. Ora penso che siano i giocatori che decidono un po’ di più, dopo lo scudetto credono di poter fare loro”.
Passando dal calcio alla politica, cosa pensa Zeman del Premier Mario Draghi? “Una volta ci ho giocato a golf, e a quei tempi ero più forte io”. Ma l’attuale tecnico del Foggia in passato aveva mostrato simpatia nei confronti dei 5 Stelle. “Il Movimento è partito con le idee giuste e poi per necessità sono cambiati”. Alle Comunali di Roma ha votato di nuovo Cinque Stelle? “Sempre Raggi, perché non ha fatto debiti”. E al secondo turno? “Non ho votato”. Ma Berlusconi potrebbe fare il Presidente della Repubblica? “No, è troppo anziano”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Tommasi, “mondiale biennale? Per club sarebbe difficile”
“Idea legata all’ esperienza lampo della Superlega”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2021
17:04
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“L’idea di disputare il mondiale ogni due anni, è legata all’ esperienza lampo della Superlega”.
Lo ha detto Damiano Tommasi, intervenendo nello spazio sport a “L’Italia con voi” e in onda domani su Rai Italia e online su RaiPlay all’indirizzo (https://www.raiplay.it/programmi/litaliaconvoi) Secondo l’ex giocatore della Roma e della Nazionale, “i motivi che ne giustificano l’idea sono gli stessi che ne giustificano l’opposizione”.

“È chiaro – continua l’ex presidente dell’Associazione Italiana Calciatori – che federazioni e club vedono questa ingerenza nella loro attività quotidiana, con evidenti difficoltà di gestione durante l’anno. Difficoltà che vanno dalle giornate che i giocatori stipendiati dai club passano con le rispettive nazionali, ai calendari intasati che lasciano sempre meno spazio ai rispettivi campionati.”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Ballotta in campo a 57 anni in Eccellenza Emilia Romagna
In panchina da 2/o portiere a Castelvetro di cui è presidente
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MODENA
27 ottobre 2021
19:11
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il calcio è la sua vita.
ieri come oggi.
Così Marco Ballotta, uno dei portieri più longevi del calcio nazionale ed internazionale, è tornato in campo a 57 anni. Non ha giocato, ma almeno ha indossato la maglia ufficiale del Castelvetro, quella del secondo portiere. E’ successo domenica nell’Eccellenza emiliano-romagnola.
Ballotta è il presidente del Castelvetro da anni: causa l’infortunio del secondo portiere della prima squadra, il 17 enne Cacchioli, a soluzione era pronta in casa. E così in vista del derby vinto a 1 a 0 dalla Vignolese, dopo un paio di allenamenti e Ballotta era già pronto per riprendere confidenza con il campo. Per ora non si fanno previsioni sul futuro, ma l’integrità fisica dell’ex numero uno di Modena, Lazio, Inter e Parma, classe ’64, gli potrebbe permettere di tornare al vecchio mestiere, lui che a fine carriera tra i professionisti (2008) ha giocato qualche partita tra i dilettanti e a livello amatoriale ma come attaccante.
“Ho fatto solo numero – ha commentato Ballotta – il mister mi ha chiesto di dare una mano e non mi sono tirato indietro. Fortunatamente non c’è stato bisogno di me”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Maradona: casa natale diventa patrimonio nazionale Argentina
Presidente Fernandez firma decreto. E c’è serie tv su vita Diego
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2021
18:34
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
A pochi giorni da quello, sabato 30 ottobre, che sarebbe stato il suo 61/o compleanno e a meno di un mese dall’anniversario della morte, l’Argentina celebra il mito di Diego Armando Maradona.
Così nel quadro delle manifestazioni previste in questi giorni, il governo ha deciso di dichiarare “patrimonio nazionale argentino” la casa natale dell’ex fuoriclasse del Napoli, al civico 523 di Calle Azamor nella bidonville de Villa Fiorito.
Il decreto è già stato firmato dal Presidente Alberto Fernandez e pubblicato sul bollettino ufficiale dei provvedimenti governativi.
Nel decreto viene precisato che quella casa “rappresentò per lui, durante tutta la sua vita, la fedeltà alle proprie origini e il legame profondo che lo univa alla sua famiglia”. Si fa poi riferimento agli spiazzi nelle vicinanze “dove Diego, prima di diventare Maradona, forgiò un amore indissolubile con il pallone”.
Intanto prende il via una serie televisiva dedicata alla vita di Diego, “Maradona, il sogno benedetto” che, dopo l’esordio in Argentina, sarà diffusa da Amazon Prime in 250 paesi del mondo.
Ad interpretare il ‘Pibe de Oro’ in tre differenti fasi della sua vita saranno gli attori Nazareno Casero, Juan Palomino e Nicolas Goldschmidt, con ‘ricostruzioni’ di partite giocate da il ‘Diez’ in Argentina, Spagna, Italia, Uruguay e Messico, paese quest’ultimo dove Maradona vinse i Mondiali con l’Albiceleste’ nel 1986.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Kjaer rinnova col Milan fino a giugno 2024
Annuncio del club, ‘il nostro cammino prosegue’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
27 ottobre 2021
20:05
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Simon Kjaer prolunga il suo contratto con il Milan fino al 30 giugno 2024.
Lo annuncia il club rossonero in una nota.
“Simon, professionista esemplare in campo e fuori – si legge nel comunicato- capitano della Danimarca e inserito nella lista dei 30 candidati al Pallone d’Oro 2021, è arrivato in rossonero nel gennaio 2020, debuttando nella sfida di Coppa Italia contro la Spal. Dopo 66 presenze e 1 gol, realizzato a Old Trafford contro il Manchester United, Kjaer e il Milan proseguiranno insieme il loro cammino”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Serie A: l’Inter riprende a correre con Dimarco e D’Ambrosio
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
28 ottobre 2021
00:17
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
L’Inter batte l’Empoli 2-0 al Castellani e riprende la rincorsa a Napoli e Milan, staccando ulteriormente la Juventus.
Nerazzurri che si confermano assoluto tabù per i toscani.
Protagonisti gli esterni con le reti di chi non ti aspetti: D’Ambrosio e Dimarco (un ex). Il primo tempo porta assolutamente la firma di D’Ambrosio: il difensore campano prima rischia il rigore su Bajrami e, poco dopo, recupera il pallone sulla trequarti, andando a segnare di testa su assist di Sanchez. Ma per l’Inter non è stato tutto così semplice. Come da qualche partita a questa parte, la squadra di Andreazzoli ha approcciato molto bene il match con tanta corsa e pressing alto.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Operazione sorpasso riuscita. Grazie al bel gol di Pedro in avvio di ripresa la Lazio piega una Fiorentina viva solo a tratti, salendo a 17 punti, mentre i viola incassano la quinta sconfitta e restano a 15. Ciro Immobile puntava ad eguagliare le 159 reti in biancoceleste di un mito come Silvio Piola. L’aggancio è rimandato, ma Maurizio Sarri può gioire lo stesso perché la sua squadra ha mostrato di aver metabolizzato in fretta un momento difficile, consentendogli di festeggiare degnamente la 200/a panchina in serie A.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
La Roma ritorna al successo dopo due sconfitte (una in Europa) e un pari. Non vinceva fuori casa da due mesi, ma, contro un Cagliari a pezzi tra classifica e infortuni (non ce l’ha fatta nemmeno l’ex Strootman) la squadra di Mourinho (in tribuna per il rosso col Napoli) non ha avuto vita facile. Sotto di un gol per la prima rete stagionale di Pavoletti, i giallorossi hanno agguantato il pari con Ibanez di testa. E poi vinto grazie a un prodigio su punizione di Pellegrini. Un successo che consente ai giallorossi di difendere il quarto posto dall’attacco di Lazio e Atalanta. Ma che, per il successo dell’Inter a Empoli, non basta per conquistare il terzo posto.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Italiano, per me il bicchiere è comunque mezzo pieno
Tecnico Fiorentina:’siamo riusciti a non far ragionare la Lazio’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2021
23:13
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“E’ una di quelle partite nelle quali tutto può accadere ma non perderla perché c’era grande equilibrio in campo.
Volevamo prendere qualche punto, non ci siamo riusciti”.
Vincenzo Italiano guarda alla prestazione della Fiorentina in casa della Lazio e pensa positivo, anche dopo una sconfitta di misura. “Alle occasioni siamo andati vicino – ha detto il tecnico a Sky – manovrando bene. Qui quasi tutti hanno subito la Lazio, noi invece siamo riusciti a non farli ragionare. Ma per ora dobbiamo accontentarci di questo, grandi prestazioni, lavorando prevalentemente nella metà campo avversaria, ma che non portano punti. Anche con la Roma avevamo fatto una prestazione straordinaria senza raccogliere nulla, ma per me il bicchiere è comunque mezzo pieno”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Pellegrini: “Il tempo dirà quanto vale questa vittoria”
Centrocampista della Roma:”A Cagliari si era messa male per noi”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2021
23:18
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“I 3 punti sono importanti.
La partita non si era messa bene, nonostante avessimo giocato bene.

Era importante vincere oggi. Quanto lo sia stato in realtà sarà il tempo a dirlo e i risultati che otterremo. Noi siamo una famiglia, che punta a migliorarsi. Oggi si è visto, abbiamo dato una risposta a tutte le cose brutte che sono state dette in settimana”. Così Lorenzo Pellegrini, capitano della Roma, ha commentato ai microfoni di Dazn la vittoria in rimonta a Cagliari.
“Sono un pochino in debito, perché mi dicono che non so calciare le punizioni. Io mi alleno per migliorare”, aggiunge.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Sarri, la più bella partita stagionale della Lazio
‘Il gol ci ha liberato mentalmente da un po’ di timore’
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
27 ottobre 2021
23:22
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
“Secondo me abbiamo fatto la più bella partita della stagione, meglio che contro l’Inter e la Roma, con grande applicazione difensiva”.
Maurizio Sarri festeggia il ritorno alla vittoria della Lazio, dopo i quattro schiaffi presi a Verona.

“Dopo una partita sbagliata in modo così totale il livello di nervosismo poteva essere alto, questo ci ha portato ad una grande applicazione, ma anche ad un po’ di timore – ha spiegato l’allenatore – Dopo il gol siamo stati più liberi mentalmente”.
Il tecnico poi ha lodato la “grande partita” di Milinkovic e Luis Alberto contro la Fiorentina.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mazzarri, “azione su Pavoletti era da rivedere al Var”
“Bella prestazione: era partita almeno da pareggio”
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
27 ottobre 2021
23:31
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Mazzarri è arrabbiato alla fine della partita contro la Roma.
Per la sconfitta e per l’arbitraggio.
“Perché non si è andati a vedere l’episodio del rigore su Pavoletti? Addirittura è stato fischiato fallo contro.
A Firenze hanno lasciato stare e poi valutato al Var dopo qualche minuto. Qui si doveva fare lo stesso: andare a valutare al Var”.
Anche il risultato non va giù all’allenatore del Cagliari: “Era una partita almeno da pari e se c’era qualcuno che doveva prendere tre punti eravamo noi”. Però è anche contento della prestazione: “All’80% per la prima volta ho visto la squadra che voglio – ha detto il tecnico – e questo mi fa sperare bene.
Queste partite le dobbiamo fare con tutti, non solo con le big.
Sì è vista una squadra con molto carattere che ha concesso poco o nulla alla Roma. Abbiamo avuto anche due occasioni d’oro per raddoppiare: Pavoletti non si è reso conto di essere da solo, altrimenti sarebbe stato raddoppio. Se continuiamo a giocare così da squadra vedrete che problemi non ce ne saranno”.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Bayern Monaco umiliato in Coppa di Germania
Il Borussia Moenchengladbach vince 5-0 ed elimina i bavaresi
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
BERLINO
28 ottobre 2021
00:20
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Il Bayern Monaco è stato umiliato nel secondo turno della Coppa di Germania, travolto 5-0 sul terreno del Borussia Moenchengladbach.
È la sconfitta più pesante del Bayern in Coppa di Germania, peggio di un precedente 5-1 nei quarti a Colonia, nel 1972.
“Sono assolutamente scioccato. Semplicemente non c’eravamo”, ha detto il direttore sportivo del Bayern Hasan Salihamidzic sul canale tedesco ARD.
“Siamo stati dominati in tutte le situazioni. Un blackout collettivo”.
Detentore del record di vittorie nella competizione (20), il Bayern era già stato eliminato in questa fase della competizione lo scorso anno, ma ai rigori, contro la squadra di seconda divisione Holstein Kiel. Gli uomini di Julian Nagelsmann, invece, proseguono una serie impressionante di 12 vittorie in 13 partite, in tutte le competizioni. Hanno perso solo una volta in questa stagione in campionato, contro l’Eintracht Francoforte in casa (1-2) il 3 ottobre. Al Borussia-Park di Moenchengladbach, il Bayern, seppure schierato quasi nella formazione tipo (Kingsley Coman è entrato in campo nel secondo tempo), si è ritrovata in svantaggio per 3-0 dopo soli 21 minuti di gioco.
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Liga: il Real resta senza gol, il Barca affonda
Un quartetto guida la classifica. Koeman avviato verso l’esonero
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
27 ottobre 2021
23:41
CALCIO TUTTE LE NOTIZIE
Un poker di squadre guida la classifica della Liga con 21 punti: sono il Real Madrid di Carlo Ancelotti, il Siviglia di Julen Lopetegui, il Betis Siviglia di Manuel Pellegrini e la Real Sociedad guidata da Imanol Alguacil Barrenetxea.
I ‘Blancos’, che hanno giocato 10 partite, sono stati fermati in serata al Bernabeu dall’Osasuna di Pamplona e hanno rischiato non poco nello 0-0 casalingo.

Il Siviglia oggi ha pareggiato a Maiorca per 1-1: dopo essere stati sotto a lungo, gli andalusi sono stati salvati da Lamela.
Come il Real, anche il Siviglia ha giocato 10 partite. Ne ha disputate 11, invece, il Betis, l’altra squadra della capitale andalusa che oggi al Benito Villamarin ha travolto il Valencia per 4-1. L’unica squadra che deve ancora scendere in campo (per l’11/a partita) è la Real Sociedad: la formazione basca di San Sebastian domani alle 19 sarà di scena in Galizia per affrontare il Celta Vigo.
A fare notizia oggi è stato il terzo ko nella Liga m(in 10 partite) del Barcellona, sconfitto alle porte di Madrid dal Rayo Vallecano e al secondo tracollo consecutivo, dopo quello nel ‘Clasico’. Ha deciso il match il gol di Radamel Falcao. Per Ronald Koeman non c’è pace, l’esonero dell’allenatore olandese sembra ormai prossimo.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.