Cronaca tutte le notizie in tempo reale. Tutte, complete, sempre e soltanto aggiornate. LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 29 minuti

Ultimo aggiornamento 10 Gennaio, 2021, 20:25:03 di Maurizio Barra

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:01 DI SABATO 09 GENNAIO 2021

ALLE 20:25 DI DOMENICA 10 GENNAIO 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Assembramento a Roma per Can Yaman, multa all’attore
Sanzione di 400 euro per violazione norme anti-Covid
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
09 gennaio 2021
13:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato multato per violazione delle norme anti-Covid l’attore turco Can Yaman. Secondo quanto si è appreso, la sanzione di 400 euro è scattata per l’assembramento ieri davanti all’albergo romano dove si sono radunati decine di fan: con l’entourage dell’attore e con l’albergo, riferiscono fonti della questura, era stato concordato che Yaman entrasse da una porta posteriore, come è effettivamente avvenuto.

Successivamente però l’attore, dicono le stesse fonti, sarebbe uscito senza avvertire dalla porta principale, dove alcuni fan si sono accalcati per gli autografi. Le forze dell’ordine presenti all’esterno li hanno poi allontanati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il capo della Polizia Franco Gabrielli ha chiesto una relazione per una “immediata e dettagliata” ricostruzione di quanto avvenuto presso l’hotel dove diverse decine di giovani si sono radunati per la presenza dell’attore turco, nella Capitale per uno spot del regista Ferzan Ozpetek. Immagini che sono circolate in queste ore sui social. Gabrielli, secondo quanto si apprende, ha espresso una dura critica per l’accaduto, in quanto si è creato un assembramento ingiustificato, e ha ribadito la necessità della “massima attenzione” affinché simili episodi non si ripetano: situazioni simili, avrebbe sottolineato il capo della Polizia, “non solo espongono al contagio molte incaute persone ma gettano discredito sull’impegno delle forze di Polizia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tozzi, ‘Gloria’ usata in un contesto violento, mi dissocio
‘Pronto a difendere le origini e i principi di questa canzone’
09 gennaio 2021
14:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Mi è stato mostrato un video in cui una delle mie canzoni più famose e alle quali tengo di più è stata usata durante azioni di inaudita violenza fisica e verbale da Donald Trump e dal suo staff”. Lo sottolinea in un video postato su twitter Umberto Tozzi in riferimento alla versione in inglese di ‘Gloria’ che si è sentita in alcuni video postati sui social prima dell’assalto a Capitol Hill.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: in Toscana codice giallo per vento e neve
Dalla mezzanotte del 9/1 e fino alla stessa ora di domenica 10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
09 gennaio 2021
13:39
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un codice giallo per neve e vento in Toscana, a partire dalla mezzanotte di oggi, sabato 9 gennaio e fino alla mezzanotte di domani, è stato emesso dalla Sala operativa unificata della Protezione civile.
Un’area di bassa pressione favorisce l’afflusso di aria fredda sulla nostra penisola pertanto oggi, si prevede, spiegano dalla Sala operativa, vento in rinforzo da nord-est con raffiche localmente forti sulle zone di pianura del medio Valdarno, in particolare allo sbocco delle valli, sulla costa centro-meridionale e sulle colline grossetane e aretine; localmente molto forti sui crinali Appenninici e relative zone sottovento.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Domani venti da moderati a forti con raffiche localmente molto forti in Appennino specie sui crinali e sottovento, forti sull’ Arcipelago, sulla costa centro meridionale e sui rilievi, localmente forti altrove in particolare allo sbocco delle valli. Dal pomeriggio di oggi possibilità di deboli nevicate sull’Amiata oltre i 500-700 metri e sull’Appennino aretino oltre i 300-400 metri. Domani in mattinata, deboli nevicate sull’Appennino aretino oltre i 300 metri, specie sui versanti orientali. Nel corso della mattina deboli nevicate sulle province di Arezzo, Siena, Grosseto e occasionalmente su Appennino fiorentino oltre i 300-400 metri di quota.   METEO

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Terremoto: Nonna Peppina simbolo resilienza in studio Unicam
Lavoro internazionale pubblicato su Hastings Women’s Law Journal
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAMERINO
09 gennaio 2021
13:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nonna Peppina, 98 anni, di San Martino di Fiastra (Macerata) tra i simboli di resilienza femminile in uno studio pubblicato nel UC Hastings Women’s Law Journal, rivista dell’università californiana Husting College.
Tra gli autori figura la prof.ssa Lucia Ruggeri, direttore della Scuola di specializzazione in diritto civile dell’Università di Camerino, la quale ha illustrato la vicenda Giuseppa Fattori ‘nonna Peppina’, l’anziana che nei mesi successivi al sisma del 2016 era stata costretta ad abbandonare la propria casa e ora, dopo varie vicissitudini burocratico-giudiziarie, potrà ricostruirla.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La pubblicazione è frutto di una collaborazione internazionale che vede impegnati Unicam, State University della Louisiana con la prof.ssa Lecia Vicente e l’Università Toyo di Tokyo con la prof.ssa Kozue Kashiwazaki. Oggetto della collaborazione è l’analisi della legislazione adottata dai tre Stati per verificare in quale misura sia garantito il diritto delle popolazioni colpite da disastri a poter restare nella loro terra. Lo studio, a carattere multidisciplinare, considera le politiche legislative riguardanti sostegni e aiuti per la rivitalizzazione economica, la rapidità della ricostruzione, il mantenimento di servizi necessari.
Il tema del diritto a restare nelle terre di origine è declinato con riguardo alle popolazioni colpite da disastri naturali che per violenza e imprevedibilità possono costringere in via emergenziale intere popolazioni a spostarsi. La tematica, rilevante anche per il ‘cratere’ nelle aree interne delle Marche, oggetto di un recentissimo finanziamento al team Unicam grazie ai Fondi strutturali e di investimento europei erogati dalla Regione Marche, verrà pertanto ulteriormente indagata in un quadro progettuale attento alle esigenze e alle peculiarità dell’entroterra marchigiano con l’interlocuzione preziosa degli enti locali impegnati nel difficile cammino della ricostruzione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Panico in ospedale Catanzaro, uomo sfonda porta con ascia
Bloccato dalla polizia, posizione al vaglio degli investigatori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
09 gennaio 2021
14:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Momenti di panico stamani all’ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro. Un 40enne armato di due asce ha sfondato la vetrata dell’ingresso principale della struttura mentre numerosi utenti erano in attesa dei controlli anti covid per poter accedere all’ospedale.
Nessuno, comunque, è rimasto ferito. Sul posto sono immediatamente intervenuti gli agenti delle Volanti della Questura. Al loro arrivo l’uomo non ha tentato alcuna reazione e si è “arreso” senza opporre resistenza. L’uomo è stato portato in Questura e la sua posizione è al vaglio degli investigatori. Per lui, probabilmente, scatterà l’arresto. Gli agenti stanno adesso ascoltando i testimoni di quanto accaduto per ricostruire esattamente i fatti e verificare se ci siano anche state minacce nei confronti di medici o altre persone. Secondo quanto ricostruito sin qui, l’uomo avrebbe manifestato risentimenti verso i medici dell’ospedale dove il figlio è stato ricoverato alcuni giorni fa prima di essere trasferito in un’altra struttura.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Recuperato senza vita sciatore travolto da valanga
Vittima bolzanina, scendeva verso val Trevenanzes
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
09 gennaio 2021
15:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È stato rinvenuto sotto 80 centimetri di neve il corpo senza vita dello sciatore altoatesino travolto questa mattina da una valanga sopra la Val Travenanzes, a poca distanza da Cortina d’Ampezzo. L’uomo, P.P., 50 anni, di Badia (Bolzano), era partito assieme a due amici da Capanna Alpina.
I tre avevano risalito il Valon de Campestrin, erano arrivati in cima al Monte Cavallo e Casale e volevano scendere verso la Val Travenanzes. Poco sotto la cima, i due compagni sono scesi uno alla volta e, quando è stato il suo turno, lo sciatore è rimasto un poco più alto, ha preso un cumulo di neve ventata ed è caduto finendo travolto dalla neve.
A trovare il corpo i soccorritori calati sul posto da un elicottero.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Emiliano,con ospedale Fiera Bari pronti a terza ondata
Oggi sopralluogo governatore Puglia, ‘vicini a completamento’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
09 gennaio 2021
16:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“I lavori per la realizzazione del reparto Covid nella Fiera del Levante stanno procedendo, siamo vicinissimi al completamento, un miracolo del lavoro pugliese che in poche settimane ha messo su un impianto di grandissima importanza per il futuro della salute dei pugliesi e soprattutto per fronteggiare l’emergenza Covid in questo momento. Siamo pronti a fronteggiare anche la terza ondata”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, questa mattina durante un sopralluogo nel cantiere dell’ospedale Covid che sta nascendo negli spazi della Fiera del Levante a Bari.
“Questo ovviamente – ha proseguito – non vuol dire che bisogna approfittare della zona gialla per, diciamo così, esagerare nei contatti umani. Dovete rimanere sempre molto attenti, portare le mascherine, lavarvi sempre le mani e soprattutto incontrare meno gente possibile e stare a casa il più possibile, sia per studiare sia per lavorare”.
Con Emiliano c’era anche l’assessore regionale alla Sanità, Pierluigi Lopalco. L’inizio dei lavori è avvenuto lo scorso 1 dicembre. Sono 40 le ditte impegnate, in maggioranza pugliesi, per i 10 reparti su 15mila metri quadrati, con 2 sale operatorie, una zona per tac, rx e laboratorio analisi. “Questi reparti – ha aggiunto Lopalco – saranno operativi quanto prima.
I lavori saranno conclusi entro il 15 di questo mese, poi ci vorrà ancora qualche giorno per allestimenti, collaudi e ritocchi finali. Si tratta di moduli attrezzatissimi, estremamente moderni, che permetteranno di trasferire qui la maggior parte dei pazienti che in questo momento si trovano nel Policlinico. Ed in ogni caso ci siamo attrezzati nella malaugurata ipotesi di un nuovo ritorno di fiamma della pandemia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: vaccino reciproco tra medici base, un mese anticipo
Ancona, primi sette vaccinati poi dosi a 140 colleghi provincia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
09 gennaio 2021
17:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per le vaccinazioni anti-Covid, il distretto 7 di Ancona si organizza e anticipa di un mese la campagna vaccinale per i medici di base. “Così siamo pronti per andare nelle case di riposo – spiega Annalisa Pini, medico di famiglia di Ancona – e per vaccinare gli anziani.
Una iniziativa spontanea e autonoma, nata grazie alla collaborazione del distretto medicina generale e del servizio prevenzione, per accorciare i tempi”. Questa mattina, dopo aver avvisato la categoria e aver preso 140 prenotazioni, sette medici di base si sono prima vaccinati tra di loro, all’ex Crass di Ancona (sede del distretto 7) si sono divisi in due unità e due palazzine distinte per vaccinare i colleghi arrivati da tutto il territorio provinciale: il distretto centro (che comprende tutta Ancona città), il distretto sud (con Osimo, Loreto e Castelfidardo) e il distretto nord (Falconara, Chiaravalle, Monte San Vito, Polverigi e Agugliano).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 19.978 nuovi casi, 483 vittime
Eseguiti 172.119 tamponi, tasso positività all’11,6%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
09 gennaio 2021
18:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 19.978 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore. Lo rende noto il bollettino del Ministero della Salute.
I guariti o dimessi sono 17.040. I deceduti sono 483. Sono stati 172.119 i tamponi effettuati con il tasso di positività rispetto ai nuovi casi (19.978) che è sceso all’11,6% (-0,9%). I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono aumentati di 6 unità con 183 nuovi ingressi giornalieri, mentre i ricoverati con sintomi sono scesi di 53. Gli attualmente positivi in Italia sono 572.842, i guariti o dimessi 1.606.630 e le vittime 78.394.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 5 Regioni ‘arancioni’ a Governo, subito i ristori
Governatori, rischio è cancellare interi settori
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VENEZIA
09 gennaio 2021
18:01
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I presidenti delle 5 Regioni che da lunedì entreranno nella zona di rischio arancione – Veneto, Emilia Romagna, Lombardia, Calabria, Sicilia – chiedono con una lettera al Governo “di fornire doverose e puntuali rassicurazioni circa un’immediata messa in campo di ristori e la loro quantificazione”. Questo per evitare, scrivono Zaia, Bonaccini, Fontana, Spirlì e Musumeci – “ulteriori penalizzazioni alle categorie colpite e per scongiurare il rischio che interi comparti vengano definitivamente cancellati dalla geografia economica delle nostre Regioni”.   POLITICA   ECONOMIA   VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO   VAI ALLE NOTIZIE DEL PIEMONTE   VAI ALLA TECNOLOGIA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Si ammala di leucemia, paese fa esami per donare midollo
Tutta la comunità salentina di Aradeo. Appelli anche da ‘Emma’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ARADEO (LECCE)
09 gennaio 2021
18:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un’intera comunità si candida come donatore di midollo per salvare la vita a un uomo.
E’ la straordinaria gara di solidarietà che da settimane sta coinvolgendo Aradeo, piccolo comune di oltre novemila anime nel Sud Salento, che tra i suoi abitanti sta cercando attraverso il test della ‘tipizzazione’ di trovare il donatore compatibile al trapianto del midollo osseo per poter salvare la vita a Fabrizio, un uomo di 44 anni molto conosciuto in paese, padre di due bambini, colpito l’estate scorsa dalla leucemia.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una corsa contro il tempo che questo pomeriggio ha visto l’arrivo nel Poliambulatorio di via Scalfo di decine di volontari, provenienti anche da altri comuni. Una sorta di chiamata alla armi per uomini e donne in buona salute, di età compresa tra i 18 e i 36 anni non compiuti, avviata sui social dalle sorelle di Fabrizio e diventata in breve virale, con il coordinamento di Admo Puglia, grazie agli appelli lanciati da numerosi artisti salentini tra cui tra cui Cesko, gli Après la Classe, ed Emma che ad Aradeo è nata e cresciuta, e dove abita ancora la sua famiglia.
“Ringrazio tutti questi ragazzi – dice commossa Maria, sorella di Fabrizio – perché il loro gesto d’amore non sarà inutile. Anche se magari non riuscirà a salvare la vita a mio fratello, potrà servire a ridare la speranza di vita ad altre persone in attesa di trapianto. Il loro nome sarà infatti inserito nel Registro Italiano Donatori Midollo Osseo, dove rimarranno fino all’età di 56 anni”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Cagliari,flash mob #ioapro contro chiusura ristoranti
Singolare protesta di un locale,clienti seduti in attesa asporto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
09 gennaio 2021
20:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Hanno aperto normalmente per consegnare le pietanze da asporto e, come previsto dalla normativa, hanno fatto tranquillamente accomodare i clienti che attendevano di ritirale: tutti seduti nei vari tavoli massimo in quattro, distanziati, come se dovessero consumare qualche cosa, ma in realtà dovevano solo portare via il piatto caldo. Ogni cliente ha poi pubblicato una foto sui social con l’hashtag #nonspengopiúlamiainsegna e #ioapro per dimostrare come si può stare tranquillamente seduti nei locali distanziati, senza che pub, pizzerie e ristoranti, debbano per forza rimanere chiusi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I due hashtag sono stati lanciati sui social e sulla pagina Facebook da Maurizio Stara, titolare del del pub Red Fox di via San Giovanni a Cagliari. “È il nostro modo per farci sentire – ha detto il proprietario – noi rispettiamo le regole, ma sono mesi che facciamo i conti con queste chiusure. Vogliamo capire cosa ci riserva il futuro: una nuova serrata? Giorni di apertura e di chiusura? Vogliamo saperlo in modo da organizzare il lavoro. Non possiamo continuare ad aprire e chiudere all’improvviso, ci vuole un regolamento per un periodo più lungo anche tre mesi”. Il titolare del pub chiede certezze: “Devono dirci cosa dobbiamo fare per poter lavorare rispettando le regole – precisa – noi siamo pronti come lo siamo sempre stati”.
Sui social ha pubblicato un lungo appello chiedendo l’adesione dei gestori degli altri locali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: a Vibo Valentia tutti in Dad fino al 16 gennaio
Ordinanza sindaco, troppi casi e reparti ospedale pieni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VIBO VALENTIA
09 gennaio 2021
20:52
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il sindaco di Vibo Valentia Maria Limardo, con una propria ordinanza, ha disposto la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado di propria competenza su tutto il territorio. Una decisione presa in considerazione del focolaio della frazione Piscopio con oltre 340 positivi, e dall’aumento dei contagi nelle altre zone del capoluogo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fino al 16 gennaio, quindi, si procederà con la didattica a distanza.
Nell’ordinanza, il sindaco rileva che dai dati dell’Asp aggiornati ad oggi, si registra nel comune di Vibo un numero di positivi pari a 513 e che alla data del 5 gennaio scorso, il numero era di 429. Sono quindi 75 i nuovi casi registrati in tre giorni. A pesare sulla decisione del sindaco – che ha emesso in 8 giorni 365 quarantene -anche il fatto che l’Asp ha comunicato che, ad oggi, sia il reparto di Malattie infettive che quello di medicina generale dell’ospedale di Vibo sono al completo.
“La riapertura dell’attività didattica in presenza – è scritto nell’ordinanza – potrebbe peggiorare significativamente tale situazione, con pericolo di innalzamento della curva di rischio sanitario, atteso che le scuole rappresentano un luogo di aggregazione in cui il rispetto del distanziamento interpersonale è complicato e la possibilità di trasmissione del contagio di origine domiciliare è amplificata”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rissa tra giovani pianificata sui social, sventata da Cc
Da Macerata ‘spedizione’ ad Ancona. 16enne con coltello 30 cm
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
09 gennaio 2021
21:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sventata ad Ancona dai carabinieri una rissa ‘pianificata’ sui social: un gruppo di giovani provenienti da Macerata era intenzionato a dar luogo ad una rissa ad Ancona con un’altra ‘fazione’ di giovani che i militari stanno cercando di identificare. Per questo gli uomini del Norm hanno compiuto un servizio mirato di prevenzione: un 16enne di Macearta aveva nello zaino un coltello da cucina lungo 31 cm e con lama di 19 cm; è stato denunciato per possesso ingiustificato di arma.
Per un 18enne, un 21enne e due 16enni del Maceratese sono scattate sanzioni amministrative per essersi spostati fuori dal Comune di residenza senza giustificato motivo. Durante i controlli, un 15 enne di Macerata è stato trovato in possesso di 17,60 gr marijuana light, occultata nella tasca della propria felpa. Il coltello e la sostanza stupefacente sono stati sequestrati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, oltre 583 mila i vaccinati finora in Italia
Somministrato a oggi il 63,5% delle dosi distribuite
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 gennaio 2021
04:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ di 583.050 il totale delle vaccinazioni anti-Covid somministrate finora in Italia, pari al 63,5% delle dosi distribuite. Lo riporta il sito web della Presidenza del Consiglio dei ministri.

La regione con il rapporto più alto tra somministrazioni e vaccini consegnati è al momento la Campania (89,5%), quella con il più basso la Lombardia (37,9%).
A livello nazionale sono stati vaccinati finora 360.735 donne e 222.315 uomini, di cui 164.535 in età compresa tra 50 e 59 anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si dà fuoco vicino alla stazione Centrale di Milano, grave
Senzatetto ricoverato in prognosi riservata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 gennaio 2021
10:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un uomo senza fissa dimora, a quanto riferito dalla polizia, si è dato fuoco con della benzina, dal sottopasso vicino alla stazione Centrale di Milano, che collega via Sammartini e via Ferrante Aporti, e ha riportato una serie di ustioni su tutto il corpo. L’episodio è avvenuto verso le 4 del mattino.

Il senzatetto è stato portato in gravi condizioni al Fatebenefratelli ed è ricoverato in prognosi riservata. Sul posto sono intervenuti gli agenti, oltre all’ambulanza. Un testimone, a quanto riferito, avrebbe visto l’uomo, non ancora identificato ma pare di origine straniera, darsi fuoco. Stando a quanto riferito dalla polizia, il cinquantenne non sarebbe in pericolo di vita.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Azzolina,senza scuola non c’è crescita, continuo a battermi
Un anno fa il giuramento a ministra dell’Istruzione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 gennaio 2021
11:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Un anno fa giuravo come Ministra.
Sento, ogni giorno, tutta la responsabilità dell’incarico.
Ho lavorato senza sosta e continuerò a farlo, guidata dall’amore per la scuola e per la Costituzione, guardando all’articolo 34.
Uno dei più belli, quello che mi ha permesso di immaginare e costruire un futuro da donna libera, pur partendo da una condizione di svantaggio. Mi batto per la scuola perché senza la scuola non c’è crescita, aumentano le disuguaglianze, si blocca l’ascensore sociale. E a pagare sono sempre i più deboli.
Continuerò a lavorare in questa direzione, senza risparmiarmi”.
Così la ministra Lucia Azzolina.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ragazzo sfregia 14enne, si indaga su gioco per emulare Joker
Minorenne denunciato, anche lui ha provato a tagliarsi le labbra
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
10 gennaio 2021
11:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una ragazzina di 14 anni sarebbe stata ferita da un ragazzo poco più grande, anche lui minorenne, con dei profondi tagli che dalle labbra si allungano verso il viso, ed è stata ricoverata all’ospedale di Cernusco sul Naviglio, nel Milanese. Anche il ragazzo avrebbe provato ad infliggersi gli stessi tagli senza riuscirci.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’episodio, di cui danno conto oggi il Corriere della Sera nelle pagine milanesi e il Giorno, sarebbe avvenuto lunedì scorso. I carabinieri stanno indagando e si sospetta che si tratti di un tentativo di emulare il ghigno di ‘Joker’, il noto personaggio che si contrappone a Batman.
Ai medici i due avrebbero detto di essere stati aggrediti in strada, ma la versione non è parsa credibile e il ragazzo è stato denunciato alla Procura dei minorenni per “deformazione dell’aspetto della persona mediante lesioni permanenti al viso”, ossia il nuovo reato di sfregio introdotto dalla recente legge sul ‘codice rosso’. Inquirenti e investigatori stanno cercando di capire le ragioni di quelle ferite che il ragazzo avrebbe inferto alla ragazza per poi ferirsi a sua volta. E tra le ipotesi, appunto, ci sarebbe quella di un folle gioco per emulare il sorriso di Joker.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Biker perdono strada, notte sottozero: salvati
Sono in ipotermia, trovati dall’elicottero
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SAVONA
10 gennaio 2021
13:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Due giovani biker che avevano perso il sentiero per tornare a valle, hanno trascorso la notte sulle alture di Savona, con temperature sotto zero. Sono stati ritrovati questa mattina grazie alla perlustrazione avvenuta con l’elicottero dei vigili del fuoco.
Sono in ipotermia: con loro avevano solo l’abbigliamento sportivo. Sono stati individuati nei boschi di Naso di Gatto.
I due ieri pomeriggio erano usciti per una escursione nei boschi. Accorgendosi di non riuscire a ritrovare la strada di casa, hanno allertato i soccorsi col cellulare che successivamente si è scaricato, rendendo più complicati i soccorsi. Sono stati così costretti a trascorrere tutta la notte all’addiaccio. A individuarli questa mattina l’elicottero dei vigili del fuoco. Data la quantità di neve, i medici e gli uomini del soccorso alpino hanno raggiunto i due con gli sci.
Sono stati portati in codice rosso all’ospedale di Savona per ipotermia, ma secondo i soccorritori non sono in pericolo di vita.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non gli danno soldi e sequestra mamma e fratello, arrestato
Bloccato dai carabinieri in Calabria dopo ore di trattative
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROGLIANO
10 gennaio 2021
13:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ha sequestrato in casa mamma e fratello minacciando di fare del male a loro ed a chi si fosse avvicinato, ma alla fine di una lunga trattativa è stato convinto dai carabinieri ad arrendersi ed è stato arrestato per sequestro di persona e minacce. Il fatto è accaduto nel pomeriggio di ieri a Rogliano, nel Cosentino.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il 21enne, già noto alle forze dell’ordine anche per episodi di minacce ai genitori, era stato denunciato nel settembre scorso per avere costretto i genitori, minacciandoli con un coltello, ad uscire di casa e avere tagliato gli pneumatici dell’auto di famiglia.
Nel pomeriggio di ieri, il giovane ha rivolto l’ennesima richiesta di denaro ai genitori – che vivono con il reddito di cittadinanza – probabilmente per comprarsi della droga. Al rifiuto del padre e scontento di quanto gli ha dato la madre, il 21enne ha dato in escandescenza armandosi di una bottiglia di vetro e di un’asta di ferro. Il padre è riuscito a fuggire ed ha chiamato il 118 che ha fatto intervenire i carabinieri. Quando i militari sono giunti sul posto hanno trovato il ragazzo asserragliato in casa con la madre ed il fratello. I primi tentativi di trattativa sono falliti per le minacce rivolte anche ai carabinieri. I militari hanno provato anche ad irrompere dal piano inferiore della casa ma poi hanno desistito.
Solo dopo un’ora, il giovane ha permesso ad uno dei militari dell’Aliquota Radiomobile ad avvicinarsi. Il carabiniere ha iniziato a parlare con il giovane finché, dopo un’altra ore, il ragazzo si è fatto convincere a consegnare la bottiglia ed il pezzo di ferro. Portato in caserma il 21enne è stato quindi arrestato e portato in carcere.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: tamponi in 17 scuole del Barese, 3 positivi su 1.514
Screening a personale Molfetta, Noicattaro e Gioia del Colle
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
10 gennaio 2021
13:35
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si sono conclusi con 3 positivi su 1.514 i tamponi al personale di 17 scuole di Molfetta, Noicattaro e Gioia del Colle, nel Barese. A Molfetta sono emersi gli unici tre casi positivi su 834 test rapidi in 13 scuole.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Su iniziativa del Comune, in vista della riapertura delle scuole, era stata avviata la campagna a tappeto di somministrazione di test antigenici rapidi su docenti e personale scolastico dei comprensivi comunali (infanzia, elementari e medie), delle paritarie e delle scuole superiori. I tamponi sono stati effettuati dal 28 dicembre al 9 gennaio. Lo screening ha riguardato le scuole Zagami, Poli, Rosaria Scardino, Azzollini-Giaquinto e Pascoli-Battisti, due scuole paritarie, il centro don Tonino Bello, i licei classico e scientifico, gli istituto Ferraris, Fornari e Salvemini.
Anche il Comune di Noicattaro ha sottoposto a tampone rapido, sempre su base volontaria, il personale scolastico. Nei giorni 8 e 9 gennaio sono stati effettuati 311 test antigenici negli istituti comprensivi De Gasperi-Pende e Gramsci-Pascoli, che hanno dati tutti esito negativo. Quando si conoscerà il numero di bambini che frequenteranno in presenza, saranno sottoposti a tampone anche i percettori del reddito di cittadinanza che collaborano ai servizi scolastici come, per esempio, accompagnatori dei bambini dalle fermate dei bus alle aule. Il 18 gennaio la campagna di screening proseguirà sui dipendenti comunali e su altri destinatari del reddito di cittadinanza che svolgono servizi di utilità collettiva. Nei giorni scorsi anche a Gioia del Colle il Comune ha avviato una campagna di screening a tappeto su docenti e personale scolastico, somministrando 369 tamponi rapidi nei due istituti comprensivi della città, Carano-Mazzini e Losapio San Filippo Neri, tutti risultati negativi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Toscana, 472 nuovi casi e altri 15 morti
Firenze supera i 1.300 decessi. Quarantene calano ancora
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FIRENZE
10 gennaio 2021
14:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Altri 472 nuovi casi Covid in Toscana (età media 49 anni) su 9.469 tamponi eseguiti (circa il 5% positivi) e altri 15 morti (età media 84,7 anni) che portano il totale nella regione a 3.855 vittime, con Firenze e la sua provincia che superano le 1.300 unità (1.301 con altri sette decessi). I nuovi casi registrati nelle 24 ore sono lo 0,4% in più e ora il totale in Toscana da inizio pandemia è di 124.951.

Anche i guariti crescono dello 0,4% e raggiungono quota 111.995.
I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.965.493. Gli attualmente positivi per Coronavirus sono 9.101 (-0,1%) di cui 909 ricoverati (-22 unità e 140 in terapia intensiva, uno in più) e 8.192 pazienti in isolamento a casa con sintomi lievi o asintomatici (+18 su ieri). Ci sono inoltre 12.591 persone (-152 su rispetto a ieri, -1,2%) isolate in quarantena fiduciaria domiciliaria, in sorveglianza attiva delle Asl perché hanno avuto contatti con persone contagiate. Nelle 24 ore i guariti sono stati 461 in più di cui 23 clinicamente guariti (+4,9%) e 438 (+0,4%) dichiarati guariti a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: domani rientro in classe per oltre 220 mila ragazzi
In Toscana e Abruzzo. Rientrano I e II elementare in Campania
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 gennaio 2021
14:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rientro in classe domani, oltre che per i 5 milioni di studenti italiani delle materne, elementari e medie tornati sui banchi giovedì scorso 7 gennaio, anche per i ragazzi delle superiori in Toscana (sono 166 mila) e in Abruzzo (56.600) e in Valle D’Aosta. che si alterneranno a scuola in base alla percentuale stabilita del 50%.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A questi numeri vanno aggiunti i bambini delle prime due classi delle elementari che torneranno anche loro in presenza domani in Campania. In Trentino Alto Adige già dal 7 gennaio tutti gli alunni dalle materne alle superiori sono rientrati in classe. Nelle altre regioni il rientro dei ragazzi delle superiori è posticipato con date differenziate a territorio a territorio che vanno dal 18 gennaio (Piemonte, Lazio, Liguria, Molise, Puglia) fino al 1 febbraio (Marche, Calabria, Basilicata, Sardegna, Sicilia, Veneto, Friuli Venezia Giulia). Il 25 gennaio torneranno invece in classe i ragazzi delle superiori in Emilia Romagna, Campania, Lombardia e Umbria.
A casa domani rimarranno anche tutti gli studenti siciliani: il presidente Musumeci ha disposto infatti il rientro il 1 febbraio per gli studenti delle superiori e il 18 gennaio per quelli del primo ciclo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: vento a 110 km orari in Liguria
Permane allerta per raffiche di burrasca
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
10 gennaio 2021
14:57
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Venti di burrasca stanno battendo la Liguria con raffiche che hanno raggiunto i 112 km orari. Ciò ha determinato una stato di allerta che permarrà anche nella giornata di domani.

Nella notte il vento ha soffiato a oltre 100 km/h in costa e nell’entroterra. A Marina di Loano le raffiche hanno raggiunto i 102 km orari, mentre nell’entroterra, al lago di Giacopiane, in valle Stura, nell’entroterra di Chiavari, il vento ha raggiunto i 112 km/h.
Questo fenomeno, collegato alle basse temperature, acuisce il disagio fisiologico da freddo che in molte località è stato abbondantemente sotto lo zero. E’ avvenuto a Settepani (Savona) -7.7, a Pratomollo (Genova) -7.6°C, Poggio Fearza (Imperia) -5.9, Casoni di Suvero (La Spezia) -4.4.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Via Lattea ‘ripartenza sci remota, subito ristori’
Merlo, annunciata stretta conterrà misure restrittive
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
10 gennaio 2021
15:03
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“La sbandierata riapertura degli impianti di risalita per il prossimo 18 gennaio appartiene più al mondo degli auspici che non a quello della realtà”. Lo sostiene Giorgio Merlo, sindaco di Pragelato e assessore alla comunicazione dell’Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea, in merito alla “stretta di gennaio annunciata dal Governo che, come ovvio, conterrà misure stringenti e restrittive”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Per Merlo, occorre dunque “prendere atto della grave situazione sanitaria senza indicare ulteriori rinvii per la sempre più remota riapertura, e intervenire con rapidità per definire la cifra dei potenziali ristori”.
Oltre a “definire la cifra dei potenziali ristori”, Merlo auspica che vengano subito individuate “le categorie interessate dal provvedimento e la tempistica certa per evitare che migliaia di lavoratori e centinaia di piccole e medie aziende entrino in una crisi irreversibile e definitiva”. Misure che adesso, sostiene l’assessore dell’Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea, “si rendono sempre più necessarie ed indispensabili se non vogliamo che questa filiera economica e produttiva, a cominciare dal comparto territoriale della Via Lattea con i suoi impianti e le sue piste, entri in un vicolo cieco senza più la possibilità di riprendere il suo corso normale”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Usa: sondaggio, per 56% americani Trump deve essere rimosso
Prima fine del mandato. Per 67% ha tutta o parte colpa scontri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
10 gennaio 2021
14:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il 56% degli americani ritiene che Donald Trump dovrebbe essere rimosso dall’incarico prima della fine del suo mandato. E’ quanto emerge da un sondaggio ai Abc-Ipsos, secondo il quale il 43% degli interpellati è contrario alla rimozione prima del tempo del presidente.
Il 67% è convinto che Trump abbia tutta o parte della responsabilità degli scontri in Congresso, mentre un 15% ritiene che non abbia nessun colpa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Puglia; 1.162 nuovi casi (13,6% dei test) e 24 morti
Totale positivi registrati da inizio pandemia a quota 101.613
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
10 gennaio 2021
16:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi in Puglia sono stati analizzati 8.510 test per l’infezione da Covid-19 e sono stati individuati 1.162 nuovi casi per un tasso di positività del 13,6% (ieri era del 13,7%). Inoltre sono stati registrati 24 decessi (ieri 27).
I casi odierni sono stati riscontrati 503 in provincia di Bari, 100 in provincia di Brindisi, 150 nella provincia BAT, 150 in provincia di Foggia, 139 in provincia di Lecce, 110 in provincia di Taranto; nove riguardano residenti fuori regione, mentre un caso è di provincia di residenza non nota.
I 24 decessi sono stati rilevati 5 in provincia di Bari, 10 in provincia BAT, 2 in provincia di Brindisi, 6 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Taranto.
Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.119.005 test. Sono 43.662 i pazienti guariti e 55.279 i casi attualmente positivi: sommando questi dati al numero dei decessi emerge che il totale dei casi positivi al Covid registrati in Puglia da inizio pandemia è di 101.613.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migranti:individuate e soccorse 2 famiglie a confine Trieste
Operazione Polizia Frontiera con Caritas diocesana
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
10 gennaio 2021
16:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Gli agenti della Polizia di frontiera di Trieste questa mattina hanno rintracciato e soccorso due famiglie di nazionalità afghana. I migranti erano in difficoltà e molto infreddoliti a causa del forte e freddo vento di bora che soffia da ieri a Trieste e aree limitrofe.

Le due famiglie sono state individuate nei pressi di San Dorligo della Valle, zona dove i migranti arrivano in territorio nazionale dopo essere partiti a piedi dalla Slovenia, il cui confine è vicino.
I due nuclei familiari, per un totale di 13 persone di cui 6 minorenni (due di meno di 5 anni d’età) sono giunti in Italia lungo la Rotta balcanica. Sono stati rifocillati, è stato dato latte ai bambini, grazie al supporto della Caritas diocesana di Trieste, e sono ora in corso le procedure di identificazione.
Successivamente saranno posti in quarantena. Le loro condizioni di salute sono buone.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 18.627 nuovi casi, 361 i morti
I tamponi sono 139.758, tasso positività sale al 13,3%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 gennaio 2021
17:05
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 18.627 i nuovi casi di coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore e 361 le vittime. Lo si apprende dal nuovo bollettino del ministero della Salute.

Sono stati 139.758 i tamponi effettuati che portano il rapporto con i nuovi casi (18.627) al 13,3% (+1,7% rispetto a ieri). I pazienti in terapia intensiva sono 2.615 (+22 rispetto a ieri) con 181 nuovi ingressi giornalieri.
I ricoverati con sintomi, invece, raggiungono quota 23.427 (+167 rispetto a ieri). In Italia i dimessi o guariti sono 1.617.804 (+11.174 rispetto a ieri), gli attualmente positivi 579.932 (+7.090 rispetto a ieri). Le vittime totali sono 78.755 e i casi 2.276.491.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: positivi stabili in Calabria, crescono casi attivi
Altre cinque vittime, lieve aumento ricoveri in rianimazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
10 gennaio 2021
17:16
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovi contagi sostanzialmente stabili in Calabria con 409 positività contro le 423 di ieri ed un numero stabile di tamponi effettuati. Cinque le vittime nelle ultime 24 ore, con il totale che arriva a 514.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Aumentano invece i casi attivi arrivati a 9.612 (+342) ed i ricoverati in terapia intensiva (25, +3). In calo invece i ricoverati in area medica passati da 262 a 256. I guariti salgono di 62 unità arrivando a 16.808. Ad oggi sono stati sottoposti a test 442.621 soggetti per un totale di 462.587 tamponi fatti e 26.934 positivi. I casi confermati oggi sono suddivisi a Cosenza 183, Catanzaro 39, Crotone 7, Vibo Valentia 73, Reggio Calabria 107. I dati sono forniti dal dipartimento Tutela della Salute della Regione.
Territorialmente, da inizio pandemia i casi positivi sono distribuiti a: Cosenza: casi attivi 3.917 (63 in reparto AO Cosenza; 8 in reparto al presidio di Rossano e 5 al presidio ospedaliero di Cetraro; 10 al presidio di Acri; 3 all’ospedale da Campo; 10 in terapia intensiva, 3818 in isolamento domiciliare); casi chiusi 3981 (3763 guariti, 218 deceduti).
Catanzaro: casi attivi 1.896 (30 in reparto all’AO di Catanzaro; 2 in reparto al presidio di Lamezia Terme; 14 in reparto all’AOU Mater Domini; 7 in terapia intensiva; 1.843 in isolamento domiciliare); casi chiusi 2.033 (1.952 guariti, 81 deceduti).
Crotone: casi attivi 382 (20 in reparto; 362 in isolamento domiciliare); casi chiusi 1979 (1.940 guariti, 39 deceduti).
Vibo Valentia: casi attivi 1.049 (18 ricoverati, 1031 in isolamento domiciliare); casi chiusi 1.222 (1.190 guariti, 32 deceduti). Reggio Calabria: casi attivi 2.275 (77 in reparto; 6 P.O di Gioia Tauro; 8 in terapia intensiva; 2.184 in isolamento domiciliare); casi chiusi 7.841 (7.697 guariti, 144 deceduti).
Altra Regione o Stato estero: casi attivi 93 (93 in isolamento domiciliare); casi chiusi 266 (266 guariti).
Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 134.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 813 nuovi positivi in Piemonte, aumentano ricoveri
Undici i decessi, oltre 14mila persone in isolamento
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
10 gennaio 2021
17:20
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 813 i nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 in Piemonte, pari al 10,6% dei 7.678 tamponi eseguiti. Gli asintomatici sono 287, ovvero il 35,3%.
L’Unità di crisi regionale ha registrato anche undici decessi, di cui due nella giornata di oggi, e 1.326 guariti.
Aumentano i ricoveri: sono 176 quelli in terapia intensiva (+4), 2.703 quelli negli altri reparti (+14). Le persone in isolamento domiciliare sono 14.105.
Dall’inizio della pandemia, il Piemonte ha registrato 210.840 positivi, 8.176 decessi e 185.680 guariti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: in Puglia usato 70% dosi anti Covid disponibili
Inoculate 33.887 dosi su 48.280, atteso terzo lotto Pfizer
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
10 gennaio 2021
17:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il 70,2% delle dosi di vaccino anti Covid a disposizione della Puglia è stato già somministrato: è questo l’ultimo aggiornamento dell’andamento della campagna vaccinale pugliese del ministero della Salute. Alle 11 di questa mattina risultano essere stata inoculate 33.887 dosi su 48.280 disponibili, dato che pone la Puglia tra le regioni con il maggior numero di vaccinati.
Tra domani e martedì è prevista, salvo rinvii, la consegna del terzo lotto di vaccini Pfizer, sono attese circa 27mila dosi. E tra una settimana inizieranno anche i richiami: i primi 505 vaccinati durante il ‘V-day’ dello scorso 27 dicembre dovranno ricevere la seconda dose. Dei 33.887 vaccinati, 31.005 sono operatori sanitari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Crolla palazzina disabitata nel barese…’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
10 gennaio 2021
11:00 CON EVOLUZIONE DELLA NOTIZIA SINO ALLE
18:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono ancora in corso le attività di messa in sicurezza della palazzina disabitata crollata ieri sera nel centro di Modugno (Bari). E’ stato confermato che nessuno è rimasto ferito.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’intera area è stata transennata e il sindaco Nicola Bonasia ha firmato un’ordinanza vietando la circolazione dei pedoni, la circolazione e la sosta per tutti i veicoli nelle strade adiacenti l’edificio. Il primo cittadino ha anche annunciato la mappatura degli immobili in stato di degrado e un piano di incentivi per “ammodernare e rendere sicuro il patrimonio edilizio della nostra città”.
“Le cause del crollo – fa sapere il sindaco – sono ancora in fase di accertamento. A seguito dei sopralluoghi e delle verifiche si è constatata la quasi totale distruzione della struttura portante, dei muri perimetrali e dei solai dell’immobile. Il tetto è crollato rendendo la parte superiore del fabbricato priva di qualsiasi ‘coronamento statico’ che potesse garantire la stabilità e la sicurezza dei muri perimetrali, fatiscenti e pericolanti, le cui condizioni deteriorate abbinate alle avverse condizioni climatiche, potrebbero essere causa di ulteriori crolli e fattore di enorme pericolo per incolumità e sicurezza delle persone”. “Posso fortunatamente confermare – evidenzia – che nessuno è rimasto coinvolto nel crollo, ci sono solo danni materiali. L’edificio era completamente disabitato, così come fortunatamente anche quello vicino”. “L’accaduto – prosegue Bonasia – impone un’attenta riflessione sul grado di sicurezza del nostro patrimonio immobiliare, cominciando da una rapida e completa mappatura degli immobili in stato di degrado e da un successivo piano generale di rinnovamento e riqualificazione degli stessi fabbricati, per i quali sussistono precisi obblighi di cura e manutenzione da parte dei soggetti proprietari”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: confermato coprifuoco alle 22, arriva zona bianca
E’ quanto si apprende al termine della riunione del premier Conte con i capi delegazione
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 gennaio 2021
19:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato confermato il coprifuoco alle 22 e si inizia ad inserire la zona bianca. E’ quanto si apprende al termine della riunione del premier Giuseppe Conte con i capi delegazione in vista di due nuovi provvedimenti, che saranno probabilmente un Dl e un Dpcm. Sulle soglie dei parametri che decreteranno i colori delle zone e sulla durata del nuovo Dpcm che sarà in vigore dal prossimo 16 gennaio – si apprende al termine della riunione – si deciderà dopo il vertice con le regioni e le comunicazioni al Parlamento del ministro della Salute, Roberto Speranza, il prossimo 13 gennaio.
Potrebbe essere prolungato il divieto di spostamenti anche tra Regioni “gialle”. E’ l’ipotesi che emerge dal vertice di governo in vista del nuovo dpcm con le misure anti contagio, a partire dal 15 gennaio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sull’ipotesi, viene spiegato, ci si confronterà domani con le Regioni, nell’incontro già programmato. Viene invece smentita, da fonti di governo, l’ipotesi di una stretta nei weekend che renderebbe tutte le regioni “arancioni”.
Una delle ipotesi al vaglio del governo per il prossimo Dpcm sarebbe quella di varare una stretta anti-movida, vietando l’asporto dalle 18 esclusivamente per i bar. Saranno quindi consentite solo le consegne a domicilio. La proposta dovrà comunque essere sottoposta alle regioni nel vertice di lunedì con il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia.
Il ministro per gli Affari Regionali Francesco Boccia ha convocato per lunedì mattina una riunione con Regioni, Anci e Upi con all’ordine del giorno le misure per il nuovo Dpcm. All’incontro, in programma alle 10.30, parteciperà in video conferenza anche il ministro della Salute Roberto Speranza.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’America scopre lo scrittore italiano Guido Morselli
Omaggio del New Yorker a Dissipatio H.G., novella ‘predisse’ Covid
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
10 gennaio 2021
18:40
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’America scopre Guido Morselli: dopo il “New York Times” che ne aveva parlato a dicembre, il “New Yorker” dedica ora il primo servizio dell’anno della sua pagina libri a “Dissipatio H.G.”, l’ultimo romanzo firmato dallo scrittore italiano pochi mesi prima di togliersi la vita nel 1973, deluso perché i suoi manoscritti erano stati sistematicamente respinti da tutte le case editrici.
“Il romanziere italiano che ha immaginato un mondo senza umanità”, titola il “New Yorker” la lunga recensione del critico Alejandro Chacoff, secondo cui, “nel panorama post-apocalittico” di “Dissipatio H.G.”, Morselli esplora “il confine tra solitudine beata e estremo isolamento” in un’altalena di emozioni familiare ai lettori di ogni paese colpiti dall’epidemia da Covid: “Gli echi che se ne trovano sono a tratti così evidenti che alcuni passaggi sembrano versioni sottilmente romanzate del presente”. Recluso o no, il protagonista si trova presto alla ricerca disperata di contatti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Telefona a Francoforte, Brighton, Bologna e Parigi, colloca manichini in auto parcheggiate e piscine.
“Ogni fase della quarantena sembra rappresentata in questa breve novella, dal piacere di breve durata della natura che riprende terreno al vago impulso di prendere appunti su un diario e alla crescente inutilità dell’aver cura del proprio aspetto”, commenta Chacoff, secondo cui “solo un sommo esperto in solitudine – artistica, fisica, emotiva – avrebbe potuto scrivere un libro così spietatamente realistico su una catastrofe desolante, nella sua strana miscela di ansia e di noia”.
Ai lettori italiani che nel 2012 l’hanno letto da Adelphi, la casa editrice che scoprì Morselli un anno dopo il suicidio pubblicando “Roma Senza Papa”, la trama è nota. Dopo due mancati tentativi di togliersi la vita gettandosi in un pozzo e con una pistola che fa cilecca, il protagonista si ritrova in un mondo senza uomini in cui “una forza invisibile, senza fanfare o addii”, ha svuotato le strade “lasciando l’ultimo uomo sulla Terra in un limbo esistenziale”.
Pubblicato a dicembre da New York Review of Books nella traduzione di Frederika Randall – che ha firmato anche l’introduzione al libro ed è morta in maggio senza aver visto uscire il frutto della sua fatica – “Dissipatio H.G.” non è il primo libro di Morselli uscito in inglese: dopo “Divertimento 1889” pubblicato negli anni Ottanta, quattro anni fa NYRB ha dato alle stampe “Il Comunista” in un’altra traduzione della Randall.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sanremo, si punta a portare gli Abba al Festival
Si lavora per ospitare il celebre quartetto svedese
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 gennaio 2021
15:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Portare gli Abba sul palco dell’Ariston. E’ uno dei colpi che Amadeus sta cercando di mettere a segno per il prossimo Festival di Sanremo, in programma dal 2 al 6 marzo.

Se ne è parlato nel programma di Radio2 ‘Sanremo di sabato’, condotto da Monica Marangoni. Dopo i Ricchi e Poveri, considerati ‘gli Abba italiani’, potrebbe toccare al celebre quartetto svedese che, con hit come ‘Mamma mia’ e ‘Waterloo’, ha venduto 400 milioni di dischi nel mondo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un 2020 alla tv, pubblico più giovane e colto
Studio Frasi, in anno pandemia riscoperta la visione familiare
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 gennaio 2021
14:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Più numeroso, più giovane, più colto: sono le caratteristiche del pubblico della tv nel 2020, l’anno della pandemia che ha visto la platea televisiva esplodere, complici le restrizioni anti Covid, e a tratti anche riscoprire il piacere della visione familiare, tutti in salotto in attesa del nuovo dpcm.
In base al consuntivo dell’anno elaborato dall’Osservatorio dello Studio Frasi sui dati Auditel, l’ascolto complessivo è cresciuto di 1,1 milioni di persone (+11,4%) nell’arco dell’intera giornata e di 2,2 milioni (+9,5%) in prima serata (20.30-22.30).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A dedicare più tempo alla tv rispetto al passato sono soprattutto i giovani tra i 20 e i 24 anni, con una crescita del 18,7% in prime time. Nel 2020 il 24% dei giovani è presente in prima serata, 5 punti in più rispetto al 2019.
L’anno della pandemia ha rilanciato la visione familiare, con il boom del soggiorno: qui nel 2020 la presenza dei 20-24enni è aumentata nel giorno medio (+24%) e ancora di più in prima serata (+25%). Anche i 15-19enni sono tornati a a guardare la tv in soggiorno, con un netto incremento sia nell’intera giornata (+19%) sia in prima serata (+20%). Sopra della media in prima serata anche gli esponenti della ‘classe alta’ (+11,4%): a guadagnare maggiormente quote di pubblico in questa fascia sono Rete4, La7 e Rai1. Consistente anche l’incremento dei laureati (+17%), con in testa Rai1 (con uno share del 16.4%), poi Rai3 (9.3%) e Canale 5 (8.2%).
In aumento ancora maggiore la presenza di chi svolge un’attività di alto livello (+18.2%): su questo segmento di pubblico, pur confermandosi il primato di Rai1 (13%), è Canale 5 a crescere di più (+2,4%). “Preziosi segmenti di pubblico – commenta Francesco Siliato, responsabile dell’Osservatorio dello Studio Frasi – si sono riavvicinati alla televisione nell’anno della pandemia, che nonostante il grande successo degli ‘over the top’ ha raccolto la maggiore attenzione dell’audience. Il fatto è che in un periodo problematico come quello attuale la diretta fa la differenza. E le piattaforme si attrezzano a questo, iniziando dallo sport per arrivare all’informazione”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Inferno di Dante dipinto su 33 violini
Il progetto dell’artista italiano Leonardo Frigo a Londra
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
10 gennaio 2021
13:58
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un omaggio a Dante attraverso la musica del violino e l’arte della pittura a china. Un’opera certosina che ha richiesto uno studio e un impegno durati 5 anni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’artista Leonardo Frigo, nell’anno in cui si celebrano i 7 secoli dalla morte del Sommo Poeta, presenta il suo progetto dedicato all’Inferno dantesco.
L’opera, mostrata in anteprima al museo Royal Institution of Great Britain, ad Harrods e all’evento Bond Street Awards a Londra, comprende 33 violini e un violoncello dipinti a mano, dove ogni violino rappresenta un canto.
“Lo scopo principale della mia opera è di promuovere e condividere la cultura italiana nel mondo. L’Inferno di Dante mi ha sempre ispirato fin da bambino, probabilmente posso dire che mi ha insegnato ad immaginare e sognare” spiega l’artista che vive a Londra e nel passato ha realizzato anche una serie di violini dedicata a Pompei, ad Antonio Vivaldi e ai sette vizi capitali.
“Tutti i miei violini – racconta in un video su Instagram che ha già superato i 10 milioni di visualizzazioni (www.instagram.com/tv/BzTD12qgoMi/) – sono ispirati a una specifica storia oppure a una biografia. Di solito comincio leggendo e poi trasferisco tutto sui violini. Mi piace pensare che anche i miei violini possano essere letti come un libro.
Ogni strumento richiede tra le 150 e le 200 ore di lavoro e così riesco a unire le mie due grandi passioni per l’arte e per la musica”.
Sulla superficie, i violini recano simboli, scene e personaggi chiave tratti dall’immaginario del poema scelti da Frigo, dopo un accurato lavoro di ricerca. Lo strumento viene poi verniciato, installato sulla propria base e corredato da un accurato testo descrittivo, sia in lingua italiana che in inglese, che ne mette in luce e analizza tutti i particolari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maxi rissa con cento giovani, denunciato diciottenne
È stato identificato ieri, investigatori su tracce altri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
VARESE
10 gennaio 2021
12:00
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
È stato denunciato il 18 enne identificato ieri, sabato 9 gennaio, dalla Polizia di Stato, per aver preso parte alla maxi rissa tra giovani a Gallarate (Varese) nel pomeriggio di venerdì. Dovrà rispondere di rissa aggravata a seguito del ferimento di un 14 enne.
Gli inquirenti, coordinati dal pm di Busto Arsizio (Varese) Nadia Calcaterra, stanno proseguendo nell’identificazione degli altri partecipanti, giovani dai 12 ai 18 anni, residenti tra le province di Varese e Milano.
Al vaglio degli investigatori anche il movente del ritrovo divenuto scontro aperto in piazza. A quanto emerso già nelle prime ore dopo il fatto, i giovani si sarebbero organizzati su diverse piattaforme social, emulando presunti altri ritrovi in altre parti d’Italia, ma potrebbero esserci dietro anche screzi tra gruppi “rivali”. In esame agli inquirenti anche due borsoni contenenti mazze, catene, pietre ed un coltello, sequestrati sul posto.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.