Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

ISRAELE: LIKUD AL VOTO

Tempo di lettura: < 1 minuto

ISRAELE: LIKUD AL VOTO

ISRAELE: OLTRE 100.000 MEMBRI DEL LIKUD SI RECANO OGGI AL VOTO PER DECIDERE TRA BENYAMIN NETANYAHU E GIDEON SAAR

AGGIORNAMENTO IN “MONDO” DELLE 08:49 DI GIOVEDì 26 DICEMBRE 2019

ISRAELE: LIKUD AL VOTO

TEL AVIV
Oltre centomila membri del Likud si recano oggi alle urne per decidere, in vista delle elezioni politiche di marzo, se restare ancora sotto la guida di Benyamin Netanyahu oppure affidare adesso le redini del partito al suo sfidante, l’ex ministro degli interni Gideon Saar. Le urne si sono aperte alle 9 locali (le 8 in Italia) e si chiuderanno alle 23. L’esito del voto sarà reso noto nella mattinata di domani. Nella sua campagna elettorale Saar ha puntato sul fatto che quest’anno, per due volte, Netanyahu non è riuscito a formare un governo a causa dello stallo nei rapporti di forze con il partito centrista Blu Bianco. Ha aggiunto che lui più di Netanyahu ha buone probabilità di uscire da quel vicolo cieco.
Il premier, da parte sua, si è detto persuaso che a marzo il Likud sotto la sua leadership saprà impedire la dispersione dei voti della destra nazionalista ed assicurarsi così la vittoria. VAI ALLA CRONACA

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 6 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 13:49 ALLE 18:16 DI MARTEDì 23 APRILE 2019

MONDO

Trump attacca Twitter, è discriminatorio
Presidente, ‘non mi tratta bene’

NEW YORK23 aprile 2019 13:49

– Twitter “non mi tratta bene” ed è “molto discriminatorio. Ci credo che il Congresso non vuole immischiarsi, ma dovrebbe. Servono più società, più giuste per spargere la parola”. Lo twitta il presidente Donald Trump tornando ad attaccare Twitter e invitando indirettamente il Congresso all’azione.
Trump prende spunto per il nuovo attacco dal giornalista di Fox Maria Bartiromo, secondo la quale Donald Trump è la cosa migliore che sia capitata a Twitter.
Irlanda del Nord: McKee,arrestata 57enneLo rende noto la polizia in un tweet

23 aprile 201914:00

– Una donna di 57 anni è stata arrestata dalla polizia dell’Irlanda del Nord nell’ambito delle indagini sull’uccisione della giornalista Lyra McKee durate gli scontri di giovedì notte a Derry: lo rende noto la polizia sul suo account Twitter. La donna è sospettata di attività terroristiche.
Foto principe Louis per primo compleannoFesta per terzo figlio William e Kate, attesa per Harry e Meghan

LONDRA23 aprile 201916:54

-Foto ufficiali con grandi risate per il primo compleanno del principino Louis, terzogenito di William e Kate. Il piccolo è stato ritratto – da solo, e con il padre, la madre e i due fratelli George – ad Anmer Hall, residenza di campagna della regina a Sandringham, nel Norfolk, dove i duchi di Cambridge si trovano per la ricorrenza. Louis, ultimo nato del ramo principale dei Windsor, è quinto nella successione al trono di Elisabetta II dopo il principe Carlo (suo nonno), il padre William, il fratello George (6 anni il 22 luglio) e la sorellina Charlotte (che ne compirà 4 il 2 maggio) Mentre nel ramo cadetto dei duchi di Sussex, frutto del matrimonio di Harry, fratello minore di William, con l’ex attrice afroamericana Meghan Markle, si attende in questi giorni l’annuncio della nascita del primogenito (o primogenita), nuovo Royal Baby destinato a esser settimo nella linea di successione: un evento che i genitori hanno fatto sapere di voler tenere privato in barba all’irritazione e al gossip dei tabloid.
Confermati 33 anni a Nasrin SotoudehIl marito dell’attivista per i diritti umani: ‘Non farà ricorso’

TEHERAN23 aprile 201917:11

– La condanna a 33 anni di carcere dell’avvocata iraniana per i diritti umani Nasrin Sotoudeh è stata confermata in via definitiva perché l’attivista non farà appello contro la sentenza. Lo ha detto all’agenzia ufficiale Irna il marito, Reza Khandan, precisando che la pena da scontare sarà solo quella per il reato ritenuto più grave, pari a 12 anni.
A. Saudita, 37 impiccati per terrorismoLo rende noto il governo di Riad, citato da agenzia Spa

23 aprile 201917:15

– L’Arabia Saudita ha eseguito 37 esecuzioni per impiccagione di altrettante persone accusate di ‘terrorismo’. Lo ha dichiarato il ministero dell’interno di Riad, citato dall’agenzia di stampa ufficiale Spa, senza specificare i tempi, né i reati, ma sottolineando che le impiccagioni sono avvenute nella capitale, nelle città sante di Mecca e Medina e nelle province orientale e di Qassim, nel centro del regno.
Sri Lanka: è vendetta per ChristchurchLa strage nelle moschee in cui morirono 50 persone

23 aprile 201917:18

– Gli attacchi nello Sri Lanka sono stati compiuti in “rappresaglia” per la strage nelle moschee di Christchurch (Nova Zelanda) del 15 marzo scorso in cui morirono 50 persone: è quanto emerge da una prima indagine degli attentati di domenica costati la vita ad almeno 310 persone, secondo quanto ha riferito oggi in Parlamento il vice ministro della Difesa del Paese. Lo riporta l’emittente indiana Ndtv.
Isis diffonde la foto del capo kamikaze’E’ lui l’autore della strage di Pasqua’

23 aprile 201917:19

– COLOMBO

– L’Isis ha diffuso la foto di un uomo affermando che è lui ad aver guidato i kamikaze della strage di Pasqua. In un comunicato diffuso attraverso la sua agenzia Amaq, lo Stato islamico descrive dove è stato dislocato ogni kamikaze e fornisce il nome di battaglia di ciascuno senza specificarne la nazionalità.
Netanyahu, su Golan ‘comunità Trump’Dopo la decisione del presidente Usa su sovranità Israele

23 aprile 201917:28

– TEL AVIV

– Sulle Alture del Golan sorgerà una nuova “comunità” che avrà come nome ‘Trump’. Lo ha annunciato il premier israeliano Benyamin Netanyahu spiegando che subito dopo la fine della Pasqua ebraica presenterà al governo una risoluzione in questo senso. “Tutti gli israeliani – ha motivato in un video sui social – si sono profondamente commossi quando il presidente Trump ha preso la sua storica decisione di riconoscere la sovranità israeliana sulle Alture del Golan”. Per questo, ha aggiunto, ha deciso di presentare al governo la risoluzione.
Migranti: 17 curdi sbarcano alle TremitiTra loro 6 donne e 8 bambini

– Diciassette migranti presumibilmente di etnia curda – tra cui 8 bambini e 6 donne – sono sbarcati nel primo pomeriggio sull’isola disabitata di Capraia, nell’arcipelago delle Tremiti. Ad accorgersi dei migranti una motovedetta della Capitaneria di Porto che ha dato l’allarme per i soccorsi. Allertato anche il sindaco Antonio Fentini, che sta attendendo l’arrivo dei migranti (che sarebbero tutti in buone condizioni di salute) sulla banchina dell’isola di San Domino. “Stiamo allestendo in uno stabile in comodato d’uso al Comune delle Tremiti degli alloggi da destinare ai migranti – ha detto il sindaco -. Abbiamo provveduto a recuperare materassi e lenzuola. Abbiamo fornito loro del cibo. Non appena arriveranno qui a San Domino saranno sottoposti a visite mediche”. A quanto si apprende i migranti avrebbero detto ai soccorritori di essere giunti a bordo di una barca a vela partita dalla Turchia.

Spara e si barrica a Lourdes, ostaggi ex compagna e figliaVicenda di carattere privato, e non legata a terrorismo

23 aprile 201915:34

Sarebbe una vicenda di carattere privato, e non legata a terrorismo, l’episodio di Lourdes, dove un ex militare, si è barricato armato in una casa con almeno due ostaggi, che sarebbero la sua ex compagna e la figlia. Da qui ha sparato verso l’esterno alcuni colpi. Lo riportano i media locali, secondo i quali la donna aveva più volte denunciato per violenza l’uomo. Secondo i media è in corso una trattativa con le forze speciali giunte in rue Mozart, vicino alla stazione ferroviaria di Lourdes, nella regione dei Pirenei.

Bitcoin: fondatore Softbank ha perso 130 mln dollariScommessa non andata a buon fine, acquisti a picco prezzi

NEW YORK23 aprile 201917:10

Masayoshi Son, il miliardario fondatore di Softbank, ha perso 130 milioni di dollari scommettendo sul Bitcoin. Lo riporta il Wall Street Journal citando alcune fonti, secondo le quali Masayoshi Son avrebbe acquistato Bitcoin alla fine del 2017, quando i prezzi della criptovaluta erano vicini al picco, per poi venderli agli inizi del 2018, quando le quotazioni sono crollate.

MONDO

Amal Clooney, punire stupri di guerra
‘Dobbiamo difendere la giustizia internazionale’

NEW YORK23 aprile 201917:55

– “La risoluzione che prendete in considerazione oggi rileva la prevalenza della violenza sessuale nelle guerre in tutto il mondo e afferma la preoccupazione per i lenti progressi nell’eliminazione degli stupri nei conflitti armati. Sebbene la bozza sia un passo avanti, soprattutto nella misura in cui rafforza il regime di sanzioni per coloro che commettono tale crimine, dobbiamo andare oltre. Se questo organo non può prevenire la violenza sessuale in guerra, deve almeno punirla”. Lo ha detto l’avvocato e attivista Amal Clooney durante una riunione del Consiglio di Sicurezza Onu sullo stupro in guerra. “Invece di abbandonare la giustizia internazionale, dobbiamo difenderla”, ha aggiunto: la giustizia “non può avere una possibilità se le persone al potere, tra cui quelle sedute intorno a questo tavolo, non ne fanno una priorità”. “C’e’ un’epidemia di violenza sessuale e la giustizia e’ l’antidoto”, ha aggiunto. “E’ il momento di far diventare la giustizia la vostra priorità”.
Terremoto Filippine, morti salgono a 16Seconda scossa 6.4 non ha però fatto vittime. Sciame 400 tremori

23 aprile 201917:58

– E’ salito ad almeno 16 morti il bilancio provvisorio del terremoto di magnitudo 6.3 che ha colpito ieri l’isola di Luzon, nelle Filippine, vicino a Manila, seguita oggi da un’altra scossa ancora più forte, di magnitudo 6.4, secondo l’istituto geosismico americano Usgs. Non si ha però notizia di vittime della seconda scossa, né di danni particolari. In totale, lo sciame sismico ha prodotto almeno 400 tremori di varia intensità.
Cinque cadaveri sono stati estratti durante la notta dal supermercato crollato e sette dalle rovine di una palazzina crollata, entrambi a Porac, villaggio vicino all’epicentro nella provincia di Pampanga, a nord di Manila. Gli altri morti sono in villaggi vicini. ma alcune persone sono state anche estratte vive dalle macerie, sotto alle quali si odono ancora voci.

Isis, ‘Pasqua è la festa degli infedeli’Sedicente Stato islamico rivendica l’attacco in Sri Lanka

COLOMBO23 aprile 201918:06

– La Pasqua è “la festa degli infedeli”. Lo scrive l’Isis nel comunicato di rivendicazione della strage in Sri Lanka con cui ha diffuso la foto del ‘capo’ dei kamikaze autori degli attacchi.
L’obiettivo – sottolinea il sedicente Stato Islamico – erano cittadini della coalizione a guida Usa che lotta contro l’Isis.          [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE: Usa, si dimette viceministra Interno Israele, vince coalizione Netanyahu

Tempo di lettura: < 1 minuto

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

MONDO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DELLE 05:53 DIMERCOLEDì 10 APRILE 2019

MONDO

WASHINGTON

– La vice ministra degli interni Claire Grady ha offerto le sue dimissioni a Donald Trump. Lo ha twittato l’ex responsabile dello stesso dipartimento Kirstjen Nielsen, costretta a lasciare anche lei insieme al capo del Secret Service dopo che il presidente ha deciso di rinnovare i vertici del dicastero per imporre una linea più dura sull’immigrazione. Le dimissioni di Grady erano attese e spianano la strada a Kevin McAleenan, nominato nuovo ministro degli interni ad interim.

MONDO

TEL AVIV

– Il premier Benyamin Netanyahu è lanciato verso un nuovo mandato. In base allo spoglio del 96% dei voti espressi, il Likud e ‘Blu Bianco di Gantz sono appaiati a 35 seggi ognuno come partito. Ma la coalizione di destra del premier al momento attuale ha 65 seggi dei 120 disponibili alla Knesset e questo le consente di avere la maggioranza di governo.
In base ai primi exit poll sia Gantz sia Netanyahu si erano detti vincitori.         [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE: Netanyahu, vittoria inimmaginabile Amnesty, nel 2018 esecuzioni diminuite

Tempo di lettura: 2 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Netanyahu, vittoria inimmaginabile

Amnesty, nel 2018 esecuzioni diminuite

MONDO TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE

DELLE 03:12 DI MERCOLEDì 10 APRILE 2019

MONDO

TEL AVIV

– ”Sono molto emozionato.
Questa è la notte di una vittoria immensa. Sia ringraziato il Cielo che siamo giunti a tanto”: con queste parole il premier Benyamin Netanyahu ha esordito nel proprio intervento fra i sostenitori del Likud riuniti a Tel Aviv. ”La nostra è stata una vittoria che non si poteva nemmeno immaginare”, ha aggiunto il premier che era accompagnato dalla moglie Sarah. ”Il popolo di Israele mi ha confermato la fiducia per la quinta volta”. Pochi minuti prima che il premier prendesse la parola, due reti televisive hanno pubblicato separatamente le proprie proiezioni di voto giungendo alla stessa conclusione: il Likud dovrebbe ottenere 35 seggi (sui 120 della Knesset), mentre il partito Blu-Bianco di Benny Gantz 34. Netanyahu ha detto ai suoi sostenitori di aver già avviato i contatti con gli alleati tradizionali del Likud per dar vita ad un nuovo governo di destra.

MONDO

Il 2018 ha segnato un calo di quasi un terzo nel numero di esecuzioni capitali, arrivando così al più basso da decenni: da almeno 993 nel 2017 ad almeno 690 nell’anno scorso. E’ la buona notizia che arriva dal rapporto globale annuale sulla pena di morte di Amnesty International. Ma purtroppo resta l’unica. Il rapporto prende in esame le esecuzioni in tutto il mondo con l’eccezione della Cina, dove si ritiene siano state migliaia ma il dato rimane un segreto di Stato. Il gigante asiatico resta pertanto al primo posto della lugubre classifica, seguito da Iran (almeno 253), Arabia Saudita (149), Vietnam (85) e Iraq (almeno 52). In Iran l’uso della pena di morte resta elevato, ma le esecuzioni sono comunque diminuite “di uno sbalorditivo 50%”, dopo la modifica alla legislazione contro la droga. E una significativa riduzione è stata registrata anche in Iraq, Pakistan e Somalia. Alla fine del 2018, 142 stati avevano abolito la pena di morte per legge o nella prassi. Di questi, 106 erano abolizionisti totali.         [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

PROIEZIONI ISRAELE: AVANTI NETANYAHU

Tempo di lettura: < 1 minuto

PROIEZIONI ISRAELE: AVANTI NETANYAHU

AGGIORNAMENTO IN “MONDO”

DELLE 01:37 DIMERCOLEDì 10 APRILE 2019

PROIEZIONI ISRAELE: AVANTI NETANYAHU

TEL AVIV

– Secondo una prima proiezione relativa a 70 stazioni elettorali, il Likud di Benyamin Netanyahu è in testa con 35 seggi su 120, mentre ‘Blu-Bianco’ di Benny Gantz ha 34 deputati. Lo dice la tv commerciale Canale 13.
Gli exit poll della stessa emittente indicavano invece la parità tra i due partiti. Confermata al momento la caduta dei laburisti, l’esclusione della lista ‘Nuova destra’ di Bennett e Shaked, mentre l’elettorato arabo riesce a far entrare in parlamento 2 liste.         [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

ISRAELE: RACCOMANDAZIONE INCRIMINAZIONE NETANYAHU

Tempo di lettura: < 1 minuto

ISRAELE: RACCOMANDAZIONE INCRIMINAZIONE NETANYAHU

AGGIORNAMENTO DELLE 12:18

DI DOMENICA 02 DICEMBRE 2018

ISRAELE: RACCOMANDAZIONE INCRIMINAZIONE NETANYAHU

Israele: polizia raccomanda l’incriminazione di Netanyahu. Il premier: ‘Nessun valore legale’
Per Caso 4000 che riguarda rapporti con mogul Bezeq

La polizia israeliana ha reso noto di aver raccomandato alla magistratura l’incriminazione del premier Benyamin Netanyahu e di sua moglie Sarah per sospetta corruzione, frode e abuso di ufficio nell’ambito dell’inchiesta Caso 4000, più noto come caso Bezeq, che riguarda i rapporti con il tycoon delle telecomunicazioni Shaul Elovitch. Nell’indagine Netanyahu è sospettato, quando era ministro di settore, di aver favorito Elovitch, mogul di Bezeq, in cambio di un trattamento migliore da parte del sito Walla di proprietà della stessa compagnia. “Le raccomandazioni della polizia non hanno valore legale e non devono sorprendere nessuno”ha replicato il premier Benyamin Netanyahu. “Sono sicuro che anche in questo caso – ha aggiunto Netanyahu riferendosi ad analoghe inchieste – le autorità competenti dopo aver esaminato il materiale, arriveranno alla stessa conclusione che non c’era nulla perchè in effetti non c’è nulla”.       [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: < 1 minuto

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 19:03 ALLE 20:35

DI DOMENICA 18 NOVEMBRE 2018

SOMMARIO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Netanyahu assume ministero Difesa
Premier, non si abbattono governi, non si gioca alla politica

Madrid, protesta Femen contro FrancoLa polizia le allontana per evitare il linciaggio

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

TUTTE LE NOTIZIE DAL MONDO SEMPRE AGGIORNATE

L’ARTICOLO

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Il premier Benyamin Netanyahu ha annunciato questa sera di aver assunto la responsabilità del dicastero della difesa dai cui nei giorni scorsi si è dimesso Avigdor Lieberman contrario ad una tregua con Hamas. “Siamo – ha detto – in un periodo di sicurezza molto complesso e non si abbattono i governi e non si gioca alla politica”. Netanyahu si è augurato quindi che “i partner” di governo abbiano la stessa responsabilità e “non rovescino il governo”.
Tre attiviste del gruppo femminista Femen hanno inscenato una protesta a Madrid durante manifestazione per commemorare la morte del dittatore Francisco Franco. “Fascismo legale, vergogna nazionale”, lo slogan scritto sul busto delle femministe che sono state allontanate dalla polizia per evitare che la folla di nostalgici di Franco le linciasse. La marcia in onore del dittatore si svolge ogni anno nella domenica precedente il 20 novembre, giorno della morte.   [print-me title=”STAMPA”]