Aggiornamenti, Cronaca, Mondo, Notizie, Ultim'ora

OPEN ARMS GIUNTA A LAMPEDUSA

Tempo di lettura: < 1 minuto

OPEN ARMS GIUNTA A LAMPEDUSA

LA NAVE DELL’ONG OPEN ARMS è GIUNTA A LAMPEDUSA, VOLONTARI E PROFUGHI CANTANO “BELLA CIAO” MENTRE LA NAVE ATTRACCA

AGGIORNAMENTO IN “CRONACA”/”MONDO” DELLE 02:23 DI MERCOLEDì 21 AGOSTO 2019

OPEN ARMS GIUNTA A LAMPEDUSA

LAMPEDUSA (AGRIGENTO)

– La Open Arms è arrivata nel porto di Lampedusa. I profughi e i volontari dal ponte dell’imbarcazione cantano ‘Bella Ciao’ mentre la nave sta attraccando. Alcuni alzano il pugno e si abbracciano. Dal molo arrivano applausi e urlano “benvenuti”. Ad aspettare i profughi c’è anche padre Carmelo La Magra, il parroco di Lampedusa, accompagnato da una trentina di persone, tra fedeli e attivisti.

Aggiornamenti, Cronaca, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MIGRANTI OPEN ARMS: DUE RICOVERATI

Tempo di lettura: < 1 minuto

MIGRANTI OPEN ARMS: DUE RICOVERATI

MIGRANTI OPEN ARMS: DEI 9 (E NON 8 COME INDICATO DALLE FONTI DI STAMPA IN UN PRIMO MOMENTO), FATTI SCENDERE IERI SERA, DUE RICOVERATI, UN TERZO HA LA SCABBIA

AGGIORNAMENTO IN “CRONACA”/”MONDO” DELLE 03:11 DI MARTEDì 20 AGOSTO 2019

MIGRANTI OPEN ARMS: DUE RICOVERATI

LAMPEDUSA (AGRIGENTO)

– Due dei nove naufraghi sbarcati ieri sera a Lampedusa dalla Open Arms per motivi di salute sono stati ricoverati per accertamenti: si tratta di un uomo con un aritmia cardiaca e una donna con un deficit visivo.
Gli altri sette sono stati

portati nell’hotspot.
Uno di loro ha la scabbia, che sarà trattata direttamente nel centro di contrada Imbriacola, gli altri sei avrebbero sintomi di depressione e problemi psicologici.

Aggiornamenti, Cronaca, Mondo, Notizie, Ultim'ora

OPEN ARMS: SCENDONO 8 MIGRANTI

Tempo di lettura: < 1 minuto

OPEN ARMS: SCENDONO 8 MIGRANTI

OPEN ARMS: SCENDONO 8 MIGRANTI PER RAGIONI DI SALUTE, NE RESTANO SULLA NAVE 99

AGGIORNAMENTO IN “CRONACA”/”MONDO” DELLE 23:59 DI LUNEDì 19 AGOSTO 2019

OPEN ARMS: SCENDONO 8 MIGRANTI

LAMPEDUSA (AGRIGENTO)

– Scendono dalla Open Arms 8 naufraghi per motivi di salute. I migranti saranno visitati dai medici del Poliambulatorio. A bordo della nave spagnola rimangono 99 persone.

Aggiornamenti, Cronaca, Mondo, Notizie, Politica, Ultim'ora

OPEN ARMS: TRENTA NON FIRMA DIVIETO

Tempo di lettura: < 1 minuto

OPEN ARMS: TRENTA NON FIRMA DIVIETO

OPEN ARMS: TRENTA NON FIRMA IL DIVIETO D’INGRESSO ALLE ACQUE TERRITORIALI ITALIANE DA PARTE DELLA ONG

AGGIORNAMENTO IN “POLITICA”/”CRONACA”/”MONDO”/”ULTIM’ORA” DELLE 02:12 DI GIOVEDì 15 AGOSTO 2019

OPEN ARMS: TRENTA NON FIRMA DIVIETO

Il ministro della Difesa Elisabetta Trenta non ha firmato il divieto all’ingresso nelle acque territoriali per la Open Arms come chiesto dal collega dell’Interno Matteo Salvini. Lo si apprende da fonti del Viminale, secondo cui “la scelta non sorprende, visto che la titolare della Difesa ha ordinato alle navi della Marina Militare di scortare verso il nostro Paese l’imbarcazione spagnola”.

Aggiornamenti, Cronaca, Notizie, Politica, Ultim'ora

FIRMATO DIVIETO PER OPEN ARMS DAL MINISTRO SALVINI

Tempo di lettura: < 1 minuto

FIRMATO DIVIETO PER OPEN ARMS

FIRMATO DIVIETO PER OPEN ARMS DAL MINISTRO DELL’INTERNO MATTEO SALVINI IN MERITO ALL’INGRESSO NELLE ACQUE TERRITORIALI ITALIANE

AGGIORNAMENTO IN “CRONACA”/”POLITICA” DELLE 00:24 DI GIOVEDì 15 AGOSTO 2019

FIRMATO DIVIETO PER OPEN ARMS

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha firmato il divieto di ingresso nelle acque territoriali italiane per la Open Arms. “Solo in Italia c’è una situazione di questo genere: una nave di una ong spagnola in acque maltesi per cui un giudice del Tar del Lazio dice che deve sbarcare in Italia. La mia risposta è no, no, no. Ne sono arrivati già a sufficienza di clandestini negli anni passati. Caro il mio giudice, lo stipendio te lo pagano gli italiani e devi difendere i confini italiani”, aveva detto Salvini in serata durante un comizio alla Spezia.

Aggiornamenti, Cronaca, Mondo, Notizie, Ultim'ora

OPEN ARMS SALVA ALTRI 39 MIGRANTI

Tempo di lettura: < 1 minuto

OPEN ARMS SALVA ALTRI 39 MIGRANTI

OPEN ARMS SALVA ALTRI 39 MIGRANTI, LO RENDE NOTO IL FONDATORE DELL’ONG SPAGNOLA

AGGIORNAMENTO IN “CRONACA”/”MONDO” DELLE 05:04 DI SABATO 10 AGOSTO 2019

OPEN ARMS SALVA ALTRI 39 MIGRANTI

Altre 39 persone sono state tratte in salvo da Open Arms. Lo rende noto il fondatore dell’ong spagnola, Oscar Camps, specificando che il salvataggio è avvenuto in acque internazionali. L’imbarcazione, che da giorni era ferma al largo di Lampedusa con 121 migranti a bordo, era partita questa notte per la missione di salvataggio che si è appena conclusa. “Ora aspettiamo un porto sicuro dove sbarcare”, annuncia Camps.

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 3 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 03:25 ALLE 10:35

DI DOMENICA 20 GENNAIO 2019

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Autobomba esplode a Londonderry
Polizia: ‘Nessun ferito’. C’è una seconda auto sospetta

20 gennaio 201903:25

– Una autobomba è esplosa all’esterno del tribunale di Londonderry, nei pressi di Bishop Street, in Irlanda del Nord. Lo riporta la BBC online. La deflagrazione è avvenuta ieri sera alle 20:15. La polizia locale ha ricevuto una telefonata di avvertimento e ha fatto a tempo a recarsi sul luogo per far evacuare alcuni edifici prima dello scoppio. La polizia locale su Twitter ha postato le immagini dell’esplosione, avvisato che nessuno è ferito ma ha anche fatto sapere che nella zona è ci sarebbe una seconda auto sospetta.

Siria: tv, esplosione a sud di DamascoLungo la strada che collega la capitale a Ghouta

20 gennaio 201908:01

– Un’esplosione è stata sentita nelle vicinanze della strada al-Motahalik al-Janobi, una delle più grandi arterie della Siria, a sud di Damasco. Lo riferisce Al Arabiya citando la tv statale siriana che parla anche di feriti senza fornire ulteriori dettagli. La Al-Motahalik al-Janobi collega Damasco con la Ghouta orientale.
Filippo al volante, non aveva cinturaLa polizia parla con il duca di Edimburgo

20 gennaio 201910:00

– La polizia britannica ha parlato con il principe Filippo dopo che era stato trovato al volante senza cintura di sicurezza a soli due giorni dallo spaventoso incidente da cui è uscito incolume su una strada pubblica nelle vicinanza della residenza reale di campagna di Sandringham, nel Norfolk (Inghilterra orientale). Lo scrive il Guardian senza rivelare i contenuti del colloquio. Il Duca di Edimburgo, 97 anni, è stato fotografato al volante di una nuova Land Rover messa a sua disposizione, solo che questa volta era all’interno del parco privato della residenza.

Congo: Corte, ha vinto TshisekediRespinto il ricorso di Fayulu, il giuramento entro dieci giorni

20 gennaio 201907:51

– La Corte costituzionale del Congo ha respinto il ricorso presentato dal candidato dell’opposizione Martin Fayulu contro i risultati delle elezioni e confermato che il vincitore è l’altro candidato dell’opposizione, Felix Tshisekedi. Lo riporta la Bbc.
Fayulu sosteneva di aver ottenuto il 61% dei voti a fronte di un 18% del suo avversario sospettato di aver raggiunto un accordo sottobanco con il presidente uscente Joseph Kabila.
L’Unione Africana aveva chiesto alle autorità di Kinshasa di sospendere l’annuncio ufficiale dei risultati, esprimendo “seri dubbi” sulla correttezza. Ma per la Corte costituzionale Tshisekedi “ha vinto con una maggioranza semplice” e dovrò prestare giuramento entro dieci giorni.

Tunisia: Essebsi candidato alle elezioniAttuale capo Stato,91 anni,sempre vago su ricandidatura

TUNISI20 gennaio 201907:53

– L’attuale presidente della Repubblica tunisina, Beji Caid Essebsi, sarà il candidato alle presidenziali di fine anno per il partito Nidaa Tounes. La notizia è stata annunciata ai media locali da uno dei leader del partito modernista, vincitore alle ultime legislative del 2014, a margine di una riunione di Nidaa Tounes dedicata ai preparativi del prossimo congresso generale. Resta da vedere se il presidente, 91 anni, accetterà o meno tale candidatura. Sulla possibilità di una sua ricandidatura alla presidenza infatti Essebsi si è sempre dimostrato piuttosto vago, pur non escludendola del tutto.

Open Arms: Mediterraneo, 8 morti giornoSalvini su Facebook, non sarò mai complice degli scafisti

20 gennaio 201910:18

– “Perder tempo significa morire.
Mentre Open Arms è bloccata in porto a Barcellona, 8 persone al giorno muoiono nel Mediterraneo. #FreeOpenArms”. Questo il testo di un tweet di Open Arms, la ong bloccata nei porti spagnoli dopo il divieto di salpare imposto dalla capitaneria di porto di Barcellona. Intanto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, su Facebook ha ribadito che “non sono stato, non sono e non sarò mai complice dei trafficanti di esseri umani, che con i loro guadagni investono in armi e droga, e delle Ong che non rispettano regole e ordini”.         [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

ESPLODE CENTRALE ELETTRICA. MIGRANTI

Tempo di lettura: < 1 minuto

ESPLODE CENTRALE ELETTRICA. MIGRANTI

AGGIORNAMENTO DELLE 06:14 E 09:46

DI VENERDì 28 DICEMBRE 2018

ESPLODE CENTRALE ELETTRICA. MIGRANTI

Esplode centrale elettrica a New York
Enorme scia azzurra in cielo. Sindaco, “Nessuna invasone aliena”

NEW YORK28 dicembre 201806:14

– Momenti di paura a New York dove l’esplosione di un impianto dell’azienda elettrica cittadina Con Edison nel quartiere di Astoria, nel Queens, non solo ha fatto tremare le case della zona gettando nel panico gli abitanti ma ha anche causato nel cielo una insolita lunga scia di luce intensa, azzurra ed intermittente visibile da tutta la città e anche dal vicino New Jersey. Un fenomeno che ha causato enorme curiosità, con centinaia di post sui social in pochi minuti, ma anche inquietudine. Tanto che il sindaco Bill de Blasio è dovuto intervenire così per rassicurare i newyorchesi: “Nessuna invasione aliena o minaccia dallo spazio”. Tutt’altro che una battuta, visto che una rassicurazione simile è arrivata anche dal New York Police Department e dai vigili del fuoco impegnati a spegnere l’incendio causato dalla deflagrazione. Chiuso per sicurezza il vicino aeroporto di La Guardia, anche per una serie di blackout provocati dal’incidente. Non si registra nessun ferito.
Migranti: approdata in Spagna Open Arms310 a bordo

28 dicembre 201809:46

– E’ approdata oggi nel porto spagnolo di Algesiras la nave di Open Arms con a bordo 310 migranti salvati il 21 dicembre dall’unità della ong spagnola Proactiva al largo delle coste libiche. Tra i migranti vi sono 139 minorenni.       [print-me title=”STAMPA”]

Aggiornamenti, Mondo, Notizie, Ultim'ora

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 3 minuti

MONDO TUTTE LE NOTIZIE

DALLE 18:24 DI SABATO 22 DICEMBRE 2018

ALLE 02:16 DI DOMENICA 23 DICEMBRE 2018

Trump insiste sulla Siria,Isis sconfitto
Altri paesi,inclusa Turchia, possono occuparsi di quel che resta

NEW YORK22 dicembre 2018 18:24

– ”In Siria saremmo dovuti restare tre mesi, e questo accadeva sette anni fa. Quando sono diventato presidente, l’Isis era scatenato. Ora l’Isis e’ fondamentalmente sconfitto e altri paesi locali, inclusa la Turchia, dovrebbero essere in grado facilmente di occuparsi di quello che ne resta.
Torniamo a casa!”. Lo twitta Donald Trump difendendo la sua decisione di ritirare le truppe americane dalla Siria.

Open Arms andrà in SpagnaLo si apprende da fonti italiane

22 dicembre 201820:46

– Andrà in Spagna la nave della Ong Open Arms che questa mattina ha salvato al largo della Libia oltre 300 migranti, tra cui una donna e un neonato che avevano bisogno di cure mediche e che sono state sbarcate a Malta.
Secondo quanto si apprende da fonti italiane, le autorità di Madrid hanno già indicato a Open Arms il porto dove sbarcare.
Inviato Usa anti-Isis si dimetteDopo la decisione di ritirare le truppe dalla Siria

NEW YORK22 dicembre 201820:48

– L’inviato speciale Usa presso la coalizione internazionale anti Isis, Brett McGurk, si dimette in polemica con la decisione di Donald Trump di ritirare le truppe americane dalla Siria. Nella sua lettera di dimissioni, McGurk afferma che l’Isis e’ in fuga ma non e’ sconfitto e spiega come il prematuro ritiro americano dalla Siria potrebbe favorire nuovamente la sua ascesa.
Usa: leader gop Senato vede PenceSi cerca sblocco shutdown. Incontro su richiesta Casa Bianca

NEW YORK22 dicembre 201820:51

– Il leader dei repubblicani in Senato, Mitch McConnell, vede il vice presidente americano Mike Pence su richiesta della Casa Bianca. Lo riporta Fox. L’incontro avviene nel mezzo dello shutdown e dopo che McConnell ha dichiarato che non ci sarà alcun voto in Senato fino a quando Donald Trump e i senatori democratici non avranno raggiunto un accordo.
Gilet gialli:23.800 in piazza in FranciaNella capitale 109 identificati e 17 fermati, fra cui portavoce

PARIGI22 dicembre 201820:53

– PARIGI

– Sono 2.000 a Parigi e 23.800 in tutta la Francia i gilet gialli al loro sesto appuntamento, una partecipazione ancora in ribasso rispetto a sabato scorso (33.500 in tutto il Paese).
Le persone identificate nella capitale, riferisce la prefettura, sono state 109, 17 delle quali poste in stato di fermo. Fra queste il portavoce Eric Drouet, una delle figure più popolari del movimento, trovato in possesso di un manganello.
Gatwick, fermato appassionato modellismoIl datore di lavoro fornisce un alibi. Fermata anche moglie

22 dicembre 201821:07

– Si chiamano Paul Gait ed Elaine Kirk e sono marito e moglie le persone arrestate ieri sera per l’uso di droni all’aeroporto di Gatwick. Lo scrive il tabloid Daily Mail pubblicando anche diverse foto della coppia di sospettati.
Gait è un installatore di finestre con la passione per il modellismo aeronautico. Secondo quanto riferito dal suo datore di lavoro al Daily Telegraph, al momento dell’incidente era al lavoro. “In questi giorni Paul sta lavorando ad un progetto e so che finisce sempre tardi. Non credo possa essere stato lui, era impegnato in quel lavoro quando è accaduto tutto”, ha detto John Allard al quotidiano. La polizia sta seguendo tutte le piste, anche quella degli attivisti verdi. Crawley si trova a soli 8 chilometri da Gatwick ed in passato è stato un campo di battaglia tra gli ambientalisti e la società che gestisce l’aeroporto per il progetto di costruzione di una seconda pista.
Indonesia, tsunami fa almeno 20 mortiForse provocato dal vulcano Krakatoa, oltre 160 i feriti

23 dicembre 201801:04

– Almeno 20 persone sono morte e oltre 160 sarebbero rimaste ferite in seguito a uno tsunami che ha colpito le spiagge attorno a Sunda Strait, lo stretto di mare in Indonesia che separa le isole di Giava e Sumatra. Lo riporta la stampa locale, citando i dati forniti dalle autorità.
Secondo alcuni media, lo tsunami potrebbe essere stato provocato dalla forte attività del vulcano Krakatoa.       [print-me title=”STAMPA”]