Sport tutte le notizie in tempo reale. SEGUI, LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, Notizie, Sport, Ultim'ora

SPORT TUTTE LE NOTIZIE: TUTTI GLI ULTIMISSIMI AGGIORNAMENTI ED APPROFONDIMENTI IN TEMPO REALE, DAL MONDO DELLO SPORT NAZIONALE ED INTERNAZIONALE: LEGGI!

Tempo di lettura: 35 minuti

Ultimo aggiornamento 10 Gennaio, 2022, 11:57:09 di Maurizio Barra

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 17:24 DI GIOVEDÌ 06 GENNAIO 2022

ALLE 11:57 DI LUNEDÌ 10 GENNAIO 2022

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Atletica: Campaccio; sesto posto per Faniel e Battocletti
Successo etiope sia tra uomini sia tra donne con Addisu e Seyaum
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
SAN GIORGIO SU LEGNANO
06 gennaio 2022
17:24
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Regna ancora l’Etiopia che fa doppietta nella 65/a edizione del Campaccio.
A San Giorgio su Legnano prende il via la stagione 2022 con due gare avvincenti, risolte all’ultimo giro.
Tra gli uomini si impone il diciottenne Yihune Addisu, protagonista di un cambio di ritmo che non lascia scampo agli avversari. L’etiope classe 2003, già sceso sotto i tredici minuti nei 5000 su pista con un personale di 12:58.99, esulta al termine dei 10 chilometri in 28:39 per mettere in fila tre keniani: Emmanuel Kiplagat (28:45) è l’ultimo ad arrendersi, Amos Serem (28:53) terzo in volata su Vincent Too, che arriva con lo stesso crono di 28:53.
Nella prova femminile Dawit Seyaum conferma il suo bel momento cogliendo un altro successo, dopo quello di San Silvestro sulle strade di Bolzano.La Seyaum trionfa in 18:48 nei 6 chilometri dopo aver risposto all’azione dell’eritrea Rahel Ghebreyohannes Daniel, poi seconda in rimonta con 18:49 per lasciarsi alle spalle la keniana Beatrice Chebet (18:51) che completa il podio.
Nella prima tappa dell’anno per il circuito World Athletics di corsa campestre, i migliori azzurri chiudono al sesto posto in entrambe le gare di questa grande classica della specialità: il primatista italiano di maratona Eyob Faniel (Fiamme Oro) al maschile e l’oro europeo under 23 Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre) tra le donne. Si mette in evidenza anche Yohanes Chiappinelli (Carabinieri), settimo davanti al tricolore Iliass Aouani (Atl. Casone Noceto) che chiude ottavo.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Atletica: Jacobs auguri a Camossi,’questo è solo l’inizio..’
Si allena alle Canarie e festeggia 48 anni ‘grande coach’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 gennaio 2022
17:44
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Marcell Jacobs si allena al sole delle Canarie, nello stadio di Tenerife ma anche con i pesi in palestra, e con lui c’è, oltre alla compagna Nicole Daza, il suo allenatore Paolo Camossi., che proprio oggi festeggia il 48/o compleanno.

“Tantissimi auguri di buon compleanno golden coach – scrive l’olimpionico dei 100 su Instagram – …grazie per tutto quello che mi hai dato e per chi mi hai fatto diventare! Te ne sarò sempre grato.
E questo è solo l’inizio!”. Seguono vari emoticon tra cui quello di un bicipite e di un cuore.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pallavolo: Mattarella premia Conegliano, e Roma lo saluta
Presidente ricambia con saluti il lungo applauso
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2022
09:16
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Una vittoria speciale davanti a un tifoso speciale.
Dopo il ko al Mondiale per club contro Istanbul, la Imoco Conegliano rilancia prendendosi la Coppa Italia sotto gli occhi di un tifoso speciale, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, alla sua ultima uscita pubblica da Capo dello Stato e salutato da Roma con grande affetto: e’ stata una coincidenza, ma l’uscita dal Palazzetto mentre le vincitrici venivano celebrate sulle note di “We are the Champions”, tra applausi e saluti ricambiati, è sembrato il copione perfetto a fine mandato.
In campo, vittoria vibrante e in rimonta per la Imoco, 3-2 (19-25, 19-25, 25-21, 25-22, 15-13), quarta Coppa Italia vinta dopo quelle del 2016/17, 2019/20 e 2020/21.
E qualsiasi sarà il destino di Paola Egonu in futuro (si parla della Turchia), il trofeo di oggi resterà per sempre indelebile nella memoria della opposta azzurra: “Che onore vincere davanti al Presidente, è stato un onore, mi sono emozionata”, ha ammesso a caldo la mvp di una partita che ha tenuto incollato lo stesso Mattarella in tribuna, al fianco del presidente del Coni Giovanni Malagò, quello della Fipav Giuseppe Manfredi e quello della Lega volley femminile Mauro Fabris.
Al Capo dello Stato, in regalo sono state donate le maglie delle azzurre Paola Egonu e Cristina Chirichella, i palloni autografati delle due squadre, la riproduzione della Coppa Italia e un pallone d’oro della Lega Volley femminile. Ma soprattutto il titolo di “Miglior giocatore”, consegnatogli dalla Lega prima del match in una saletta riservata al Palasport. Un premio sportivo e allo stesso tempo metaforico. “Non lo merito…”, si è schermito Mattarella, che però è apparso compiaciuto di ritrovarsi nell’ambiente della pallavolo. Da sempre appassionato di sport, per il volley il Capo dello Stato ha sempre speso parole di elogio e approvazione.
In occasione dell’ultima visita al Quirinale seguita alle vittorie azzurre degli Europei, alle ragazze disse che sono “un esempio da seguire” esprimendo il desiderio che anche il Paese fosse come la nazionale di pallavolo femminile, “coeso”. Affermando poi che “quando posso e quando qualche emittente televisiva trasmette le partite, purtroppo di rado, io vi seguo sempre”. Oggi, davanti ai 3.230 spettatori presenti, Mattarella ha consegnato il trofeo alla capitana di Conegliano Joanna Wolosz, che a sua volta gli ha regalato una maglia, prima di prendere l’uscita laterale del palazzetto con le note di ‘We Are the Champions’ e il lungo applauso del pubblico romano ricambiato dal Presidente con saluti verso tutte le tribune. Siamo le campionesse, sembra cantare anche Egonu subito dopo in zona mista, cammina a un palmo da terra: “Complimenti a loro, hanno fatto la partita della vita – ha proseguito l’azzurra – sotto due set a zero ci siamo dette di spingere un pallone alla volta. Brave, ci serviva dopo il ko al Mondiale. Sono fiera della mia squadra”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Dopo un avvio incerto, l’azzurra si è caricata Conegliano sulle spalle negli ultimi tre set, collezionando un totale di 26 punti, tre in più della opposta avversaria, la fortissima turca Ebrar Karakurt. “Mai mollare, è stata una bella vittoria, così in salita”, si è lasciato andare il coach della Imoco Daniele Santarelli. Dall’altra parte, solo l’illusione dei primi due set dominati: “Dovevamo mettere quella grinta in più negli ultimi tre set – ha ammesso Cristina Chirichella – Ci servivano uno o due punti di vantaggio, abbiamo fatto un’ottima prestazione ma ci è mancata la virgola. I primi due set ci fanno uscire a testa alta, abbiamo ancora margini di miglioramento”. Un testa a testa che comunque riprenderà in campionato, dove Novara è solo a tre punti di distacco dalle campionesse d’Italia e d’Europa. Saltata invece la finale di Coppa Italia di A2 tra San Giovanni in Marignano e Brescia a causa di alcune positività nel gruppo squadra della Omag. Come previsto dai protocolli Fipav, la sfida verrà ricalendarizzata nella prima data utile disponibile.   POLITICA

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Pallavolo: Egonu, ‘Vincere davanti a Mattarella è un onore’
‘E’ stata dura, sono emozionata e fiera della mia squadra’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 gennaio 2022
21:01
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Vincere la Coppa Italia davanti al Presidente Mattarella è stato un onore, mi sono emozionata”.

Così Paola Egonu, mvp della finale di Coppa Italia giocata a Roma davanti al Capo dello Stato e vinta dalla sua Conegliano contro Novara in rimonta.
“Complimenti a loro, hanno fatto la partita della vita – ha proseguito l’azzurra – sotto 2 set a zero ci siamo dette di spingere un pallone alla volta. Brave, ci serviva dopo il ko al Mondiale”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Dakar: Petrucci vince 5/a tappa moto, Lategan nelle auto
Due giorni fa ternano ex MotoGp aveva rischiato di ritirarsi
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
06 gennaio 2022
21:44
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Danilo Petrucci, su Ktm, festeggia la sua prima vittoria di tappa alla Dakar, grazie a un eccesso di velocità dell’australiano Tony Price che, al centauro ‘aussie’, è costato 6 minuti di penalizzazione e quindi anche il successo parziale nella quinta frazione, di 346 km, accorciata dagli organizzatori per motivi “logistici e di sicurezza”.

Così il primo posto è andato al ternano ex pilota di MotoGp che due giorni fa ha rischiato di ritirarsi per problemi meccanici al suo mezzo e che, in precedenza, si era presentato al via del raid reduce dal Covid.

Nella classifica generale delle moto rimane in testa il britannico Sam Sunderland (Ktm), oggi 13/o, davanti all’austriaco Matthias Walkner, staccato di 2’29”, e al francese Adrien Van Beveren, terzo a 5’59”.
Nelle auto vittoria di tappa al sudafricano Henk Lategan, mentre in classifica generale è sempre al comando il rappresentante del Qatar Nasser al-Attiyah (Toyota), bronzo olimpico a Londra 2012 nel tiro a volo.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Dakar: Petrucci vince tappa, ma prima caduta causa cammello
‘Erano in dieci, uno mi è venuto contro. E mi sono anche perso’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
RYAD
06 gennaio 2022
22:31
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Nel deserto mi avevano avvisato a stare attento a sabbia, sassi e pietre, ma si deve fare attenzione pure ai cammelli.
Al chilometro 60 dopo un cumulo di sabbia ce n’era un gruppo di dieci e uno, nero, ha deciso di venirmi incontro: io sono andato dall’altra parte sui dossi e mi sono cappottato”.
Felice per la vittoria nella 5/a tappa della Dakar che gli è stata assegnata dopo la penalizzazione di 6 minuti inflitta all’australiano Price, Danilo Petrucci racconta le ‘disavventure’ che, nonostante tutto, alla fine lo hanno portato al successo.
Il ternano della Ktm dopo la caduta avrebbe potuto mollare, invece non ha mollato a conferma di uno dei suoi soprannomi, “l’Inarrestbile”. “Dopo il capitombolo è arrivato Sanders e con lui siamo andati a riprendere tanti concorrenti – le parole di Petrucci -, ma dopo un waypoint ci siamo persi in sei. Sono tornato indietro ho ritrovato la via e ho fatto pure strada a due Yamaha, quando speravo mi aiutassero loro”. Poi l’ultimo tratto: “gli ultimi 60 chilometri sono stati sulle dune, non sulle pietre e per poco non cado in un buco – racconta -: ho sentito una botta alla caviglia e ho temuto, ma per fortuna mi è andata bene”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Ministra degli Interni australiana: ‘Djokovic non è prigioniero’
Il tennista ‘è libero di lasciare il Paese in qualsiasi momento voglia’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2022
20:00
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il numero uno al mondo del tennis, Novak Djokovic, non è “prigioniero” ma è libero di lasciare l’Australia quando lo desidera.
E’ quanto ha sottolineato in queste ore la ministra australiana degli Interni, Karen Andrews, respingendo le accuse rivolte dalla famiglia del tennista serbo al governo australiano dopo che Djokovic è stato bloccato al suo arrivo nel Paese, dove avrebbe dovuto partecipare agli Australian Open, per irregolarità sulle regole anti-covid per l’ingresso.
“Djokovic non è prigioniero in Australia”, ha detto la ministra Andrews alla emittente nazionale Abc, scrive il Guardian, “è libero di lasciare lasciare il paese in qualsiasi momento voglia, cosa che le autorità di frontiera faciliterebbero”.
E Novak Djokovic, bloccato in un albergo a Melbourne in attesa del ricorso contro il respingimento alla frontiera, ringrazia chi “in giro per il mondo” lo sta sostenendo.
“Grazie alla mia famiglia, ai miei cari, alla Serbia e a tutte le brave persone nel mondo che mi hanno inviato il loro sostegno. Grazie a Dio per la salute”, ha scritto in un messaggio in serbo su Instagram. Questo supporto, “lo sento ed è molto apprezzato”, ha scritto anche in inglese. Il serbo n.1 al mondo dovrà attendere lunedì prossimo in una sorta di ‘semidetenzione’ per sapere potrà restare o meno in Australia e prendere parte agli Australian Open.   MONDO

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Basket, Nba: New York all’ultimo respiro, Boston finisce ko
R.J.Barrett regala il successo ai Knicks. A Ovest guidano i Suns
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2022
19:25
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il canestro realizzato proprio sul suono della sirena dal canadese Rowan Alexander Barrett jr., meglio noto come R.J.Barrett, ha regalato la vittoria ai New York Knicks nel match contro Boston, che si è disputato nella notte Nba ed è stato contrassegnata dalla sfida ravvicinata fra Evan Fournier (41 punti) e Jayson Tatum (36 punti).
Il team newyorkesi, grazie a questa affermazione, ha firmato il sorpasso sui Celtics, collocandosi al 10/o posto a Est.
Memphis ha messo assieme il settimo successo, piegando agilmente Detroit, mentre Golden State ha ceduto al cospetto di New Orleans, trascinata dai 32 punti di Brandon Ingram. Il primo posto in classifica a Ovest è adesso occupato dai Phoenix Suns, che si sono sbarazzati dei Los Angeles Clippers grazie a una tripla doppia firmata da Chris Paul Risultati: Phoenix-LA Clippers 106-89 New York-Boston 108-105 Memphis-Detroit 118-88 New Orleans-Golden State 101-96.   BASKET NBA IN TEMPO REALE: RISULTATI, CLASSIFICHE ED APPROFONDIMENTI

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Corea Nord salta Pechino 2022, ma critica boicottaggio Usa
‘A causa pandemia Covid’. Assicura sostegno a riuscita Giochi’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
PECHINO
07 gennaio 2022
10:45
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La Corea del Nord salta le imminenti Olimpiadi e Paralimpiadi di Pechino 2022, ma accusa i tentativi degli Usa di impedire “l’apertura con successo dei Giochi invernali”.
Pyongyang, in una nota della Kcna, ha riferito che la diffusione del Covid-19 è alla base della scelta, ripresentando le motivazioni che spinsero il Paese a evitare i Giochi estivi di Tokyo.
La mossa è stata comunicata alla Cina con una lettera del Comitato olimpico nazionale e del ministero dello Sport nordcoreani. I preparativi per Pechino 2022 “sono stati compiuti in modo soddisfacente grazie agli sforzi positivi” della leadership sotto il presidente Xi Jinping.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Vela, RORC Transat: Maserati Multi 70 e Soldini al via
Lo skipper aderisce al programma Ocean Decade dell’Unesco
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2022
12:26
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Mancano meno di 24 ore al via dell’8/a RORC Transatlantic Race, da Lanzarote a Grenada.

Maserati Multi 70 e Giovanni Soldini si uniscono al programma Ocean Decade dell’Unesco.
Il via domani alle ore 12 italiane con l’evento organizzato dal Royal Ocean Racing Club, in collaborazione con lo Yacht Club de France. Maserati Multi 70, e le altre 31 imbarcazioni iscritte alla regata, partiranno in due flotte leggermente scaglionate da Puerto Calero, Lanzarote, e percorreranno 2.995 miglia, superando le Canarie e navigando attraverso l’oceano Atlantico fino all’isola di Grenada, nei Caraibi orientali. Maserati Multi 70 solcherà l’oceano in assetto volante, sfidando i tre multiscafi rivali, due dei quali armati di foil di ultima generazione: Argo di Brian Thompson (Usa), e PowerPlay con a bordo gli inglesi Giles Scott (tattico di Ineos Team UK in Coppa America, vincitore di due ori olimpici nella classe Finn) e Miles Seddon (che con Phaedo3 nel 2015 ha stabilito il record su questa tratta). Terzo competitor del team italiano è il maxi-trimarano di 80 piedi Ultim Emotion 2 di Antoine Rabaste (Francia). Comune obiettivo infrangere il record di 5 giorni, 22h46’03”, stabilito dal MOD70 Phaedo 3 di Lloyd Thornburg nel 2015. “Prevediamo una regata bella e avvincente, anche se la situazione meteo in questo momento appare complicata da una depressione piuttosto bassa che fa sparire l’Aliseo: la rotta classica per i Caraibi si annuncia lenta e con poco vento – spiega Soldini -. Forse la soluzione sarà cercare venti più stabili attorno alla bassa e quindi fare una rotta nord, malgrado alcuni passaggi difficili. La gara sarà molto combattuta”. Maserati Multi 70 partecipa alla RORC Transatlantic Race per la terza volta le edizioni 2016 e 2018, quando tagliò per primo la linea del traguardo con un tempo di 6 giorni, 18h54’03”. L’equipaggio che accompagnerà Giovanni Soldini è formato da Vittorio Bissaro, Oliver Herrera Perez, Thomas Joffrin, Francesco Pedol, Matteo Soldini. Per Giovanni Soldini e il team di Maserati Multi 70, la regata transoceanica segna l’inizio di una nuova stagione al servizio della salvaguardia degli oceani.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il New York Times compra il sito di sport Athletic
Accordo raggiunto, per 550 milioni di dollari
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2022
14:10
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
The New York Times Company, la società proprietaria del New York Times, ha raggiunto un accordo per l’acquisto del sito di notizie sportive The Athletic da 1,2 milioni di abbonati, per 550 milioni di dollari.
Lo riferisce lo stesso quotidiano della Grande Mela.
Una accordo che avvicina il giornale, con otto milioni di abbonati online al momento, al suo obiettivo di 10 milioni entro il 2025.
Allo stesso temo amplia la sua offerta di informazione offrendo una copertura approfondita in ambito sportivo dal Nord America, Regno Unito ed Europa a cura dei giornalisti di The Athletic.   ECONOMIA

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Cade e si spara, morto campione mondiale juniores tiro a volo
Si era ferito durante battuta di caccia con gli amici nel Pisano
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
PISA
07 gennaio 2022
14:44
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
E’ morto nella notte all’ospedale di Cecina (Livorno) Cristian Ghilli, 19enne campione mondiale juniores di tiro a volo (skeet) che ieri era rimasto ferito in un incidente avvenuto al termine di una battuta di caccia con gli amici nei boschi di Montecatini val di Cecina, in provincia di Pisa.

Il giovane è rimasto ferito da un colpo di fucile all’addome e alla mano partito accidentalmente dal suo fucile mentre si era piegato per raccogliere i bossoli della battuta di caccia.
Le sue condizioni sono apparse subito molto gravi: trasferito in ospedale in codice rosso, i medici hanno tentato un disperato intervento chirurgico all’addome per arrestare la grave emorragia in corso, ma Ghilli è morto durante l’operazione.   CRONACA

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Messaggio Djokovic, grazie a chi mi dà sostegno
Post del n.1 del tennis su Instagram, lo sento e apprezzo molto
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2022
15:03
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Novak Djokovic, bloccato in un albergo a Melbourne in attesa del ricorso contro il respingimento alla frontiera, ringrazia chi “in giro per il mondo” lo sta sostenendo.
“Grazie alla mia famiglia, ai miei cari, alla Serbia e a tutte le brave persone nel mondo che mi hanno inviato il loro sostegno.
Grazie a Dio per la salute”, ha scritto in un messaggio in serbo su Instagram. Questo supporto, “lo sento ed è molto apprezzato”, ha scritto anche in inglese.
Il serbo n.1 al mondo dovrà attendere lunedì prossimo in una sorta di ‘semidetenzione’ per sapere potrà restare o meno in Australia e prendere parte agli Australian Open.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Moto Dakar: sesta tappa a Sanders, indietro Petrucci
Tra le auto si impone Terranova, Al-Attiyah resta leader
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2022
19:22
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Tra voci di possibili cancellazioni della corsa per rischi di terrorismo, si è svolta la sesta tappa della Dakar 2022, che anche oggi prevedeva un percorso ad anello, con partenza e arrivo a Riad.
A causa di problemi sul tracciato, la prova delle moto è stata notevolmente accorciata, con la classifica determinata dai tempi fatti registrare al 101/o chilometro.
La vittoria è stata attribuita all’australiano Daniel Sanders (GasGas), la terza per lui in questa edizione, davanti al compagno di squadra Sam Sunderland, il quale resta al comando della classifica generale, e all’austriaco Matthias Walkner. Solo 40/o dopo una caduta Danilo Petrucci, che aveva vinto la tappa di ieri.
Tra le auto si è imposto Orlando Terranova (BRX) davanti a Mattias Ekstrom (Audi) e Yazeed Al Rahji (Toyota), il quale è salito al secondo posto della classifica generale a 50 minuti dal compagno di scuderia Nasser Al-Attiyah. Resta al terzo posto Sebastian Loeb con la BRX.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Tennista ceca Voracova fermata a Melbourne come Djokovic
Ministro Praga, motivi analoghi, andrà in stesso hotel
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2022
16:49
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La polizia di frontiera australiana ha impedito l’ingresso nel Paese alla tennista ceca Renata Voracova perchè non in regola con le norme anti Covid, per motivi analoghi a quelli contestati al numero uno al mondo Novak Djokovic.
Lo scrive la Cnn citando il ministro degli Esteri ceco.

L’Australian Border Force l’avrebbe fermata e condotta nella stessa struttura dove Djokovic sta attendendo l’udienza di lunedì sull’ordine di espulsione. Anche a Voracova è stato chiesto di lasciare il Paese, dove era arrivata mostrando una esenzione dal vaccino legata al fatto di aver avuto il Covid-19 negli ultimi sei mesi.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Dubbi Roma su ‘Stadio Rossi’, assessore Sport contro
“Grande campione ma l’Olimpico ce lo teniamo stretto”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
ROMA
07 gennaio 2022
17:04
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’idea di intitolare lo Stadio Olimpico a Paolo Rossi, bomber del trionfale Mondiale del 1982 scomparso un anno fa, desta dubbi nella Capitale.
L’ordine del giorno che chiede di intestare a “Pablito” l’impianto sportivo di Roma è stato approvato di recente alla Camera con 387 voti a favore, ma – nonostante l’unanime apprezzamento per l’indimenticato campione – in città ha raccolto diverse perplessità, sui social tra i tifosi di Roma e Lazio, ma anche in Campidoglio.
Da ultimo è stato l’assessore capitolino allo Sport, Alessandro Onorato, a dirsi apertamente contrario: “Non c’era nessun bisogno di mettere una grande figura come quella di Paolo Rossi al centro di un dibattito costante come questo e mi permetto di dire che non c’è nessun bisogno di cambiare nome allo Stadio Olimpico”.
Onorato parla di “approccio da colonialismo su Roma”. E durante un intervento in radio, si domanda: “Vi pare normale che il Parlamento debba decidere il nome da dare allo stadio della città di Roma? Al massimo se ne dovrebbe occupare il Comune. Con il sindaco Gualteri avevamo deciso di non entrare in questa vicenda, ma visto che mi avete fatto la domanda – chiarisce nel corso dell’intervista – direi che forse è il caso d’intitolargli lo stadio di qualche altra squadra dove Paolo Rossi ha militato e in questo modo ricordare una figura che tutti abbiamo amato.
Il nome Stadio Olimpico è stupendo, ci ricorda le Olimpiadi del 1960 e ce lo teniamo stretto”. Rossi, precisa il titolare dello sport della Capitale, è “un grande campione che tutti abbiamo amato ma che ha militato in sei squadre del nord e che a Roma ha giocato soltanto in trasferta”.   CALCIO

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Vezzali ‘anche calcio, basket,volley a conferenza Stato-Regioni’
Sottosegretario Sport, l’ho chiesto a ministro Gelmini
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
07 gennaio 2022
18:26
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Ho chiesto al ministro Gelmini di estendere ai presidenti federali di calcio, basket e volley e ai rappresentanti delle Leghe la Conferenza Stato-Regioni di mercoledì 12 gennaio”.
Lo annuncia la sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali.
“Ritengo necessario – spiega – condividere ogni possibile decisione anche con i vertici di Figc, Gabriele Gravina, della Fip, Gianni Petrucci, e della Fipav, Giuseppe Manfredi, e con le Leghe, che sono il punto di riferimento per l’organizzazione dei campionati e nei cui confronti si dispiegherebbero gli eventuali effetti negativi, non soltanto economici.
È il momento dell’unità. Lo sport – conclude Vezzali – deve essere compatto, mettendo al sicuro la salute di atleti e tifosi e garantendo la regolarità dei campionati”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Ghiaccio: Europei Velocità; due bronzi per l’Italia
Team Pursuit e Lollobrigida sul podio nella prima giornata
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
HEERENVEEN
07 gennaio 2022
23:03
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
In attesa delle gare olimpiche di Pechino, il pattinaggio di velocità su ghiaccio propone gli Europei a Heerenven, e il 2022 della pista lunga italiana parte con il botto.

Nella prima giornata di gare della competizione continentale, sul mitico ghiaccio olandese della Thialf, la squadra azzurra conquista due medaglie, i bronzi del Team Pursuit maschile e di Francesca Lollobrigida sui 3000 metri.

Così si conferma di alto profilo, nonostante i pesanti carichi di lavoro delle ultime settimane, la stagione dell’Italia guidata del ct Maurizio Marchetto, dall’allenatore sprint Matteo Anesi e da quello delle distanze medio-lunghe Enrico Fabris, olimpionico di Torino 2006, e arrivano le prime dopo le ottime prestazioni in Coppa del Mondo.
Il Team Pursuit tricolore coglie il primo podio azzurro della competizione con un bel bronzo conquistato con il tempo di 3’43″416 dai tre finanzieri Davide Ghiotto, Andrea Giovannini e Michele Malfatti, già terzi in Coppa del Mondo a Salt Lake City.
Scesi sul ghiaccio accoppiati con la Norvegia (argento a fine gara), sono stati bravi a tenere il ritmo necessario per aggiudicarsi il terzo posto definitivo. Il successo è andato all’Olanda padrona di casa.
Bene anche Francesca Lollobrigida che, sui 3000 metri, chiude terza e prosegue nella striscia di podi su una distanza in cui lo scorso dicembre, nella tappa di Coppa del Mondo di Calgary, aveva conquistato la vittoria con record italiano. Il cronometro odierno si ferma a 4’00″615, dietro soltanto alle olandesi Schouten – prima – e De Jong – seconda -. Un’altra soddisfazione per una stagione fin qui perfetta che regala a Lollobrigida la quinta medaglia continentale in carriera. Sedicesima l’altra italiana Laura Peveri.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Tennis:legali Djokovic, esentato vaccino per contagio a dicembre
N.1 mondo ha chiesto di potersi allenare
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2022
09:40
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
MELBOURNE, 08 GEN – Il n.1 del tennis mondiale Novak Djokovic è stato esentato dalla vaccinazione contro il Covid-19 perché ha contratto il virus a dicembre.
Lo hanno annunciato i suoi avvocati in un documento depositato in tribunale in Australia.
“La data del primo test positivo per il Covid è stata registrata il 16 dicembre 2021”, si legge in un documento depositato presso il tribunale federale, che cerca di ribaltare il rifiuto del suo visto per entrare in Australia e partecipare agli Australia Open di tennis.
Djokovic – hanno aggiunto i suoi avvocati – ha chiesto di essere trasferito dal centro in cui è stato costretto ad alloggiare a Melbourne in modo da poter allenarsi prima degli Australian Open.
Djokovic è alloggiato al Centre Park Hotel dal suo arrivo in Australia nonostante le sue richieste di trasferimento.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic chiede di essere trasferito e di potersi allenare
Lo hanno detto i suoi avvocati
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
SYDNEY
08 gennaio 2022
15:28
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il tennista numero 1 al mondo Novak Djokovic è stato esentato dalla vaccinazione contro il Covid-19 perché ha contratto il virus a dicembre, secondo quanto affermato dai suoi avvocati in un documento depositato in tribunale a Melbourne.
“La data del primo test positivo per la PCR Covid è stata registrata il 16 dicembre 2021”, si legge in un documento depositato presso il tribunale federale, che cerca di ribaltare l’annullamento del suo visto per entrare in Australia.
Il numero uno al mondo di tennis Novak Djokovic ha chiesto di essere trasferito dall’hotel di Melbourne trasformato in struttura per viaggiatori irregolari in modo da potersi allenare per gli Australian Open: lo hanno detto i suoi avvocati.
Djokovic è stato ospitato al Park Hotel sin dal suo arrivo nel Paese “nonostante le sue richieste di trasferimento”, hanno affermato i suoi avvocati nella richiesta di annullamento della cancellazione del visto depositata oggi al tribunale federale australiano.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Slittino: Fischnaller terzo nel singolo di cdm a Sigulda
Per l’altoatesino è il quarto podio stagionale
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2022
13:12
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Torna nuovamente sul podio nel singolo maschile della Coppa del mondo di slittino Dominik Fischnaller.
Sul budello lettone di Sigulda il 28enne azzurro si è issato sul terzo gradino, a 201 millesimi di distanza dal vincitore, il padrone di casa Kristers Aparjods, che ha fissato il cronometro sul tempo di 1’36″483.
Per il carabiniere altoatesino è il quarto podio individuale della stagione, dopo la vittoria nella sprint di Sochi ed i due terzi posti in singolo, ottenuti tra Sochi e Igls. La seconda posizione di giornata è stata appannaggio del tedesco Felix Loch, secondo ex aequo con Fischnaller alla fine della prima run, che ha accumulato un ritardo di 186 millesimi.
Spazio in top 15 anche per un altro italiano, grazie alla prova di Kevin Fischnaller, che ha terminato in 14esima posizione a 941 millesimi dal leader lettone. Più attardato Lukas Gufler al 29esimo posto.
Con i 70 punti guadagnati, la classifica generale vede ora Fischnaller al terzo posto, dietro al primo classificato Johannes Ludwig seguito dall’austriaco Wolfgang Kindl.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic: visto negato, tennista ceca Voracova lascia Australia
Anche lei aveva presentato un’esenzione per non vaccinarsi
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
MELBOURNE
08 gennaio 2022
15:08
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La tennista ceca Renata Voracova si è arreda alle ferree regole australiane anti-Covid e ha lasciato il paese senza partecipare al torneo.

Anche lei aveva presentato un’esenzione per non vaccinarsi, dopo essere guarita dal Covid negli ultimi sei mesi.
Ma per il governo australiano la tennista non è in regola con le norme per entrare nel Paese.
Voracova, 38 anni, era stata trattenuta nello stesso centro di immigrazione di Melbourne dell’asso del tennis serbo Novak Djokovic che sta tentando di annullare la cancellazione del suo visto.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pugilato: entra nelle università, corsi a scienze motorie
D’Ambrosi, accordo con Foro Italico, a lezione di ‘nobile arte’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2022
14:58
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il pugilato entra nelle Università.

Lo annuncia il presidente della federboxe, Flavio D’Ambrosi, spiegando che “la Federazione ha raggiunto un traguardo importantissimo.
Su input del sottoscritto e del consiglio federale – dice D’Ambrosi -, il consigliere Marco Consolati ha tracciato un accordo con l’Università degli studi di Roma del Foro Italico, attraverso cui verranno istituiti dei corsi di pugilato all’interno della Facoltà di Scienze motorie. Quindi, per la prima volta nella storia – sottolinea il presidente della Fpi – la materia del pugilato entra all’interno dell’università, elevando in Italia a livello accademico la nobile arte” “E questa è una dimostrazione – conclude D’Ambrosi – che, anche se purtroppo la pandemia non si arresta, la Fpi e le sue società affiliate non si fermano. Adesso è il momento di mettere mano ai processi formativi innovandoli ed adeguandoli alle nuove esigenze”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Tennis: Nadal in finale a Melbourne contro Cressy
Spagnolo: ‘per me è un grande ritorno, mio corpo resiste’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2022
19:35
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Per il suo ritorno dopo cinque mesi senza competizioni e otto giorni prima dell’inizio degli Australian Open, Rafael Nadal si è qualificato per la finale del torneo ATP 250 di Melbourne, dove affronterà il qualificato francese naturalizzato statunitense Cressy (n.112).
Fuori dai giochi dalla semifinale persa al Roland Garros lo scorso giugno – ad eccezione di due partite giocate all’inizio di agosto a Washington – a causa di un infortunio e poi contagiato dal Covid-19 a fine dicembre, Nadal, ora n.
6, sta facendo passi da gigante. Oggi ha sconfitto il finlandese Emil Ruusuvuori (n.95) 6-4, 7-5 in quasi due ore, a due giorni dalla sua prima vittoria d’annata nel 2022 contro il lituano Ricardas Berankis (n.104) 6-2, 7-5. “È un grande ritorno per me dopo sei mesi senza gare – ha detto lo spagnolo – Ci sono ovviamente cose che devo fare meglio. Dopo una lunga assenza, sei ancora un po’ preoccupato per quello che potrebbe succedere, ma il mio corpo resiste”.
Nell’altra semifinale, Cressy ha sorpreso il bulgaro Grigor Dimitrov (n.28) 7-5, 7-6 e si è qualificato per una finale per la prima volta in carriera, a 24 anni. Nella Rod Laver Arena di Melbourne, Nadal punterà all’89° titolo domenica.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic, ‘positivo a dicembre’ ma è giallo sulla data del test
N.1 mondo ha chiesto di potersi allenare
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
09 gennaio 2022
15:50
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il mondo del tennis e la Serbia in particolare restano con il fiato sospeso in attesa di conoscere la sorte sportiva in Australia di Novak Djokovic.
In vista della decisione del giudice locale attesa per lunedì, i legali del campionissimo della racchetta stanno costruendo la memoria difensiva per consentire a Nole di scendere in campo comunque: secondo i suoi avvocati Djokovic ha contratto il COVID-19 un mese fa, senza avvertire sintomi, e ha ricevuto prima di partire l’autorizzazione scritta per entrare in Australia senza un periodo di quarantena obbligatorio.
Nell’ambito del procedimento avviato con il suo ricorso contro la cancellazione del visto, Djokovic ha dichiarato di essere risultato positivo al test per il coronavirus il 16 dicembre 2021. Una data diventata improvvisamente sospetta in quanto il serbo ha partecipato a due eventi in presenza e senza mascherina il 16 e il 17 dicembre a Belgrado come dimostrano foto e dichiarazioni visibili sui social.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic, intanto, ha chiesto di essere trasferito dal centro in cui è stato costretto ad alloggiare a Melbourne in modo da poter allenarsi prima degli Australian Open. Djokovic è alloggiato al Centre Park Hotel dal suo arrivo in Australia nonostante le sue richieste di trasferimento.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Vela, RORC Transatlantic: Maserati pronta a dare battaglia
Skipper Soldini: “Situazione meteo complessa, ma ci divertiremo”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2022
16:18
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
E’ partita oggi l’8/a RORC Transatlantic Race.

Maserati Multi 70 e le altre 31 imbarcazioni iscritte alla regata hanno tagliato la linea di partenza in due flotte scaglionate davanti ad Arrecife con un vento di 15-18 nodi da est.
Da Puerto Calero, Lanzarote, percorreranno 2.995 miglia, superando le Canarie e navigando attraverso l’oceano Atlantico fino all’isola di Grenada, nei Caraibi orientali. Sulla linea, armati di foil di ultima generazione, i diretti rivali del team italiano: Argo con Brian Thompson (Usa), e PowerPlay che vede a bordo i velisti inglesi Giles Scott (tattico di Ineos Team UK in Coppa America, vincitore di due ori olimpici nella Classe Finn) e Miles Seddon (che, con Phaedo3, nel 2015 ha stabilito il record su questa tratta). Terzo competitor del team italiano è il maxi-trimarano di 80 piedi Ultim Emotion 2 di Antoine Rabaste (Francia). Una sfida aperta al record di velocità di 5 giorni, 22h46’03”, stabilito dal MOD70 Phaedo 3 di Lloyd Thornburg nel 2015. Maserati Multi 70, in assetto volante, è partito sotto costa, più al largo invece Argo e PowerPlay. Alla boa di disimpegno i trimarani hanno effettuato la prima strambata con ordine di passaggio PowerPlay, seguito da Maserati Multi 70 e Argo. Maserati Multi 70 naviga in seconda posizione a una velocità di 25 nodi a meno di due miglia dietro PowerPlay. “La situazione meteo si conferma complessa – ha commentato Giovanni Soldini, a pochi minuti dalla partenza -. La grande decisione sta nel rischiare di rimanere più bassi e avere venti leggeri o invece cercare il fronte freddo al nord col rischio però di non riuscire a riagganciare l’Aliseo sulla fine del percorso e quindi rimanere incastrati nell’alta pressione che si forma dietro il fronte. Sarà una regata molto tattica e noi siamo determinati. Ci sarà da divertirsi”.
Maserati Multi 70 partecipa alla RORC Transatlantic Race per la terza volta dopo aver gareggiato nelle edizioni del 2016 e del 2018, quando ha tagliato per primo la linea del traguardo con un tempo di 6 giorni, 18h54’03”. L’equipaggio che accompa Giovanni Soldini è composto da Vittorio Bissaro, Oliver Herrera Perez, Thomas Joffrin, Francesco Pedol, Matteo Soldini.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Coppa America: American Magic si iscrive alla 37/a edizione
Team Usa si aggiunge d Alinghi, Luna Rossa e Ineos Britannia
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
08 gennaio 2022
16:32
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
American Magic annuncia che è pronta alla sfida per la 37/a America’s Cup di vela, detenuta da Emirates Team Neww Zealand, in rappresentanza del New York Yacht Club.
“Come fiduciario di più lunga data dell’America’s Cup e come nostro prezioso partner durante la 36/a America’s Cup, siamo lieti di rappresentare ancora una volta il NYYC per riportare la coppa alle proprie origini”, ha commentato Doug DeVos, patron di American Magic.
“Abbiamo ottenuto un’esperienza di successo durante la 36/a edizione del trofeo e abbiamo riflettuto, valutato le opzioni: alla fine abbiamo deciso che American Magic potesse essere in lizza anche nella successiva edizione”.
“L’America’s Cup rimane la vetta più alta della vela e una delle sfide più difficili nel mondo dello sport – ha osservato Paul M.Zabetakis, commodoro del New York Yacht Club -. La lezione ricevuta durante la nostra precedente campagna, combinate con le risorse fisiche e intellettuali di American Magic, ci assicurano di affrontare questa sfida con una forte possibilità di vincere”.
Il team e il sodalizio di appartenenza attendono l’annuncio della sede e del programma delle gare per l’AC37, i dettagli per l’America’s Cup World Series, il piano per gli eventi giovanili e femminili. L’annuncio della sede è previsto per il 31 marzo.
Gli statunitensi si aggiungono a Ineos Britannia, Challenger of Record, a Luna Rossa e agli svizzeri di Alinghi. E non è finita: Stars+Stripes, sostenuta fino a qualche mese fa dal New York Yacht Club, potrebbe lanciare la sfida se riuscirà a trovare il sostegno di un altro yacht club.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sci: Odermatt vince gigante Adelboden e azzurri indietro
Primo italiano Giovanni Borsotti ma solo 17/o
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
ADELBODEN
08 gennaio 2022
19:36
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Lo svizzero marco Odermatt – 24 anni, 5/o successo stagionale e 9/o in carriera con primato sempre piu’ solido di 845 punti in classifica generale -ha vinto in 2.4.45 lo slalom gigante di cdm di Adelboden.

Dietro di lui l’austriaco Manuel Feller in 2.34.93 ed il francese Alexis Pinturault in 2.34.99 Miglior azzurro- uscito ed infortunato nella prima manche il gigantista n.1 Luca De Aliprandini- pur con una buona prova complessiva in questo ultimo gigante prima delle Olimpiadi che potrebbe significare una convocazione per Pechino, e’ stato Giovanni Borsotti ma solo 17/o in 2.38.68.
Poi ci sono Alex Hofer 18/o in 2.28.75, Simon Maurberger 19/o in 2.28.77, Giovanni Franzoni 247o in 2.39.15 . Riccardo Tonetti che, 11/o e miglior italiano dopo la prima manche, ha buttato al vento la gara con un erroraccio sul muro finale quando stava facendo una prova eccellente, finendo così’ solo 23/o in 2.39.10.
Domani la tappa di Adelboden si chiude con lo slalom speciale con l’Italia che punta tutto sul giovane Alex Vinatzer che ha voluto partecipare, partendo per ultimo, anche al gigante finendo pero’ fuori gia’ nella prima manche.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sci: Bassino 3/a in gigante Kranjska, vince svedese Hector
Domenica nella localita’ slovena tocca allo slalom speciale
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
KRANJSKA GORA
08 gennaio 2022
19:43
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
L’azzurra Marta Bassino – 25 anni e 19/esimo podio in carriera – e’ arrivata 3/a in 2.17.11 nello slalom gigante di cdm di Kranjska Gora.
Ha vinto – secondo successo stagionale – la svedese Sara Hector in 2.15.79 davanti alla francese Tessa Worley in 2.16.75.

Mentre per l’Italia in classifica c’e’ poi solo Elena Curtoni 26/a in 2.20.21, indietro sono finite gigantiste quotatissime come Mikaela Shiffrin 7/a in 2.17.84 e Petra Vlhova 15/a in 2.18.34. Domenica nella localita’ slovena tocca allo slalom speciale.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Ghiaccio: Europei Velocità,ancora un bronzo per Lollobrigida
Dopo terzo posto nei 3000 metri, azzurra si ripete sui 1500
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
HEERENVEEN
08 gennaio 2022
21:00
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La stagione di Francesca Lollobrigida prosegue sempre meglio, in attesa delle gare olimpiche di Pechino.
Due giornate e due medaglie per la pattinatrice su ghiaccio originaria di Frascati in questa edizione degli Europei di velocità a Heerenveen, in Olanda.

La 30enne azzurra, dopo il podio di ieri sui 3000 metri, sul ghiaccio della Thialf replica anche sui 1500, dove firma un’altra grande prestazione che le vale il secondo bronzo continentale in questa rassegna continentale e il primo in assoluto per lei sulla distanza.
La Lollo, pronipote dell’attrice Gina, non sbaglia un colpo: in pista in coppia con la russa Golubeva nella penultima tornata,stampa un notevole 1’54″505 sul traguardo prendendosi il primo posto provvisorio che, con due atlete soltanto attese a completare la gara, significa già medaglia assicurata a più 28 centesimi sull’olandese Groenewoud.
Poi le altre due ‘Orange’ non sbagliano, con la De Jong d’oro in 1’54″083″ e la Wüst d’argento in 1’54″083: arriva così il bronzo dell’azzurra campionessa in estate (45 medaglia in carriera) anche nel pattinaggio a rotelle.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic: a Belgrado nuova manifestazione in suo appoggio
Il padre, non si può parlare di Australian Open, è torneo chiuso
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
BELGRADO
09 gennaio 2022
11:23
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Centinaia di persone, per il terzo giorno consecutivo, si sono radunate oggi davanti al parlamento serbo a Belgrado per esprimere sostegno e solidarietà a Novak Djokovic, il numero uno del tennis mondiale sempre bloccato a Melbourne in un hotel per immigrati e richiedenti asilo a causa della sua posizione ritenuta non regolare in base alla normativa australiana sull’obbligo vaccinale e le misure di prevenzione anticovid.
“Ormai non si può più parlare di Australian Open, non è un torneo ‘aperto’, ma ‘chiuso’ “, ha detto ai dimostranti il padre del campione, Srdjan Djokovic, presente al raduno unitamente alla moglie Dijana.
“Il popolo e il mondo intero sono con lui – ha aggiunto. Tutti lo sostengono, ortodossi, musulmani, buddisti. Per lui ciò vale di più della vittoria in decine di Grand Slam. Avete visto l’appoggio tributatogli davanti all’hotel”.
La madre di Djokovic da parte sua ha ringraziato di cuore tutti coloro che sono accorsi a manifestare a favore del figlio nonostante il freddo e il cattivo tempo. “So che non dormite per lui. Vi prego, con la preghiera di dargli la forza di superare quello che gli è capitato in Australia”, ha detto la mamma del campione serbo. Novak Djokovic resterà bloccato in hotel fino alla decisione sul ricorso presentato dai suoi legali, attesa per lunedì.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Taekwondo, Dell’Aquila batte anche Covid: ‘Fate tutti la terza dose’
Olimpionico è Best 2021 per federazione mondiale e negativizzato
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
09 gennaio 2022
16:13
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Un anno da incorniciare – come testimonia il premio ‘Best of 2021′ attribuito dalla federtaekwondo mondiale – anche se Vito Dell’Aquila lo ha concluso con festività natalizie in quarantena.
“Ho avuto il Covid, mi sono negativizzato due giorni fa: per questo ho dovuto rimandare la terza dose di vaccino, che consiglio a tutti”, dice il primo olimpionico azzurro nato nel 2000.
“Il premio di miglior atleta ai Giochi mi riempie di gioia – spiega il 21enne campione azzurro – soprattutto perchè viene dal voto popolare di migliaia di persone: e’ un riconoscimento all’atleta e al ragazzo che sono”. Semplice come sempre: “Ho appena preso la patente, e con i soldi del premio acquistero’ una macchina – aggiunge Dell’Aquila – Ho cominciato l’universita’, comunicazione digitale, e sono entusiasta. E poi mi carica il fatto che sara’ un anno agonisticamente intenso: io senza combattere non so stare, gli ultimi due anni con poche gare e la testa tutta e sola alle Olimpiadi per me sono state una sofferenza…Ora invece farò tante gare, ovviamente con obiettivo Parigi 2024”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Tennis: Nadal vince Atp Melbourne, non giocava da agosto
Lo spagnolo in finale supera lo statunitense Cressy 7-6 6-3
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
09 gennaio 2022
13:11
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Non giocava un torneo ATP dallo scorso agosto.
Ma gli è bastata una settimana per conquistare il titolo numero 89 della sua carriera. Rafa Nadal ha già firmato un nuovo record.
Divertente e combattuta la finale contro Maxime Cressy, statunitense di origine francese sconfitto 7-6(6) 6-3.
Nadal ha fatto valere l’esperienza, e i sette ace nel secondo set hanno fatto il resto. Rimane la settimana da applausi di Cressy, che a Melbourne ha sconfitto Reilly Opelka salvando due match point e Grigor Dimitrov.
Con il trionfo al Melbourne Summer Set, il 2022 è la diciannovesima stagione consecutiva con almeno un titolo all’attivo per il maiorchino.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Tennis: Australia, 17 italiani al via delle qualificazioni
Undici uomini e 6 donne a caccia di un posto nel main draw
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
09 gennaio 2022
23:24
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Sono 17 gli italiani – 11 uomini e 6 donne – impegnati da domani nelle qualificazioni degli Australian Open, primo Slam del 2022 in programma dal 17 al 30 gennaio sui campi in cemento di Melbourne Park.

Nel torneo maschile sono in gara Federico Gaio, 28esima testa di serie, Salvatore Caruso, 29esima testa di serie, Filippo Baldi, Andrea Arnaboldi, Gian Marco Moroni, Alessandro Giannessi, Lorenzo Giustino, Flavio Cobolli, Thomas Fabbiano, Franco Agamenone e Andrea Pellegrino.
In quello femminile sono ai nastri di partenza Martina Trevisan, seconda testa di serie, rimasta fuori di un soffio dal tabellone principale, la veterana azzurra Sara Errani, nona testa di serie, Lucia Bronzetti, 26esima testa di serie, Lucrezia Stefanini, Federica Di Sarra ed Elisabetta Cocciaretto, quest’ultima al rientro alle competizioni dopo un 2021 piuttosto travagliato (è ferma dallo scorso luglio) per un problema al ginocchio sinistro.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic: Canberra a tribunale, ‘va respinto, decidiamo noi’
Per Governo Australia infezione Covid non garantisce esenzione
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
09 gennaio 2022
15:57
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Per il governo australiano l’infezione da Covid non è una motivazione sufficiente per ottenere l’esenzione medica e Novak Djokovic non ha fornito ulteriori prove evidenti di controindicazione al vaccino.
Il campione serbo non puo’ dunque entrare nel Paese nè prendere parte agli Australian Open, e indipendentemente dal giudizio del Tribunale chiamato ad esprimersi sull’annullamento del visto, e’ competenza del Governo la scelta di non far entrare in Australia Djokovic.

A poche ore dall’udienza sulla validità o meno della certificazione anti covid del giocatore serbo per entrare in Australia e partecipare agli Australian Open, il tribunale di Melbourne ha pubblicato la risposta che il governo australiano porterà in aula, nella quale gli avvocati del governo australiano sottolineano il fatto che il campione serbo “non è vaccinato”. Come si legge al punto 64, non esistono garanzie di ingresso da parte di un non cittadino australiano nel Pese.
Esistono infatti criteri per l’ingresso e ragioni per cui il visto può essere annullato o rifiutato. Anche se a Djokovic è stato confermato che le sue domande soddisfacevano i requisiti per poter viaggiare in Australia senza quarantena, il Ministro dell’Interno ha il potere di verificare le prove e di cancellare il visto. In conclusione, si legge nel documento, la domanda di Novak Djokovic deve essere rifiutata. In un altro passo importante del documento il Governo ribadisce la propria facoltà di annullare il visto anche nel caso in cui il tribunale desse ragione a Djokovic e revocasse la prima cancellazione del visto.
Questo perché “l’Australia, in quanto paese sovrano, mantiene la massima discrezionalità su chi lascia entrare nel suo Paese”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Per il governo australiano l’infezione da Covid non è una motivazione sufficiente per ottenere l’esenzione medica e Novak Djokovic non ha fornito ulteriori prove evidenti di controindicazione al vaccino.
Il campione serbo non puo’ dunque entrare nel Paese nè prendere parte agli Australian Open, e indipendentemente dal giudizio del Tribunale chiamato ad esprimersi sull’annullamento del visto, e’ competenza del Governo la scelta di non far entrare in Australia Djokovic.
Alla vigilia dell’udienza di questa notte, è questa la posizione dell’esecutivo australiano, contenuta nella risposta che sara’ portata in udienza.

A poche ore dall’udienza sulla validità o meno della certificazione anti covid del giocatore serbo per entrare in Australia e partecipare agli Australian Open, il tribunale di Melbourne ha pubblicato la risposta che il governo australiano porterà in aula, nella quale gli avvocati del governo australiano sottolineano il fatto che il campione serbo “non è vaccinato”. Come si legge al punto 64, non esistono garanzie di ingresso da parte di un non cittadino australiano nel Pese. Esistono infatti criteri per l’ingresso e ragioni per cui il visto può essere annullato o rifiutato. Anche se a Djokovic è stato confermato che le sue domande soddisfacevano i requisiti per poter viaggiare in Australia senza quarantena, il Ministro dell’Interno ha il potere di verificare le prove e di cancellare il visto. In conclusione, si legge nel documento, la domanda di Novak Djokovic deve essere rifiutata. In un altro passo importante del documento il Governo ribadisce la propria facoltà di annullare il visto anche nel caso in cui il tribunale desse ragione a Djokovic e revocasse la prima cancellazione del visto. Questo perché “l’Australia, in quanto paese sovrano, mantiene la massima discrezionalità su chi lascia entrare nel suo Paese”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Dakar: 7/a tappa vincono Loeb (auto) e Florimo (moto)
Fra le quattro ruote comanda sempre al-Attiyah, nobile del Qatar
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
RIYAD
09 gennaio 2022
17:39
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
All’attacco per tutta la giornata, il nove volte campione del mondo di rally Sebastien Loeb ha vinto la settima tappa della Dakar, di 402 km da Riyad ad al-Dawadimi.
Al secondo posto, staccato di 5’26” e al volante di una Toyota, si è piazzato il leader della classifica generale, il Principe del Qatar Nasser al-Attiyah, che è anche un campione di tiro a volo (bronzo olimpico nel 2012) e di endurance/equitazione.
Al terzo posto, a 7’43” l’Audi dello spagnolo Carlos Sainz.
In classifica generale al-Attiyah è primo con 44’59” su Loeb e 53’31” sul saudita Yazeed al-Rajhi.
Cambio al vertice delle moto: oggi si è imposto il cileno José Cornejo Florimo, mentre il britannico Sam Sunderland, che ha perso una ventina di minuti sui primi di giornata, ha ceduto il primato al francese Adrien Van Beveren, oggi 11/o. Si è ritirato uno dei favoriti, l’australiano Daniel Sanders, che con la sua Ktm ha avuto un incidente senza gravi conseguenze.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Pallavolo: Callipo Vibo in campo con mascherina, perde 3-0
Calabresi sconfitti a Milano,ma con volti protetti ‘è più sicuro
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
09 gennaio 2022
21:58
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Terza vittoria consecutiva nella Superlega di pallavolo per l’Allianz Milano, che ha battuto la Callipo Vibo Valentia per 3-0 (25-18, 25-19, 25-13) in una delle due uniche partite della massima serie giocate oggi (nell’altra Modena ha vinto 3-2 a Piacenza).

E anche oggi, come già era successo nel match del giorno dell’Epifania contro la Leo Shoes Modena, nel Vibo Valentia quasi tutti i giocatori sono scesi in campo e hanno giocato con la mascherina sul volto nel tentativo di ridurre al minimo il rischio di contagio in squadra.
“Nello spogliatoio abbiamo pensato che, se c’è una minima possibilità di ridurre il rischio, è giusto provarci – aveva spiegato il capitano Davide Saitta -. Anche se non ci sono indicazioni mediche specifiche al riguardo, noi le usiamo. Ma all’inizio bisogna abituarsi, anche con la respirazione”.
Le mascherine utilizzate da Vibo sono state ordinate da Mauricio Borges, uno dei giocatori del team calabrese, in Brasile, paese in cui già vari pallavolisti, come Lucao e la capitana della Seleçao donne Macris, hanno fatto la scelta di mettersele quando vanno in campo.
Fra i 1.406 spettatori di oggi, da sottolineare la folta rappresentanza nipponica: infatti erano presenti molti tifosi che fanno parte dell’Associazione Giapponese del Nord Italia, desiderosi di ammirare i loro beniamini Yuki Ishikawa dell’Allianz e Yuji Nishida del Callipo (che però non è entrato). Inutile dire che anche i supporter del Sol Levante avevano tutti la mascherina, nel loro caso la Ffp2 come da ultimo decreto legge in vigore per il pubblico degli sport di squadra.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Polo: US Assn. vince il Challenge di Cortina
Match spettacolari sulla neve, sognando l’Olimpiade del 2026
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
CORTINA D’AMPEZZO
09 gennaio 2022
22:54
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
E’ stata U.S.
Polo Assn.
a fare festa nella finale dell’ ‘Italia Polo Challenge Cortina 2022′ che ha riportato un torneo di polo sulla neve a Cortina d’Ampezzo, dove questo sport spera di far parte del programma olimpico nel 2026.
La Regina delle Dolomiti quest’anno è tornata infatti ad essere cornice di un quadrangolare che ha rinnovato la lunga tradizione che la lega a questo spettacolare sport. La finale tra U.S. Polo Assn. e Goldspan è stata la spettacolare conclusione del torneo, giocatosotto la luce dei riflettori al Centro Sportivo Antonella De Rigo a Fiames, che ha richiamato tantissimi appassionatiche hanno sfidato il freddo pungente godendo però di uno spettacolo di alto livello.
In finale la squadra di U.S. Polo Assn. composta dal francese Clement Delfosse (hp 5) e dai tedeschi Patrick Maleitzke (hp 5) e dal capitano Daniel Deistler (hp 0), ha prevalso per 14 a 11,5 su Goldspan, andata in campo con gli argentini Valentin Novillo Astrada (hp 6) e Pablo Guinazù (hp 3) e il lussemburghese Bert Poeckes (hp 0), quest’ultimo capitano.
Nella finale per il terzo posto successo dei campioni d’Italia del polo estivo, il Battistoni Roma, che hanno sconfitto per per 8-6 l’Hotel de la Poste.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic: avviata in ritardo udienza online
Battaglia legale per partecipazione del serbo agli Open
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
MELBOURNE
10 gennaio 2022
00:51
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
E’ iniziata l’udienza online tra i legali di Novak Djokovic e le autorità australiane per permettere alla superstar del tennis di rimanere a Melbourne e inseguire il decimo titolo degli Australian Open.
La battaglia legale ha avuto inizio in ritardo per un problema tecnico.

Gli avvocati di Djokovic dovranno dimostrare la validità dell’esenzione dal vaccino del serbo dopo che questi aveva contratto il covid lo scorso dicembre. Ma per il governo australiano l’infezione da Covid non è una motivazione sufficiente per ottenere l’esenzione medica e Novak Djokovic non ha fornito ulteriori prove evidenti di controindicazione al vaccino.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic: espulsione da Australia ulteriormente ritardata
Fino alla fine della causa che è in corso a Melbourne
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
MELBOURNE
10 gennaio 2022
06:35
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Un giudice australiano ha deciso di ritardare qualsiasi tentativo di espellere dal Paese la star del tennis Novak Djokovic fino alla fine della giornata odierna, poiché la sua causa in tribunale continua a Melbourne.

A pochi minuti dalla scadenza di un precedente ordine del tribunale, Djokovic ha ottenuto un’altra sospensione temporanea dal giudice Anthony Kelly, questa volta fino alle 20:00 ora locale.

Gli avvocati del governo avevano precedentemente indicato che avrebbero tentato di far ritardare l’ordine di espulsione, che incombe sul 34enne tennista serbo. Djokovic è arrivato in mercoledì scorso per difendere la sua corona di Australian Open e sigillare un 21esimo titolo del Grande Slam. Al suo arrivo in aeroporto è stato invece interrogato durante la notte, quindi il visto è stato revocato ed infine il campione è stato trasferito in una struttura di detenzione per immigrati a Melbourne in attesa dell’espulsione. Si riteneva che Djokovic, non vaccinato, non avesse fornito prove adeguate per un’esenzione medica.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Ferrari: nuova organizzazione, cambia squadra di vertice
Ridefinite funzioni, all’ad Vigna diversificazione del marchio
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
10 gennaio 2022
08:54
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La Ferrari vara la nuova organizzazione con una nuova squadra di vertice “per cogliere le prossime opportunità”.
Più funzioni faranno direttamente riferimento all’amministratore delegato Benedetto Vigna che ad interim seguirà la diversificazione del marchio.
A Vigna faranno riferimento in modo diretto anche Sviluppo del prodotto e Ricerca e Sviluppo, Trasformazione digitale, Tecnologie, Purchasing & quality, Manufacturing, Internal Audit e Compliance. I manager nominati alla guida di questi settori sono in molti casi da tanto in Ferrari, mentre arrivano da StMicroelectronics Ernesto Lasalandra, nuovo responsabile della Ricerca, e Angelo Pesci, a capo del Purchasing & Quality.
“Vogliamo spingere più avanti i confini in tutte le aree, utilizzando la tecnologia in una modalità unica e propria di Ferrari. La nuova organizzazione migliorerà la nostra agilità, essenziale per cogliere le opportunità di fronte a noi in questo scenario in rapida evoluzione” commenta Vigna.
La nuova struttura organizzativa – spiega la società – è coerente con i propri obiettivi strategici di valorizzare l’esclusività del marchio, arricchire l’eccellenza del prodotto, rimanere fedeli al proprio Dna sportivo e focalizzarsi sulla carbon neutrality entro il 2030.   PIEMONTE

SPORT TUTTE LE NOTIZIE

Tennis:Djokovic può restare in Australia,governo pronto ricorso
Serbo vince appello che impugnava provvedimento espulsione
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 gennaio 2022
08:55
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il n.1 del tennis mondiale Novak Djokovic vince l’appello che impugnava il provvedimento di espulsione dall’Australia legato alle normative Covid.
Il giudice del tribunale di Melbourne ha : ”annullato la cancellazione del visto” e ordinato al “Governo di pagare le spese legali.
Rilascio immediato e restituzione del passaporto per Djokovic”.
Gli avvocati del Governo ribattono: “Il ministro ha il potere personale di espellere il giocatore”. Il ministro dell’immigrazione, Alex Hawke, può ora intervenire personalmente e decidere comunque di annullare il visto per altri motivi, riporta il Guardian. Se ciò dovesse accadere, il caso potrebbe tornare di nuovo in tribunale perché Djokovic rischierebbe di essere bandito dall’Australia per tre anni se il ministro decidesse di annullare nuovamente il visto.
Gli Australian Open al via lunedì 17 gennaio e la partecipazione del n.1 del mondo resta così in forse.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Djokovic: Cairo, a un certo livello si deve dare esempio
N.1 Torino ‘tutti nostri giocatori vaccinati tranne un paio’
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
10 gennaio 2022
09:44
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
“Una vicenda molto particolare, l’obbligo assoluto è una cosa complicata, ma a un certo livello si dovrebbe dare l’esempio”.
Così sulla vicenda Nole Djokovic ai microfoni di Radio anch’io sport il presidente del Torino Urbano Cairo che aggiunge: “ma io non mi sento di giudicare scelte personale”.
Al Torino sono tutti vaccinati? “Tutti – afferma Cairo – tranne un paio di giocatori”
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro non decide oggi, Djokovic per ora è libero
Il tennista ha vinto la sua battaglia: un giudice ne ordina il rilascio. Ma il fratello afferma: sembra che lo vogliano ancora bloccare
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
MELBOURNE
10 gennaio 2022
11:34
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro dell’Immigrazione australiano Alex Hawke ha deciso di prendersi oltre le 4 ore previste dalla legge per decidere se annullare il visto di Novak Djokovic.
Secondo il quotidiano The Age, che riporta la notizia, ciò vuol dire che il campione serbo è per il momento libero.
Il ministro, scrive il quotidiano, non deciderà entro oggi.
Poco prima, notizie sull’arresto del tennista erano state diffuse da fonti serbe. Ma diverse concordanti fonti del governo governo australiano e dell’organizzazione degli Open, citate dai quotidiani The Age e Sydney Morning Herald, lo avevano smentito: Djokovic non è stato arrestato.
Secondo il fratello del tennista, Djordje, dalle ultime informazioni emergerebbe che le autorità australiane sarebbero orientate a impugnare la decisione del giudice e a ribadire il divieto di ingresso nel Paese per il campione serbo. “Le ultime informazioni dicono che lo vogliono bloccare. Attualmente ci stiamo consultando con gli avvocati”, ha detto il fratello del numero uno del tennis mondiale. “Novak è con i suoi legali nella sede del tribunale e esamina tutte le opzioni. E’ stata una grande sconfitta per le autorità australiane, e per questo accusano il colpo”, ha osservato Djordje Djokovic alla tv privata serba Prva.
Stamane la corte ha deciso che Djokovic può essere rilasciato dopo che il giudice ha constatato irragionevolezza nel modo in cui il responsabile alla frontiera ha preso la decisione di cancellare il visto del tennista. Un avvocato del governo ha tuttavia fatto sapere che l’Australia può ancora ordinare l’espulsione di Djokovic dal Paese.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Il ministro dell’Immigrazione australiano Alex Hawke ha 4 ore dalla lettura della decisione del tribunale di Melbourne sulla validità del visto di Novak Djokovic per far sapere se intende usare i suoi poteri e cancellare comunque il permesso di entrare nel Paese del campione serbo. Lo scrive il quotidiano di Melbourne The Age, precisando che Hawke potrebbe comunque non applicare i 3 anni di divieto di rientro nel Paese previsti dalla legge sull’immigrazione in queste circostanze. Il ministro, che secondo fonti del giornale sta considerando la cancellazione del visto, può farlo se ritiene che la persona ponga “un rischio per la salute, la sicurezza o l’ordine pubblico della comunità australiana o di una parte di essa” o per “la salute e la sicurezza di uno o più individui”.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
Hanno esultato i sostenitori della star del tennis Novak Djokovic nell’apprendere la decisione presa dal giudice australiano Anthony Kelly di revocare la cancellazione del visto per poter entrare nel Paese e prendere parte agli Open di Tennis: un centinaio sono rimasti fuori dalla sede del tribunale durante l’udienza, alcuni mostrando bandiere serbe e australiane, rappresentanti della comunità serba nel Paese, riferisce la Bbc. Diverse persone, fino ad una piccola folla, nei giorni scorsi si erano accampate fuori dall’albergo dove il tennista sarebbe rimasto in attesa della decisione.
SPORT TUTTE LE NOTIZIE
La star del tennis Novak Djokovic vince la sua battaglia legale, un giudice australiano ordina il suo rilascio.
In particolare, la corte ha deciso che Djokovic può essere rilasciato dopo che il giudice ha constatato irragionevolezza nel modo in cui il responsabile alla frontiera ha preso la decisione di cancellare il visto del tennista, i cui sostenitori in tutto il mondo hanno esultato Un avvocato del governo ha tuttavia fatto sapere che l’Australia può ancora ordinare l’espulsione di Djokovic: il ministro dell’Immigrazione, Alex Hawke ha poche ore dalla lettura della decisione del tribunale di Melbourne per far sapere se intende usare i suoi poteri e cancellare comunque il permesso di entrare nel Paese del campione serbo.

Fonti del governo australiano e dell’organizzazione degli Open, citate dai quotidiani The Age e Sydney Morning Herald, affermano che il tennista serbo, numero uno al mondo, non è stato arrestato.
.Djokovic aveva dichiarato alle autorità di frontiera all’ingresso in Australia di non essere vaccinato e di avere avuto il Covid due volte, nel giugno 2020 e lo scorso 16 dicembre, negativizzato poi il 22 dicembre. Lo riferisce il Guardian citando documenti emersi dall’udienza oggi in un tribunale di Melbourne a conclusione della quale il giudice Anthony Kelly ha deciso di evocare la cancellazione del visto.
“Ho avuto il Covid due volte. Ho avuto il Covid a giugno 2020 e ho avuto il Covid di recente – sono risultato positivo al Pcr – il 16 dicembre 2021”, ha risposto Djokovic a domande specifiche, stando alla trascrizione dell’intervista con i responsabili australiani alla frontiera, pubblicata dal Guardian.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.