Politica tutte le notizie in tempo reale- tutto il Mondo Politico in costante e continuo aggiornamento. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Notizie, Politica, Ultim'ora

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 18 minuti

Ultimo aggiornamento 26 Novembre, 2020, 08:42:06 di Maurizio Barra

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 11:03 DI MERCOLEDì 25 NOVEMBRE 2020

ALLE 08:42 DI GIOVEDì 26 NOVEMBRE 2020

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Salvini, vedrò Cav e Meloni per voto comune su deficit
Uniti si vince
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
11:03
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo lavorando per una posizione comune, per un voto comune, a partire dallo scostamento, perché uniti si vince, ci stanno lavorando i parlamentari in queste ore, a breve avrò un incontro a distanza con Meloni e Berlusconi, l’obiettivo è unire idee e azioni”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, in una conferenza stampa al Senato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Via a summit Italia-Spagna,Conte e 9 ministri giunti da Roma
Da Di Maio a Gualtieri fino a Catalfo. Si parte con bilaterali
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALMA DI MAIORCA
25 novembre 2020
12:25
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Al via il vertice intergovernativo tra Italia e Spagna nel Palazzo de L’ Almudaina, a Palma di Maiorca. Il summit ha preso il via nel cortile del palazzo, dove il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il suo omologo Pedro Sanchez , assieme ai ministri dei due Paesi, hanno ascoltato i rispettivi inni nazionali. Subito dopo sono previsti i bilaterali tra Conte e Sanchez e tra le due delegazioni ministeriali.
Per il governo italiano, oltre al premier, sono presenti il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, il titolare dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, il ministro per gli Affari Ue Enzo Amendola, il titolare della Difesa Lorenzo Guerini, il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, e il ministro dell’Agricoltura Teresa Bellanova.
La delegazione spagnola, tra gli altri, è composta dal vicepremier Pablo Iglesias, leader di Podemos e dalla terza vicepremier e titolare dell’Economia Nadia Calvino. I ministri spagnoli presenti, ad eccezione di Iglesias e della titolare del Lavoro Yolanda Diaz Perez, sono tutti membri del Psoe.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Salvini, indegno chiudere a Natale se situazione è ok
Non si capisce perchè chiudere se situazione sotto controllo
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
12:27
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Negare ai bimbi il sogno del Natale, ai nonni di essere nonni e ai papà di essere papà alle mamme di essere mamme è indegno e ingeneroso. Se la situazione sanitaria sarà sotto controllo fra dicembre e gennaio non si capisce perché tutti i Paesi confinati aprono e l’Italia no”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, in una conferenza stampa al Senato.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Pm Perugia, Palamara agito per nomine
Modifica accusa, corruzione anche su procedimenti disciplinari
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
25 novembre 2020
13:08
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Modificato il capo d’imputazione nei confronti dell’ex consigliere del Csm Luca Palamara in apertura dell’udienza preliminare a Perugia nella quale è accusato di concorso in corruzione per un atto d’ufficio. La procura del capoluogo umbro ha infatti contestato che le presunte utilità ricevute dall’ex magistrato siano legate alla sua funzione all’interno dell’Organo di autogoverno della magistratura in particolare in relazione alle nomine di dirigenti degli Uffici e procedimenti disciplinari.
I pm – il procuratore Raffaele Cantone e i sostituti Gemma Miliani e Mario Formisano – non hanno indicato episodi specifici riguardo alla nuova formulazione del capo d’imputazione, rimanendo all’ipotesi della corruzione per l’esercizio delle funzioni svolte dall’ex magistrato. Che è accusato di avere ricevuto dall’imprenditore Fabrizio Centofanti viaggi, soggiorni e lavori eseguiti da varie ditte presso l’abitazione di Adele Attisani, amica di Palamara e considerata “istigatrice” delle presunte condotte illecite.
Dopo la nuova formulazione del capo d’imputazione la difesa di Palamara ha chiesto tempo per poterla esaminare. L’udienza davanti al gup di Perugia è stata quindi rinviata al 22 dicembre prossimo per esaminare alcune questioni preliminari.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Aborto: Campidoglio cambia norme, privacy per feti sepolti
Sulle sepolture solo un numero collegato al registro cimiteriale
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
13:31
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Garantire la privacy alle sepolture di feti abortiti. E’ quanto prevede una delibera del Campidoglio. La delibera, riferisce la presidente della commissione pari opportunità Gemma Guerini, prevede che sulle sepolture sia apposta una targhetta con un semplice numero, collegato a un registro cimiteriale che rimanda ai dati della donna. Il caso era scoppiato del cimitero dei feti con il nome delle madri sulle croci era scoppiato qualche mese fa, quando alcune donne che avevano abortito avevano visto il loro nome scritto sulle sepolture al cimitero Flaminio di Roma.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Ue: Marcucci, Conte il 9 dicembre in Senato, con voto
Così il Dem al termine della capigruppo a palazzo Madama
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
13:34
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
In vista del consiglio europeo del 10 e 11 dicembre, “per il 9 dicembre sono previste comunicazioni in Senato del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. La presenza di Conte è già calendarizzata, con comunicazioni e quindi col voto”. Lo ha detto il capogruppo Pd al Senato, Andrea Marcucci, al termine della capigruppo convocata per calendarizzare l’intervento sulla riforma del Mes del ministro del Tesoro, Roberto Gualtieri.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Corte Ue all’Italia, assegni a familiari extracomunitari
Anche se residenti fuori dall’Unione europea
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
25 novembre 2020
13:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
I cittadini extra Ue in Italia (con permesso unico o soggiornanti di lungo periodo), hanno diritto ad assegni familiari anche per i familiari a carico residenti fuori dall’Ue: lo ha stabilito la Corte di Giustizia della Ue in una sentenza che riguarda il caso di un cittadino dello Sri Lanka e uno del Pakistan, con permessi di soggiorno in Italia, a cui l’Inps aveva negato gli assegni per i loro familiari perché residenti nei rispettivi Paesi.
Secondo la Corte Ue, “è contraria al diritto dell’Unione la normativa italiana che rifiuta o riduce una prestazione di sicurezza sociale al cittadino extra Ue, titolare di un permesso unico o soggiornante di lungo periodo, per il fatto che i suoi familiari risiedono in un Paese terzo, mentre la stessa prestazione è accordata ai cittadini italiani indipendentemente dal luogo in cui i loro familiari risiedono”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Meloni,sì scostamento se governo accetta nostre proposte
Interlocuzione entro 24 ore.Chiedo ad alleati documento unitario
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
14:45
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Questo è il quarto scostamento e il centrodestra ha già votato si almeno due volte. Oggi siamo in una posizione più guardinga perchè questi soldi sono stati dilapidati. La proposta che farò agli alleati è chiedere ufficialmente al governo come spende questi soldi e fare un documento unitario come centrodestra con le proposte e chiedere un impegno preciso su queste proposte. Se arriverà bene, altrimenti abbiamo difficoltà. E’ una interlocuzione che dura 24 ore”. Così la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, a “l’Intervista” su SkyTg24.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: Conte,no a rinvii, tutti in Ue si convinceranno
Prossimo Consiglio risolutivo, fiduciosi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALMA DI MAIORCA
25 novembre 2020
15:02
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Abbiamo avuto una forte sintonia nell’approccio europeo solidale nella crisi Covid, e da lì è nato un saldo legame con Pedro. Non ci nascondiamo le difficoltà, il prossimo Consiglio Ue sarà risolutivo per rendere operativi gli impegni ma siamo fiduciosi che continuando a lavorare insieme con coraggio e visione anche i paesi che portano una frenata si convinceranno che tutti i cittadini europei non possono assolutamente aspettare” il Recovery Fund.
Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa con il premier spagnolo Pedro Sanchez.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Ue, revoca misure sia graduale e basata sulla scienza
Ha sottolineato la commissaria Ue alla Salute, Stella Kyriakides
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
25 novembre 2020
14:52
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Occorre essere molto graduali nella revoca delle misure” anti-Covid, “e basarsi sulla scienza.
Fino a quando i vaccini saranno disponibili ed una grossa massa critica di persone non sarà stata vaccinata, sollecitiamo gli Stati membri a continuare nei loro sforzi per mitigare la pandemia”. Così la commissaria Ue alla Salute, Stella Kyriakides, a chi chiede del coordinamento Ue per la stagione sciistica invernale.
“La revoca delle misure troppo precoce può portare ad un aumento del numero di casi. Non c’è una formula valida per tutti: i diversi Stati hanno realtà diverse”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Conte, coordinamento Ue su misure Natale è opportuno
Credo sia opportuna risposta europea
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALMA DI MAIORCA
25 novembre 2020
15:13
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Stiamo lavorando, ho avuto dei colloqui con i rappresentanti delle istituzioni Ue, per cercare di promuovere e ottenere un coordinamento in particolare per gli impianti sciistici e le vacanze di Natale.
Non possiamo di poter vivere delle vacanze natalizie in montagna come negli altri anni, se c’è una risposta Ue io la auspico e credo sia opportuna”. Lo dice Giuseppe Conte da Palma di Maiorca.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Imprenditori-manager-professionisti, il patto dei giovani
Di Stefano, ‘in migliaia saremo voce autorevole per Paese’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
16:17
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Imprenditori, manager, professionisti: quattordici associazioni di giovani, dagli under 40 di Confindustria e di Federmanager che hanno promosso l’iniziativa, ad avvocati e commercialisti, ai dirigenti della P.a., si sono alleate per avere una “una voce comune, autorevole” nel Paese. Ascolteranno “una base di decine di migliaia di associati”, metteranno a fuoco il “sentiment che attraversa la classe dirigente giovane del Paese” – lo annuncia il presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria, Riccardo Di Stefano – per poi rivolgersi “prima di tutto all’opinione pubblica, e inevitabilmente anche ai decisori politici”.
E’ già al lavoro un ‘tavolo interassociativo’, ed i primi risultati del lavoro di ‘ascolto’ della base arriveranno a febbraio con un focus “sulla fiducia nel 2021, le aspettative di investimento, lavoro crescita, le priorità per il Recovery Fund e le criticità da superare per far ripartire il Paese”.
La rete degli under 40, promossa da Giovani Imprenditori di Confindustria e Federmanager Giovani, coinvolge l’associazione italiana giovani avvocati e l’unione dei giovani dottori commercialisti ed esperti contabili, i giovani dell’Aiop (ospedali privata), l’associazione giovani classi dirigenti delle pubbliche amministrazioni, Confartigianato Giovani Imprenditori, i giovani costruttori dell’Ance, i giovani di Confagricoltura, Federalimentare, Confcommercio, Sistema Moda Italia, FederLegnoArredo, Confapi. E’ una iniziativa “nata in un momento storico particolare, di sfide globali senza precedenti”, sottolinea Riccardo Di Stefano, il nuovo leader dei giovani di Confindustria, nominato presidente dei Giovani Imprenditori in piena emergenza pandemia: “L’idea di unire il punto di vista dei giovani di Confindustria a quello delle altre più significative associazioni di giovani serve a dare una voce comune ad una nuova classe dirigente giovane”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri, intervento su tasse sarà molto largo
Così ministro su tema scadenze fiscali
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PALMA DI MAIORCA
25 novembre 2020
16:19
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“L’intervento sulle tasse sarà molto largo”. Lo sottolinea, in merito al possibile intervento del governo sulle scadenze fiscali, il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri interpellato a margine del vertice italo-spagnolo di Palma di Maiorca.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Patenti e fogli rosa scaduti saranno validi fino al 30/4
Cancelleri, se nuovo dpcm si allunga validità certificati
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
16:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo termine per le patenti e i fogli rosa scaduti o in scadenza durante l’emergenza Coronavirus con l’ok della Camera al dl Covid.
Lo scrive il Mit. Il nuovo termine – si spiega – è stato spostato fino alla data di cessazione dell’emergenza da Covid-19 che, almeno fino a questo momento, è fissato al 30 aprile 2020.
Il rinvio riguarda tutti gli atti amministrativi in scadenza.
“Da ora in avanti, nel caso si dovesse malauguratamente prolungare l’emergenza Coronavirus e dovesse essere emanato un nuovo dpcm, – spiega il viceministro Giancarlo Cancelleri – automaticamente verrà allungata anche la temporaneità dei certificati. Un ottimo risultato a favore di quei cittadini che si ritrovano con i fogli rosa o le patenti scaduti o in scadenza durante questo periodo di emergenza sanitaria”.   ECONOMIA   VAI ALLA CRONACA   VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO   VAI ALLA TECNOLOGIA   VAI ALLE NOTIZIE DEL PIEMONTE    VAI ALLO SPORT    VAI AL CALCIO    PRIME VIDEO CHANNELS: ISCRIVITI! ORA è IN ITALIA, NON PERDERE QUESTA OCCASIONE!

POLITICA TUTTE LE NOTIZIE

Come fare la spesa in modo sexy, bufera sulla Rai
Forze politiche contro ‘Detto Fatto’. Salini sospende il programma
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
22:16
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Proteste sui social e nel mondo politico per un tutorial che spiega come fare la spesa in modo sensuale, andato in onda martedì a ‘Detto Fatto’ su Rai2, proprio alla vigilia della Giornata contro la violenza sulle donne. Nel mirino delle forze parlamentari è finito anche il vertice della tv pubblica.
“Un episodio gravissimo, che nulla ha a che vedere con lo spirito del Servizio Pubblico e con la linea editoriale di questa Rai”, ha replicato l’ad Fabrizio Salini. “Ovviamente – ha aggiunto – ho avviato un’istruttoria per accertare responsabilità e stiamo facendo valutazioni sul futuro di questo programma”. L’ad – si apprende – ha quindi deciso di sospendere la trasmissione, in attesa che si studi una programmazione che rispecchi una linea editoriale adeguata al messaggio del servizio pubblico.
Nel siparietto, andato in onda all’interno della trasmissione pomeridiana condotta da Bianca Guaccero, si vede la pole dancer, Emily Angelillo, in minigonna di pelle e tacchi alti che spiega come muoversi al supermercato, sia spingendo il carrello con la giusta postura, che raccogliendo i prodotti dagli scaffali in maniera “intrigante” ed eventualmente da terra con le gambe chiuse per non “rendere la situazione più volgare”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Forse occorrerebbe un tutorial non su come fare la spesa ma su come fare servizio pubblico non calpestando il valore e la storia della Rai”, ha detto il sottosegretario all’Editoria Andrea Martella. “Si offre un’immagine della donna stereotipata e indegna del servizio pubblico. Salini e i dirigenti Rai devono rispondere di quanto accaduto all’opinione pubblica e alle donne. La Rai così non può andare avanti”, afferma la portavoce della conferenza delle donne democratiche Cecilia D’Elia. Proteste arrivano anche da Leu, dall’opposizione e dall’Usigrai, che parla di “una cosa ignobile. Indegna della #Rai #ServizioPubblico”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: assessori Alpi, perdita 20 mld per stop sci
Chiesto incontro a ministro Roberto Gualtieri
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
25 novembre 2020
17:56
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Una perdita di indotto pari a 20 miliardi – una cifra vicina all’1% del Pil nazionale – questo il danno che la montagna legata all’industria dello sci sarà costretta a subire senza l’avvio della stagione invernale”. E’ quanto sostengono gli assessori delle Regioni alpine che chiedono un incontro al ministro dell’economia Roberto Gualtieri.
“Senza l’apporto della stagione invernale – spiegano in una nota congiunta – per la montagna è il disastro totale. Chiudere durante le festività natalizie significherebbe pregiudicare irrimediabilmente l’intera stagione, molti non aprirebbero nemmeno più”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Femminicidi, altri due casi. Nel Padovano e in Calabria
Mattarella: ‘Un fenomeno che purtroppo non smette di essere un’emergenza pubblica’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
PADOVA
25 novembre 2020
22:42
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Due donne sono state uccise a coltellate dai loro partner, nel Veneto e in Calabria, proprio mentre si celebra oggi la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.
Un uomo di 40 anni ha ucciso la moglie con una coltellata al petto a Cadoneghe, in provincia di Padova.  L’omicida si chiama Jennati Abdefettah, ha 40 anni, è marocchino e fa il magazziniere. I tre figli che abitavano con la coppia sono stati affidati a un’amica della madre che abitava vicino a loro. A chiamare i carabinieri è stato proprio l’omicida nella notte. La donna è stata trovata distesa nel suo letto. La donna sembra che avesse denunciato il suo comportamento violento, ma poi aveva ritrattato. Sul posto i carabinieri del nucleo investigativo, il pm di turno Marco Brusegan, il medico legale Antonello Cirnelli.
In Calabria, un uomo è stato sottoposto a fermo del pm perché ritenuto l’autore dell’omicidio della donna di 51 anni il cui cadavere è stato trovato nascosto tra gli scogli a Stalettì, sulla costa ionica catanzarese. Si tratta di un 36enne di Badolato che, secondo le indagini dei carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro e della Compagnia di Soverato aveva una relazione extraconiugale con la donna.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La ricorrenza di oggi induce a riflettere su un fenomeno che purtroppo non smette di essere un’emergenza pubblica. Le notizie di violenze contro le donne occupano ancora troppo spesso le nostre cronache, offrendo l’immagine di una società dove il rispetto per la donna non fa parte dell’agire quotidiano delle persone, del linguaggio privato e pubblico, dei rapporti interpersonali”. Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in una dichiarazione in occasione della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne.
“Le istituzioni – sostiene Mattarella -hanno raccolto il grido di allarme lanciato dalle stesse donne e dalle associazioni che da decenni sono impegnate per estirpare quella che è, ancora in troppe situazioni, una radicata concezione tesa a disconoscere la libertà delle donne e la loro capacità di affermazione. Per questo resta fondamentale, per le donne che si sentono minacciate, rivolgersi a chi può offrire un supporto e prevenire la degenerazione della convivenza in violenza”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Fermare la violenza sulle donne, le parole del Papa e di Mattarella
Bergoglio: ‘Fare molto di più’. Il Capo dello Stato: ‘E’ un’emergenza pubblica’ e la pandemia ha accresciuto il rischio di violenza’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
CITTÀ DEL VATICANO
25 novembre 2020
13:16
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nella Giornata contro la violenza sulle donne sono molte le voci che si sono levate per riportare l’attenzione su questo tema. Papa Francesco e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella hanno mandato un messaggio chiaro per invertire la tendenza e consegnare alle donne la dignità e il posto nella società che meritano.
“Troppo spesso le donne sono offese, maltrattate, violentate, indotte a prostituirsi…Se vogliamo un mondo migliore, che sia casa di pace e non cortile di guerra, dobbiamo tutti fare molto di più per la dignità di ogni donna”. Questo il tweet di Papa Francesco.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“La ricorrenza di oggi induce a riflettere su un fenomeno che purtroppo non smette di essere un’emergenza pubblica. Le notizie di violenze contro le donne occupano ancora troppo spesso le nostre cronache, offrendo l’immagine di una società dove il rispetto per la donna non fa parte dell’agire quotidiano delle persone, del linguaggio privato e pubblico, dei rapporti interpersonali”. Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
” Le istituzioni – sostiene Mattarella -hanno raccolto il grido di allarme lanciato dalle stesse donne e dalle associazioni che da decenni sono impegnate per estirpare quella che è, ancora in troppe situazioni, una radicata concezione tesa a disconoscere la libertà delle donne e la loro capacità di affermazione. Per questo resta fondamentale, per le donne che si sentono minacciate, rivolgersi a chi può offrire un supporto e prevenire la degenerazione della convivenza in violenza”.
“In questo momento drammatico per il nostro Paese e per il mondo intero le donne sono state particolarmente colpite. La pandemia ha accresciuto il rischio di violenza che spesso ha luogo proprio tra le mura domestiche: si è purtroppo assistito, durante il periodo di lockdown, ad un drammatico aumento della violenza contro le donne che vede tragicamente, a volte, coinvolti anche minori”. “La violenza di genere – afferma il Capo dello Stato – non si esprime solo con l’aggressione fisica, ma include le vessazioni psicologiche, i ricatti economici, le minacce, le varie forme di violenza sessuale, le persecuzioni e può sfociare finanche nel femminicidio. Alla base di tutte queste forme di violenza vi è l’idea dissennata e inaccettabile che il rapporto tra uomini e donne non debba essere basato su di un reciproco riconoscimento di parità”. Spezzare, sostiene Mattarella, “la catena della violenza contro le donne significa contrastare ogni forma di sopraffazione, di imposizione e di abuso. In una società democratica le donne non devono avere più paura di subire violenza, in casa, sul lavoro, in tutti i luoghi e i contesti in cui ritengano di realizzare la propria personalità”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Spostamenti, scuole, shopping: in arrivo le regole di Natale
Boccia convoca regioni e comuni. Fontana, più vicini ad allentamento misure
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
23:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Spostamenti da Regione a Regione, shopping, messe, cenone, sci. Governo al lavoro per stabilire le regole anti-Covid di Natale e Capodanno. Vertice a Palazzo Chigi tra Conte, ministri e capidelegazione della maggioranza. Annunciati controlli per chi andrà all’estero durante le feste, mentre si attendono indicazioni europee sullo sci. Incontro tra la ministra Azzolina e i sindaci sull’ipotesi di riaprire le scuole il 9 dicembre. ‘Sì, ma in sicurezza’, dicono i primi cittadini.
Il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia ha convocato per domani alle 16 le Regioni, l’Anci e l’Upi in seguito alla richiesta arrivata dai presidenti per un confronto sul prossimo Dpcm. All’incontro parteciperanno in videoconferenza anche il ministro della Salute Roberto Speranza, il Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri e il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Anche oggi buone notizie: il trend positivo si rafforza”. Così il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha commentato su Facebook i dati odierni del Covid in regione. “In Lombardia ben 15.749 guariti con 246 persone dimesse dai reparti sub-intensivi. Il rapporto dei positivi su oltre 42.000 tamponi è del 12%. Risultato di sacrifici e responsabilità che ci avvicina ad un allentamento delle misure. Teniamo alta la guardia. Sempre!”, ha aggiunto Fontana in un post.
“Pensiamo si debbano introdurre maggiori cautele per prevenire un’impennata nei contagi, la dobbiamo evitare”. Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa da Palma di Maiorca rispondendo ad una domanda sulle misure che il governo metterà in campo per il Natale.
“Non vogliamo invadere scelte di natura nazionale, ci stiamo premurando per evitare che ci siano trasferimenti transfrontalieri, evitando che nel caso si vada all’estero si possa rientrare senza nessun controllo” sanitario, ha aggiunto Conte.
“La scuola – ha detto ancora – va riaperta appena possibile. Noi non dobbiamo procurare disagi in particolare ai nostri giovani”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Per le festività di Natale, il divieto di contatto verrà ammorbidito in Germania e si consentiranno incontri fino a 10 persone. La Germania spinge perché l’Ue vieti le vacanze sciistiche fino al 10 gennaio. Angela Merkel ha chiarito di voler tentare un accordo con i vicini europei a riguardo, aggiungendo che non sarà facile.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Conte: ‘Lo Stato risarcirà i figli di Marianna Manduca’
Il premier: ‘Bisogna saper riconoscere gli errori’. La donna, uccisa nel 2007dal marito, aveva denunciato più volte le violenze.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
25 novembre 2020
21:47
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Nella Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, dal premier Giuseppe Conte arriva la notizia che tanti avevano chiesto e si aspettavano: i tre figli di Marianna Manduca, la trentaduenne assassinata nel 2007 dal marito Saverio Nolfo (dopo aver denunciato il coniuge 12 volte in un anno alla procura di Caltagirone), avranno la somma dovuta alla loro mamma, indennizzo che era stato revocato dai giudici su iniziativa del Governo, e anche un cospicuo risarcimento del danno non patrimoniale da parte dello Stato. Carmelo, Stefano e Salvatore, tredici anni fa erano ancora minorenni. “Certo, non riavranno più la loro mamma, giovane e bella, ma lo Stato sottoscriverà un accordo transattivo – dice il premier, parlando a Palazzo Chigi – perché deve essere in grado di riconoscere i propri errori”.
Lo scorso 19 marzo la Corte d’appello di Messina aveva revocato l’indennizzo per danno patrimoniale nei confronti dei figli della vittima, ma il successivo 8 aprile la Cassazione ha bocciato la decisione dei giudici, stigmatizzando un “percorso argomentativo in contrasto con le regole che governano l’accertamento del concatenarsi degli eventi”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte d’appello di Catanzaro si sarebbe dovuta pronunciare sul caso il prossimo 9 dicembre. Il marito di Marianna – che per il delitto è stato condannato in abbreviato a 21 anni di carcere – ha inferto numerose coltellate contro la moglie, in strada, a Palagonia, nel Catanese, davanti ai passanti e al padre della vittima. Era il 3 ottobre 2007. Marianna, che si stava separando dal marito, aveva denunciato di essere stata più volte minacciata con un coltello, ma la Procura non ordinò alcuna perquisizione né il sequestro dell’arma. Secondo i giudici d’appello, “l’omissione addebitabile alla Procura” sarebbe stata “eziologicamente insufficiente” nel determinare la morte di Marianna. La Cassazione stabilì che il modo di argomentare dei giudici d’appello era “contraddittorio” e non condivisibile. Il ricorso alla suprema corte era stato presentato da Carmelo Cali’, il cugino di Marianna, che con sua moglie ha adottato i tre ragazzi.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Violenza donne: Sassoli, porre fine a questa piaga sociale
‘Inaccettabile incremento del fenomeno’ durante la crisi
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
25 novembre 2020
11:37
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
“Oggi è la giornata internazionale per lïeliminazione della violenza contro le donne. Ne dobbiamo parlare per molti motivi: per liberare le voci delle vittime e aiutarle a rompere il silenzio. Dobbiamo parlarne per aumentare la consapevolezza e per esprimere il nostro impegno verso la non violenza e l’uguaglianza. Soprattutto, dobbiamo parlarne per trovare soluzioni e porre fine a questa piaga che colpisce la nostra società”. Così il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, all’apertura dei lavori della plenaria.
“Quest’anno la crisi del Covid-19 ha rivelato e intensificato questa violenza, soprattutto quella domestica. Spesso – ha evidenziato il presidente del Pe – ciò è avvenuto in modo subdolo a porte chiuse, senza possibilità di fuga, anche perché in molti Stati membri i rifugi e le linee di assistenza erano carenti o non sufficientemente finanziati. Questo è inaccettabile”.
“Il Parlamento europeo – ha detto ancora Sassoli – continuerà ad insistere affinché tutti gli Stati membri dell’UE ratifichino la Convenzione di Istanbul sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne e lavoreremo per presentare una direttiva sulla lotta alla violenza di genere”.
“Le nostre istituzioni pubbliche – ha proseguito – hanno un ruolo decisivo da svolgere e devono essere vicine ai cittadini ed essere in grado di aiutarli. Anche per questo sono orgoglioso che il Parlamento europeo sia riuscito, durante i negoziati sul nuovo quadro finanziario pluriennale, a garantire 0,8 miliardi di euro di più per il programma “Diritti e valori”, che prevede finanziamenti per la parità di genere e la lotta alla violenza contro le donne e le ragazze. Inoltre, la Commissione – ha concluso Sassoli – svilupperà una metodologia per valutare i finanziamenti comunitari volti a promuovere la parità tra i sessi e a migliorare l’integrazione della dimensione di genere nei programmi comunitari”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Emiliano, situazione ogni giorno più grave
Delibera per azione contrasto pandemia in Puglia
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
25 novembre 2020
17:59
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
La situazione epidemiologica in Puglia “si aggrava ogni giorno progressivamente, con impatto oramai senza precedenti sulla tenuta del sistema sanitario”: è quanto si legge in una delibera del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, del 20 novembre scorso, con la quale sono stati stabiliti i nuovi “indirizzi per un’azione condivisa di contrasto alla pandemia”. Tra questi, l’assunzione per tre anni di medici, infermieri e Oss; l’accelerazione dell’approvvigionamento e distribuzione di attrezzature; e il decongesionamento dei Pronto soccorso.
“Sono stati individuati alcuni elementi di criticità – si legge nella delibera – che, nonostante le precedenti azioni poste in essere, si ritiene debbano essere corrette in itinere, ravvisandosi l’improcrastinabile necessità di porvi rimedio con azioni mirate ad una più ampia rivisitazione dell’organizzazione del sistema sanitario”. Emiliano individua, quindi, alcuni interventi da attivare entro 15 o 30 giorni in base all’urgenza: “Assumere a tempo determinato per tre anni medici, infermieri, OSS, per il rafforzamento dell’organico sia nei setting ospedalieri, sia nei setting territoriali”; “accelerare e monitorare la determinazione degli approvvigionamenti e la distribuzione di attrezzature”; “sostenere azioni funzionali a decongestionare pronto soccorso ed al contenimento dei ricoveri ai casi strettamente necessari per elevata intensità delle cure nonché per il collegamento ospedale-territorio e per la gestione da remoto dei pazienti: attivazione della piattaforma H-Casa per la gestione a domicilio dei pazienti e della Control Room in Telemedicina”.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Imprenditori, manager, professionisti: l’alleanza dei giovani per il Paese
Patto under 40 tra 14 associazioni. Di Stefano (Confindustria), azione congiunta’
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
26 novembre 2020
08:30
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Dai Giovani di Confindustria ad avvocati e commercialisti, imprenditori, costruttori, commercianti, manager, dirigenti della P.a: è un patto under 40.
Nasce una alleanza della giovane classe dirigente italiana per confrontarsi, avere una visione comune, parlare al Paese e alla politica con “una voce sola, autorevole”, come spiega Riccardo Di Stefano.
Il leader dei Giovani Imprenditori di Confindustria annuncia così un progetto su cui sono già al lavoro quattordici associazioni. Stanno ascoltando una base di decine di migliaia di associati, registrano le esperienze di questi mesi difficili, ne sondano la fiducia, raccolgono timori e proposte, mettono in fila le priorità. E per febbraio tireranno le somme in “una analisi lucida”, per “portare all’attenzione pubblica delle istanze comuni”.
Con i Giovani Confindustria e Federmanager altre 12 associazioni under 40
E’ la prima rete trasversale di giovani imprenditori, manager, professionisti. E’ stata promossa dai Giovani di Confindustria e da Federmanager Giovani e coinvolge, intorno d un ‘tavolo interassociativo’, le organizzazioni giovanili degli avvocati, di commercialisti ed esperti contabili, di Confartigianato, dei costruttori dell’Ance, di Confagricoltura, Federalimentare, Confcommercio, Sistema Moda Italia, FederLegnoArredo, Confapi, dell’ospedalità privata, e l’associazione giovani classi dirigenti della pubblica amministrazione.
Ascolto della base, migliaia di associati. Poi azione congiunta
E’ una iniziativa “nata in un momento storico particolare, di sfide globali senza precedenti”, sottolinea il presidente dei Giovani Imprenditori: “L’idea di unire il punto di vista dei giovani di Confindustria a quello delle altre più significative associazioni di giovani serve a dare una voce comune ad una nuova classe dirigente giovane. Il primo obiettivo è quello di avere una base comune, una istantanea sullo stato dell’impresa giovanile in Italia, cercare di comprenderne e mettere a fuoco gli aspetti più delicati su cui concentrare una azione congiunta”, rivolgendosi “prima di tutto all’opinione pubblica, e inevitabilmente anche ai decisori politici”. Per febbraio sarà resa pubblica la prima sintesi di un lavoro di ascolto della base, avviato in collaborazione con 4.Manager: sarà un focus “sulla fiducia nel 2021, le aspettative di investimento, lavoro crescita, le priorità per il Recovery Fund e le criticità da superare per far ripartire il Paese”, spiega Di Stefano.
POLITICA TUTTE LE NOTIZIE
Manovra timida Rischio flop per gli incentivi al lavoro
Dell’azione del Governo, sul fronte del drammatico impatto sull’economia dell’emergenza pandemia, Riccardo Di Stefano, classe 1986, imprenditore palermitano, eletto a giugno nuovo leader dei Giovani Imprenditori, si sofferma sul tema del lavoro commentando il testo della manovra. E avverte: la decontribuzione per incentivare le assunzioni è “una buona notizia”, “avere attenzione per donne e giovani, i più colpiti dalla crisi, è ciò che abbiamo ribadito in più occasioni”, ma per i “troppi vincoli” posti per le imprese “rischia di essere un flop”.
Più in generale, “è del tutto evidente che questa è una manovra espansiva, che mette sul piatto un ingente quantitativo di risorse, però notiamo – rileva ancora il presidente dei giovani di Confindustria – che è ancora in gran parte di carattere emergenziale. I temi che sono a noi molto cari, che sono legati al rilancio degli investimenti per una impresa che sia sostenibile sono ancora timidi, e per molti versi sono rinviati al piano di ripresa e resilienza”; Servono “piani, investimenti” che possano “generare una crescita a medio-lungo termine. Sono cruciali in questo momento. Il Paese è veramente ad un bivio: utilizzare queste risorse con i ritardi e con gli sprechi che abbiamo visto negli ultimi anni rischia di consegnare alla nostra generazione e a quelle che seguiranno un Paese con una montagna di debito pubblico ed una produttività ancora molto bassa”.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.