Economia tutte le notizie in tempo reale. Tutta l'Economia. Sempre aggiornata ed approfondita. SEGUILA E CONDIVIDILA!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 16 minuti

Ultimo aggiornamento 23 Novembre, 2020, 20:13:03 di Maurizio Barra

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 03:35 ALLE 20:13 DI LUNEDì 23 NOVEMBRE 2020

ECONOMIA TUTTE L NOTIZIE

Cambi: euro apre in leggero rialzo a 1,1873 dollari
La moneta unica è scambiata a 123,29 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
03:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in lieve rialzo per l’euro nel cambio con il dollaro. La moneta unica passa di mano a 1,1873 dollari (+0,14%). Segno meno invece rispetto allo yen a 123,29 (-0,10%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: ottimismo sui vaccini, Wti sale a 42,7 dollari
In rialzo anche il Brent a 45,3 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
08:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio sale sui mercati internazionali spinto dall’ottimismo sui vaccini anti-Covid. Il contratto del Wti americano con consegna a gennaio, già in positivo venerdì, registra un rialzo dello 0,6% salendo a 42,69 dollari. Anche il Brent quotato a Londra guadagna lo 0,8% portandosi a 45,30 dollari.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo spot sale a 1.874 dollari l’oncia
Rialzo dello 0,2% legato all’indebolimento del dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
08:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
E’ in lieve rialzo questa mattina il prezzo spot dell’oro, in gran parte legato all’indebolimento del dollaro sui mercati valutari. Il metallo con consegna immediata sale dello 0,2% attestandosi a 1.873,9 dollari l’oncia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund apre poco mosso a 121,8 punti base
Rendimento del decennale italiano allo 0,63%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
08:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura stabile per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 121,8 punti base. Il rendimento del decennale italiano è pari allo 0,63%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia a ranghi ridotti, Tokyo chiusa, Seul sui massimi
Bene dati su esportazioni Corea, futures Europa e Usa in rialzo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
08:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di settimana a ranghi ridotti per le principali borse di Asia e Pacifico, con Tokyo chiusa per festeggiare i lavoratori. Ha chiuso sui massimi Seul (+1,92%), grazie ai dati sulle esportazioni sudcoreane in ottobre, in crescita nonostante l’avanzata del coronavirus grazie alla tenuta del comparto tecnologico. Bene anche Shanghai (+1,09%), Taiwan (+1,18%) e Sidney (+0,34%). Poco mossa Hong Kong (+0,02%), ancora aperta insieme a Mumbai (+0,35%).
Positivi i futures sull’Europa e su Wall Street in attesa della fiducia dei manager (Pmi) in Francia, Germania, Regno Unito e nell’Ue. Previsto un intervento pubblico di Isabel Schnabel, membro del comitato esecutivo della Bce. Fiducia dei manager in arrivo anche dagli Usa, dove è atteso l’indice manifatturiero della Fed di Chicago.
In calo il dollaro su tutte le principali valute, a 1,187 sull’euro e a 103,81 sullo yen, in rialzo sia il greggio (Wti +0,85% a 42,78 dollari) sia l’oro (+0,44% a 1.873,7 dollari l’oncia).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo, +0,78%
Indice Ftse Mib a quota 21.874 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 novembre 2020
09:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,78% a 21.874 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in rialzo, Londra guadagna lo 0,58%
Bene anche Parigi (+0,87%), Francoforte (+0,6%) e Madrid (+0,7%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
09:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Apertura in rialzo per le principali borse europee. Londra guadagna lo 0,58% a 6.388 punti, Parigi lo 0,87% a 5.543 punti, Francoforte lo 0,6% a 13.215 punti e Madrid lo 0,74% a 8.036 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano sale (+1%), banche in fermento dopo Opa Creval
In luce Bper e Unicredit, sprint Saipem ed Eni con supergreggio
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
09:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari allunga il passo nella prima mezz’ora di scambi (Ftse Mib +1%) spinta dai titoli bancari, in fermento dopo l’Opa di Credit Agricole (+3,91% a Parigi) su Creval (+22%). Corrono Bper (+5,49%), Unicredit (+3,92%) e Intesa (+2,28%), con lo spread tra Btp e Bund in lieve calo a 121 punti. Il balzo del greggio (Wti +1,9%) sopra i 43 dollari al barile mette le ali ai piedi a Saipem (+4,55%) ed Eni (+2,89%), seguite da Tenaris (+2,4%). Non ce la fanno invece Terna (-3,2%), Recordati (-1,1%) e Diasorin (-0,9%) colpite da prese di beneficio. Bene Fca (+1%) che ha confermato la data dell’assemblea straordinaria per la fusione con Peugeot (+1,32%), che si terrà il prossimo 4 gennaio.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in rialzo con fiducia Germania, Milano +1,1%
Futures positivi, balzo greggio spinge Shell ed Eni, vola Creval
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
10:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee positive in avvio di settimana, nonostante il quadro critico sulla pandemia che permane su scala mondiale. Francoforte (+1,2%) guida la squadra dopo l’indice della fiducia dei manager (Pmi) in novembre migliore delle stime, così come in Francia e nell’Ue nel solo comparto industriale. La segue a ruota Milano (+1,18%), scaldata dall’Opa di Credit Agricole (+3,58%) su Creval (+23,17% a 10,7 euro), che vola sopra i 10,5 euro messi sul piatto dai francesi. Seguono Parigi (+0,8%), Madrid (+0,77%) e Londra (+0,37%). Positivi i futures Usa in attesa della fiducia dei manager e dell’indice della Fed di Chicago. Gli acquisti sono orientati sui petroliferi Shell (+2,7%), Total (+2,6%), Bp (+2,54%) ed Eni (+2,52%) grazie all’aumento del prezzo del greggio. Bene anche Saipem (+4,34%) e Tenaris (+1,92%). In campo bancari l’Opa della Banque Verte sulla valtellinese Creval spinge soprattutto i titoli in Piazza Affari, dove Unicredit guadagna il 3,98% e Bper il 3,54%. Bene Bnp (+2,11%) e Lloyds (+2,23%). Acquisti sugli automobilistici Renault (+3,55%), Daimler (+1,48%), Peugeot (+1,1%) ed Fca (+0,9%), che ha annunciato la data dell’assemblea straordinaria per le nozze con i francesi il prossimo 4 gennaio. In calo Terna (-2,84%), che stacca una parte del dividendo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
De’ Longhi: shopping in Usa, 420 mln dlr per Capital Brands
Specializzata in personal blenders, Stati Uniti primo mercato
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
12:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
De’ Longhi ha firmato un accordo con Centre Lane Partners per rilevare Capital Brands, società californiana fondata nel 2003, con sede a Los Angeles, che sviluppa prodotti nel settore della nutrizione ad uso domestico, commercializzati in oltre 100 mercati in tutto il mondo con i marchi Nutribullet e Magic Bullet, e ideatrice del segmento dei personal blenders, una sorta di frullatori compatti.
Il prezzo pattuito, si legge in una nota, è di circa 420 milioni di dollari, pari ad un multiplo dell’ebitda adjusted previsto per il 2020 di poco superiore alle 8 volte. Capital Brands stima per il 2020 ricavi netti in crescita a circa 290 milioni. Con questa transazione, gli Stati Uniti diventano il primo mercato per De’ Longhi, con un fatturato aggregato superiore a 500 milioni di dollari.
“Questa acquisizione è perfetta per il Gruppo De’ Longhi ed è in linea con i nostri obiettivi di espansione geografica e crescita per linee esterne”, ha commentato l’ad Massimo Garavaglia, che ne sottolinea il “valore strategico sotto diversi punti di vista”. “Aggiungiamo – spiega – un marchio giovane e dinamico al nostro portafoglio; ampliamo la nostra gamma di prodotti iconici con una presenza importante nel segmento dei blender; aumentiamo la nostra penetrazione in un mercato in espansione e strategicamente importante come gli Stati Uniti; infine, aspetto non meno importante, rafforziamo la leadership del Gruppo nel settore della preparazione dei cibi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Censis: 600.000 poveri in più, Covid peggiora tenore di vita
Tasso occupazione donne cala quasi del doppio rispetto a uomini
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
11:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cinque milioni di italiani hanno difficoltà a mettere in tavola un pasto decente, 7 milioni e 600mila famiglie hanno avuto un peggioramento del tenore di vita. Il 60% degli italiani ritiene che la perdita del lavoro, o del reddito, sia un evento possibile che lo può riguardare nel prossimo anno.
È quanto emerge dal Secondo Rapporto Censis-Tendercapital sui Buoni Investimenti “La sostenibilità al tempo del primato della salute”, in cui si contano ben 600 mila poveri in più.
Per quanto riguarda il gender gap, tra uomini e donne, ci sono circa 20 punti di differenza nel tasso di occupazione (48,4% donne, 66,6% uomini). In questo periodo il tasso di occupazione delle donne è diminuito quasi del doppio rispetto a quello degli uomini, facendo segnare un -2,2% rispetto al 2019, contro il -1,3% degli uomini. Il 54% delle donne che lavorano dice che in questi mesi è aumentato lo stress e la fatica, mentre tra gli uomini sono il 39%. Il rapporto evidenzia poi anche differenze generazionali: tutti i fenomeni di riduzione dell’occupazione colpiscono di più i giovani rispetto ai lavoratori adulti. Il gap generazione si è quindi ampliato.
Differenze poi anche nell’accesso al web, con il 40% di famiglie a basso livello socioeconomico che non ha accesso alla rete, mentre tra le famiglie ad alto livello socioeconomico sono solo l’1,9%. Secondo il rapporto il quadro che emerge è chiaro: usciremo dalla pandemia con una società più diseguale, sia in termini di redditi e patrimoni, sia per quanto riguarda le altre differenze.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano tiene (+1%), balzo Creval, Saipem e Unicredit
Spread in calo a 120 punti, rialzo greggio spinge Eni e Saipem
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
11:43
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari prosegue in rialzo (Ftse Mib +1%) la propria seduta spinta dagli effetti dell’Opa di Credit Agricole (+2,75%) su Creval (+23,29% a 10,72 euro), che viene scambiata a un prezzo superiore dell’offerta dei francesi. Sugli scudi anche Bps (+9,77%), Unicredit (+3,61%), Mps (+3,57%), e Bper (+2,45%), mentre si muove cauta Intesa (+1,34%) e Bpm (-0,67%) si muove in controtendenza. Il rialzo del greggio (Wti +1,5% a 43,06 dollari al barile) spinge Saipem (+4,1%), Eni (+4,15%) e Tenaris (+2%). Scivola Terna (-2,83%), che sconta lo stacco dell’acconto sul dividendo, debole Recordati (-0,67%), fiacche Poste (-0,18%) e Mediobanca (-0,08%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confindustria, si rischia un rinvio della ripresa al 2022
Difficile realizzare +5% Pil 2021,servono investimenti e riforme
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
12:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con il Pil che “ha registrato una caduta mai vista in tempi di pace”, mentre “i dati congiunturali per il quarto trimestre non lasciano intravedere la prosecuzione del recupero”, per Confindustria “raggiungere incrementi di Pil intorno al 5% l’anno prossimo (come ritenevano fino a un mese fa molti previsori) richiederebbe forti variazioni positive dal secondo trimestre, che appaiono difficilmente realizzabili.
Insomma, si rischia di rinviare la ripresa al 2022” avverte la dg di Confindustria, Francesca Mariotti, in audizione in Parlamento sulla manovra. Per gli industriali “è dunque indispensabile una strategia di rientro consistente nel post-pandemia”, “servono investimenti e riforme”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa resiste con futures Usa, Milano prima (+0,6%)
Seguono Francoforte e Madrid (+0,5%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
12:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Listini di Borsa europei positivi nonostante il quadro critico sul fronte della Pandemia. A sostenerli la fiducia dei manager scesa meno delle stime in Germania, Francia, Regno Unito ed Unione Europea, i progressi sui vaccini anticovid e l’Opa di Credit Agricole (+2,44%) su Creval.(+22,8% a 10,67 euro). Milano (+0,6%) si conferma in testa, seppure al di sotto dei massimi, davanti a Francoforte e Madrid (+0,5% entrambe), Parigi (+0,4%) e Londra (+0,2%). Riduce il rialzo il greggio (Wti +0,9%), che scende sotto quota 43 dollari al barile, mentre il dollaro scende a 1,19 sull’euro.
Gli occhi sono puntati sulle banche, soprattutto in Piazza Affari, con Bps (+9,28%), Unicredit (+3,47%) ed Mps (+2,77%). In campo petrolifero, nonostante il greggio di nuovo sotto quota 43 dollari (Wti +0,9%), salgono Total (+3,6%), Shell (+3,5%) e Bp (+3,544%) insieme ad Eni (+1,78%) in Piazza Affari, dove staccano il dividendo Terna (-3,3%), in acconto, e Tenaris +1,41%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Covid, Inail: ‘Oltre 66mila i contagi sul lavoro a ottobre’
Con 12mila casi in più, confermata la recrudescenza delle infezioni di origine professionale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
13:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
I contagi sul lavoro da Covid-19 denunciati all’Inail alla data del 31 ottobre sono 66.781, pari al 15,8% del complesso delle denunce pervenute dall’inizio dell’anno e al 9,8% dei contagiati nazionali comunicati dall’Istituto superiore di sanità (Iss) alla stessa data. E’ quanto emerge da rapporto dell’Inail in cui viene sottolineato che “dopo il rallentamento post lockdown, il mese di ottobre, con 12mila casi in più, conferma la recrudescenza delle infezioni di origine professionale già rilevata in settembre. I casi mortali sono 332, 13 in più rispetto al monitoraggio precedente al 30 settembre (quattro decessi sono avvenuti a ottobre, i restanti sono riferiti a mesi precedenti per effetto del consolidamento dei dati) e pari a circa un terzo del totale dei decessi denunciati all’Inail dall’inizio dell’anno, con un’incidenza dello 0,9% rispetto ai casi mortali da Covid-19 comunicati dall’Iss”.
Nel rapporto viene evidenziato che rispetto alle attività produttive coinvolte dalla pandemia, il settore della sanità e assistenza sociale – che comprende ospedali, case di cura e di riposo, istituti, cliniche e policlinici universitari, residenze per anziani e disabili – con il 69,8% delle denunce e il 21,6% dei casi mortali codificati precede l’amministrazione pubblica (attività degli organismi preposti alla sanità – Asl – e amministratori regionali, provinciali e comunali), in cui ricadono l’8,7% delle infezioni denunciate e il 10,2% dei decessi. Gli altri settori più colpiti sono i servizi di supporto alle imprese (vigilanza, pulizia e call center), il manifatturiero (tra cui gli addetti alla lavorazione di prodotti chimici e farmaceutici, stampa, industria alimentare), le attività dei servizi di alloggio e ristorazione e il commercio all’ingrosso.
Per l’insieme dei settori della sanità, assistenza sociale e amministrazione pubblica, si è passati, dall’80,5% dei casi codificati nel primo periodo della pandemia fino a maggio compreso, al 49,8% del trimestre giugno-agosto, per poi risalire al 74,5% nel bimestre settembre-ottobre. Viceversa in altri settori, con la graduale ripresa delle attività, l’incidenza dei casi di contagio è aumentata nelle prime due fasi e si è ridotta nella terza. È il caso, per esempio, dei servizi di alloggio e ristorazione, passati dal 2,5% del primo periodo, al 6,2% del trimestre successivo e all’1,9% nel bimestre settembre-ottobre, o dei trasporti, passati rispettivamente dall’1,2%, al 5,6% e al 2,2%. Il decremento in termini di incidenza osservato nell’ultimo bimestre in questi settori non deve però trarre in inganno: in ottobre, infatti, il fenomeno è ripreso vigorosamente per numerosità delle denunce in tutti i settori.
L’analisi territoriale evidenzia che più della metà delle denunce presentate all’Istituto (53,1%) ricade nel Nord-Ovest, seguito da Nord-Est (22,3%), Centro (13,2%), Sud (8,3%) e Isole (3,1%). Riguardo ai decessi, la percentuale del Nord-Ovest sale al 55,6%, mentre il Sud, con il 16,6% dei casi mortali denunciati, precede il Nord-Est (13,3%), il Centro (12,7%) e le Isole (1,8%). Con un terzo dei contagi denunciati (33,1%) e il 41,3% dei decessi la Lombardia si conferma la regione più colpita.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano rallenta (+0,5%), corre Creval, giù Banco Bpm,
Spread scende sotto i 120, sprint Bps e Unicredit, bene Eni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
13:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari rallenta (Ftse Mib +0,5%) mantenendo tuttavia il distacco dagli altri listini europei che riducono anch’essi il rialzo. Si conferma la corsa di Creval (+22,16%) che resta sopra ai 10,5 offerti dal Credit Agricole (+2,1%) nell’Opa. In controtendenza Banco Bpm (-2,63%), penultima davanti a Terna (-3,18%), che stacca l’acconto sul dividendo. Stacca la cedola anche Tenaris (+1,63%), premiata dal rialzo del greggio (Wti +1,1% a 42,9 dollari), che si riavvicina a quota 43 dollari al barile. Salgono anche Saipem (+2,54%) ed Eni (+1,83%). In campo bancario i riflettori sono puntati su Bps (+7,9%), valtellinese come il Creval, e Unicredit (+3,14%) mentre rallentano Mps (+1%) e Intesa (+0,58%), pur restando in territorio positivo, con lo spread tra Btp e Bund in calo a 119,2 punti, sotto la soglia dei 120. Positive Moncler (+2,14%), Campari (+2,05%) e Atlantia (+1,78%). In calo Recordati (-1,3%) Mediobanca (-1,15%), Poste (-1%), Ferrari (-0,73%), e Pirelli (-0,67%), mentre Fca è invariata.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Fincantieri: Vard contratto per otto navi robotizzate
Per Ocean Infinity, per fornitura servizi marittimi in Usa e UK
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
23 novembre 2020
14:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
VARD, controllata di Fincantieri, ha firmato un contratto per la progettazione e la costruzione di otto navi robotizzate per Ocean Infinity, destinate alla fornitura di servizi marittimi negli Stati Uniti e nel Regno Unito. L’azienda ha sviluppato il design VARD 9 60, una piattaforma multiuso all’avanguardia, che consente il controllo in remoto da terra, con una conseguente riduzione del personale.
Le unità, che avranno una lunghezza di 78 metri, saranno caratterizzate da tecnologie di prossima generazione per la riduzione dell’impatto ambientale, come le fuel cell, e saranno tra le prime unità al mondo ad essere predisposte per l’utilizzo dell’ammoniaca verde come combustibile. Il contratto segna l’ingresso di VARD in un nuovo settore dell’industria marittima.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: sale a Ny, a 42,87 dollari
In crescita dell’1,04%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
23 novembre 2020
15:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio sale a New York, dove le quotazioni dell’1,04% a 42,87 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre positiva, Dj +0,63%, Nasdaq +0,54%
S 500 sale dello 0,60%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
23 novembre 2020
15:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre positiva. Il Dow Jones sale dello 0,63% a 29.446,79 punti, il Nasdaq avanza dello 0,54% a 11.920,64 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,60% a 3.578,61 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Su Alibaba nasce ‘Made in Italy Pavillon’, accordo con Ice
Spazio ad hoc per e-commerce italiano su Alibaba.com
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
16:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ice e Alibaba Group hanno siglato oggi un memorandum of understanding per la creazione del “Made in Italy Pavilion” all’interno di Alibaba.com. Lo si legge in una nota in cui si sottolinea che “si tratta di un progetto unico nel suo genere e il primo in Europa che Alibaba lancia insieme ad un partner governativo”.
La firma è avvenuta nel corso di una cerimonia virtuale alla presenza del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, e del Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri, Manlio Di Stefano, a cui è seguito un webinar per illustrare alle 2.000 imprese collegate le opportunità offerte dalla piattaforma b2b e le modalità, disponibili già da oggi, di accesso.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Porti: Trieste, servizio sostegno ferrovia e intermodalità
Innovativo in Italia, Easywagon di Adriafer e Vtg Rail Europe
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
23 novembre 2020
17:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Dinamismo e piena operatività al porto di Trieste, nonostante il difficile momento di crisi: è stato lanciato Easywagon, nuovo servizio per operatori ferroviari del polo logistico regionale. L’iniziativa promossa da Adriafer (100% ‘Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale e VTG Rail Europe), consiste in un’innovativa modalità di noleggio carri a giornata e con breve preavviso. E’ il primo progetto del genere in Italia in area portuale, evitando di pagare i giorni di non utilizzo.
Le imprese ferroviarie e MTO (operatori intermodali) accreditati, potranno prenotare in modo trasparente e alle medesime condizioni, infatti, una muta di carri solo per le giornate di effettivo utilizzo. Questa operazione mira ad agevolare i servizi ferroviari in start-up dal porto di Trieste che non dovranno più sostenere il rischio di un noleggio carri annuale. La prima muta messa a disposizione è composta da carri “twin”, adatti al trasporto di semirimorchi, casse mobili e container, ma è previsto l’incremento nel numero di mute a disposizione anche con carri di diversa tipologia.
“Si tratta di un progetto innovativo che vede ulteriormente sostenuta e rafforzata la forte specializzazione del porto di Trieste sulla componente treni – spiega Zeno D’Agostino, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale – e che porta a creare nuove opportunità di sviluppo intermodale. Uno degli obiettivi del porto è infatti aumentare la presenza di nuove imprese ferroviarie e Easywagon è stato pensato proprio con questa filosofia”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in marginale calo, Ftse Mib -0,02%
Indice dei principali titoli di Piazza Affari a 21.701 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
23 novembre 2020
17:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta per pochissime frazioni di punto negativa per Piazza Affari, con una leggera corrente di vendite nei minuti finali: l’indice Ftse Mib ha chiuso in calo dello 0,02% a 21.701 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Creval: conclude rally Borsa (+23%), poco sopra prezzo Opa
Positiva (+4%) anche Credit Agricole a Parigi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
17:52
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Giornata di forti acquisti sul Credito Valtellinese in Piazza Affari: il titolo è salito del 23,7% finale a 10,75 euro, poco sopra i 10,5 euro offerti dall’Opa amichevole annunciata da Credit Agricole. Il titolo della banca francese è cresciuto a Parigi del 4% a 9,3 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude debole, Londra -0,3%
Di qualche frazione sotto la parità Parigi e Francoforte
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
18:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente tutti marginalmente negativi nel finale di giornata: Londra ha chiuso in calo dello 0,31%, Francoforte con una limatura dello 0,08% e Parigi dello 0,07%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Usa: indice Pmi manifattura sale a 56,7, sopra attese
Analisti indicavano 53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
18:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’indice Pmi manifatturiero sale negli Stati Uniti a 56,7 in novembre da 53,4 del mese precedente. Il dato è migliore delle attese degli analisti, che scommettevano su 53. .
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano fiacca con Banco Bpm, bene Unicredit
Gran corsa del Credito Valtellinese sull’Opa di Credit Agricole
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
18:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Chiusura marginalmente negativa per Piazza Affari, che come le altre Borse europee ha accusato una leggera corrente di vendite nei minuti finali: l’indice Ftse Mib ha chiuso in calo dello 0,02% a 21.701 punti, l’Ftse All share in ribasso dello 0,04% a quota 23.594.
Con i mercati che hanno guardato ai progressi annunciati nei vaccini e ai dati della fiducia Pmi nei diversi Paesi ma che hanno subito l’incertezza di diversi settori a Wall street, nel Vecchio continente Londra è stato il listino azionario più debole con un calo dello 0,3%.
A Milano, in particolare, si è registrato il rally di Credito Valtellinese, con il titolo della banca lombarda salito del 23,7% finale a 10,75 euro, poco sopra i 10,5 euro offerti dall’Opa amichevole annunciata da Credit Agricole, mentre quello dell’istituto francese è cresciuto a Parigi del 4% a 9,3 euro.
Molto bene in Piazza Affari anche Saipem che ha segnato un rialzo finale del 4,5%, seguita da Unicredit in crescita del 3,3%. Acquisti consistenti anche su Tenaris e Leonardo (entrambe in aumento del 2,9%), con Eni in rialzo del 2,5% a 8,33 euro e Bper in crescita del 2,1%.
Male invece il Banco Bpm che ha chiuso in calo del 3,7% a 1,86 euro con la sola Terna, che come altri titoli ha accusato anche lo stacco della cedola, a chiudere più pesante tra i gruppi principali in ribasso finale del 3,8%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Censis: tenore di vita peggiora per 7,6 milioni di famiglie
Tasso occupazione donne cala quasi del doppio rispetto a uomini
(2)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
18:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Cinque milioni di italiani hanno difficoltà a mettere in tavola un pasto decente, 7,6 milioni di famiglie hanno avuto un peggioramento del tenore di vita. Il 60% degli italiani ritiene che la perdita del lavoro, o del reddito, sia un evento possibile che lo può riguardare nel prossimo anno”. È quanto emerge dal Secondo Rapporto Censis-Tendercapital sui Buoni Investimenti “La sostenibilità al tempo del primato della salute”. Per quanto riguarda il gender gap, tra uomini e donne ci sono 20 punti di differenza nel tasso di occupazione e, in questo periodo, il tasso di occupazione delle donne è diminuito quasi del doppio rispetto a quello degli uomini.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Credit Agricole Italia lancia opa su Credito Valtellinese
Operazione da 737 milioni. Nascerebbe la sesta banca in Italia
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
09:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Crédit Agricole Italia, società controllata per il 75,6% da Crédit Agricole, lancia un’offerta pubblica di acquisto volontaria con corrispettivo in denaro promossa sulla totalità delle azioni di Credito Valtellinese. La combinazione creerebbe la sesta banca commerciale in Italia L’offerta pubblica di acquisto con corrispettivo in denaro da parte di Credit Agricole Italia su Credito Valtellinese è pari a 10,50 euro per azione. Tale prezzo equivale ad un investimento totale di 737 milioni da parte di Crédit Agricole Italia per arrivare a detenere il 100% delle azioni di Credito Valtellinese. Il corrispettivo incorpora un premio del 53,9% rispetto al prezzo medio ponderato degli ultimi 6 mesi e un premio del 21,4% rispetto al più recente prezzo ufficiale di Credito Valtellinese a venerdì 20 novembre. L’offerta sarà condizionata al raggiungimento da parte di Credit Agricole Italia di una partecipazione pari almeno al 66,7% del capitale sociale con diritto di voto di Credito Valtellinese, con la possibilità per Credit Agricole Italia di rinunciare a tale condizione purché abbia acquisito almeno il 50% + 1 azione del capitale sociale con diritto di voto di Credito Valtellinese.
Crédit Agricole Italia ha già ricevuto un impegno a vendere da parte di Algebris, per la sua partecipazione in Creval pari a circa il 5,4% del capitale sociale, previa approvazione regolamentare. Nel contesto dell’offerta, Crédit Agricole Assurances (controllata di Credit Agricole) venderà a Credit Agricole Italia la partecipazione detenuta in Credito Valtellinese, pari a circa 9,8% del capitale sociale.
In apertura le azioni Creval sono schizzate di oltre il 22% a 10,6 euro, in linea con il rezzo dell’Opa lanciata dal Credit Agricole.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pensioni: Tridico, uscite anticipate per gravosi e usuranti
Idea sul tavolo di confronto per il dopo Quota 100
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
23 novembre 2020
18:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quota 100 “è una misura sperimentale che si esaurisce nel 2021. Ci sono tavoli tecnici con il governo in cui si prospetta una uscita più morbida. L’idea è di avanzare per i lavoratori gravosi e usuranti delle possibilità di uscite anticipate” dal 2022, “è questo il sentiero, secondo il mio parere, su cui bisognerebbe muoversi. Insieme a quello di inserire una pensione di garanzia” per i giovani. Lo ha affermato il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, a SkyTg24, riferendosi al capitolo pensioni e alle ipotesi sul tavolo di confronto avviato dal governo con le parti sociali.Il debito dell’Istituto, così come il fatturato, fa parte del bilancio dello Stato; è quindi del Paese. E’ ovvio che” durante questo periodo di pandemia “abbiamo incamerato meno contributi, anzi li abbiamo anche sospesi”, ma “non c’è da allarmarsi. Lo Stato si indebita, in modo sostenibile” in questo periodo, ha poi detto.
Il presidente dell’Inps ha poi avvertito che potrebbero esserci 3 mila cig non pagabili per dati errati o incompleti.   VAI ALLA POLITICA    VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO    VAI ALLA CRONACA    VAI ALLA TECNOLOGIA    VAI ALLE NOTIZIE DEL PIEMONTE

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.