Economia tutte le notizie in tempo reale, da non perdere. RESTA INFORMATO! LEGGI E CONDIVIDI!
Aggiornamenti, ECONOMIA, Notizie, Ultim'ora

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Tempo di lettura: 45 minuti

Ultimo aggiornamento 22 Gennaio, 2021, 13:22:16 di Maurizio Barra

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE IN TEMPO REALE, SEMPRE AGGIORNATE

DALLE 02:58 DI MERCOLEDì 20 GENNAIO 2021

ALLE 13:22 DI VENERDì 22 GENNAIO 2021

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Poste: acquista 51% della cinese Sengi, prima estera nel gruppo
Accordo con Cloud Seven, rafforza la partnership nell’e-commerce
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
02:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Per la prima volta una società estera entrerà a far parte del gruppo Poste Italiane contribuendo ai risultati consolidati di gruppo”. Rafforza la partnership nel mercato dell’e-commerce tra Italia e Cina con un accordo quadro vincolante con Cloud Seven Holding: prevede l’acquisizione del 51% del capitale votante di Sengi Express (al 100% di Cloud Seven Holding, con sede a Hong Kong).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“E’ una società leader nella creazione e nella gestione di soluzioni logistiche cross-border per i merchant dell’e-commerce cinese attivi sul mercato italiano, con un fatturato pro-forma 2020 di circa 80 milioni di euro”. Il closing dell’operazione è previsto entro la fine del primo trimestre.
L’accordo “rafforza la strategia del gruppo improntata al miglioramento della customer experience”, commenta l’a.d. Matteo Del Fante: “Ha l’obiettivo di sviluppare e fidelizzare il flusso di spedizioni e-commerce. Si tratta di un traguardo storico nel processo di apertura di Poste Italiane ai mercati internazionali, grazie all’ingresso di una società estera nel gruppo. Con questo accordo – aggiunge – diversifichiamo ulteriormente, anche a livello geografico, i nostri ricavi e proseguiamo nella nostra strategia di crescita tramite alleanze nelle aree di business più promettenti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund apre in calo a 109 punti
Rendimento decennale allo 0,56%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
08:33
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread tra Btp e Bund tedesco in calo in avvio di giornata a 109 punti base a fronte dei 11,5 della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale italiano è allo 0,56%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in rialzo, Wti a 53,35 dollari al barile
In rialzo anche il Brent a 56,34 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
08:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in rialzo sul mercato after hour di New York. Il greggio Wti passa di mano a 53,45 dollari al barile, lo 0,8% in più rispetto alle quotazioni di ieri sera.
Il Brent sale a 56,34 dollari al barile (+0,7%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: sale a 1.854 dollari l’oncia
Su mercati asiatici guadagna lo 0,7%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
08:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro in crescita sui mercati asiatici dove il metallo prezioso passa di mano a 1.854 dollari l’oncia. L’aumento è dello 0,7% sui valori della vigilia.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in rialzo a 1,2154 dollari
La moneta unica è scambiata a 126 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
08:42
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in rialzo questa mattina rispetto al dollaro. La moneta unica viene scambiata a 1,2154 contro il biglietto verde a fronte della quotazione di 1,2127 di ieri sera dopo la chiusura di Wall street.
Stabile il cambio sullo yen con l’euro a quota 126.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia contrastata, oggi giuramento Biden, Tokyo-0,38%
Futures positivi, tasso Cina invariato, domani tocca a BoJ e Bce
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
08:53
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta contrastata per le principali Borse di Asia e Pacifico nel giorno del giuramento del nuovo presidente Usa Joe Biden, che ha messo a punto una propria agenda per l’inizio del suo mandato. Segno meno per Tokyo (-0,34%) e Taiwan (-0,45%), positive invece Shanghai (+0,47%), Shenzhen +1,43%), Seul (+0,71%) e Sidney (+0,41%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ancora aperte Hong Kong (+0,89%) e Mumbai (+0,37%). Positivi i futures sull’Europa e su Wall Street. La Banca Centrale Cinese ha lasciato invariato il costo del denaro al 3,85%, abbassando il tasso degli investimenti diretti esteri al 6,2%. Attesi il tasso d’inflazione in Gran Bretagna, Germania e nell’Ue. Dagli Usa sono in arrivo invece le richieste settimanali di mutui.
Domani decidono sui tassi la Bank of Japan e la Bce. In rialzo il greggio a 53,45 dollari (Wti +0,9%), l’oro (+0,51% a 1.854 dollari l’oncia). In calo il dollaro a 1,21 sull’euro, 1,36 sulla sterlina e a 103,74 yen. Positivi a Tokyo i produttori di semiconduttori Tokyo Electron (+0,9%) ed Advantest (+0,88%).
Sugli scudi il produttore di moto Yamaha (+3,34%) e quello di pneumatici Yokohama (+5,02%), mentre ha ceduto Toyota (-0,29%).
Segno meno per il farmaceutico Chugai Pharma (-3,28%) e per il vettore Ana Holding (-3,35%) dopo i conti dei 9 mesi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo, +0,57%
Indice Ftse Mib a quota 22.569 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
20 gennaio 2021
09:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta positivo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib guadagna lo 0,57% a 22.569 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa, avvio positivo, Parigi +0,3%, Londra +0,12%
In rialzo anche Francoforte (+0,24%) e Madrid (+0,3%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
09:15
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di seduta positivo per le principali borse europee. Parigi guadagna lo 0,3% a 5.615 punti, Londra lo 0,12% a 6.718 punti, Francoforte lo 0,24% a 13.848 punti e Madrid lo 0,3% a 8.223 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano sale dopo fiducia a Conte, bene banche
Unicredit +2%, Banco Bpm +0,6%, Intesa Sanpaolo +0,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
09:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La seduta di scambi in Borsa a Milano inizia con un rimbalzo dopo la fiducia al Governo Conte.
Il Ftse Mib, l’indice di riferimento, sale (+0,48%) insieme alle banche, ieri tra i titoli più colpiti.
Unicredit si mette in mostra con un rialzo del 2,2%, bene anche Banco Bpm (+0,6%) e Intesa Sanpaolo (+0,4%).
Sostenuta dalle prospettive del nuovo piano A2A è il titolo migliore del paniere (+2,45% a 1,36 euro), bene anche Stm (+1,7%) e Tim (+1,56%). Poste, che ha annunciato l’acquisto del 51% di una società cinese, sale dell’1,4 per cento.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Landini: il governo convochi subito le parti sociali
‘Oggi i costruttori vanno cercati nel Paese’
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
09:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Il passaggio dopo questa crisi poco comprensibile e nel rispetto delle decisioni del parlamento è che oggi i costruttori vanno cercati nel Paese. Mi aspetto che da stamattina il governo convochi le parti sociali e si inizi quel lavoro che in questo mese la discussione della crisi ha bloccato”, a partire “dal confronto di merito sul del Recovery plan”.
Così il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, ad Agorà sui Rai3. “Ora dai ringraziamenti bisogna passare ai fatti”, ha aggiunto.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tra i temi prioritari da affrontare, Landini ha rimarcato “la necessità” di prorogare il blocco dei licenziamenti oltre il prossimo 31 marzo e di procedere con la riforma “decisiva” degli ammortizzatori sociali “andando verso un sistema universale”, oltre che di “far partire gli investimenti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Immobiliare: Jll, 2020 in chiaroscuro, bene logistica
Giù retail, uffici e hotel
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
11:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Un 2020 in chiaroscuro per il mercato immobiliare italiano che è stato solo parzialmente influenzato dalla pandemia da Covid-19. E’ quanto si ricava dal rapporto di Jll secondo cui è andata bene alla logistica (+3% anno su anno), il settore degli alternatives (+45%), l’assistenza sanitaria (+57%) e il living.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Office, Hotel e retail i settori che hanno subito più effetti della pandemia.
I volumi totali in Italia hanno raggiunto nel 2020 circa 8.3 miliardi di euro, in calo del 33% yoy e del 15% rispetto alla media degli ultimi 5 anni. I volumi sono in linea con i livelli del 2018.
I consumi del retail torneranno ai livelli pre-Covid solamente nel 2023 mentre il canale online e quello fisico continueranno a mescolarsi fino a diventare complementari. Nel breve-medio periodo ci aspettiamo che gli investitori si mantengano cauti verso il settore e che prosegua la pressione sui canoni.
Per quanto riguarda il settore alberghiero, la pandemia ha fatto registrare un -76% yoy nel volume di investimento. “Non c’è motivo – spiega il rapporto – per cui questo settore, fondamentale per l’economia del nostro Paese, non possa riprendersi dallo shock non appena la situazione sarà tornata alla normalità”. Il settore Office ha registrato un calo del volume degli investimenti pari al 34% yoy. Per quanto riguarda il mercato leasing, Milano ha registrato una contrazione del 41% del take-up negli ultimi 12 mesi, Roma del 54%. Le corporate si stanno adattando a modalità di lavoro ibride che prevedono il lavoro in ufficio, da casa o in altre location come spazi di coworking o uffici distribuiti nel territorio sul modello Hubs&Clubs.
“La pandemia globale da Covid-19 ha dimostrato di essere un acceleratore di cambiamento e trasformazione per l’intero settore immobiliare che durerà ben oltre la crisi sanitaria: sostenibilità, digitale e tecnologia, flessibilità nell’utilizzo degli spazi e rigenerazione caratterizzeranno gli edifici del futuro” ha affermato Barbara Cominelli, CEO di JLL Italia. ”
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bei: anche in 2020 Italia prima beneficiaria con 12 mld
Per un totale di 32,4 miliardi investimenti sostenuti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
12:29
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Italia è, anche nel 2020, il primo beneficiario della finanza della Bei, la Banca europea per gli investimenti. E’ quanto ha affermato il vicepresidente Dario Scannapieco (che ricopre anche la carica di presidente del Fei) presentando i risultati in una conferenza stampa virtuale: lo scorso anno è stata destinataria di 11,9 miliardi (+8,2%) per 32,4 miliardi di investimenti sostenuti, di cui 10,9 miliardi di prestiti Nel nostro paese sono state realizzate 65 operazioni.

E la Bei ha mobilitato a favore dell’Italia 6,6 miliardi di euro per affrontare la pandemia Covid, il 30% dell’intera Ue. E’ quanto ha reso noto la banca europea degli investimenti presentando i risultati dello scorso anno per il nostro paese.
In particolare la Bei ha destinato 2 miliardi per la Sanità (1 miliardo già erogato): 8.000 posti in terapia intensiva e sub-intensiva, 651 pronto soccorso e 9.600 assunzioni. E’ stata inoltre disposta una moratoria per comuni e province, 640 milioni per le politiche regionali, inclusi 150 milioni del fondo Emergenza Imprese. Inoltre sono stati erogati oltre 4,4 miliardi di prestiti in partnership con banche e CDP in favore delle Pmi italiane.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Stellantis: Misiani, ingresso pubblico non è tabù
Stato avrebbe quota analogamente a quello francese
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
13:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Gli azionisti italiani hanno un forte peso nella nuova società. Il governo ha seguito, segue e seguirà con grande attenzione l’evoluzione della situazione.

Personalmente non ritengo un tabù l’ipotesi di un ingresso pubblico analogamente alla quota posseduta dal governo francese”. Lo ha detto il viceministro dell’Economia, Antonio Misiani, parlando a Radio 24 delle nozze tra Fca e Psa che hanno dato vita a Stellantis.
“Abbiamo dato un giudizio positivo dell’operazione che dà vita al quarto gruppo mondiale in termini di vendite e di fatturato. C’è una rivoluzione tecnologica in atto sia per i veicoli a basse emissioni che a guida autonoma e ci vogliono spalle larghe dal punto di vista finanziario e tecnologico, la nuova società le avrà. Questo non vuol dire che potrà dormire sugli allori, c’è il tema del mercato cinese, c’è necessità di forti investimenti”, ha aggiunto Misiani.
Il tema dell’azionariato, ha quindi precisato, “viene dopo un ragionamento di politica industriale che va fatto per quanto riguarda la produzione di veicoli e l’intero comparto automotive. L’Italia ha un settore della componentistica importantissimo fortemente interconnesso con le altre economie europee. Dobbiamo valorizzarlo e sostenerlo”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A studio altre 26 settimane Cig Covid e proroga sgravi
Misiani, blocco licenziamenti avanti solo per i settori in crisi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
13:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Altre 26 settimane di Cig Covid e licenziamenti bloccati dopo il 31 marzo ma solo per le imprese dei settori in crisi: sono due delle ipotesi che avanzano nel governo al lavoro per mettere a punto il prossimo decreto Ristori, dopo il via libera delle Camere allo scostamento da 32 miliardi atteso per oggi.
Sul fronte degli ammortizzatori si starebbe lavorando sull’ipotesi di estendere la Cig Covid garantendo una maggiore copertura, fino a 26 settimane per assegno ordinario e cassa in deroga.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In parallelo si dovrebbe anche confermare l’esonero contributivo alternativo all’utilizzo della cassa Covid, per chi fa rientrare i dipendenti al lavoro. Nei giorni scorsi il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, aveva parlato di una “consistente proroga” della Cig Covid con il prossimo decreto Ristori, ipotizzando però altre 18 settimane.
Partita aperta anche sul blocco dei licenziamenti che però potrebbe non essere più generalizzato: “L’Italia – dice il viceministro all’Economia Antonio Misiani – non può permettersi un’ondata di licenziamenti, ma non possiamo nemmeno andare avanti con una logica emergenziale. Personalmente credo che” il blocco “debba essere prorogato per i settori maggiormente in crisi, mentre chi ha recuperato i livelli del 2019 credo debba lavorare per tornare alla normalità”. Quanto ai ristori veri e propri Misiani ha confermato l’intenzione di superare il meccanismo legato ai codici Ateco, concentrando gli aiuti sulle perdite di fatturato: la soglia dovrebbe essere quella del 33%, utilizzata finora. In arrivo anche, assicura, un miliardo e mezzo in più per l’anno ‘bianco’ dei contributi per gli autonomi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund risale, è a 114 punti base
Rendimento decennale in rialzo a 0,61%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
13:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund tedesco risale dopo il calo di questa mattina. Il differenziale è a 114 punti base dai 109 punti dell’apertura.
Nell’incertezza politica sul futuro del governo Conte, il rendimento del decennale italiano è allo 0,61% contro lo 0,56% di stamani.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano prosegue in rialzo con Unicredit e A2A
Ftse Mib +0,49%, Francoforte +0,5%, Londra -0,08%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
13:32
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Unicredit si mette in mostra a Piazza Affari, sulle attese per una stretta sul nome del nuovo ceo, e guida il listino della Borsa italiana. Il titolo sale del 3,35% a 8,04 euro mentre l’indice di riferimento, il Ftse Mib prosegue cauto in rialzo dello 0,49% a 22.550 punti.

Dopo la fiducia al Governo Conte e in attesa del giuramento del presidente Usa Biden, i mercati sono partiti impostati al rialzo ma ora qualcuno frena. Madrid cede lo 0,49% e Londra scivola in terreno negativo (-0,08%). Francoforte sale dello 0,5%, Parigi dello 0,3%. A Milano gli acquisti assecondano anche le storie aziendali, con A2A in crescita (+2,2%) dopo la presentazione del primo piano decennale e Pirelli (+2,19%) che vede un cambio nella prima linea del gruppo con il direttore generale Papadimitriou che lascia il suo incarico.
Sugli scudi anche Stellantis (+1,99%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pirelli: Papadimitriou lascia cariche, resta in cda
Valuta investimenti con Tronchetti e Camfin
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
18:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Angelos Papadimitriou, entrato circa 6 mesi fa nel gruppo Pirelli e visto come il possibile successore di Marco Tronchetti Provera, lascia le cariche di direttore generale e co-ceo e resta in cda e nel comitato strategie. L’ingegnere “ha condiviso l’intenzione di voler valutare un proprio percorso con leve imprenditoriali”.
“Ho avviato preliminari colloqui per valutare a livello di Camfin lo sviluppo insieme di nuove iniziative di investimento” aggiunge il ceo Marco Tronchetti Provera.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri,se tempestivi su interventi,Pil non molto sotto 6%
Nel 2020 48 miliardi alle imprese, 35 al lavoro e 8 alla sanità
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
14:21
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Sussistono rischi al ribasso per la previsione programmatica 2021 (crescita del 6%). Tuttavia, se la campagna di vaccinazione proseguirà secondo le previsioni e se da un lato gli interventi di politica economica definiti dalla legge di bilancio e integrati dalle misure di sostegno del prossimo decreto, e accompagnati dagli investimenti previsti nel recovery plan, se tutto questo sarà tempestivamente attuato, il risultato di crescita di quest’anno potrà non risultare molto inferiore a quanto previsto nella Nadef”.
Così il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, in audizione sullo scostamento. Il settore delle imprese, “considerando anche gli interventi fiscali, ha beneficiato di interventi per oltre 48 miliardi, al lavoro e al sociale sono stati destinati circa 35 miliardi, agli enti territoriali sono stati destinati oltre 12 miliardi, la sanità ha ricevuto maggiori risorse per oltre 8 miliardi, i servizi pubblici e sociali sono stati potenziati con ulteriori 4,5 miliardi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conferma rialzo in attesa giuramento Biden
Future Wall Street positivi, petrolio stabile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
14:49
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borse europee tendenzialmente in rialzo con i future su Wall Street in positivo in attesa del giuramento del nuovo presidente degli Stati Uniti, Joe Biden.
L’indice paneuropeo, lo stoxx 600, guadagna mezzo punto percentuale con l’evidenza dei tecnologici mentre cedono le utilities.
Tra le singole piazze Francoforte guadagna lo 0,67%, Parigi lo 0,34%, Milano lo 0,61% all’indomani del voto di fiducia del Senato incassato dal governo Conte mentre Londra si muove sulla parità. Il petrolio prosegue stabile con il Wti a 53,5 dollari al barile e il Brent a 56,3. Flette invece l’euro sul dollaro. La moneta unica passa di mano 1,2104 sul biglietto verde.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa resta positiva con Wall Street, Milano +0,8%
Spread a 113, in rialzo A2a con piano e Unicredit in attesa Ceo
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
15:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse proseguono positive dopo l’avvio in rialzo di Wall Street nel giorno del giuramento del presidente degli Stati Uniti, Joe Biden. Francoforte guadagna lo 0,80, stesso livello per Milano con il Ftse Mib a 22.610 punti.

Parigi sale dello 0,5% e Londra di un più marginale 0,15%.
Sull’indice d’area, lo stoxx 600, proseguono gli acquisti sui tecnologici. Sul fronte valutario l’euro resta aggrappato a 1,21 sul dollaro. Il petrolio si conferma in rialzo con il Wti a 53 dollari al barile. Lo spread tra Btp e Bund si muove in area 113 punti base. A Piazza Affari resta l’evidenza di A2A (+3,7%) in scia agli obiettivi del piano al 2030 e di Unicredit (+3,8%) con il mercato che spera in una stretta sul nuovo Ceo.
Bene anche Leonardo (+3,8%), St (+3%), Pirelli (+2,12%) mentre Angelos Papadimitriou, entrato circa 6 mesi fa nel gruppo e visto come il possibile successore di Marco Tronchetti Provera, lascia le cariche di direttore generale e co-ceo ma resta in cda e nel comitato strategie.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: Uif, +7% operazioni sospette in 2020
In crescita anche da money transfer
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
15:58
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Continua l’aumento delle operazioni finanziarie sospette di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo segnalate alla Uif, presso la Banca d’Italia. Nel 2020 sono saliti a 113mila con una crescita del 7% rispetto al 2019 e un’accelerazione nel secondo semestre (+10% a 60.220).

Secondo quanto si ricava dalla newsletter, l’unità di informazione finanziaria ha analizzato e trasmesso agli Organi investigativi 59.760 segnalazioni. Nello stesso periodo sono stati adottati 15 provvedimenti di sospensione di operazioni sospette per un valore di 10,4 milioni di euro.
E in crescita, nel 2020, anche le segnalazioni di operazioni sospette per riciclaggio o finanziamento del terrorismo da parte dei money transfer (+13,8%).Il numero di operazioni segnalate sono più che raddoppiate (da 63.220 a 133.161). I flussi sospetti hanno avuto come principali paesi di destinazione Romania, Senegal, Marocco e Albania (complessivamente il 42,0% degli importi sospetti trasferiti).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri, interventi di sostegno per tutto il tempo necessario
Al Senato passa la risoluzione di maggioranza, 291 sì e nessun no
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
21:38
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Via libera alla risoluzione di maggioranza che autorizza lo scostamento dal pareggio di bilancio. Alla Camera i voti a favore sono stati 523, tre contrari, due gli astenuti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In base alla Costituzione era richiesta la maggioranza assoluta dei componenti dell’Assemblea, pari a 316 voti. Al Senato, 291 sì, nessun contrario e un astenuto.
Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato ha illustrato quelli che saranno gli obiettivi da raggiungere con lo scostamento di bilancio che oggi sarà votato in Parlamento e ha sottolineato che “uno fra i più positivi messaggi che la politica nel suo insieme ha saputo lanciare al Paese nel corso dei duri mesi del 2020 è consistito proprio nella capacità del Parlamento di presentarsi unito, al di là dei perimetri di maggioranza e opposizione, ad appuntamenti come questo”.
L’auspicio, secondo Gualtieri, è che non solo si determini un’ampia convergenza per consentire uno scostamento di bilancio necessario, per predisporre e attuare misure indispensabili ma anche nella predisposizione e nel miglioramento delle misure concrete che saranno oggetto del prossimo decreto”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Ecco alcuni passaggi del suo intervento alle Commissioni riunite:
“Grazie allo scostamento di bilancio proseguiremo e completeremo gli interventi di sostegno già approvati e riconosciuti finora ai settori più colpiti dalla pandemia, che riteniamo debbano proseguire per tutto il tempo necessario” ha specificato il ministro elencando le misure del prossimo decreto, dalla proroga della Cig “per le imprese in difficoltà” alle risorse per trasporti e sanità fino alla “rimodulazione dell’attività della riscossione” delle cartelle.
Lo scorso anno “complessivamente sono state varate misure pari a circa il 6,6% del Pil, 108 miliardi, a cui si aggiungono 300 miliardi di crediti oggetto di moratoria e 150 miliardi di prestiti garantiti. Si tratta di uno degli interventi più rilevanti d’Europa paragonabile solo a quello messo in campo dalla Germania”.
“Il settore delle imprese, considerando anche gli interventi fiscali, ha beneficiato di interventi per oltre 48 miliardi, al lavoro e al sociale sono stati destinati circa 35 miliardi, agli enti territoriali sono stati destinati oltre 12 miliardi, la sanità ha ricevuto maggiori risorse per oltre 8 miliardi, i servizi pubblici e sociali sono stati potenziati con ulteriori 4,5 miliardi”.
“Guardando al deficit, che noi stimiamo tra il 10,5 e il 10,8% nel 2020, sarà di circa 2,5 punti percentuali di Pil inferiore alla somma del deficit ciclico e degli interventi effettuati, una prova che gli interventi anticiclici hanno una loro efficacia, che giustifica interventi così significativi”.
“Sussistono rischi al ribasso per la previsione programmatica 2021 (crescita del 6%). Tuttavia, se la campagna di vaccinazione proseguirà secondo le previsioni e se da un lato gli interventi di politica economica definiti dalla legge di bilancio e integrati dalle misure di sostegno del prossimo decreto, e accompagnati dagli investimenti previsti nel recovery plan, se tutto questo sarà tempestivamente attuato, il risultato di crescita di quest’anno potrà non risultare molto inferiore a quanto previsto nella Nadef”.
“Nelle intenzioni del Governo, questo è l’ultimo scostamento di bilancio che chiediamo al Parlamento di autorizzare per contrastare la pandemia”. L’Agenzia delle Entrate ha erogato “in poche settimane oltre 10 miliardi di euro, facendo partire milioni di bonifici che sono stati accreditati sui conti correnti dei beneficiari”. Con gli ultimi 4 decreti Ristori, ha ricordato Gualtieri, sono stati disposti “interventi che nel complesso ammontano a circa 18 miliardi nel 2020 e circa 9 miliardi nel 2021”.
“Non c’è dubbio alla luce della pandemia che occorre prolungare” la Cig Covid ma “occorre anche introdurre una selettività rispetto alle necessità in alcuni settori più colpiti” valutando anche se prolungare “ulteriormente il blocco dei licenziamenti e tornare alla normalità su settori meno impattati”.
Con il prossimo decreto Ristori ci sarà “anche un intervento sulla Naspi, parte del pacchetto lavoro” e il finanziamento “di un miliardo e mezzo” per la decontribuzione degli autonomi, “è un impegno che il governo ha preso”.
“Questo scostamento coprirà anche un pezzo di Transizione 4.0 che non è coperto dal Recovery, che copre la parte di iperammortamento, parte delle risorse sarà destinato a questo, unico caso di spesa non direttamente legata alla pandemia, ma è una spesa di complemento a quello che abbiamo fatto in legge di Bilancio anche alla luce della interlocuzione con la commissione europea”.
Il rapporto debito/Pil nel 2020 “dovrebbe chiudere su un livello inferiore al 158% previsto nella Nadef probabilmente per circa un punto percentuale. “Abbiamo ben presente anche il tema degli impianti sciistici, quindi qualsiasi sarà il criterio finale è evidente che questi settori dovranno essere sostenuti in modo adeguato perché saranno colpiti anche nei prossimi mesi non siamo di fronte a qualcosa che è alle nostre spalle”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude a +0,93%
Ftse Mib a 22.650 punti
e
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
20 gennaio 2021
17:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Piazza Affari chiude in rialzo. Il Ftse Mib segna un +0,93% a 22.650 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa chiude in rialzo nel giorno di Biden
Francoforte +0,77%, Parigi +0,53%, Londra +0,41%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
17:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee chiudono in positivo nel giorno del giuramento di Joe Biden come nuovo presidente degli Stati Uniti. Francoforte guadagna lo 0,77% con il Dax a 13.921 punti.
Parigi segna un +0,53% con il Cac 40 a 5.628 punti e Londra un +0,41% con il Ftse 100 a 6.740 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude positiva con A2A, Unicredit, Leonardo
Bene anche Pirelli e Mps, vendite su Atlantia, Recordati
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
18:07
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta positiva per Piazza Affari all’indomani della fiducia del Senato al Governo Conte e nel giorno del giuramento del neo presidente, Joe Biden. Il Ftse Mib alla chiusura guadagna lo 0,93% a 22.650 punti.

In evidenza A2a (+3,43%) che con il piano al 2030 prevede investimenti per 16 miliardi di euro. Sugli scudi anche Unicredit (+4,19%) con il mercato che punta ad una stretta sul nuovo Ceo.
Corre poi Leonardo (+4,37%%) sui contratti assegnati dalla Commissione Ue a ThalesAleniaSpace e Airbus Defence & Space .
Pirelli guadagna l’1,93% mentre Angelos Papadimitriou, entrato circa 6 mesi fa nel gruppo Pirelli e visto come il possibile successore di Marco Tronchetti Provera, ha lasciato le cariche di direttore generale e co-ceo ma resta in cda e nel comitato strategie e valuta investimenti in Camfin. Tra i titoli sotto la lente ben comprata, fuori dal paniere principale, anche Mps (+1,7%). Poco mossa Stellantis (+0,53%). Vendite su Atlantia (-1,38%) in attesa del piano di Aspi, Recordati (-2,2%) ed Hera (-1,97%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In Italia 12% lavoratori a rischio povertà, quarta in Ue
Istat, salari più bassi per giovani, donne e stranieri
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
18:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nel 2019, tra gli Stati membri dell’UE, la quota più elevata di occupati a rischio di povertà è stata registrata in Romania (15,7%), seguita da Spagna e Lussemburgo (rispettivamente 12,7 e 12,1%). L’Italia si colloca in quarta posizione (11,8%), nonostante la lieve riduzione pari a 0,4 punti percentuali rispetto all’anno precedente.
E’ quanto si legge nella memoria trasmessa dall’Istat alla Commissione Lavoro del Senato nell’ambito delle audizioni sul salario minimo. In Finlandia si registra il valore più basso (2,9%).
In base ai dati del 2018 nel settore privato ‘extra-agricolo’ le posizioni lavorative “a bassa retribuzione” – quelle cioè con retribuzione oraria inferiore ai 7,66 euro lordi – sono circa il 6% del totale delle posizioni e si concentrano tra gli apprendisti (tra i quali rappresentano oltre il 28%) e gli operai (il 7,1%).
La diffusione delle posizioni “a bassa retribuzione” è leggermente superiore tra le donne rispetto agli uomini (6,5% contro 5,5%), tra le persone nate in un Paese straniero rispetto a chi è nato in Italia (8,7% contro 5,4%) e tra i giovani sotto i 29 anni rispetto alle classi di età più elevate (10,9% contro valori inferiori al 5%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: chiude in rialzo a Ny a 53,24 dollari
Quotazione avanza dello 0,5%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
20 gennaio 2021
20:46
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio chiude in rialzo a New York, dove le quotazioni salgono dello 0,5% a 53,24 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in rialzo (+0,86%)
Ottimismo dopo insediamento di Biden, attesa Boj
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
21 gennaio 2021
01:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo avvia la seduta col segno più, in scia al consolidamento degli indici statunitensi dopo l’insediamento del presidente Joe Biden e in attesa delle nuove decisioni di politica monetaria della Banca del Giappone (Boj). In apertura il Nikkei avanza dello 0,86% a quota 28.769,39, con un progresso di 246 punti.
Sul fronte dei cambi lo yen tratta a 103,50 sul dollaro e a 125,40 sull’euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: prezzo Wti scende a 53,1 dollari al barile
In calo anche il Brent
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
08:18
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il prezzo del petrolio scende dopo il rialzo di ieri: il Wti con consegna a marzo perde lo 0,3% e si attesta a 53,1 dollari al barile. In calo anche il Brent quotato a Londra a 55,8 dollari (-0,4%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in rialzo a 1,2127 dollari
La moneta unica è scambiata a 125,4 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
08:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in rialzo questa mattina rispetto al dollaro. La moneta unica viene scambiata 1,2127 dollari, con un guadagno dello 0,17%, mentre è poco mossa rispetto allo yen a 125,41 con una variazione di +0,05%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: prezzo spot poco mosso a 1.873 dollari l’oncia
Su mercati asiatici segna +0,06%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
08:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro poco mosse questa mattina. Sui mercati asiatici il prezzo spot del metallo prezioso si attesta a 1.873 dollari l’oncia con una variazione quasi nulla di +0,06%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp-Bund apre stabile a 115 punti base
Rendimento del decennale italiano è allo 0,61%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
08:31
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund tedesco apre stabile questa mattina. Il differenziale è a 115 punti base, lo stesso livello della chiusura di ieri.
Il rendimento del decennale italiano è fermo allo 0,61%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in rialzo, Ftse Mib +0,64%
Su scudi auto e industria, Cnh +1,9%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
21 gennaio 2021
09:10
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre la seduta in rialzo. Il Ftse Mib sale dello 0,64% a 22.798 punti e nel paniere principale i titoli più in evidenza sono quelli industriali e del settore auto.
Cnh balza in testa nei primi scambi con un rialzo dell’1,98%, insieme a Leonardo (+1,11%) e A2A (+1,17%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in rialzo in attesa Bce
Londra +0,4%, Parigi e Francoforte +0,5%, Milano +0,2%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
09:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse in Europa aprono la seduta in rialzo, scommettendo sulle mosse della Bce. Londra sale dello 0,4%, Parigi dello 0,57%, Francoforte dello 0,55% e Milano dello 0,28% sostenute dai titoli dell’industria, dell’auto e delle costruzioni.
L’indice Stoxx 600 sale dello 0,7%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia: tre incontri di ‘ascolto’ su politica monetaria
Per dialogo aperto su revisione misure Bce
e
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
10:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tre incontri, tutti in formato virtuale, per ascoltare i punti di vista, le aspettative e i timori degli esperti del settore, dei media e della società civile sul riesame della strategia della politica monetaria della Bce. E’ quanto ha organizzato la Banca d’Italia (e le altre banche nazionali dell’area euro) per instaurare un dialogo aperto “ai cittadini, al mondo dell’impresa, del lavoro, dell’impegno sociale, dei giovani e dello sviluppo sostenibile”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In particolare gli incontri saranno dedicati rispettivamente all’accademia (9 febbraio 2021), agli organi di informazione (22 febbraio 2021) e alla società civile (3 marzo 2021). Sarà possibile partecipare agli eventi in diretta video e inviare un contributo su questi temi scrivendo una e-mail a strategyreview@bancaditalia.it.
La revisione, ricorda l’istituto centrale, ha l’obiettivo di preservare l’efficacia degli strumenti utilizzati per perseguire gli obiettivi definiti nel Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea, quali la stabilità dei prezzi. Infatti, la crisi finanziaria globale, quella dei debiti sovrani nell’area dell’euro e da ultimo la pandemia hanno richiesto l’adozione di strumenti innovativi di politica monetaria per preservarne la trasmissione all’economia, stimolare la domanda e garantire la stabilità dei prezzi. A questi si sono aggiunti ulteriori sviluppi quali, ad esempio, la globalizzazione, la digitalizzazione, l’invecchiamento della popolazione e i cambiamenti climatici che stanno producendo effetti persistenti sull’economia con importanti implicazioni per la politica monetaria.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce:vaccini tappa importante ma nuova recessione
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
11:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Banca Centrale Europea “riconferma” l’orientamento “molto accomodante” della sua politica monetaria ma alla luce del quadro attuale, su cui pesano Covid e lockdown, avverte di una doppia recessione in arrivo nell’Eurozona. L’avvio della campagna di vaccinazione “è una tappa importante” per superare la pandemia ma la seconda ondata del Covid “continua a porre dei gravi rischi per l’economia” ed “insieme alle restrizioni e misure di contenimento” adottate dai Paesi, “è probabile che porti ad una contrazione della crescita nel quarto trimestre che si trascinerà nel primo trimestre di quest’anno”, spiega la Presidente della Bce, Christine Lagarde, nella conferenza stampa virtuale, dopo la prima riunione del board del nuovo anno.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“L’incertezza resta elevata, con rischi al ribasso sulle prospettive nel breve termine, ma meno pronunciati, e con una inflazione debole a causa di una domanda debole”, aggiunge la numero uno dell’Istituto centrale.
“Più probabilmente vedremo una ripresa nella seconda parte dell’anno” per cui “serve ancora un ampio sostegno monetario” e anche a “livello nazionale le misure fiscali devono rimanere accomodanti e concentrate sugli obiettivi”. In quest’ottica Francoforte lascia i tassi d’interesse fermi: quello principale rimane a zero, quello sui depositi a -0,50% e il tasso sui prestiti marginali a 0,25%. Avanti poi con gli acquisti di titoli nell’ambito del piano pandemico Pepp da 1.850 miliardi di euro fino a marzo 2022. “Se le condizioni di finanziamento favorevoli possono essere mantenute mediante flussi di acquisti di attività che non esauriscano la dotazione nell’orizzonte degli acquisti netti del Pepp, non sarà necessario utilizzare appieno la dotazione”, ha spiegato la Bce nel comunicato dopo la riunione del board, aggiungendo che “allo stesso modo, la dotazione può essere ricalibrata per preservare condizioni di finanziamento favorevoli”. Tutto questo passaggio ha però innescato dei dubbi presso gli analisti sulle reali intenzioni della Bce di utilizzare in pieno la dotazione del Pepp. In conferenza stampa Lagarde, incalzata, ha quindi chiarito che “il nostro è un atto di equilibrio che dipende dal mantenimento di condizioni di finanziamento favorevoli” pertanto “se le condizioni restano favorevoli, non siamo costretti a usare l’intera dotazione del Pepp, se invece non rimangono favorevoli, siamo pronti a ricalibrare e ad aumentare il Pepp, tutte le opzioni sono sul tavolo”, ha detto, sottolineando l’elemento di “flessibilità” del piano e assicurando che la Bce è “pronta ad adeguare tutti i suoi strumenti” in base alle necessità proprio per “preservare condizioni finanziarie favorevoli nell’Eurozona”.
Su questo punto Lagarde ha anche precisato che “non vengono presi in considerazione particolari indicatori ma un insieme di cose” che vanno “dai prestiti bancari, ai tassi sui titoli di Stato”. La Bce, inoltre, “continuerà” a fornire “abbondante liquidità” attraverso le sue operazioni di rifinanziamento. Davanti alla freddezza di Lagarde sulla ripresa economica in tempi brevi, i mercati hanno però reagito male, chiudendo tutti in calo: Milano ha lasciato sul campo lo 0,98%, Parigi ha perso lo 0,67%, quindi Londra (-0,37%) e Francoforte (-0,11%). Lo spread Btp-Bund si è allargato a 118 punti base da 115, col tasso sul titolo a dieci anni del Tesoro in rialzo allo 0,68%. Tuttavia la presidente della Bce ha confermato la stima per il 2021 fatta a dicembre, che è di una crescita del 3,9%. “Rimane per il momento valida”, ha detto, ribadendo anche che Francoforte continuerà a “guardare con molta attenzione” al tasso di cambio euro-dollaro perché ha un “impatto” sull’inflazione. Sempre sulla moneta unica, ha messo in chiaro che “ci vorranno anni prima che arrivi un euro digitale” e comunque “banconote e monete” coesisteranno con un futuro euro digitale. Infine, guardando Oltreoceano, Lagarde ha salutato la designazione di Janet Yellen a nuovo Segretario al Tesoro Usa dicendo che guiderà l’economia Usa “in modo inclusivo e molto intelligente”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Italgas: accordo con Crs4 per idrogeno verde in Sardegna
Impianto collegato a nuove reti di distribuzione native digitali
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
11:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Italgas ha siglato un protocollo d’intesa con Crs4, centro di ricerca del parco tecnologico della Sardegna, per lo studio e la realizzazione sull’isola di un impianto per la produzione di idrogeno verde e metano sintetico da fonti rinnovabili attraverso l’elettrolisi dell’acqua.
L’impianto, collegato con le nuove reti di distribuzione ‘native digitali’ di Italgas, sarà composto da un parco di autoproduzione di energia elettrica da fonte rinnovabile, un elettrolizzatore in grado di produrre ossigeno e idrogeno partendo dall’acqua e una sezione di metanazione per la trasformazione dell’idrogeno in gas naturale sintetico.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo scopo del progetto sarà di testare la produzione di gas da fonte rinnovabile e il suo potenziale utilizzo per fornire idrogeno alle utenze industriali dell’isola e idrogeno e metano sintetico alle utenze domestiche, miscelandolo al gas naturale secondo determinate specifiche.
Il progetto di Italgas e Crs4 concilia l’esigenza di “individuare nuove e più efficienti forme di conservazione dell’energia con la possibilità di produrre gas rinnovabili come idrogeno e metano sintetico a beneficio del territorio sardo e delle sue attività produttive”, afferma Paolo Gallo, amministratore delegato di Italgas.
Diversi studi sostengono che l’idrogeno “possa rappresentare la soluzione da affiancare all’elettricità rinnovabile in settori complessi da decarbonizzare come l’industria e il riscaldamento dove l’impiego dell’energia elettrica risulta difficoltoso”, sostiene Giacomo Cao, amministratore unico del Crs4.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Tlc: media, LG pensa di abbandonare produzione smartphone
Divisione in perdita e presenza ridotta sul mercato mondiale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
12:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il colosso tecnologico coreano LG starebbe pensando di abbandonare la produzione di smartphone.
“Nel mercato globale, la concorrenza nel settore della telefonia mobile è diventata più agguerrita – ha detto LG, secondo quanto riporta Reuters online – abbiamo raggiunto il punto in cui dobbiamo prendere la decisione migliore sulla nostra attività di telefonia mobile, considerando la competitività attuale e futura”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’azienda che non produce solo smartphone ma una vasta gamma di prodotti tecnologici, compresi i più remunerativi elettrodomestici, in 23 trimestri consecutivi ha totalizzato perdite nel settore smartphone per circa 4,5 miliardi di dollari. L’amministratore delegato di LG, Brian Kwon, ha affermato che la società prevede di mantenere i dipendenti indipendentemente da ciò che accadrà all’unità ‘mobile’.
L’azienda ha visto ridurre la propria quota di mercato in sette anni: nel primo trimestre del 2013 (secondo dati Strategy Analytics) era al terzo posto, nel terzo trimestre 2020 non era nemmeno tra le prime sette del mercato (secondo Counterpoint) avendo perso terreno rispetto ai produttori cinesi.
Secondo gli analisti – come riporta Reuters – se LG decidesse di chiudere il business della telefonia mobile, potrebbe aumentare la sua capitalizzazione di mercato poiché più di cinque anni di perdite cumulative hanno pesato sulla valutazione. La fine della sua attività di telefonia, infine, potrebbe anche aiutare LG a concentrarsi sull’espansione del settore veicoli, in cui ha recentemente lanciato una joint venture con il fornitore automobilistico Magna International per realizzare componenti per auto elettriche.   TECNOLOGIA    VAI ALLA POLITICA   VAI ALLA CRONACA     VAI ALLE NOTIZIE DAL MONDO   VAI ALLE NOTIZIE DEL PIEMONTE

ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE

Borsa: Asia in rialzo, future Europa positivi
Ottimismo su ripresa, attesa decisioni Bce
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
08:48
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta record in Asia con l’indice MSCI Asia Pacific che avanza per il terzo giorno consecutivo mentre i futures sulle azioni statunitensi ed europee salgono sull’ottimismo che “la spesa fiscale rilancerà la crescita economica e rafforzerà gli utili aziendali” commentano gli operatori. Oggi si guarda alla Bce e alle sue decisioni di politica monetaria.
Tokyo ha guadagnato lo 0,8%, Shanghai l’1,07%, Shenzhen l’1,53%. L’unica piazza in controtendenza è Hong Kong che inverte rotta sul finale e si avvia a chiudere in calo (-0,39%). Sul fronte valute lo yen è rimasto stabile dopo che la Banca del Giappone ha mantenuto invariate le sue principali impostazioni politiche. Le quotazioni del petrolio scendono a causa delle preoccupazioni per i consumi poco brillanti.
Stellantis: Tavares in Italia, da Mirafiori e a Melfi
Sindacati, visita ha grande significato simbolico
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TORINO
21 gennaio 2021
11:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’amministratore delegato di Stellantis, Carlos Tavares, visiterà oggi lo stabilimento Fca di Melfi (Potenza). Ieri è stato a Torino, in alcune realtà del comprensorio di Mirafiori.

“La visita di Tavares a Melfi – commentano i segretari regionali della Uil della Basilicata Vincenzo Tortorelli e Marco Lomio – ha un grande significato simbolico e non solo perché dimostra che negli anni abbiamo, tutti insieme, costruito un’eccellenza del gruppo Fca. La presenza di oggi dell’ad Tavares, conferma, se ce ne fosse ancora bisogno, che si parte ancora da Melfi con Stellantis”.
“Mi sembra normale che ci siano le visite ufficiali degli stabilimenti. Mirafiori richiede nuovi progetti che coinvolgano anche governo ed enti locali viste le dimensioni dello stabilimento”, osserva Giorgio Airaudo, segretario generale della Fiom Piemonte.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: ad ottobre 662.000 posti lavoro in meno sul 2019
Saldo annualizzato, crollo per contratti termine
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
12:56
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il saldo annualizzato delle posizioni di lavoro, ovvero la differenza tra quelle registrate ad ottobre 2020 e quelle segnate a ottobre 2019 è negativo per 662.000 unità. Lo rileva l’Inps nell’Osservatorio sul precariato segnalando che dopo la ripresa estiva si è registrato un nuovo peggioramento.

Le assunzioni complessive attivate dai datori di lavoro privati nei primi dieci mesi del 2020 sono state 4.347.000 (-31% sullo stesso periodo del 2019). Il calo ha riguardato soprattutto i contratti a termine. Le cessazioni nel complesso sono state 4.657.000 (-20%). Il saldo complessivo è stato negativo per 310.269 unità.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Recovery: Conte incontra i sindacati domani mattina
All’incontro potrebbe partecipare anche il ministro Gualtieri
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
10:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Al via il confronto tra governo e parti sociali sul Recovery Plan: il premier Giuseppe Conte  incontra i sindacati . Lundì gli incontri proseguiranno.

Ii segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Pierpaolo Bombardieri, avevano chisto di accelerare, rilanciando la necessità di prorogare il blocco dei licenziamenti oltre il 31 marzo, per tutti e non in maniera selettiva, così come l’estensione della cig Covid.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Credem: al via Academy per manager del futuro
Con Bocconi formazione per oltre 30 esperti di risparmio gestito
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
13:12
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Formare gli esperti della gestione del risparmio di domani. Con questo obiettivo il gruppo Credem dà il via alla ‘Wealth Academy’, un percorso formativo di nove mesi rivolto a oltre 30 tra private banker, manager e specialisti dell’area wealth management del gruppo.
Il programma è realizzato dall’istituto in collaborazione con la SDA Bocconi School of Management, la Scuola di Direzione Aziendale dell’Università Bocconi di Milano. L’iniziativa è in linea con la strategia del gruppo bancario emiliano di “costante investimento sulle persone, con l’obiettivo – spiega Credem – di creare valore sia per chi opera nel gruppo sia per i risparmiatori che possono fare affidamento su competenze solide e aggiornate dei professionisti della gestione dei patrimoni familiari ed aziendali”. Il programma di formazione, che parte domani 22 gennaio per chiudersi a settembre 2021, si focalizza su analisi del rischio, strategie di investimento e ottimizzazione di portafoglio, anche in ottica di sostenibilità ambientale, sociale e di governance.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Aspi: in Piano 2020-24 investimenti per 6,1 mld, +110%
Spese manutenzione +50% a 2,5 miliardi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
13:45
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il nuovo piano industriale di Aspi prevede un’accelerazione degli impegni di investimento sia per nuove opere sia per upgrade asset esistenti: il totale degli investimenti sale del 110% a 6,1 miliardi nel Piano 2020-24 dai 2,9 miliardi del Piano 2015-19. E’ quanto emerge dalle slide illustrate dall’a.d.
di Aspi Roberto Tomasi nel corso della presentazione alla stampa del piano. In particolare il totale delle spese di manutenzione passa da 1,6 a 2,5 miliardi con un “piano pluriennale di manutenzioni senza precedenti”.
“La visione che stiamo costruendo è di una nuova Autostrade per l’Italia che ipotizziamo e vogliamo che possa diventare un gestore della mobilità e non solo un gestore della concessione”, ha detto Tomasi, annunciando anche forte piano di 2.900 assunzioni al 2024. “Non abbiamo intenzione di mandare via nessuno e andremo a gestire questa trasformazione”, ha aggiunto, chiedendo ai lavoratori di “riadattarsi”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: lascia tassi a 0, piano acquisti fino a marzo 2022
Tasso su depositi a -0,50%, su prestiti marginali allo 0,25%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
13:57
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Banca Centrale Europea lascia, come da attese, i tassi d’interesse fermi: il tasso principale rimane a zero, il tasso sui depositi a -0,50% e il tasso sui prestiti marginali a 0,25%. Lo comunica la Bce dopo la riunione di politica monetaria.La Bce proseguirà gli acquisti nell’ambito del Programma di acquisto per l’emergenza pandemica (pandemic emergency purchase programme, PEPP) con una dotazione finanziaria totale di 1.850 miliardi di euro” e “condurrà gli acquisti netti di attività nell’ambito del PEPP almeno sino alla fine di marzo 2022 e, in ogni caso, finché non riterrà conclusa la fase critica legata al coronavirus”.
Lo comunica la Bce dopo la riunione di politica monetaria
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano piatta con Europa dopo Bce, debole Leonardo
Sale Prosieben dopo riassetto nella partecipazione Mediaset
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
14:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente attorno alla parità dopo la boa di metà giornata, con un marginale peggioramento dopo le decisioni della Bce: Francoforte è di qualche frazione la migliore con una crescita dello 0,3%, seguita da Madrid che si muove sul pareggio, Milano in calo dello 0,05% con l’indice Ftse Mib e Parigi in negativo dello 0,3%.
Gli operatori, dopo l’insediamento del nuovo presidente statunitense Biden, attendono soprattutto di verificare i tempi promessi per i nuovi piani di stimoli all’economia e alle campagne anti Covid 19, con i futures sull’avvio di Wall street poco sopra la parità.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
In questo quadro, a Francoforte Prosieben sale del 2,6% a 13,8 euro dopo il riassetto nella partecipazione di controllo di Mediaset (+1% a 2,16 euro) con Vivendi, non direttamente coinvolta nella partita ma in colloqui da tempo con il Biscione per trovare un accordo al loro lungo braccio di ferro, in aumento dello 0,7% a Parigi.
Tra i titoli maggiori di Piazza Affari, Prysmian, Campari, Cnh, A2A e Diasorin mostrano rialzi ampiamente superiori al punto percentuale, mentre al contrario registrano cali più ampi dell’1% Unipol, Eni, Tenaris ed Hera. Scivola Leonardo, che scende del 2,7% faticando a tenere quota 6 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inps: oltre 4 mld ore Cig nel 2020 per emergenza Covid
A dicembre autorizzate 288,1 milioni di ore (+22,6% su novembre)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
14:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Inps ha autorizzato nel 2020 oltre quattro miliardi di ore di cassa integrazione per emergenza sanitaria da Covid 19. Lo fa sapere l’Inps sottolineando che nel periodo dal 1° aprile al 31 dicembre 2020 sono stati autorizzati 4.048,6 milioni di ore di cui: 1.901,0 milioni di cig ordinaria, 1.349,2 milioni per l’assegno ordinario dei fondi di solidarietà e 798,4 milioni di cig in deroga.

Nel mese di dicembre 2020 sono state autorizzate 288,1 milioni di ore (+22,6% su novembre).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in calo a Ny, -0,53%
A 52,96 dollari al barile
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
21 gennaio 2021
15:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il petrolio è in calo a New York, dove le quotazioni perdono lo 0,53% a 52,96 dollari al barile.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: Lagarde, ancora anni prima di un euro digitale
Banconote e monete coesisteranno con valuta elettronica
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
15:24
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
“Ci vorranno anni prima che arrivi un euro digitale”. Lo ha chiarito la presidente della Bce, Christine Lagarde, sottolineando che tra, le altre cose, deve essere messa a punto “la tecnologia” e deve essere inoltre “compatibile con la sovranità e la trasmissione di politica monetaria”.
Per il presidente della Bce comunque “banconote e monete” coesisteranno con un euro digitale.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Wall Street apre positiva, Dj +0,11%, Nasdaq +0,46%
S 500 sale dello 0,11%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
NEW YORK
21 gennaio 2021
15:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Wall Street apre positiva. Il Dow Jones sale dello 0,11% a 31.214,07 punti, il Nasdaq avanza dello 0,46% a 13.519,02 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,11% a 3.856,64 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lagarde, vaccini tappa importante, ma ancora rischi
Possibile calo produzione in primo trimestre
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
16:03
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La campagna di vaccinazione “è un passo importante” per superare la pandemia ma il Covid “continua a porre dei gravi rischi per l’economia” e “nel quarto trimestre è attesa una contrazione del Pil” segnalando che l’area sembra avviata verso una doppia recessione. Lo ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde nella conferenza stampa che segue il board, sottolineando che “l’incertezza resta elevata” e gli economisti prevedono sempre più che la produzione si ridurrà anche in questo trimestre per l’inasprimento delle restrizioni decise dai governi per contrastare i contagi.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano debole (-0,8%) dopo Wall street e Lagarde
Europa cauta, in Piazza Affari corre Ferragamo (+5%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
16:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Qualche vendita in Borsa a Milano dopo il discorso della presidente della Bce Christine Lagarde e le prime battute sulla parità per Wall street: l’indice Ftse Mib cede lo 0,8%, facendo peggio di qualche frazione di tutti i listini europei, con Parigi e Madrid che scendono di mezzo punto percentuale, mentre Francoforte e Londra perdono lo 0,2%.
In Piazza Affari sempre in caduta Autogrill (-13%) dopo l’annuncio dell’aumento di capitale da 600 milioni, con Saipem e Leonardo che scivolano del 3%.
Segni negativi in genere anche per le banche (Unicredit -1%) con lievi tensioni sui titoli di Stato italiani e lo spread a 117 punti. In corsa del 5% Ferragamo dopo le ipotesi di cambi ai vertici del gruppo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano chiude in calo, Ftse Mib -0,98%
Indice dei principali titoli di Piazza Affari a 22.428 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
21 gennaio 2021
17:39
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Seduta negativa per la Borsa di Milano: l’indice Ftse Mib ha concluso in ribasso dello 0,98% a 22.428 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Autogrill: chiude con tonfo in Borsa, -13%
Dopo annuncio aumento di capitale da 600 milioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
17:59
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Autogrill, dopo l’annuncio a sorpresa dell’aumento di capitale da 600 milioni, ha chiuso molto pesante in Piazza Affari: il titolo è sceso del 13,3% finale a 4,36 euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa conclude debole, Londra -0,37%
In calo anche Parigi e Francoforte, più pesante Madrid
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
18:08
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mercati azionari del Vecchio continente tutti in calo: Londra ha chiuso la seduta in ribasso dello 0,37%, con Parigi che ha ceduto lo 0,67% finale e Francoforte che ha registrato la limatura dello 0,11%. Pesante Madrid, in ribasso finale dell’1%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano debole con Autogrill e Leonardo, ok Ferragamo
Deboli Saipem ed Eni, frena Stellantis, caute le banche
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
19:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Con le Borse europee fiacche dopo gli interventi della Bce, Milano è stata di qualche frazione una delle più pesanti della giornata: l’indice Ftse Mib ha concluso in ribasso dello 0,98% a 22.428 punti, l’Ftse All share in calo dello 0,92% a quota 24.408.
Londra ha infatti chiuso in ribasso dello 0,37%, con Parigi che ha ceduto lo 0,67% finale e Francoforte che ha registrato la limatura dello 0,11%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sullo stesso piano di Piazza Affari anche Madrid, in ribasso finale dell’1%.
A Milano il clima, già non ottimo per il ritorno di qualche tensione sui titoli di Stato, non è stato aiutato dallo scivolone di Autogrill, che ha annunciato a sorpresa un aumento di capitale da 600 milioni, con il titolo che è sceso del 13,3% finale a 4,36 euro. Deboli anche Saipem, che ha ceduto il 4,8% finale, e Leonardo, in ribasso di quattro punti percentuali.
Venite su Eni (-2,6%) e Unipol (-2,3%), con Stellantis, che ha frenato la sua corsa ed è scesa di due punti percentuali.
Generalmente in linea con il listino le banche con lo spread a quota 118 punti, in rialzo oltre il punto percentuale Campari, Diasorin e Moncler. Fuori dal paniere principale di Piazza affari, forte Salvatore Ferragamo, salita del 6% dopo le ipotesi di cambi al vertice del gruppo.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Mare: appello del Propeller Club, istituire ministero ad hoc
Seguire esempi di Grecia, Cipro, Francia e Spagna
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TRIESTE
21 gennaio 2021
21:23
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’istituzione di un Ministero del Mare, che sia al fianco del Cluster Marittimo italiano, il quale riveste un ruolo fondamentale per il rilancio dell’economia nazionale. E’ la richiesta fatta dal Presidente del Propeller Club, Umberto Masucci, che sottolinea gli 8.000 chilometri di costa al centro del Mediterraneo a fronte dei 14mila di un Paese immenso come la Cina.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Se questa è “l’importanza del Mare nel nostro Paese, non può non esserci un dicastero dedicato ad un settore così vitale”, spiega Masucci, convinto che in questo momento “storico così complesso”, l’Italia possa “ricoprire un ruolo di guida e di riferimento per l’Unione Europea valorizzando le conoscenze e facendo del Mediterraneo un centro per rilanciare trasporto, turismo, risorse sottomarine, pesca, industria, gestione integrata delle coste e degli spazi marittimi”.
Segnalando gli esempi di Grecia, Cipro, Francia e Spagna che hanno un ministero del Mare o qualcosa che gli assomiglia, Masucci sostiene che alla “portualità italiana serve una visione d’insieme dove le interconnessioni tra Porti, reti stradali e ferroviarie, supportate da un adeguato sistema di logistica integrata ed innovativa, rivestano un ruolo determinante, anche attraverso lo sviluppo della cosiddetta ‘smart logistic'”. E in questo senso rivolge un appello anche “a tutte le Associazioni del Cluster perché si uniscano nella richiesta”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Tokyo, apertura in calo (-0,59%)
Cambi: yen stabile su dollaro, si rivaluta su euro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
TOKYO
22 gennaio 2021
01:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Tokyo inizia l’ultima seduta della settimana in negativo, influenzata dall’andamento misto degli indici azionari Usa e con l’attenzione degli investitori puntata sui fornitori della Apple negli scambi in Asia in attesa della trimestrale della prossima settimana. In apertura il Nikkei arretra dello 0,59% a quota 28.586,31, con una perdita di 170 punti.
Sul mercato dei cambi lo yen è poco variato a 103,50 sul dollaro, mentre si rivaluta sull’euro a 125,90.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Petrolio: in calo a 52,44 dollari al barile
Il Brent scende a 55,44 dollari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
08:11
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni del petrolio in calo sul mercato after hour di New York. Il greggio Wti passa di mano a 52,44 dollari al barile, l’1,28% in meno rispetto alle quotazioni di ieri sera.
Il Brent scende a 55,44 dollari al barile (-1,16%). Ad incidere il rafforzamento del dollaro e le prospettive a breve termine di una domanda ridotta.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Oro: in calo a 1.862 dollari l’oncia
Su mercati asiatici segna -0,4%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
08:13
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Quotazioni dell’oro in calo sui mercati asiatici. Il lingotto con consegna immediata passa di mano a 1.862 dollari l’oncia, in calo dello 0,4%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread Btp Bund apre in rialzo a 121 punti base
Rendimento del decennale italiano è allo 0,72%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
08:34
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Avvio di giornata in rialzo per lo spread tra Btp e Bund tedesco che segna 121 punti base a fronte dei 118 della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale italiano è allo 0,72%%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Cambi: euro in lieve calo a 1,2156 dollari
La moneta unica è scambiata a 126,03 yen
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
08:36
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Euro in lieve calo in avvio di giornata. La moneta unica viene scambiata 1,2156 dollari, afr onte del valore di 1,2168 di ieri sera dopo la chiusura di Wall street.
Sullo yen la moneta unica scende a 126,03 (-0,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Asia chiude in calo in attesa trimestrali
Tokyo (-0,4%) e Hong Kong (-1,3%),poco variato lo yen su dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
08:44
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse asiatiche chiudono in calo dopo l’andamento misto degli indici azionari Usa e le prese di profitto dopo gli ultimi rialzi. L’attenzione degli investitori si concentra sull’andamento dei contagi da coronavirus in vista delle prossime trimestrali.

In rosso Tokyo (-0,44%). Sul fronte valutario lo yen tratta a 103,50 sul dollaro, e sull’euro poco sopra a 126. A contrattazioni ancora in corso sono in calo Hong Kong (-1,3%), Shanghai (-0,4%), Seul e Mumbai (-0,6%). In controtendenza Shanzhen (+0,2%).
Sul fronte macroeconomico in arrivo i dati dell’indice Markit Pmi manifatturiero da Francia, Germania, Regno Unito, Eurozona e Stati Uniti. Previsti anche le scorte settimanali di petrolio e le vendite delle abitazione negli Usa.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano apre in calo (-0,78%)
Indice Ftse Mib a 22.253 punti
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
MILANO
22 gennaio 2021
09:04
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano apre in calo. Il primo indice Ftse Mib cede lo 0,78% a 22.253 punti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa apre in calo, preoccupa crescita economica
Parigi (-0,39%), Francoforte (-0,35%), Londra (-0,33%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
09:20
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee aprono in calo all’indomani della riunione della Bce. Sui listini pesano i timori sull’andamento della crescita economica globale che risentirà, almeno nella prima parte dell’anno, degli effetti della pandemia da Covid-19.

Avvio di seduta in rosso per Parigi (-0,39%), Francoforte (-0,35%), Londra (-0,33%) e Madrid (-0,72%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano -1,5% con banche e energia,si guarda a Governo
Scivola Autogrill dopo tonfo, sale spread Btp-Bund
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
09:40
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano (-1,5%) amplia il calo iniziale, in linea con gli altri listini europei. Pesano le banche e l’energia mentre gli investitori guardano anche agli sviluppi della crisi di Governo.
Soffrono Tenaris (-4%) e Saipem (-3,4%) e Eni (-1,9%), con il petrolio in calo. Male Autogrill (-2%) alle prese con l’aumento di capitale da 600 milioni di euro e dopo il tonfo della vigilia.
Mentre lo spread tra Btp e Bund sale a 122 punti base le banche rallentano. In rosso Unicredit (-2,6%), Banco Bpm e Intesa (-1,8%) e Bper (-1,6%). In rosso anche Mps (-0,4%), con le ipotesi sulle mosse per la ricapitalizzazione anticipate da Repubblica in vista del consiglio d’amministrazione del 28 gennaio.
Seduta negativa anche per Leonardo (-2,8%), Prysmian (-2,6%), Stm (-2,3%) e Pirelli (-2%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa amplia il calo, timori per nuovi lockdown
Pesano energia e banche, in lieve rialzo euro sul dollaro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
10:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse europee ampliano il calo con i timori di nuovi lockdown per contenere i contagi da coronavirus e gli effetti sull’andamento dell’economia. Sui listini del Vecchio continente pesa l’energia (-1,5%) con il prezzo del petrolio in calo.
Sul fronte valutario è in lieve rialzo l’euro sul dollaro a 1,2180 a Londra.
L’indice d’area stoxx 600 cede lo 0,9%. In calo Parigi e Madrid (-1%), Francoforte (-0,8%) e Londra (-0,5%). Scivolano le banche (-1,4%) con Sabadell (-3,2%), Societe Generale (-2,6%), Bnp Paribas (-2,4%). Male anche le auto (-1,7%) dove scivola Renault (-3,1%). In calo anche Daimler (-1,8%) e Volkswagen (-1,5%).
Seduta in rosso anche per le compagnie aeree (-2,5%) dove soffronto Lufthansa (-2,7%) e Ryanair (-2%). Debole la farmaceutica (-0,1%) dove Bayer cede lo 0,9%, Sanofi (-0,2%) e Novartis (-0,1%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Costruzioni: Istat, produzione +1,7% a novembre, +7,2% annuo
Nei primi 11 mesi del 2020 calo dell’8,9% rispetto al 2019
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
10:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni torna a crescere a novembre 2020 dell’1,7% rispetto ad ottobre, dopo i cali registrati nei due mesi precedenti “e supera i livelli di febbraio 2020”, prima dell’avvio delle misure anti-Covid. Nonostante il recupero, su base mensile, l’indice destagionalizzato rimane al di sotto dei livelli registrati durate la ripresa estiva in agosto e settembre.

Su base annua l’indice corretto per gli effetti di calendario cresce del 7,2% e l’indice grezzo aumenta del 10,9%. Mentre nella media dei primi undici mesi dell’anno, l’indice corretto per gli effetti di calendario registra una “marcata flessione” dell’8,9%, mentre l’indice grezzo diminuisce dell’8,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Rc auto: Ivass, in terzo trimestre continua calo,a 389 euro
Discesa iniziata nel 2013 e rafforzata con Lockdown
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
10:22
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Prosegue il calo dei prezzi della Rc Auto. Secondo quanto si ricava dal bollettino dell’Ivass, nel terzo trimestre del 2020, il prezzo effettivo della polizza Rc auto è stato in media di 389 euro, in riduzione di poco più del 5% (20 euro) su base annua.
L’Ivass rammenta come la discesa dei prezzi sia “iniziata nel 2013 e si è rafforzata con le restrizioni alla circolazione”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Milano cede il 2% con energia e banche
Scivola Tenaris (-4%). Male Autogrill (-2%) con aumento capitale
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
10:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Borsa di Milano amplia il calo con il Ftse Mib in calo del 2% a 21.972 punti. Su Piazza Affari raffica di vendite per il comparto dell’energia e banche.

Scivola Tenaris (-4%). Andamento negativo anche per Saipem (-3,3%) e Eni (-2,6%). Con lo spread tra Btp e Bund che sale a 214 punti, soffrono le banche con Unicredit (-3,2%), Banco Bpm (-3,3%), Intesa (-2,7%) e Bper (-2,3%). In rosso Stellantis (-2,9%) e Autogrill (-2%), quest’ultima alle prese con un aumento di capitale da 600 milioni di euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Spread tocca i 124,5, prima volta da novembre. Borsa Milano peggiora ancora
Pesano energia e banche su Piazza Affari
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
12:26
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lo spread tra Btp e Bund si amplia ancora e tocca i 124,5 punti base per la prima volta da novembre scorso. Il rendimento del titolo decennale del Tesoro è in rialzo allo 0,74%.
Ed è un venerdì nero per le Borse europee che proseguono la seduta in calo. In vista del prossime trimestrali gli investitori guardano con timore all’andamento dei contagi da coronavirus ed ai rischi di nuovi lockdown.
Sui mercati pesa l’energia, con il calo del prezzo del petrolio, e le banche.
Milano (-2,2%) è il peggior listino del Vecchio continente. L’indice Stoxx 600 cede l’1,1%. In rosso Madrid (-1,5%), Parigi (-1,2%), Francoforte (-1%) e Londra (-0,6%). Sul fronte valutario è in lieve rialzo l’euro sul dollaro a 1,2173 a Londra.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Inail, nel 2020 131mila contagi sul lavoro, 6% del totale
A dicembre aumento del 25%, seconda ondata più intensa
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
10:55
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le infezioni da Covid di origine professionale denunciate all’Inail al 31 dicembre scorso sono 131.090, pari al 23,7% delle denunce di infortunio pervenute all’Istituto nel 2020 e al 6,2% dei contagiati nazionali totali comunicati dall’Iss. A rilevarlo è il 12esimo report sui contagi sul lavoro da Covid-19 elaborato dall’Inail, da cui emerge un incremento di 26.762 casi (+25,7%) rispetto al monitoraggio precedente al 30 novembre, di cui 16.991 riferiti a dicembre, 7.901 a novembre e altri 1.599 a ottobre, complice la seconda ondata dell’epidemia, che ha avuto un impatto più intenso della prima anche in ambito lavorativo.

I decessi per denunciati a fine anno sono 423, 57 in più rispetto alla rilevazione di novembre.
Il settore più colpito è quello della sanità: dagli infermieri proviene oltre l’80% delle denunce.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alitalia: Leogrande, Ue ha chiesto tempi non compatibili
Con esigenza cassa della società
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
11:00
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La Commissione europea “ha richiesto tempi difficilmente compatibili con quelle che sono le esigenze di cassa della società”. Lo ha detto il Commissario straordinario di Alitalia, Giuseppe Leogrande, in audizione presso le Commissioni riunite Affari costituzionali e Bilancio alla Camera circa la verifica di Bruxelles sugli aiuti di Stato ricevuti.

Nel 2020, ha precisato il direttore generale, Giancarlo Zeni, Alitalia ha subito un calo dei ricavi del 78%. E l’anno in corso, ha sottolineato poi Leogrande, si presenta ancora “molto complesso”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bce: economisti tagliano stime Pil Eurozona nel 2021
Sondaggio, riduzione al 4,4%, più forte ripresa in 2022
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
11:01
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’economia dell’eurozona crescerà meno del previsto quest’anno ma con un tasso maggiore nel 2022.
E’ quanto emerge dal sondaggio condotto dalla Bce fra 66 economisti secondo cui il Pil salirà del 4,4% contro il 5,3% stimato a ottobre.
Per il prossimo anno tuttavia le aspettative salgono dal 2,6 al 3,7%. Per quanto riguarda l’inflazione le attese sul breve restano invariate così come quelle sul lungo termine (1,7%).
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Sondaggio Bce, gli economisti tagliano le stime del Pil Eurozona nel 2021
Riduzione al 4,4%, contro il 5,3% stimato ad ottobre e sarà più forte la ripresa nel 2022
w
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
11:09
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’economia dell’eurozona crescerà meno del previsto quest’anno ma con un tasso maggiore nel 2022. E’ quanto emerge dal sondaggio condotto dalla Bce fra 66 economisti secondo cui il Pil salirà del 4,4% contro il 5,3% stimato a ottobre. Per il prossimo anno tuttavia le aspettative salgono dal 2,6 al 3,7%.
Per quanto riguarda l’inflazione le attese sul breve restano invariate così come quelle sul lungo termine (1,7%).
Le attese per il tasso di disoccupazione media sono limate all’8,9% per quest’anno e all’8,3 per il prossimo. Sul lungo termine la riduzione è al 7,4%.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa peggiora, Milano -2,2%
Parigi (-1,2%), Francoforte (-1%) e Londra (-0,6%)
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
11:17
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Venerdì nero per le Borse europee che proseguono la seduta in calo. In vista del prossime trimestrali gli investitori guardano con timore all’andamento dei contagi da coronavirus ed ai rischi di nuovi lockdown.
Sui mercati pesa l’energia, con il calo del prezzo del petrolio, e le banche. Milano (-2,2%) è il peggior listino del Vecchio continente.
L’indice Stoxx 600 cede l’1,1%. In rosso Madrid (-1,5%), Parigi (-1,2%), Francoforte (-1%) e Londra (-0,6%). Sul fronte valutario è in lieve rialzo l’euro sul dollaro a 1,2173 a Londra.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Lavoro: ministero, nel 2020 saldo negativo 42.000 posti
Studio con Bankitalia, era stato positivo per 300.000 nel 2019
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
11:35
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Nell’intero 2020 i contratti di lavoro attivati sono stati solo 42.000 in meno rispetto a quelli cessati. Lo rileva il ministero del Lavoro in uno studio con la Banca d’Italia sulle comunicazioni obbligatorie sul lavoro privato non agricolo ricordando che il saldo era stato positivo per quasi 300.000 posti di lavoro nel 2019.
Questo andamento risente del calo delle assunzioni (4,78 milioni nel 2020 -28%) e delle cessazioni (4,8 milioni, -24%)) legate al blocco dei licenziamenti e al crollo dei nuovi contratti a termine.
” I dati – afferma la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo – evidenziano la sostanziale stabilità del numero complessivo dei posti di lavoro. Le misure messe in campo dal Governo hanno contribuito ad arginare l’impatto negativo della crisi permettendo di preservare centinaia di migliaia di posti di lavoro che altrimenti sarebbero andati perduti”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Borsa: Europa in calo con dati manifattura, Milano -1,9%
A Piazza Affari scivolano Tenaris e Saipem
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
11:50
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Le Borse del Vecchio continente proseguono in calo dopo l’indice Pmi dell’Eurozona in calo e il sondaggio della Bce tra 66 economisti che vedono un Pil in crescita del 4,4% contro il 5,3% stimato a ottobre.
Milano (-1,9%) è la peggiore in Europa.
In calo anche Madrid (-1,4%), Parigi (-1,1%), Francoforte (-0,7%) e Londra (-0,6%). I listini risentono del calo dei comparti dell’energia (-2%), le banche (-1,5%) e le auto (-0,5%).
A Piazza Affari in forte calo Tenaris (-4%). Male anche Saipem (-3,3%), Stm (-3%) ed Eni (-2,5%). In rosso le banche con Banco Bpm (-3,3%), Unicredit (-3%), Intesa (-2,7%) e Bper (-2,3%). Scivola anche Autogrill (-3,7%), dopo il tonfo della vigilia con l’aumento di capitale da 600 milioni di euro.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Bankitalia:effetti positivi smart working in settore privato
Ampliamento può dare spinta a mercato lavoro
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
12:16
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gli effetti dello smart working sui lavoratori e sulle imprese del settore privato “sono stati positivi, preservando i livelli salariali e l’occupazione di chi poteva svolgerli” e una sua estensione potrebbe avere “ricadute positive sul mercato del lavoro”. E’ quanto si legge in un paper dei ricercatori della Banca d’Italia dedicato al tema secondo cu “il lavoro agile avrebbe quindi contribuito a limitare le conseguenze negative dello shock connesso con la pandemia sulla domanda aggregata e sull’occupazione”.
I dipendenti del settore privato che hanno fatto ricorso allo smart working durante la pandemia “hanno conseguito una retribuzione mensile più elevata (+6%), per effetto del maggior numero di ore lavorate, e hanno fatto meno ricorso alla Cassa Integrazione Guadagni” rispetto ai colleghi
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Scuola:Bankitalia, valutare effetti negativi della Dad
Ricorso smart working superiore a media della P.a.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
22 gennaio 2021
12:19
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Occorrerà valutare eventuali “effetti negativi” della didattica a distanza sull’apprendimento degli alunni e in particolare sull’aumento delle diseguaglianze. E’ quanto scrivono i ricercatori della Banca d’Italia in un paper dedicato allo smart working nella pubblica amministrazione dove sottolineano come “nel settore dell’istruzione, il limite naturale alla teleoperabilità di alcune funzioni “è stato anche largamente superato con effetti sulla qualità dei servizi svolti che andranno valutati”.
Il tasso di smart working ha quasi raggiunto il 60% contro un potenziale del 50%. Un terzo dei dipendenti della Pubblica amministrazione ha fatto ricorso, durante la pandemia allo smart working. Il dato è inferiore al potenziale del 36% a causa delle ridotte competenze del personale, mentre gli investimenti in dotazioni informatiche non hanno inciso in maniera significativa. Nella PA in senso stretto lo smart working avrebbe potuto essere più pervasivo con un tasso potenziale del 53% e un utilizzo effettivo di appena il 30%. Al contrario, il potenziale è stato superato nell’istruzione e nei servizi sociali non residenziali.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Gualtieri: “Con lo scostamento fondi anche per primavera”
Lettera ai commissari Ue, non esclusa la proroga delle restrizioni
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
14:51
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
La richiesta di un nuovo scostamento da 32 miliardi serve per mettere in campo “un nuovo pacchetto di aiuti per attutire l’impatto economico” delle restrizioni anti-Covid, ma si giustifica anche con la volontà del governo di “avere a disposizione risorse sufficienti” se le restrizioni all’attività economica dovessero protrarsi “anche in primavera”. Un’eventualità che “non si può escludere”, scrive il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri in una lettera al vicepresidente della Commissione Europea, Valdis Dombrovskis, e al Commissario all’Economia, Paolo Gentiloni.
“Non si può escludere” una proroga delle regime di restrizioni anti-Covid entrato in vigore il 16 gennaio “in primavera” e “di conseguenza il governo desidera avere risorse sufficienti per rispondere a questa eventualità e prolungare, se necessario, lo schema di integrazione salariale fino all’autunno”, scrive inoltre Gualtieri alla commissione Ue.
“Le misure di sostegno a favore delle imprese e dei lavoratori autonomi saranno selettive e consisteranno principalmente in crediti d’imposta al fine di promuovere la tax compliance”, scrive il ministro. Le misure dei nuovi ristori, assicura, saranno “temporanee e mirate” e l’itero pacchetto sarà “pienamente coerente con l’approccio raccomandato dalla Commissione”.
Tra le misure elencate da Gualtieri vi sono fondi per il Reddito di cittadinanza e per la scuola, per adattare gli strumenti educativi, e il rinvio della riscossione spostando parte delle entrate al 2022.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Confermata la proroga della Cig, sostegni alla liquidità delle imprese direttamente o indirettamente interessate dalle chiusure; specifiche misure di sostegno per i settori economici più colpiti; compensazione a regioni ed enti locali per il calo del gettito; fondi per sanità e protezione Civile e uno stanziamento una tantum per Transizione 4.0 nel 2021.
“Stiamo lavorando al primo decreto attuativo per disciplinare il fondo, istituito in legge di Bilancio, per l’esonero del pagamento dei contributi previdenziali di lavoratori autonomi e professionisti più colpiti dalla crisi. Con il nuovo Dl Ristori rifinanzieremo con un miliardo e mezzo questo fondo per garantire loro un ‘anno bianco’ contributivo”. Lo ha detto, secondo quanto riferiscono fonti presenti all’incontro, la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, nel corso del tavolo di confronto con le associazioni dei lavoratori autonomi.
Comincia poi il confronto tra governo e parti sociali sul Recovery Plan: il premier Giuseppe Conte ha convocato i sindacati per domani mattina alle 11.  All’incontro potrebbe partecipare anche il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri.
“Penso che le autorità italiane siano consapevoli della necessità di rafforzare la proposta presentata finora, servono specialmente due cose: un messaggio chiaro sulle riforme legate alle raccomandazioni Ue del 2019, e i dettagli sui tempi e gli obiettivi dei progetti”: lo ha detto il commissario all’economia Paolo Gentiloni.
“La Commissione lavora con il governo italiano e continuerà a farlo con l’obiettivo di avere successo nel piano di Recovery, perché il suo successo è importante per quello generale visto che l’Italia è la maggiore beneficiaria”, ha aggiunto Gentiloni.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Pandemia spinge Netflix, ha 203 milioni abbonati
E il titolo vola all’avvio di Wall Street, +12,83%
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
21 gennaio 2021
08:37
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Netflix vola all’avvio di Wall Street dopo la trimestrale che ha evidenziato un aumento oltre le attese degli abbonati. I titoli Netflix salgono del 12,83% spingendo il Nasdaq a un nuovo record.
La pandemia ha costretto in casa miliardi di persone e spinto Netflix.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Il colosso della tv in streaming chiude il quarto trimestre con 8,51 milioni di abbonati in più, archiviando il 2020 sopra i 200 milioni di abbonamenti, per l’esattezza 203,7. Il balzo sopra le attese mette le ali a titoli Netflix a Wall Street, dove arriva a guadagnare il oltre il 10,4%. Netflix negli ultimi tre mesi dello scorso anno ha visto salire i suoi ricavi a 6,64 miliardi di dollari dai 5,45 miliardi dello stesso periodo dello scorso precedente.
L’utile però è calato a 542 milioni, o 1,19 dollari per azione, dai 587 milioni del quarto trimestre del 2019. Nell’intero 2020 Netflix ha visto aumentare i propri utenti di 37 milioni di unità.
“Stiamo diventando sempre più una società globale con l’83% dei nuovi abbonati del 2020 che arrivano da fuori l’area” Stati Uniti e Canada, afferma Netflix in una nota, prevedendo per il primo trimestre del 2021 di aggiungere 6 milioni di abbonati, in calo rispetto ai 15,8 milioni del primo trimestre del 2020, quello dell’impatto iniziale del Covid. Netflix prevede che non avrà più bisogno di raccogliere fondi tramite l’emissione di debito per finanziare le operazioni giornaliere: il colosso delle tv in streaming anticipa un cash flow al break-even, ma intende mantenere 10-15 miliardi di dollari di debito. Netflix non esclude un piano di buyback per distribuire fondi ai suoi azionisti.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alibaba: chiude a +8,5% in Borsa con ricomparsa di Jack Ma
Fondatore apparso in una conferenza online
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
12:14
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Alibaba vola alla Borsa di Hong Kong dove chiude gli scambi guadagnando l’8,5%, a 265 dollari di Hk: il rally sui titoli del colosso dell’e-commerce è stato innescato dalla riapparizione in pubblico oggi del fondatore Jack Ma, in una conferenza online con un centinaio di insegnanti nelle aree rurali.
In questo modo, Ma ha interrotto l’assenza sospetta da eventi pubblici di oltre 2 mesi dopo che il suo impero internet, tra la fintech Ant Group e la stessa Alibaba, è finito a inizio novembre nella stretta dei regolatori di Pechino.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
Antitrust: multa da 12,5 milioni per Eni, Enel e Sen
Per fatture dopo mancata lettura dei contatori
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
09:47
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’Autorità Antitrust ha irrogato una sanzione di 12,5 milioni di euro ad Enel Energia, Servizio Elettrico Nazionale (SEN) ed Eni gas e luce, dopo aver “accertato l’ingiustificato rigetto delle istanze di prescrizione biennale presentate dagli utenti, a causa della tardiva fatturazione dei consumi di luce e gas, in assenza di elementi idonei a dimostrare che il ritardo fosse dovuto alla responsabilità dei consumatori”. Le società addebitavano agli utenti la responsabilità della mancata lettura dei contatori a fronte dei tentativi di lettura dichiarati dal distributore; ma i tentativi non erano documentati o addirittura smentiti.
“Con riferimento al procedimento AGCM in materia di prescrizione biennale delle fatture emesse per i consumi di energia elettrica e gas, le società del Gruppo Enel precisano di aver sempre agito nel pieno rispetto della normativa primaria e regolatoria di riferimento, riconoscendo il diritto dei consumatori ad ottenere la prescrizione delle fatture”.
E’ la risposta di Enel alla multa irrogata dall’Antitrust.
Le Società “si riservano sin d’ora ogni azione a propria tutela, confidando di poter dimostrare la piena legittimità e correttezza del proprio operato nelle successive fasi di giudizio”.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A2a: investirà 16 miliardi al 2030, utile +8% annuo
Mazzoncini, solide basi per infrastrutture strategiche Paese
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
20 gennaio 2021
08:27
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
A2a ha messo a punto il proprio piano industriale al 2030, che prevede 16 miliardi di investimenti in 10 anni. Di questi, 10 miliardi sono per la transizione energetica e 6 per l’economia circolare.
ECONOMIA TUTTE LE NOTIZIE
L’utile netto è previsto in crescita dell’8% medio annuo e i dividendi di almeno il 3%. Triplicata la capacità installata da fonti rinnovabili a 5,7 Gw a fine Piano, previste seimila assunzioni dirette nell’arco dei 10 anni.
Secondo l’amministratore delegato di A2a Renato Mazzoncini il piano crea “solide basi che ci consentiranno di realizzare infrastrutture strategiche, innovative ed essenziali per la crescita e il rilancio del Paese, di essere ambiziosi e guardare all’Europa” Gli investimenti sono “per il 90% in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite”, noti anche come ‘Sdg’. Il margine operativo lordo è destinato a crescere più di 2 volte a oltre 2,5 miliardi di euro a fine periodo, mentre le emissioni di Co2 sono previste in calo del 47%, in linea con gli obiettivi definiti dall’Accordo di Parigi e approvati dalla Science Based Targets Initiative (Sbti). A2a, da anni all’avanguardia nella termovalorizzazione dei rifiuti, intende “recuperare ulteriori 4,4 milioni di tonnellate di rifiuti” da utilizzare “come materia o energia”, sottraendoli così alla discarica.

La Tua opinione è importante! Vota questo articolo, grazie!
No votes yet.
Please wait...

Vuoi scrivere, commentare ed interagire? Sei nel posto giusto!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.