Cronaca tutte le notizie in tempo reale! INFORMATI LEGGILE SEGUILE CONDIVIDILE!
Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Ultim'ora

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 38 minuti

Ultimo aggiornamento 15 Gennaio, 2021, 14:11:15 di Maurizio Barra

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 19:59 DI MERCOLEDì 13 GENNAIO 2021

ALLE 14:11 DI VENERDì 15 GENNAIO 2021

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Napoli:pizzeria espone bandiera gialla per orientare clienti
Indica che a pranzo si può mangiare quando si è in quella zona
e
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
13 gennaio 2021
19:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Una bandiera gialla per orientare il consumatore e consentirgli di districarsi con semplicità nel marasma delle varie aree cromatiche: quando è esposta all’ingresso del locale significa che siamo in zona gialla e che a pranzo si può gustare tranquillamente una pizza. E’ l’idea realizzata oggi dalla Pizzeria Capasso, a Porta San Gennaro, nel cuore di Napoli.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Vogliamo aiutare i clienti ad orientarsi in modo chiaro, diretto – spiega Gianni Capasso – e devo dire che nel primo giorno dell’esperimento è andata bene. In molti hanno apprezzato col sorriso sulle labbra”. La pizzeria apre intorno alle 11 e subito viene posizionata la bandiera; poi, poco dopo le 16, viene rimossa. “Pensiamo sia necessario tentare di percorrere tutte le strade per continuare a lavorare in questo periodo buio – aggiunge Gianni Capasso – e l’idea dell’esposizione della bandiera, una sorta di bussola, può aiutare in questa direzione” Magari, aggiunge, il prossimo passo sarà quello dell’esposizione in aggiunta di una bandiera azzurra, “un colore familiare, un ritratto di Maradona nel locale c’è già, ma, per il momento, non vogliamo disorientare i clienti”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Granite ‘bandite’su spiagge C.Smeralda,”è commercio abusivo”
Comune Arzachena vince battaglia legale contro società multata
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ARZACHENA
13 gennaio 2021
20:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tra i graniti della Gallura è vietato vendere granite, se confezionate in plastica monouso. A sciogliere ogni dubbio è la sentenza pronunciata oggi dal giudice di pace di La Maddalena, che ha respinto i ricorsi promossi dalla società “Sea and Sun” nei confronti dei provvedimenti adottati tra il 2018 e il 2019 dal Comune di Arzachena e le conseguenti azioni compiute dalla polizia locale della rinomata località turistica, che annovera nel proprio territorio la Costa Smeralda e spiagge di rara bellezza, circondate da costoni di roccia granitica a strapiombo sul mare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A dare conto della vittoria nella “battaglia delle granite” è l’amministrazione comunale, con una nota che ripercorre le tappe salienti di una vicenda che rappresenta a suo modo un precedente destinato a fare giurisprudenza a livello nazionale. Niente contro le granite, ad Arzachena, e ci mancherebbe. Ma in un paradiso ambito dagli esigenti e facoltosi turisti di fascia alta che ogni estate popolano gli esclusivi arenili della costa nordorientale della Sardegna, non sono ammessi il commercio abusivo e le attività che possano arrecare disturbo, mettere a repentaglio la sicurezza dei bagnanti, attentare all’igiene o danneggiare l’ambiente. Il divieto alla vendita di granite rientra indirettamente in quest’ultima fattispecie, perché tecnicamente si tratta del divieto, stabilito con più ordinanze, all’utilizzo della plastica monouso lungo i litorali tra Cannigione, Baja Sardinia, Porto Cervo e la Costa Smeralda, dalla spiaggia La Celvia a Mannena, da Liscia Ruja a Baja Sardinia, sino a Capriccioli.
Oggi il giudice di pace competente territorialmente, che ha sede a La Maddalena, ha accolto la tesi difensiva del Comune di Arzachena, rappresentato dall’avvocato Giosuè Seghezzi. “Sea and Sun” aveva impugnato i verbali e i sequestri effettuati nel corso del 2018 dalla polizia municipale. La società ricorrente sosteneva di aver esercitato solo il servizio di food delivery, ossia di consegna per corrispondenza ai bagnanti. Ma il giudice le ha dato torto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
‘Ndrangheta: Rinascita; giudice ricusata annuncia astensione
Dovrà essere nominato nuovo collegio, udienza rinviata al 19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LAMEZIA TERME
13 gennaio 2021
20:19
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ iniziato ma è stato rinviato al 19 gennaio il maxi processo Rinascita Scott che ha preso il via nella nuova aula bunker a Lamezia Terme, davanti ai giudici del Tribunale di Vibo Valentia. L’udienza è cominciata con l’appello delle parti – che ha portato via gran parte della giornata visto che solo gli imputati sono oltre 300 – presieduta dal giudice Tiziana Macrì.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nei suoi confronti, però, c’è una richiesta di ricusazione da parte della Dda di Catanzaro avendo Macrì, come gip di Catanzaro, autorizzato un’intercettazione nell’ambito dello stesso procedimento. Al termine della costituzione delle parti, l’avvocato Diego Brancia ha chiesto al collegio di astenersi dalla trattazione del prosieguo del procedimento avendo Macrì già pronunciato sentenza, il 27 ottobre scorso, nell’ambito di un processo correlato con Rinascita-Scott: “Nemea” contro il clan Soriano di Filandari.
La stessa Macrì ha interrotto la richiesta dell’avvocato affermando che i giudici a latere del suo collegio hanno già formalizzato dichiarazione di astensione. “Io sono venuta per dovere d’ufficio – ha detto -. Io mi fermo oggi, la mia è la posizione di un giudice ormai ricusato”. Il giudice ha affermato di accingersi a formalizzare richiesta di astensione.
Un’astensione tardiva, secondo il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, il quale è intervenuto per sottolineare il fatto che la richiesta di ricusazione della Dda è stata avanzata l’11 dicembre.
La richiesta di ricusazione è già stata accolta dalla Corte d’appello per quanto riguarda il processo con rito immediato nel quale sono imputate 5 persone mentre la Corte non si è ancora pronunciata riguardo al troncone principale del processo. Per la Procura di Catanzaro esistono questioni di urgenza e di economia processuale che non sarebbero state supportate dal comportamento del giudice. Dal canto suo Tiziana Macrì ha detto che secondo il suo giudizio non vi sono i presupposti per l’astensione ma si è attenuta alla decisione della Corte d’Appello. Nel corso dell’udienza, la Procura ha anche chiesto la riunificazione tra il troncone principale e quello con rito immediato. Alla richiesta si è opposta uno dei difensori di Pittelli, l’avvocato Salvatore Staiano.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Onda anomala rompe finestrino aliscafo, panico a bordo
Incidente sulla rotta tra le Eolie e Milazzo
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
14 gennaio 2021
08:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Momenti di panico a bordo dell’aliscafo che dalle Eolie nella serata di ieri stava raggiungendo Milazzo. Un’onda anomala ha investito il “Calipso” della Liberty Lines in piena velocità rompendo il finestrino di prua nel lato sinistro.
L’interno è stato allagato e ci sono stati attimi di paura tra i 24 passeggeri che comunque non sono rimasti feriti. Il comandante Maurizio Castrogiovanni, pur a velocità ridotta, è riuscito a portare a compimento la traversata. I danni subiti dal “Calypso” renderanno necessario il suo trasferimento presso il cantiere Liberty Shipyard di Trapani per i lavori di riparazione. Sempre a causa delle avverse condizioni meteo che in questi giorni stanno rendendo molto difficoltosi i collegamenti con le Eolie la compagnia si trova al momento impossibilitata a sostituire il Calypso con altri mezzi analoghi che si trovano a Trapani. A partire da oggi i collegamenti fra Milazzo e le Eolie saranno comunque garantiti secondo il “Piano a tre” di emergenza con la rotazione degli aliscafi Eduardo M, Platone ed Antioco.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Ponte: parenti, Aspi sembra in ottima forma
29 mesi crollo, ‘ha ancora gestione tratto e continua a lucrare’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GENOVA
14 gennaio 2021
08:14
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Nulla puo’ far dimenticare che la società concessionaria Autostrade Spa che gestiva il ponte Morandi al momento del crollo è ancora al timone della gestione del tratto e del nuovo ponte San Giorgio, anzi sembra in ottima forma e continua a lucrare”. Lo dice in una nota Egle Possetti del Comitato Ricordo Vittime Ponte Morandi ricordando che oggi sono 29 mesi dal crollo in cui morirono 43 persone.

“Non non lo dimentichiamo”, sottolinea. “Se oggi cari parlamentari e forze politiche passerete avanti a questa vicenda, senza avere coraggio ed onestà sarà una sconfitta per tutti i cittadini che Voi dovreste rappresentare e proteggere”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scialpinista disperso sul Pordoi, localizzata la salma
27enne travolto da una valanga durante la discesa dal Pordoi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRENTO
14 gennaio 2021
08:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata localizzata nella notte sotto una valanga la salma dello scialpinista di 27 anni, originario di Campitello di Fassa, che da ieri pomeriggio risultava scomparso sul Pordoi, nel gruppo montuoso del Sella, in Trentino. La vittima è la guida alpina Etienne Bernard.
A causa delle condizioni meteorologiche, la salma non è stata ancora recuperata.
L’allarme era stato lanciato dalla fidanzata, perché il giovane non era ancora tornato a casa dopo un’escursione.
L’ultimo contatto era avvenuto intorno a mezzogiorno, quando l’escursionista si trovava sulla Forcella Pordoi. A quanto riferito dalla fidanzata, voleva raggiungere il passo lungo il Canale Torre Roma.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccino agli amici, indagato medico Asp Cosenza
Sospeso anche da lavoro per uso improprio auto di servizio
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAOLA
14 gennaio 2021
08:10
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un medico dell’Azienda sanitaria di Cosenza in servizio, direttore sanitario dello Spoke Ospedaliero di Cetraro-Paola, è indagato dalla Procura di Paola per avere somministrato indebitamente il vaccino anti Covid 19 a suoi amici e per aver sottoposto illegittimamente soggetti a lui vicini a tamponi per l’individuazione del virus nelle strutture che dirige.
L’indagato – che secondo le indagini dei carabinieri del Nas di Cosenza si è anche appropriato di presidi medici ospedalieri che poi dispensava a conoscenti – è stato anche raggiunto da una interdizione dal lavoro per 12 mesi perché usava a fini personali l’auto di servizio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cani anti-Covid all’aeroporto di Cuneo,prima volta in Italia
Progetto pilota per l’individuazione del virus tra i passeggeri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
14 gennaio 2021
09:30
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Cani per l’individuazione del Covid-19 all’Aeroporto di Cuneo. Un progetto unico in Italia, promossa dalla società specializzata nei servizi di sicurezza aeroportuale I-SEC Italia, in collaborazione con la società finlandese Nose Academy Oy, start-up di ricerca scientifica specializzata nell’addestramento di cani, che ha condotto con successo un progetto analogo all’aeroporto di Helsinky.

Già cominciata la fase di addestramento avanzato dei cani, messi a disposizione dall’Associazione Carabinieri e dall’A.V.S.
O.S.L.J. Amici Volontari Soccorso di Milano, nei locali della Maxiemergenza 118 predisposti dal Dipartimento Interaziendale 118 della Regione Piemonte, l’obiettivo è di attivare il servizio dal mese di febbraio.
“Possiamo dare il nostro contribuito alla ripresa in sicurezza del trasporto aereo, offrendo uno screening efficace e rapido per tutti i passeggeri che vorranno sottoporsi al test”, spiega Anna Milanese, direttore di Cuneo Airport.   PIEMONTE

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Vaccino agli amici, indagato medico Asp Cosenza
Sospeso anche da lavoro per uso improprio auto di servizio
APPROFONDIMENTO
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PAOLA
14 gennaio 2021
09:45
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il direttore sanitario dello Spoke Ospedaliero di Cetraro-Paola, Vincenzo Cesareo, è indagato dalla Procura di Paola per avere somministrato indebitamente il vaccino anti Covid 19 a suoi amici e per aver sottoposto illegittimamente soggetti a lui vicini a tamponi per l’individuazione del virus nelle strutture che dirige. L’indagato – che secondo le indagini dei carabinieri del Nas di Cosenza si è anche appropriato di presidi medici ospedalieri che poi dispensava a conoscenti – è stato anche raggiunto da una interdizione dal lavoro per 12 mesi perché usava a fini personali l’auto di servizio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il provvedimento, emesso dal gip su richiesta del procuratore di Paola Pierpaolo Bruni, è stato notificato al medico dai carabinieri del Gruppo Tutela Salute di Napoli ed è giunto nell’ambito di un’indagine svolta dal Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Cosenza. Sono in corso perquisizioni domiciliari oltre che acquisizioni documentali negli uffici della Pubblica Amministrazione.Il provvedimento è stato adottato in quanto il medico è accusato di peculato.
Inoltre è indagato per truffa, falso in atti pubblici e turbata libertà nella scelta del contraente, oltre che per ulteriori ipotesi di peculato aventi ad oggetto farmaci ed altri presidi medici ospedalieri. Le indagini, andate avanti per 10 mesi con intercettazioni telefoniche ed ambientali, oltre che a servizi di osservazione e pedinamento, hanno consentito agli investigatori di accertare una serie di condotte di peculato dell’auto aziendale con la quale, secondo l’accusa, il professionista avrebbe, tra l’altro, accompagnato amici e parenti in aeroporto, si è recato a fare acquisti al centro commerciale Ikea di Salerno, avrebbe portato a pranzi e cene, anche fuori regione, i propri familiari ed altri soggetti a lui legati da vincoli personali.
Nel corso delle indagini è anche emerso che il medico avrebbe effettuato indebitamente, sin da giugno 2020, tamponi molecolari per la ricerca del Covid 19 a beneficio di numerosi soggetti a lui vicini. Infine avrebbe anche effettuato l’indebita vaccinazione contro il virus su persone a lui legate da rapporti amicali somministrando almeno 4 dosi.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: 8 decessi e 373 nuovi casi in Alto Adige
Oltre 11 mila altoatesini in quarantena
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BOLZANO
14 gennaio 2021
11:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tornano a salire i decessi in Alto Adige, che nelle ultime 24 ore sono stati 8, mentre ieri 5. I laboratori dell’Azienda sanitaria nelle ultime 24 ore hanno effettuato 2188 tamponi pcr, registrando 174 nuovi casi.
A questi si aggiungono 199 test antigenici positivi. Supera soglia 11 mila il numero delle persone in isolamento domiciliare (11.360).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Droga: Cc trovano 40 chili di hashish su spiaggia di Marsala
Altro ritrovamento di sostanza stupefacente nella zona marinara
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MARSALA
14 gennaio 2021
11:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Carabinieri della stazione di San Filippo di Marsala hanno trovato sulla spiaggia di contrada Birgi Sottano un pacco imballato che conteneva 295 panetti di hashish, per peso complessivo di circa 40 chilogrammi. La droga è stata sequestrata.
“Non è la prima volta che accade – sottolineano gli investigatori – l’8 gennaio del 2020 è stato ritrovato un pacco con 30 Kg della stessa sostanza sulla spiaggia di contrada Sbocca a Marsala. Un altro pacco stesso peso e stessa droga stato rinvenuto a Marinella di Selinunte il 2 gennaio 2020, mentre a giugno scorso la motovedetta di Trapani rinveniva davanti il porto un pacco galleggiante di 30 kg di hashish”. Sono in corso accertamenti sul ritrovamento e sul collegamento tra i vari rinvenimenti.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Minori: Osservatorio contro devianze in prefettura Catania
Di Bella, accordo ‘pioneristico’ per intervenire tempestivamente
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
14 gennaio 2021
12:25
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Un accordo pioneristico, senza precedenti in Italia” che permetterà di “intervenire tempestivamente se ci sono situazioni di pregiudizio per i ragazzi”. Così il presidente del Tribunale per i minorenni di Catania, Roberto Di Bella, sull’Osservatorio di monitoraggio voluto ed attivato dal prefetto Claudio Sammartino che coinvolge forze dell’ordine, magistratura e istituzioni che si occupano del settore.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Il progetto che permette interventi ‘preventivi’ su minorenni a rischio grazie alla collaborazione di magistratura e forze dell’ordine è stato presentato in videoconferenza.
Il presidente Di Bella che, con Sammartino allora prefetto di Reggio Calabria ha attivato in Calabria il protocollo ‘Liberi di scegliere’ per i figli minorenni di mafiosi, ha sottolineato la “necessità di anticipare l’intervento prima che sia troppo tardi per i ragazzi”. Di Bella ha parlato di “giornata importante per Catania e i suoi ragazzi” e ha ribadito l’importanza del ruolo della “scuola, con l’orario pieno”, ma anche “delle Diocesi e della Caritas” per questo “obiettivo che è ambizioso, ma realizzabile”. “Voglio concludere il mio intervento con enfasi – ha chiosato il presidente Di Bella – da oggi per tanti ragazzi catanesi sfortunati coltivare una speranza non sarà un’utopia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Stromboli: aumenta attività su cratere, monitoraggio
Dichiarata fase operativa di ‘allarme’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
14 gennaio 2021
12:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Negli ultimi giorni si è intensificata l’attività “Stromboliana” sul cratere piu’ esplosivo delle Eolie. Il dipartimento regionale di Protezione civile ha dichiarato la fase operativa di “allarme” relativamente all’evento di impatto locale in atto.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’Università di Firenze ha riferito che “le osservazioni del sistema di monitoraggio GB-InSAR mostrano variazioni significative del campo deformativo nel settore del fianco cratere di nord-est, con valori di velocità alti (21.6 mm/ora). Ed è stato valutato, come potenziale scenario di impatto locale, il possibile distacco di porzioni limitate dei coni con scorrimento di valanghe di detrito caldo lungo la Sciara del Fuoco con ricadute di materiale, in condizioni di vento favorevole, nelle aree abitate di Stromboli e Ginostra”.
“Subito attivate le attività di monitoraggio e sono state interessate le strutture locali di volontariato e di Protezione civile – dice il sindaco marco Giorgianni – per l’avvio delle attività precauzionali, che possano garantire una maggiore sicurezza in caso di evento vulcanico. Si raccomanda alla popolazione residente l’adozione di adeguati e prudenti comportamenti”. Il sindaco ricorda che in casi come questo vige il divieto di accesso ai visitatori ed escursionisti a partire da quota 290. Sul versante di Ginostra il sentiero di Punta Corvi è interdetto da quota 130 (fino a 400 se accompagnati da guide). Lo stesso per i sentieri di Punta Labronzo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rifiuti smaltiti su terreno e mare, sigilli impianto 150 mln
Interdetti tre amministratori società e direttore stabilimento
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CATANZARO
14 gennaio 2021
12:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Smaltivano illecitamente rifiuti speciali industriali e scarti della lavorazione del biodiesel.
Con questa accusa i finanzieri del Comando provinciale di Catanzaro, i carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Catanzaro e personale della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia, coordinati dal procuratore di Lamezia Terme, Salvatore Curcio, hanno sottoposto a sequestro preventivo lo stabilimento della società Ilsap di Lamezia, i terreni contaminati, per un valore stimato di circa 150 milioni di euro, nonché 3,3 mln quale profitto del reato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Inoltre sono stati interdetti tre amministratori e il direttore dello stabilimento. I provvedimenti, emessi dal gip Emma Sonni su richiesta di Curcio e del pm della Procura di Lamezia Terme Marica Brucci, sono in corso di esecuzione, oltre che in Calabria, anche in Lazio, Basilicata e Puglia. La misura dell’interdizione dell’esercizio di attività imprenditoriale nel settore dei rifiuti è stata notificata a Roberto Martena, di 59 anni, di Roma; Giovanni De Ninno (62), di Ferrandina (Matera); Leonardo Angelastri (38) di Bari; Maurizio Martena (56) di Roma. Tra gli indagati vi è anche un amministratore giudiziario, nominato dal Tribunale di Napoli nell’ambito di un altro sequestro preventivo nei confronti di Ilsap per falsi e truffa ai danni dello stato. Secondo l’accusa venivano utilizzate una pompa sommersa e una pompa mobile con le quali gli indagati avrebbero convogliato i rifiuti, provvisoriamente accantonati nelle vasche, sul terreno che circonda lo stabilimento, nella condotta fognaria consortile Deca e nei canaloni che confluiscono a mare, nel Golfo di Sant’Eufemia. Intervenuti con sequestri preventivi dell’impianto, dei terreni e del canalone per contravvenzioni ambientali, con l’ausilio di un consulente, il geologo Giovanni Balestri, per l’accusa, è stato dimostrato l’inquinamento delle acque alla foce del torrente Turrina, dove è stato misurato un saggio di tossicità del 90-100%, in un’area sottoposta a vincolo paesaggistico, ma anche la contaminazione dei terreni antistanti lo stabilimento dove sono stati registrate elevate soglie di concentrazione di idrocarburi pesanti, nonché di alluminio, ferro e manganese.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Vaccini: in Lombardia oltre 21 mila somministrazioni
Anche 362 vaccinazioni rendicontate ieri
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 gennaio 2021
13:06
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono quasi 22mila, precisamente 21.837, le dosi di vaccino anticovid somministrate ieri nelle strutture sanitarie della Lombardia. Il dato complessivo sale quindi, sottolineano dalla Regione, a 126.648 vaccinazioni dall’inizio della campagna.
Questo numero comprendono anche 362 vaccinazioni effettuate nei giorni scorsi e rendicontate ieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue in Umbria la tendenza ad aumento dei poisitivi al Covid
Negli ultimi 14 giorni Rt a 0,87
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
14 gennaio 2021
13:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con 210 positivi su 2.953 tamponi si conferma in Umbria la tendenza all’aumento dei casi di positività al Covid-19, “pur se non in maniera esponenziale”. A sottolinearlo è stato il nucleo epidemiologico regionale durante la videoconferenza stampa di aggiornamento settimanale sullo scenario legato all’emergenza sanitaria, con l’annuncio anche dei nuovi dati giornalieri.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Si conferma – è stato ribadito – anche la tendenza del numero dei guariti, ancora inferiore a quello dei positivi, con un saldo di +19. Due i decessi come due sono anche i nuovi ricoveri, con il mantenimento invece dei posti in terapia intensiva (51). Vista l’oscillazione “forte” del numero dei casi giornaliero, dovuto alle festività e alla diversa numerosità dei tamponi eseguiti, l’Umbria ha un Rt calcolato su due settimane (27 dicembre-10 gennaio) di 1,34: “L’Istituto superiore della sanità ha un indice che ci dà oggi a 1,29 e quindi, nonostante le modalità di calcolo non siano uguali – è stato sottolineato – possiamo dire che siamo lì con un Rt che è sopra 1,30”.
Prendendo invece ad esame gli ultimi 14 giorni, come ha evidenziato sempre il nucleo epidemiologico, il valore dell’Rt si abbassa a 0,87: “Oscillazioni dovute ai numeri dei casi che, benché aumentati, non sono enormi e alle modalità dei tamponi durante le festività”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Mafia:testimone omicidio Panunzio trovato morto in casa
Sotto protezione da dieci anni, probabile morte naturale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
FOGGIA
14 gennaio 2021
13:31
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stato trovato morto nella sua abitazione nel nord Italia Mario Nero, 58 anni, sotto protezione da dieci anni per aver visto in faccia e avere testimoniato contro il killer di Giovanni Panunzio il costruttore foggiano assassinato il 6 novembre del 1992 a Foggia perchè si era ribellato alla mafia e al pizzo. A renderlo noto in un post su Facebook è stato Antonio Belluna segretario dell’associazione foggiana dedicata al costruttore assassinato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Nero è stato trovato morto nella sua abitazione la cui località non è stata resa nota per ragioni di sicurezza – fanno sapere dall’associazione Panunzio – ha vissuto sotto protezione per oltre dieci anni”.
La sera del delitto Nero vide in faccia il killer di Giovanni Panunzio, ovvero Donato Delli Carri, che poi è stato condannato in via definitiva a 26 anni di carcere. “Sono in corso accertamenti per verificare le cause della morte”, precisa il presidente dell’associazione Panunzio, Dimitri Lioi, anche se tutto lascia pensare che si sia trattato di un evento naturale.
“Mario Nero – ricorda il presidente – è stato tra i promotori insieme all’allora sottosegretario alla giustizia Alfredo Mantovano nei primi anni 2000 della normativa a tutela dei testimoni di giustizia”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Tunisia, record di casi giornalieri, lockdown al via
3.632 contagi e 72 morti in 24 ore
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
11:23
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nuovo record di casi di coronavirus giornalieri in Tunisia, dove entra in vigore oggi un lockdown nazionale di quattro giorni.
Il ministero della Sanità ha reso noto che il 12 gennaio sono stati registrati nel Paese altri 3.632 contagi (su 12.453 tamponi), il livello giornaliero più alto segnato dall’inizio della pandemia.
Il dato porta il totale delle infezioni confermate a quota 168.568.
Allo stesso tempo, il bilancio dei decessi è salito a quota 5.415, di cui 72 il 12 gennaio. Attualmente 1.805 persone sono ricoverate in ospedale, di cui 364 in rianimazione e 128 in respirazione assistita.
Le autorità hanno proclamato un lockdown generale con coprifuoco dalle 16:00 alle 6 del mattino per 4 giorni a partire da oggi. Altre misure restrittive, come la chiusura di scuole ed università, rimarranno in vigore fino al 24 gennaio.   MONDO   VAI ALLA POLITICA   VAI ALL’ECONOMIA   VAI ALLA TECNOLOGIA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Strasburgo condanna Italia, impedisce contatti nonna-nipote
A ricorrere alla Corte nel giugno del 2018 è stata Emilia Terna, dopo aver tentato per anni di ristabilire i contatti con la nipote che nel frattempo era stata affidata ai servizi sociali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BRUXELLES
14 gennaio 2021
14:43
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
La Corte europea dei diritti umani (Cedu) di Strasburgo ha condannato l’Italia per aver violato il diritto di una nonna a mantenere i contatti con la nipote, che le era stata affidata sin dalla nascita.
Nella sentenza i giudici indicano che tale violazione non è tuttavia stata frutto di una discriminazione nei confronti della donna perché la famiglia del marito appartiene all’etnia Rom, ma piuttosto all’ “esistenza in Italia di un problema sistemico” per questo tipo di casi.
A ricorrere alla Corte nel giugno del 2018 è stata Emilia Terna, dopo aver tentato per anni di ristabilire i contatti con la nipote che nel frattempo era stata affidata ai servizi sociali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel ricorso la donna ha sostenuto che le difficoltà incontrate nel far valere il suo diritto a vedere la nipote sono dovute al fatto che la famiglia del marito è d’origine Rom. Nella sentenza i giudici affermano di non aver trovato prove che confermano quest’ultima tesi. I togati di Strasburgo sostengono invece che le autorità non hanno fatto quanto avrebbero dovuto per assicurare la continuazione del rapporto tra nonna e nipote, e questo nonostante una decisione del tribunale dei minori che ha stabilito il diritto della signora Terna di incontrare la nipote, e i rapporti di vari esperti che indicavano che il mantenimento del rapporto con la nonna era positivo per la bimba.
La Corte ha stabilito che lo Stato dovrà versare alla signora Terna 4 mila euro per danni morali e 10mila per coprire le spese legali.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: a Codogno memoriale vittime, inaugurato il 21/2
Sindaco Passerini, sarà luogo per ricordare incubo vissuto
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 gennaio 2021
16:28
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un memoriale per ricordare le vittime del Covid-19, proprio nel luogo simbolo della pandemia in Italia: quella Codogno che, prima zona rossa italiana, mise tutto il Paese di fronte alla dura realtà del coronavirus.
L’iniziativa, presentata oggi dal sindaco della cittadina lodigiana Francesco Passerini, prevede la realizzazione in via Collodi, vicino alla sede della Croce Rossa impegnata fin dal primo giorno sul territorio, di un nuovo spazio contemplativo, al centro del quale sarà installato il memoriale, formato da tre piastre in acciaio a rappresentare Codogno e le sue due frazioni.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’area sarà inserito anche un melo cotogno (simbolo del comune lodigiano) avvolto da fiori e piante che escono direttamente della parte retrostante delle tre piastre. Una serie di sedute in cemento completeranno poi la zona di meditazione.
L’opera, ideata dall’architetto Carlo Omini e dai dottori in architettura Edoardo Betti e Marco Guselli, costerà 16mila euro e sarà inaugurata proprio il 21 febbraio, data in cui proprio a Codogno venne scoperto il cosiddetto paziente 1. “Abbiamo pensato ad un simbolo di ampio respiro, in grado di rimanere forte sul territorio per la nostra generazione e per le generazioni future”, ha commentato il sindaco.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: pentiti della Dad, figlia non può tornare in aula
A Bari. Mamma piccola scrive a ministero ‘è discriminazione’
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BARI
14 gennaio 2021
16:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Da lunedì scorso tra gli alunni della seconda elementare della scuola Fraccacreta di Bari-Palese, c’è solo una bambina “costretta” a seguire le lezioni da casa, a distanza, mentre tutti gli altri suoi 22 compagni di classe sono in aula, in presenza. Il motivo si intreccia con l’ordinanza regionale che il 5 gennaio, disponendo per tutti la Didattica integrata digitale (Did), ha stabilito che per le scuole elementari e medie i genitori potessero optare per la frequenza in presenza ma solo facendone esplicita richiesta e, in entrambi i casi, senza poter cambiare idea.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E così il 6 gennaio la mamma e il papà della piccola, che ha 7 anni, hanno scelto la Did.
Poi, due giorni dopo, essendosi accorti che la loro figlia era l’unica a restare a casa, e avendo avuto rassicurazioni sul corretto svolgimento delle lezioni in presenza, hanno cambiato idea. La preside, però, seguendo anche quanto stabilito dall’ordinanza, cioè che la scelta fatta non si può cambiare, non ha più ammesso la bimba in classe. E ora i suoi genitori hanno scritto anche al ministero dell’Istruzione per porre rimedio a questa “discriminazione”.
“Sappiamo bene di non aver correttamente ottemperato alla richiesta di effettuare una scelta sulla didattica in presenza”, scrivono i genitori nella lettera al ministero, “ci aspettavamo però da parte della scuola un atteggiamento più umano e una maggiore sensibilità per evitare un atto discriminatorio nei confronti della bambina che sta vivendo un disagio e un periodo difficile”, anche perché “vede tutti i suoi compagni presenti in aula”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: aria polare verso l’Italia, neve al Centro-Sud
Allerta meteo Protezione civile, fiocchi fino a quote collinari
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
18:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
L’intenso flusso di masse d’aria di origine polare, proveniente dall’Europa centro-orientale, porterà da questa notte un rapido peggioramento delle condizioni meteo sul Centro-Sud e a causa della concomitante diminuzione delle temperature, le precipitazioni saranno nevose fino a quote collinari, in particolar modo sulle regioni tirreniche meridionali. Lo indica un avviso meteo della Protezione civile.

Dalle prime ore di domani, dunque, secondo l’allerta, previste nevicate fino a quote collinari, con sconfinamenti fino a quote di 300 metri, su Umbria, Lazio, Abruzzo e Molise, con accumuli generalmente deboli, fino a localmente moderati.
Inoltre, su Basilicata e Calabria si prevedono, a partire dalla mattinata di domani, nevicate fino a quote di 800 metri, in calo nel pomeriggio fino a quote di 400-600 metri, con accumuli moderati o localmente abbondanti.
Valutata per domani allerta gialla in Calabria, su gran parte della Sicilia e su settori della Basilicata.   METEO

Vaccini: nel Lazio prime dosi a over 80
Nella regione superate le 90mila dosi somministrate
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
14 gennaio 2021
17:07
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel Lazio sono iniziate negli hub le prime vaccinazioni a over 80 in regime di ricovero e day-hospital.
Presso il San Camillo oggi sono state effettuate le prime 90 vaccinazioni ai pazienti over 80.
In totale nella regione oggi saranno superate le 90 mila dosi somministrate. L’attivita’ sta tenendo conto delle dosi necessarie per i primi richiami che inizieranno a meta’ mese. Per vaccinare gli ultraottantenni che nel Lazio sono 460mila presto in campo anche i medici di medicina generale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Lazio,Rt sopra 1,verso zona arancione
Oggi oltre 1800 casi, a Roma 900
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
14 gennaio 2021
17:09
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con un Rt poco sopra l’1 il Lazio va verso la zona arancione. Lo rende noto l’assessore alla sanità Alessio D’Amato comunicando i dati di oggi sui contagi.
Il Lazio da quando sono state introdotte le zone di rischio è sempre stato giallo. Oggi su oltre 14 mila tamponi (+327) si registrano 1.816 casi positivi (+204), 47 decessi (+6) e +2.012 guariti.
Diminuiscono i ricoveri e le terapie intensive, mentre aumentano i casi e i decessi. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 12% ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende a 5%. I casi a Roma tornano a quota 900.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Rissa tra minori Lucca, 15enne accoltellato e feritore preso
Gruppi si fronteggiano per futili motivi,ragazzo va all’ospedale
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
LUCCA
14 gennaio 2021
17:46
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un 15enne accoltellato gravemente mentre il suo feritore è stato individuato e denunciato dalla polizia alla procura minorile di Firenze: questi gli sviluppi di una rissa a Lucca risalente a lunedì sera e avvenuta tra due gruppi contrapposti di gang giovanili. Oggi sono stati diffusi i risultati delle indagini della questura.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nella rissa è stato ferito quasi subito il 15enne con un colpo di coltello, di lama sottile, all’addome. Secondo la ricostruzione della questura, il minorenne è riuscito ad arrivare a casa da solo ma poi i genitori lo hanno dovuto portare in ospedale per un aggravamento della lesione, che era profonda e che ha comportato la recisione di parti dell’intestino. L’intervento dei medici ha stabilizzato il 15enne che ora inizia la guarigione ma che è stato anche in prognosi riservata nelle ore successive al ferimento. Lui stesso ha confermato alla polizia di essere stato accoltellato nella rissa. La polizia finora ha anche interrogato 12 giovanissimi. I vari racconti hanno permesso di risalire all’accoltellatore. Il 113 era intervenuto in via delle Piagge, zona Sant’Alessio, per la segnalazione di numerosi giovani con bastoni. Gli equipaggi delle volanti hanno identificato i presenti, tra cui molti minori; erano tutti senza precedenti e nessuno armato. C’era anche un paio di 18enni. Secondo le ricostruzioni, due gruppi di adolescenti – uno denominatosi Gang di Lucca – si sarebbero dati appuntamento per regolare contrasti generati da futili motivi. Uno dei gruppi fa base a Porta San Pietro e raduna giovani abitanti in cità e altri della zona di Capannori; l’altro gruppo gravita nella zona di Sant’Alessio.
Tra i futili motivi finora individuati come pretesto della rissa, screzi per ragazze e insulti fra loro.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID: giallo o arancione, Sardegna in bilico
Nelle ultime 24 ore 10 morti e 275 casi. Tra vittime un medico
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
CAGLIARI
14 gennaio 2021
17:59
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con il prossimo Dpcm passare in fascia arancione diventerà più facile e la Sardegna, finora in giallo, non nasconde una certa preoccupazione.
L’assessore della Sanità Mario Nieddu, dopo aver partecipato al confronto Stato-Regioni convocato per illustrare il provvedimento, spiega: “si lascia la zona gialla anche semplicemente con rischio alto sulla base dei 21 criteri”, quindi a prescindere dall’Rt (con 1 si va comunque in arancione e con 1.25 in rosso).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Negli ultimi report nazionali la Sardegna è passata da una classificazione a rischio alto per via dei dati incompleti forniti a Roma, a moderato, con un Rt sotto l’1, seppur di poco, una pressione sugli ospedali che non supera le soglie critiche e un indice di positivi per 100mila abitanti pari a 78,01.
Tutte le nuove norme saranno in vigore dal 16 gennaio al 5 marzo (a parte lo spostamento fra le regioni che per ora è confermato solo fino al 15 febbraio).
Nell’Isola indicatori in peggioramento confermati anche dall’ultimo report della Fondazione Gimbe: vengono registrati 1.062 casi attualmente positivi per 100.000 abitanti con un incremento pari al 6,7%, mentre sono 903 i casi testati per 100.000 abitanti con un rapporto tra positivi e test che arriva al 14,6%. Va meglio se si guarda alla situazione degli ospedali, dove la pressione dei posti Covid è sotto il limite di saturazione: 25% in terapia intensiva rispetto alla soglia critica del 30% (anche se nell’ultimo report dell’Agenas aggiornato a ieri il dato è del 26%) e 31% in area medica con il tetto fissato al 40%.
E nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 275 nuovi contagi – su 2.890 tamponi eseguiti – e 10 morti (875 dall’inizio dell’emergenza). Tra le vittime c’anche un medico di base di 69 anni, Ettore Gallus, morto al Santissima Trinità di Cagliari, dove era ricoverato da diverso tempo perché positivo al coronavirus. È il quarto operatore sanitario vittima in Sardegna del virus dall’inizio dell’emergenza. Sono 527 i pazienti ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-5), mentre sono 50 (+3) quelli in terapia intensiva.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sequestro e stupro dopo aggancio su social,32enne a processo
Decisione a sorpresa, pm aveva chiesto non luogo a procedere
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TEMPIO PAUSANIA
14 gennaio 2021
18:12
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Colpo di scena nel caso di violenza sessuale e sequestro di persona denunciato da una donna cagliaritana di 37 anni che vede imputato Luigi Morlé, 32enne di Golfo Aranci. Oggi, contrariamente alla richiesta di non luogo a procedere presentata dal pm Mauro Lavra, la gup del Tribunale di Tempio, Caterina Interlandi, ha accolto la richiesta dell’avvocato di parte civile, Diego Mastromarino, e ha rinviato a giudizio l’imputato.

Secondo l’accusa, Morlé ha conosciuto la 39enne nella primavera del 2018, tramite i social, poi ha conquistato la sua fiducia e l’ha convinta a trasferirsi a Golfo Aranci, dove lui le avrebbe offerto di lavorare in un ristorante della zona. Al suo arrivo in Gallura la donna sarebbe stata narcotizzata e tenuta segregata per 49 giorni nella casa dell’imputato, dove avrebbe subito ripetutamente violenza sessuale. L’inizio del processo davanti al collegio del Tribunale di Tempio è stato fissato per il 21 aprile prossimo.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Pm, verificare se piano pandemico attivato dal 5 gennaio
Procura di Bergamo in ordine esibizione di atti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
14 gennaio 2021
18:34
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Verificare non solo se il piano pandemico nazionale sia stato “aggiornato” ma anche se sia stato “attivato e applicato” a partire dal 5 gennaio 2020, data in cui l’Oms ha lanciato a livello mondiale l’allarme di una polmonite sconosciuta. E’ il passaggio chiave dell’ordine di esibizione di atti e documenti firmato dai pm di Bergamo e che ha portato la Gdf ad acquisire carte in vari uffici del ministero della Salute, all’Iss, in Regione Lombardia e in altri enti.
Il reato per cui i magistrati stanno indagando in questa tranche di indagine è epidemia colposa.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid:Musumeci a governo, Sicilia zona rossa per 14 giorni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PALERMO
14 gennaio 2021
18:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Alla luce dell’aumento dei contagi, che è ulteriormente progredito rispetto alla scorsa settimana, abbiamo sottoposto al governo centrale la proposta di dichiarare per due settimane la ‘zona rossa’ in Sicilia”. Lo ha detto il governatore Nello Musumeci.
“L’istanza – ha aggiunto – sarà valutata nella cabina di regia convocata per domani a Roma e, ove la nostra richiesta non dovesse essere accolta, prudenzialmente domani stesso procederò con mia ordinanza ad applicare le limitazioni previste per le “zone rosse” in tutte le aree regionali a maggiore incidenza di contagio, come peraltro richiesto da numerosi sindaci”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Tar boccia sindaco, tornano le messe a Bono
“Assenza di presupposti di straordinaria necessità e urgenza”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SASSARI
14 gennaio 2021
19:08
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nella guerra a colpi di carte bollate tra Comune di Bono e Diocesi di Ozieri, il Tar dà ragione alla chiesa. La prima sezione del Tribunale amministrativo regionale ha accolto il ricorso del vescovo Corrado Melis e del parroco del paese, don Mario Curzu, contro l’ordinanza sindacale del 5 gennaio che tra i molti divieti, motivati dall’emergenza Covid, comprendeva anche quello della celebrazione delle messe in presenza nel territorio comunale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Reiterando una analoga ordinanza del 29 dicembre 2020 a firma del vicesindaco Nicola Spanu, per il cui annullamento si era attivata la prefetta di Sassari, Maria Luisa D’Alessandro, rilevando vizi formali e sostanziali, sindaco e vice avevano imposto nuovamente il divieto ai fedeli di assistere fisicamente alla messa. Così, vescovo e parroco avevano dato mandato all’avvocato Ivano Iai di opporsi. “Assenza dei necessari presupposti di straordinaria necessità e urgenza e violazione delle disposizioni generali in materia”, sancisce il Tar, sottolineando che i due prelati “hanno affermato di aver dato corretta applicazione alle disposizioni dettate per l’esercizio del culto nel periodo emergenziale” e che per loro “il provvedimento impugnato arreca un danno gravissimo e irreparabile per i fedeli che rappresentano”.
Secondo i giudici amministrativi, “anche ammesso che in casi di straordinaria necessità e urgenza il sindaco possa adottare provvedimenti ulteriori rispetto a quelli nazionali e regionali, devono essere accertate e indicate nell’atto le ragioni di straordinaria necessità e urgenza”. Ma le argomentazioni del vicesindaco, che aveva firmato l’ordinanza della discordia perché il sindaco Elio Mulas era assente per motivi di salute, per il Tar non bastano. Ieri, nel frattempo, il sindaco ha firmato una seconda ordinanza con cui vieta per domenica prossima la caccia nel territorio comunale di Bono, a prescindere dalle decisioni del Governo nazionale e della Regione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Bus turistici in piazza, venerdì sera la protesta dei ristoratori
Il settore del noleggio con conducente e i bus turistici chiedono ristori uguali per tutti. E migliaia di ristoranti si preparano a sfidare i divieti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
19:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Migliaia di ristoratori si preparano a un venerdì da ribelli, aprendo i locali a cena nonostante i divieti anti-Covid. Il settore del Noleggio con conducente minaccia di paralizzare le strade italiane se non arriveranno presto i ristori. E intanto al fianco degli autisti, a Roma, hanno manifestato anche imprenditori e dipendenti dei bus turistici, comparto a loro dire “dimenticato” dagli interventi del Governo contro la crisi economica prodotta dall’emergenza sanitaria.
Hanno portato l’allarme in piazza centinaia di operatori giunti da tutta Italia in mattinata nella Capitale.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Ristori uguali per tutti”, è la richiesta del Comitato bus turistici italiani, che negli incontri con i rappresentanti del Governo ha evidenziato le anomalie legate ai ristori (“10 milioni sono andati ai bus scoperti, un centinaio in tutto il Paese, per gli altri sono state coperte solo le perdite di aprile”) e al mancato utilizzo, da parte di “molte Regioni” dei pullman turistici a sostegno del trasporto pubblico locale in vista della riapertura delle scuole. “Soprattutto quelle del Centro e del Sud – denuncia Riccardo Verona, presidente del Comitato bus turistici italiani – hanno preferito fare così per poter invece usare le risorse stanziate dal Governo, circa 1,5 miliardi, per coprire le perdite dei mancati abbonamenti delle aziende pubbliche locali del trasporto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
COVID:Fvg, medici di base pronti a vaccinare
Oggi 805 nuove positività, 25 i decessi di cui 2 pregressi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
19:18
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
C’è la disponibilità dei medici di base e pediatri a effettuare le vaccinazioni nelle prossime fasi, “elemento di importanza strategica per arrivare, nel minor tempo possibile, alla più ampia copertura della popolazione”. Lo riporta una nota della Regione riferita al vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, diffusa ieri in tarda serata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Questa positiva disponibilità dovrà tenere conto della sostenibilità nella catena del freddo e la scelta della gestione commissariale nazionale”.
“I dati in nostro possesso – ha detto Riccardi – ci dicono che saranno circa 100 mila gli ultraottantenni ai quali potrà essere inoculato il vaccino, al quale si aggiungono circa altre 3 mila persone con disabilità”. “Ora – ha concluso – attenderemo di conoscere come proseguire la campagna a partire dal flusso di consegna dei vaccini alla regione per completare la prima fase e iniziare la seconda”.
Intanto oggi, come riportato dalla Regione, in Friuli Venezia Giulia su 7.969 tamponi molecolari sono stati rilevati 705 nuovi contagi ai quali si aggiungono 100 casi già risultati positivi al tampone antigenico nei giorni scorsi e confermati da test molecolare, con una percentuale di positività del 10,1%. Sono inoltre 1.804 i test rapidi antigenici realizzati e in cui sono stati rilevati 480 nuovi casi (26,6%). I decessi registrati sono stati 23, ai quali si aggiungono 2 morti pregresse afferenti al periodo tra il 5 e il 7 gennaio 2021. I ricoveri nelle terapie intensive sono scesi a 68 (ieri 69) mentre quelli in altri reparti sono 668 (ieri 665). I decessi complessivamente ammontano a 2.006, I totalmente guariti aumentano a 42.494, i clinicamente guariti salgono a 1.229, mentre le persone in isolamento sono 12.127. Da inizio pandemia i casi da tampone molecolare sono 58.592.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: variante inglese, primo caso nel Bergamasco
Riscontrato a un Drive-through dell’Asst Bergamo Ovest
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
19:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ arrivata anche a Bergamo, la provincia più colpita nella prima fase dell’epidemia, la cosiddetta ‘variante inglese’ del Covid-19. E’ stata rilevata su un cittadino bergamasco di rientro dal Regno Unito che, come da prassi, si è sottoposto al tampone in un drive-through.
A renderlo noto è l’Asst Bergamo Ovest.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morta Montecassiano: Rosina strangolata tra le 17 e le 19.30
Relazione preliminare autopsia. Difesa, nessun segno di percosse
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
ANCONA
14 gennaio 2021
20:15
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Venne strangolata, con ogni probabilità con una pressione esercitata sul collo a mani nude, Rosina Carsetti, 78enne trovata senza vita nel cucinino di casa la sera della vigilia di Natale nella villetta di via Pertini a Montecassiano (Macerata). Lo rivela, confermando le precedenti anticipazioni, la relazione preliminare del medico legale depositata da Roberto Scendoni alla Procura di Macerata.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sull’ora della morte, il lasso di tempo indicato dagli esami autoptici, riferisce il procuratore Giovanni Giorgio, è quello compreso tra le 17 e le 19.30: compatibile con l’ipotesi di omicidio (se tra le 17 e le 18) o con la rapina (verso le 19-19.30).
Indagati per concorso in omicidio volontario, favoreggiamento, simulazione di reato, tre familiari della vittima che, il 19 dicembre, si era recata in un centro antiviolenza prospettando presunti soprusi in casa.
Gli indagati – il marito della 78enne, Enrico Orazi, la figlia Arianna Orazi e il figlio 20enne di quest’ultima, Enea – hanno parlato di una rapina commessa quella sera da un malvivente solitario, con volto coperto e calzari, che avrebbe chiuso in un bagno Enrico Orazi, schiaffeggiato e legato per i polsi Arianna e poi avrebbe soffocato Rosina, scappando con circa 2 mila euro. I due sarebbero stati poi liberati da Enea tornato dal supermercato.
Tale ricostruzione non convince gli investigatori: i carabinieri proseguono le indagini anche scientifiche sui luoghi; in corso anche verifiche sui dispositivi informatici, con l’ausilio di un consulente, in uso alla famiglia. La difesa – gli avv. Andrea Netti e Valentina Romagnoli – ribadisce la tesi della rapina, rileva la presenza di segni di effrazione su una portafinestra del cucinino, che dà sul retro della villetta, da cui sarebbe entrato il rapinatore. Anche su tale elemento, però, gli inquirenti sono molto cauti. Sul corpo di Rosina trovate altre lesioni ed ecchimosi, secondo la difesa non riconducibili a percosse o altri segni di violenza ma alle manovre rianimatorie praticate dai sanitari.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, oltre 972 mila le vaccinazioni eseguite in Italia
Pari al 69% delle dosi distribuite. In Calabria solo il 39,4%
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
15 gennaio 2021
04:17
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ di 972.099 il totale delle vaccinazioni anti-Covid somministrate finora in Italia, pari al 69% delle dosi distribuite. Lo riporta il sito web della Presidenza del Consiglio dei ministri.

La regione con il rapporto più alto tra somministrazioni e vaccini consegnati è la Campania (92,4%), quella con il più basso la Calabria (39,4%).
Sono stati vaccinati 734.969 operatori sanitari e sociosanitari, 155.865 tra personale non sanitario e 81.265 ospiti di strutture residenziali assistite.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Morta la balena rimasta bloccata nel porto di Sorrento
Sub l’hanno trovata a 20 metri di profondità
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NAPOLI
15 gennaio 2021
10:27
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Non ce l’ha fatta la balenottera che ieri pomeriggio si era arenata nel porto di Sorrento. Lo comunica l’Area Marina Protetta di Punta Campanella a seguito del sopralluogo effettuato questa mattina dai sub della Capitaneria di Porto di Sorrento.
La carcassa del mammifero è stata individuata a circa 20 metri di profondità. Sul posto anche la Stazione zoologica Anton Dohrn, oltre la Capitaneria e l’Area Marina Protetta. Si attende l’Asl per organizzare il difficile recupero dell’animale. Ieri si era tentato il soccorso del cetaceo nella speranza che riuscisse a riprendere il largo, ma così non è stato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Regeni: oggi Giulio avrebbe compiuto 33 anni
Tweet “Verità per Giulio”, non ci fermeremo fino alla giustizia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
15 gennaio 2021
10:32
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Oggi Giulio Regeni avrebbe compiuto 33 anni. Tra i messaggi che ricordano il compleanno del ricercatore friulano ucciso in Egitto, c’è il tweet di ‘Verità per Giulio’.
“Chissà quanti ponti avresti costruito ancora, quanta bellezza donato ancora a questo mondo. Ti facciamo gli auguri così, gridando al mondo la nostra promessa. Non ci fermeremo fino alla verità e alla giustizia”, è il contenuto del messaggio postato.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: a Milano due licei occupati contro Dad
Studenti entrano a classico Tito Livio e scientifico Severi
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
15 gennaio 2021
10:55
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A Milano gli studenti continuano la loro protesta contro la didattica a distanza. Dopo il Manzoni occupato martedì, questa mattina alcune decine di studenti che fanno parte dei collettivi studenteschi hanno occupato due licei, il classico Tito Livio e lo scientifico Severi-Correnti, per chiedere di tornare a scuola in presenza il prima possibile.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Al liceo Tito Livio, nel pieno centro storico della città, sono circa una trentina gli studenti che hanno occupato il cortile della scuola per manifestare contro la didattica a distanza e alle 14:30 si terrà un presidio di confronto dove verrà elaborato un documento con le proposte per tornare ad una scuola in presenza.
Gli studenti del liceo Severi, in zona Sempione, hanno posizionato i loro banchi nel cortile dell’istituto per seguire le video lezioni e sulla facciata della scuola è appeso lo striscione con la scritta “Avevate in mano il nostro futuro e ce l’avete tolto”.
Anche al liceo scientifico Volta questo pomeriggio alle 15 si terrà un presidio per supportare i ragazzi che manifestano per la riapertura della scuola, con una serie di interventi degli studenti.
In molte scuole superiori della città c’è fermento in attesa di sapere se da lunedì 18 gennaio si potrà tornare in aula in presenza, dopo la sentenza del Tar della Lombardia che ha sospeso l’ordinanza regionale che prevedeva la didattica a distanza fino al 24 gennaio.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: maestra no-mask Treviso, ministero la licenzia
Caso scoppiato a dicembre con proteste genitori a Treviso
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TREVISO
15 gennaio 2021
11:24
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata licenziata la maestra di una scuola di Treviso contraria all’uso delle mascherine anti-Covid in aula. Questo aveva portato i genitori degli alunni a protestare anche con sit-in davanti alla scuola nel dicembre scorso.
Il contratto, hanno riferito fonti scolastiche, “è stato risolto” dal Ministero dell’Istruzione dopo che la maestra era stata assunta con un contratto speciale dettato dall’emergenza Covid-19. Erano stati gli alunni a riferire a casa delle idee della loro insegnante riguardo alle mascherine e ai presidi di sicurezza contro il virus. La maestra ‘no mask’ del resto, non aveva fatto mistero delle proprie opinioni sul Covid, scrivendone sui social e comparendo in tv per esprimere tesi sull’inutilità delle mascherine, perché, aveva detto, “il virus non esiste”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Traffico cuccioli, 220 esemplari salvati nel 2020
Sono di 25 razze diverse, indagini di Gdf Gorizia
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
GORIZIA
15 gennaio 2021
11:29
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sono 220 i cuccioli, appartenenti a 25 diverse razze canine, complessivamente salvati nel 2020 dalle Fiamme Gialle di Gorizia, sottratti a trafficanti senza scrupoli provenienti dall’Est Europa che intendevano rivenderli illegalmente e a caro prezzo in Italia.
Gli ultimi due sequestri operati in ordine di tempo, nell’ambito di operazioni di servizio finalizzate al controllo economico del territorio ed al contrasto dei traffici illeciti lungo la fascia confinaria, sono avvenuti pochi giorni fa, consentendo di liberare i cuccioli dalle condizioni di grave sofferenza cui erano costretti durante la fase del trasporto e denunciando all’autorità giudiziaria i soggetti responsabili.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
I cuccioli, allevati in diversi Paesi dell’Est, dopo essere stati privati prematuramente dell’allattamento materno, sono stati stipati in cartoni, gabbie o trasportini di modeste dimensioni, spinti nel fondo dei vani di carico dei veicoli ed occultati da altre merci.
Completamente assente o addirittura contraffatta la documentazione attestante l’età, le vaccinazioni e le cure essenziali alla salute dell’animale. Mancanti anche i microchip identificativi, obbligatori per legge, oppure talvolta incollati precariamente tra il folto pelo di alcune razze, per superare eventuali controlli e poi essere eliminati.
Tutti i cuccioli sequestrati sono stati affidati in custodia a diversi canili gestiti dall’Asugi per ricevere le cure necessarie; una volta accertato il loro stato di salute e scongiurato il pericolo di vita, sono stati dati in affidamento.
Il valore di mercato dei cuccioli di razza pregiata può arrivare a 3 mila euro per esemplare.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: vescovo Sardegna, fiducia vuol dire vaccinarsi
Foto su rivista diocesana Ogliastra con cartello #iomivaccino
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NUORO
15 gennaio 2021
11:47
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Fiducia, oggi, vuol dire vaccinarsi”. Così il vescovo di Nuoro e Lanusei e presidente della Conferenza episcopale sarda, mons.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Antonello Mura, apre l’editoriale nel numero di gennaio 2021 del mensile diocesano L’Ogliastra. E in prima pagina “posa” accanto ad una donna medico e ad un sindaco con fascia tricolore tenendo in mano un cartello con la scritta #iomivaccino.
“Il 2021 si è aperto come si era chiuso il 2020, con tante notizie e previsioni sui vaccini, ma anche con tanta preoccupazione sui tempi e le modalità della loro somministrazione. La speranza è forte, accompagnata da un’ansia da risultato sempre più palpabile.
Per tutti questi motivi risulta non solo in controtendenza, ma anche incomprensibile, l’atteggiamento e la conseguente scelta di coloro che – talvolta anche rumorosamente – comunicano il loro no-vax. – scrive il prelato – Anch’io mi chiedo come sia possibile che molte persone, anche credenti, arrivino a dimenticare gli importanti passi e i benefici che sono arrivati all’umanità grazie ai vaccini. In verità, da quando sono stati scoperti, essi hanno salvato vite umane e contributo a far scomparire diverse malattie mortali. Com’è possibile allora non vaccinarsi o consigliare di non farlo?”, si chiede.
“La questione centrale mi pare proprio la fiducia, perché questo è un momento nel quale ci troviamo di fronte a un’alternativa – spiega – non comprendere e non accettare quello che non riusciamo a decifrare; oppure fidarsi, evitando di nutrirsi di sospetti ugualmente incontrollabili. Sento sempre più belle e confortanti, oltre che in questa fase provocatorie, le parole di Gesù: ‘Ho pregato per te, perché la tua fede non venga meno’ (Lc 22,32). Tradotto – conclude mons. Mura – perché che la tua fiducia non arretri”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Test rapidi in farmacia per sicurezza scuole Umbria
Con accordo tra Regione e farmacie pubbliche e private
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
PERUGIA
15 gennaio 2021
11:49
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Riprendere l’attività didattica delle scuole superiori in sicurezza è l’obiettivo con il quale la Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Salute, Luca Coletto, ha approvato un accordo con le farmacie pubbliche e private convenzionate per eseguire test diagnostici rapidi rivolti per la ricerca degli anticorpi anti Sars-Cov2, come misura di ulteriore sostegno allo svolgimento in sicurezza delle attività scolastiche.
Contestualmente, su proposta dell’assessore all’Istruzione, Paola Agabiti, è stato approvato un atto che finanzia l’attività di testing presso le farmacie con un milione di euro a valere sul Por Fse 2014-2020.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Nella fase di ripresa delle attività didattiche in presenza – spiegano Agabiti e Coletto – assume particolare rilevanza la valutazione epidemiologica della circolazione virale nella popolazione studentesca e nel personale docente e non docente delle scuole secondarie di secondo grado dell’Umbria e dei corsi di istruzione e formazione professionale. A tal fine è stato avviato un confronto con le farmacie per promuovere l’attività di testing con test antigenico rapido, eseguibile nelle farmacie aderenti, dotate di spazi idonei sotto il profilo igienico-sanitario e atti a garantire la tutela della riservatezza. Questa attività permetterà di valutare la situazione epidemiologica per età e classi in modo da studiare anche la curva di trasmissione del virus a livello familiare”.
In seguito all’accordo tra Regione e farmacie il test può essere fatto una volta al mese, su appuntamento, preferibilmente pomeridiano, e previa compilazione di un modulo di autocertificazione.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola: da lunedì in Valle d’Aosta vaccini a insegnanti
Primi 220 over 55. Si procede per età anagrafica
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
AOSTA
15 gennaio 2021
13:04
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
A partire da lunedì prossimo in Valle d’Aosta verranno vaccinati i primi 220 insegnanti over 55 che si sono prenotati online. “Si procederà per età anagrafica – spiega la sovrintendente agli studi Marina Fey – gli esclusi avranno priorità nelle prossime date che ci verranno comunicate dall’Usl”.
In totale i docenti che potranno essere vaccinati in questa prima fase sono 700.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Covid: Bergamo chiede deroga, no zona rossa
Più colpita prima ondata ha 61 positivi ogni 100mila abitanti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
BERGAMO
15 gennaio 2021
12:54
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Con 61 positivi al Covid ogni 100 mila abitanti, ben al di sotto della media regionale, Bergamo – la più colpita dalla pandemia nella prima ondata – chiede una deroga alla zona rossa in cui dovrebbe entrare nelle prossime ore la Lombardia.
“Crediamo si possano comprendere le difficoltà e le sofferenze cui il protrarsi delle limitazioni, se non addirittura il loro inasprimento, sottopone i cittadini dei nostri territori”, scrivono il sindaco e il presidente della provincia di Bergamo, Giorgio Gori e Gianfranco Gafforelli, in una lettera alla Regione Lombardia perché si faccia portatrice della richiesta al Ministero della Salute.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fiorella Mannoia torna in tv, due speciali su Rai1
Il 15 e 22 gennaio con La musica che gira intorno e tanti ospiti
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
13:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fiorella Mannoia riveste i panni della mattatrice in tv. Dopo l’esperienza di ‘Un, due, tre…
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Fiorella! nel 2017, la cantante torna in prima serata su Rai1 con un nuovo programma tra musica e parole: La musica che gira intorno, due puntate speciali il 15 e il 22 gennaio (dal Teatro 1 di Cinecittà World, rigorosamente senza pubblico), titolo che omaggia il brano di Ivano Fossati.
“Uno show che celebra la musica e il suo valore nelle nostre vite. La musica gira intorno a noi e non ci lascia mai. Le canzoni ti ricordano momenti, amori nati o finiti, sapori, odori, luoghi, come nessun’altra arte sa fare”, spiega Fiorella, che ha chiamato a farle compagnia tanti ospiti. Nella prima puntata: Claudio Baglioni, Alessandro Siani, Francesco De Gregori, Antonello Venditti, Giorgio Panariello, Marco Mengoni, Marco Giallini, Giorgia, Edoardo Leo, Andrea Bocelli, Sabrina Impacciatore, Achille Lauro, Gigi D’Alessio, Ambra Angiolini, Samuele Bersani, Flavio Insinna e Luciano Ligabue (Fossati ha invece declinato l’invito). Atteso anche Amadeus, come ha lasciato intendere Fiorella, e per la seconda puntata già confermato Zucchero.
Obiettivo de La musica che gira intorno sarà quello di far emozionare, far riflettere su noi stessi, rievocare i ricordi più importanti delle storie personali e collettive.
“Il mio modello? – dice l’interprete per eccellenza della musica italiana, che accetterebbe volentieri anche di tornare a fare cinema dopo una prima esperienza con Michele Placido -.
Ovviamente Mina, Mi sento molto vicina a lei nel suo modo di fare e di essere, anche se siamo vocalmente diverse. Il modello sono stati i suoi sabato sera”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Su Alpi impronte inedite di grandi rettili preistorici
Simili a coccodrilli, vissuti dopo la grande estinzione di massa
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
12:41
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Impronte fossili dalla forma inedita, lasciate 250 milioni di anni fa da grandi rettili preistorici simili a coccodrilli, sono state trovate sulle Alpi occidentali a 2.200 metri di quota, nella zona dell’Altopiano della Gardetta in provincia di Cuneo: impresse pochi milioni di anni dopo la più severa estinzione di massa della storia, dimostrano che quest’area non era totalmente inospitale alla vita come ipotizzato finora. La scoperta è pubblicata sulla rivista Peer J da geologi e paleontologi del Muse (Museo delle Scienze di Trento), dell’Istituto e Museo di Paleontologia dell’Università di Zurigo e delle Università di Torino, Roma Sapienza e Genova.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Sanremo: Amadeus, stiamo lavorando per il 2 marzo
A Rtl 102.5, “tutti in sicurezza ma vogliamo festival ‘normale'”
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
08:33
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
“Noi stiamo lavorando per il 2 marzo, per me la data deve essere dal 2 al 6 marzo, dobbiamo esser in grado di dare al pubblico un festival assolutamente con tutte le regole sanitarie, perché la salute è la cosa più importante e nessuno deve essere messo a rischio, ma dobbiamo lavorare tutti insieme, con la Rai, con i tecnici, affinché tutti siano in sicurezza ma il festival sia il più normale possibile”. Lo ha detto Amadeus, direttore artistico e conduttore di Sanremo 2021, ospite di Rtl 102.5, rispondendo a una domanda sulle date del festival.
“Sanremo – ha ribadito – non si può fare senza pubblico, in un Ariston vuoto”.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Netflix, 70 nuovi film nel cartellone 2021
Proposte di “serie A”, replica a Disney e Warner
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
13 gennaio 2021
18:51
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Netflix rilancia su Disney+ e su Warner e annuncia per il 2021 un cartellone di oltre 70 nuovi film, ben piu’ di uno a settimana: una cornucopia di proposte degna del piu’ grande servizio streaming del mondo che ne conferma l’influenza a Hollywood nei mesi della pandemia.
Un trailer “a rotta di collo” ha presentato la carrellata di inediti che include produzioni originali e nuovi acquisti, musical e film di azione, commedie romantiche e cartoni animati.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Nel trailer compaiono Gal Gadot, Ryan Reynolds e Dwayne Johnson, le star del colossal da 160 milioni di dollari “Red Notice”: sarebbe dovuto uscire lo scorso giugno con Universal ma Netflix lo ha adottato dopo un nuovo rinvio.
Concludono la presentazione Jennifer Lawrence e Leonardo DiCaprio, i protagonisti di “Don’t Look Up” di Adam McKay assieme ad Ariana Grande, Timothee Chalamet, Kid Cudi e Meryl Streep: Leo e la Lawrence scendono da una portaerei: “Un messaggio neanche troppo sottile del prestigio conquistato da una piattaforma che fino a pochi anni fa veniva considerata marginale a Hollywood”, ha commentato il New York Times.
In dicembre Disney aveva annunciato una valanga di nuovi contenuti per il suo servizio in streaming Plus. La Warner aveva replicato facendo sapere che avrebbe fatto uscire 17 nuovi film in simultanea nelle sale e su Hbo. La risposta di Netflix include il debutto sulla piattaforma della regista premio Oscar Jane Campion con “The Power of the Dog”. Lin-Manuel Miranda dirigera’ il suo primo film, l’adattamento del musical “tick, tick… Boom,” mentre Jay-Z collaborera’ con Netflix per la prima volta producendo “The Harder They Fall,” un western. Per molti film non c’e’ ancora una data di programmazione ma in gennaio usciranno “The White Tiger” e “Malcolm & Marie” con Zendaya e John David Washington.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Week end senza cinema, sorprese migliori dal mercato video
Da Tenet di Nolan a The Withces di Zemeckis
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
14 gennaio 2021
17:44
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Davvero un fine settimana frustrante per gli appassionati di cinema che la pandemia tiene ancora lontani dalle sale. La diretta conseguenza è che anche le piattaforme in streaming stanno rarefacendo le uscite di film inediti o di capolavori da recuperare e che le migliori sorprese vengono questa volta da due uscite sul mercato del video.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– TENET di Christopher Nolan con John David Washington, Robert Pattinson, Elizabeth Debicki, Dimple Kapadia, Aaron Taylor-Johnson. Due ore e mezzo di spettacolari avventure, intrecci inestricabili sul filo della spy story, effetti speciali su scala industrial per dare sfogo al regista che ha fatto del tempo la sua ossessione e che da sempre vorrebbe girare – ma a modo suo – una pellicola di 007. A modo suo è stato il film dell’anno, disperatamente legato alle sorti del cinema in sala e anche per questo lontano da ogni vetrina festivaliera. Un agente della Cia senza nome viene coinvolto in un assalto terroristico in Ucraina. Scopre di essere stato solo messo alla prova per conoscerne l’indole e le doti ed entra in un programma supersegreto in cui dovrà combattere con agenti venuti dal passato e dal futuro. Siamo dalle parti di “Inception” ma, se non si sta molto attenti alle prime battute della storia, si finisce in un labirinto senza spiegazioni.
Comunque uno spettacolo da godere sullo schermo più grande possibile o da vedere più volte per darsi delle spiegazioni.
Disponibile in bluray e versione 4k negli stores video.
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
– THE WITHCES di Robert Zemeckis con Anne Hathaway, Octavia Spencer, Codie-Lei Eastick, Jahzir Bruno, Joseph Zinyemba. In ossequio alla moda del momento anche Zemeckis trasforma la fiaba di Roald Dahl in un colorato racconto d’avventure il cui piccolo protagonista è afroamericano. Rifugiatosi dalla nonna in Alabama, in pieno ’68, il piccolo scopre che più che il razzismo il pericolo maggiore viene dal ritorno in forza delle streghe che hanno come preda preferita proprio i succulenti bambini come lui. Cerca rifugio da un parente in un albergo di lusso, ma sconta la coincidenza col congresso mondiale delle streghe fissato proprio in albergo. E la Strega Suprema lo ha messo nel mirino…. Accompagnato da molte polemiche proprio per lo stile poco politicamente corretto, il film è un colorato balocco che si vede gradevolmente. Zemeckis sa fare di più. Disponibile adesso in video formato bluray.
– PIECES OF A WOMAN di Kornel Mundruzco con Vanessa Kirby, Shia LaBeouf, Ellen Burstyn, Molly Parker, Iliza Shlesinger. Approda su MyMovies uno dei film di punta dell’ultima Mostra di Venezia.
Alle soglie del parto, Martha decide di avere il figlio a casa e si affida a un’ostetrica di rimpiazzo, Eva, perché la titolare ha avuto un contrattempo. Benché sia risoluta a riuscire nel suo intento, Martha perde il bambino pochi minuti dopo la nascita e sua madre non perdona Eva, portandola in tribunale con l’accusa di omesso soccorso. Dramma psicologico di stampo europeo, ma servito da giovani stelle di Hollywood.
– LEZIONI DI PERSIANO di Vadim Perelman con Nahuel Pérez Biscayart, Lars Eidinger, Jonas Nay, Leonie Benesch, Alexander Beyer. Su #iorestoinsala. Un film che è come un paradosso e che merita una riscoperta grazie alle piattaforme. Un giovane ebreo viene spedito nei campi di concentramento ma, grazie al possesso di un libro di poesie in persiano, ha salva la vita perché l’ufficiale tedesco del campo vuole imparare la lingua farsi.
Carnefice e vittima potranno ingannarsi a vicenda finché il primo crederà di imparare e il secondo farà finta di conoscere una lingua che in realtà inventa ogni giorno.
– PARTISAN di Ariel Kleiman con Vincent Cassel, Nigel Barber, Timothy Styles, Anastasia Prystay, Katalin Hegedus, Natalia Gorbacheva, Sosina Wogayehu, Zsofia Stavropoulos. Su #iorestoinsala. Racconto distopico che discende per via diretta dal “Signore delle mosche”, ambientato in un non-luogo dove vige la ferocia e l’omicidio. Qui vive, in una appartata comunità di ragazzi, l’adolescente Alexander. Il solo adulto è Gregori (un formidabile Vincent Cassel) che ordina omicidi e razzie ai suoi piccoli soldati. Ma a contatto col mondo esterno, Alexander impara la via della fuga.   CINEMA

CRONACA TUTTE LE NOTIZIE

Covid: da domenica Fvg passa in area arancione
Colore sarà in vigore in altre 11 regioni
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
15 gennaio 2021
13:53
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Come prevede la nuova ordinanza del ministro Speranza, in vigore dal 17 gennaio, il Friuli Venezia Giulia, insieme con altre otto regioni (Abruzzo, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria e Valle D’Aosta) passa in area arancione, che è già in vigore in Calabria, Emilia-Romagna e Veneto (dove è stata confermata).
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Maltempo: piogge provocano voragine sulla Ss 131 in Sardegna
Anas e Polstrada al lavoro, tratto era già stato chiuso il 5
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
SASSARI
15 gennaio 2021
13:56
CRONACA TUTTE LE NOTIZIE
Un tratto della statale Carlo Felice, l’arteria a scorrimento veloce che percorre l’intera Sardegna, ha ceduto creando un’enorme voragine dal Km 163 al Km 164,200, all’altezza di Bonorva, nel Sassarese.
La carreggiata dove si è verificato il cedimento, in direzione Cagliari, era già stata chiusa al traffico dall’Anas, dallo scorso 5 gennaio, per lavori di manutenzione.

A determinare la spaccatura sull’asfalto sarebbero state le intense piogge degli ultimi giorni che hanno saturato il terreno provocando il rigonfiamento e infine il cedimento.
Sul posto sono arrivati i tecnici dell’Anas e gli agenti della Polizia Stradale che stanno regolando il traffico nell’altra carreggiata.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.